Translate to:

31 dic 2010

La Saf e la Mad

Ricevo e Pubblico da Mauro Ferrari










La sapete quella storiella dell'avvocato che aveva una causa interminabile,arriva il figlio fresco fresco di laurea e gli risolve la causa in quattro e quattrotto. Morale della storia -Come era buono quel cappone che ci mangiavamo tutti gli anni.Causa risolta Vitto risolto. Ora la causa della discarica e dell'impianto di riciclaggio Mad e Saf mi sembra infinita e inrisolvibile e per fortuna che ci sono , perchè garantiscono al politico di turno una marea di preferenze ,e senza faticare un pò, politici guidati da istinti più miserandi come quello di spargere i propri umori sulla popolazione locale.Lo scribacchiare di cronache locali con il sotteso ricatto nel proprio orticello profuso a piene mani ( e noi ne sappiamo qualcosa).Discettate dall'universo mondo per raccogliere il plauso di qualche paggio d'occasione e criticare qualunqusticamente chiunque gli faccia da tag. CHE IDIOZIA

30 dic 2010

IL COMUNE DI ROCCASECCA AD UN PASSO DAL TRACOLLO FINANZIARIO

IL COMUNE DI ROCCASECCA AD UN PASSO DAL TRACOLLO FINANZIARIO ed i responsabili, al Comune di Roccasecca, non pagano il fio delle scellerate scelte economico-amministrative


per lo meno così pare, nonostante le denunce e le querele di vari  consiglieri di opposizione.
Ma come mai la Corte dei Conti, sez. Lazio, non si pronuncia in merito alle segnalazioni di presunto reato finanziario-amministrativo contro gli amministratori di Roccasecca  per aver indebitato il Comune, così come invece ha  fatto la Corte dei Conti- sez Basilicata?
Infatti, l' Ente che controlla i conti della Basilicata,  con sentenza 216 del 7 ottobre 2010, ha  condannato gli amministratori comunali che hanno indebitato l'ente locale per finanziare spese correnti, violando, così, l'articolo 119, comma 6, della Costituzione applicando l'articolo 30, comma 15, della legge 289/2002, con una duplice sanzione: la nullità dell'atto deliberativo e del relativo contratto (inefficace ex tunc) e la sanzione pecuniaria del minimo pari a cinque volte l'indennità di carica percepita al momento della violazione agli amministratori che hanno deliberato il ricorso all'indebitamento non consentito 
Cosi dal Sole 24 Ore: "Al centro della vicenda c'è l'utilizzo di una quota delle somme ricavate da una "rinegoziazione" dei mutui contratti precedentemente per il pagamento di parte della rata di mutuo in scadenza (interessi e capitale), che si configura come spesa corrente.
Coloro che svolgono un incarico elettivo – aveva già sostenuto la Corte dei Conti in precedenti pronunciamenti allo scopo di rimarcare la responsabilità degli organi deliberanti – non possono ritenersi esonerati dall'obbligo di conoscenza delle norme fondamentali che disciplinano l'azione dell'ente locale e, meno che mai, di quelle di rango costituzionale.
L'importanza del divieto di indebitamento per spese non di investimento trova la sua ratio, sottolineano i giudici, anche nella fondamentale necessità di evitare che, «mediante la destinazione anticipata di risorse aggiuntive, ottenute con il ricorso al mercato finanziario, a spese di semplice funzionamento, le maggioranze politico-amministrative, vincolate al pareggio di bilancio, ne scarichino i costi su quelle future, portando ad un'irreversibile rigidità dei bilanci che non troveranno più spazio per gli investimenti pregiudicando così le possibilità di sviluppo per le generazioni future».
Ma noi, a Roccasecca, siamo ad un passo dal tracollo e senza un Ufficio Ragioneria ben funzionante e con un responsabile che non permetterebbe simili scelleratezze.
Ma a quanto pare a Roccasecca, dopo il povero mio nipote, il bravo Ragioniere Responsabile Chiappini, nessuno più ha assunto carichi di responsabilità all' Ufficio Ragioneria....sempre aiuti esterni di ragionieri di altri Comuni, ultimo il    ragioniere del Comune di Cervaro che oltre allo stipendio del Comune di provenienza ha un surplus dal Comune di Roccasecca, ma guarda caso senza alcun controllo dell' effettivo e fattivo  lavoro e senza alcuna  responsabilità ...... praticamente i nostri soldi spesi e spesi male pure per non sanare le Casse Comunali.
Ma per quale ragione non viene responsabilizzato il personale dipendente laureato in economia e commercio e/o assunto,  anche partime, giovani laureati disoccupati visto che dobbiamo pagare chi già ha un'entrata?
Mistero Giorgiano!!!!!!!!!!!!!!!
Ma il presidente del Consiglio Comunale, dottore commercialista e  " deus ex machina" della macchina amministrativa come mai non si è perorato di sanare il bilancio comunale chiamando alla collaborazione il segretario e sollecitando, magari i revisori dei conti ed i collaborati economici vari che a vario titolo si sono avvicendati all' ufficio ragioneria?
Non saranno, per caso, pure loro chiamati a rispondere del disastro economico-finanziario del Comune di Roccasecca?
Auspico proprio di sì in quanto non è pensabile che Amministratori, Dirigenti, Revisore dei Conti, persone altamente qualificate siano soltanto sedute dove sono ed essere solo  percettori di lauti stipendi senza nessun impegno fattivo a risanare le esangui Casse del Comune di Roccasecca.

29 dic 2010

L' IDV DEMOLISCE


L' IDV  DEMOLISCE
il SEL e il PD del Sindaco Giorgio per radicarsi sul territorio di Roccasecca con l' accaparramento di Palazzo Boncompagni.

