29 set 2014

TRE INDIZI, COSTITUISCONO UNA PROVA

L'AMMINISTRAZIONE GIORGIO si muove solo se viene, incalzata,  stuzzicata.... La Scuola dell' Infanzia di Via Lazio viene salvaguardata dai rami pericolanti, dopo i tre indizi «stuzzicarelli-incalzanti»: -Il Blog di Anna Maria Rossini, il giornale «L' Inchiesta»  e il social network, Facebook.
Operai comunali davanti alla scuola dell'infanzia di Via Lazio
Senza progettualità e senza ritegno, gli amministratori del Sindaco Giovanni Giorgio, viaggiano a vista, e Roccasecca degrada, degrada, degrada, muore, muore, muore.
Solo quando qualcuno, es. il Presidente del Comitato Ambientalista, «Basta Eternit-Fibra Killer», Danilo Chiappini,  tuona dai giornali o i cittadini e mamme con le loro lamentele nello sfogatoio di facebook, o la Rossini dal Blog, tacitamente  incassano, non interloquiscono e qualche volta agiscono di soppiatto e corrono ai ripari o a pulire, come è successo proprio questa mattina alla Scuola di Via Lazio.
L' anno scolastico è iniziato da ben 15 giorni e solo questa mattina, gli operai del Comune si son visti a sistemare i rami degli alberi pericolanti.
Ma non era compito di un progetto ante inizio anno scolastico 2014-2015 ? Allora è proprio vero che «dormono» e non si attivano se non in seguito a segnalazioni e pungoli....è  la prova provata.
Diceva Agatha Christie che “un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”.
Il taglio dei rami pericolanti degli alberi vicinali alla Scuola Dell' Infanzia di Via Lazio, grazie ai tre indizi stuzzicanti: «Presidente del Comitato ambientalista, Danilo Chiappini con «L' Inchiesta», le mamme ed i papà con facebook e Anna Maria Rossini con il Blog»
E il pratino con i giochini a norma, a quando?

A «TOZZ E MENUZZ», SI LIQUIDA GAZZELLONI!

Ogni tanto spunta on-line una determina del Resp. del III, Anna Ricci, rigorosamente senza allegati, che la legge impone, come l'ultima, la n. 185 dell' 11.09.2014 avente ad oggetto Liquidazione spesa Manifestazione culturale : “XX FESTIVAL INTERNAZIONALE SEVERINO GAZZELLONI “

La Resp. del III settore, Anna Ricci,  dopo aver liquidato con determina n. 180 del 02.09.2014 la fattura n. 30/2014 dei  Flautisti di € 25.000,  determina con la n.185/2014, di liquidare, così come segue, le sottoelencate spese inerenti la manifestazione denominata " XX edizione Festival Internazionale Severino Gazzelloni “ ammontante a euro 14.408,51 debitamente documentata con atti allegati :
euro 6.050,00 Gianluca Terranova Fatt.r n. 10 / 2014
euro 1.300,20 Ass.neNova Amadeus Fatt.r n. 02 / 2014
euro 366,00 META LUX Fatt.ra n. 170 / 2014
euro 915,00 Vollero Barbara Fatt.ra n. 76/2014
euro 3.398,31 Arte e stampa Fatt.r n. 129 / 2014
euro 2.379,00 Audio professional Fatt.ra n. 58 / 2014.
Anche in questa determina, come in tutte le altre:
1- reitera il vizietto di non dare pubblicità di legge alle fatture che liquida 8dice allegate e non allegate una beata cippa) ;
2- determina dell' 11 settembre pubblicizzata il 29.09, prorpio alla vigilia della discussione del bilancio preventivo 2014 al Consiglio comunale....si viaggia a vista.
Intanto, anche in questa tornata, non vengono  liquidati  i Ragazzi della Banda, Severino Gazzelloni, che pure avevano dato una bellissima prestazione talentuosa,....come mai ?!?!? alla prossima ed in bocca al lupo.
Infatti, mancano ancora da liquidare 15.000 euro circa e prima o poi arriverà anche il loro turno, speriamo!
Domani si discuterà in Consiglio Comunale, alle ore 10.30,  il bilancio preventivo 2014 ed è da tempo che «Roccasecca Libera"  evidenzia come il documento del bilancio è scollegato al Piano esecutivo di Gestione, perchè manca un' idea comune di programmazione e sviluppo della città.
Roccasecca è in stallo e l' attività amministrativa sempre più INTRASPARENTE-RAFFAZZONATA-SENZA PROGETTUALITA' 

28 set 2014

ANCHE L' UNIONE CINQUECITTA' CONTRO I ROCCASECCANI!

I SINDACI DEI COMUNI DELL' UNIONE, STANNO FACENDO RICADERE LE COLPE DEL SINDACO GIORGIO GIOVANNI, SUI POVERI ROCCASECCANI e nessuno ne parla, anzi li si loda. Ma a tutto c' è un limite! E' vergognoso l' aumento delle quote associative e loro sono correi con Giorgio, perchè a pagare sono sempre i Cittadini-Contribuenti.
http://www.unionecinquecitta.it/
Non è nè giusto e nè corretto il vostro modus operandi cari sindaci di Piedimonte,  Aquino, Colle San Magno, Villa Santa Lucia.
Va bene la spartizione delle poltrone, visto che il Sindaco di Roccasecca latita, non è collaborativo, pur essendo nell' Unione, disdegna i servizi  in comune, e una volta «Vi dice SI' e poi NO, non è possibile, i servizi sono «carastosi»;
Va bene che alla SAF il Comune di Aquino, ha piazzato un aquinate, Antonio Risi,  dopo che da un vostro inciucio con De Angelis ci si doveva piazzare un Roccaseccano, va bene tutto, anche che vi «fregate» le quote associative senza dare alcun servizio al Comune di Roccasecca..... ma  a tutto c' è un limite!
Non vi siete posti il problema che con le quote associative, passate da 1 a 5 euro, i Cittadini di Roccasecca devono tirare fuori € 40mila circa?!?!
Con quale coscienza, Sindaco Iacovella, Sindaco Di Nota, Sindaco Mazzaroppi, Sindaco Iannarelli  avete operato quello scellerato aumento di quattro punti solo al Comune di Roccasecca ? Ma, oltretutto, è legittimo?
E' vero che il Sindaco Giorgio, pur ricoprendo il ruolo di Vice presidente dell' Unione, non conta e non accusa, visto che i servizi non ve li affida, non partecipa alle riunioni a difendere gli interessi dei Roccaseccani, come fate egregiamente Voi., «cheapeau»! ma non per questo, dovete sentirvi autorizzati a sanzionare la POPOLAZIONE.
Piuttosto, ritirate subito quell' osceno aumento delle quote associative di 40.000 euro che non si è proprio intenzionati a sborsare:
Martedì ci sarà il Consiglio Comunale a Roccasecca, con all' ordine del giorno
anche la designazione del delegato all' Unione, e auspico che, oltre al nome che finalmente dopo mesi e mesi il Sindaco si è deciso a fare, si parli pure di quel vergognoso aumento delle quote associative che pesano sugli ignari Cittadini.
Ora una domanda al Sindaco Giorgio:  « ma che ci sta a fare Roccasecca nell' Unione, se starci, pesa come un macigno sulle tasche, sull' immagine e sull' onore ?»

27 set 2014

GRAZIE SINDACO GIORGIO, PER LA TUA DIS-AMMINISTRAZIONE FALLIMENTARE! HAI FALLITO ANCHE CON IL CDA SAF... DIMETTITI!

Povera Roccasecca!, Poveri Roccaseccani! con Giorgio Giovanni-sindaco-dottore-Piddino, prima area De Angelis, ora area Scalia, solo degrado, abbandono, «munnezza», «puzzaSAF-MAD», tasse stellari e pure senza risarcimento del disagio  ambientale della discarica di Cerreto, perchè tutti i 91 o alcuni Comuni Frusinati, sverzano alla SAF senza pagare. 
SAF
La «munnezza» è oro, le «discariche» sono risorse per tutte le amministrazioni comunali degne di tale nome, solo per il Comune di Roccasecca, la «munnezza» è puzza, malattia, insalubrità ambientale e tasse stellari,  e la «discarica MAD», solo arricchimento per il gestore.
Questa malsana ed inaccetabile situazione, insiste e persiste da anni ed anni, senza chiarezza alcuna e solo oggi, il Sindaco Giorgio Giovanni, dopo la trombata del posto SAF, si sveglia e pretende dalla nuova Governance targata,  Mauro Vicano, una nuova stagione di garanzia, ovvero  che tutti i Comuni saldino le pendenze arretrate con la SAF in modo che a Roccasecca venga liquidato quanto di sua spettanza per la presenza della discarica di Cerreto.
E' vero, che è meglio tardi che mai, ma dal 2008 e fino ad oggi, cosa ha fatto per le garanzie che oggi reclama? perchè dormiente? Perchè non ha tutelato l' ambiente ed i cittadini di Roccasecca?
Perchè ha permesso che la MAD srl, invece di dare il ristoro ambientale, direttamente al Comune di Roccasecca, come avveniva all' inizio, lo bypassa alla SAF? Il Gestore MAD è un imprenditore privato e fa gli affari propri, la SAF è gestione pubblica come il  Comune- Istituzione e dovrebbero fare gli interessi del PUBBLICO e non del PRIVATO.
Se la MAD, avesse versato direttamente al Comune di Roccasecca il ristoro ambientale, il Comune, non dico che sarebbe in attivo, ma avrebbe limitato i debiti con la Cassa DD e PP.visto che fino al 2013 come da copia della determinazione del 2° settore (dott. Lanni), n. 9 del 09.04.2014 avente ad oggetto: Ricognizione dei residui attivi e passivi da inserire nel conto del bilancio dell' esercizio finanziario 2013 tra Residui Attivi spiccava la voce del codice 3050424  «Ristoro per istituzione discarica sul territorio»

2008- €  13.519,83 +   2010 -€  82.065,69  + 2011 -€ 278.455,68  + 2012 - € 435.000,00 + 2013 - €     245.000,00 = TOTALE -€ 1.054.031,20

« Roccasecca Libera» reclama, a parte la chiarezza e la trasparenza doverosa di tutti gli atti amministrativi,  quando si gestiscono i soldi pubblici, che:
1-la MAD ritorni a versare il benefit ambientale, direttamente alle Casse Comunali;
2-la MAD diventi una risorsa vera per il Comune TUTTO, in modo Trasparente davanti al Consiglio Comunale;
3-la SAF si ammodernizzi ed inizi quel ciclo virtuoso dei rifiuti  che TUTTI auspicano.
4-il Sindaco Giorgio istituisca, nel più breve tempo possibile il Registro Tumori e si attivi per un monitoraggio completo dell' aria e dell' acqua.
Basta con le chiacchiare e le poltrone, Sindaco Giorgio!

