Translate to:

31 ott 2014

ACEA, PUO' ESSERE ESATTORE, COME EQUITALIA ?

Agli albergatori, commercianti ed utenti comuni, della cittadina termale di Fiuggi (FR), sul piede di guerra per l' arrivo delle «bollette pazze dell' acqua», il Presidente di ACEA, Raniero Mamalchi, ha detto: PRENDETEVELA CON I SINDACI E L' AUTORITA' D' AMBITO FR, PERCHE' NOI SIAMO SOLO ESATTORI  
Presidente di ACEAATO5 -Presidente Raniero Mamalchi 
Il Presidente Mamalchi, come pubblicato dall' Ing. Mario Antonellis sul gruppo di facebook, Acqua Pubblica Frosinone, ieri, davanti ad una vasta platea di Fiuggini ha reso chiara la «Mission» di ACEA ATO5 S.p.A. nei nostri territori.
La manifestazione Fiuggina di ieri è stata organizzata dal Comune, con l’intervento dei vertici di ACEA, ovvero dell’amministratore delegato Ing. Saccani e dal presidente Raniero Mamalchi, per trovare una possibile via d’uscita, un “accordo” una “mediazione” una “transazione” per venire incontro ai tanti imprenditori raggiunti da bollette stratosferiche
Secondo il consigliere Regionale, Mario Abbruzzese, intervenuto prima a Fiuggi e poi a Teleuniverso, pare che si sia raggiunto un accordo con gli albergatori ed ACEA per una rateizzazione delle bollette stratosferiche e abbassamento delle aliquote, ma la palla «ACEA-bollette stratosferiche» è nelle mani del neo presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo.
Noi di «Acqua Pubblica» c’eravamo, dice nel suo post, l' ing. Antonellis, chiamati dagli stessi albergatori con cui avevamo avuto già degli incontri.Qui trovi il post di Mario Antonellis
Alle prime contestazioni degli albergatori che chiedevano lumi sulle tariffe e sui disservizi il presidente MAMALCHI, ha così replicato: «Prendetevela con i vostri Amministratori e con l’Autorità d’Ambito perché noi siamo gli ESATTORI».
In Provincia di Frosinone, ACEA non è GESTORE DEI S.I. è . l’ESATTORE chiamato dai Sindaci per vessare e spremere come limoni gli utenti !!!!!!!
I Sindaci della Provincia di Frosinone, o nello specifico i 31 Sindaci ignavi, come il Sindaco Giovanni Giorgio di Roccasecca, sono i responsabili, senza se e senza ma dell' aumento tariffario e disservizi ACEA e più in generale della mala gestione ACEA.
Un rappresentante del Coordinamento Acqua Pubblica di Frosinone, Luigi Lecce, è stato insultato platealmente dai dirigenti ACEA quando, prendendo la parola ha raccontato le azioni fuori legge e da “commando”, che ACEA sta mettendo in atto fino a giungere al furto dei contatori, quando ha esposto i retroscena “scomodi” che si celano dietro lo scandalo dei S.I., ivi compreso il comunicato della Guardia di Finanza del 2008 e le censure perentorie rivolte ad ACEA dal Garante Regionale delle Risorse Idriche.
Naturalmente quello che è successo è un insulto all’intero popolo ciociaro.
I cittadini e gli imprenditori di Fiuggi stanno organizzando, da subito, un grande evento nel quale illustreremo, dice sempre l' Ing, Antonellis,  dati alla mano, il DOSSIER CO.CI.D.A. per far capire le ragioni profonde di questo scandalo che la GUARDIA DI FINANZA NON A CASO DEFINI’ UNA “TRUFFA”. Una sciagura per il popolo ciociaro dalla quale l’unica via d’uscita è LA RIVOLTA POPOLARE. Via ACEA dai nostri Territori via gli ESATTORI e i GABELLIERI !!!!
Sindaco di Roccasecca - GIOVANNI GIORGIO

SINDACO DI ROCCASECCA, GIORGIO GIOVANNI, VERGOGNA! DIMETTITI!
-F.to Roccasecca Libera-



29 ott 2014

L' ASSESSORE MARSELLA, SI ALZA E SE NE VA

L' assessore Giuseppe Marsella è stato duramente contestato dai pochi partecipanti alla riunione con Federconsumatori, indetta questa mattina dal Sindaco Giorgio e assessore Rezza, per le bollette stratosferiche ACEA.

