Translate to:

27 feb 2011

DAZEBAO AL CIMITERO

DAZEBAO AL CIMITERO del primo cittadino, dr. Giorgio Giovanni, per la la presentazione della sua candidatura alle prossime elezioni amministartive -Che non sia un segnale incoscio ma chiaro della sua dipartita comunale ?
 Non l'hanno presa per questo verso, però, i candidati delle varie opposizioni che ambiscono ad occupare gli scranni più alti e meno alti di Palazzo Boncompagni, viste le contumelie lette sulla stampa.
Si sono indignati e non poco perchè il Sindaco in carica avrebbe oscurato, con i propri manifesti inneggianti alla presentazione della propria candidatura, quelli che annunciavo dipartite di cari estinti.
Sbigottiscono e lo scrivono pure, gli avversari politici,  quando, il Primo Cittadino,  senza alcun senso civico affigge  manifesti selvaggi alla bacheca del cimitero e restano muti come pesci quando lo stesso Primo Cittadino mette a rischio la vita delle persone quando patrocina  la  VII manifestazione canoistica  del il  GRUPPO CANOE ROMA - HIC SUNT KAYAK-ROMA KAYAK MUNDI - F.I.C.T. di  discesa lungo le Gole del  Melfa, da Casalvieri a Roccasecca il cui tratto di strada, però,  è chiuso su ordinanza della provincia di Frosinone per pericolo caduta massi.
Ma non dovrebbe lo stesso Primo Cittadino avere la cura e la  tutela dello  svolgimento regolare, in un ambito regolare,  senza rischi e pericoli,  di qualsivoglia manifestazione ? e l' opposizione non dovrebbe inorridire ed alzare gli scudi per questo?
L' indecenza dei manifesti selvaggi elettorali, ancorchè del Primo Cittadino, che coprono i  manifesti funebri, fanno indignare e non poco, ma ci sono ben altri accadimenti di cui indignarsi o per lo meno le opposizioni dovrebbero approfondire e portarli alla pubblica attenzione, come ad esempio, pare che all' Ufficio Ragioneria del Comune di Roccasecca ci sia un ispettore del Ministero dell' Economia. E' vero? e se è vero perchè non indagate cosa sta ad ispezionare? I conti in disordine, forse?
In attesa dell' opposizione.......

24 feb 2011

RIMASUGLI......

RIMASUGLI......LE LISTE che vorrebbero concorrere alla prossimissima campagna elettorale per Palazzo Boncompagni - Roccasecca-
 perchè poco accreditate, poco affidabili e con le idee molto, molto, confuse ma solo con il chiodo fisso, quello di Giorgio-Abbate, eterno dualismo da  scardinare..ma con quali forze?  e con quali progetti?
Fumose prospettive di ambizioni che, stante la situazione, difficili da portare all' attenzione di qualcuno figuriamoci quale possibilità di   realizzazione!!!!.
Partendo dal presupposto che a Roccasecca la politica è un optinal e specialmente  quando si tratta di elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale, gli elettori, a ragione, votano la lista, secondo loro, più credibile ad attuare la rinascita di Roccasecca.
La forza elettorare è nelle mani del sindaco uscente, Giorgio Giovanni, e nelle mani dell' ex Sindaco, ora assessore alla cultura della Provincia di Frosinone, Abbate Antonio, indi, per cui.... nessun rinnovamento sia in termini di età anagrafica-amministrativa che in termini di personaggi politici di spessore.
Questi ultimi non hanno dato luce e contezza alle loro poche azioni, se non molte chiacchiere che, come si sa,  lasciano il tempo che trovano, volte soltanto ad esaltare la propria persona, sè medesimi e basta.
Il Sindaco uscente, Giorgio Giovanni, dopo i silenti e inefficienti 5 anni di sindacato, apprestandosi alla seconda consiliatura, ha aperto un' attività cantierista di tutto rispetto, della peggiore vecchia politica ricorrendo anche ad un becero  indebitamento ricadente sul groppone degli ignari roccaseccani.
Altra attività lucrativa, in termini di voti, il Centro Sociale degli Anziani,arricchita con la pomposa UPTE.....cosa buona se fatta come cristo comanda, ma gà si notano carenze e discrasie.  vabbè......
L' ex Sindaco Abbate Antonio, al suo attivo due consilature difilato senza i problemi di Giorgio, però, attivissimo sempre, e di idee all'avanguardia in campo amministrativo e la sua valenza gli è riconosciuta da tutti, oggi alla Provincia, il suo assessorato alla cultura sta veramente facendo faville.
Il rimasuglio che spara "fucilate" contro il dualismo ...che ....vorrebbe ....e non vorrebbe...ma si....forse....no..... tutti gli pseudo capolista di liste vuote ..... .senza coraggio e senza palle....sparlano solo, ma sono consapevoli di non avere i numeri  e le elezioni si vincono con i numeri.
E' vero che Giorgio ha abbandonato alla deriva Roccasecca ma ha dalla sua parte  una nutrita cricca di sinostrozzi che tra un Mezzogiorno in Famiglia ed una manifestazione canoistica sul Melfa, sotto una strada chiusa per caduta massi, ed una Università Popolare-Sociale  (?)sono un bel bacino di consensi... anche se discutibili.
Abbate, di converso, punta su una riaffermazione grandiosa per aver ridato lustro a Roccasecca nelle sue consiliature con gli aggregati Forte, Chianta, Molle che è bene ricordare scappati dalle grinfie della inetta Giunta Giorgio.
Gli altri competitors, qualora ce ne fossero, cosa mettono sul piatto? La vessata quaestio -Giorgio-Abbate?
Un pò pochino non Vi sembra? Quali programmi? farneticanti spostamenti di mercati, di scuole....oppure chiusura della Discarica di Cerreto e/o Saf....ma torno a ripetere cose nuove od illuminanti ...nisba.....
Comunque le elezioni sono alle porte e la certezza delle Liste solo: Giorgio  e Abbate ......con tutti i numeri per la competizione vincente.
Colgo l' occasione per comunicare ai Cittadini di Roccasecca che i bimbi della Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro possono, dopo decenni, ritornare a giocare con le giostrine rimesse a nuovo solo grazie all' interessamento della sottoscritta.
L' amministrazione Giorgio non si è mai degnata di metterci mano, le mamme mi hanno fatto presente la criticità, ho preso a cuore la situazione, mi sono attivata e grazie alla sottoscritta i Bimbi possono tornare felici a scivolare, girare, andare sui cavallucci e sul dondolo.
Questa è politica seria per la gente, con la gente, tra la gente e senza ricoprire cariche istituzionali.

23 feb 2011

IL COMUNE PATROCINA

IL COMUNE PATROCINA  una manifestazione  canoistica  sul Melfa la cui strada sovrastante è chiusa per rischio caduta massi

Come ogni anno, anche quest' anno  ed è il 7°, il  GRUPPO CANOE ROMA - HIC SUNT KAYAK-ROMA KAYAK MUNDI - F.I.C.T. organizzano, con il patrocinio del Comune di Roccasecca, un raduno canoistico di  discesa lungo le Gole del  Melfa, da Casalvieri a Roccasecca il cui tratto di strada, però,  è chiuso su ordinanza della provincia di Frosinone per pericolo caduta massi.
Allora, come, il Sindaco Giorgio, può patrocinare una manifestazione così a rischio?
Transeat  la messa a disposizione dei locali della piscina comunale su cui ci sarebbe anche da disquisire, e non poco, ma dare il proprio patrocinio ad una manifestazione fuori da ogni  regola come quella del 7° raduno canoistico del Melfa lascia basiti.....visto che i 16 km, circa,  che si snodano tra Roccasecca e Casalvieri sono CHIUSI per pericolo caduta massi.
Se è vero che i canoisti esperti possono accedere alle Gole Alte senza transitare per il Tracciolino-Chiuso, il problema del transito della strada chiusa si presenterebbe per i canoisti meno esperti  che dovrebbero imbarcarsi  dal  Ponte delle Valli (tratto basso) che come è notorio è al 7Km più o meno metà Tracciolino.
Come ci arrivano a Ponte le Valli, con elicotteri?
Ma a prescindere da queste legittime e lecite considerazioni che ciascun cittadino di buon senso fa, tranne che il Sindaco Giorgio che non si è neppure fermato a pensare che questa strada  che si insinua per più di 16 Km tra le gole del fiume Melfa costeggiando gole, boschi e dirupi di incantevole e selvaggia bellezza e chi l’ha percorsa sino ad oggi, l’ha fatto consapevole e rispettoso della sua natura impervia, intricata, affascinate, isolata ma  oggi  è chiusa per pericolo caduta massi e riporto una relazione fatta da un ispettore del Genio Civile che  dichiarava che le falde dei monti che fiancheggiano la strada “sono ricoperti di massi staccati di roccia … i quali per la grande inclinazione del suolo minacciano continuamente di rotolare nel Melfa che corre sul fondo della Valle” e che “sarà sempre ma specialmente nella occasione dei disgeli, pericolosa per i transitanti”.
La Provincia lo ha capito bene e si è messa al riparo da eventuali problemi giudiziari se puta caso qualche sasso rotolante dovesse staccarsi è rotolare sulla testa di qualche passante, il Sindaco Giorgio no e Patrocina pure.......intanto sulla locandina della Manifestazione del 7° raduno canoistico a caratteri cubitali campeggia un avviso per i partecipanti:

AVVISO IMPORTANTE:

A causa della chiusura della strada prov. n6 “Tracciolino” tutti sono pregati di non percorrere la stessa e di seguire le indicazioni dell’organizzazione che consiglierà il migliore e più rapido percorso per raggiungere le gole del Melfa. L’organizzazione declina ogni responsabilità in caso di incidenti e danni a terzi. ..
....

Ma come ci si arriva a Ponte Le Valli? circumnavigando Santopadre?

E poi basta questo avviso per esimerli da qualsiasi responsabiltà ?

21 feb 2011

PARLAMENTO TAROCCATO

         
PARLAMENTO TAROCCATO 
dall' adirivieni degli onorevoli (?) da Silvio a Fini e da Fini a Silvio e non solo ...ma tutti a Silvio per l' accattivante  odore del potere

e non come dice il Ministro calciatore, La Russa, ritornano alla "maison" Berlusconi perchè Fini si è spostato troppo a Sinistra e vuole sostenere la Santa Alleanza, da Vendola a Casini.
Incoerenti, raccogliticci, senza vergogna e senza dignità, questi.. sono quelli che fanno l' andirivieni e non c' è giustificazione che tenga, se non la giustificazione di aver perso il rispetto del Sè.
Oltre che Parlamento di Nominati, il sacro luogo, è ora  infestato da una nuova classe: quella dei chiamati dall' odore dei soldi, dei posti di potere e non ultimo dalla fifa di non prendere la pensione e non venire rieletti.
Il disgusto, dopo l' annichilimento, nell' assistere all' andirivieni di  questa sottospecie di omidini che sono indegni di occupare quei posti, è il sentimento degli Italiani che credono nella democrazia e nel Parlamento elettivo.
Il Premier, assediato dai magistrati, si arrocca sempre di più a Palazzo Chigi, allarga la maggioranza ed anche con questa sub-specie di indegni ma non produce alcunchè per l' italia, in termini di riforme e di crescita.
Le Opposizioni lo invitano ad un lascito .....ma invano....e noi, cittadini Italiani senza colpe e senza responsabilità e nell' impossibilità di azioni democratiche,se non elezioni, siamo un pò stufi di questo andazzo e allora?
Un' azione di coraggio... lo avevo già pensato e  scritto nel mio blog ma mi ha dato conforto che  anche  Padellaro la pensa allo stesso modo e chiaramente  invoca : le dimissioni in blocco di tutti i gruppi e di tutti i parlamentari dell’opposizione. Camera e Senato già ridotte a enti inutili dall’inettitudine del governo non potrebbero sopravvivere. Un gesto estremo. Ma prepariamoci a ogni evenienza.
Amici Onorevoli dell' UDC-FLI-MPA-PD-IDV ed a tutti quelli cui resta un pò di dignità, cosa  state aspettando?
Avete esperito tutte le azioni democratiche possibili ed immaginabili ma senza risultato, quindi ,,, non vi resta altro che  le dimissioni in blocco e fatelo prima della Rivolta Popolare.....