26 set 2014

ATTENTI A QUEI DUE! TONINO DI PIETRO E LUIGINO DE MAGISTRIS.

P.M. che hanno fatto di tutto e di piu', per lasciare la Toga per la Gloria (Politica)
 Partiti in quarta, approfittando della debolezza dei partiti tradizionali, come giustizialisti duri e puri con il pallino della legalità, trasparenza, pulizia nella Pubblica Amministrazione Corrotta e Mafiosa, si sono appalesati emeriti «BLUFFAROLI».
Hanno fatto di tutto e di più per lasciare la Toga per la Gloria Politica, ospitate ed ospitate nei migliori Talk Show del pianeta Italia ed il Popolo Fesso=stanco, ci è cascato, Tonino Ministro, Luigino Sindaco di Napoli, ambedue con un penoso epilogo delle loro carriere politiche, tanto osannate.
Di Tonino, ormai finito, tutto si sa, ma di  Giggin  'o spione, come lo chiamano a Napoli, si sta interessando la Magistratura di Roma che lo ha condannato.
E' stato condannato per abuso d' ufficio nel caso Why Not e deve lasciare la poltrona da Sindaco di Napoli, ma Lui insiste e resiste.
Povera Italia e Poveri Italiani creduloni-ammucconi:  Un ex magistrato che tradisce in modo plateale il codice e la legalità che era chiamato a rappresentare    condannato, non intende rispettare la sentenza anzi   arringa contro i Giudici di Roma  « non mi dimetto, sono corrotti i giudici e lo Stato».
Ma la Legge è uguale per tutti ? Le sentenze si applicano o no? Le Leggi si rispettano o no?
L' ex PM, Luigi De Magistris,  mica può passarsela liscia con quell' insulto ai colleghi e allo Stato ?

SINDACO GIORGIO, ANCHE LA «MUNNEZZA» NON TI VUOLE!

Nel Nuovo CDA della SAF SpA, Aquino e San Giovanni Incarico, hanno piazzato i loro rappresentanti, Antonio Risi e Rocco Renzi, Roccasecca, che a pieno titolo doveva avere un proprio rappresentante, è rimasta esclusa, grazie alle manovre pro-domo sua, del Sindaco Giorgio Giovanni-dottore-.
Assessore del Comune di Roccasecca GIUSEPPE MARSELLA che inveisce contro neo eletto alla presidenza della SAF  MAURO VICANO
E pensare che il sindaco di Roccasecca  si era portato dietro un «body guard»,come dalla foto pubblicata dal giornale gratuito «Qui|Sette», ed insieme avrebbero dato un desolante ed alquanto squallido quadro di  Democrazia e di Civiltà.
I presenti Sindaci e consiglieri presenti, hanno commentato le performance dell' Assessore Marsella e del Sindaco, Giovanni Giorgio: « Ma da chi siete rappresentati? Poveri cittadini di Roccasecca! », «Che peccato avete commesso per meritarvi simili amministratori»?
Ora i giochi sono fatti..... tra i due Francesco, eterni rivali Piddini, in eterna lotta, Scalia e De Angelis, nello Scontro frontale SAF SpA, con Vicano Presidente ha vinto il sempreverde ex eurodeputato De Angelis, e la corazzata accapigliata di Scalia-Pallone-Abbruzzese-Fardelli, non concordi tutti su Scittarelli, lo hanno bruciato, bruciando pure il rappresentante di Roccasecca.
Ora, cosa racconterà, il Sindaco Giorgio ai suoi concittadini ? che conta meno di un due di briscola nell' area Piddina Frusinate.
Allora, se queste sono le premesse, il prossimo 12 ottobre, non la si vede tanto bella per la Korazzata arcobaleno PD-F.I.-UDC- e bene ha fatto FdI a tirarsene fuori e se la korazzata verrà  affossata, il Sindaco di Roccasecca deve fare solo un maea culpa per aver voltato le spalle all' amico De Angelis per il nemico Scalia.
Comunque, i Cittadini di Roccasecca non si sentono minimamente rappresentati nè dal Sindaco, nè dalla sua Giunta......

RECLAMANO A GRAN VOCE, D I M I S S I O N I !

25 set 2014

SINDACO GIORGIO, DIMETTITI! NON SEI DEGNO DI OCCUPARE QUEL POSTO!

Dopo il Tribunale di Cassino, anche la Corte dei Conti ha bocciato, il  vergognoso esposto del Sindaco Giorgio prodotto il 25 gennaio 2012, grazie soprattutto alla brillante difesa dell' Avv. Valentina Chianta dello studio Chianta, che merita il rispetto ed il grazie di cuore di tutti i Roccaseccani.

GIUSTIZIA E' FATTA! LA CORTE DEI CONTI ASSOLVE TUTTI I CHIAMATI IN GIUDIZIO DAL SINDACO DI ROCCASECCA MILLANTANDO DANNI ALL' ERARIO DI € 400MILA CIRCA.

Il Popolo di Roccasecca, solo oggi, apprende delle riprovevoli, pesanti e subdole manfrine del Sindaco Giorgio contro l'ex Sindaco Abbate e gli ex ass. Forte-Colantonio ed i soliti dipendenti Vigili.Vittime del mobbing, Vicini-Marsella-Ricci, manfrine che, «Vivaddio»!  gli si sono rivolte contro come un boomerang, grazie alla Corte dei Conti.
Auspico che ora, gli innocenti e le vittime del mobbing chiameranno in giudizio, Lui ed i resp. a vario titolo per un congruo risarcimento dei DANNI MORALI E MATERIALI ed il Popolo dovrebbe attivarsi per i numerosi  danni erariali che sta creando  al Comune di Roccasecca o come minimo reclamare le DIMISSIONI DI TUTTA LA GIUNTA.
Il Requirente ( Sindaco Giorgio) come scritto in  sentenza accusava la Giunta Abbate di illeciti, per  dato, a suo dire,  gradi e soldi ad alcuni dipendenti causando un danno erariale..... con l' esposto suindicato alla Corte dei Conti,  chiedeva la ripetizione delle somme indebitamente erogate e di conseguenza l’esercizio dell’azione di responsabilità nei confronti dei responsabili dell’illecito erariale, nonché degli indebiti percettori.
Ecco la verità: L' ex Sindaco Antonio Abbate e i di lui assessori Bernardo Forte, Antonio Colantonio ed altri, con delibera di Giunta n. 55 del 21 marzo 2000, avevano approvato, il  regolamento comunale sull'ordinamento generale degli uffici e dei servizi - dotazione  organica - norme di accesso....con successiva delibera n. 65 del 30 marzo 2000, l’ente determinava l'adeguamento degli inquadramenti del personale già dipendente dell'ente, attribuendo automaticamente nuove e superiori qualifiche professionali, assumendo a parametro esclusivo di tali superiori inquadramenti lo svolgimento provvisorio di compiti e mansioni superiori; a completamento della riorganizzazione avviata con la delibera n. 55, con deliberazione n. 71 del 3 aprile 2000, provvedeva alla definitiva approvazione dell'organigramma strutturale dell'ente ripartendo i posti nei settori, servizi e uffici; infine, con delibera n. 76 dell'11 aprile 2000, la giunta stabiliva la definitiva assegnazione di GAZZELLONE; GIORGIO; MARSELLA; RICCI; TUCCI e VICINI ; ai vari settori, servizi e uffici....TUTTO REGOLARE ED ALLA LUCE DEL SOLE

ma i Dipendenti Alfredo Fava, Anna Ricci ed altri adivano il giudice amministrativo. 
Alfredo Fava & Giovanni Giorgio

 Con sentenza n. 834/2011, il Tar Lazio - Latina accoglieva il ricorso avverso le
deliberazioni nn. 55 e 65/2000 con conseguente annullamento limitatamente ai riconoscimenti di GAZZELLONE; GIORGIO; MARSELLA; RICCI; TUCCI e VICINI.
I Dipendenti Comunali ricordano molto bene l' esultanza della dipendente Anna Ricci che tappezzò tutto il Comune con i giornali che riportavano la vittoria del TAR con l' annullamento delle delibere della Giunta Abbate.
E la determina n. 5/2012 del 22 febbraio 2012, che il responsabile del settore finanziario provvedeva ad emanare con la corresponsione, in ossequio alla sentenza, del trattamento economico ai dipendenti  GAZZELLONE; GIORGIO; MARSELLA; RICCI; TUCCI e VICINI ai pregressi inquadramenti.
Ed è proprio alla forte luce della vittoria degli «amati» dipendenti, che il Sindaco Giorgio, ha esposto alla Corte Dei Conti le sue rappresentazioni mentali di illeciti della Giunta Abbate, dei presunti dipendenti  beneficiati, di danni erariali, di stop ai gradi ed agli emolumenti dei Dipendenti, richiedendone  la condanna a pagare in favore del Comune di Roccasecca  la bella sommetta di € 376.831,53.
I bravi avvocati, Valentina Chianta ed altri hanno smantellato punto per punto le farneticanti  denunce del Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio convincendo la Corte Dei Conti ad emettere la sentenza Sent. N. 677/2014  che ASSOLVE tutti i convenuti, ovvero Abbate-Forte-Colantonio-Vicini- Marsella-Ricci etc.
SINDACO GIORGIO, QUESTA STORICA SENTENZA E' LA PROVA PROVATA DELLA SUA INADEGUATEZZA A RICOPRIRE IL RUOLO DI SINDACO, CAPACE SOLO DI CREARE DANNI SU DANNI

24 set 2014

NOTIZIA FLASH SU VIA ENRICO FERMI

Il Sindaco Giovanni Giorgio, all' ultimo consiglio comunale dell' 8.09.2014, aveva annunciato la buona novella, di pronta riapertura a breve, della Via E. Fermi in seguito ad una decisione del Giudice a favore del Comune di Roccasecca.