L' Assessore Claudio Rezza, firma congiuntamente al Sindaco Giorgio la chiamata a raccolta degli utenti incacchiati contro ACEA, per discutere delle problematiche «Acqua salata ACEA», con l' Associazione Federconsumatori,    "inviata speciale di ACEA" a sostegno di una amministrazione che ha votato il "pacchetto ACEA" e gli aumenti stratosferici delle tariffe pur avendo "indici di sostenibilità gestionali da paura" (Cit, Mario Antonellis del Coordinamento acqua pubblica di Frosinone) e l' assessore Giuseppe Marsella tenta di relazionare, forte dell' ultimo suo articolo vergogna confezionato dal pennivendolo di regime, dove ciancia e giustifica aumenti con futuri investimenti ACEA a Roccasecca.
E' stato «spernacchiato» e contestato in tutti i modi ed in tutte le maniere, così mi è stato riferito, tant' è che, per la vergogna, non sapendo più cosa dire per calmare gi esagitati, si è alzato ed è andato via.
Non ci sono giustificazioni a quello che ha fatto, in rappresentanza del Sindaco Giorgio .....Il Comune di Roccasecca è tra quei 31 comuni che:
Hanno votato il «pacchetto Acea e gli aumenti tariffari con gli arretrati pure» Hanno boicottati i loro concittadini rifiutando di votare la risoluzione del contratto secondo l’articolo 34 della convenzione firmata da Acea e la Provincia.
Non hanno mai richiesto ad ACEA gli oneri concessori di legge
E sono dieci anni che le nostre infrastrutture sono scoperte di manutenzione ed  il risultato e davanti a gl’occhi di tutti: -perdite a non finire, depuratore dello Scalo che non esiste, ma il Comune, per farlo fare ha pagato ACEA....  ha contratto un mutuo con la CC.DD.PP di 1milione.
Ora chiedono il deposito cauzionale dopo 10 anni .
Ci mandano delle fatture, fuori di ogni logica, addirittura retroattive dal 2006 al 2008 e adesso con il consenso dei sindaci di nuovo dal 2006 al 2011.
Ma non sarebbe il caso, cari concittadini di Roccasecca di esigere dall' Amministrazione Giorgio la «RESCISSIONE DEL CONTRATTO PER INADEMPIENZA DI ACEA ATO5»

I LAUTI INTROITI DI ACEA

ACEA, a Roccasecca, ha incasso solo, senza investire, se non una miseria di euro, checchè ne dica l' offensivo assessore Giuseppe Marsella. Roccasecca, per ACEA è la gallina dalle uova d' oro.... ne vogliamo parlare ? 
Foto by - http://www.unwater.org/

Dati allucinanti, quelli del dossier CO.CI.DA che il Coordinamento Acqua Pubblica di Frosinone, illustrerà in un prossimo incontro, che «Roccasecca Libera» sta concertando.
ACEA, paperon dei paperoni, anche  con i soldi dei Roccaseccani e grazie a 10 anni di  Amministrazioni Comunali conniventi ( in buona fede o malafede)  con la pessima gestione della conduzione della rete idrica e fognaria e somministrativa dell' acqua, bene comune.
Qualche dato del dossier CO.CI.DA riguardante Roccasecca, postati da Beranrdo Forte:
Il piano di investimenti ACEA, prevedeva, per il solo comune Roccaseccano qualcosa come tre milioni di euro,‭ ‬ebbene, alla data del 31/12/2013 i contribuenti del Comune di Roccasecca hanno pagato qualcosa come quasi 4000.000,00 quattromilioni di euro a fronte di un investimento da parte di ACEA di circa 150.000,00;
Quanto ha speso per la costruzione della rete idrica ? sembrerebbe NULLA, visto che Roccasecca, a proprie spese, qualche anno addietro, ha costruito una rete idrica a proprie spese peraltro inutilizzata ed ‭ ‬ha sostituito tombini le cui competenze spettano ad altri senza  obbligare il gestore al recupero delle somme;
Per il depuratore dello Scalo il Comune ha contratto un muto alla Cassa Depositi e Prestiti di circa 1milione di euro con scadenza 2014.
Il Comune di Roccasecca non ha mai richiesto ad ACEA la somma di 10 anni degli oneri concessori, spettanti per legge.
Ora si approvano pure aumenti tariffari capestro di ACEA e conguagli illegittimi come la richiesta del deposito cauzionale senza che gli utenti Roccaseccani abbiano contratti.
Se questo non è favorire ACEA a scapito degli utenti Roccaseccani, ditemelo voi cos' è.
AMMINISTRAZIONE GIORGIO VAI A CASA! SIAMO STANCHI DI ESSERE DISSANGUATI DA  VOI IMBELLI SCELLERATI! 

