30 lug 2009

REGIONE-SANITA'-ESCORT


Bliz dei Cc in sei sedi di Partiti di Centrosinistra Pugliesi

L'affaire " appalti nella sanità" con scambio di "contributi illeciti" ed "Escort" rischia di infangare ed affondare il già debole Partito Democratico.
I Carabinieri, su ordine della Procura di Bari, hanno acquisito i bilanci dal 2005 al 2008 e tutta la documentazione su contratti e rapporti dei partiti di centrosinistra : Democratico, Rifondazione Comunista, Sinistra e Libertà, Socialisti e Lista Emiliano, nell'ambito dell'indagine sul presunto intreccio tra mafia, politica e affari nella gestione degli appalti nel settore sanitario. Per ora sono quindici gli indagati, tra queste anche l'ex assessore regionale alla sanità Alberto Tedesco, ora senatore del Pd, e l'ex manager della mega Asl di Bari, Lea Cosentino.
Le ipotesi di reato vanno dall'associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, alla concussione, al falso, alla truffa.
Quindi chi più ne ha più ne metta, ma l'elettorato è abituato alle figure sinistre delle Sinistre, Bassolino, Iervolino, Del Turco che ha figure edificanti ne hanno fatte e parecchie.
Ci si apettava da Vendola una immagine più " Morale e Moralizzatrice", ma, forse non per sua responsabilità la "sinistra" ha accusato un affondo che sarà letale per il PD.
Se dovesse accadere, se la sono tirata e non possono certo dare responsabilità al Centro-Destra.
Proverbio: Chi la fa l'aspetti

I TRAMONTI PIU' BELLI DEL MONDO

Il tramonto più bello del mondo si trova ad Oia

Oia è un piccolo villaggio dell’isola greca di Santorini. E’ quanto rivela un sondaggio effettuato tra i visitatori di Tripadvisor, uno dei più importanti siti di viaggio al mondo. Luoghi da sogno per cuori romantici, dove trascorrere momenti teneri ed indimenticabili. Oia, grazie alla sua particolare posizione a picco sul mar Egeo, offre un' oasi si romantico relax.

28 lug 2009

ROCCASECCA


Il Parco archeologico dei Conti d’Aquino, abbandonato degradato e oggetto di vandalismo

I lavori del DOCUP, costato fior di soldoni, inerenti lo splendido percorso in legno, che si inerpica lungo le balze del monte Asprano tra la Casa di San Tommaso ed i resti delle case medievali, riconosciuto come l' unico nel Lazio accessibile per i disabili, sono stati terminati da qualche tempo, ma l'incuria, il degrado e il disagio giovanile hanno inferto un duro colpo all'opera vanificandone la bellezza.
I Cittadini, ormai è prassi consolidata, si sono rivolti ai Moderati per sollecitare un loro intervento presso le Istituzioni per far si che tale opera non resti alla mercè degli eventi naturali e del cretinismo acuto dei giovani disagiati.
Ma, l' incuria e l'abbandono dell' intera cittadina è sotto gli occhi vigili di tutti e, pare che, a nulla valgono le lagnaze continue dei benpensanti contribuenti fatte agli assessori e al Sindaco Giorgio, in primis, forse servirebbe una incisiva azione di ribellione contributiva per dare una mossa al Sindaco Giorgio e alla Sua Giunta.
Non si riesce nel modo più assoluto a vedere un barlume di operatività in merito alla pulizia e al decoro cittadino e segnali di discontinuità in merito alla manutezione ecologica ma soprattutto controlli sul territorio per frenare le bande di teppistelli, che specialmente nel periodo estivo, non avendo altro da fare, danno fondo alla loro stupidità con scorribande e bravate notturne lasciando segni evidenti di sciocco vandalismo, tanto i Vigili non ci sono e la gente normale dorme.
Come è possibile che l' Amministrazione, in costanza di reiterare situazioni vandaliche, non prende i dovuti provvedimenti unitamente alle forze dell' ordine ed ai Vigili Urbani?
I giovani, si sà, terminate le scuole entrano nel lassismo totale estivo, sono allo sbando, in questa cittadina che non offre nulla, nè centri di aggregazione, nè campus estivi, nè biblioteche, nè ludoteche e cosa ancora più grave serate musicali organizzate dalla Pro-Loco o dal Comune.
Piazza XXIII Ottobre dello Scalo, sit-in serale di giovani disagiati e viziati che lasciano, spesso e volentieri, i segni della loro permanenza, che le forze dell'ordine sanno di cosa si tratta, ma il cui gioco preferito è il procurare oscurità rompendo le lampadine della pubblica illuminazione cosa che hanno fatto anche con la pubblica illuminazione e le panchine del Parco Archeologico del Castello e poi ci si meraviglia se accadono le disgrazie come quella di qualche giorno addietro.
Le belle panchine di legno, lavori del DOCUP, spezzate, forse per giocare visto che erano in una zona non curata, piena di erbacce, abbandonata da Dio a dall' Amministrazione Giorgio.
Altro che attrazione turistica religiosa!!!!!!!!! Ma come si vuole attrarre la gente se, avendo un Castello, avendolo abbellito con spledidi percorsi in legno, non lo si cura con una minima manutezione e con qualche persona che vigila, visto e considerato che i cittadini non hanno il minimo rispetto per la natura e per le cose belle?
Le belle Piazze, le belle Vie, i Borghi medioevali di San Francesco, Caprile e Castello sono tutte sudice, lorde e l'Amministrazione non si muove a pietà per sanare questo scempio.
Come sta la situazione delle Cinque Città? Quanti sono gli operatori ecologici in forza?
Siamo alla vigilia del rendiconto 2008 e sarei curiosa di sapere come i nostri prodi amministratori se la caveranno a far quadrare i conti, se i famosi equilibri sono stati rispettati e quali investimenti verranno evidenziati, e, speriamo che i Revisori dei Conti facciano appieno il loro dovere.
Ma soprattutto auspico che si investa di più nelle attività di decoro cittadino e nei giovani affinchè non abbiano più a verificarsi le azioni delinqueziali della Piazza XXIII Ottobre dello Scalo e del Parco Archeologico del Castello di San Tommaso.

26 lug 2009

IL RICCARDI


Organizza all' ultimo minuto secondo il XV Festival Gazzelloni

Al dileggio ed agli insulti del "fine dicitore", Riccardo Riccardi, il Presidente dei Moderati, dott.ssa Anna Maria Rossini è ormai abituata e li rispedisce al mittente con fierezza ed onestà di intenti e di vedute.
Non è la prima e credo neppure l' ultima volta che il Sig. Riccardi, piccato e toccato dalla verità nuda e cruda e dalle franche parole della sottoscritta, mente spudoratamente e vomita assurdità lesive all'intelligenza della sottoscritta e dei roccaseccani.
Se l' avvenimento di cui si è avuta conoscenza, grazie al pungolo dei Moderati, avrà risonanza internazionale, non posso che esprimere grande soddisfazione, anzi, elogerò Sindaco e Giunta in tutti i modi e in tutte la maniere perchè la mia critica non è ...."a prescindere".
Se la serata di esordio del 28 agosto, meglio denominata " Una notte all'Opera" da tenersi nella splendida Via Roma o meglio conosciuta come " Piazza Longa", riscuoterò un successo di pubblico e di artisti, ad una Roccaseccana verace, non può che suscitare orgoglio e condivisione.
Ma il dubbio che mi attanaglia è il seguente: " Se fino a ieri, per la Cittadina, era un vocio di stop al Festivala di Severino Gazzelloni, e il Riccardi, si, proprio "Lui" su FB non più di una diecina di giorni orsono ha commentato, in una nota, che la Giunta Provinciale Uscente di Centro-Sinistra ( Scalia e C.) non aveva stanziato un centesimo di euro per il Festival Severino Gazzelloni e pertanto, non essendoci fondi, l'evento era soppresso, ora improvvisamente, a mezzo stampa, tuona fulmini e saette contro il Presidente dei Moderati a Suo dire disinformato.
Il XV Festival Gazzelloni, nella ricorrenza del 90° anniversario della nascita, non può che essere scintillante e pieno di sorprese, come d' altra parte lo è l'estate roccaseccana, programmi e volantini in stampa.
Mi permetto solo di ricordare, al Sig. Riccardi, per dovere di cronaca, che l'estate è iniziata a giugno e terminerà a settembre, quindi, siamo a fine luglio e cosa resta?
Mi permetto ancora di ricordare che se è stata fatta e/o si farà qualche serata tipo l' esibizione delle varie scuole di ballo o di palestre o la famosa festa della birra è solo grazie ai privati, bar, ristoranti, che si sobbarcano di tutte le spese per allietare i Roccaseccani.
Quindi, ad oggi, non c'è programma e non c'è stata nessuna serata sponsorizzata dal Comune, altro che concretezza, solo chiacchiere perchè se fossero stati candalerizzati gli eventi, sicuramente sarebbero stati pubblicizzati dal sito internet del Comune, così come è avvenuto per l'evento new " Master Class"; ma ricordo che anche questo new è privatissimo, Associazione Muse Eventi Musicali, del maestro Colaianni e C., per i quali i partecipanti devono pagare per avere una lezione ed i soldi vanno nelle tasche dei Maestri e mi sembra pure giusto.
Comunque, in fiduciosa attesa delle serate roccaseccane in allestimento e soprattutto del "XV FESTIVAL SEVERINO GAZZELLONI" invitiamo il Sig. Riccardi ad usare toni più riguardosi e rispettosi verso i cittadini e le Associazioni e i Movimenti che si adoperano per il bene di Roccasecca e dei Roccaseccani a titolo gratuito, mentre il suo lavoro istituzionale  viene lautamente ricompensato con i soldi dei cittadini intelligenti e consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri.