L' artefice della mossa, "dicunt" i ben informati, la neo eletta Consigliera Regionale dell' IDV, A. M. Tedeschi che ha iniziato l' azione erosiva appena dopo l' elezione alla Pisana con il bottino di voti del PD locale e con le continue apparazioni sui giornali e tv compiacenti.
Una politica amministrativa locale da rivoluzionare, così dicono, condotta con gente onesta (sic!), corretta (sic!), perbene (sic!..sic!) come lei e Fabio Nardi e C. molto attivi sul territorio visto e considerato l' immobilismo o quasi del Sindaco Giorgio e della sua Giunta, se qualcosa fatto, quisquillie e finsillacchere ridicole come ad esempio, l’acquisto dei nuovi cassonetti all’indomani dell’impegno assunto per la differenziata,...ma quale impegno? ..quale differenziata? Ma da quanti anni se ne parla alle Cinque Città? Quanti soldi spesi inutilmente? per non paralere della la posa in opera di 140/145 nuovi pali della luce...
E' verissimo che Roccasecca è nella palude più completa e Giorgio è senza un preciso programma per uscirne per cui sarà l' attivismo dell' IDV con una propria lista con capolista Nardi aggregante anche gli ambientalisti Di Cioccio Giovan Battista Cerro (?) con qualche altro piccolo movimento insignificante, insistente sul territorio, con un unico programma comune di un sol punto :"Discarica di Cerreto e SAF di Colfelice?
La "vision" dell' IDV di Roccasecca, davvero riduttiva e in contrasto apparente(?) con l' amministrazione Giorgio, troverà, sicuramente, uno stop non solo dai cittadini-elettori che oltre alla "monnezza" reclamano a gran voce una qualità di vita migliore con politiche culturali, sociali, della famiglia e dell' urbanistica, del turismo avendo un Santo di tutto rispetto da valorizzare che la sinistra con l' IDV in testa non potrà mai e poi mai assicurare.
A Roccasecca c'è una volontà comune di far nascere un'area di Centro-Destra liberal-democratica-riformista. Questo deve essere il futuro per una città che non può continuare ad affidarsi ad una politica che ha poco a che fare con la tradizione democristiana-liberale di Roccasecca cittadina morale della Ciociaria.
Basta con Giorgio e la sua banda inetta..... Basta con l' IDV e le sue manie di soppiantare Giorgio dopo che ne è stata la prediletta beneficiata...Basta con la politica delle clientele e dello sputo d' alfalto elettorale.....E' ora di ritornare alla vera Politica della Gente, con la Gente, per la Gente..
Roccasecca e pronta e la reclama a gran voce.

27 dic 2010

L' IDV IN SEGNO DI RICONOSCENZA

L' IDV IN SEGNO DI RICONOSCENZA si appresta a dare battaglia a Giorgio ed al PD locale  per il cambio di guardia a tutta SINISTRA ....

così  vociferano i "rumors" roccaseccani e non potendolo farlo in prima persona perchè appollaiata alla poltrona della Pisana, la Dipietrina Locale, sta organizzando una squadra capitanata da Fabio Nardi, mascherata da lista civica ma di chiarissimia matrice "Dipietrina-Sinistrosa".
La barca "Roccasecca", guidata dal Sindaco Giorgio Giovanni  è ormai alla fine della  deriva e, sempre i ben informati  rumors sostengono che la   Dipietrina Locale, presunta, ed unica, beneficiaria del PD, si stia attrezzando ed apprestando a  fare le scarpe al suo benefattore mettendo  in campo, per le prossime elezioni amministrative di primavera, per il rinnovo del Consiglio Comunale cittadino, una squadra dell' IDV- SEL e trasfughi del PD soprattutto questi ultimi, stanchi di non essere ascoltati  da Giorgio.
La riconoscenza non è di questa terra, direbbe il Santo.......e questa ne è l' ennesima prova...
Ma la Dipietrina Locale applica il motto:"Chi vuole mutare il corso delle cose umane deve mostrarsi spesso impietoso e irriconoscente".
Ma è l' andazzo del suo partito magistralmente guidato dall'ex PM di mani pulite, Tonino Di Pietro la cui leadership morale oggi più che mai. messa in discussione;  infatti è notizia di oggi che i suoi tre pupilli, l' europarlamentare Sonia Alfano,  e il consigliere regionale milanese Giulio Cavalli (ndr l' artista che declinò l' invito alla partecipazione del I Festival Resistentemente di Roccasecca in seguito ad un mio intervento sul blog.) guidati dall’ex collega De Magistris, sparano a zero sulla gestione dell’Idv e dicono che nel partito che ha fatto della legalità la sua bandiera «c’è una spinosa e scottante questione morale»,una«deriva », di cui le «ultime vergogne Razzi e Scilipoti sono solo la punta dell’iceberg che piano piano sta emergendo » e chiedono a Di Pietro una «brusca virata, con un deciso no alla deriva dei signori delle tessere, ai transfughi, agli impresentabili che oggi si fregiano di appartenere a questo partito ».
«Si faccia aiutare a fare pulizia, riparta dalla base», incalzano i tre dissidenti.
Insomma, crisi di Di Pietro, crisi del Partito dell' Italia dei Valori.....una guerra vera e propria al Tonino, mentre a Roccasecca guerra al Giorgio e alla sua giunta accusati di inerzia amministrativa totale ( ma pare che per  anni gli oppositori veri  lo stiano sostenendo o no?).
Il PD, SEL, IDV, conniventi fino a ieri con le "malefatte" dell' amministrazione Giorgio, ora che siamo alla vigilia delle elezioni amministrative si improvvisano feroci oppositori del Sindaco Giorgio ed osannatori di A.M. Tedeschi e Fabio Nardi acclamandoli Salvatori di Roccasecca.
Non ci resta che piangere, scartato il ridere........
Il programma? un unico punto: Discarica di Cerreto e Stabilimento SAF, "monnezza" insomma.
Se è vero che da cinque anni e passa è quasi completamente scomparsa l’azione amministrativa nel sociale, nelle politiche del lavoro, nelle iniziative culturali,   negli investimenti per le opere primarie Scuole,  quali fogne, strade, illuminazione, gas, nelle manutenzioni, attività commercaili che chiudono, il Centro Storico, nonostante le promesse, è stato completamente lasciato e abbandonato a se stesso, la periferia non ha avuto alcuna attenzione, per non parlare dello Scalo con il disordine viario per carenza di vigili e solo ora i nostri prodi "Sinistrosi" denunciano, accusano e si erigono a Salvatori di Roccasecca...
Ma per  piacere.......Giorgio ha carpito la buona fede dell' elettorato con lusinghe di Rinascita e con promesse da marinaio, ha dormito  per cinque anni, ha fatto morire Roccasecca, ma  pare che una cosa buona l' abbia fatto....procurare  un bottino di voti PD alla Dipietrina Locale che così si è assicurata una poltroncina alla Pisana e lei cosa fa in segno di riconoscenza? organizza una bella sede dell' IDV a Roccasecca si accorda con il SEL, organizza il Festival resistentemente, partecipa a sagre e convegni delle associazioni, raggira alcuni maggioranti PD e li converte alla sua causa.
Lo scopo? UNA BELLA LISTA IDV-SEL-TRASFUGHI PD con capolista Nardi per approdare a Palazzo Boncompagni.
Ma Giorgio darà carta bianca anche questa volta?