28 ott 2014

DANNEGGIA I CITTADINI E SE NE VANTA PURE

Con il suo voto favorevole, il delegato del Sindaco del Comune di Roccasecca, l' assessore Giuseppe Marsella, ha avvantaggiato il gestore idrico Frusinate con l' approvazione del «pacchetto Acea e  gli aumenti tariffari», a discapito degli utenti.... questo e tant' altro nell' articolo dell' ex Vice Sindaco, Bernardo Forte che ricevo e pubblico 


Bernardo Forte
COMUNICATO STAMPA‭   ‬COMITATO DIFESA ACQUA PUBBLICA
Poco interessano le considerazioni sconclusionate dell’assessore comunale di Roccasecca‭  ‬Giuseppe Marsella in ordine ad una sua personale giustificazione riguardo ad un suo comportamento che ha di fatto permesso con il suo voto favorevole l’aumento delle tariffe idriche a totale danno dei cittadini già tartassati anche per le sue responsabilità mai contrariate‭  ‬all’aumento di una tassazione che ci classificano come tra i comuni primi‭  ‬a livello nazionale per‭  ‬l’aumento dei tributi comunali.
Innanzitutto,‭ ‬il sottoscritto non intende cadere nella polemica sterile di offendere nessuno‭ ‬,‭ ‬premetto che non‭  ‬mi servo di addetti stampa lautamente pagati con i soldi dei contribuenti che al principio di risposte tecniche e trasparenti cosa sconosciuta a questa amministrazione di cui il Marsella fa parte,‭ ‬non percepisco alcuna indennità,‭ ‬ma preciso qualora l’assessore l’avesse dimenticato che mi fregio di essere orgoglioso di aver preso nella passata tornata elettorale quasi i suoi stessi voti pure non essendo in un gruppo di maggioranza,‭ ‬ma l’orgoglio che mi permette di lavorare disinteressato verso i problemi della gente‭ ‬,‭ ‬del territorio‭ ‬,‭ ‬per un futuro migliore anche non sedendo nei scranni del Consiglio Comunale‭  ‬e non avendo mire precise per ritornarci dopo che volontariamente con un atto di dignità ho preferito prendere altre strade‭ ‬,‭ ‬mi obbligano alla luce di quanti preposti‭  ‬hanno dimostrato con conclamati risultati di non essere altezza di sedere dove pensano di essere padri e padroni,‭ ‬i problemi della gente sono altri e rimangono tali.
Prendo atto che l’assessore si complimenta con se stesso della sua votazione favorevole all’aumento delle tariffe,‭ ‬elenca un piano d’investimento che leggendo dalle carte prodotte da ACEA SPA,‭ ‬è facile dare i numeri,‭ ‬ma,‭ ‬forse il Marsella doveva conoscere i dati ACEA riguardanti‭  ‬il comune di Roccasecca nell’aggiudicazione della gara del‭ ‬2002/2013‭ ‬,prima di votare per l’aumento,‭  ‬il piano di investimenti prevedeva per il solo comune Roccaseccano qualcosa come tre milioni di euro,‭ ‬ebbene alla data del‭ ‬31/12/2013‭ ‬i contribuenti del Comune di Roccasecca hanno pagato qualcosa come quasi‭ ‬4000.000,00‭ ‬quattromilioni di euro a fronte di un investimento da parte di ACEA di circa‭ ‬150.000,00.‭ ‬Certamente a me non sfugge che riparazioni di condotte possano rientrare o catalogate come investimenti.‭  ‬Leggendo le carte lui che dichiara di leggerle bene‭ ‬,‭ ‬omette di dire quando elenca il nuovo piano d’investimenti che lo ha abbagliato da consigliargli‭  ‬la decisione presa‭ ‬,‭ ‬che il depuratore e collettore a servizio di Roccasecca Scalo,‭ ‬per un totale di‭ ‬1.155.000,00‭ ‬i cittadini già lo hanno pagato,‭ ‬con la contrazione del mutuo da voi approvato di circa un milione a totale carico dei cittadini di Roccasecca e con scadenza anno‭ ‬2043,‭  ‬stranamente leggendo le carte non si è accorto del doppione e che del totale di un milione e mezzo circa previsto per Roccasecca rimangono sole briciole ne tantomeno si è ricordato che il milione accordato all’ACEA proventi del mutuo,‭ ‬dovevano necessariamente essere‭  ‬scorporati‭  ‬dalle bollette già in essere e di quelle future dando la possibilità e obbligo di un recupero in fatturazione per l’intero importo versato.‭ ‬SI è chiesto come mai il comune di Roccasecca‭ ‬,‭ ‬ad ACEA SPA,‭ ‬non ha richiesto la somma di dieci anni degli oneri concessori spettanti per legge‭ ?‬..‭ ‬visto la preparazione in materia nel leggere le carte lui che le sa leggere,‭ ‬perché non spiega ai cittadini,‭ ‬come mai il Comune di Roccasecca a proprie spese qualche anno addietro ha costruito una rete idrica a proprie spese peraltro inutilizzata,‭ ‬ha sostituito tombini le cui competenze spettano ad altri senza‭  ‬obbligare il gestore al recupero delle somme‭ ?‬...‭ ‬forse,‭ ‬è il caso che trattandosi di soldi pubblici,‭ ‬venga messo a conoscenza la procura contabile,‭ ‬valuteranno loro.‭ ‬Invito l’assessore all’incontro che stiamo programmando con il ordinamento ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE per informare la platea delle vere ragioni di quella che,‭ ‬come ho modo di ripetere si‭  ‬stà per caratterizzare come una vera e propria rivolta popolare contro i sindaci acquiescenti e contro ACEA.‭ ‬In quell’occasione divulgheremo i dati del Comune di Roccasecca derivanti dal dossier CO.CI.DA.‭ ‬e,‭ ‬credo‭  ‬che non consentono giustificazioni di sorta.‭ ‬Poi saranno gli organi competenti a chiamare a responsabilità chi ha consentito e alimentato tale situazione.
BERNARDO‭  ‬FORTE