25 lug 2009

COSTITUENTE DEI CENTRO


Verso la “Costituente di Centro” con OO SS, Movimenti e partiti di estrazione Democratico-Cristiana, Società Civile


Organizzatori, il Gota dell’ UDC Regionale, il Segr. Regionale Ciocchetti e gli On.li Rodolfo Gigli e Giacomo Troja e l’ On.le Anna Teresa Formisano, testimonianza precursice del Progetto ” Costituente di Centro” nella Provincia di Frosinone con UDC-TERZO POLO-MODERATI che tanto successo ha riscosso alle ultime elezioni Provinciali.
Allocation di prestigio, scelta dall’ UDC regionale, il Grand Hotel Parco dei Principi di Roma, per l’apertura ed il confronto tra le diverse anime centriste che stanche ed insoddisfatte dell’attuale Bipolarismo degenerato nel Bipartitismo (PD-PDL) becero, inconsistente e deleterio per l’ Italia guardano con simpatia ad una aggregazione centrista capace di catalizzare Movimenti, Partititi Costituzionali, Organizzazioni Sindacali, Personaggi della così detta Società Civile, ma soprattutto che sia in grado di intercettare i veri bisogni della gente farsene promotori e, dopo attento esame, porre in essere le strategie idonee a soddisfarli; insomma ” la Persona” al Centro della Politica ed il ritorno, quindi alla Politica come servizio.
E, da qui la necessità, vera, quella di ritrovare e ricomporre l’ aggregazione basata sulle culture, sui valori, sulle identità, andata in disuso con la ” discesa in campo” di Berlusconi ideatore di slogan e spot pubblicitari cui hanno fatto eco i vari Veltroni, Franceschini ecc ecc.
I MODERATI, con l’accogliere l’ invito dell’ On.le Anna Teresa Formisano, sono stati presenti con una delegazione capitanata dal Vice Presidente Silvio Tedeschi che si è detto onorato di partecipare e, a nome di tutto il Movimento Politico, ha avuto, nel suo breve discorso, parole di elogio per il progetto ” Costituente di Centro”, oltremodo condivisibile data la comunanza valoriale con l’ UDC e tutti gli altri soggetti presenti, visto e considerato che l’esperimento progettuale innovativo, nella Provincia di Frosinone, è stato accolto con simpatia ed ampio consenso.
Quindi l’ intuizione dell’ UDC di aprire ai MODERATI e ad altri “costituzionalmete” di Centro, in coerenza con i valori posti a base del proprio percorso, nella prospettiva di un ritorno alle urne nella prossima primavera, è stato un vero e proprio colpo di genio perchè sarà un rifurgio per le tante anime che non si riconoscono più negli attuali schieramenti, che se vanno bene nei paesi Anglosassoni, non rientra, però, nell’ Italico DNA.
I Moderati sono, in linea di massima, in sintonia con l’ UDC- Terzo Polo, Organizzazioni Sindacali, Moderati Italia, insomma con tutti i partecipanti ai lavori ai quali, non resta altro che ritrovarsi per stilare un accordo programmatico della Costituente di Centro.

Il Presidente

Anna Maria Rossini

23 lug 2009

STALLO OPERE PUBBLICHE


A Roccasecca 4 milioni di euro dalla Regione Lazio in stand-by
Il teatrino della politica roccaseccana è tutta incentrata su deleghe tolte e poi riconferite, rifiutate e poi nuovamente, dopo i riti propiziatori, accettate e questo per quanto riguarda il commercio ed affini; mentre quelle pesanti dei lavori pubblici avocate a Se dal Sindaco Giorgio, a tutt'oggi, non si capisce cosa intende fare.
Intanto siamo in attesa dell'apertura dei cantieri, millantati in campagna elettorale, per il rifacimento di varie strade della cittadina, della Chiesa di Santa Margherita, della Palestra della Scuola Media del Centro ed opere manutentive delle altre scuole, le cui attività. ricordiamo, riprenderanno il 14 settembre.
Pare che i progetti finanziati dalla Giunta Marrazzo, su interessamento dell' attuale europarlamentare, De Angelis, già assessore regionale alle piccole e medie imprese, siano stati messi a punto, i soldi pervenuti nelle casse comunali ma dell' investimento nelle opere per cui sono stati richiesti neppure l'ombra.
Passate le elezioni provinciali, ci si aspettava l' apertura di una marea di cantieri per tutta Roccasecca e invece cosa succede in giunta? Arrivano i soldi e il prudente Sindaco, toglie la delega del lavori pubblici a Forte Bernardo e la avoca a se con l' intento di gestire in prima persona i fondi regionali? o per conferirla ad un altro di cui Lui si fida di più?
Intanto pare tutto fermo e non è una novità e la cittadina langue di una malattia insanabile ed incurabile " MORTE PER ASTENIA DEL SINDACO E DELLA GIUNTA"; e nelle more, si logora il potere d' acquisto dei soldi pervenuti. e il sogno di vedere strade senza buche, scuole e chiese sicure svanisce come neve al sole.
Comunque i Moderati, l'unica opposizione visibile e credibile, anche con la calura estiva, non molleranno di essere da pungolo all'amministrazione Giorgio che, se non è all'altezza del compito, perchè non fa un bel gesto di altruismo per il bene di Roccasecca e dei Roccaseccani?
Se quella da sempre definita GIUNTA-PAPOCCHIO non riesce, ora più che mai, a svolgere con serenità e fiuducia il proprio compito, visto che il Sindaco scuce e ricuce, segno di estrema labilità strutturale, perchè, coraggiosamente, non prendono atto del fallimento e con orgoglio abbandonano il timone per metterlo in mani di forze più omogenee e aggreganti che, sicuramente, concepiscono la gestione della Cosa Pubblica in modo diverso e, quindi agiscono in modo diverso, forse più qualificante?
Loro ci hanno provato, ma hanno fallito, avendo trovato debiti sui debiti e non trovato la strada del risanamento e, quindi, prima dell'affondo definitivo fate un esame di coscienza e, da prodi guerrieri, gettate la spugna. Roccasecca Vi ringrazierà.

SVEGLIATI ROCCASECCA


E' il grido di dolore dei "MODERATI", unico baluardo a difesa dei Cittadini

Ormai è sotto gli occhi di tutti, Roccasecca è una Città abbandonata a se stessa. La classe politica è ormai impegnata a elaborare strategie future pensando forse ai prossimi appuntamenti elettorali e in particolar modo le elezioni comunali del 2011. Mentre il Sindaco è impegnato a tenere in sella la Giunta dopo le ultime defezioni dall’altra c’è chi ha intrapreso la carriera politica oltre confine ed è pronto a impegnarsi totalmente nella politica provinciale. Qualcuno direbbe, a Roccasecca chi ci pensa? Nessuno, almeno da quello che si vede, tranne la sensibilità di alcuni operai del Comune che ogni mattina si preoccupano di pulire le piazze, sembra di vive in una Città senza regole, senza una guida politica, senza amministratori, insomma il nulla. Non si capisce per quale motivo a nessuno viene in mente di tornarsene a casa e chiede magari agli elettori di esprimere un giudizio, l’attaccamento alla poltrona è l’unica considerazione che viene fatta dai cittadini di Roccasecca, siamo consapevoli di essere rimasti soli a difendere gli interessi collettivi. L’opposizione è diventata invisibile, una sua parte una volta assicuratasi un Consigliere Provinciale e un Assessore “ esterno” pare che di colpo non abbia più a cuore le sorti della nostra città, insomma a che gioco stiamo giocando? Di colpo è sparita l’estate roccaseccana, il Festival Gazzelloni rischia di essere una delle tante manifestazioni monotone e noiose che quest’Amministrazione ha saputo regalarci nel corso degli ultimi anni, una Città che per le sue bellezze avrebbe potuto offrire ai turisti e ai cittadini stessi serate indimenticabili, rischia di imbattersi ancora una volta in una qualche sagra della pecora o piatti simili. Insomma i politici locali si sono dimenticati di Roccasecca e questa è un’ulteriore prova d’inefficienza d’incapacità organizzativa e soprattutto la prova che bisogna cambiare registro, bisogna voltare pagina. Ormai tutti, maggioranza e opposizione hanno fornito prova, bisogna sin da adesso iniziare a lavorare per offrire alla Città la possibilità di rilancio e di riscatto. Sarebbe un bel gesto se domani, Maggioranza e Opposizione dichiarassero apertamente di aver fallito l’obiettivo, di non essere stati in grado di garantire alla nostra bella Città sviluppo e benessere. I cittadini avrebbero apprezzato più un gesto del genere che non l’insistenza di taluni nel voler continuare a tutti i costi, un percorso amministrativo che fa acqua da tutte le parti. Svegliati Roccasecca!!!!
Tratto dal Bolg MODERATI-SILVIO TEDESCHI

UN GRADITO RITORNO

  Bentoranta Presidente Di Gasparro

Gradito ritorno nei Moderati dell’ex Presidente della Sezione Moderati di Piedimonte. La Di Gasparro dichiara di essere contenta di rientrare nella grande famiglia dei Moderati e si dice pronta a riprendere il percorso politico che si era interrotto circa un anno, fa per divergenze con l’ex dirigenza dei Moderati.