19 dic 2010

ASSOCIAZIONI DI ROCCASECCA

ASSOCIAZIONI DI ROCCASECCA di sinistra estrema che non lasciano spazio al centro-destra

e pensare che l' ente che le ha aggregate e le sostiene è l' Amministrazione Comunale che, fino a prova contraria,  dovrebbe essere  la rappresentazione di un modello democratico che prescinde dal colore politico.
Delusione e sconcerto per quasi tutte le attività delle Associazioni di Roccasecca, che, avendo una matrice di sinistra tendono tutte a favorire i Compagni di luongo corso Rosso-Ceralacca a tutto discapito dei Moderati di Centro-Destra.
Spero proprio che questo andazzo dei facili favoritismi ai sinistrosi  abbiano a finire la prossima primavera, quando, i cittadini di Roccasecca verranno chiamati al voto per il rinnovo del Consiglio Comunale.
Che addirittura sul sito on-line delle Associazioni di Roccasecca si pubblichino comunicati stampa dei Comitati "Cittadini San Cataldo" di San Giovanni Incarico (FR) e "Contrasto" di Roccasecca (FR) a sostegno di una Sig.ra dell' IDV, Anna Maria Tedeschi,  querelata dai dirigenti della Saf Spa per diffamazione e procurato allarme la dice lunga sull' attività delle Associazioni.
Dopo il sostegno a Resistentemente, il festival dell' IDV, mascherato da cultura e amenità varie ecco che arriva il sostegno alla difesa legale personale.
Ma forse il sito delle Associazioni di Roccasecca  che dovrebbe pubblicizzare le attività e gli eventi delle stesse si sia ridotto ad essere il  sostegno legale delle persone denunciate alla magistratura?
Come siamo ridotti male a Roccasecca.!!!!......ma i Comitati che hanno stilato il comunicato stampa a sostegno della querelata  perchè non hanno usato i canali usuali della stampa e delle TV?
Il Presidente delle Associazioni di Roccasecca-Frezza- che è pure laureato in legge, perchè permette simili cose?
Ma che è forse ostaggio dell' IDV?
Per carità.... tutti possono sostenere e difendere chi si vuole ....ma poco opportuno e non so fino a che legittimo e legale...è farlo.... usando il sito on-line delle  Associazioni di Roccasecca.

18 dic 2010

LA SAF NON CI STA


LA SAF NON CI STA e annuncia querela alla Dipietrina Locale, Anna Maria Tedeschi ed altri per la urlata campagna denigratoria

così leggiamo sulla stampa di questa mattina, solo per difendersi dalle millanterie infondate e false della Tedeschi ecc.ecc.
Ma ad una squallida campagna bugiarda  urlata ai quattro venti dalla Tedeschi avente ad oggetto l'impianto accusatorio degli pseudo olezzi nauseabondi, che il suo naso ed altri nasi sensibili di Roccasecca e Pontecorvo avvertono, venivano  sprigionati prima dalla Discarica di Cerreto e poi dall' impianto di riciclaggio di Colfelice, i dirigenti di quest' ultimo rispondono con  una contromossa legale. 
Il Presidente, Cesare Fardelli, il direttore tecnico, Roberto Suppressa e il direttore, Marcello Manzi pare  che si sono rivolti ad uno studio legale affinchè investa la Magistratura, a tutela del buon nome dell' Impianto di riciclaggio di Colfelice.
A sostegno della Saf ci sono le numerose perizie degli organismi deputati al controllo tra cui perizie di incaricati del Tribunale per pregressi processi e che sono tutti concordi nell' affermare che l' impiantistica Saf Spa funziona perfettamente.
Insomma non sarebbe il caso, prima di gettare fango sulle industrie-imprese locali che tra l'altro danno lavoro a decine di famiglie, visti i tempi grami, di andare sul posto, verificare o far verificare eventuali guasti tecnici, incontrare   le maestranze e le organizzazioni sindacali accertarsi  se effettivamente è tutto OK o no per salvaguardare la salute prima di chi ci lavora e poi degli altri?
Simili accorgimenti non sono stati presi in considerazione nè dalla Dipietrina
Locale, che bazzica sempre i dintorni Mad srl e Saf Spa con giornalisti e  telecamere a seguito e  neppure dal dott. Carbone della Asl di Pontecorvo che ha stilato una relazione di presunzioni e congetture.  
La  perplessità dei benpensanti è che si è in eterna campagna elettorale e  l' IDV, in calo di simpatie sul territorio nazionale, cerca di ricavarsi un orticello da coltivare ( Roccasecca) con le campagne acchiappavoti come quelle della  "monnezza" con il coinvolgimento della Magistratura.
Ma pare che questo genere di lotte impostate sul Nulla creino danno non solo ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, alle famiglie ......ma anche e soprattutto a chi le porta avanti solo con solerti impuntature demagogiche, come la Dipetrina Locale, Anna  Maria Tedeschi. 

17 dic 2010

L' ASFALTO ELETTORALE

L' ASFALTO ELETTORALE non servirà a salvare l' Amministrazione Giorgio  di Roccasecca

perchè di pessima qualità e somministrato a macchia di leopardo sul territorio in una stagione piovosa che non ha favorito neppure l'attacco omogeneo.
Via Piave, l' arteria principale dello Scalo, ne è un esempio, appena imbelletteta con uno sputo di asfalto disomogeneo che lascia trapelare già crepe e avvallamenti, e siamo a due  giorni dalla gettata.
Insomma l' asfalto acchiappavoti di Giorgio gli si ritorcerà contro, visti i cattivi risultati dell' imbelletamento......si salva....e non si capisce perchè la Via dove risiede il Presidente del Consiglio Comunale.....un caso o sono stati più ligi gli operai asfaltatori?
Credo proprio che questa volta la pessima somministrazione dell' asfalto non servirà a riportare a Palazzo Boncompagni Giorgio la sua cricca festaiola.
I cittadini richiedevano e richiedono tutt' altre attenzioni:
attenzione al territorio, rilancio dell’attività culturale, maggiore attenzione alle zone “periferiche” - campagna, attenzione al sociale, attenzione alle istanze dei giovani, alle infrastrutture, al bilancio e alle casse comunali.
A questi onesti e giusti "desiderata" alcuna risposta, poichè la politica in questi ultimi venti anni è stata  fatta dai soliti noti faziosi, anzichè no, capaci solo di sproloquiare invece di dare un contributo fattivo alla Rinascita di Roccasecca.  Giorgio e la sua Giunta hanno procurato solo  ingenti danni alla collettività gravandola inoltre, in quest' ultimo periodo,  di altri mutui da estinguere al di là da venire proprio per dare fumo negli occhi con l' asfalto che oltretutto si è rivelato uno sperpero di soldi pubblici.
Le scuole crollano, la povertà avanza, le PMI chiudono ..le Grandi mettono in Cassa integrazione perenne (?) .......Il Consorzio dei Servizi Sociali senza soldi non eroga più i Servizi come il Consorzio delle Cinque Città.
Roccasecca  senza servizi, senza assistenza sociale, senza differenziata ed ora che è Natale freddo e fame, difatti sta nevicando.
Auspico che la prossima primavera, Roccasecca, con uno scatto di orgoglio, sia capace di concretizzare un sogno: un' amministrazione forte, diversa, illuminata che con coraggio ne pianifichi veramente una rinascita.
Roccasecca come l' ARABA FENICE........