Oggi 24 settembre 2014, al Tribunale di Cassino si è tenuta l' ennesima udienza, dell' ennesimo procedimento coinvolgenti Comune di Roccasecca e due privati, sono stati richiesti chiarimenti e il giudice ha dato l' incarico al CTU di rispondere ai chiarimenti delle parti.
Udienza di uno dei tanti procedimenti, delle tante liti, coinvolgenti privati e Comune, rinviata al 5 dicembre 2014 .
Sindaco Giorgio, malato di "annuncite acuta", ai concittadini raccontala tutta «La verità»..... I tempi della giustizia sono lunghi e la Via Enrico Fermi resterà chiusa ancora, per anni e anni.

L' ETICA GIORGIANA RISPECCHIA L' ETICA DEL PD:- «L' UTILITA' PERSONALE»

Nessuna meraviglia, quindi,  se il Sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, risulta candidato, legittimamente, in una delle tre liste inciuciorie a supporto di Antonio Pompeo (PD), candidato a Presidente della Provincia di Frosinone, grazie al Delrio (PD)
O voti a DESTRA o voti a SINISTRA il risultato non cambia 
Piuttosto, è questa scelta alchemica, di abbandonare al suo destino declinante, il referente-amico storico, Francesco De Angelis per il rampante Renziano, Francesco Scalia, che si era  tanto attivato, con successo,  per far annullare le 100 tessere della Sezione, Sandro Pertini di Roccasecca, che meraviglia, ma non più di tanto
A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.... la scelta alchemica dell' altro Francesco ? , forse solo scelta utilitaristica  personale per far ri-leggittimare i 100 iscritti, il segretario Staci e direttivo parentale.
L' etica che anima Giorgio Giovanni, è stata, è,  e sarà,  sempre quella Sinistrosa Piddina, ovvero «dell' utilità personale» basata su un assioma : «sono medico della mutua».... «ho un bel  pacchetto di voti sicuri».... ergo, il mio peso politico, evidentemente fortissimo, fa gola e se volete i miei voti «dovete fare quello che Io dico.
Ma, se questo assioma potrebbe essere valido, seppur non condivisibile,  nel caso di elezioni a Sindaco di Roccasecca  o nelle elezioni Provinciali e/o Regionali o Nazionali, quando a votare sono i cittadini, ma se, come in questo caso, i chiamati a votare sono gli stessi Sindaci e consiglieri comunali, qual' è stata logica che ha portato alla candidatura del Sindaco di Roccasecca Giorgio Giovanni, tra i tanti sindaci della provincia di Frosinone ?
La sempre valida  moderna politica dell' inciucio ?: «Io dò una poltrona a te e tu dai una poltrona a me».
Forse, visti i personaggi assatanati di «cadreghe» ora provinciali e SAF.... quali giochi immondi saranno stati perpetrati a danno dei cittadini ?
E se fino a ieri aveva fatto credere all' Unione Cinquecittà di appoggiare il vice sindaco di Colle San Magno, Antonio di Nota, coerentemente rimasto fedele al Francesco De Angelis, con la promessa che il Di Nota ricambiava l' appoggio alla SAF di un candidato Roccaseccano, ora cosa succederà ?.
Il Di Nota, non solo non appoggerà nessuna candidatura Giorgiana, anzi lo accuserà di alto tradimento e l' Unione Cinquecittà, che fino a ieri non si era mossa a profferire parola sulle insolvenze del Comune di Roccasecca, sicuramente comincerà a reclamarle e sono veramente pesanti per i Cittadini Contribuenti, considerato che tale carrozzone non dà alcun servizio.
Ma l' inciucio del Sindaco Giorgio per avere una poltrona alla Provincia, non è che si è spinto, fino a sacrificare una poltrona alla SAF?
Lo sapremo domani...... comunque #statesereniroccaseccani#
L' ETICA GIORGIANA E' L' ETICA DEL PD:- «L' UTILITA' PERSONALE» 

23 set 2014

CORAGGIO COMANDANTE! ROCCASECCA E' CON TE!

Comandante- Sottotenente, ancora una volta sei la vittima sacrificale di questo arrogante e spregiudicato «Piccolo Potere Roccaseccano» ed ancora una volta «Roccasecca Libera» solidarizza con te, è al tuo fianco per sostenerti in questa ennesima battaglia .... non sei solo....lo devi sapere e lo deve sapere il MONDO.

«Roccasecca Libera», ti sprona a  non soccombere proprio ora, mi raccomando....a Roccasecca ci sono pochi «Uomini» con la U maiuscola, gli attributi e la schiena dritta e tu sei uno di quelli, anzi sei il migliore di TUTTI quelli.
Dal quotiadiano on-line «ECO DEL GARI», una notizia allucinante che mi si stringe il cuore al solo riportarla.
Il Sindaco Giorgio, oltretutto medico, viola la privacy del dipendente che aveva fatto richiesta di andare in pensione.
Invece di verificare la sussistenza dei requisiti contributivi minimi richiesti e, in caso positivo, limitarsi all’inoltro dell’istanza alla sede provinciale dell’Inpdap e, contestualmente, disporre l’accertamento sanitario dello stato di infermità presso la Commissione Medica....cosa fà ? Inoltra tale richiesta di pensionamento, dapprima inspiegabilmente all’R.s.p.p. dell’Ente comunale (che non ha alcuna competenza in merito) e poi al Prefetto di Frosinone e alla locale stazione dei carabinieri, è questa l'accusa del segretario provinciale di Fenadip, Vincenzo De Nisi.
L'  arroganza, l 'inumanità e tutto il concentrato di cattiveria del «Piccolo Potere Roccaseccano» sono racchiuse nella narrazione dell' ECO DEL GARI che auspico venga  letta e presa in considerazione dai Giudici, Carabinieri e Prefetto di Frosinone, e  che ne facciano tesoro nelle loro competenze, per i provvedimenti del caso.
Questi sono i soggetti, destinatari della comunicazione del Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio a prendere eventuali provvedimenti in relazione allo stato di salute del dipendente, Comandante Sottotente con la sottolienatura  che lo stesso risultava essere in cura psichiatrica.
«Roccasecca Libera», non ha retropensieri, ma nella schiettezza e piena libertà, vede in quella missiva del Sindaco Giorgio agli organismi summenzionati, oltre  una violazione della «privacy» come il sindacalista De Nisi, un eccesso di potere, sperpero di pubblico denaro  «vittimismo paraculo». Qui trovi l'articolo di ECO DEL GARI..http://www.ecodelgari.it/cronaca/item/278-vigile-urbano-chiede-di-andare-in-pensione-a-roccasecca-il-sindacato-attacca-violata-la-privacy#.VCAV3ltPR70.facebook

22 set 2014

PRIMARIE FASULLE PER TESSERE FASULLE

Il PD( Partito Dinastico) di Roccasecca ha un direttivo illegittimo, ma nessuno ne parla e nè si chiedono le dimissioni del Sig. Sergio Staci, Gabriella Giorgio, Maristella Delli Colli etc. etc.
Elezioni al PD di Roccasecca anno 2013

Ormai è ufficiale, gli iscritti al Partito Democratico della Sezione Sandro Pertini di Roccasecca pare siano  appena 21 e non i 123 che all' epoca delle primarie 2013, erano accorsi al tesseramento, designando Sergio Staci, Segretario.
Insomma erano 21 e sono rimasti 21 i tesserati alla Sezione, solo che con i 21 il Segretario era Patrizia Delli Colli, defenestrata dalle «Truppe Cammellate Giorgiane».
Le circa 100 tessere, mai consegnate, si sono difesi i giudicanti superiori piddini....... se non sono state consegante, perchè? Ma sono state pagate cash?
Se gli organi superiori giudicanti la corretta procedura delle elezioni primarie, hanno decretato che a Roccasecca quelle elezioni primarie del segretario Staci erano illegittime perchè svolte nella illegalità, quindi annullate, lo si apprende solo oggi da un post su facebook di un militante del Partito di Renzi.
Parla dello schifo della Provincia di Frosinone del «triste tramonto di una Direzione provinciale, mai nata», ma della situazione non certo migliore della Direzione Locale non si esprime e/o non è dato capire, vista l' amicizia con il Segretario (?) Staci.
Ma se le tessere riconosciute sono le 21 del 2012  e non le 123 del 2013, vuol dire che quel tesseremento del 2013 è stato sempre nullo e se NULLO, significa  che  il Segretario della Sezione, Sergio Staci e tutto il direttivo sono abusivi del «Sandro Pertini», mentre dovrebbe essere ancora in piedi la Delli Colli Patrizia, il segretario legittimo  del 2012 ed il suo direttivo.
Comunque, è appena il caso di ricordare che questo PD (Partito Dinastico) di Roccasecca è sub iudice per aver occupato le strutture pubbliche della Biblioteca Comunale e della Delegazione Comunale dello Scalo.
Come «Roccasecca Libera» delle tessere 21 o 123 non ce ne po' fregà de meno, ma dell' abuso delle strutture pubbliche, per le primarie oltretutto Fasulle, questo sì che ce ne importa e staremo all' erta, sul piede di guerra fino a quando il Tribunale di Cassino non avrà fatto la Giustizia richiesta.