22 lug 2009

ROCCASECCA SENZA GAZZELLONI ?


XV "Festival Severino Gazzelloni" tabula rasa

Archiviata l' estate Roccaseccana, ricca di eventi che, ohinoi, non ci saranno più, è in atto molto probabilmente anche il disarmo del glorioso Festival che coinvolgeva tutta la città.
Non ci saranno più, molto probabilmente, tra agosto e settembre le famose serate culturali in "Musica" che da quindici erano passate a sette per arrivare poi alle quattro della passata edizione tutta targata Giunta Giorgio-Assesore alla cultura Riccardi.
Non ci saranno più nelle suggestive piazze medioevali e nelle preziose chiese i concerti memorabili di famose orchestre e/o cantanti lirici di chiara fama internazionale; non proveremo più le belle emozioni nè noi Roccaseccani nè tutti gli amanti della garande musica che amavano molto questo importante evento nel nome del grande talento del "Flauto d'Oro", Severino Gazzelloni e di tutto ciò che ruota intorno, flautisti giovani premiati con le Borse di studio " Severino Gazzelloni" e non, repertorio variegato di musica sinfonica, da camera, operistica ...
Che stretta al cuore prendere coscienza che l'evento "coult" di fine estate roccaseccana non ci sarà mai, mai, mai più.
Anche se prevedibile, visto lo scemare delle giornate e la scarsezza qualitativa degli artisti e delle orchestre, ci si aspettava, speranzosi, uno scatto di reni dell' assessore alla cultura ed un suo attivarsi fino allo stremo per difendere in tutte le sedi il Festival e non lasciarlo languire, fino alla fine.
Non è giusto che questi amministratori che si crogiolano nel dolce far nulla, stiano ancora in sella a scaldare la poltrona ed invito pertanto i Cittadini di Roccasecca a dare un segno tangibile di orgoglio per il proprio Paese e per il proprio concittadino che merita altro che Festival!!!!!!!!!!
Loro devono sapere che se Roccasecca sta nel degrado e nell'abbandono più totale la responsabilità è del Sindaco Giorgio e della Sua Giunta tenuta in piedi da un'unico collante che lascio alle loro intelligenze decidere qual' è.

18 lug 2009

SIAMO PRONTI

FERVONO I LAVORI PER UNA LISTA MODERATI-UDC-TERZO POLO

L’attività dei Moderati non si ferma nemmeno in questi giorni di calura. Le richieste di adesione al Movimento di appartenenti fino a ieri al PD e al PDL non fanno altro che accelerare il processo di riorganizzazione del Movimento anzi alla luce degli ultimi sviluppi è necessario serrare le fila ed iniziare a lavorare per i prossimi appuntamenti elettorali. E’ già iniziata la campagna elettorale per le regionali e le comunali del 2010. I Moderati saranno al fianco del Terzo Polo ed in particolar modo dell’UDC cercando quindi di consolidare un rapporto di massima fiducia che si è instaurato tra i dirigenti dei Moderati e l’On. Formisano in primis ma anche il Sindaco di Arpino Fabio Forte e il Consigliere Regionale l’Avv. Domenico Marzi. Per i Moderati di Roccasecca doppio lavoro visto che nel 2011 ci saranno le elezioni comunali a Roccasecca. L’obiettivo è quello di poter giungere all’appuntamento elettorale di Roccasecca con una propria lista una Lista Moderati – UDC – Terzo Polo. Le condizioni ci sono tutte per poter presentare un progetto politico credibile e vincente. Non mancano le proposte di adesione ed anche di candidatura mentre è già stato individuato l’identikit del possibile Candidato a Sindaco . Attorno alla figura del candidato Sindaco si cercherà di costruire una squadra forte, coesa, con esperienza amministrativa, persone qualificate e in grado di poter svolgere a pieno il proprio compito. Roccasecca da tanti anni è succube di un dualismo che ha procurato solo arretratezza, poco sviluppo e poca crescita. Basta al dualismo Abbate – Giorgio, i roccaseccani non ne possono più di questa sfida perenne che non ha prodotto nulla di buona per questa Città, bisogna usciere dalla logica della tifoseria e iniziare a lavorare per un’alternativa credibile, un progetto politico e non civico, una lista che si espressione della stessa ideologia, basta con la somma di più ideologie e appartenenze politiche, i danni si sono visti ultimamente. Un’amministrazione comunale non può essere rappresentata da partiti diversi che a livello provinciale, regionale e nazionale fanno parte di schieramenti diversi. I Moderati puntano quindi alla composizione di una lista specificatamente politica, abbiamo le persone giuste per poter ambire ad amministrare la Città di Roccasecca. Siamo sicuri di potercela fare visto che abbiamo tutte le carte per poter scardinare una volta per sempre il monopolio politico degli Abbatiani e dei Giorgiani. Siamo sicuri di aver individuato anche il Candidato a Sindaco giusto, una persona capace sicuramente di intercettare molti voti di chi fino a ieri ha creduto ancora una volta alla svolta Abbatiana o Giorgiana. Il momento è favorevole, dopo il successo elettorale ottenuto alle ultime elezioni provinciali, sappiamo di poter contare su una base elettorale solida. I Moderati come del resto l’UDC e il Terzo Polo hanno una cultura di governo e non di testimonianza. Bisogna iniziare sin da adesso a lavorare per i prossimi appuntamenti elettorali. Lo stesso discorso sarà fatto ovviamente laddove i Moderati sono rappresentati a partire dalla Città di Cassino, Piedimonte, dove dovrebbe votarsi l’anno prossimo.
LA DIREZIONE NAZIONALE DEI MODERATI

I CIOCIARI



ora sanno a chi rivolgersi per le problematiche territoriali provinciali

Presidente, Bilancio e finanza : Antonello Iannarilli
Presidente del Consiglio: Sergio Cippitelli
Vicepresidente e Assessore all’Ambiente: Fabio De Angelis
Urbanistica ed Edilizia Scolastica: Gianluca Quadrini
Attività produttive e Commercio: Francesco Trina
Lavori pubblici: Alessandro Cardinali
Formazione professionale e Lavoro: Ernesto Tersigni
Agricoltura, Caccia e Pesca: Giovanni Melone
Politiche giovanili, Turismo e Sport: Massimo Ruspandini
Rapporti con la Regione Lazio: Giuseppe Paliotta
Trasporti: Gabriele Picano
Cultura: Antonio Abate

Si ma il tutto, attraverso l' Istituzione Comunale, se funzionante, all'altezza del compito, ed in grado di interagire con l'Istituzione Provincia, che a sua volta, funzionante, all'altezza del compito ed in grado di interagire con l' Istituzione Regione e così ad arrivare all' Istituzione Governativa Parlamentare.
Quindi, il punto di partenza è il Comune che deve essere amministrato bene, da amministratori illuminati e attivi, chiave di volta per lo sviluppo, socio-economico non solo dello stesso ma della Provincia, della Regione e dell'Italia.
Quindi tutti gli eletti a qualsivoglia Istituzione, hanno l'obbligo e dico l'obbligo di attivarsi e di essere all'altezza del compito loro assegnato dall'elettorato, di studiare attentamente le problematiche della collettività ed essere in grado di soddisfarle.
Cominciamo, quindi, noi cittadini, ad entrare nell' ordine delle idee di esigere, dai governanti comunali, una attività amministrativa seria, costante e che abbia la capacità di non solo soddisfare le esigenze primarie e di condivisione ma, ognuno nel proprio ruolo, adoperarsi per elevare la qualità della vita fino a rendere felici gli abitanti dell'agglomerato Comune, Provincia, Regione, Stato.

17 lug 2009

IL PRESIDENTE IANNARILLI


In zona " Cesarini" completa la squadra e la quadra è OK!!!