16 dic 2010

IL POLO DELLA NAZIONE> Il PARTITO DELLA NAZIONE

IL POLO DELLA NAZIONE> Il PARTITO DELLA NAZIONE 
travalicando Berlusconi.........UDC, FLI, API, MPA, LIBDEM, per ora...

e sono i partiti istituzionali che, a tamburo battente, si coordinano, da subito, forti di 100 e più parlamentari, per dare una risposta alla fiducia  ottenuta dal  Governo Berlusconi con soli 3  voti di scarto ottenuti peraltro grazie a tre miseri felloni che si son macchiati e marchiati dell' onta di "voltagabbana" per ragioni tutt' altre che politiche.
L' intento di Silvio Berlusconi è sempre stato quello aggregare e sottomettere ai suoi dictac, tutti, e ci era riuscito con Fini , AN,  che, successivamente ha fatto maea culpa e  ma non con Casini e l' UDC.
Lo scopo del Cavaliere sempre e solo  una sua personale affermazione e protezione dagli strali giudiziari e l' appagamento del proprio Ego  e quello del suo partito, il PDL, il partito del Predellino.
Casini, UDC, non si è lasciato infinocchiare dal  giochino berlusconini di sottomissione,  in quanto erede dei "Liberi e Forti", ma perchè il  fermo proposito di Casini di costituire  una terza forza parlamentare moderata  in grado di ridare all' Italia la dignità di "democrazia" pluralista, laica e cattolica.che il Bipolarismo-Bipartitismo aveva affossato.
All' Hotel Minerva (Roma) ieri sera si è iniziato a scrivere una bella pagina di democrazia-moderata con un coordinamento parlamentare di tutto rispetto UDC, FLI, API, MPA, LIBDEM che come dice Casini "parlerà con una sola voce" e farà una "opposizione responsabile" al governo valutando caso per caso quando appoggiare i provvedimenti «se sono nell’interesse generale del Paese, e contrastare quelli che non condividiamo».
Mi pare una risposta seria alla politica accattona di Berlusconi che si è visto sfumare così in quattro e quatt'otto l' ambito sogno di sgretolare il FLI e il Terzo Polo e punta ora, con costrizione, alla compera dei singoli parlametari di FLI e dell' UDC
Il Terzo Polo o come si andrà a chiamare Polo della Nazione o Polo per l' Italia ha preso il via con destinazione ......PARTITO DELLA NAZIONE.....moderato, democratico, laico, cattolico che lavorerà, senza personalismi, ne sono sicura per il bene dell' Italia e degli italiani, e che il Bipolarismo-Bipartitismo voluto da Berlusconi è ormai aria fritta che ha prodotto tanti danni all' Italia.
Per il momento Casini, Fini, Rutelli, Lombardo, Guzzanti e la Malfa si sono sganciati dal gioco di Berlusconi per viaggiare, insieme a qualche altro vagone eccellente come potrebbe essere  Luca cordero di Mopntezemolo, sul  Terzo Binario della Libertà, ossia, verso il PARTITO DELLA NAZIONE, nuova realtà politica di diverse anime rappresentative dell' Italia che si esprimono attraverso meccanismi democratici  dei grandi partiti: la rappresentatitività con regole e confronti leali e sinceri che dovrebbero portare l' Italia fuori dalla palude in cui si è infognata con il finto Bipolarismo........
Che sia l' inizio della TERZA REPUBBLICA DEMOCRATICA?

15 dic 2010

THE DAY AFTER


del  Governo Berlusconi,  in piedi con tre voti di scarto......Può continuare il  cammino in autonomia ?..."Avanti tutta Casini, Fini, Rutelli, Lombardo e chi ci sta ci sta....."


e pensare che era partito con 100 voti in più circa due anni e 1/2 fa pieno di promesse stravolgenti e, nel mezzo del cammin, si ritrova con -97 baldanzosi supporter Finiani che non avendo riscontro delle promesse si defilano lasciando il Premier solo con la Lega di Bossi.
Per il rotto della cuffia si è ritrovato con una fiducia risicatissima di tre accattoni racimolati un pò a FLI ed un pò all' IDV allettati dal "profumo dei soldi", dicono i rumors, e questo grazie al Parlamento di Nominati, che l' Italia ha.
Berlusconi aveva una bella opportunità di rimanere in sella con un' ampia maggioranza con allargamento all' UDC e, orgogliosamente, se l' è lasciata sfuggire, perchè doveva fare un piccolo passo indietro di umiltà, dimissioni, che avevano messo sul piatto Casini e Fini....ma ha preferito mostrare i muscoli e tirare fuori il peggio dell' imprenditore che è in Lui compra le umane debolezze di soggetti squallidi come il dottore della medicina alternativa, l'agopunturista Scilipoti,  e Miss CEPU, Catia Polidori ammaliata dagli affari che potrebbe fare la famiglia con il Governo ( soldi nostri).
Ed ora, che ha vinto con tre miserrimi soggetti che certamente non gli assicureranno la governabilità, la campagna acquisti continuerà o chiamerà ad un tavolo gli avversari politici, in primis FLI e UDC?
Pare che l' impreditoria  avrà la meglio sulla Politica e continuerà così per questa strada infatti pare che abbia detto: "Abbiamo diversi posti liberi nel governo e quindi possiamo rinforzare la squadra, ma non offriamo posti per convincere qualcuno: se vi sarà la disponibilità di altri gruppi parlamentari a partecipare al nostro progetto offriremo loro la possibilità di lavorare con noi anche in ruoli di governo", ed ha poi lanciato una offerta ai finiani delusi: "Ieri sera già diversi altri parlamentari hanno offerto la loro collaborazione. Molti ritengono innaturale loro permanenza in Fli e sono entrati solo per riconoscenza chi li aveva messi in lista. E diversi che hanno pagato il loro debito di riconoscenza a Fini e sentono innaturale la loro permanenza in quel partito".
Questa politica non mi piace e auspico che la  bocciatura della mozione di sfiducia al governo Berlusconi non fermi il cammino del Terzo Polo: si terrà oggi pomeriggio infatti, in luogo e data ancora da definirsi, un incontro tra il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, il leader di Fli Gianfranco Fini, e il leader di Api, Francesco Rutelli e all' incontro  che si dovrebbe tenere intorno alle 17, parteciperà anche il presidente della regione siciliana e leader dell'Mpa Raffaele Lombardo.
Lasciate il Premier, Silvio Berlusconi, alla sua strategia di imprenditore acchiappapolli ricattabili.....Voi e questo soprattutto a Pierferdinando Casini continuate per la vostra strada aggregativa di un NUOVO POLO che, per la vostra storia parlerà di democrazia, di bene sociale, di politica per la GENTE-TRA LA GENTE-CON LA GENTE.
Una proposta, se mi posso permettere: Se Berlusconi dovesse chiamare uno solo di Voi, e forse il prescelto sarà proprio Casini, con un allettamento di carica da Premier nel 2013.....rispondere..No grazie...al tavolo devono sedersi tutti  i rappresentanti di NUOVO POLO che ora si chiama, riduttivamente Terzo Polo e concertare insieme il da farsi...per il bene dell' Italia