SOLO INSULTI GRATUITI .... MA I ROCCASECCANI SONO MASOCHISTI?

L' Assessore Giuseppe Marsella, dai quotidiani locali di oggi, 28.10.2014, spara cazzate a ruota libera, tradotte in lingua italiana dal «pennivendolo» da 5mila euro.....praticamente, i Roccaseccani pagano per farsi insultare e mettere nel deretano le supposte ACEA, aumenti tariffari2014-2015), conguaglio 2006-2011 e deposito cauzionale.
28-10-2014

Dal Forum italiano dei Movimenti per l' acqua: « L'’autorità d’Ambito ha cessato di esistere il 31 dicembre del 2012 e si è in attesa che la Regione Lazio, l’unica, insieme alla Campania, inadempiente nell’emanazione della nuova normativa in materia di gestione del servizio idrico integrato, legiferi in materia.....mentre si consuma stancamente l’inutile rito della più inutile delle assemblee, quella dei Sindaci, peraltro priva ormai di quel potere che mai ha esercitato a tutela dei cittadini»
Con sentenza del 23.03.13, il Tribunale di Frosinone si è pronunciato sull’appello proposto dall’Acea Ato 5 Spa in relazione alla sentenza emessa dal Giudice di Pace di Frosinone il 21.10.10, con cui veniva dichiarata la nullità del contratto di somministrazione d’acqua mancante della forma scritta, con condanna del Gestore alla restituzione delle somme illegittimamente richieste in pagamento all’utente.
Tanto premesso, «Roccasecca Libera», rispedisce la mittente, assessore Giuseppe Marsella, con l' invito a farseli tradurre dal pennivendolo da 5mila euro, tutti gli osceni insulti profusi a man bassa oggi.
Trentun sindaci, contro i novantuno che la Provincia di Frosinone, con Consulta d' ambito  oltretutto scaduta e priva dei poteri che mai ha esercitato,  sembrano un po' pochini per prendere decisioni così importanti a favore di un gestore, non certo limpido e preciso nella somministrazione e negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.
Le condotte di Roccasecca sono colabrodo e qualcuna segnalata, è in perenne perdita.
La via Casilina, inoltre, non nè coperta affatto, mentre, in alcune Vie, messe le condotte dal Comune, nel periodo elettorale e mai allacciate alle abitazioni, quindi ancora usano i pozzi, come riferiscono alcuni residenti.
Di quali investimenti parla l' assessore Marsella ?!?!  ah,   già, forse  quelli da farsi con quello che introiterà ACEA con 2014-2015, conguaglio 2006-2011, deposito cauzionale.
Ma negli anni pregressi, che investimenti ha fatto ACEA a Roccasecca, come l' amministrazione ha tutelato gli utenti .
Se i contratti di somministrazione idrica tra ACEA e UTENTI non sono stati sottoscritti, per quale motivo i Roccaseccani devono tirare fuori i soldi, oltretutto aumentati con i pregressi, deposito illegittimo  e servirsi della Federconsumatori per fare cosa?
Forse sistemare le irregolarità di ACEA con la “concilazione paritetica”.
La conciliazione paritetica è una procedura volontaria per risolvere bonariamente, con la mediazione dei conciliatori, una controversia che vede coinvolti il Cliente (utente vessato da ACEA) e la Società Acea Ato 5.
Quindi, caro Assessore «intelligentone», capace solo di aggredire verbalmente ( Pres. del Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer», Danilo Chiappini), di aggredire fisicamente ( pres. della SAF, Vicano) e di lanciare invettive sui presunti ignoranti che non sanno leggere i verbali di quella specie di Consulta D' Ambito Farlocca, prendi coscienza che la frittata che hai fatto con l' alzare la manina e che stai cercando di rigirare, non è cotta bene e attenzione che il Sindaco già è entrato in azione con Claudio Rezza per propinare ai «parzenali» altre uova per altra frittata sostitutiva.
Ai Roccaseccani, solo un consiglio, andateci cauti con il sottoscrivere qualsiasi cartuccella con la Federconsumatori, associazione al soldo di ACEA.....poi fate come vi pare....