Finalmente!!!!!!!!!!, all'ultimo minuto secondo valido, quindi senza i tempi supplementari, i componenti la Giunta Provinciale, hanno nome e cognome: Presidente Antonello Iannarilli, Vice Presidente, Fabio De Angelis, poi, Tersigni, Melone, Trina, Abbate; Paliotta, Ruspandini, Cardinali, Picano, Quadrini.
Gente nuova, ma non tanto, come il datato Paliotta che si è riciclato per l'ennesima volta, senza pudore, così come riciclo del papà il giovane Picano saltimbanchi della politica.
Ma, il dato è tratto;anche se il parto è stato complicato perchè era d' obbligo coniugare gli equilibri di AN e FI, che benchè accorpate nel PDL, ancora non si sono assuefatti, non ragionano come PDL ma ognumo con il proprio retaggio valoriale da imporre in tutti i modi e in tutte le maniere; dopo si doveva porgere particolare attenzione agli equilibri di Frosinone-Nord e Frosinone-Sud; conseguentemente c'èra da onorare gli impegni pre-elettorali ( sono stati onorati?), presi con le liste sostenitrici che hanno espresso un proprio candidato e non, insomma molto, molto complicato, ma, come Dio volle, la Giunta è varata e come dice il Presidente, tutti al lavoro con la spada di Damocle del tagliando annuale.
L' augurio è di un lavoro proficuo per la Provincia di Frosinone che, come è notorio, è sempre l'ultima in tutte le classifiche e speriamo che gli scontenti, ce ne sono e tanti, come ad esempio la "Lega " di Evangelista, non inizino quelle azioni perverse dilatorie ma, siano attivisti di azioni oppositive concrete e facciano le " pulci" quando e se del caso.
A proposito di opposizione, il capolista UDC-Terzo Polo, avv. Domenico Marzi, si è espresso nei termini di opposizione forte, seria e decisa non, a prescindere, anzi sarà altremodo valutativa e propositiva e per dirla con le parole di Fabio Forte, le mie reminiscenze di Tecnica Bancaria che adoro:" daremo alla Giunta Iannarilli "un' apertura di credito" ma senza "sconti" mi raccomando!!!
Quindi, massima disponibilità e correttezza, contornate da serietà e preparazione.
I MODERATI dal canto loro, seguiranno con molta attenzione l'operato innovativo della nuova primavera ciociara e si faranno portatori delle istanze dei cittadini, perchè questa è la loro"mission".
Le loro battaglie in ambito provinciale saranno un prosieguo di quelle della campagna elettorale, iniziando per il Collegio di Roccasecca : Il Ponte sul Melfa e la discarica di Cerreto che ,nella considerazione di avere in giunta due illustri Politici zonali: Antonio Abbate e Fabio De Angelis, nonchè il consigliere Colantonio e per l'opposizione il Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, si pensa siano le sensibili priorità dei nuovi amministratori provinciali.

15 lug 2009

IDEAL STANDARD DI ROCCASECCA

Il giorno dell'incontro Managment Aziendale, Organizzazioni Sindacali e Ministro per lo Sviluppo Economico, presente anche l'On.le cassinate, Anna Teresa Formisano (UDC)

Dopo lo sciopero nazionale del 13. u.s. in tutti e cinque gli stabilimenti italiani del gruppo "Ideal Standard" in seguito alla comunicazione della multinazionale americana di voler ricorrere alla cassa integrazione straordinaria per i 1.740 lavoratori a partire dal 1° di settembre p.v. e con il rischio di chiusura di due stabilimenti su cinque;
dopo il sit-in di ieri dei dipendenti dei 300 dipendenti dello stabilimento di Roccasecca davanti alla Prefettura di Frosinone conclusisi con un  breve incontro con S.E. il Prefetto dr. Piero Cesari che si è dichiarato vicino alle famiglie coinvolte, loro malgrado, nalla crisi e si è detto portatore delle istanze dei lavoratori roccaseccani nelle sedi opportune per sollecitare un intervento diretto del governo.
Al sit-in non è mancata la solita  passerella politica "bipartisan" dal neo Presidente provinciale, On.le Antolnello Iannarilli (PDL) con qualche amico sostenitore, L'assessore regionale, Guido Anglisani, l' ex assessore provinciale Patrizia Danella (DS) e il sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, grandi assenti I MODERATI-UDC, che per chi non l'avesse capito, esprimono condivisione e solidarietà in modi e maniere, ben diverse, più concrete e meno appariscenti, come ha dimostrato, in ben altre occasioni ( VIDEOCON), l'On.le Anna Teresa Formisano.
Così come per la Videocon, l'Onle Formisano, capogruppo centrista nella  Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati,  sti sta prodigando, in tutti i modi ed in tutte le maniere per far sì che le parti interessate giungano ad un accordo condiviso a salvaguardia, soprattutto, dei posti di lavoro dei ceramisti-sanitari di Roccasecca, altamente qualificati che reclamano  alla multinazionale americana solo adeguati investimenti per il rilancio commerciale compresso cosa che sembrerebbe peraltro  rientrare nel piano investimenti aziendali 2009-2011.
Quindi, oggi si tiene l' incontro a tre+ l'O.le Formisano, sollecitato dalle OO.SS per il confrontro sul piano strategico industriale e commerciale per l'Italia, prediposto dalla Società e ci aspettiamo che il Governo faccia per intero la propria parte per cercare di porre un argine alla crisi che sta interessando su scala nazionale lo stabilimento Ideal Standard e, in particolare, la sede di Roccasecca».
I MODERATI, consapevoli del disagio che l' incertezza genera, auspicano un incisivo intervento governativo scongiurante non solo il rischio chiusura ma anche il rischio CIG.
E la  notizia di poco fa ore 19.30 data da Extratv è abbastanza tranquillizante: L'Azienda Ideal Standard, sospende la Cassa  Integrazione Straordinaria e le trattative riprenderanno il 30 c.m.

13 lug 2009

Contro il Decreto Alfano

AD ARZACHENA


Beppe Grillo si incorona membro del Partito Democratico e aspirante Segretario

E' il quarto competior dopo Franceschini, Bersani, Marino e pare che la cosa non sia vista di buon occhio, venendo a scompaginare gli "asstets" del Movimento.
Sceglie uno dei posti più belli dell'Italia, Arzachena, amena cittadina in provincia di Olbia Tempio, il cui territorio comprende, nientepopodimenochè, la Costa Smeralda sogno e realtà del principe ismaelita Karim Aga Khan IV, quindi siamo nell'esclusivo regno vacanziero dei Vips tra cui primeggia il nostro Premier, Silvio Berlusconi, peperoncino piccantino vate : donne, Cavelier, l'armi, l'amore......
Effettua il regolamentare versamento dei 16 euro e invia la domanda anche on line poi, come suo stile, annucia la sua candidatura che scatena un putiferio nell' ambiente PD.
Ma! c' è un ma: a detta del coordinatore cittadino, sig. Andrea Filippeddu, il Sig. Grillo non è iscritto al partito, ha semplicemente compilato un modulo di adesione che deve passare al vaglio del Coordinamento Provinciale, quindi da regolamento non è iscritto al Partito e conseguentemente, non si può candidare.
Secondo inghippo: sempre da regolamento, l'iscrizione andava fatta entro il 26 giugno u.s.data della promulgazione dell' assemblea congressuale per eleggere il Segretario.
Allora Beppe, la conosci la canzone che cantava il compianto grande tuo collega Albertone: Te c'anno mai mandato a quel paese, sapessi quanta gente che ce stà...........
Quindi, quali saranno i risvolti di un "niet" a Beppe Grillo di concorrere alla Segreteria PD?
Sicuramente, come una scheggia impazzita, sputerà veleni e sarà prodigo di vaffa verso la debolissima leadership PD, già alla deriva per le sue carenze, già moralmente provata dalle numerose vicissitudini giudiziarie di alcuni leaders, ultimo della serie, lo stupratore romano che ha fatto impennare l'odience negativa del PD, per non parlare di tutti i fallimenti elettorali anche nelle famose zone rosse.
Ed in questa fase pre-congressuale la sortita di Grillo sferrerà il colpo mortale al Partito che si vantava di essere, novità assoluta del progetto riformista con capacità e volontà di confronto sui grandi temi istituzionali e politici.
Sarà, sicuramnete, il Grillo Parlante a finire di sfaldare una classe dirigente clientelare e corrotta rappresentante il peggio dei due Partiti di provenienza e Lui, certamente non sarà colui che risolleverà le sorti del PD; perchè chi di spada ferisce di spada perisce e l'epiteto con il quale ha fatto la sua fortuna gli si ritorcerà contro.

11 lug 2009

IL SINDACO GIORGIO IN DISARMO ?