INFORMATIZZAZIONE ISTITUZIONALE

INFORMATIZZAZIONE ISTITUZIONALE della Giunta Giorgio che non fa lavorare i giovani Roccaseccani 
 avendo affidato l' ultimo spot elettorale all' Inghilterra.
Tutto fumo e niente arrosto... basti fare un confrontino con altri Portali Web dei Comuni Italiani come ad esempio quello della Città di Soveria Mannelli della Provincia di Catanzaro...al profondo Sud dello Stivale.
La serietà dimostrata da quella amministrazione è evidente e invito i naviganti Roccaseccani a farsi un giretto http://www.soveria.it/.non per pura polemica ma per dare ed avere un altro "modus operandi" della politica.
A parte la struttura snella del Portale, ma quello che colpisce è la chiarezza e le offerte al CITTADINO INFORMATIZZATO cosa che non pare esserci nel nuovo sito targato Giorgio.
Anche se in fase strutturale quello che colpisce sono  solo sponsorizzazioni di manifestazioni e lo scandalo dello scandalo la PUBBLICITA' PERENNE alla Xara, web designer 6-Inglese-
Quindi è di tutta evidenza la mancanza delle idee della Giunta agli sgoccioli della Consiliatura che pur di gettare fumo negli occhi ai Cittadini-Elettori  sta prendendo più cappellate che non cappellate.
Ma da dove viene sta Xara? di chi è stata la bella pensata?
Che i soldi di noi contribuenti debbano essere spesi in questo modo stupido e non pertinente, senza alcun beneficio in termini economici, di servizi al cittadino e crezione di posti di lavoro per i giovani è pura follia cui deve essere posto un termine.
Anche i giovani andranno alle urne il 15-16 maggio e la crocetta non credo la metteranno alla lista Giorgio che nulla ha fatto per loro, se non lavoretti a tempo, non breve, ma brevissimo, solo per tenerli legati al guinzaglio.
Vergogna delle vergogne... quando si tratta di informatizzare il Comune  spunta Xara-Inglese http://www.xara.com/eu/che furbescamente si fa una bella campagna acquisti.
Sveglia giovani??????????? state nel Comune più retrogrado perchè amministrato da persone che non sanno neppure dove stia di casa il BENE COMUNE e che nessuna azione ha posto in essere per VOI, per migliorare la QUALITA' DI VITA e togliendovi quest' ultima opportunità di dimostrare i Vostri Talenti ha fatto BINGO DI INEFFICIENZA.....

20 feb 2011

NUOVO SITO WEB COMUNALE

NUOVO SITO WEB COMUNALE 
molto, molto  pubblicitario per Xara web designer6, è normale?

Succede anche questo al Comune di Roccasecca i cui amministratori, insoddisfatti  del vecchio sito web, tra l' altro poco o per niente  funzionante ( perchè non veniva aggiornato),  lo sostitiscono con uno  nuovo e diverso, pensando di fare cosa gradita alla cittadinanza.
Ma alla cittadinanza interessa di più l' informatizzazione seria.. tipo: fare da casa i certificati,   essere messa al corrente di tutte le delibere comunali,  e non solo pubblicità alla festa della pecora o alla manifestazione canoistica che, tra l' altro si autorizza,  in costanza di Tracciolino chiuso perchè a rischio caduta massi.
L' informatizzazione della Giunta Giorgio è tutta qua? e poi perchè andare a scegliere un sito straniero (Xara), quando a Roccasecca ci sono persone in grado di costruire e gestire un sito dalla A alla Z  e senza pubblicità?
Scorrendo le pagine del sito una cosa che balza all' occhio nel menu orizzontale è la voce  REGOLAMENTI E TARIFFE che  cliccandoci sopra viene fuori, con molta sorpresa del navigatore, la pagina di Xara web designer6.
E legittimo che un Comune  faccia plubblicità ad un privato dopo aver pagato il templates e la messa in rete?
Visto la disoccupazione galoppante dei giovani universitari e laureati, c' èra proprio bisogno di scomodare la Regina d' Inghilterra?
Sito del Comune  http://www.comune.roccasecca.fr.it/

19 feb 2011

L' UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO

L' UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO
il nome è stato e deve restare...onore, vanto e garanzia per il Lazio, per l' Italia, per l' Europa, per il Mondo

checchè ne dica l' attuale Magnifico Rettore, prof. Ciro Attaianese, che, al di là delle dotte e circostanziate argomentazioni della prima riunione della commissione preposta alla riformulazione dello statuto dell' Ateneo di qualche giorno sulle quali, in  linea di massima, si potrebbe concordare, ma su un punto non ci trova d' accordo ed è la proposta di modifica dell' attuale nome dell' Ateneo Cassinate in Università del Lazio Meridionale.
L' Università di Cassino, sfida della vecchia classe politica DC-PSI da sede staccata di Roma ha acquistato nel tempo autonomia piena ed è andata nel corso degli anni sempre più in crescita sia per qualità dell' offerta didattica, che per quantità di discipline,  che per il numero delle iscrizioni.
Il Magnifico Rettore Attaianese con orgoglio snocciola dei dati statistici del 2009 e dice: Ci fa enormemente piacere che : dei nostri circa 12.000 studenti solo circa 1.100 sono residenti a Cassino, mentre ben 7.000 risiedono a più di 30 chilometri. Oltre 5.100 sono gli iscritti provenienti da fuori della provincia di Frosinone, con un bacino di utenza che coinvolge significativamente altre 10 province, Latina, Caserta, Isernia, Salerno, Campobasso, L'Aquila, Benevento, e persino Roma, Napoli e Salerno, queste ultime con rispettivamente 307, 185 e 84 iscritti.
Se il numero degli iscritti è sempre in crescendo una ragione ci sarà pure....Cassino detta "Città Martire", rasa al suolo nell' ultima guerra mondiale con la famosa  Abbazia Benedettina di Montecassino è meta di Turismo religioso e Turismo della memoriaper i sacrari militari, dove ogni hanno si recano in pellegrinaggio i parenti, i commilitoni e i compatrioti.
Infatti a ricordo del sacrificio della battaglia di Cassino (1943-1944), le nazioni che presero parte ai combattimenti vollero che le migliaia di caduti sulla Linea Gustav fossero sepolti nei luoghi dove ebbero a combattere e dove si sacrificarono.
Quindi, identificare l' Ateneo con il nome della città non può che essere un valore aggiunto, infatti 33 Università su 54 sono identificate dal nome, se poi il nome è Cassino, storia, cultura, religiosità, martirio un mix di tutto rispetto per dare lustro all' Ateneo.
Anche se la popolazione di Cassino non è quella di Roma, ciò non toglie che l' Università di Cassino, non abbia gli standard qualitatitivi e quantitativi di Roma, chiaramente con i dovuti distinguo, e siano proprio questi a rendere attrattivo il Polo Universitario.e
Non credo proprio alla tesi del prof. Attaianese che, per giustificare il cambio del nome in Università del Lazio Meridionale, fa richiamo al potere evocativo che il nome di un ateneo sia oggi fortemente legato alla sua dimensione e al suo bacino di riferimento territoriale in termini sia di studenti, che di attività di supporto allo sviluppo sociale e produttivo.
Ormai non si associa l' Università di Cassino alla sola Città Martire, visto le statistiche snocciolate, le competenze dei ricercatori, le numerose nuove ed innovative cattedre, il Campus La Folcara è questo sì, sono d' accordo è diventato un punto di riferimento per tutte le iniziative di sostegno e di programmazione dello sviluppo sociale e produttivo del Basso Lazio e non solo.
Quindi, l' Università degli Studi di Cassino, è, e sarà sempre, un nome ed una garanzia.

18 feb 2011

TEPPISTI NOTTURNI

TEPPISTI NOTTURNI entrano nella Scuola Primaria del Capoluogo di Roccasecca mettendola a soqquadro

Nella notte scorsa, ignoti, sono entrati nella scuola elementare di Roccasecca Centro ed hanno combinato non pochi disastri: imbrattato le mura delle aule,  danneggiato i banchi, insomma un vero e proprio raid notturno di delinquenti hanno distrutto tutto quello che hanno potuto.
Alle autorità scolastiche non è rimasto che chiudere la scuola e mandare a casa i bimbi.
Ora si farà il bilancio dei danni e saranno certamente ingenti e chi pagherà?
Sicuramente noi cittadini con le proprie tasche ma se dovesso prendere i malfattori, spero proprio che li prendano, venga inflitta loro una pena proporzionale al danno prodotto.
Questi atti di vandalismo hanno procurato sgomento nella pacifica società Roccaseccana e sdegno  per le  incivili  e vili gesta  dei TEPPISTI.

LA DIPIETRINA ED IO

LA DIPIETRINA ED IO Antipatia Personale o Politica?

Che la mia azione politica dia molto fastidio ormai è certificato  dalle numerose e-mail di commento ai miei post, tutti o quasi, ed in particolare a quelli aventi ad oggetto l' azione politica di A. M. Tedeschi.
La critica dà molto fastidio e non avendo argomentazioni valide da  contrapporre, prima mi hanno ignorato, poi deriso, poi puntualizzazioni orto-grammaticali e sintattici sui miei scritti ed ora  mi spiattellano di  nutrire antipatia personale verso la suddetta, che politicamente avverso, solo politicamente...... RIBADISCO.
I "grandi" personaggi che fanno commenti di questo genere  si celano sempre  dietro un anonimato aberrante e quindi lascio al lettore il giudizio sulla levatura della PERSONA .....