CIAO MARIA! ROCCASECCA TI ABBRACCIA.

In momenti brutti come questi non esistono frasi o parole per placare il dolore dei cari che hanno perso una figura così fondamentale come la mamma, sorella, moglie, parente  o comunque sempre di un caro! 
A tutti i familiari di Maria, «La Voce di Roccasecca Libera», dice: «Vogliate accettare le nostre più sentite condoglianze per la vostra grande perdita».

«La Voce di Roccasecca Libera», ovvero i membri Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini, Bernardo Forte, Annamaria Matassa ed altri, hanno un solo rammarico, quello di aver creduto alle Istituzioni Menzognere Roccaseccane.
Nei mesi di luglio ed agosto 2013, Anna Maria Rossini dal Blog e l'Associazione « La Voce » dai quotidiani locali, soprattutto «L' Inchiesta», ad onor del vero, portavano alla luce il raccapricciante problema dell' ascensore rotto delle Case ATER di Via Cappella, al cui terzo piano vivevano, praticamente prigionieri, due anziani coniugi, entrambi disabili.
Il Sindaco Giorgio Giovanni  e l' Assessore alle Politiche Sociali, Alessandro Marcuccili, con botta e risposta mediatica, medesimi giornali, rassicuravano i familiari circa la risoluzione dell' increscioso problema, con interessamento personale.
-Tanto per ricordare :
«L' assessore Marcuccilli chatta con Anna Maria Rossini, il suo rammarico per la disavventura in cui erano incappati i due poveracci, oltre al danno della disabilità, anche la mala sorte dell' ascensore rotto.......ed aveva dato assicurazione che avrebbe incontrato i funzionari ATER e avrebbe risolto e mi avrebbe fatto sapere...bugiardo!!!!!!!!!!
-Il Sindaco Giorgio, poi, ancora più faccia tosta e mentitore ...... aveva lanciato lo «spottone» del secolo sul quotidiano L' Inchiesta : «ce ne stiamo occupando da qualche giorno e questa mattina (12 luglio 2013) ) abbiamo spedito un fax  di sollecito all' ATER con minaccia che, qualora non provveda direttamente lo farà il Comune a proprie spese con azioni di rivalsa sull' ATER.
Poichè «ubi maior, minor cessat», «Roccasecca Libera» ed Anna Maria Blog dovevano farsi i cazzi loro perchè chi di dovere e di potere avrebbe risolto.
Pensavamo di aver fatto una cosa buona, di aver toccato le corde giuste della loro sensibilità di uomini delle Istituzioni, perchè e avevano  dato con le loro rassicurazioni un segnale di vicinanza alla famiglia Minicillo.
Noi di «Roccasecca Libera», facciamo mea culpa, e chiediamo scusa a Maria  per esserci, anche noi, fidati della parola del Sindaco Giorgio e dell' assessore Marcuccilli.
Maria non c' è più, è volata in cielo, ma quell' appartamento al terzo piano della Casa ATER di Via Cappella, con l' ascensore ancora rotto, racchiude l' inconsolabile dolore del familiare di Maria.

Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini, Bernardo Forte ed Annamaria Matassa
«Roccasecca Libera»

25 ott 2014

«ROCCASECCA LIBERA» METTE IN GUARDIA GLI UTENTI

Siamo veramente al paradosso,‭ ‬ad un punto di non ritorno di una politica dove l’arroganza regna sovrana, tuona  Bernardo Forte  e bacchetta duramente  la Giunta Giorgio che prima avalla gli aumenti ACEA e poi chiama un' associazione a curare i reclami contro ACEA

Paradossi di René Magritte -Ceci n'est pas une pipe Il tradimento delle immagini, 1928-1929



