Translate to:

13 nov 2009

IL PENSIERO E L' AZIONE DEI MODERATI


Sempre coerenti e spinti da un Sogno, che si sta realizzando:
IL PARTITO DELLA NAZIONE

Il buon seme democratico, liberale e cristiano, gettato da Pierferdinando Casini, prima con il CCD poi con il CDU ed infine con l' UDC, è germogliato e sta giungendo a maturazione.
La forza ed il coraggio di saper dire no al qualunquismo di destra e di sinistra, l' agire corretto mosso solo dai valori invendibili che fecero grande la Democrazia Cristiana, hanno fatto si che sempre più persone, partiti moderati, associazioni, fondazioni, movimenti si avvicinassero desiderosi di condividere il progetto interessante della Costituente di Centro.–
Una politica sana che mette al centro le persone, le famiglie, le imprese, il sociale, non può che avere successo e far riaccostare tanta gente, disillusa dalla politica pro o contro Berlusconi, disillusa anche dal bipolarismo-bipartitismo che tanto danno ha prodotto, disillusa dalla casta dei parlamentari nazionali e regionali volti a lavorare per i propri piccoli e grandi interessi e mettendo così, distanze enormi, dalla gente comune che si sente così abbandonata e i Politici incapaci del compito loro assegnato: gestire con oculatezza, la cosa pubblica.
L' impulso è del partito politico dell' UDC di Casini, traino autorevole e qualificante, dei Liberal di Adornato, dei Cristiano-Popolari di Pezzotta e di tutti i Moderati che condividono ampiamente le idee democratico-cristiane con un back ground di radici, solide e profonde dei grandi uomini politici che hanno fatto grande l' Italia (De Gasperi, Einaudi, Don Sturzo ecc.).
Il momento è giusto e favorevole perchè il bicchiere è colmo delle idiozie, degli insulti, della xenofobia della Lega e del gossip alimentato dai comportamenti inquietanti del Premier, Silvio Berlusconi, e delle sue leggi e leggine a suo uso e consumo e nel Pd l' ultimo scandalo di Marrazzo, Governatore della Regione Lazio.
Gli italiani non ne possono più di tale politica fuorviante i sacrosanti e impellenti problemi che attanagliano la maggior parte dei lavoratori, la crisi economica che rende sempre più poveri i poveri e sempre più ricchi i ricchi, la scuola depauperata delle risorse per la ricerca e non solo e tant'altro ancora, insomma qualsiasi settore si tocchi, c' è acqua stagnante e putrida.
I Moderati, sempre vicini all' UDC, presenti anche con una congrua rappresentanza agli Stati Generali UDC di Chianciano, ora sono maturi per dare il proprio contributo fattivo all' interno della Costituente di Centro, così come rivolgono l' invito a tutti gli altri partitini, pezzettini Centristi, perchè sparpagliati non si va da nessuna parte-
L' artefice di tale capitolazione consapevole è stata la "Grande" amica, On.le Anna Teresa Formisano, che, con lungimiranza, ha invitato sempre i Moderati coinvolgendoli nelle numerose attività del Comitato provinciale dell' UDC di cui è Commissario, ha caldeggiato la candidatura del Dr. Nota Crescenzo alle ultime elezioni provinciali ha ravvisato nei Moderati gli amici fedeli privilegiati, accomunati all' UDC dai valori e principi che fecero grande il Partito di De Gasperi, Einaudi, Moro.
Anche oggi, 14 novembre 2009, a questa importante riunione di discussione di attività programmatica per la prossima tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio della Regione Lazio, siamo presenti, sempre su invito dell' On.le Formisano, ma i tempi sono maturi per giocare da protagonisti nella Costituente di Centro e lavorare insieme per un Nuovo Grande Prtito Centrista : IL PARTITO DELLA NAZIONE.