LA MIA UTIMA RISPOSTA AD UN COMMENTATORE ANONIMO    Carnevale alla pisana

Mamma mia!!!!........Quante fandonie in questo commento e quante rappresentazioni mentali gratuite.......
Premesso che A. M. Tedeschi a me personalmente non ha fatto nulla,  anche perchè neppure quasi conosco....e quindi non mi sono mai permessa e mai  mi permetterei di giudicarla come persona. (Punto)
Il mio interesse ed il mio giudizio e lo dico una volta per tutte è solo di natura politica e quello che contesto aspramente e che, forse, non riesco a far capire al commentatore,   è la sua azione politica che non mi piace perchè  improntata pedissequamente alle direttive di Tonino di Pietro che politicamente non stimo nè apprezzo.
Se mi si consente, poi,  sono una mente pensante e come tale esprimo chiaramente il mio punto di vista, politicooooooooooooo......
Che poi mi si addita come  persona che odia e nutre antipatia verso la Persona-Tedeschi non riesco a capirne il fine, se non quello di sminuire la mia azione politica, visto che   sono agli antipodi con la politica di Tonino di Pietro (IDV), politica vecchio stampo acchiappavoti che predica bene e razzola male.
Se si legge bene il mio blog è scritto a chiare lettere POLITICA E ATTUALITA'.
Gentile commentatore, non le dico di non difendere la Tedeschi, anzi fa bene se questo lo ritiene giusto e  la gratifica ma sulla mia politica.... esca dagli schemi stereotipati che si è fatta di me che non corrispondono a verità e poi esca dall' anonimato e mi mostri la sua faccia, come faccio Io, altrimenti mi rappresento mentalmente che chi si cela dietro l' anonimato è A.M. Tedeschi e /o qualche parente e/o qualcuno interessato a che non ci siano politici come la sottoscritta che hanno una visione diversa disturbante.

17 feb 2011

DISCONTINUITA'

DISCONTINUITA'  non continuità auspica la cittadinanza di Roccasecca, visto i disastri di Giorgio e della Sua Giunta

e l' occasione sarà a breve con  le elezioni amministrative del 15 -16 maggio  per il rinnovo del Consiglio Comunale.
La coalizione di governo arcobaleno, altro che di Centro-Sinistra, da cui si sono sfilati nel corso della consiliatura vari assessori e consiglieri come Forte (PDL), Chianta (PSI) Molle, (PD),  Nota (UDC), "Progettiamo il futuro con Giorgio Sindaco" non ha cantierato un bel tubo, seppur con un programma illuminante.
Cinque anni di abulia totale, tranne il dare man forte all' astro nascente di Di Pietro, A. M. Tedeschi che sta facendo, molto bene, per la verità,  proselitismo alla causa dell' IDV a tutto danno del PD il partito del Sindaco Giorgio, e del SEL il partito dell' assessore alle Politiche Sociali, Marcuccili, ed è propro il SEL in un comunicato stampa invita il Sindaco Giorgio "ad aprire un tavolo di discussione per dare continuità e valorizzare il lavoro svolto fino ora, aprire uno spazio di discussione che coinvolga la società civile e tutti quelle forze di centrosinistra che con il loro contributo furono determinanti alla vittoria della lista "Progettiamo il futuro con Giorgio Sindaco".
Neppure un minimo cenno al neonato roccaseccano partito di Di Pietro (IDV)  che pure alle passate elezioni regionali ha riscosso un bel successo grazie alla A.M. Tedeschi messa in  mostra in tutte le manifestazioni delle sinistre vuoi politiche, vuoi delle associazioni di sinistra ..come non ricordare "Resistentemente" con qualche artista dell' IDV  che ha dato forfait ?
Ma i "ruomors" di Roccasecca dicono che per le prossime elezioni abbia imposto  a Giovanni Giorgio l' azzeramento della lista arcobaleno del 2006 per una nuova, buona e sana politica che solo l' IDV riesce a fare, facendogli la concessione di rimanere capolista.
Allora rompono il silenzio i Vendolini che sembravano fino ad oggi fan della Dipietrina e molto molto critici con la Giunta Giorgio.
Cosa è successo? Forse, si sono resi conto della  non praticabilità del Piano IDV a Roccasecca  (poca roba e per di più PD e SEL) e gli strali che lanciano contro qualcuno (?): "non possiamo tollerare che le ambizioni personali di alcuni trasformino un momento di crescita e proposta in un indistinto chiacchiericcio su candidati e strategie per nulla utili a mettere in piedi quel cantiere delle idee e delle proposte che la cittadinanza si aspetta da noi".
Insomma sono per una lista di Giorgio, addirittuara, una riedizione collaudata della lista "Porgettiamo il futuro con capolista Giorgio" insomma la continuazione delle disgrazie di Roccasecca.

CARNEVALE ALLA PISANA

CARNEVALE ALLA PISANA,  il Presidente del Consiglio, Abbruzzese, sospende la seduta.

e solo dopo che i consiglieri di opposizione, Peduzzi, Nobili e Tedeschi si sono tolti l' inopportuna  maschera pseudo divisa della rivolta, maglietta gialla,  i lavori sono stati ripresi ed i Manifestanti, I sindaci e i sindacati ascoltati con attenzione e serietà.
Alla fine della fiera macchiettista i manifestanti "No alla chiusura dell' ospedale di Pontecorvo" - capitanata dal sindaco Notaro ed altri   Sindaci Ciociari coinvolti  nella  riconversione  hanno ottenuto dal Presidente Abbruzzese la sua disponibilità a concordare  un incontro tra i capigruppo di maggioranza e opposizione e la rappresentanza del territorio.
Comunque il Piano di riordino sanitario va avanti, se si vuole sanare la Sanità Laziale, i buchi delle inefficienze passate, e l' unica concessione è del Vice Governatore della Regione Lazio, Luciano Ciocchetti (UDC), "di puntare sull’acquisizione degli approfondimenti tecnici già messi in atto, attraverso i quali sarà possibile modulare al meglio le esigenze particolari dell’intero territorio regionale, rispettando sempre e comunque l’impianto generale del piano di rientro”.
Mentre la Mandarelli piccata dai toni non certo sereni e civili dei dimostranti, li ha richiamati all' ordine precisando ed ha ricordato agli smemorati:
"Mi preme ricordare, invece, la mia personale richiesta, fatta in occasione delle visite alle strutture e in presenza dei tecnici regionali, di costituire un tavolo provinciale di confronto, composto dal direttore della ASL di Frosinone e da tutti i sindaci del territorio, per valutare le esigenze e le risorse esistenti, al fine di formulare una proposta provinciale unica e costruttiva da sottoporre al governo regionale".
Invece, per vie traverse, si è proceduto ad avanzare una proposta frammentaria e parziale che non risponde alle esigenze dell’intero territorio."
A chi si riferiva in particolare quest' ultimo comma? Forse alla Dipetrina Locale, voce e portavoce del Comitato-Pro Ospedale di Pontecorvo che nulla ha potuto anzi ha solo nociuto alla causa, come hanno rilevato alcuni sostenitori dell' Ospedale di Pontecorvo,  data la proposta frammentaria e parziale e partigiana acchiappavoti.
Ormai la Sanità, includente l' Ospedale di Pontecorvo, si è capito che sta nelle mani della Polverini, Mandarelli, Ciocchetti, Abruzzese ed alla Dipetrina non resta altro che indossare la maglietta gialla alla prossima sfilata dei carri allegorici a Pontecorvo,  ma non alla Pisana.

15 feb 2011

IL GRUPPO DEI "RESPONSABILI"

IL GRUPPO DEI  "RESPONSABILI" ingrossati dalle fila dei Radicali di Pannella?

Pare proprio che sia così, data la capacità attrattiva (eufemismo per non dire  traccheggio per  qualche  ministero  e un pò di sottosegretariati) del Premier, come dice Silvano Moffa ex Finiano doc ed ora  leader del summenzionato Gruppo.
Infatti, corre voce che ai 10 di 'Noi Sud-Pid', Elio Belcastro, Pippo Gianni, Arturo Iannaccone, Antonio Milo, Michele Pisacane, Americo Porfidia, Antonio Razzi, Francesco Saverio Romano, Giuseppe Ruvolo e Luciano Mario Sardelli (capogruppo pro tempore);  i quattro ex Fli Giampiero Catone, Silvano Moffa, Catia Polidori e Maria Grazia Siliquini; l'Adc Francesco Pionati; l'ex Api Bruno Cesario; l'ex Pd Massimo Calearo; l'ex Idv Domenico Scilipoti; l'ex leghista Maurizio Grassano pare che si dovrebbero schierare anche i Pannelliani...sta trattando la transazione il Leader Marco Pannella.
Tutti questi Onorevoli lasciano le loro postazioni di riferimento per "l' attrazione fatale" al Capo Premier On.le Silvio Berlusconi (PDL)che nuota in mari molto tempestosi vuoi giudiziari che di Governo.
Ma loro, i nostri eroi, pronti a sacrificarsi per la causa.....in cambio di cosa? Sicuramente non per aulici ideali, altrimenti rimanevano dove erano...Fulminati sulla strada di Damasco ? mmmmmmmmmmm!!!!!!! molti dubbi.
Già sono evidenti, intanto, che i primi di loro: Scilipoti, Razzi, Polidori ecc....già viaggano in auto blu con scorta, dicono i ben informati, dopo essere stati ospiti di Silvio il "Grande" mentre il giornalista del Tg1, Francesco Pionati, dicono sempre i ben informati malignetti,  al Congresso Cassinate, dell' Hotel  Edra, ripreso da tutti i Tg nazionali per la partecipazione telefonica del Premier, ha radunato un gruppo di pellegrini desiderosi di visitare l'Abbazia di Montecassino e lo hanno "aggratis", gentile omaggio del P? così come il pasto e la conferenza per sentire la voce di Silvio.
Unico beneficiario, forse, di un sottosegratariato....perchè si attende il rimpasto....il Francesco Pionati stesso, leader del Partito  dell' Adc.
Insomma la terza gamba del Governo Berlusconi, le due principali PDL e lega sarebbe rappresentata da questi cosiddetti "Responsabili" cui dovrebbe aggiungersi tutti i deputati  Radicali sul cui piatto cosa mettono?
Anche loro alla spasmodica ricerca di loro auto blu, ministeri, sottosegratariati e quant' altro ma tutto di poco onorevole che nulla ha a che fare con la Politica, con il bene del Paese, con le radici ideologiche ( specie Marco)?
Insomma bisogna salvare il "Soldato Ryan" costi quel che costi e i mercenari sono tutti pronti ......compreso Marco Pannella (?).
Insomma piatto ricco mi ci ficco ......eh Marcolì ?
In attesa del Rimpasto tutti a sbavare ed aggregarsi ai "Responsabili".
Da un Parlamento di Nominati passiamo ad un Parlamento di Opportunisti.
RIDATEMI  LA PREFERENZA!!!!!!!!!!!!!!

IL DEL PRETE-RANTOLI FINALI-


IL DEL PRETE-RANTOLI FINALI-  e, nelle more, i dimostranti occupatori dell' A1, si beccano avvisi di garanzia a gogò per interruzione di pubblico servizio. 