Ricevo da Bernardo Forte e pubblico 
L’amministrazione comunale di Roccasecca,‭ ‬dopo aver votato nella sede del palazzo della provincia per l’aumento delle tariffe idriche,‭ “‬pacchetto ACEA‭”  ‬per mano dell’assessore comunale Marsella‭ ‬,‭ ‬nell’occasione delegato dal Sindaco Giorgio,‭ ‬convoca per il giorno‭ ‬29‭ ‬c.m.‭ ‬una associazione a tutela dei consumatori per spiegare ai cittadini come tutelarsi.‭ ‬Allora o fingono‭ ‬,‭ ‬oppure solo ora si accorgono del danno fatto ai propri amministrati cercando di riparare proprio quando si sta per caratterizzare come una vera e propria rivolta popolare contro i sindaci acquiscenti e contro ACEA,‭  ‬con una farsa dalla quale occorre mettere i guardia i contribuenti.‭ ‬Partendo dal presupposto che i cittadini roccaseccani sono tra i più tartassati d’Italia per una manovra impositiva‭  ‬che non ha eguali in nessun altro comune,‭ ‬con debiti‭  ‬a cui‭  ‬se non se‭  ‬ne aggiungono altri bisogna aspettare l’anno‭ ‬2043‭ ‬per uscire dal tunnel nel quale ci ha condotto l’attuale amministrazione,‭ ‬si rimane basiti come un amministratore autorizzi,‭  ‬divenendo complice con una propria alzata di mano insieme ad altri‭ ‬21‭ ‬sindaci di altri comuni,‭ ‬al cospetto‭  ‬dei‭  ‬91‭ ‬della provincia avendo diritto di voto‭  ‬un aumento stratosferico‭   ‬delle tariffe idriche.‭ ‬Diranno a giustificare tale operato‭ “‬abbiamo votato un pacchetto‭” ‬proposto dall’ACEA‭ ‬,‭ ‬ma il piano d’investimento votato‭ ‬,‭ ‬che obbliga i cittadini a versare qualcosa come‭ ‬74‭ ‬milioni di euro‭ ‬,‭ ‬perché devono gravare sui contribuenti‭? ‬Sa il Sindaco o il suon delegato che nell’aggiudicazione di gara oltre dieci anni fa‭ ‬,‭ ‬l’ACEA aveva previsto un piano di investimento di circa tre milioni di euro solo per Roccasecca‭? ‬E,‭ ‬come mai l’amministrazione ha provveduto a proprie‭  ‬spese al prolungamento di alcune condotte idriche durante la campagna elettorale del‭ ‬2011‭ ‬senza‭  ‬nulla pretendere dall’ACEA‭  ‬e peraltro nemmeno‭  ‬funzionanti‭?   ‬Se è vero che l’amministrazione comunale ha contratto un altro mutuo di circa un milione con la CC.DD.PP.‭ ‬quale contributo‭  ‬per la costruzione del depuratore,‭ ‬in zona Panniglia,‭ ‬nei settantaquattro milioni‭  ‬del pacchetto ACEA dall’assessore Marsella votato‭ ‬,‭ ‬è‭  ‬ricompresa‭  ‬la quota parte‭  ‬per la costruzione di detto depuratore‭ ‬,‭ ‬allora quante volte noi cittadini roccaseccani dobbiamo pagare‭? ‬oppure l’acea ci restituirà tutto‭?    ‬Dal mese di luglio scorso,‭ ‬ho‭  ‬avuto modo di dare notizia sulla stampa del contributo determinate‭  ‬del comune di Roccasecca‭  ‬nell’approvazione dell’aumento delle tariffe e,‭ ‬mai nessuno dai banchi del consiglio comunale‭ ‬,‭ ‬ne maggioranza‭ ‬,‭ ‬ne minoranza,‭ ‬ha ritenuto opportuno di interrogare il Sindaco delle motivazioni di tale comportamento.‭  ‬Il fatto di avvallare il‭ “ ‬pacchetto ACEA‭” ‬e l’aumento stratosferico delle tariffe idriche e poi chiamare‭ “ ‬pseudo associazioni‭” ‬a tutela dei consumatori‭ (‬che hanno sottoscritto con ACEA un patto di non aggressione‭ ‬,‭ ‬ovvero aderiscono alla cosiddetta conciliazione paritetica‭) ‬per reclamare contro le sciagurate bollette da loro stessi consentite e approvate è un’ammissione di colpa gravissima che impone una solo riflessione‭  ‬e,‭ ‬una ormai rassegnazione che fuori dal territorio comunale i nostri amministratori alla conclamata incapacità professata ai propri amministrati diano una percezione d’impresentabilità a cui solo le dimissioni con un serio atto di responsabilità ridarebbero lustro ad una città che non li merita.
BERNARDO FORTE‭ 

COMPLICI DELLA TURLUPINATURA «ACEA»

Non ci siamo proprio con questo sindaco Giorgio Giovanni, gli  assessori Giuseppe Marsella e Claudio Rezza e tutti gli altri della compagine amministrativa.  