ANCORA PRESA PER I FONDELLI, IL «BILANCIO PREVENTIVO 2014

IL PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2014-2015-2016 del Comune di Roccasecca, sempre copia ed incolla da annni e anni, a parte le 2 rotatorie, della serie,  le «carte adn sta' a post», come sostiene l' esimio  prof. Torriero, Vice Sindaco ed assessore al bilancio.
Giunta Comunale e Consiglieri di maggioranza del Comune di Roccasecca
 Con atto di giunta n. 123 del 17.09.2014, i sigg. governanti di Roccasecca, Giorgio Giovanni, Carmine Guerrino Torriero, Alessandro Marcuccili, Giuseppe Marsella, Claudio Rezza, hanno deliberato «L' adeguamento del programma triennale 2014-2015-2016 delle Opere Pubbliche», precompilato con un brillantissimo «copia ed incolla», dal Responsabile dei Lavori Pubblici, Geom. Antonio Antonellis (così lo saprebbe fare pure uno studente in materia).
Eppure, il Revisore dei Conti, Rag. Mario Delli Colli, nella relazione al bilancio consuntivo 2013, avendo constato che lo scostamento  tra la previsione ( iniziale e definitive ) e le risultanze del rendiconto non rientravano  nella normale fisiologia della gestione di bilancio di un Ente locale e privava il bilancio di significato (?)   invitava:
a) in sede di redazione del bilancio di previsione, l' Ente tenga maggiormente conto della propria effettiva capacità finnaziaria;
b) la programmazione degli interventi sia effettivamente relazionata alle possibilità concrete di finanziamento dell' Ente.
E proprio l' eccessivo scostamento pari al 99%, rispetto alla previsione iniziale, il Revisore, invitava l' Ente ad inserire nella programmazione solo opere effettivamente realizzabili.
Ma, a quanto pare, ad una lettura della programmazione delle opere pubbliche 2014-2015-2016,  copia et incolla del 2013,  l' Ente non abbia accolto l' invito suddetto ed abbia reiterato in una previsione che priva il bilancio di significato (?) visto è considerato che, ad appena tre mesi dalla fine dell' anno 2014, si preannuncia, forse,  il medesimo scostamento del 99%.
A fine settembre 2014 la stima dei costi programmati previsti per l' anno 2014 è di € 5.443.455,57....a dicembre 2014 quale sarà lo scostamento al consuntivo 2014?
Ad oggi quali lavori pubblici,inseriti nel previsionale 2014, sono stati eseguiti?
Quali scuole sono state messe in sicurezza?.... Chi ha visto l' illuminazione al Led, a parte un lampione alla casa del Vice sindaco Torriero ?
E le rimesse di Renzi per le #scuolebelle#, sono lieviate da 150mila a 250mila ? E il museo presso la casa di San Tommaso ? E l' illuminazione?
E le rotatore di Via Ortella e del Bivio (?)
Il Conto preventivo dell' anno 2014 è solo un copia et incolla del libro dei sogni degli anni passati che, con naturalezza verrà inviata alla Corte dei Conti, che vede solo «le carte a posto»
Comunque, in allerta con l' analisi del Revisore, Rag. Mario Delli Colli, che se coerente con l' analisi del passato, dovrebbe, per lo meno bocciare questo programma triennale delle opere pubbliche, perchè siamo quasi ad ottobre e di lavori in corso non se ne vedono, a meno di un Miraco di San Tommaso.

19 set 2014

I BIMBI A SCUOLA, MA LA STRADA E' PERICOLANTE E IL COMUNE DORME

La strada della Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro, di cui si sconosce l' intitolazione, mostra chiari segni di cedimento e il muro sottostante la ringhiera laterale, presenta profonde crepe dall' inzio alla fine del percorso stradale.
La strada della Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro
Proprio questa mattina, al Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer», è arrivata tale segnalazione da cittadini preoccupati dal continuo avvallamento del manto stradale e dalle numerose crepe del muro di sostegno laterale che un forte temporale, potrebbe avere risvolti di dissesto idrogeologico.
Oltretutto, è stato spiegato, che da tempo tale arteria è stata, manifestamente,  ed è, immanifestamente, interessata da una perdita costante di acqua, che l' Acea chiamata a risolvere, ha lamentato troppo costoso il riaggiusto. Mah!
Se per Via Enrico Fermi, come dice il Sindaco Giovanni Giorgio, bisogna aspettare il verdetto finale della «Lite» in corso tra - Comune-Privato,  presso il Tribunale di Cassino, per questa strada,che porta alla Scuola dell' Infanzia di San Francesco, pare sia senza litigi, ma in palese pericoloso degrado ed abbandono, cosa si sta aspettando?
Perchè mettere a rischio la vita dei piccoli scolari ?
Lo stato dei luoghi è veramente in uno stato pietoso, a rischio frana, lo scrive e lo sottoscrive, il Vice Presidente del Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer»; Anna Maria Rossini, che, in assenza del Presidente Danilo Chiappini ha effettuato un sopralluogo alla suddetta Via (?) senza cartello denominativo ed esprime tutta la sua perplessità in merito al silenzio assordante delle mamme, delle maestre ed alcuni residenti.
Poi quando succedono i disatri, tutti sapevano e nessuno sapeva, all' italiana maniera.
Ora Vi ho messo al corrente Tutti, attivatevi anche Voi, parti interessate, a sensibilizzare l' Amministrazione Giorgio, a mettere in sicurezza tale arteria pericolante che ospita, case civili,  il Prefabbricato della Parrocchia di Santa Margherita e la Scuola dell' Infanzia (Asilo) 

18 set 2014

SOLO LOTTA PER LE «CADREGHE PROVINCIALI»

Sindaci e Consiglieri della Provincia di Frosinone, alla vigilia della schifezza antidemocratica Delrio (PD), ovvero rinnovo barzelletta delle poltrone provinciali che i andranno a contendere i soliti poltronisti Ciociari, tra lotte intestine PD (De Angelis e Scalia), tra intese sottobanco sempre PD e FI si apprestano a presentare le liste e/o boicottare le elezioni.
FROSINONE
Il Sig. Delrio Graziano(Governo Matteuccio Renzi), ha espropriato i Ciociari e non solo, della forma più democratica della Democrazia, ovvero del VOTO demandando ai già noti «cadregati» il compito candidarsi ed eleggersi per le altre «cadreghe» alla Provincia di Frosinone.
Il Popolo è tenuto all' oscuro di tutte le manovre degli appoltronati sindaci e consiglieri dei 91 Comuni.
Sa solo le notizie ufficiali edulcorate dal Commissario uscente, Giuseppe Patrizi che non si capisce bene se anche Lui ambisce a mantenere l' amata poltrona.
Il 21 settembre, ovvero fra tre giorni, ci sarà la presentazione delle liste dei candati alla Provincia di Frosinone e si sa solo che si potranno presentare liste non inferiori a 6 e non superiori a 12.
Quanto saranno le liste? 6 o 12 o? E chi sarà il candidato Ufficiale del PD tra Schietroma e Pompeo? e il Centro-Destra cosa sta combinando con Cicciarelli e Abbruzzese?
Vergognatevi Piuttosto..... di programmi non se ne parla.. andate avanti con la solita politica della spartizione delle poltrone che il Vs Governo Schifo Piddino vi ha, ancora una volta, propinato nella legalità di azione.
Questo mio pensiero è condiviso da molti politici, gente comune e da ex amministratori, come il dott. Bernardo Forte, Comune di Roccasecca che ha messo nero su bianco di dare una risposta al territorio

Ricevo e pubblico da Bernardo Forte
Comunicato stampa.
Una risposta al territorio‭ ‬.
E‭’ ‬tristemente noto l’odio verso i partiti politici,‭ ‬ancor più quando cercano di imporre una propria linea difforme dai principi sani sia della costituzione sia dell’etica a dimostrazione che possono contare sempre meno sulla considerazione di chi vota trovando la sola aggregazione solo nelle regie di comando e in‭  ‬un disparato numero di addetti ai lavori,‭ ‬lautamente retribuiti,‭ ‬con i soldi degli elettori sempre pronti ad un meschino signorsì.‭ ‬La scherzosa riforma delle provincie offende le intelligenze di tutti gli italiani,‭ ‬così concepita è un furto alle libere coscienze,‭ ‬e alla libertà di espressione della popolazione tutta.‭ ‬Gli italiani,‭ ‬il‭ ‬50%‭ ‬non vota per colpa dei partiti e,‭ ‬i partiti si impongono escludendo il restante rappresentante‭  ‬della‭  ‬volontà‭  ‬popolare di eleggere i propri governanti,‭ ‬bel passo verso un regresso di una democrazia in affanno dove a pagare sono i deboli,‭ ‬gli indifesi,‭ ‬le famiglie,‭ ‬disoccupati e lavoratori:‭ ‬l’ormai scomparsa fascia media.‭ ‬Nella nostra provincia‭ ‬,‭ ‬è vergognoso l’accapigliamento per la spartizione delle poltrone‭ ‬,‭ ‬in un territorio noto solo per i rifiuti e per l’avvelenamento di quelle risorse agricole fiore all’occhiello della Ciociaria tutta,‭ ‬dove la parte politica quella che conta‭ ‬,‭ ‬almeno dai vitalizi e dalle prebende pagate da noi cittadini ha sempre alzato la mano inopportuna verso gli interessi della nostra provincia e ancor più penalizzando un territorio che oggi si sta‭  ‬spopolando nell’incuria totale di chi chiamato ad una responsabilità in tal senso,‭ ‬unico elemento per barcamenare‭   ‬che‭  ‬è sempre colpa di altri.‭ ‬Almeno siamo coerenti e rispettosi del nostro territorio,‭ ‬l’approvazione del progetto per l’ampliamento della discarica di Cerreto ci induce a pensare che gli amministratori di Roccasecca e dei comuni limitrofi,‭ ‬nella gravità della decisione di chi ha partorito di autorizzare ancora tale scempio indipendentemente dallo schieramento politico‭ ‬,‭ ‬boicottano le elezione per il rinnovo del consiglio provinciale non solo non partecipando al voto‭ ‬,‭ ‬ma di farsi promotori dei disagi e dei problemi della popolazione appellandosi ad un senso di responsabilità che deve avere risonanza nazionale.‭ ‬Siamo in un paese che si sta spopolando,‭ ‬dove il mercato immobiliare e non solo è pressoché nullo‭; ‬siamo il paese dell’immondizia e della puzza,‭ ‬questo è oggi Roccasecca‭ ‬.
Parliamone pubblicamente,‭ ‬è un invito quale cittadino nonché ex amministratore che non può essere rispedito al mittente o sottaciuto,‭ ‬in un grande senso di responsabilità anteponiamo gli interessi e la tutela della salute dei cittadini,‭ ‬agli interessi dei partiti,‭  ‬delle grandi‭  ‬lobbies e personali.‭ ‬Solo così possiamo dire di essere a posto con la coscienza‭  ‬e dare voce veramente al territorio.
BERNARDO FORTE

17 set 2014

NON VI INTERESSATE !....

CI PENSA IL RESPONSABILE DEL SETTORE URBANISTICA, DISSE IL SINDACO GIOVANNI GIORGIO NEL LONTANO 2009 ALL' ALLORA ASSESSORE AL RAMO, BERNARDO FORTE E VIGILE.