L' amara realtà  che sta vivendo l' Ospedale P. Del Prete di Pontecorvo è di uno stillicidio da malato terminale che non si vuol far guarire ma  neppure si ha il coraggio di dire chiaro e tondo "Chiuso".
Infatti da oggi al morituro ospdele di Pontecorvo non può fruire di strutture esterne, per esami diagnostici in quanto non ci sono ambulanze disponibili.
Quelle della fonte anticolana non vengono pagate e quindi, solo trasferimenti urgenti tramite 118.
Oggi, lamentano i medici del reparto di medicina, avevamo da portare un paziente a Cassino per un ecocardiogramma.. nisba.
Ancor peggio, annullata la consulenza ematologica urgente da farsi all'ospedale di Frosinone per un caso quasi certo di leucemia mieloide.
Resterà un Ospedale fantasma, con personale medico e paramedico, ausiliari ed altri che sono nell' impossibilità di fare il loro lavoro, se non dirottare direttamente i pazienti .....subito.....in altre strutture ospdaliere a cominciare dalla vicino Cassino o Sora o Frosinone.
Ma i cittadini contribuenti di Pontecorvo, Roccasecca, Castrocielo, Aquino, Colle San Magno, Esperia, Pico ecc.ecc. se prima nutrivano delle perplessità circa il buon funzionamento di ricovero e cura, oggi ancor di più, tant' è che, chi ha le possibilità, chiama all' abbisogna, una autombulanza privata per andare all' Ospedale di Cassino, Sora o Frosinone.
Il Piano Polverini si può conoscere o no? L' ospedale di Pontecorvo chiuderà o non chiuderà  e se no che servizi darà? ed ora come si deve comportare un povero Cristo colpito da una accidente visto le carenze molto critiche del nosocomio?
Assodato che a nulla sono valse le manifastazioni indette da Comitato Pro-Ospedale del Prete con lo slogan (trallalero trallalà l' Ospedale non sadda toccà), se non a fare da vetrina ai politici acchiappavoti come la Dipietrina Locale A. M. Tedeschi (IDV) che nulla ha potuto e nulla ha fatto per stoppare lo scellerato Piano Regionale Laziale, e a far beccare agli sprovveduti contravventori della legge (Manifestanti-perchè i Politici sono rimasti fuori l' A1, si badi bene) per il momento l' iscrizione nel registro degli indagati e avvisi di garanzia e poi succederà come ai Manifestanti della Videocon, multati con multe salate?
Questi ultimi hanno ricevuto solo la solidarietà della Dipietrina Locale, ma i condannati sono stati i Lavoratori-Manifestanti, si badi bene.
Rammento alla Renata Polverini che i Cittadini del Sud Lazio e Frusinate....non sono cittadini di serie B ma cittadini che pagano le tasse come le pagano a Roma e d' intorni.......sono cittadini  consapevoli che la sanità laziale è ridotta al lumicino, non certo per loro responsabilità, ma onestà intellettuale vorrebbe che a rimetterci non siano sempre e soltanto i soliti noti Ciociari ubicati a Sud di Frosinone.
Se il Piano è equo e risanatore delle discrepanze, OK..... ma se malauguratamente dovesse, ancora una volta essere Romanocentrico, non si aspettino gli Onorevoli, di tutto l' arco costituzionale e non, un.... Vossia......ma un vaffa.... sonoro con il sollecitare quello che Berlusconi aveva imposto alle Giunte PDL ossia di mettere fuori l 'UDC.......e......chi vivrà vedrà.

14 feb 2011

SE NON ORA.....QUANDO?

 SE NON ORA....QUANDO ?
Subito scoperta la mistificazione .......non quella che dice il Premier... bensì delle organizzatrici politicizzate di sinistra


La saturazione delle 320 piazze italiane di partecipanti apartitici- apolitici -asindacali menate per gonzi creduloni.
La verità nuda e cruda, a parte il falso perbenismo ed il falso moralismo, è che ai politici di sinistra  non è bastato in questa occasione mostrare il loro corpo (vestito), ma in un certo modo farsi una pubblicità con manifestini inneggianti alla resistenza, con il  simbolo dell' Italia dei Valori.
E poi mi aggrediscono sul Social Facebook che dico falsità
Ecco la prova amici di fb

BERLUSCONI NON SI SCHIODA

BERLUSCONI NON SI SCHIODA  dalla poltrona di Palazzo Chigi, tranquille DONNE ITALIANE DI SINISTRA........

non sarete Voi che ieri avete riempito le Piazze delle città italiane con pittoreschi slogan inneggianti alla resistenza, al lavoro sano e non quello di Ruby, al reclamare  diritto della delle dignità di "genere", alla stanchezza di avere un premier puttaniere e ne sono arciconvinta, non sarà la piazza tranquilla e pittoresca all' Italiana maniera a mandare a casa Berlusconi.
Nella Piazza non c' è politica ma  solo  sdegno ed esasperazione, urla di slogan che lasciano il tempo che trovano.
Bella....pittoresca.....includente...silente nel dolore....aggressiva, a volte anche isterica  nell' insulto al desposta Berlusconi ...che nel contempo di difende con Piazza ...faziosa...golpista.
E' un inizio di qualcosa? mah! sarà!!!Non ci credo più di tanto visto che il Premier resta abbarbicato alla poltrona e non lo si smuove più di tanto....anzi pare rafforzarsi con l' acquisizione di altri "Scilipoti" inquisiti dalla Magistratura.
L' opposizione blanda e democratica di Casini, Fini, Rutelli, Bersani e quella dura,  giustizialista di Di Pietro e quella Komunista del Poeta Parolaio Vendola, non ce la fanno nelle sedi Parlamentari e non ce la fanno perchè il Parlamento è FERMO....NON LEGIFERA, se non i decreti del Governo-Tutela Premier-contro i Magistrati.
La Piazza che si sostituisce alla Politica? Impossibile....a meno che non fa come è successo in Egitto contro Mubarak che pare stia in coma, ora.
Non ci credo nelle manifestazioni di Piazza Pacifiche capaci di sovvertire il Tiranno...... a meno che le Opposizioni si facciano parte attiva e siano  capaci di interpretare la Piazza e traerne l' opportuno insegnamento e darne seguito e se non ci danno  seguito ...allora... che si è fatta  a fare? A che pro? A chi è servita?
Tempo perso, pura illusione  di fa fuori B. e passerella dei politici e sindacalisti acchiappavoti, molti di sinistra e pochissimi di destra..
La Piazza calda ha cotto il pasto e allora il "pasto caldo" bisogna  consumarlo cari Oppositori!!!!!!!!!! Dite al vostro elettorato qualcosa di serio e credibile che non siano i soliti_B. fai un passo indietro......B. dimettiti......Non sarebbe più logico,.... visto che il Berlusconi ha la maggioranza parlamentare, che non ha la minima intenzione di abdicare e purtuttavia il Paese è fermo e il Parlamento non legifera ,....che i vari Casini, Fini, Rutelli, Bersani e compagnia bella e tutti i sindacati Cisl-Uil-Cgil stilino un bello e striminzito programma ai cui punti svetti:LA RIFORMA ELETTORALE e mobilitino l' ITALIA TUTTA in UNO SCIOPERO GENERALE??????????
Berlusconi se ha la maggioranza Governi.....ma se non è capace.....nonostante la maggioranza.... IL POPOLO ITALIANO su proposta dei Partiti di Governo e dei Sindacati deve essere coinvolto in un' azione di civile democrazia....

13 feb 2011

CERVARO PIANGE WALTER

CERVARO PIANGE  WALTER giovane centauro,  vittima della strada Casilina , a pochi passi da casa

L’incidente è avvenuto, ieri sabato 12 febbraio 20110, poco prima delle 18 sulla Casilina al chilometro 142 in località “Pastenelle”.
Viaggiava sulla sua moto, una Yamaha R1 1000 il giovane dipendante dell' Università di Cassino che viveva nella sua città natale, Cervaro, quando una brusca virata, l'ha portato dritto dritto all' impatto con il guard rail e all' appuntamento con la MORTE.
Non si conoscoscono ancora le dinamiche dell' incidente, che sono tutt' ora al vaglio degli inquirenti ma il fatto incontestabile è che l' Amore, la Passione per le due ruote, la sua moto blu,  i viaggi per il mondo, per Walter sono terminati, stoppati da un guard rail delle "Pastenelle".
Resta il ricordo del giovane e socievole amico di scorribande easy rider, del figliolo amorevole convivente con i genitori, e del lavoratore presso l' Università di Cassino.
Alla mamma, al papà alla famiglia tutta, un dolore immenso che, forse, solo il tempo riuscirà a lenire..
Ragazzi amanti delle due ruote: .......troppe vittime ....troppi ricordi....troppi dolori familiari dovrebbero indurvi a meditare quando vi impuntate e reclamate ai genitori recalcitranti una "moto".
Se poi la vostra passione è folle,  cercate di non tramutarla in una tragedia.....andate piano e guidate con prudenza......la strada è piena di insidie e tenete sempre a mente che "LA VITA E' BELLA".
Riposa in pace Walter

12 feb 2011

I NASI ELETTRONICI ALLA RIBALTA

I NASI ELETTRONICI ALLA RIBALTA sentono la puzza ma non sono in grado di dirne la provenienza
 Questo il risultato del monitoraggio di mesi e mesi della qualità dell' aria nei d' intorni della Discarica di Cerreto (Roccasecca) e della SAF SpA (Colfelice) inoltre, per la precisione zone ad alta  densità agricola (quali antigrittogamici si usano? quali odori emenano?).
Questi attrezzi sofisticati,  ultratecnologici e soprattutto costosi cui  aggiungasi l' utilizzo dispendioso  delle  risorse umane (tecnici) per farci dire che sì c' è una "molestia olfattiva" ma che  non è qualitativa, perchè il Naso ha i suoi limiti in quanto ha  solo  una semplice capacità di avvertire la cosiddetta "puzza" .
I risultati sono stati presentati alla Commissione Consiliare all' ambiente della Provincia di Frosinone, dal consigliere Tagliaferri : nelle 22% delle giornate monitorate c' è stato un incremento delle sostanze volatili (causa degli odori) ed in queste giornate l'8,5% di forte intensità e il 4% di fortissima intensità, così si legge in una nota.
Resto veramente basita nel venire a conoscenza di tante ovvietà a pagamento,  rilevabili anche da un "Naso Umano", circa gli odori più o meno densi in particolari giorni e nei paraggi incriminati ed il disagio psico-fisico di chi li avverte, visto e considerato che "Naso Elettronico"  non è in grado di dire e dare la composizione chimica delle sostanze volatili sprigionate nell' aria e soprattutto di chi sia la  responsabilità....... questo non è ammissibile.
Insomma sono in arrivo...quando?....altri quattro Nasi Elettronici per analisi gas-cromatografica/spettrometria di massa che ci sapranno dire chi semina la PUZZA....loro dicono Saf o Discarica...Io aggiungo forse anche..i coltivatori diretti che usano antigrittogamici e disserbanti non proprio tanto naturali o naturali.
Comunque, in attesa del responso scientifico dei nuovi "Nasi" una legittima  domanda:  saranno tarati e a norma questi famosi "NASI ELETTRONICI"

EUREKA !!!!!!!!!! TRACCIOLINO AL VIA

EUREKA !!!!!!!!!! TRACCIOLINO AL VIA
 i lavori per la messa in sicurezza...... fra pochi mesi si  inizia....parola dell' Assessore provinciale  all' Urbanistica e  Pianificazione Territoriale, Gianluca Quadrini