Il Comune di Roccasecca, in quella Consulta d' ambito di Frosinone di luglio scorso, tramite il delegato del Sindaco, assessore Giuseppe Marsella, fu tra i Comuni avallotori del "pacchetto ACEA" e degli gli aumenti stratosferici delle tariffe idriche.
Arrivano le bollette stratosferiche di ACEA e il Sindaco Giorgio Giovanni e l' assessore Claudio Rezza chiamano un' associazione che tutela gli interessi dei  consumatori, ovvero, la Federconsumatori per reclamare contro le bollette ACEA che loro avevano consentito...
L' Associazione Federconsumatori verrà mercoledì 29 ottobre 2014 a Palazzo Boncompagni e dalle 10,00 alle 13,00 a spiegare agli utenti roccaseccani vessati e tartassati dalla Giunta Giorgio in tutti i modi ed in tutte le maniere  e pure da ACEA con il beneplacido della stessa Giunta in carica, che spende pure i soldi dei contribuenti per manifesti, come difendersi.
E' un' ammissione di colpa questa alzata di scudi contro ACEA?
Ma come mai non hanno riflettuto prima di dire SI' agli aumenti ?
«Roccasecca Libera» invita la cittadinanza a partecipare compatta all' ammissione di colpa del Sindaco Giorgio, molto probabilmente sarà presente una rappresentnaza del COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE per una controinformazione, come dal dossier CO.CI.DA, dieci anni di ACEA,  con i dati esplosivi del Comune di Roccasecca favorevoli ad ACEA e contro i cittadini-utenti.
Tale dossier CO.CI.DA.  è pronto per essere sottoposto alle autorità preposte.
«Roccasecca Libera», consiglia inoltre a non lasciarsi infinocchiare, come fecero con la TARSU 2011, dall' Amministrazione Giorgio e dalla Federconsumatori per la «Conciliazione paritetica».
Dice Otello Martini del C.A.P.F, ascoltatelo 
Noi lo sappiamo che chi invita i Cittadini Consumatori a fare la "Conciliazione paritetica" con ACEA S. p. A. promuove di fatto (in buona fede o in malafede) gli interessi di questa Società di lucro, perchè regolarizza una posizione, che pochi minuti prima era INESISTENTE CONTRATTUALMENTE, e annulla tutte le negatività latenti e pregresse che tale società ha realizzato CON DOLO ! Purtroppo, molti Cittadini non lo sanno e si fidano di coloro che dicono di fare gli interessi del Cittadino Consumatore ... questo è il vero scoglio che dobbiamo riuscire a superare ! 
«Roccasecca Libera»

24 ott 2014

I ROCCASECCANI VOGLIONO I SERVIZI!

Delle «tarantelle- piddine- poltronistiche » tra Giorgio Giovanni ed Antonio Di Nota, i Cittadini di Roccasecca, ne hanno le tasche piene.... L' Unione Cinquecittà, se vuole avere i 40mila euro dal Comune di Roccasecca deve dare I CORRISPETTIVI SERVIZI e se la Giunta Giorgio non è collaborativa, cacciarla dall' Unione !

Cosa ci sta a fare Roccasecca nell' Unione? quali vincoli sottostanti legano i Sindaci dei Comuni : «Roccasecca-Colle San Magno-Aquino-Villa Santa Lucia-Piedimonte San Germano»?
Saranno i debiti pregressi del Comune Capofila (Roccasecca) che ad oggi, pare diventato fanalino di coda in quanto il Sindaco Giorgio, non conta e non accusa, e viene relegato a fare figure beghine in tutti consessi?.
Stando nell' Unione aumentano i debiti... per avere cosa ? NULLA!....
Sindaco Giorgio, perchè ti trattano a pesci in faccia ( revoca della vice presidenza) e non reagisci?
E' assodato .... Roccasecca è nella melma dell' Unione Cinquecittà e la Giunta Giorgio non  ha il coraggio o la voglia o la capacità di uscirne.... perchè L' Unione non  ESPELLE  il Comune di Roccasecca e perchè il Comune di Roccasecca non  ESCE ?
«Roccasecca Libera» chiede un incontro con il Presidente dell' Unione, Libero Mazzaroppi, non per perorare poltrone per il Comune di Roccasecca, ma  per cercare di capire perchè i roccaseccani sono i capri espiatori delle liti del «POTERE», essendo stati penalizzati con l' aumento delle quote associative (ndr 40mila euro) senza avere SERVIZI.
Il vero motivo per cui l' Unione non estromette il Comune di Roccasecca ed i veri debiti dello stesso Ente.
Al Sindaco Giorgio chiede: «Se i Servizi che offre l' Unione sono cari, e quindi si predilige la Sangalli, per esempio, .....allora, perchè rimanere nell' Unione Cinquecittà ?