Con un intervento minimo e non con gli attuali 250mila euro (sic!), come sbandierato ai giornali di oggi, dal Sindaco Giovanni Giorgio, si poteva mettere in sicurezza la Via Enrico Fermi e riaprirla al traffico, così come si potevano  risparmiare pure i 20mila euro del CTU, visto e considerato che il cedimento della strada era appena agli inizi.
Inoltre nella  primavera dell'anno 2009 su specifica segnalazione del Privato, dapprima i Carabinieri e poi successivamente nell'autunno dello stesso anno, i Vigili Urbani, a seguito di sopralluogo, rilevarono :" SI NOTANO SEGNI DI CEDIMENTO TRA LA VIA E. FERMI E LA PROPRIETA' DI......."
La verità è che l' Amministrazione Giorgio, ha lasciato nell' incura ed abbandono, per troppo tempo, la Via Enrico Fermi ed il manto stradale da  cedimento è diventato smottamento.
Potrebbero ancora, dicono gli esperti, non Io, riaprire la strada ai mezzi leggeri, viaggianti a senso unico.
E' vero, non è vero, si potrebbe alleviare il disagio ai residenti?
E perchè il Responsabile all' Urbanistica non è intervenuto nel lontano 2009, a sanare la situazione, invece di aprire una lite infinita e creare tutto questo casino?
La sfido Io, pubblicamente, sindaco Giorgio a dare risposte esaustive ai disagiati abitanti di Via E. Fermi.
Perchè rispose all' ex assessore Forte e Vigile:  NON VI INTERESSATE !. E poi ?

16 set 2014

DALLA WIND, SOLO INQUINAMENTO ELTROMAGNETICO

La Giunta Giorgio Giovanni, con delibera n. 96 del 24.07.2014, cambia gestore telefonico Telecom e passa alla telefonia mobile Wind, quella del pilone SRB al campo sportivo «Lino Battista»
Pubblicità WIND

Così recita la delibera di giunta:- VISTO i conti TELECOM degli ultimi tre Bimestri 2014, per una somma alquanto eccessiva, come da elenchi allegati “A” – “B” – “C”;
Il Sindaco Giorgio Giovanni e gli assessori, Marsella Giuseppe, Marcuccilli Alessandro, Claudio Rezza,

Deliberano

 2) Di acquistare n. 9 Sim per chiamate illimitate nazionali, al costo di €. 29,00 cadauna al mese + I.V.A., per un totale di €. 318,42, da distribuire ai 9 Uffici: Ufficio del Sindaco, Ufficio degli assessori, ufficio del segretario ed ai sette uffici dei 7 settori.

E' quasi un anno dall' impianto di quel «salubre» pilone SRB Wind, erogatore di onde elettromagnetiche, che doveva impinguare le  casse comunali di ben  € 12.000, che già iniziano le prime pretese, frutto di accordi sottostanti all' impianto ?
Insomma una bella e buona partita di giro, Io Wind ti devo € 12.000 tu comune di Roccasecca togli di mezzo la Telecom e mi nomini gestore della telefonia mobile, per il momento con l' acquisto di 9 carte Sim.
Poi, tra contratti vari, canoni bimestrali, etc.etc,  di quei 12mila euro, quanti ne resteranno per ripagare i roccaseccani dalla nocitività delle onde che quell' antenna del Lino Battista, emana ?
E' stato proprio un affare far installare quell' antenna SRB ? e il monitoraggio continuo che il sindaco Giorgio aveva assicurato, dove sta ? i risultati sono nel cassetto e si tirano fuori dopo la rottamazione definita della Telecom, per caso?
E poi, come ormai prassi consolidata, citano di allegati a Delibere e Determine, che sistematicamente, non allegano, a memoria lo hanno fatto :-  con gli allegati dei costi dell'  Estate Roccaseccana, con gli allegati dei costi del XX Festival Severino Gazzelloni, con gli allegati dei costi di una pseudo associazione «ArceNews» -ed anche con la delibera n. 96/2014, gli allegati conti della TELECOM degli ultimi tre Bimestri 2014, per una somma alquanto eccessiva, come da elenchi allegati “A” – “B” – “C” non son stati allegati.
MA VOLETE DARE LA PUBBLCITA' DI LEGGE AGLI ALLEGATI ?
E perchè non li allegate ? Gatta ci cova ..... imbroglio garantito, caro Popolo Roccaseccano.
Comunque, per il momento la Wind inquina l' aria e il fitto dell' impianto solo una partita di giro...... e poi vale tanto poco la salute dei tuoi concittadini, Sindaco Giorgio?

15 set 2014

IL COMUNE DI ROCCASECCA DA’ I SOLDI COSI’


 Giusta richiesta n. 11/2014, che non si allega alla determina n. 181 del 3 settembre 2014, la Responsabile del III Settore del Comune di Roccasecca, dott.ssa Anna Ricci  liquida, in favore dell’ Ass.ne culturale ArceNews la somma totale di E. 1300,00.

Nebbia in Municipio
E’ una liquidazione parziale, si legge in determina,  delle spese della famosa Estate Roccaseccana, quella senza pubblicità di legge al programma e senza costi in delibera n. 90/2014, per capirci.
Questa determina è la dimostrazione che l’ Estate Roccaseccana è stata un coacervo di non progettualità, intrasparenza ed accordi sottobanco con amici dell’ Amministrazione, con associazioni Ghost.
Chi sarebbe questa fantomatica  Ass.ne culturale ArceNews e a quale titolo è stata somministrata la somma totale di E. 1300,00, quale attività ha espletato nell’ ambito dell’ Estate Roccaseccana 2014?
Poiché la ricerca sul motore di Google dell’ Ass.ne culturale ArceNews non ha sortito alcun risultato, si prega l’ Assessore alla cultura, Alessandro Marcuccilli, di chiarire ed alla responsabile del III settore, Anna Ricci di allegare alla determina n. 181/2014, come le impone la legge, la citata richiesta n. 11/2014, visto che reitera con questo vizietto di non allegare gli atti alle determine.

14 set 2014

CHI SBAGLIA PAGA! MA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NON E' COSI'....PAGA SEMPRE IL POPOLO COGLIONE

Roccasecca docet: La Giunta Giorgio Giovanni dà incarico all' avv. Panzera, parcellato euro 4.835,00+ i.v.a e c.p.a.,  per azione giudiziaria c/ il GAL, per recupero della somma di € 23.546,28+ spese+ interssi +etc.etc. a causa di un qui pro quo tra l' Ufficio Economico Finanziario e l' Ufficio Lavori Pubblici.

Tutto inizia il  20.05.2013 quando veniva notificato al Comune di Roccasecca, atto di pignoramento R.G. n.481/2913, in qualità di terzo pignorato, istanza del sig. Proia Ezio nei confronti del debitore esecutato G.A.L. “Gruppo di azione locale-XIV e XV Comunità Montane del Basso Lazio”, per l’importo complessivo di € 23.546,28 oltre interessi maturandi e spese.
All’udienza del 27.06.2013, il Responsabile del Settore Economico- Finanziario dell' Ente  rendeva la dichiarazione ex art. 547 c.p.c., attestando che il G.A.L. era creditore del Comune di Roccasecca  della somma di € 63.570,50;
Il G.E. in data 27.06.2013, per effetto della suddetta dichiarazione positiva, con ordinanza n. 1118/2013, assegnava in pagamento al creditore procedente, Sig. Proia,  la somma di € 25.746,28 oltre spese di registrazione e notifica e interessi al tasso legale.
Ma, in data  in data 18.03.2014 veniva notificato al Comune di Roccasecca (FR) ad istanza sempre del sig. Proia Ezio, altro ricorso al TAR  per ottemperanza in relazione all’esecuzione dell’ordinanza di assegnazione del G.E. n. 1118/2013 nell’ambito della procedura esecutiva mobiliare n. 481/2013.
Il TAR di Latina in data 15.07.2014, accoglieva il ricorso del Sig. Proia Ezio dichiarando l’obbligo del comune di Roccasecca di prestare completa esecuzione alla decisione in epigrafe indicata,  invita il Prefetto della Provincia di Frosinone (U.T.G) a nominare un commissario ad acta per gli adempimenti previsti e fissa le spese di giudizio euro 1.000,00 e € 500,00 per il compenso eventualmente dovuto al nominato Commissiario ad acta.
La Giunta Giorgio Giovanni, al gran completo, il 28.08.2014 si riunisce e con delibera n. 102 decide di liquidare al Sig. Proia TUTTO quanto è stato da lui richiesto con atto ingiuntivo e Atto al TAR , ma nel contempo decide di dare incarico ad un legale perchè si attivi a recuperare dette somme...... udite! udite perchè:
La dichiarazione positiva, resa dal Responsabile del Settore Economico Finanziario al G.E. il 27.06.2013 non era veritiera, invece che positiva doveva essere negativa, in quanto nell' anno 2011  il GAL medesimo aveva proceduto esecutivamente (n.899/2011) contro il Comune di Roccasecca ed il G.E. del Tribunale di Cassino gli aveva assegnato € 114.656,46.
Di questa assegnazione n. 899/2011 il Responsabile del Settore Economico- Finanziario  ne è venuto a conoscenza solo in data 02.08.2013, in seguito a determinazione n. 214 del 30 luglio 2013 del Ufficio L.L.P.P. del Comune di Roccasecca.
Allucinante, l' allegra Amminstrazione Giorgio con gli ir-responsabili Capi Settore che creano solo danni economici alla Comunità.
Intanto:
- Godono il Sig. Proia Ezio ed il di Lui legale che hanno intascato ad occhio e croce, tra annessi e connessi, 30mila-35mila euro.
-Gode il Commissario ad Actus della Prefettura di Frosinone che ha intascato o intascherà € 500,00.
-Gode l' Avv. Panzera che intascherà  € 4.835,00+ i.v.a e c.p.a.
-Godono, chiaramente i due Responsabili del Settore Economico-Finanziario e Lavori Pubblici, cui gli Amministratori se ne son guardati bene di comminare una penale e richiedere il danno erariale per le dichiarazioni positive che dovevano essere negative e per i presunti «impicci» sui bilanci  (Revisore dei Conti????---Corte dei Conti ???) 

CHI SOFFRE ?

Tutto il Popolo di Roccasecca per tutto questo sperpero di pubblico denaro ed, in genere, per la mala amministrazione Giorgiana

SVEGLIAAAAA!!!!