La notizia è di quelle che si attendava da anni, per lo meno 4-5, e non può che far piacere, non solo ai direttamente interessati cittadini residenti di Roccasecca e Casalvieri, ma ai cittadini del Mondo che conoscono,  apprezzano e vorrebbero godere, senza correre inutili rischi, il Paradiso Terrestre delle "Gole del Melfa", polmone verde di grande valore ecologico ed estetico oltre che per la notevole, ma ancora in gran parte sconosciuta, biodiversità presente ed  è proprio o per questo, già da molti anni si susseguono le proposte di istituzione di una specifica area protetta.
Finalmente.....ed è una Giunta di centro-destra che sta facendo chiarezza su una situazione diventata vergognosamente insostenibile...Fondi Arrivati.....Strada pericolante e chiusa:
L' Assessore Quadrini informa : "La Provincia di Frosinone ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lazio attraverso i fondi Por-Fesr di 1.300.000 euro per la messa in sicurezza Casalvieri -Roccasecca la strada che costeggiando le Gole del Melfa, rappresenta l'arteria  più rapida per passare dalla Valle del Liri alla Val di Comino
Allo stato attuale se ne stanno occupando gli uffici della difesa del suolo che stanno ultimando le procedure per l’affidamento degli incarichi per la progettazione degli interventi di messa in sicurezza della montagna iniziando a curare le sitazioni più pericole e questo con la disponibilità del famoso 1.300 mila euro
Prosegue l' Assessore Quadrini: -Ciò non è sufficiente ed è mia intenzione e di tutta l’Amministrazione del Presidente Iannarilli di perseguire tutte le opportunità di finanziamenti europei e regionali per programmare interventi che nel tempo possano riattivare il Tracciolino che oltre ad avere una strategica importanza nella viabilità, collegando velocemente due territori, ha una valenza straordinaria anche a livello ambientale in quanto è stata istituita come Zona SIC (Sito Interesse Comunitario) – ZPS (Zona Protezione Speciale) denominata Gole del Fiume Melfa dalla Regione Lazio e quindi dal ministero dell’Ambiente e dalla Commissione Europea".
In attesa .......

11 feb 2011

LA FESTA UNITA' D' ITALIA


LA FESTA UNITA' D' ITALIA
ce la stanno ad "intossicà "-Marcegaglia, Calderoli, Bossi, Gelmini e, "dulcis in fundo"- Luis Durnwalder

Insomma si sta facendo un lavoro certosino di sfascio della nostra bella Italia e la politica democratica, nonostante gli appelli del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, sta andando a farsi benedire.
Scontro Politica-Magistratura che si sta avviando allo scontro sociale come è accaduto oggi quando uno sparuto gruppuscolo di "fan" del premier è andato a protestare davanti al Palazzo di Giustizia milanese , con invettive, non proprio simpatiche contro i Magistrati; di contro un altro gruppuscolo del Popolo Viola e dei passanti inveivano contro loro, in sostegno dei Magistrati.
Insomma tutti contro tutti e a farne le spese il Popolo Italiano che, sempre più disorientato, si allontana  sempre più  dalla gestione della cosa pubblica andando ad aumentare già la folta schiera dei "non votanti.
Ma su una cosa siamo tutti d' accordo che "L' UNITA' D' ITALIA" deve essere festeggiata con tutti gli onori e la gioia che merita un avvenimento importante di una portata storica unica che tanto sangue è costato agli eroi del Risorgimento .....e poi un giorno  ogni 50 anni per ricordare.... con i dovuti onori è ben poco dispendio di denaro.
Cara Marcegaglia un giorno di riposo per l' industria non mi sembra che mandi in fallimento le fabbriche e l' intera industria italiana, visto che proprio quest' anno le feste sono nulle.
Calderoli e Bossi che sin dall' inizio avete osteggiato questo festeggiamento a cadenza cinquantennale, caldeggiato dal Presidente Napolitano, e tanto caro al Popolo Italiano, anche se vi sentite solo Padani, ma incongruemente, sedete nei banchi del Parlamento Italiano, e prendete prebende Italiane, una volta tanto, abbandonate la casacca verde ed indossate quella tricolore che vi starebbe tanto bene, ricordando che per gli Italiani "LA PATRIA" è un valore fondamentale.
Professoressa Gelmini ma si rende conto cosa vuol dire festeggiare l' UNITA' D' ITALIA con le scuole aperte e quindi lavoro per gli studenti e per il personale docente e non? Lei con il suo NO ai festeggiamenti fomenta in questo modo la rivolta culturale contro il Governo, che in questo momento non ha certo bisogno di retorica.
Infine  al Luis Durnwalder, presidente della provincia di bolzano che, si sente austriaco e si rifiuta di festeggiare rispondo con le parole del Presidente Napolitano : "il Presidente della provincia di Bolzano non può parlare a nome di una pretesa «minoranza austriaca» dimenticando di rappresentare anche le popolazioni di lingua italiana e ladina, e soprattutto che la stessa popolazione di lingua tedesca è italiana e tale si sente nella sua larga maggioranza.
L'Italia fu fatta, UNITA,  da Mazzini, Cavour, Garibaldi e da Vittorio Emanuele e non saranno i Leghisti e compagnia bella a sfasciarla.
Insomma tra tante chiacchiere, tante diatribe, anche se intossicata,  il 17 marzo, festa del tricolore per le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, sarà festa nazionale e non si andrà nè a scuola nè al lavoro.

IL CAV. TUONA: FUORI UDC.......

IL CAV. TUONA:  FUORI UDC.......da tutte le Giunte Pidielline, creando non poco imbarazzo nei governatori locali regionali e provinciali, visto che hanno vinto grazie proprio ai candidati di Casini, come  la Regione Lazio,

dove l' UDC è stata determinante nella vittoria della Renata Polverini, rimediando ai  non pochi papocchi combinati dal PDL.
Che l' irritatissimo Capo del PDL metta il veto alle prossime amministrative lo posso pure capire, ma che urli, ai vari Governatori Campani, Laziali, Calabresi ecc. ecc :
«L'Udc deve uscire da tutte le giunte che noi governiamo, visto che fa parte del Terzo Polo e non possiamo consentire una situazione del genere», questo non mi sembra una cosa saggia, giusta e fattibile, a meno che  i Governatori, non diventino  tutti imbecilli,  e per accontentare il "fuori di testa Berlusconi", fanno un bel Karakiri, un atto di autolesionismo per rotolare giù dal trono, su quel trono dove sono stati posti anche e soprattutto grazie ai voti dell' UDC.
Ma perchè il Cav. fa di queste uscite?
Berlusconi ha  paura dell 'Udc, ha paura di Casini che, sempre chiaro e preciso leader, resta fermo sulle sue posizioni politiche centriste e porti l' Italia ad un saggio Governo di responsabilità nazionale.
Berlusconi, in tutta sicurezza,  ha paura che il Partito di Casini (UDC)  incassando assessori e manager Asl, acquisisca un potere eccessivo, che un domani potrebbe ritorcersi contro il Pdl in caso di confluenza dei centristi nel Terzo Polo insieme a Fli e Api. Dategli meno nomine possibile, sarebbe il diktat del Cavaliere.
Ma non lo sa mica il Cav che senza il TERZO POLO-o megliocon  "IL POLO PER L' ITALIA" non si Governa?
Lo ha capito bene la Renata Polverini che, solo grazie all'accordo pre-elettorale con l' UDC ha strappato lo scettro, all' avversaria del Centro-sinistra nella  Regione Lazio.
Ora, a patti rispettati, con Luciano Ciocchetti V.P. della Giusta ed assessore all' urbanistica e Aldo Forte, assessore alle politiche sociali e famiglia, ambedue pilastri dell' UDC, all Polverini non resta altro che disubbidere al dictat del Cavaliere assediato dalle procure ed infatti ai giornalisti ha chiarito:
"L'Udc è in Giunta e rimarrà in Giunta sicuramente, almeno per quanto riguarda il Lazio". Conferma di  Ciocchetti: «La presidente Polverini ha già parlato, e ha detto chiaramente che l'Udc è in giunta e vi rimarrà". 
Quindi la Polverini, almeno, è una che non è "Camiera di Arcore", come dice il leader UDC Pier Ferdinando Casini 

09 feb 2011

CASSINO -CULTURA- UMANITA'- SOLIDARIETA'

CASSINO -CULTURA- UMANITA'- SOLIDARIETAcompendio degli Incontri della  Banca Popolare del Cassinate con personaggi di alto profilo socio-culturale per approfondimenti tematiche importanti come quello che si terrà domani, 10 febbraio ore 18: Lo stato vegetativo ...un dilemma scientifico ed etico.......e la sindrome del " locked-in".

La BPC avrà come ospite d' onore Enrica Bonaccorti, volto noto della televisione,‭ ‬attrice di cinema e teatro‭ e scrittrice,‬ per presentare il suo libro‭ " L' uomo immobile", u‬n libro toccante,‭ ‬ispirato alla storia vera di un giovane medico che dopo un grave trauma cranico vive tragicamente la sua condizione di‭ “‬locked-in‭” e grida la sua gioia quando la sua donna si accorge che Lui c' è; gli incassi della serata andranno a sostenere le attività della fondazione Santa Lucia.
L' Uomo immobile della Bonaccorti viene dopo Lo Scafandro e la Farfalla (Le scaphandre et le papillon) un libro di ricordi del giornalista francese Jean-Dominique Bauby, colpito da ictus,  in coma per 20, ed al risveglio l' amara sorpresa di trovare il suo corpo imprigionato come in uno scafandro, che non può fare movimenti volontari insomma una condizione che la medicina chiama sindrome locked-in.
Due storie  ricche di umanità e sensibilmente toccanti nella loro tragidità che portano alla ribalta il tema della "Vita" spezzata ma non recisa di tante persone colpite e soprattutto, a mio avviso, dell' amore dei familiari coinvolti e impietriti dal dolore ma che con forza e coraggio spendono anche la loro vita a rendere migliore quella dello sfortunato congiunto.
Non posso fare a meno di andare con la mente al mio amico Ugo di Napoli anche Lui affetto dalla sindrome di locked-in, laureato in matematica che riesce a fare complicatissimi calcoli matematici con la comunicazione degli occhi ed alla sua affettuosissima moglie Liliana che dopo una via crucis negli ospedali, ora se lo cura amorevolmente a casa con l' aiuto dgli operatori della AUSL di Napoli.
Ma tornando all' Incontro di domani alla BPC il contributo scientifico  scientifico e rigoroso ‭è dato dalla  ‬ presenza della Prof.ssa‭ ‬Rita Formisano,‭ ‬primario dell’Unità post-coma della Fondazione Santa Lucia di Roma che saprà offrire un valido contributo alla riflessione,‭ ‬affrontando in particolare il
tato vegetativo:‭ ‬un dilemma scientifico ed etico‭”‬.‭ ‬Spiega la Prof.ssa Formisano:‭ «‬Lo stato vegetativo è la condizione di non coscienza a occhi aperti che segue a un periodo di coma‭ (‬che ha una durata massima di‭ ‬3-4‭ ‬settimane‭)‬,‭ ‬in cui il paziente non risponde ad alcun comando e non ha comunicazione con l’ambiente esterno.‭ ‬Nella sindrome di‭ “‬locked-in‭” (‬in inglese:‭ ‬chiuso dentro‭) ‬in cui il paziente può comunicare soltanto attraverso l’apertura e chiusura delle palpebre o rivolgendo lo sguardo verso l’alto.‭
A moderare l’incontro un altro grande nome del giornalismo italiano.‭ ‬Sarà presente infatti‭ ‬Luciano Onder,‭ ‬un vero pioniere della comunicazione medico-scientifica in RAI,‭ ‬conduttore di Medicina‭ ‬33‭ ‬e responsabile di TG2‭ ‬Salute.
Rocprdo che Il ricavato della vendita del romanzo contribuirà a sostenere le attività della Fondazione Santa Lucia.‭ ‬L’appuntamento per una serata davvero speciale è per‭ ‬giovedì‭ ‬10‭ ‬febbraio alle ore‭ ‬18.00‭ ‬nella Filiale della BPC in Corso della Repubblica a Cassino.‭