"It's Not Good"

Scenario roccaseccano post elettorale, oltremodo inquietante nella considerazione degli ultimi accadimenti che gli attori: Giorgio Giovanni, Sindaco, Forte Bernardo, ex assessoreLavori Pubblici - Urbanistica - Affari istituzionali - Formazione, Rezza Claudio, ex assessore al Commercio-Artigianato-Agricoltura-Spettacolo hanno ampiamente pubblicizzato a mezzo stampa con dovizia di comodi particolari.
Il "LA" lo ha dato il Sindaco Giorgio ad urne chiuse e risultati pubblicizzati, defenestrando Rezza perchè " venuta meno la fiducia" che tradotto da Rezza stesso" per comportamenti non in linea con i diktat del Capo, avendo favorito e fatto campagna elettorale pro Sindaco Meteriale.
Inizia così l'azione di rimpasto, ma prima, toglie le deleghe a Forte e gli propone altri assessorati che non risultano essere di gradimento, tant'è che, sdegnosamente, rifiuta avendo nell' intentezione di portare avanti e di chiudere i lavori iniziati, visto e considerato che dalla Regione sono piovuti ben 4 milioni di euro, ed era arrivato pure il Capo Servizio che prima non c'era e da qui la stasi dei lavori.
Ultima notizia il reintegro di Rezza con l'elargizione dei precedenti Assessorati con l'aggiunta delle deleghe: Ater, Polizia Municipale, Traffico e Tutela del Patrimonio, vale a dire le deleghe già proposte a Forte e fa questi rifiutate, pur restando in maggioranza.
Il Rezza Claudio, in un primo momento accetta ma subito dopo se ne pente, e ci piacerebbe conoscere perchè. e tramite il capogruppo consiliare, Staci, fa sapere di rinunciare alle deleghe e che è suo intendimento, però, restare tra le fila della maggioranza, come Bernardo Forte.
L' "impasse" in cui si trova l'amministrazione di Roccasecca è sotto gli occhi di tutti e, chiaramente, questi ultimi accadimenti, non fanno altro che peggiorare la situazione.
E' vero che il Sindaco ha avocato a sè tutte le deleghe dei due rinunciatari ma è altrettanto vero che l'azione amministrativa è anch' essa in stand-by e a Roccasecca è tutto fuori controllo e tutto sta andando alla deriva e non si può, nel modo più assoluto, andare avanti così.
Se prendiamo ad esempio il Comparto della Polizia Municipale ci si rende conto che l'assenza sistematica del controllo viario sopperita in Via Casilina dalla postazione di un Autovelox di dubbia omologazione, produce disagio e insofferenza, per tutto il caos prodotto che per le erogazioni delle multe e per questo motivo i MODERATI rivolgono al Sindaco la seguente istanza con la cortesia di un sollecito riscontro:

PREMESSO CHE
Da un po’ di tempo a questa parte per le vie di Roccasecca-Centro e Roccasecca -Scalo, sono sempre più rari i casi in cui si ha la possibilità di vedere i vigili urbani pattugliare incroci e strade cittadine,.
Che tale mancanza di controllo sprigiona un'allegra non ottemperanza delle leggi e delle ordinanze municipali da parte di alcuni cittadini, mettendo così a rischio e pericolo la sicurezza dei cittadini onesti
CONSIDERATO CHE
¨ Tale situazione sopra descritta porta a pensare che tale strategia sia dettata da precise
indicazioni dell’Amministrazione la quale appare sempre più intenzionata ad
utilizzare i vigili urbani all interno degli uffici con mansioni impiegatizie e non nel
normale ed abituale controllo del territorio
TANTO PREMESSO
Si interroga il Sindaco al fine di sapere:
¨ Quanti sono i vigili urbani in forza alla nostra città e quanti sono quelli impiegati
all’interno dei singoli uffici;
¨ Compiti e mansioni ricoperti dai vigili urbani utilizzati all’interno degli uffici;
¨ Quante contravvenzioni sono state elevate nel 2008 dalla polizia municipale;
- Gli introiti reali degli autovelox a fronte dei costi sostenuti per l' impianto e la manutenzione e per i conteziosi perdenti.

10 lug 2009

Il Commissario UDC On.le Formisano


Analizza il voto delle ultime elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Frosinone in co-presenza dei MODERATI e del Terzo Polo

La presenza dei MODERATI, la cui delegazione composta dal Presidente, Anna Maria Rossini, dal Vice Presidente, Silvio Tedeschi e dal Socio Mario Perrozzi, è stata accolta calorosamente con un lungo appaluso, segno tangibile di stima e di affetto, dai partecipanti al Comitato Provinciale allargato dell' UDC.
Stima e affetto, in seguito, esplicitati dall' On.le Anna Teresa Formisano, dai Consiglieri Provinciali neo eletti: Domenico Marzi, Fabio Forte, Veronesi e dal grande assente per lavoro a Bruxelles, tramite l'On. le Cassinate, Alessandro Foglietta.
Praticamente il Terzo Polo è unito e compatto a portare avanti il discorso iniziato nelle passate elezioni provinciali che tanto successo innovativo ha prodotto nella sonnacchiosa politica provinciale.
Con umiltà e rispetto il Presidente dei Moderati, ringrazia per cotanto onore e dichiara la sua volontà ad introdurre nei "MODERATI" il concetto allargato di UDC-TERZO POLO e inizierà, proprio, alla prima assemblea dei Soci, peraltro già programmata che si terrà questa sera.
L' incontro è avvenuto ieri pomeriggio nella sede provinciale dell'UDC, in seguito all' invito dell' On.le Anna Teresa Formisano, rivolto a tutti gli amici che hanno dato, chi nel piccolo chi nel grande, il proprio contributo al risultato elettorale più che soddisfacente del così detto Terzo Polo".
E' stata la stessa Formisano a presiedere l'assemblea e ad illustrare i dati in modo analitico, serio, senza falsi trionfalismi ma con la consueta concretezza che le sono tanto congeniali.
Altra novità introdotta all'assemblea la calanderizzazione dell'UDC di due importanti ed interessanti appuntamenti regionali, che si terranno a Roma , non solo per il Partito di Casini ma per tutti quelli che non vedono di buon occhio, ed è un eufemismo, il malato bipolarismo e/o bipartitismo, ovvero la preparazione, a medio e lungo termine, di un nuovo soggetto politico aggregante tutti i moderati che non si ritrovano, nelle idee e nelle azioni, degli attuali grandi calderoni PDL, PD e nelle idee estremiste.
La crescita del MOVIMENTO POLITICO DEI MODERATI, passa sicuramente attraverso la crescita dell' UDC -TERZO POLO, per lo meno ci sono tutte le premesse per arrivare alla Costitiuente di Centro, al Partito della Nazione e quindi ............al PPE, sogno del Presidente Rossini e di tutti i Moderati.
All'On.le Formisano, all'On.le Foglietta, ai Consiglieri Provinciali: Marzi, Forte, Veronesi e a tutti i partecipanti uniti per dare il proprio contributo alla crescita ed alla affermazione delle idee liberari e democratico-cristiane, includenti alti valori morali e civili, un grazie dai "MODERATI".

08 lug 2009

RIMPASTO DELLA GIUNTA DI ROCCASECCA


Lavori Pubblici, Urbanistica e Bilancio per questi due ultimi anni residuali, nelle mani del Primo cittadino, dr Giorgio Giovanni.

E' quanto deciso dal Sindaco, motivato dall' impantanamento dei comparti e con il preciso intendimento di dare un nuovo impulso all'attività amministrativa, visto e considerato l' ampia liquidità messa a disposizione della Regione Lazio.
E gli altri comparti vacanti: polizia municipale, sicurezza dei cittadini, protezione civile, traffico, contenzioso, usi civici e politiche abitative, proposti all'ex assessore Forte e da questi rifiutati per sua ammissione, non interessato, a chi andranno?
I gladiatori più accredidati che starebbero scaldando i muscoli sono, forse, di matrice DS o molto vicini ed entrando qulacuno dei vicini, tutto lascerebbe pensare che anche la poltrona dell' attuale assessore alla cultura sia in bilico.
Mentre, sembrerebbe in fascia di rientro, l'assessore al Commercio, Rezza, defenestrato per non aver dato il necessario e corretto appoggio al Primo Cittadino nella recente passata elezione per il rinnovo del Consiglio Provinciale.
Quindi, "l' è tutto da rifare" come diceva Gino Bartali, e, all'uopo, in qualità di Presidente dei Moderati, smentisco categoricamente qualsiasi inclusione e/o immissione sia del nostro consigliere di opposizione, dr. Nota Crescenzo, che resta nel posto dove è stato, dagli elettori collocato, sia di qualsiasi altro socio del Movimento dei Moderati.
La leadeship di recente insediamento non intende minimamente essere coinvolta nel bailamme amministrativo che avrà la sua fine naturale tra due anni, ma ci tiene a precisare che sta lavorando, con serietà, ad un progetto per un rinnovato assetto politico-istituzionale, vuoi a carattere nazionale che a carattere locale; noi siamo per la buona e sana politica perseguita con lo stile inequivocabile dei Democratico-Cristiani; la "Politica" con la "P" maiuscola, non autoincensimenti per nessuno, non inciuci di sorta, non aggregazioni disequilibrate.
Auguriamo alla nuova Giunta rimpastata che sia più armonica nelle aggregazioni politiche, più coesa e che svolga il proprio compito in modo che i risultati siano reali e visibili e a tale proposito, mi permetto di consigliare, nell'interesse dei cittadini, di mettersi subito al lavoro e dare la priorità assoluta alla manutenzione delle Scuole, che non sono frequentate per la pausa estiva, in modo che alla ripresa del prossimo anno scolastico, tutto, una volta tanto, sia a posto senza disagi per gli studenti e le famiglie.