14 dic 2010

ROMA A FERRO E FUOCO

ROMA A FERRO E FUOCO dai Black-Bloc estremisti vandali e violenti.....altro che manifestanti-studenti  pacifici

Non ci sono parole civili per esprimere lo sdegno nell' essere testimoni di una ripetizione Genova durante idel G.8 , quando ci scappò pure il morto,  il giovane Giulani che, contagiato dall' ira degli amici devastatori, e nell' attentare alla vita dei militi che cercavano di sedare la rivolta, ne rimase vittima.
Roma è sotto assedio in un giorno particolare di democrazia, infatti alle due Camere del Parlamento si votava la fiducia-sfiducia al Governo Berlusconi.
La rabbia dei rivoltosi è esplosa in tutta la propria virulenza all' apprendimento della rinnovata fiducia dei due rami del Parlamento Italiano a Silvio Berlusconi.
Si può non essere d' accordo su quanto deciso, si può dissentire dalle decisioni del Governo e quindi si può manifestare democraticamente; ma da qui ad armare una guerriglia urbana, violenta ....in nome di chi e perchè è da esseri scellerati, ignominosi.
Vetrine rotte, incendi di autovetture, invasione della Protezione Civile, bombe carta, danni  a cose per ingente valore e persone ferite e meno male senza il morto, questa volta. 
Violenza, violenza, violenza, pura e semplice violenza ed inciviltà non giustificabile in nessun modo ed in nessuna maniera.
Onore e rispetto al Corpo del Servizio d' ordine che ancora una volta hanno dovuto fronteggiare, subendo attacchi feroci con spranghe e manganelli, i rivoltosi.
Ma l' Italia che paese sta diventando? Il viver civile, le rimostranze civili, le battaglie civili hanno lasciato il posto all' inciviltà più bieca e selvaggia.
Le sinistre estreme vogliono per caso la guerra civile?
Esprimo solidarietà alle forze dell' ordine per il coraggio e la professionalità, e l' equilibrio  con cui hanno adempiuto  il proprio compito di tutori dell' ordine, come sempre d' altronde, oggi a Roma.
Speriamo che i manifestanti cosiddetti black-bloc vengano sterminati con il  rigore e le pene che meritano perchè il dissenso si esprime in ben altri modi, modi civili e democratici così come si conviene in un paese civile e l' Italia è un Paese civile.

10 dic 2010

L' ITALIA "FOGNA" PARLAMENTARE


o meglio "cloaca maxima" peggio di Terzigno (NAPOLI) -in ETERNA SOFFERENZA-


e per questo i cittadini si allontanano sempre più dalla politica che schifano come un escremento puzzolente e, anche di quei pochissimi Deputati e Senatori degni di essere appellati "Onorevoli", ne fa di tutt' erba un fascio e anche loro  ne pagano le conseguenze e di questo me ne duole, perchè gente perbene ce n' è anche tra loro. 
I media certo  non aiutano a far capire al cittadino chi sono le "mele marce" e non fanno chiarezza in quanto non obiettivi  e servi dei vari poteri politici-editorialisti.. quindi, danno una loro visione, a seconda che a scrivere siano i giornalisti del Giornale e/o Libero oppure l' Unità o  Il Fatto Quotidiano, solo per citarne i più partigiani.
Fatto sta che  in questi ultimi giorni di sfiducia "si", sfiducia  "no" oppure  fiducia "si" fiducia "no" al Governo Berlusconi che seppur vincitore con oltre 100 Deputati  "ad abbundanzia" dalla Legge " Porcellum" di Calderoli,  è rimasto in minoranza da quando Fini si è distaccato fondando il proprio partito FLI procurando al Cav tanti di quei problemi che per risolverli, e rimanere al timone, ha lanciato la campagna acquisti a destra e a manca.
E questi mentecatti di Parlamentari, pur di restare in sella, si svendono al miglior offerente.
E' vero che il Cav. fa campagna acquisti ma chi si fa acquistare non è più misero di chi li alletta e li compra?
Come è caduto in basso il Parlamento Italiano!!!!!!!!!!!Che banda di opportunisti, poltronisti, affaristi, gente immonda, indegna di rappresentare chicchessia ma che masnada di gentarella piccola ....piccola...che salta da un partito all' altro per mera convenienza personale.
Intanto tutti ad aspettare il 14 dicembre, data fatidica per Berlusconi e tutti a fare i pronostici resterà Premier non resterà Premier, ce la farà, non ce la farà con gli acquisti e/o le presunte o vere malattie di qualche ignavo accattone.
Il Popolo Italiano non merita una simile classe politica ma, il peccato originale è da ascrivere  al Bipolarismo-Bipartitismo, alla riforma elettorale che ha consegnato il parlamento a questa misera gente nominata dal Capo e agli stessi nominati-indegni che, nonostante tutti i privilegi della casta, hanno dimostrato incompetenza, arrivismo, opportunismo scellerato...relegando la Nobile Arte del Governare alla deleteria arte delle Vaisse Napoletane.
Il bene comune? è e resterà sempre un sogno degli Italiani fino a che non si sveglieranno dal sonno profondo in cui sono caduti con il Berlusconismo.
Svegliamoci Gente .....facciamo tutti qualcosa per .riappropriarci della democrazia.....intanto cominciamo con l'esigere "La Riforma Elettorale" per poter scegliere la "Nostra Rappresentanza" per far sorgere e fiorire "IL LOTO" dalla "cloaca maxima"

09 dic 2010

GIARDINI IN FIORE A ROCCASECCA ?

Aggiungi didascalia
GIARDINI  IN  FIORE  A  ROCCASECCA ? si può...... basta  un'“azione partecipata in funzione di uno sviluppo sostenibile” a costruire il verde con il Comune