08 feb 2011

L' IDV - FRANA INESORABILMENTE -

L' IDV - FRANA INESORABILMENTE - in tutta Italia e particolarmente in Ciociaria, dopo l' elezione di A. M. Tedeschi alla Regione Lazio,.per le sue battaglie incoerenti, inconsistenti, inconcludenti, ed altri ben più pesanti motivi politici...
 SPIAGGIA ARENAUTA VIA FLACCA- GAETA (LT)

 Si è aperta una voragine ....altro che partito in evoluzione come si legge da qualche parte!!!! ed è il giusto epilogo che merita chi, in tutta fretta, vuole assurgere a paladino dei deboli e degli indifesi, difesa dell' ambiente, difesa degli ospedali ma con troppa ostentata mistificazione.
Il lascio dei personaggi di spicco come Incitti, Colantonio, Pantellini, Iafrate e tanti altri hanno mandato il tilt l' IDV Ciociaro, senza menzionare poi la rivolta del Comitato Pro-Ospedale di Pontecorvo i cui membri hanno realizzato l' uso strumentale della rivolta, a favore solo della Dipietrina Locale, per i suoi scopi di visibilità ...ora sputano fiele e si sono ravveduti e l' hanno allontananta e con lei la Rodano e il Di Pietro.
La prezzemolina Regionale, novella Giovanna D' Arco, ora è in silenzio stampa visto e considerato i fallimenti di:  Villa No Amianto-Discarica di Cerreto- Saf- Ospedale di Pontecorvo ...non è rimasto in piedi che, forse, la spiaggia dell' Areanuta (spiaggia gay -nudisti).
Si dice che stia preparando l' arrembaggio dell' IDV ai comuni di Roccasecca mettendo a capolista, Fabio Nardi,  e a Cassino, Capolista Golini Petrarcone che, guarda, guarda ha cominciato con una bella presenza acchiappavoti all' inaugurazione del Comitato ambientalista Solfegna Cantoni-Cerro-Ponte la Pietra.
Ma pura illusione in ambedue i Comuni
E' un Partito senza storia, e cosa più grave che non sa scrivere una propria Storia di puri e duri, visto che non sono nè puri, nè duri, pura mestificazione da campagna elettorale

L' ABBAZIA DI MONTECASSINO IN LUTTO

L' ABBAZIA  DI  MONTECASSINO IN LUTTO    per la perdita dell' amato Monaco-Musicista, Dom Luigi De Sario

‭perchè tornato "alla casa del Padre, ma i suoi preziosi insegnamenti "hora et labora" continueranno ad essere di esempio e di guida nella comunità non solo cassinate........
Infatti , tutta la comunità diocesana,‭ si legge in un comunicato stampa, ‬presbiteri,‭ ‬religiosi,‭ ‬religiose,‭ ‬associazioni,‭ ‬movimenti,‭ ‬gruppi e fedeli laici si uniscono all’Abate Dom Pietro Vittorelli e alla comunità monastica di Montecassino nel ricordo commosso di‭ ‬Dom Luigi De Sario osb,‭ ‬Sacerdote e Monaco,‭ ‬figura esemplare di dedizione e fedeltà alla Regola,‭ ‬musicista insigne,‭ ‬per decenni organista di Montecassino e docente di generazioni di allievi,‭ ‬tornato alla casa del Padre dopo una lunga vita vissuta nella preghiera e nell’operosità benedettina,‭ “‬pauper et monachus‭”‬,‭ ‬come amava definirsi.‭ ‬Certi nella speranza cristiana,‭ ‬elevano preghiere al Padre della Vita perché lo accolga nella pienezza della Gioia senza fine.‭
‭Le esequie del monaco-organista  98enne di Montecassino sono state celebrate solennemente domenica 6 febbraio,  a Montecassino.
Cordoglio e vicinanza della Comunità di Roccasecca ......

06 feb 2011

TRAGEDIA AL SANTA SCOLASTICA-CASSINO-

TRAGEDIA AL SANTA SCOLASTICA-CASSINO-  e Montino (PD), Rodano e Tedeschi (IDV) puntano il dito, come al solito,  contro la Polverini e il suo Piano di Riordino della Sanità

È difficile, in momenti così particolari della vita, trovare parole che non siano di rito, da rivolgere ai familiari sconvolti dalla improvvisa e tragica scomparsa della Sig.ra Silvana di Sant' Elia Fiumerapido...dico loro... vicinanza e cordoglio...con un abbraccio a tutti i familiari anche se non li conosco.
E' stato il caso?  e/o qualche altra tragica fatalità? Comunque le inchieste giudiziarie e sanitarie faranno il loro corso e accerteranno la verità doverosa verso i familiari.
Ma che questo dolore privato venga strumentalizzato dai Politici di Sinistra per accattivarsi le simpatie dell' elettorato e/o forse per indurre la Polverini a fare come dicono loro, questo non lo sopporto perchè hanno superato il limite della decenza.
Senza neppure sapere come effettivamente siano andate le cose, parlano di Mala Sanità del Santa Scolastica di Cassino, di inefficienza dei medici e della loro incuria per aver abbandonato al suo destino la Signora, senza darle le opportune cure.
Non entro nel merito del caso, in quanto ho molto rispetto della Magistratura e della Sanità, ma mi corre l' obbligo come cittadina-utente del Santa Scolastica esternare la mia personale testimonianza per l' ineccepibile accoglienza e diagnostica- soccorso del Pronto Soccorso incriminato.
Due volte mi è capitato di correre, nel vero senso della parola, al pronto soccorso di Cassino, non per me ma per due miei cari congiunti,   e in tutti e due i momenti, accertato subitamente il codice, i medici hanno dato seguito a tutti gli esami diagnostici.
Non ci sono stati nè ritardi, nè abbandoni, anche se la seconda volta è capitato di sera e sono stata, in quella occasione  dalle ore 20 fino alle 24 con conseguente dimissione.....visita, analisi del sangue, elettrocardiogramma e tac  tutto con molto scrupolo professionale, quindi, stento a credere a quanto scritto dai giornali.
Comunque, ripeto, la  Magistratura appurerà la verità e sebbene si parli di carenze di personale cronica, non posso sostenere, come fanno loro, che la carenza di personale vada a riflettersi inesorabilmente  sulla professionalità e sulla qualità delle prestazioni dei medici, dei tecnici, e degli infermieri.
La struttura ospedaliera è nuovissima e dal Piano della Polverini non si potrà avere che vantaggi, credo, basta avere fiducia della messa a punto.....e la partenza.
Vergona Montino-Rodano-Tedeschi !!!!!!!!! Speculare sulle tragedie è inammissibile!!!!!!

ILTRACCIOLINO FRANA-LA PROVINCIA CHIUDE......

ILTRACCIOLINO FRANA-LA PROVINCIA CHIUDE...... la strada per pericolo caduta massi e, gli irriducibili trasgressori, imperterriti, continuano ad  organizzare  manifestazioni di kayak per gli amanti dello sport fluviale
 Quale l' escamotage legale, se esiste,  studiato ad hoc per far dare il via libera ad una manifestazione che seppur prestigiosa per le nostre Gole del Melfa, sono di una pericolosità inaudita?
Non pensano gli organizzatori che potrebbe verificarsi qualche evento, anche se non luttuoso, come quello del rally di Colle San Magno di qualche anno fa,  ma solo di creazione di stati di  panico nei manifestanti anche se devono dribblare qualche masso che si stacca dal costone?
Le autorità concedenti il via libera alla manifestazione annuale di kayak, perchè non si attivano, prima della firma concessoria a far mettere in sicurezza il "TRACCIOLINO" da momento  che, pare ci sia la disponibilità finanziaria già da tempo?
Auspico solo che quest' anno tutti facciano un passo indietro per evitare inutili e sciocchi rischi ai manifestanti e non solo, ma che ci si attivi seriamente per un sollecito intervento della messa in sicurezza così come la Provincia sta facendo con il tratto di Strada Roccasecca-Caprile, grazie all' intervento del Consigliere Provinciale Colantonio . .così faccia per il "TRACCIOLINO".
Amici Roccaseccani che amate, come me, Le Gole del Melfa e che vi prodigate in tutti i modi ed in tutte le maniere, con abnegazione, alle sue sorti  a difende la flora e la fauna, che vi adoperate per far conoscere al mondo le inestimabili bellezze come il gioiello dell' Eremo dello Spirito Santo..... non prendetevela a male se ho una visione diversa dalla vostra e vi sprono al rispetto della legalità e della salute della natura  e delle persone... 
Se la strada è chiusa è chiusa e basta ......non si fanno manifestazioni.......e specialmente manifestazioni acchiappavoti.
LA LEGGE VA RISPETTATA DA TUTTI ...........

05 feb 2011

RADIOATTIVITA' CERRETO?

RADIOATTIVITA' CERRETO?