07 lug 2009

LA GENTE DEL NORD


Sceglie i rappresentanti politici, tipo Salvini, a propria immagine e somiglianza?

Che tristezza se fosse così, che miseria intellettuale, se la ricca ed operosa gente del Nord Italia esprimesse i consensi avendo nella mente e nel cuore simili aberrazioni che il Sig. Salvini , senza ritegno esterna:

"Senti che puzza, scappano anche i cani. Sono arrivati i napoletani...
Son colerosi e terremotati... Con il sapone non si sono mai lavati"

Non provano vergogna ad avere come rappresentate al Parlamento Europeo il Sig. Salvini, il "figuro" più imbecille del pianeta terra?
Ma gli alleati del PDL, in prima istanza, il Premier Silvio Berlusconi, non provano ribrezzo al contatto e alla interazione con un simile " ominide"?
Non è la prima volta che questo soggetto, che siede in un consesso, aulico, si concede licenze indegne di un rappresentante del Popolo Italiano e i colleghi compresi quelli di AN tollerano e forse giustificano, non si sa con quali argomentazioni.
Sono triste e preoccupata per le sorti di questa povera ITALIA e questa povera Europa, che in simili mani e con simili teste, certamente si sta involvendo e imbarbarendo e stento ancora a capire le logiche politiche che affermano l'armata brancaleone della Lega Nord.
Gente del Nord, non avete altri referenti con pensieri e sentimenti diversi? Non avete persone più preparate e meno grette da votare?
Non Vi rendete conto del disonore continuo che simili esternazioni gettano? O per Voi l'Onore è un "optional" ed i valori di rispetto e condivisione sono anch' essi un "optional" Gente del Nord?

AVANTI CON OTTIMISMO


Sano e saggio pensiero del v. p. nazionale, Silvio Tedeschi.

La rinnovata vivacità dei Moderati è di buon auspicio per chi ancora crede che le cose possano cambiare in politica. Dopo il successo elettorale ottenuto alle provinciali, è necessario adesso continuare a lavorare e l’obiettivo deve essere quello di arrivare ai prossimi appuntamenti elettorali forti e decisi. Dopo le ultime adesioni al Movimento è necessario riprendere il cammino e tornare a svolgere la propria missione, quella di stimolare e sensibilizzare soprattutto gli Enti intermedi non dimenticando mai di guardare alla politica nazionale. Il rapporto stretto con l’UDC dovrà consolidarsi sempre di più, non a casa la dirigenza parteciperà alla prossima riunione del Comitato provinciale dell’UDC previsto per il giorno 9 luglio, ma al tempo stesso il Movimento dovrà riprendere molte battaglie già intraprese nei Comuni, dove è presente e ben radicato. Tra due anni molti Comuni torneranno al voto e i Moderati dovranno essere pronti ad affrontare qualsiasi situazione. L’obiettivo è rimarrà quello di creare un Terzo Polo anche a Roccasecca, uno strumento necessario per portare una ventata di novità alla situazione politica locale che da troppi anni ormai è statica, senza progettualità e spesso e volentieri rissosa. Una proposta politica che se ben realizzata potrebbe regalare alla Città di Roccasecca una classe politica nuova, fatta di persone volenterose ed in grado di svegliare la Città che è ormai addormentata. I presupposti ci sono, bisogna iniziare a lavorare sin da adesso all’elaborazione di un progetto politico che vede coinvolti i partiti, le associazioni, la società civile, insomma tutte quelle forze che vogliono impegnarsi in politica e cambiare davvero le cose. Non bastano gli slogan, rimpasti e rimpastini, chi ha la voglia di adoperarsi per questa Città mai come in questo momento deve avere il coraggio di uscire fuori dalla logica del bipolarismo anzi del dualismo. Per far crescere una Città bisogna mettere a frutto tutte le esperienze, non basta avere una sola persona, un solo leader, un solo comandante.

06 lug 2009

LA PIAZZA RISORGIMENTO


di Roccasecca-Scalo sempre più caotica e fuori controllo

La piazza della Stazione, un tempo fiore all'occhiello di Roccasecca-Scalo, per l'ordine e la pulizia è, oggi, agli occhi dei visitatori e non solo, un'accozzaglia di tutto e di più.
L'importante punto di snodo ferroviario roccaseccano, che fa affluire, necessariamente, l'utenza dai paesi limitrofi, ha subito, nel corso degli anni, un avvilente retromarcia a causa anche della poco accogliente piazza antistante fatta e rifatta senza alcun criterio urbanistico e di logistica ricettivita e viabilità.
Ma solo abbandono e il degrado regna sovrano e la sporcizia, a rimozione saltuaria, fanno della Piazza, un luogo invivibile e pensare che, in queste serate estive potrebbe essere posto di ritrovo per grandi e piccini, per trascorrere qualche ora in allegra compagnia e socializzare, non offrendo, la cittadina altro di meglio.
L' aggravante, poi, è la circolazione selvaggia di autovetture, motocicli, biciclette, queste ultime, anche indisturbate, ostruiscono il passaggio dei pedoni, sui marciapiedi; per non parlare delle soste " alla come arrivo" in doppia tripla .... fila, rigorosamente fuori posto e fuorilegge nei parcheggi ad orario o davanti ai cancelli delle abitazioni, troppo, tanto caos data soprattutto l'assenza dei Vigili Urbani.
A Proposito di Vigili Urbani, che fine hanno fatto? Ma il Comando dei Vigili esiste ancora a Roccasecca?
Ma non sarebbe compito dei Vigili Urbani: il comminare multe a chi non rispetta i divieti di sosta cittadini, a chi non fruisce degli appositi parcheggi ma sosta in doppia o tripla fila, a chi sgomma con i motorini, a chi lascia l' autovettura per giornate intere ai parcheggi ad orario a chi se ne sbatte dell'ordine e della pulizia?
Ma se loro sono "Desaparecidos" da Roccasecca-Scalo, a chi Santo, i Civili Cittadini devono rivolgersi per il ripristino, perlomeno dell'ordine della viabilità e del rispetto della segnaletica stradale e delle ordinanze municipali?

L' AUTO "REPULISTI"


In casa "Moderati" ha scatenato un putiferio in quel di Roccasecca, ma ciò non giustifica la diffusione di notizie false e tendenziose.

Aria nuova in Casa del "MODERATI", in seguito al cambio dei vertici, avvenuto peraltro in piena serenità e tranquillità, ma che i protagonismi e le chiacchiere di alcuni fuoriusciti vorrebbero inquinare.
Stiamo lavorando con ritmo costante e sereno, nonostante la calura (?) estiva e l'aria vacanziera, perchè siamo consapevoli che bisogna, nel nostro caso, seminare ora e subito, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali che, sicuramente ci vedranno protagonisti assoluti, nella Regione.
L'evoluzione che il Movimento sta perseguendo è tangibile da tutti gli attestati, scritti, di stima e di affetto, non ultimi dell'On.le Anna Teresa Formisano, dell'On.le Publio Fiori e dell'On.le Mastrangeli per non dimenticare l'On.le Tabacci tramite la Segreteria Calabra di Antonio Tramontano, inconfutabili segni di legittimazione della realtà "MODERATI ", della sua leadership e, precipuamente del proprio stile.
Sono quindi inaccetabili gli sproloqui di piazza di chi, in modo volontario, si è dissociato dal Movimento non condividendone più, non si sa che cosa, ma che ha l'arroganza e la presunzione di parlare in nome e per conto dei "MODERATI", tracciandone addirittura i segmenti operativi.
La nuova linea organizzativa del nuovo organigramma è la comunicazione chiara e diretta con i propri elettori, amici e simpatizzanti, esclusivamente a mezzo stampa, blog e sito; chiunque sia interessato alla conoscenza della vita dei " MODERATI", alle loro attività, i citati mezzi sono la fonte e tutto ciò che esula è frutto solo e soltanto delle devianze di soggetti arrogatori di diritti che non competono loro.
La Politica è una cosa seria e i "MODERATI", specialmente i nuovi dirigenti, ne sono una testimonianza, tant'è che dall'insediamento, i comunicati, tutti prettamente di stampo politico, non sono stati divulgati in piazza agli amici degli amici .....ma il dictat è: "bocche chiuse e serietà di azioni concrete e produttive, per il Movimento".
Quindi, non siamo disponibili ad alimentare il chicchiericcio inconsistente di chi vorrebbe svilire le persone e l'operato dei "MODERATI" che mai come in questo periodo storico, stanno dando ampia dimostrazione di rinascita politico- sociale.
Pertanto, in qualità di Presidente del Movimento diffido chiunque, artatamente, sbandieri ai quattro venti bugie e illazioni false e tendenziose volte a sminuire o, peggio, ridicolizzare l'alto valore personale e del Movimento nella sua intierezza, inculcando negli "ominidi" Politici Piazzaioli, rappresentazioni mentali distorte e fuorvianti.
Se qualcuno fosse interessato al contatto con il Movimento è pregato di rivolgersi  alla dirigenza dei  Moderati che sono gli unici  deputati e e delegati a dare le giuste e corrette informazioni.