Cosa significa? Che il cittadino è chiamato a contribuire attivamente alla cura della città, al suo sviluppo e visto che gli spazi verdi di Roccasecca, come la famosa e suggestiva Villa Comunale della Piazza Longa del Centro,  le aiuole delle Piazze dello Scalo, delle scuole, gli spazi verdi dei vari condomini ecc. ecc., sono   abbandonati, degradati per scarsa liquidità delle casse comunali perchè non prendere l' iniziativa già sperimentata in altri Comuni, grandi come Milano che ha seguito l' esempio di New York ed anche di comuni piccoli come Alatri che ha  messo in cantiere " adotta un' aiuola" ?
Eppure, l' assessore all' ambiente, si dovrebba far carico di della cura del verde, del decoro, cittadino e basterebbe proprio poco, anzi costo zero, visto che pubblicizzando il privato virtuoso, lo incetiva alla cura e/o costruzione del verde e nel contempo avviare un programma di riqualificazione urbana ed ambientale.
Quindi se il Comune non ha soldi per il decoro della Cittadina di Roccasecca perchè non affida ai privati la manutenzione della numerose piccole aree verdi includendoli e responsabilizzandoli che facendo bene al paese fanno bene a loro?
Tutti, teoricamente, potrebbero  prendersi cura delle aree verdi: società, imprese, banche, negozi, chioschi, studi professionali, enti, associazioni, condomini, anche singoli cittadini, soprattutto in nonni ma non si propone, forse, perchè l' amministrazione è Rossa e i soldi del privato fanno schifo?
Se i cittadini volenterosi e virtuosi,  e ce ne sono, vogliono e possono sistemare giardini, aiuole, alberi, rotatorie, parterre alberati e fioriere con un impegno, a duratata limitata, accollandosi le spese e come contropartita mette un cartello con la pubblicizzazione della propria iniziativa perchè no a Roccasecca?
Se queste brillanti idee non verrano prese in considerazione dall' attuale amministrazione in carica, auspico ,che la nuova che si insedierà a Primavera a Palazzo Boncompagni la prenda in considerazione per il bene dei bambini, dei grandi, delle scuole, insomma  di Tutti  I Roccaseccani ......"Costruisci il verde con noi"

07 dic 2010

ID(V) LIVORI DI ROCCASECCA

ID(V) LIVORI DI ROCCASECCA sputa fiele contro la SAF spa di Colfelice ma tutto Le si ritorcerà contro.

Abbandonato il filone contro la  discarica  ubicata in Cerreto-Roccasecca  ha iniziato a prendere di mira  il moderno  impianto di trattamento e recupero dei rifiuti provenienti dai 91 Comuni consociati della provincia di Frosinone ubicato in Colfelice ai confini con la discarica, a causa degli odori nauseabondi che si percepiscono nelle zone limitrofe  della campagna di Pontecorvo, così predica dai messaggi in video stile Di Pietro.
Insomma è iniziata la campagna elettorale per le amministrative della prossima primavera e, forte del consenso ottenuto nel paesello, pensa di piazzare altre pedine (IDV) nel consiglio comunale da venire con appoggio al regista delle sue fortune, così dicono, Giovanni Giorgio (ndr Sindaco in carica).
E mentre il sindaco fa la politica "dell' Asfalto" ella si diletta con la "monnezza" e gli effluvi emanati dalla stessa.
Anatemi per la puzza inquinante l'ambiente che verrebbe  sprigionata dal malfunzionamento dell' impianto di riciclaggio di Colfelice, specialmente nelle ore notturne ma si può sapere perchè l' olezzo si sente solo adesso e non due anni fa? e perchè  insinua che di notte si avverte di più per strane lavorazioni dell' impianto Saf?
E perchè  l' IDV di Pontecorvo tramite un suo referente, l' avvocato Davide Iannarelli, premettendo che il problema persiste da anni, solo ora spicca denuncia contro ignoti per la "Puzza" della zona di Melfi, specialmente di notte, sollecitando l' autorità giudiziaria ad indagare sulle relative cause e la responsabilità dei soggetti, "ignoti"che si macchierebbero  di un simile reato che attenta alla salute pubblica e dell' ambiente?
Mera campagna elettorale dell' IDV che con i livori, che cova ed esterna, pensa di accaparrarsi, con le campagne acchiappavoti della "monnezza"  una fetta di elettorato per le prossime comunali di Roccasecca..... sottraendola a chi?
Sicuramente al PD di Giorgio che non è stato capace di far partire la raccolta differenziata perchè è troppo indebitato con il Consorzio delle Cinque Città di cui il PD ha la Presidenza, che mantiene nella sporcizia il paese, paese che viene sputtanato dal Sole 24 Ore che lo mette nell' elenco dei 16 Comuni della Provincia di Frosinone a  "rischio dissesto finanziario", indebitamento a gò-gò, mutui per sanare mutui...
La situazione, come sempre detto, è grave ed il malato Roccasecca, moribondo, e invece di , stando alla Regione Lazio, cercare di far avere soldi al paesello per Scuole, ambiente, infrastrutture, cosa fa la Dipietrina Locale ? Innesta una battaglia a perdere,   anche contro la SAF Spa.
Ma se davvero si sentono odori acri e maleodoranti, ad intermittenza,  non è che per caso i coltivatori diretti, forse usano concimi ed anticrittogamici non proprio alla lavanda?
Allora ha fatto bene l' Avv.to Iannarelli (IDV) che saggiamente ha sporto denuncia contro ignoti perchè, può darsi che la giustizia, facendo il suo corso, porterà alla luce qualcosa che non sarà gradita all' ID(V) Livori di cui  nostra concittadina ne è una attivissima divulgatrice ideologica.

06 dic 2010

" POSITIVE ACTION"

Ovvero sessismo abolito per legge entro il 2015 quando la metà dei nuovi dirigenti del pubblico impiego  dovrà essere di sesso femminile-ma solo in Gran Bretagna questo-

è la sottosegretaria liberal democratica alle Pari opportunità Lynne Featherstone che  ha lanciato anche il libro bianco dell’uguaglianza e ha detto che dal prossimo aprile i datori di lavoro potranno usare la cosiddetta  “positive action”, quando, a parità di esperienza e competenza, potranno scegliere deliberatamente di assumere una donna invece di un uomo.
In Inghilterra, quindi, mai più discriminazione di genere, mai più stipendi più bassi per le donne con le stesse competenze degli uomini anche perchè le aziende saranno obbligate a dare pubblicità alle buste paga e se si dovessero ravvisare disparità di trattamento ai contravventori verrebbero comminate multe salate
La missione di Featherstone è quella di avere più manager in tailleur.
E le donne manager del nostro paese che pure sono brave, intelligenti ed all' altezza del compito perchè sempre in secondo piano nelle pari opportunità lavorative .
"Le donne occupate sono meno del 50%. E il 27% lascia l’ufficio temporaneamente dopo la nascita del primo figlio. Secondo dati del Sole24Ore, l’Italia è l’ultima in Europa per la presenza di donne nei Cda delle società quotate in borsa: solo il 2,1%. Un risultato misero se si compara a quello della Norvegia (44%). Senza una legge ad hoc ci vorranno 60 anni per arrivare a una presenza femminile del 30% nei consigli di amministrazione.
E se a questa rivoluzione sociale ci sta pensando la Gran bretagna che ha il 13% di manager i gonnella e si prefigge di fare fift-fift perchè in Italia non ci si pensa?
Un suggerimento questo alla Carfagna.......che si attivasse per dare più dignità alle donne.
E' vero che possiamo sempre ritornare e far valere le quote rosa che già sono in politica ma una bella rivoluzione per modificare la  mentalità e la cultura del  Bel  Paese, così come promosso dalla sottosegretaria liberal democratica alle Pari opportunità, Lynne Featherstone, in Inghilterra....non sarebbe mica male.....Donne Italiane cosa ne pensate di una rivoluzione "Rosa" in tutti gli ambiti lavorativi?