SOLO PANNOLONI ...dei vecchietti malati che per incuria o per necessità vengono riversati  nei cassonetti dei RR.SS.UU... non scorie nucleari, si badi bene......

come da più parti si legge per scopi ormai acclarati di attrazione di  voti......visto che il paniere dell' IDV di Roccasecca è vuoto come quello  dei Comitati ambientalisti  poco attrattivi, in considerazione delle puttanate che scrivono.
Infatti, non esiste a Roccasecca la raccolta differenziata e  la Dipietrina Locale, invece di fare campagne idonee a sensibilizzare l' opinione pubblica a fare la differenziata, si accanisce con una pseudo sensibilizzazione ecologista  per accattivarsi e mettere in lista i   ben noti ecologisti, tipo Di Cioccio Fabrizio.
Insomma ricomincia a cavalcare la solita menata, inconsistente ed inconcludente della "Discarica di Cerreto", vista la crociata, "Del Prete", persa ignominiosamente.
L' obiettivo è solo uno:  consenso a tutti i costi, costi quel che costi e,visto che la prima  cavalcata acchiappavoti ha avuto successo, fiaccolata fuoco fatuo, perchè Pontecorvo docet,  la Dipetrina Locale  ora....si accinge alla seconda,  nel paese d' origine, Roccasecca, in vista del prossimo ritorno alle urne del 15 e 16 maggio.
La solita menata, il solito "refrain" adunata per la campagna acchiappavoti... avente il solito soggetto-oggetto, la Discarica di Cerreto,  La MAD e la SAF.
Partenza per la crociata è l' interrogazione alla Regione Lazio, alla Presidente della Giunta Renata Polverini e l’Assessore alle Attività produttive e Politiche dei Rifiuti, Pietro Di Paolo,  a risposta immediata per conoscere quali misure siano state adottate dalla società MAD Srl per accogliere i rifiuti radioattivi sottoposti a procedura straordinaria nell’impianto di Roccasecca (Fr), località Cerreto.
Insomma la politica del " PANNOLONE RADIOATTIVO".......
Fumo...fumo....ed ancora fumo per chi ancora crede nelle improvvisate crociate, a ridosso delle elezioni e/o per radicarsi sul territorio, fatte dai politici emergenti, accattivanti e grintosi come quelli che militano nella scuderia di Tonino di Pietro.
L' incongruità intellettuale rispetto al ruolo che ricoprono è stata più volte smascherata e messa alla berlina: Amianto, Villa Santa Lucia, Chiusura del Prete di Pontecorvo  (quante tessere di Tonino  stracciate per risentimento), Videocon.....a proposito di Videocon : è ad un passo dalla svolta solo grazie all' On.le deputata cassinate, Anna Teresa Formisano (UDC)  che proprio ieri ha incontrato l' On.le Romano, Ministro per lo sviluppo economico che Le ha  garantito il suo personale interessamento, di convocare, al più presto le parti sociali e le imprese interessate veramente a rilevarla, insomma a politico di lungo corso, serio ed onesto come la Formisano, rispondono i fatti   concreti e a rilevanza benefica per la gente.
Per carità di Dio.... è legittimo darsi da fare per radicarsi sul territorio ma farlo con i " PANNOLONI RADIOATTIVI"  è risibile e uno schiaffo all' intelligenza della gente di Roccasecca che non ha l' anello al naso come pensa La Dipetrina Locale .

04 feb 2011

SPUTTANATA L' IDV


SPUTTANATA L' IDV  
anche dal Comitato Pro Ospedale " Pasquale del Prete"

Un editoriale encomiabile quello di oggi, 4 febbraio 2011,  sul quotidiano "La Provincia", a cura di Valentina Prato, dal titolo " Nessuno tocchi l' ospedale" che rende giustizia ai tanti, come la sottoscritta che avevano visto lontano sui veri intendimenti acchiappavoti delle passerelle e delle  intrufolate nel Popolo Giallo, della Dipietrina Locale, pezzo da 90 di Tonino.
Finalmente hanno aperto gli occhi Zonfrilli e C. !!!!!!! Finalmente si sono resi conto di che pasta sono fatti quelli dell' Italia dei Valori !!!!
Nella loro ingenuità aveveno creduto nell' effettivo interessamento risolutivo dei Politici di Sinistra e riposto le speranze di salvezza dell' amato ospedale "Del Prete"  soprattutto nell' esponente di spicco, senza storia, dell' IDV, A. M. Tedeschi.
Ma nell' editoriale citato, come umanità ferita nei propri sentimenti e nelle proprie aspettative che scopre di essere stata usata per i loro non nobili scopi,  urlano tutto il loro disappunto per le azioni e le interrogazioni a "schiove" della Rodano, della Tedeschi e del Maruccio.
Ma cosa si aspettavano dal' IDV che non ha storia, che usa l' elettorato dei partiti storici con il beneplacido di qualche illustre esponente come ha fatto a Roccasecca A. M. Tedeschi con il Sindaco uscente Giorgio Giovanni (PD) così dicono i rumors oppure  come ha fatto a Cassino sottraendo il Petrarcone al PD che ora ambirebbe alla poltrona di Primo Cittadino con il sostegno dello stesso partito da cui è fuoriuscito.
Ma siamo pazzi? Oh! ragazzi .....direbbe Bersani.....
Comunque amici del Comitato pro -Ospedale del Prete- ammiro il vostro coraggio, anche se ho condannato alcune vostre azioni "contra-legem" e non condiviso affatto il vostro affidarVi ai Politici sbagliati ...visto che la Provincia di Frosinone e la Regione Lazio sono governate dal Centro-Destra.
Ma il vostro ravvedimento ed il vostro aprire gli occhi con la pubblica condanna di chi non  prodotto nulla, come l' IDV e la Dipetrina Locale in particolare,  se non interrogazioni di una assurdità e banalità  e presenzialismo acchiappaconsensi, Vi fa onore perchè un politico che non può fare nulla deve solo tacere.
La mia impressione, e Voi me ne dovete dare atto,  è che il Partito di Di Pietro è vuoto di idee e privo di progettualità ma è volto esclusivamente al radicamento sul territori con personaggi senza storia e chi è senza storia è senza futuro......come la Dipietrina Locale.

Cassino/ PREMIO ASDOE 2010

Foto di Alberto Ceccon
Cassino/ PREMIO ASDOE 2010
alla pronipote dell' Eroe dei due Mondi "Giuseppe Garibaldi"

La Città Martire, ieri 3 febbraio,  ha avuto l' onore di ospitare la d.ssa Anita Garibaldi  la pronipote di uno degli artefici, se non l' artefice pricipale dell' UNITA' D' ITALIA.
A portare a Cassino l' insigne ospite è stata  l' Associazione Docenti Europei  (L'AEDOS), nell' ambito della calenderalizzazione delle  manifestazioni dell' importante anniversario storico,( 150 anni dell' Unità d' Italia) per assegnarLe l' annuale PREMIO AEDOS 2010.
Cultura e Storia i baluardi dell' AEDOS che ogni paese, ogni Stato, ogni Nazione dovrebbe coltivare per far crescere una collettività di persone (umanità)  sane, intellettualmente evolute e coscienze illuminate.
Questo lo spirito che aleggiava alla cerimonia della consegna del premio alla Prof.ssa Garibaldi  presso la Biblioteca Comunale "Pietro Malatesta" in Cassino; alla presenza di autorità locali, provinciali e regionali e del Presidente della Banca Popolare del Cassinate, Formisano, sensibile allo svlippo della  cultura di cassino e non solo....
Il premio è stato conferito alla Sig.ra Anita Garibaldi  con la seguente motivazione: "per l'impegno profuso nella salvaguardia e nella valorizzazione del patrimonio della storia e della cultura risorgimentale, promuovendo tra i giovani la diffusione di quegli ideali di libertà e democrazia che tale patrimonio hanno alimentato".
Durante la manifestazione, un intermezzo musicale a cura del "Coro ASDOE" che  ha proposto brani del periodo risorgimentale. 

03 feb 2011

"IL TRACCIOLINO."..... INSICURO E CHIUSO

"IL TRACCIOLINO."..... INSICURO E CHIUSO
ma si continua imperterriti ad organizzare manifestazioni  di kayak ..... da chi autorizzate? 

Ancora chiuso il tratto di strada delle "Gole del Melfa" che collega Roccasecca alla Valle di Comino e arriva notizia di una prossima manifestazione canoistica.
All' uopo, come al solito, si aprono le chiuse per mandare acqua al Fiume Melfa mentre la strada "Tracciolino" è chiusa per pericolo caduta massi dal costone montuoso.
A chi imputare una qualsiasi responsabilità per il verificarsi di un incidente - accidentale  in costanza di un divieto di transito per pericolo caduta massi?
Perchè non ci si è attivati per far  mettere in moto le istituzioni per a rendere praticabile la strada con annesso transito di automezzi, visto e considerato che sono nel cassetto della Provincia di Frosinone ben 1.300mila euro da spendere per la sicurezza del TRACCIOLINO?
Encomiabile l' attivismo degli ambientalisti pro-Gole del Melfa fatto solo reportage fotografici, manifestazioni kanoistiche, e convegni metti in mostra dei politici soprattutto sinostrosi, buoni solo a fare passerelle acchiappavoti vedi la Dipetrina Locale.
A proposito, cosa ha fatto per "IL TRACCIOLINO"??????? neppure una interrogazione alla Regione Lazio.
Siamo sotto elezioni e, legittimamente, ognuno farà del suo meglio per presenziare e promettere.......sicuro come na palla....
Tranquilli.......ecologisti.....Io non parteciperò perche troppo rispettosa dell' ambiente, troppo amore per il Sacro Fiume Melfa, e immensamente addolorata per le opere che non si fanno per salvare "LA NATURA".
In ultima analisi ho troppo rispetto della Legge e della Costituzione Italiana.

LA DIPIETRINA LOCALE ALLA FRUTTA

LA DIPIETRINA LOCALE ALLA FRUTTA alla vigilia delle elezioni per il rinnovo dei Consigli Comunali di Cassino e Roccasecca.

visto le idiozie che si leggono sui giornali ....l' ultima: "chiude l' Ospedale di Venafro  (Regione Molise)  e la responsabilità è della Polverini che ridimensiona Pontecorvo e non manda personale a Cassino.
Mah!! di cosa si sta parlando ? va bene interrogazioni alla Regione Lazio.....va bene mozioni, sempre alla Regione Lazio.....va bene manifestazioni all' Ospedale del Prete ...va bene tutto ma....  e, visto  che non ricava una ragno dal buco, ogni cosa è buona pur di aprire bocca e tirare fiato come l' ultima sull' Ospedale di Venafro che si ricorda è nella Regione Molise? ma, che c ' azzecca con la Regione Lazio e con la Salute , diritto di tutti gli italiani?
Ora capisco le fuoriuscite numerose dall' IDV sia a livello nazionale che a livello locale, altro che i radicamenti cianciati dall' On.le Di Pietro e se la moltitudine scappa dal tuo partito padronale, caro On.le, una ragione ci sarà pure o no?
Le meteore del partito dell' IDV sono tante, visto che "dicunt" sia il partito delle tessere e la carriera è superveloce per chi osa mostrarle, prezioso corredo.
Ma le meteore come la Dipietrina Locale, sono senza storia e futuro perchè mancano  di materia prima e dell' ideologia strutturale che i Partiti Storici con un ricco back-ground evolutivo  come il PD, il PSI, l' UDC che, mai come in questo momento storico stanno dando una dimostrazione  di serietà, maturità e di organizzazione, porgersi nuovissimi ad un elettorato maturo che non ha l' anello al naso e non si lascia abbindolare dalla politica urlata ed inconsistente dell' IDV.
Quelli menzionati, sono partiti strutturati, non l' IDV che usa metodi e sistemi che accattivano lì, per lì, ma poi.......si scappa e una motivo ci sarà pure...mica sono tutti sciocchi o pazzi?.
Cassino e Roccasecca sono i due paesi di punta della Dipetrina Locale per un radicamento dell' IDV ma, da quel che si percepisce, le prossime elezioni decreteranno il flop della meteora, per i ben noti motivi che il personaggio è senza passato e, quindi senza futuro......
Non riuscirà a comporre una lista perchè Roccasecca e Cassino non sono a vocazione Dipietrista ma a vocazione Liberal-Democratica e qualora riuscisse nel suo intento  nè Petrarcone a Cassino, nè Nardi e/o Tanzilli a Roccasecca riusciranno.
La Città Martire e la Città di San Tommaso devono rinascere ma con Sindaci illuminati e Liberal-Democratici che sicuramente non saranno  le Meteore dell' IDV.      