Non sarebbe il caso di cominciare a dire al Sindaco che, anche al Comune di Roccasecca,  chi sbaglia deve pagare ? e perchè la parcella dell' Avv. Panzera non la fa pagare ai Responsabili del Settore Economico-Finanziario e del Settore Lavori Pubblici?

12 set 2014

UN UOMO SOLO AL COMANDO -GIORGIO GIOVANNI-

La  Sez del Partito Democratico di Roccasecca, Sandro Pertini,  è allo sfascio ed alcuni militanti e membri del direttivo, non riescono proprio a farsene una ragione che il «Padrone- Potentato» è solo ed esclusivamente Giorgio Giovanni-sindaco, che dà le carte e detta la linea politica - amministrativa a proprio uso e consumo tipo: prendere o lasciare»

Qualche purista politico Roccaseccano, forse per opportunità o per necessità, o per chissà che, si indigna e si adonta e sbotta sulla piazza di facebook, reclamando una convocazione, a breve, dell' assemblea degli iscritti alla Sez. Piddina-Sandro Pertini, per definire, una volta per tutte, la linea e gli indirizzi politico/amministrativi del Circolo.
Ma quale iscritti ? quelli di prima dell' arrivo delle Truppe Cammellate Giorgiane, quelle, per capirci  delle elezioni primarie che vide acclamato Segretario, Sergio  Staci, oltretutto, viziate ed anullate dal Partito stesso?....
Il purista militante PD non ha esplicitato bene, quali tesserati chiamare, era solo incacchiato avendo appurato che alcuni «compagni» avevano partecipato ad incontri «riservati» tra persone che, pur politicamente disomogenee, sono unite dalla comune volontà di fare fronte comune verso l’amministrazione in carica, considerata inadeguata al governo della nostra cittadina.
E mentre quei «compagni»vengono incriminati per non si capisce quale reato, il Sindaco Giorgio, ad una riunione alla Sezione, parla  felice e contento di un Partito Democratico unito e coeso, addomesticato ai suoi voleri e lo fa sempre dal suo diario di facebook, con la penna del pennivendolo, pagato dai Roccaseccani.
E, invece di indignarsi per questo sperpero di pubblico denaro, per la mala amministrazione Giorgiana, per le Truppe Cammellate che hanno fatto annullare le primarie di sezione, inveisce contro quei signori che a titolo personale (credo) hanno avuto il coraggio di esprimere il proprio dissenso al malsano regime Giorgiano-
Giuro, che se li conoscessi farei loro un encomio particolare, per il coraggio e l' onestà intellettuale di esprimere fortemente il proprio dissenso con azioni concrete di opposizione civica.
Giorgio Giovanni è l'uomo solo al comando del PD di Roccasecca.
O VE NE FATE UNA RAGIONE OPPURE LASCIATE PER ALTRI LIDI.....MEGLIO IL MOVIMENTO A 5 STELLE

ROCCASECCA SEMPRE PEGGIO...MA GIORGIO PENSA ALLE POLTRONE

Il peggio del peggio con l' imposizione di IMU e TASI, senza detrazioni e aliquote al top.... praticamente, ricchi e poveri, sani e malati, famiglie numerose o famiglie single, TUTTI A PAGARE NESSUNO ESCLUSO.
PINOCCHIO

Siamo a settembre, e, la previsione delle  entrate TASI -2014-, propinata con il consiglio comunale n. 11 di lunedì 8.09.2014, è di € 335.687,30, pari al 34,52% dei costi  dei servizi indivisibili, con la giustifica dell' assessore al bilancio Carmine Guerrino Torriero che gli equilibri di bilancio sono stati penalizzati dal severo federalismo e dalla spending review che ha diminuito il fondo di solidarietà al Comune di Roccasecca di circa € 300.000, tanto che, per mantenere gli equilibri del bilancio 2014 è stato necessario innalzare l' aliquota TASI al 2.5 x1000 sulle abitazione principali etc.etc.
La suddetta giustifica dell' assessore al bilancio, Carmine Guerrino Torriero, puzza di marchingegno, peraltro poco serio e veritiero affatto.
Il Ministero dell' Interno - Finanza Locale- nell' anno 2014 ha stanziato al Comune di Roccasecca un fondo di solidarietà di € 419.373,40, con acconti già dati al Comune di € 92.404,68.
Caro assessore Torriero, se la matematica non è un opinione: -nell' anno 2013 il fondo di solidarietà è stato € 473.412,05, e nell' anno 2014 € 419.373,40, la penalizzazione è stata di soli € 54.000,00 circa e non 300.000, come da lei millantato al consiglio, per giustificare la carognata dell' aliquota di 2.5 x1000 (TASI).
Poichè il Comune di Roccasecca ha già incamerato  € 92.404,68, piuttosto dica cosa c' è stato fatto con quei soldi, quali costi ha coperto e  per quali servizi.
Esplici meglio, perchè siamo a settembre e, mentre si esige € 335.687,30 per TASI (servizi indivisibili della Polizia Locale-viabilità- trasporti- illuminazione etc) - tali servizi sono, non solo indivisibili, bensì invisibili.
Quindi, oltre ad essere pinocchio in consiglio, è oltretutto poco chiaro, anzi,intrasparente, per come il Comune di Roccasecca spende il pubblico denaro in costanza di spending review. 


 Servizi indivisibili                                           costi 

Polizia Locale                                             € 191.096,00
Viabilità e trasporti                                     € 246.954,23
Illuminzaione pubblica e servizi connessi   € 295.254,23
Urbanistica e gestione del territorio €   63.490,00
Parchi e servizi a tutela ambiente                 € 175.472,45

Totale                                                      € 972.166,92
previsione entrate TASI                                 € 335.687,30
percentuale di copertura                                  34,52%


11 set 2014

PROROGA ALL' URBANISTICA.....MA I LAVORI ESEGUITI NON SI PUBBLICANO

La produttività del Tecnico esterno, Arch. Maristella Delli Colli, non viene messa on-line, come d' altra parte quasi tutte le determine dell' Ufficio Urbanistica del Comune di Roccasecca.... I cittadini di Roccasecca, chiamati solo a pagare le Tasse stellari di IMU-TASI-TARI.
Arch. Maristella Delli Colli 
La Giunta Giorgio Giovanni, con delibera n. 100 del 28.08.2014, ha prorogato, l' incarico di collaborazione di supporto all' U.T. (Urbanistica) all'  Arch. Maristella Delli Colli, figlia dell' ex Resp. dell' Ufficio Lavori Pubblici, Innocenzo Delli Colli.
La Giunta Giorgio riconosce alla Professionista, il compenso omnicompresivo degli oneri accessori di € 50,00 per ogni pratica assegnata ed esaminata ed € 10,00 per ogni pratica di condono edilizio definita con il rilascio del P.d.C. in sanatoria ed € 15,00 per ogni certificato di destinazione urbanistica predisposto e rilasciato, nell’arco di tempo dell’incarico e che comunque la prestazione sarà valutata in termini di risultati.
Limita la suddetta collaborazione fino alla concorrenza della spesa stabilita di € 2.500 e quindi siamo a 5.000 euro.
E' appena il caso di far notare che la suddetta professionista, oltre che essere figlia di Delli Colli.... nipote di Delli Colli ( Revisore dei Conti), è anche membro del direttivo del Partito Democratico-Sez. Sandro Pertini-di Roccasecca.
Ma la sottolienatura doverosa è che della produttività da febbraio ad oggi della Professionista Delli Colli, pagata con i soldi dei Roccaseccani, non è stata resa pubblica, al pari delle altre Determine dell' Ufficio Urbanistica, nè la valutazione in termini di risultati, data dal Resp.di settore  Arch Fava nè:
1-quante pratiche  ha esaminato;
2-quante pratiche di condono edilizio;
3-quanti certificati di destinatione urbanistica:
Tutti i Roccaseccani, dovrebbero indignarsi per questo andazzo INTRASPARENTE-FAMILISTICO- PIDDINO, e lo dovrebbero GRIDARE AL MONDO, visto e considerato che proprio ultimamente, con delibera di Consiglio dell' 8.09.2014, la maggioranza Consilare del Sindaco Giorgio Giovanni, ha sfacciatamente tartassato i Roccaseccani ricchi e poveri,  con aliquote massime di tasse Comunali:-  IMU-TASI E TARI.

TOCCATO IL FONDO, CON LA «CADREGA» SAF SpA

Roccasecca Piddina, lo specchio dell' Italia Piddina.... si scelgono le migliori poltrone, dell' inefficiente, inefficace e puzzolente carrozzone SAF, per i culi piddini trombati e/o riciclati dell' IDV, come quello dell' ex on.le Regionale, Anna Maria Tedeschi?
Ex.On.le ANNA MARIA TEDESCHI
Auspichiamo proprio che non sia Ella (la Tedeschi) la persona dalle spiccate capacità tecniche e amministrative che possa controllare da dentro cosa avviene a Colfelice e tutelarci; che non sia Ella la persona  per la quale il sindaco Giovanni Giorgio si sta impegnando per ottenere un posto per Roccasecca ed il territorio all'interno del prossimo cda della Saf., in quanto detto ruoli, per lui o per un amministratore,  incompatibili.
Che non sia Ella, non per partito preso, ma per i suoi trascorsi politici, non improntati al bene comune, ma al proprio bene carrieristico Iddivino, iniziati con fiaccolate contro la MAD, denunce al Fardelli della SAF, ambedue le battaglie fallimentari, ma produttive per appollaiarsi alla Regione Lazio, a fianco al compagnuccio  Maruccio che delinqueva a manetta (rubava i soldi dei cittadini laziali)  ed Ella non se ne accorgeva...... dimostrando, così, scarse capacità tecniche ed amministrative.
Dopo la fine dell' IDV si ricicla nel Partito Democratico (PD), entra nel direttivo provinciale e corre voce di una sistemazione... che sia alla SAF ?
Se così, il Partito Democratico si certifica Partito affamato di Poltrone da elargire ad amici di cordata.
SPERIAMO CHE NON SIA VERO, PERCHE' ALTRIMENTI AVREMMO TOCCATO IL FONDO.
Alla Società Ambiente Frosinone (SAF SpA) di Colfelice, che andrà a ridisegnare il CDA, è giusto che il Comune di Roccasecca abbia un proprio rappresentante......ma chi dovrà essere questo rappresentante lo deve decidere il Popolo di Roccasecca e non il Sindaco Giorgio con il direttivo della Segreteria Piddina......  PRIMARIE PER IL CANDIDATO AL CDA DELLA SAF O QUANTO MENO INDIRE UN CONSIGLIO COMUNALE APERTO, IL SINDACO  PROPONE UNA ROSA DI NOMI CHE IL CONSIGLIGLIO ESAMINERA' E DELIBERERA' LA VOLONTA' POPOLARE.
QUESTA E' DEMOCRAZIA!