05 dic 2010

NON E' UN PAESE NORMALE

Roccasecca, .....che viene annoverato dal Sole 24 ore, tra quelli a rischio "dissesto finanziario" per  spese correnti di euro 4.600.000 a cui non si riesce a far fronte con entrate correnti perchè irrisorie comprese 490.000 di entrate straordinarie ...bucalossi ecc. ecc.

E' Il Sole 24 ore.... che pubblica i dati del Ministero dell' Interno che  ha stilato una classifica dei comuni soggetti a tale rischio e nella Provincia di Frosinone con la maglia nera ci sono sedici amministrazioni  e tra queste, spicca per tale "vergogna",  anche il nostro, amministrato dal dr. Giovanni Giorgio, e dalla sua giunta arcobaleno di Sinistra-Centro-Destra che ha dato chiara dimostrazione di essere  in tutt'altre faccende è affaccendata.
Il dr. Giorgio, ormai è alla frutta, e come medico, preso atto del suo fallimento nella veste di amministratore, avendo  portato la Cittadina ,che ha dato i natali a San Tommaso, Severino Gazzelloni, Franco Fava ed altri, sull' orlo del tracollo economico-finanziario, dovrebbe gettare la spugna e  ritornare a svolgere, a tempo pieno, il nobile mestiere  di Ippocrate, che più gli si confà ed in questo è veramente bravo.
Ma Roccasecca non è un Paese Normale e Gli Amministratori non sono normali, se, in costanza di uno sputtanamento così eclatante del Sole 24 Ore, non facciano "maea culpa", riconoscendosi l' incapacità manifesta del sano amministrare.
Anzi, pare, che "quest' armata brancaleone", sempre la stessa,  si stia attrezzando, con Giorgio in testa, per partecipare alla prossima tornata elettorale di primavera indetta  per il rinnovo del Consiglio Comunale e con la sicurezza della vittoria.
Ma con quale coraggio si presenteranno a chiedere i voti ai Roccaseccani? Cosa hanno fatto per Roccasecca e per i cittadini? Solo Feste, festini e festicciole neanche andate a buon fine .....vedi Mezzogiorno in Famiglia che si sono rivelate "bluff" di  incrementare il turismo ma solo sperpero di pubblico denaro.
Forse ancora la lista sarà "Progettiamo Roccasecca" con il cielo sempre più blu?
Ma fatemi il santo piacere se non avete fatto nulla se avete mandato in malora un paese, se non avete pensato neppure al suo decoro cosa vi aspettate alla prossima puntata?
I cittadini vi  bocceranno sonoramente, speriamo!!!!!!!

NO DECORO?.... NO VOTO.......

Questo diranno e faranno i cittadini di Roccasecca alla prossima tornata elettorale perchè avran no, si spera, aperto gli occhi finalmenteeeeeeeeeeee!!!!!!!!!! 

04 dic 2010

SAF Spa IRRORA MIASMI ?

pura e malsana demagogia politica dell' IDV allarmistica e socialmente improduttiva

questo si coglie dalle esternazioni mediatiche della Dipetrina Locale erettasi a paladina delle società di Cerreto e Pontecorvo, l' una ammorbata dalla "monnezza" lavorata dalla SAF Spa e l' altra privata dell' Ospedale Pasquale del Prete.
Lo spunto, questa volta, le risultanze di un sopralluogo, in altro sito vicino,  del medico della ASL di Pontercovo, dr. Carbone, che per la verità, leggendo bene il verbale, suppone e ipotizza che "l'inconveniente igienico è ascrivibile a problemi di tipo tecnico-organizzativo nel processo di trattamento dei rifiuti presso l'impianto di Colfelice" ed  in particolare le cause potrebbero ricondursi a: precoce apertura delle biocelle, disfunzionamento filtri biocelle, insufficiente aerazione, ridotta potenzialità dell'impianto. 
Intanto, il dottore summenzionato, con poco rigore professionale,  non ha mai effettuato il sopralluogo alla SAF Spa, perchè non poteva,  ma ha usato  solo il suo NASO BIONICO e le sue rappresentazioni mentali, per  illustrare, con dovizia di particolari i presunti guasti tecnici, ascrivibili all' impianto di riciclaggio di Colfelice.
Ormai è in libro aperto, la Dipietrina Locale, l' astro che è nato con lo sfruttare il disagio dei Cittadini di Cerreto vicinali dell' omonima  Discarica gestita dalla MAD srl,  armando una una inutile rivolta dei residenti inculcando nelle loro menti disagiate, che il suo intervento, una volta occupato il posto alla Pisana, avrebbe portato alla chiusura della Discarica, l' unica responsabile delle " puzze", delle malattie e delle morti e del disastro ambientale (?).
Una volta acclarata l' inutilità dei suoi interventi regionali, contro un sito altamente teconologico di fama europea qual e è quello della MAD srl che controlli, incursioni dei militari e tant' altro, come ad esempio il sopralluogo del medico sanitario, dr. Carbone di Pontecorvo che era andato a colpo sicuro al sito irrora cattivi odori ma si è subito ricreduto e verbalizzare la verità. MAD srl. TUTTO OK. e invece di far mettere l' anima in pace ai suoi supporter.........
Allora? ecco che prende di mira il vicino impianto di riciclaggio di Colfelice SAF Spa, perchè se la puzza non proviene dalla Discarica, proviene sicuramente da lì e la Dipetrina rincara la dose ed insinua ...una distrazione di fondi pubblici nel finanziamento (i fondi destinati ammontavano ad oltre 20 milioni di euro) alla SAF di cui ha parlato il prefetto di Frosinone nel corso dell'audizione parlamentare d'inchiesta avvenuta nella seduta del 25.5.2010.
Ma queste non sono basse insinuazioni ? Il presidente Fardelli e il direttore Soppressa cosa ne pensano? A parte che hanno risposto a muso duro circa le accuse del dottore e del politico dell' IDV, elencando tutti i vari interventi e controlli delle ASL, dell' Arpa che non hanno mai segnalato alcuna anomalia ed anzi, hanno ravvisato sempre l' ottimo funzionamento dell' impianto ma dell' uso distrattivo, forse in progetti diversi, dei fondi pubblici non si legge nota...come mai?
E poi altra insinuazione della Dipietrina Locale cosa vuol dire con la frasetta finale:  "La salute dei cittadini passa in primis attaverso il rispetto della legalità ed a maggior ragione quando si tratta di impianti particolarmente importanti e sensibili per il perseguimento del bene comune." ?
Che la SAF Spa agisce in modo illegale, forse?
Comunque....se non è la MAD SRL.......se non è la SAF Spa ad irrorare i miasmi acri  che inondano Pontecorvo chi sarà?
Non saranno per caso i coltivatori diretti del tabacco ed altre colture della zona Melfi di Pontecorvo che utilizzano fertilizzanti  ed anticrittogamici che sprigionano odori molesti particolarmente acri  analoghi alla "monnezza"?