05 lug 2009

AL POSTO GIUSTO


L'Assessore "Giusto" a nomina del Presidente Provinciale, Iannarilli.

Con molta, molta cautela il neo Presidente Provinciale, Antonello Iannarilli, sta facendo il giro delle consultazioni per non cadere nell' errore di formare una giunta litigiosa, rancorosa, che al primo intoppo ed inghippo rischia il patapunfete!!!!
Studia attentamente tutti gli eletti di tutti gli schieramenti che lo hanno sostenuto dall'interno con liste e gli amici sfortunati che, la sorte avversa non ha consentito loro la partecipazione diretta alla kermess, chiama Roma (Città capoluogo, sede di chi conta e consiglia il giusto modo operandi ed agendi), riunisce lo staff e alla fine della fiera, siamo a pochi giorni dall'insediamento del nuovo Consiglio provinciale, il giorno 16 p.v., la rosa dell'esecutivo provinciale è ancora tutto in alto mare.
Il dato certo è che Iannarilli non vuole sbagliare ed è suo intendimento mettere l'assessore giusto al posto giusto e come primo requisito chiede ai papabili il congruo consenso (voti) riportato e mi sembra pure giusto; come secondo requisito, che per me doveva essere il primo, la piena ed ampia volontà a lavorare.
Ma le peculiarità dell'attitudine al governo non dovrebbero essere, anche altre, oltre a quelle menzionate? Mi sembrano piuttosto riduttive e limitative quelle segnalate dal nuovo Presidente di Centro-Destra e giustificative, quindi, nel modo più assoluto, delle non legittime aspirazioni dei tanti accoliti che, pur non sottopostisi al giudizio degli elettori, ambiscono spudoratamente ad un assessorato a tutto discapito dei tanti eletti che hanno lavorato sodo per l'affermazione del Centro-Destra alla Provincia di Frosinone.
Eppure, gli eletti sono proprio tanti e, il premio dovrebbe andare proprio a loro che sono rappresentativi della maggioranza dell'elettorato, giudice insindacabile, che ha decretato da chi vuole essere amministrato.
Se hanno avuto tanti consensi è giusto e sacrosanto che siano loro a dare i dettami legislativi-amministrativi della Provincia di Frosinone.
Bisogna evitare i papocchi di giunte non legittimate dal Popolo perchè la Democrazia è il governo del popolo e se, il Popolo Sovrano, dà i voti ad una persona anzichè ad un'altra, è chiara dimostrazione che si riconosce in quella persona, Berlusconi docet, e solo e soltanto quella persona ha il diritto di occupare il posto giusto di assessore.
Il Presidente Iannarilli e la sua lunga, accurata e oculata meditazione sulla formazione dell'esecutivo, lasciano ben sperare sulla affermazione dei principi democratici anche nella provincia di Frosinone.

04 lug 2009

ELEZIONI PROVINCIALI


Roccasecca designa i leaders politici: Giorgio Giovanni, Colantonio Antonio e Nota Crescenzo

Le passate elezioni provinciali hanno stigmatizzato le aree di Centro-Sinistra, Centro-Destra e MODERATI e i competitors che si sono distinti in esse ovvero il Sindaco Giorgio, il consigliere Colantonio e il consigliere Nota.
Ma palazzo " Gramsci" e i suoi scranni verranno occupati, per la maggioranza, dai vincitori della democratica competizione ovvero dal Centro-Destra e, quindi, Colantonio, indiscusso leader roccaseccano, di diritto, acquisisce la poltrona maggioritaria; mentre il sindaco Giorgio, occuperà la seggiola oppositiva, mentre il "MODERATO" Nota Crescenzo la soddisfazione di essersi cimentato tra colossi e avere avuto consensi inaspettati, per il piccolissimo Movimento ( 850 voti e quarto partito Roccaseccano e Provinciale con l'UDC), che, come prima competizione non è poco.
Ma orgoglio e vanto dei roccaseccani è il consigliere provinciale di maggioranza, Antonio Colantonio, che con i suoi 700 voti ha tenuto alto il vessillo di Centro-Destra e quindi sarebbe meritevole di giuste ed oneste ricopense per il lavoro svolto sul territorio roccaseccano e di collegio.
I cittadini lo hanno riconosciuto leader e premiato con i voti e si aspettano che il neo Presidente Provinciale, Antonello Iannarilli, apprezzi anche Lui, questo piccolo-grande uomo politico e ne riconosca i meriti che, in una competizione elettorale, sono il saper trattare la gente e farsela amica e, in questo il consigliere provinciale Colantonio, e attitudinalmente predisposto, dato il suo cuore grande e la sua umiltà di mettersi al servizio della collettività.
Forse in futuro lo vedremo capolista nella lista di Centro-Destra alla prossima tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca?
In politica mai dire mai .

GIUNTA PROVINCIALE??????????????


Mistero!!!!!!!!!!!!! Iannarilli tituba e tentenna
Siamo all'inizio della 3^ settimana post elettorale e della giunta Iannarilli nemmeno l'ombra, si dice, si vocifera, si auspica qualcuno la butta lì, qulche altro si butta davanti, ma.....nulla di fatto, ad oggi.
Comunque il tempo a sua disposizione, da Testo Unico sulle autonomie locali, sono 20 giorni dalla proclamazione degli eletti per convocare il primo consiglio, quindi, la data improrogabile è il giorno 16 p.v.
Erano proprio tante le liste che lo appoggiavano e che hanno contribuito alla sua vittoria, anche liste estromesse per vari motivi come la DC ed altre, come da accordi pre-elettorali hanno anche loro diritto ad un posto al sole.
Ci sarà? Ci sarà qualche "scagnozzo" per i partitini che non hanno raggiunto il quorum?
Il fatto è che la coperta ( assessorati, presidenze e commissioni varie...) è un pò cortina, tutti e dico tutti cercano di tirarla dalla propria parte e quindi, per il povero Presidente Iannarilli il compito di formare un esecutivo "accontentatutti "è oltremodo arduo.
Cosa di non poco conto è la voce grossa dei partiti maggiori confluiti nel PDL ovvero FI e AN che, a ragione o a torto, sostengono che la torta venga divisa, non in parti uguali o proporzionali, bensì con il criterio di forza e potenza (voti).
Riuscirà in nostro neo Presidente a sbrigliare la matassa e a comporre il "puzzle accontetatutti"?
Riusciranno i nostri prodi a mettersi d'accordo? E se del caso fare qualche piccolo sacrificio di rinucia nell'interesse superiore della colletività? Speriamo proprio di si e che al più presto ci sia all'opera, nella Provincia di Frosinone, una giunta efficace ed efficiente in grado di risollevarne le sorti.
Però, se il buongiorno si vede dal mattino, questo "re tentenna", questa titubanza e poca decisionalità e chiarezza lasciano ben poche speranze.
Vorrei proprio sbagliarmi e non fare la "Cassandra" e augurarmi. invece, una sollecita "Giunta Iannarilli" all'insegna dell'accordo e della sana amministrazione provinciale.
In bocca al lupo Presidente Iannarilli!!!!!!!!!!!!!