10 set 2014

SANTA IGNORANZA!

Ed è proprio vero che  la superbia è figlia dell' ignoranza, come lo sono la supponenza e l' arroganza..... e, al Consiglio Comunale di lunedì 8.09. 2014, l' assessore Giuseppe Marsella, la presidente del Consiglio, Laura Scappaticci e il Resp. della Polizia Municipale, Massimo Marra,  hanno dato ampia dimostrazione di tutte le belle qualità derivanti dall' ignorare, soprattutto la Costituzione. 
Troppo spesso DIMENTICATA
L' Amministrazione Giorgio Giovanni, di Roccasecca,-prov.Frosinone-regione Lazio, nell' ultimo consiglio comunale, ha dimostrato, con le minacce, le intimidazioni, la repressione di una pubblica opinione ed  i regolamenti che non ci sono, di «ignorare» l' A-B-C del viver civile, della democrazia, del corretto rapporto eletti-elettori, ma soprattutto la legge fondamentale dello Stato Italiano, la Costituzione.
Il livello socio-culturale è racchiuso nei comportamenti del Presidente del Consiglio, Laura Scappaticci, dell' assessore Giuseppe Marsella e del Resp. della Polizia Muncipale, Massimo Marra, i tre personaggi che si sono sbracciati ed hanno inveito contro il pacifico Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» ed altre persone collaborative con il I° Flash Mob di Roccasecca, cui la stampa di ieri, ha dato ampio rilievo.
Esprimere il proprio dissenso verso l' Amministrazione, spronarla ad assumere, responsabilmente, atti favorevoli ai bisogni della cittadinanza, soprattutto in materia ambientale e di finanza locale, con scritte su telo, ha irritato tanto la maggioranza giorgiana che «l' hanno fatta fuori dal vasino», con molestie, minacce e atti inconsulti intimidatori,  contro gli ideatori e attuatori del Flash Mob.
Si sta pensando come Comitato,  sul da farsi per portare all' attenzione di chi di dovere, quanto è successo in quell' assise, con :
La presidente Laura Scappaticci che ordinava al Marra di chiudere le porte dell' aula consiliare, il Marra che ci provava ad eseguire e veniva redarguito da avvocati, giudici e Vice presidente del Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer».
Sempre la Scappaticci che urlava- non mi costringete a prendere provvedimenti!!! a chiamare i Carabinieri...
I Carabinieri li doveva chiamare il Popolo del Flash Mob, per il comportamenti del Resp. della Municipale che nel modo più assoluto si doveva permettere.
E poi l' assessore Marsella: «MARRA prendi i nominativi di tutti che li denunciamo!!!»
Marsella  (o altri della Giunta Giorgio)  non è nuovo a queste uscite intimidatorie, già ad un consiglio sulla TARSU 2011, apparve  il fratello che con la macchina fotografica immortalò  tutti i partecipanti al Consiglio Comunale.
Cari Roccaseccani, queste esternazioni, questi atti intimidatori, visti e sentiti da  50 testimoni+ i consiglieri di opposizione Abbate-Sacco-Colantonio-Tanzilli, in aperta violazione della Costituzione, delle leggi ordinarie e dei regolamenti.
La maggioranza del Comune di Roccasecca, targata Giorgio Giovanni, lunedì u.s., con quanto su suesposto, ha scritto una bruttissima pagina, incivile ed  antidemocratica della storia di Roccasecca.

FLASH MOB INDIGESTO

Il sindaco Giorgio, non riesce proprio a mandar giù l' amaro calice del Flash Mob del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer» e dei cittadini che non ne possono più della sua  amministrazione insipiente, inefficiente inefficace e vessatoria.
Dal Quotidiano Cassino di oggi, 10.09.2014

Dal Quotidiano Cassino di oggi, 10.09.2014, il Sindaco Giorgio, si toglie i sassolini dalle scarpe in merito all' ultimo Consiglio Comunale, avendone per tutti.....Solo demagogia pura all' ennesima potenza che ormai non incanta più nessuno, solo bugie, bugie, tante bugie  scusatore.
Lasciando all' opposizione consiliare il botta e risposta ai sassolini che il Sindaco Giorgio si è tolto e che li riguarda direttamente, qui è il Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer che dice qualche parolina chiarificatrice al Sig. Sindaco.
Con quell' insulso trafiletto su Flash Mob, peraltro andato a buon fine, mostra, molto, nervosismo, perche le coscienze dei Roccasecca si stanno elevando, e la partecipazione al consiglio comunale ne è una testimonianza
L' aula consiliare era gremita, e Sig. Sindaco Giorgio, quando mai ha visto,  tanta partecipazione di Popolo?
Nessuna strumentalizzazione personalistica e politica, semplice elevazione delle coscienze.
Sindaco Giorgio, la ridicola  battutina d' accatto : « quel lenzuolo esposto dai manifestanti occupava più spazio della somma del numero di coloro che lo agitavano», se la poteva proprio risparmiare.
Ma a reggere quel lenzuolo, voleva vedere i 50 partecipanti al Consiglio Comunale?
Tranquillo Sig. Sindaco, al prossimo Consiglio Comunale, ci sarà un' affluenza di Popolo- Sandwich, così vediamo cosa è capace di inventarsi la brillante mente,  per denigrare, irridere ed offendere, oltre che vessare con IMU-TASI-TARI, i Roccaseccani..

ISTITUZIONI ???

ANCHE L' ATTUALE PREFETTO DI FROSINONE, DOTT.SSA EMILIA ZARRILLI, COME I PRECEDENTI SUOI COLLEGHI,  NON CONCEDE LA FUNZIONE DI P.S. AL RESP.DELLA MUNICIPALE DI ROCCASECCA, DOTT. MASSIMO MARRA, ....PERCHE' ? E, A QUALE TITOLO ED IN CHE RUOLO, IL SUDDETTO ERA PRESENTE AL CONSIGLIO COMUNALE DI LUNEDI' 08.09.2014 ?
La Dott.ssa Emilia Zarrilli
Il Fash Mob del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer», molto corretto, silenzioso e civile, fuori dell' aula consiliare, ha colto di sorpresa tutti, ma ha infastidito molto il Sindaco Giorgio, che pare avesse dato ordine di chiudere la porte, e la presidente del consiglio, Laura Scappatici, che sin dall' inizio, molto nervosamente avrebbe fatto cenno, molto democraticamente,  a non riprendere con i telefonini il Consiglio e poi a minacciare di chiamare i Carabinieri.
Perchè non li ha chiamati prima di iniziare il Consiglio, consapevole che il Resp. della Municipale, Massimo Marra non era in possesso dei requisiti di legge ?
I Cittadini dicono BASTA a questa Amministrazione Giorgio che, mentre da una parte, sciala con incarichi da centinaia di migliaia di euro e neppure legittimi il Resp. Ragioneria ed il  Resp. Municipale, dall' altra, Tassa e tartassa, ieri con TARSU, oggi con IMU-TASI-TARI.

Ricevo e pubblico il Comunicato stampa del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer»

Il flash mob del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer» e di tanti cittadini di Roccasecca, e politici come Mauro Marsella, ha colto di sorpresa tutti, tant' è che il Resp. della Municipale, dott. Massimo Marra, nell' impossibilità di svolgere la funzione di Pubblica Sicurezza, visto che il Prefetto ancora non gliel' ha concessa, si è dovuto limitare ad un invito cortese a rimuovere lo striscione.
E' stato dato solo un piccolo segnale, da persone civili ed urbane e, solo per non creare ulteriore imbarazzo al dott. Marra, abbiamo rimosso lo striscione, con la scritta le civiche rivendicazioni: NO ALLA DISCARICA....NO ALLA PUZZA.....NO ALLA TASSA SUI RIFIUTI.
L' intervento flash solo per sensibilizzare gli Amministratori ad una maggiore e seria attenzione all' ambiente ed alla economia delle famiglie.
Il Comitato, non si stancherà di reclamare l' istituzione del Registro Tumori che dovrebbe essere la priorità assoluta di ogni buon amministratore, visto che Rocccasecca è sede di Discarica ed oltrettutto affiancata dal TMB SAF di Colfelice, come, non si stancherà di esigere il monitoraggio continuo e costante dell' aria e dell' acqua, nell' area circostritta MAD srl e SAF SpA.
I Sindaco Giorgio Giovanni non ha informato la Popolazione del IV invaso della Discarica, come dei precedenti, così come dei risultati ARPA e solo al Consiglio Comunale abbiamo appreso che si è sempre battutto contro gli amplimenti della Discarica, con continui e reiterati incarichi legali costati ai Roccaseccani 300mila euro.
Trecentomilaeuro sono una bella cifretta per ritrovarci con la «puzza» continua che ammorba l' aria e con i conseguenti disagi e oltretutto con la beffa che nessuno, tipo l' ARPA, ci dice l'esatta provenienza, se MAD o SAF.
Oggi il Sindaco, in pieno consiglio comunale ha fatto delle affermazioni gravissime: «La puzza viene dalla SAF e non dalla MAD......la SAF tiene il percolato, non lavorato, nelle vasche dei capannoni verdi».
Come Comitato ci impegneremo ad appurare la verità ed intanto chiediamo al Sindaco, da quanto tempo ne era a conoscenza e cosa ha fatto, da membro della Società Ambiente Frosinone (SAF), oltre che recamare un posto nel CDA.
Infine, non è proprio giusto che i Cittadini di Roccasecca debbano essere tartassati da IMU-TASI-TARI, con aliquote al massimo, mentre il Comune esternalizza servizi, chiama Responsabili da D3-D6, oltretutto in modo illegittimo ( Resp. Ufficio Ragioneria e Resp. della Polizia Municipale ) e si dota di un comunicatore a € 5000 per 6 mesi.
Non è giusta, soprattutto la TARI, quando sul territorio insiste una Discarica che non dà più il benefit ambientale, come sentenziato dalla Corte Costituzionale atto n. 280 del 28.10.2011.