03 dic 2010

LA ASL VISITA LA MAD SRL-OK-

e redige verbale del sopralluogo del solo sito Discarica non avendo la possibilità di fare sopralluogo anche al vicino impianto di selezione  SAF SpA perchè ricadente nel distretto sanitario di Sora

Il Dr. Giovanni Carbone, Dirigente ASL- Servizio di Igiene e Sanità  Pubblica - Distretto Cassino-Pontecorvo sabato 27 novembre u.s., "causa i persistenti odori, molesti particolarmente acri, e pungenti, tipici dei rifiuti solidi urbani, di intensità nettamente  superiore  a quelli che usualmente si avvertivano nei giorni precedenti", così  si legge, nel verbale, si è recato alla ricerca della  fonte degli odori nausebaondi nocivi alla salute, ravvisandola, come tutti,  nella Discarica di Cerreto di Roccasecca, demone privato della "monnezza".
Ma, si è ricreduto quando è giunto all' altezza dell' impianto di preselezione e compostaggio dei rifiuti della Società SAF in territorio di Colfelice, ed è proprio lì che si intesificavano e si irradiavano causa vento Nord-ovest.
Però, essendo medico-legale del distretto Cassino-Pontecorvo ha potuto eseguire il sopralluogo, accurato e generale, alla sola Discarica Mad S.r.l. accompagnato da un responsabile e non all' impianto SAF di Colfelice in quanto dipendente dal distretto del Servizio Sanitario di Sora. 
Appurata la regolarità e la perfetta tecnologia funzionate nella norma, del Privato, Mad. Srl, che non inquina e non ammorba l' aria di cattivi odori al nostro dottore sanitario non gli è rimasto altro da fare che delle supposizioni circa il cattivo funzionamento teconologico della Pubblica SAF SpA da cui ha accertato provengano gli odori e così verbalizza:
"A parere dello scrivente SISP, visti gli innumerevoli interventi già effettuati in passato nell'area, e quanto deducibile in base alle constatazioni dirette e alle notizie acquisite, l'inconveniente igienico di cui trattasi è verosimilmente ascrivibile a problemi di tipo tecnico-organizzativo nel processo di trattamento dei rifiuti presso 1'impianto di Colfelice, tra cui si può ipotizzare: precoce apertura delle biocelle, disfunzionamento dei filtri delle biocelle, insufficiente aerazione della massa con incompleta ossidazione e mineralizzazione della sostanza organica, ridotta potenzialità dell'impianto, altro. E' ormai innegabile che esistono problemi tecnici in quanto gli inconvenienti igienici lamentati dalle popolazioni limitrofe sono reali e perdurano ormai da anni senza soluzione di continuità".
Al dottore così ligio e premuroso consiglierei, ma non so se sia compito suo, di internervenire e controllare i concimi chimici e gli anticrittogamici usati dai coltivatori di tabacco  di Pontecorvo che non puzzano meno della "monnezza". 
E, cosa sta aspettando il Distretto Sanitario di Sora, a procedere ad un sopralluogo sanitario nell' impianto SAF di Colfelice, presunto inquinatore ed ammorbatore dell' aria di Colfelice-Roccasecca-Pontecorvo ecc.ecc.? 
E se esistono problemi tecnici perchè non si risolvono in tempi brevi ? La salute dei cittadini, l' ambiente,  deve essere salvaguardata in tutti i modi ed in tutte le maniere.

02 dic 2010

CAMION...OK ...RIFIUTI.... OK


La Polizia Provinciale controlla l' ingresso dell' impianto Saf  SpA e Mad srl.

Ancora una volta le verifiche e gli accertamenti circa la qualità dei rifiuti trattati nei suddetti siti non ha sortito alcun effetto  o meglio non sono state ravvisate dai militi della polizia provinciale coordinata dal Comandante Massimo Belli, le illegalità millantate e/o auspicate dai molti detrattori, soprattutto, della Mad Srl.
La Dipetrina locale sulla monnezza e sulla discarica di Cerreto ci si è costruita una bella carriera politica ed altri politici  visti i risultati brillanti della stessa,  se la vorrebbe costruire e denunciano ed additano la discarica di Cerrreto come fonte di tutte le nefandezze zonali ..insomma della serie ..piove.. Governo ladro.
La Polizia Provinciale, così ha detto il presidente della Provincia, Antonello Iannarilli, coordinata dal Comandante Massimo Belli, ha controllato i documenti di tutti i veicoli pesanti adibiti al trasporto di rifiuti che sono giunti ai due siti, con particolare attenzione al F.I.R (Formulario informativo dei rifiuti) documento che ogni trasportatore di rifiuti è obbligato a recare. I risultati dei controlli sono stati confortanti: 21 camion in arrivo a Colfelice e 9 camion a Roccasecca controllati dalla P.P. hanno tutti dato esito negativo, cioè tutti trasportavano rifiuti provenienti dalla provincia di Frosinone e delle tipologie corrette. I controlli continueranno sistematicamente.
E noi cittadini di Roccasecca non possiamo che essere soddisfatti dai  risultati dei controlli della P. P. con la speranza che i famosi detrattori ne prendano atto e se la smettano di imputare i cattivi odori, l' inquinamento ambientale, le malattie,  le morti al sito ultra teconologico della Discarica.
Se i cattivi odori che ammorbano l' aria della zona  Melfi di Pontecorvo sono un rischio per  l' economia agricola, la salute, l' ambiente ecc. non sono certo da imputare alla Discarica di Cerreto che ho avuto il buongusto di visitare, prima di parlare, cosa che si  rifiutano di fare i detrattori, e  che, poi,  tra parentesi dista un bel pò dalla zona di Melfi.
Per dovere di cronaca la sottoscritta è una frequentatrice di Melfi, zona San Giovanni meglio conosciuta come "San Giuvannegl" amena zona fluviale dove trova pace la mente e lo spirito e qualche volta, tempo fa nel periodo dell' aratura ha avvvertito odori naiseabondi provenienti dalla zona arata che mi è sembrata  normale per le campagne.
Ma se oggi la situazione è così critica ....una   perplessità legittima.....essendo la zona a coltura tabacco..perchè non controllare i concimi usati dagli agricoltori?
Se è stato poi riconosciuto il Peperone Dop.....mi volete spiegare su quali caratteristiche  organolettiche ? Della monnezza?
Una domanda legittima ancora...come e dove  vengono smaltiti  i rifiuti, altamente tossici, dell' Ospedale del Prete?
Quindi cari  amici Politici, smettetevela di puntare il dito e di insozzare sempre i soliti noti e  per pura demagogia e cavalcare l' onda della "monnezza"