02 feb 2011

A CASSINO L'ATENEO

A CASSINO  L'ATENEO

promuove Corso di Master di Primo Livello in "City Utility"

Ieri, 1° Febbraio 2010,   Sigg.ri  : Norberto Ambrosetti (Direttore Innova), Giovanni Betta (preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino), Florindo Buffardi (Presidente Confcommercio Frosinone), Paolo Vigo (responsabile del Master), Vincenzo Formisano (Docente dell’Università di Cassino e Vice presidente della Banca Popolare del Cassinate), (nella foto di Alberto Ceccon),
hanno avuto l' onore di presentare  il Master Universitario di 1° livello in “City Utility: Gestione e sviluppo di forniture e servizi tecnologici con reti infrastrutturali territoriali” promosso dall’Università degli Studi di Cassino con il patrocinio e la partnership di INNOVA, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone.
Pensando di fare cosa buona, socialmente e culturalmente apprezabile,  mi pregio di invitare i giovani studenti, con i requisiti a prenderne visione ........

Corso di Master di Primo Livello in

City Utility:‭ ‬Gestione e sviluppo di forniture‭  servizi tecnologici con reti infrastrutturali territoriali
L’Università degli Studi di Cassino attiva per l’a.‭ ‬a.‭ ‬2010/2011‭ ‬il Corso per Master Universitario di‭ ‬1°‭ ‬livello in‭ “‬City Utility:‭ ‬Gestione e sviluppo di forniture e servizi tecnologici con reti infrastrutturali territoriali‭” ‬con il patrocinio e la partnership di INNOVA,‭ ‬Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone.‭ ‬Per l’ammissione al corso di Master è richiesto il possesso della Laurea di primo livello rilasciata dalle Facoltà di Ingegneria e di Economia.‭ ‬L’Ateneo si riserva,‭ ‬altresì,‭ ‬di valutare le domande dei candidati che,‭ ‬pur possedendo un titolo di laurea diverso da quelli sopra indicati,‭ ‬presentino nel loro curriculum ulteriori percorsi formativi e/o attività specifiche svolte nell'ambito d'interesse del Master universitario.‭
 La domanda di ammissione al master si effettua on-line attraverso l’apposita procedura predisposta sul sito internet:‭ ‬http://www.unicas.it/didattica/Master entro il termine improrogabile del giorno‭ ‬28/02/2011.‭
La tassa d’iscrizione è stabilita in‭ ‬€‭ ‬2.500,00.‭ ‬E‭’ ‬prevista l’erogazione da parte di INNOVA,‭ ‬Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone,‭ ‬di una borsa di studio‭ ‬€‭ ‬1.000,00‭ ‬per i partecipanti che all’atto dell’iscrizione siano residenti in Provincia di Frosinone.‭
Senza che si proceda ad ulteriore convocazione,‭ ‬la graduatoria degli ammessi alla selezione sarà pubblicata presso la Segreteria Didattica della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino e sul sito internet‭ ‬www.unicas.it,‭ ‬sezione didattica il giorno‭ ‬07/03/2011‭ ‬e la selezione avrà inizio il giorno‭ ‬15/03/2011,‭ ‬alle ore‭ ‬9.00‭ ‬presso il Polo Didattico dell’Università di Cassino in Piazza Marzi a Frosinone.‭ ‬Il Corso di Master avrà inizio nel mese di maggio‭ ‬2011‭ ‬presso il Polo Didattico dell’Università di Cassino in Piazza Marzi a Frosinone e avrà la durata di un anno accademico.‭ ‬Sono previste lezioni frontali,‭ ‬formazione a distanza,‭ ‬esercitazioni in aula e di laboratorio,‭ ‬tirocini obbligatori svolti presso gli Enti,‭ ‬Istituzioni,‭ ‬Laboratori ed Aziende promotrici del Master.
‭ ‬Il Piano Formativo prevede un percorso di apprendimento ed acquisizione di competenze e capacità tecniche nella gestione dei servizi di utility,‭ ‬quali:‭ ‬i‭) ‬aspetti‮ ‬normativi,‮ ‬regolatori‮ ‬e‮ ‬tariffari‮; ‬ii‮) ‬la‮ ‬gestione‮ ‬integrata‮ ‬dei‮ ‬servizi‮ ‬di‮ ‬utility‮; ‬iii‮) ‬la‮ ‬telegestione‮ ‬ed‮ ‬il‮ ‬telecontrollo‮ ‬delle‮ ‬reti‮; ‬iv‮) ‬la‮ ‬gestione,‮ ‬manutenzione,‮ ‬adeguamento‮ ‬tecnologico‮ ‬ed‮ ‬integrazione‮ ‬delle‮ ‬reti‮; ‬v‮) ‬il‮ ‬trasporto‮ ‬e‮ ‬la‮ ‬distribuzione‮ ‬del‮ ‬gas‮ ‬naturale‮; ‬vi‮) ‬il‮ ‬ciclo‮ ‬delle‮ ‬acque‮; ‬vii‮) ‬la‮ ‬produzione‮ ‬di‮ ‬energia‮ ‬da‮ ‬fonti‮ ‬rinnovabili‮ ‬e‮ ‬suo‮ ‬vettoriamento‮; ‬viii‮) ‬le‮ ‬reti‮ ‬di‮ ‬teleriscaldamento‮; ‬ix‮) ‬il‮ ‬trasporto‮ ‬e‮ ‬la‮ ‬distribuzione‮ ‬di‮ ‬energia‮ ‬elettrica‮; ‬x‮) ‬le‮ ‬reti‮ ‬informatiche‮ ‬a‮ ‬banda‮ ‬larga.
Forniranno il proprio contributo in termini di docenza,‭ ‬partecipazione a seminari/convegni,‭ ‬per l’accoglienza ed il coordinamento di stage e tirocini sulle tematiche del Master i seguenti Enti ed Istituzioni:‭ ‬ACCREDIA,‭ ‬Acea ATO‭ ‬5‭ ‬Spa,‭ ‬ACEA Spa,‭ ‬Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas,‭ ‬Cassa Conguaglio per l’Energia Elettrica,‭ ‬Dipartimento di Energia Elettrica dell’Università di Napoli Federico II,‭ ‬EDISON,‭ ‬Fastweb,‭ ‬Federutility,‭ ‬Genova Reti Gas,‭ ‬INRIM,‭ ‬Mediterranea delle Acque Spa,‭ ‬PALMER Scarl,‭ ‬SNAM Rete Gas,‭ ‬Wind Telecomunicazioni.‭ ‬I suddetti Enti ed Istituzioni partner del Corso di Master potranno mettere a disposizione dei partecipanti una o più borse di studio,‭ ‬le cui modalità di assegnazione saranno definite dal Collegio dei Docenti anche sentito il Comitato Scientifico del Corso di Master.
‭ ‬Per ulteriori informazioni è possibile consultare i siti Internet‭ ‬http://www.unicas.it/didattica/Master e‭ ‬http://www.innova.fr.it/‭ ‬o rivolgersi a:
‭ ‬dr.ssa Anna Angela Grimaldi,‭ ‬Università di Cassino,‭ ‬Resp.‭ ‬Ufficio Ordinamenti Didattici,‭ ‬Via Marconi‭ ‬10,‭ ‬03043‭ ‬Cassino‭ (‬FR‭); ‬tel.‭ ‬07762993345,‭ ‬07762993298‭; ‬e-mail‭ ‬master.ateneo@unicas.it‭ ;
 dr.ssa Barbara Segneri,‭ ‬INNOVA Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone,‭ ‬Viale Roma,9‭ ‬-‭ ‬03100‭ ‬Frosinone‭; ‬tel.‭ ‬0775‭ ‬824193‭ ‬e-mail‭ ‬b.segneri@innova.fr.it.‭

LE "SQUINZIE" DEL CAVALIERE

LE "SQUINZIE" DEL CAVALIERE tentano l' inquinamento della parte sana della società italiana ma senza riuscirsi perchè......

l' Italia è terra di lavoro e di cultura,  le donne che fanno onore alla bandiera dell' Unificazione (ricorrono 150 anni), al Padre Dante, ai Santi, Tommaso, Pio, Caterina,  e cc. ecc. serie, oneste, lavoratrici, acculturate, le DONNE DI SPESSORE, insomma, sono una moltitudine rispetto alle "spurie squinzie".
Riprovevole il comportamento del Premier, ma aberrante  le Papi Girl, e non per falso moralismo, si badi bene,  bensì per il volto sociale che si dà dell' Italia agli italiani residenti, agli italiani che risiedono all' estero ed ai cittadini del Mondo.
Il guadagno facile di quattro "puttanelle" dotate di culo e tette  per la gioia di un mecenate ricco sfondato, come Berlusconi, non è la vision di un paese che con questa "vision" viene sputtanato, annullando anni e anni di lotte di genere per affrancarsi dal padre-padrone è, quindi una vision distorta e iniqua
L' Italia e le donne italiane, mamme, figlie,  affettuosissime, lavoratrici dentro e fuori casa che creano ricchezza sana per la famiglia e per il paese.
Questa è l' Italia-Sana ed operosa dell' impegno sociale e politico: le donne delle imprese, delle associazioni e del volontariato che hanno come scopo, non il sollazzo del "Premier", ma quello di rendere più civile, più ricca e accogliente la società in cui vivono.
Al primo posto dei valori mettono sempre il rispetto di sè, la dignità l' altruismo e l' abnegazione e non l' indecente ostentazione di stili di vita,  giovin donzelle dotate di "corpo" ed assatanate di successo facile che rallegrano le feste  un  Governante stanco del lavoro e  straricco.
Quindi, siamo lontane anni luce, noi DONNE ITALIANE da questo concetto di donna-giovane-oggetto-di- piacere e tanto intelligente da essere messe nei posti  delle Sacre-Istituzioni, addirittura.
L' etica, la politica, l' immagine della DONNA ITALIANA è ben diversa da quella che i media stanno propinando che è solo e soltanto fango ristretto alla suburra di una certo potere.
E' arrivata l' ora di dire Basta!!!!! e come, se non con un ritorno alla sobrietà della Politica?
Occorre  un rinnovato coraggio per assumere una fondamentale decisione e presa di coscienza: ritornare, urgentemente, ai buoni e sani insegnamenti di illustri Politici come don Sturzo, De Gasperi ed altri Questa attuale politica deve riconciliarsi con questi insegnamenti.
Quindi non è più procastinabile il ritorno dell' impegno politico di tutti gli Italiani e le Italiane,  gente seria, onesta, laboriosa e preparate che si mettono in gioco, al "servizio" per gestire il " Bene Comune"--che certamente non sono
 LE SQUINZIE DEL PRESIDENTE.