09 set 2014

I° FLASH MOB DELLA STORIA ROCCASECCANA

Tutti i giornali ne parlano.....Grazie di cuore dal Presidente Danilo Chiappini e Vice Presidente Anna Maria Rossini del Comitato  «Basta Eternit - Fibra Killer».


Il Comitato ambientalista, «Basta Eternit - Fibra Killer», FLASH a Palazzo Boncompagni in pieno consiglio comunale, sorpresa di tutti e imbarazzo del Resp. della Polizia Municipale, che, privo della Funzione di PS ( Pubblica sicurezza), su sollecitazione del Presidente del Consiglio, Laura Scappaticci, ha provato, illegittimamente e timidamente a strappare lo striscione dalle mani dei pacifici manifestanti.
Arroganza, supponenza e illeciti...questa la verità sull' Amministrazione Giorgio e riguardo al Flash Mob, riuscitissmo, la Presidente Laura Scappaticci e il Resp. dott. Marra, dovranno renderne ai Cittadini di Roccasecca ed alle Istituzioni superiori. 

ALLA FACCIA DELLA TRASPARENZA!

Le «trappolone» dell'assessore al bilancio, Prof. Torriero, sulla TASI è di una sfacciataggine più unica che rara:- incassare cumulativamente e poi giostrarsi gli incassi all' urgenza del  proprio piacimento-.
Consiglio Comunale del 08-09-2014 -Foto del quotidiano L'INCHIESTA
Se l' opposizione consiliare ed i cittadini di Roccasecca, con la ratifica del regolamento TASI al prossimo Consiglio Comunale, la fanno passare liscia, è veramente vergognoso ed inaccettabile.
La legge di stabilità 2013, che ha istituito la tassa Tasi, all’art.1 comma 682 ha disposto che i Comuni con proprio Regolamento devono determinare non soltanto le aliquote, le detrazioni, esenzioni… ma anche “l’individuazione dei servizi indivisibili e l’indicazione analitica, per ciascuno di tali servizi, dei relativi costi alla cui copertura la Tasi è diretta”.
Il rispetto di tale prescrizione da parte dei Comuni consentirebbe ai cittadini di poter giudicare se quanto pagato (tanto o poco), corrisponda ad un livello di servizi adeguato.
Dal regolamento illustrato ed approvato, al consiglio comunale di ieri, dalla sola maggioranza, il comma 682 dell' art 1 ( Legge di stabilità 2013) non è stato applicato, dai Cittadini di Roccasecca, gli amministratori esigono solo soldi, ma, come al solito, che fine facciano i soldi incassati dal Comune, non è dato sapere.
Cominciamo a mettere i puntini sulle I: Il gettito TASI, mi è sembrato di capire,  andrebbe a coprire il 34% del costo dei servizi indivisibili tra i quali rientrano la gestione delle fontanelle, la polizia locale, la tutela dell’ambiente, il funzionamento dei trasporti, l’anagrafe, i servizi sociali, la protezione civile e gli organi istituzionali.
Quali sono i servizi che la TASI andrà a coprire ? Sono già stati individuati ? e quanto costano ciascuno?  caro prof. Torriero li esponga, dettagliatamente , ai Cittadini diventati bancomat di un' Amministrazione INTRASPARENTE, INEFFICIENTE ED INEFFICACE.
Tratto da TUTELA FISCALE DEL CONTRIBUENTE ROCCASECCA.....http://infocaaf.wordpress.com/2014/09/09/tasi-alla-faccia-della-trasparenza/

08 set 2014

IL SINDACO GIORGIO HA DETTO: «LA PUZZA VIENE DALLA SAF»

I capannoni della SAF SpA di Colfelice sono pieni zeppi di percolato e la puzza che i cittadini di Roccasecca, Colfelice, Pontecorvo etc, sentono, viene proprio da lì e non dalla Discarica di Cerreto.
Flash Mob al Consiglio Comunale di Roccasecca dell' 8.09.2014
Primo colpo di scena al Consiglio Comunale di oggi, 08.09.2014, per le affermazioni del I° cittadino, Giorgio Giovanni, in merito alla «PUZZA» che ammorba l' aria di Roccasecca, Pontecorvo, San Giovanni, Colfelice e Arce:  «La puzza viene dalla SAF e non dalla MAD......la SAF tiene il percolato, non lavorato, nelle vasche dei  capannoni verdi che si vedono».
E continuando: il  Sindaco di San Giovanni Incarico, Antonio Salvati sta zitto perchè ha richiesto ed ottenuto delle assunzioni.
Da quanto tempo il Sindaco è a conoscenza di questa situazione stagnante - maleodorante della Società Ambiente di Frosinone (SAF)? e perchè solo ora la rende pubblica, oltretutto in pieno consiglio comunale?

Secondo colpo di scena: Il Comune di Roccasecca ha speso in avvocati per opposizioni a vario titolo contro la MAD srl, € 300.000 (trecentomila), per ottenere NULLA ( nè chiusura, nè blocco degli invasi)...
icittadini di Roccasecca se li potevano risparmiare?
Il sindaco ha detto: Atti dovuti, anche se consapevoli dei soldi buttati nelle tasche degli avvocati.
Ma quante campagne elettorali acchiappavoti per la benedetta «Discarica» ? Ricordate la ex Dipietrina locale ora Piddina, la Anna Maria Tedeschi, che ci si è guadagnata pure i galloni di on.le Regionale Laziale ?

Terzo Colpo di scena: la TASSA UNICA COMUNALE -IUC-( IMU-TASI-TARI), aliquote stellari, senza esenzione prima casa concessa in comodato d' uso ai figli e senza esenzioni proprio, se non delle famiglie residenti nel raggio di tre Km..... percentuali assurde.... ma, a detta del Vice Sindaco, assessore al bilancio, Carmine Guerrino Torriero, sacrifici necessari per rispettare gli equilibri di bilancio, in nome della spending review.
Quando si tratta di mettere le mani nelle tasche dei cittadini:- ci dispiace, non volevamo, ci hanno tagliato i fondi statali, chiediamo un sacrificio, un piccolo sforzo-.
Quando si tratta di accontentare amici e parenti si sciale e non ci si pensa proprio.

Quarto colpo di scena : Il sindaco, diventato diventato tecnologico, si è scaricato da internet alcune attività dei comuni virtuosi, sedi di discariche, da cui hanno tratto dei veri e propri vantaggi economici per tutta la popolazione.
In parole povere vuole far diventare la Discarica di Cerreto da finanziatore occulto (acquisto non si sa se regolare o meno, dell' ex mattatoio sequestrato per rifiuti incontrollati) a finanziatore palese.

Caro Sindaco Giorgio e cari Consiglieri tutti, ma quando date incarichi a manetta, ad avvocati, tecnici, ditte, imprese, giornalisti, la storia della spending review, non ve la ponete proprio, come pure quando avete chiamato direttamente i Responsabili degli Uffici Ragioneria e Polizia Locale, mica vi siete posto il problema del risparmio, per casse deficitariè ?!?!?!
Era proprio necessario spendere per tutti e due 150mila euro e rotti per qualifiche di D3-D6, oltretutto illegittime e si deve appurare se pure illegali?
Era una priorità spendere € 5.000 per un giornalista pubblicista che pare faccia eclusivamete pubblicità al Sindaco?
Era proprio necessario spendere € 25.000,00 per il III Concorso Flautistico ?

NON SAREBBE ORA DI FINIRLA CON LE TASSE E COMINCIARE A TAGLIARE I COSTI DELLA CASTA COMUNALE, OLTRETUTTO ILLEGITTIMA ED ILLEGALE ?
W ROCCASECCA ....W I ROCCASECCANI 

06 set 2014

SIAMO TUTTI «MASANIELLO».. « mora 'o malgoverno».

Tommaso Aniello d'Amalfi, meglio conosciuto come Masaniello, fu il principale protagonista della rivolta napoletana che vide, dal 7 al 16 luglio 1647, la popolazione civile della città insorgere contro la pressione fiscale imposta dal governo vicereale spagnolo, costretto poi,  ad accettare le rivendicazioni popolari.
Tommaso Aniello d'Amalfi, meglio conosciuto come Masaniello
















Il Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, in un delirante articolo sul quotidiano L' Inchiesta di oggi, tra le tante «baggianate», a conclusione, ha lanciato questa sciocca (sciocco: Privo di scaltrezza, avvedutezza e prudenza), silurata: «I ruoli di Masaniello, quelli delle chiacchiere senza sostanza, li lascio volentieri ad altri».
Ma lo sa il Sindaco Giorgio che Masaniello fu nominato dal Vicerè, "capitan generale del fedelissimo popolo napoletano", Popolo portato alla vittoria contro le ingiuste gabelle reali?
Sindaco Giorgio, si vergogni! non conosce la storia e la vorrebbe pure usare per offendere i «Masaniello» Roccaseccani, che le posso garantire, non è uno, ma sono proprio tanti e si stanno organizzando per la rivolta, che prima o poi scoppierà.
E non si permetta più di offendere l' intelligenza del Popolo Roccaseccano, con la pubblicità mediatica di delibere di giunta che servono  solo per il foraggiamento degli avvocati, amici e parenti,  non per difendere l' ambiente.
LE DELIBERE DI GIUNTA SI PUBBLICANO ALL' ALBO PRETORIO ON-LINE, NO SUI GIORNALI !
E poi se fosse stato veramente contrario  al IV invaso della Discarica, avrebbe dovuto prima  informare la popolazione e poi  armare una rivoluzione contro la Ragione Lazio di Marrazzo ed oggi di Zingaretti, altro che prebende agli avvocati.
Comunque di una cosa si è certi, che di «Masaniello» non ci sono solo Io e  il Sindaco Giorgio, se ne deve fare una ragione, il Popolo è esasperato per le troppe imposte e tasse, inique e vessatorie, a cominciare dalla TARI ex TARSU

E

Masaniello è crisciuto, Masaniello è turnato, Je so' pazzo, je so' pazzo nun ce scassate 'o cazzo (Pino Daniele da Je so' pazzo (1979) )