AVIS ROCCASECCA


Raccoglie il sangue per salvare vite umane

Oggi quattro luglio, presso la MISERICORDIA ONLUS" di Roccasecca-Scalo, è stata organizzata la raccolta del sangue con inizio alle ore 8 del mattino.
Per tutti coloro che si trovano nella buona condizione fisica è un gesto di alta umanità e generosita che non costa niente ma può dare molto, potrebbe ridare la "VITA"
Siate testimoni di amore e solidarietà.

p. il MOVIMENTO DEI"MODERATI"
Il Presidente
Anna Maria Rossini

03 lug 2009

I MODERATI


Vicini e solidali a tutti i lavoratori dell'Ideal Standard

La crisi finanziario-economica che stà attanagliando il mondo intero, la peggiore di questi ultimi anni, si sta ripercuotendo anche sul mercato Italiano, in quasi tutti i settori, come ad esempio la costruzione e la commercializzazione dei sanitari di cui l' Ideal Standard è un importante, se non il più importante "producer", a livello internazionale.''
E' difficile in questo cruciale contesto studiare le strategie più giuste, dato il progressivo peggioramento delle condizioni del mercato che danno un trend negativo (decremento delle vendite) e contestuale aumento dei costi a livello internazionale.
E', quindi compito dell' Azienda e del suo managment, in sinergia con il Sindacato, studiare il modo e la maniera, i migliori possibili, per coniugare ripresa dei livelli di produttività e salvaguardia del posto di lavoro ai tanti laboriosi dipendenti.
L' Azienda avrebbe già invitato i Sindacati ad un confronto disaminina di un proprio piano strategico per la divisione ceramiche, accessori e rubinetti in italia ma una nota fa sapere che il tavolo è saltato per la defezione delle Organizzazioni Sindacali.
La direzione della societa' ha rinnovato l'invito per un nuovo incontro per lunedi' 6 luglio.
In particolare, i piano prevede la riorganizzazione delle attivita' aziendali in Italia, la chiusura dei siti di produzione di Brescia e Gozzano e la riduzione dell'organico negli stabilimenti di Trichiana, Roccasecca e Orcenico nonche' negli uffici di Milano.
La cosa positiva è che il piano include un programma di investimenti per il biennio 2009-2011 che favorisce l'aumento e la maggiore sostenibilita' della produttivita' e tutto questo per l'Italia e in Italia.
Per quanto concerne lo Stabilimento di Roccasecca, non sembrerebbe essere a rischio chiusura, ma soltanto a rischio riduzione unità lavorative, la qual cosa non rende nè più traquilli nè più rassicurati.
Pensiamo al disagio e all'incertezza delle tante o poche famiglie che devono subire gli effetti devastanti o della Cassa integrazione o del licenziamento.
Ci raccomandiamo, quindi, a tutte le sigle sindacali di tutelare i lavoratori dell'Ideal Standard e raggiungere con l' azienda un accordo che porti benefici più ampi ai lavoratori ma soprattutto la conservazione del posto di lavoro che vuol dire pane per loro e le loro famiglie e per la colletività.
I " MODERATI" si uniscono alla comunità di Roccasecca, laboriosa ed onesta, che in questo momento fanno corpo unico di sostegno ai lavoratori dell'IDEAL STANDARD

02 lug 2009

I MODERATI


Eleggono Anna Maria Rossini Presidente Nazionale che si pregia di ringraziare

Con rispetto ed umiltà ringrazio tutti Voi presenti che mi avete concesso l'onore della leadership dei Moderati, segno tangibile di democrazia, di stima e affetto.

Un particolarissmo grazie, però, a Silvio Tedeschi, che, per me è stato l'amico e il consigliere, punto di riferimento e il principale mio sostenitore, mentre, per il Movimento, è stato la struttura ideativa e portante, sia nel ruolo di Vice Presidente che nel ruolo di Presidente ad interim, avocato a sè, dopo le inaspettate dimissioni del Presidente Testa, a cui rivolgo un gentile saluto ed un grazie per il lavoro svolto.
Così come mi corre l'obbligo di menzionare e ringraziare tutto il Direttivo e cito una sola persona per tutte, Giovanni Buttazzo che, sempre e comunque si è adoperato per tenere alto il nome dei Moderati in tutti i modi, soprattutto a mezzo stampa, ed in tutte le sedi ma soprattutto si è speso e non poco per le sue battaglie, battaglie dei Moderati.

Tutti abbiamo sposato la causa "MODERATI", Il " PROGETTO MODERATI" e ciascuno, nel piccolo o nel grande ha fatto la propria parte, ognuno di noi presenti e qualche assente ha dato quel che poteva e sapeva dare ma la cosa positiva e inconfutabile è che i Moderati si sono porti come forza aggregante e propositiva di una nuova politica, politica che, da qualche tempo, degradata e svilita negli alti contenuti, aveva deluso e disilluso e fatto allontanare tante persone, soprattutto giovani, solo a sentirla nominare, con repulsione affermavano:" La Politica è sporca"; niente di più falso, dico io, sono " I Politicanti" a farla sporca o pulita.

I Moderati ci stanno provando, sin dalla costituzione, ovvero quasi due anni, rivolgendosi ai giovani dando testimonianza e promulgando con “CUORE”, intelligenza, preparazione, ma soprattutto con un bagaglio di valori Etico-Cristiano-Democratici, non disgiunto dalla laicità, il modello innovativo della politica e qualche piccolo risultato si è cominciato ad avere, Giulia Marrocco eletta Consigliere al Comune di Colle San Magno e il dr Nota Crescenzo, con i suoi 850 voti, quarto posto nell' UDC, alle passate elezioni provinciali.

La prossima tappa sarà il radicamento sul territorio, come dice il Vice Presidente Silvio Tedeschi, stile " Lega", ma tenendo bene, nella mente e nel cuore, i dettami democratico-cristiani cui, non è possibile prescindere, visto e considerato che l'ispirazione del Movimento è stato proprio quello della Democrazia Cristiana e, quindi sviluppare azioni consequenziali tendenti: alla ricostituzione di un reale rapporto di rappresentanza istituzionale tra eletti ed elettori; alla partecipazione permanente dei cittadini alla vita politica; una politica ispirata al primato della persona e della famiglia, ai principi del popolarismo e alla dottrina sociale cristiana.

La strada da percorrere, l'unica, per un cambiamento è quella dell'umanizzazione della Politica stando con la gente, tra la gente con un'attenzione particolare ai piu disagiati, ai giovani, agli anziani, all'ambiente, al decoro delle cittadine, insomma, la politica concreta e minimale, ma importante per l'inizio di una crescita socio-culturale.

Non l'alta politica, astratta, ma la politica concreta di intercettazione dei bisogni impellenti che in questo particolare momento di crisi pressano e spingono le classi più deboli.

Sono queste ultime che hanno la nostra primaria attenzione e considerazione in modo semplice, naturale non disgiunta dal cercare e trovare il modo e la maniera di un aiuto sia dentro che fuori le istituzioni.

Per i Moderati domani sarà l'alba di un nuovo giorno, rigenerati di forze nuove, sia nel Direttivo che nella base.

Mi adopererò in tutti i modi ed in tutte le maniere per essere meritevole dell'onore che mi avete concesso e soprattutto farò in modo che i Moderati ed il loro " Progetto" si espanda e travalichi i confini della Provincia di Frosinone.

01 lug 2009

MODERATI-GIORNO DEL CONSOLIDAMENTO


Il Presidente ad interim, Tedeschi, compiaciuto, felice e speranzoso e punta tutto sul nuovo Presidente

E’ davvero curioso osservare come sono in tanti ad occuparsi delle prossime mosse dei Moderati. Mi auguro che da domani sarà il nuovo Presidente a rispondere ai tanti interrogativi e ai tanti quesiti che molti si stanno ponendo in questi giorni, mi auguro altresì che possa il nuovo Presidente svolgere un ruolo primario visti i prossimi appuntamenti elettorali. In questi giorni in cui ho guidato il Movimento in qualità di Presidente ad interim, ho potuto toccare con mano la passione che anima i tanti amici che da sempre sono stati vicini al Movimento e dei Dirigenti che vogliono continuare il percorso iniziato un anno fa. Sono soddisfatto del lavoro svolto e mi auguro che questa volta la scelta cada su un Dirigente che abbia forti radici cattoliche e centriste, sarò felice di essere guidato per i prossimi anni da un Presidente che abbia radici democristiane. Sono sicuro che insieme sapremo creare un gruppo con nuovi stimoli e nuovi orizzonti politici con il preciso intento di formare una nuova classe dirigente pronta ad assumersi le responsabilità anche di governo. Il Movimento dei Moderati è una forza politica ormai radicata su alcuni Comuni, i prossimi anni dovranno servire ad aprire sedi in tutti i Comuni della Provincia di Frosinone ed oltre. La forza dei moderati è proprio quella di aggregare cittadini che magari fino a ieri non si occupavano di politica, cittadini elettori che si preoccupano dello stato della propria Città. Insieme possiamo crescere e siamo sicuri che il lavoro fin qui svolto sia servito a rafforzare il progetto che vede alla sua base forti radici. Siamo consapevoli di essere un grande movimento di opinione ma adesso bisogna passare alla fase di consolidamento e di radicamento, questo è possibile solo operando sul territorio, parlando e coinvolgendo gente nuova. L’esempio della Lega è calzante, il forte radicamento sul territorio è l’arma migliore che il Movimento di Bossi possa avere. Condivisibile o no, il modello Lega è da prendere ad esempio per crescere e coinvolgere sempre di più i cittadini, stanchi della solita politica di palazzo, da salotto e di apparizioni televisive. Dobbiamo scendere in mezzo alla gente e parlare loro, in questo modo il movimento potrà avere in futuro un successo maggiore di quello attuale, in questo modo il Movimento potrà svolgere in futuro un ruolo principale. Il nuovo Presidente dei Moderati avrà quindi un compito durissimo da svolgere ma al tempo stesso entusiasmante e coinvolgente. Sono sicuro che insieme ci riusciremo.
Tratto dal blog di Silvio Tedeschi