23 ott 2014

TUTTI A PALAZZO BONCOMPAGNI!

Amici di Roccasecca.... Mercoledì 29/10/2014,  ci sarà l' incontro concertato, qualche giorno fa, tra Sindaco Giorgio Giovanni  e Federconsumatori -con i cittadini-utenti di Roccasecca, per individuare le strategie da intraprendere, a tutela, contro le bollette gonfiate di ACEA ATO5.
Sarà presente il COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE che espliciterà cosa si cela dietro lo scandaloso del SI' dell' assessore Giuseppe Marsella, delegato del Sindaco Giorgio Giovanni.,

Divulgherà i dati del Comune di Roccasecca derivanti dal dossier CO.CI.D.A.. preannunciano che sono esplosivi e non consentono giustificazioni di sorta. 
Saranno gli organi competenti a chiamare a responsabilità chi ha consentito ed alimentato questo scandalo.
Il Sindaco Giorgio Giovanni e il suo delegato, assessore Giuseppe Marsella che è andato ad avvallare "il pacchetto ACEA" e gli aumenti stratosferici delle tariffe idriche non dovranno solo che vergognarsi...
«Roccasecca Libera», MERCOLEDì 29 OTTOBRE 2014 SARA' AL FIANCO  DEL «COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE» 

ECCO L' ACQUA PUBBLICA!

Gli Italiani hanno votato pro-acqua pubblica e i Frusinati si ritrovano ACEA ATO5  con Sindaci compiacenti che non solo non hanno vigilato l' operato del gestore idrico, ma addirittura, hanno avallato nel mese di luglio, il «pacchetto ACEA con aumenti tariffari scellerati»

Fuori controllo, ACEA ATO5 fa e disfà, a seconda  dei suoi lucrosi appetiti, approfittando dell' inerzia dei Sindaci della provincia di Frosinone, in tutt' altre faccende affaccendati e parafrasando il poeta «morto e sotterrato» a difendere gli interessi dei cittadini-contribuenti.
Ma, come è notorio,  tutti i nodi vengono al pettine e si scoproni gli altarini dei sindaci che hanno alzato la manina ed i sindaci che non hanno partecipato a quel famoso incontro del 14 luglio 2014 a Frosinone per avallare il «pacchetto ACEA con aumenti tariffari».
E sono gli stessi sindaci che hanno permesso ad ACEA di non rispettare i contratti, ..... Acea doveva fare investimenti che non ha fatto e pure a Roccasecca avrebbe dovuto curare, da contratto, la messa in opera del depuratore allo Scalo (da Rumors paesani)
La Giunta Giorgio, invece di imporre ad ACEA di investire in quel progetto o minacciare la rescissione del contratto, ha contratto un debito sostanzioso con la Cassa Depositi e Prestiti.
Ma quali intereressi tutela  la Giunta Giorgio che sta mettendo sul lastrico le famiglie Roccaseccane TARSU-TARI-IMU-TASI-IUC- ED ORA SI SCOPRE PURE ACEA con le bollette del bene comune (acqua) più salate dello champagne?
Con quale faccia, l' assessore Marsella Giuseppe va a Frosinone ad alzare la manina per l' aumento delle tariffe dell' acqua pubblica del gestore privato ACEA, poi arrivano le bollette salate e il Sindaco Giorgio con l' assessore Rezza, sconfessando Marsella, inciuciano con Federconsumatori, che a quanto dice il «COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE» intriga con ACEA per una conciliazione paritetica ?.
La conciliazione paritetica nascerebbe da  accordo tra Acea  ed alcune Associazioni dei Consumatori, tra cui Federconsumatori, al fine di facilitare i rapporti tra i consumatori e ACEA per ridurre il contenzioso nel settore idrico Frusinate.
«Roccasecca Libera» invita il Sindaco Giorgio, una volta tanto a fare charezza sui rapporti ACEA-Comune di Roccasecca:
1- perchè Acea non ha costruito il depuratore a sue spese, come da contratto?;
2- perchè Acea non fa la manutenzione ordinaria e straordinaria alle condotte idriche colabrodo?
3- perchè l' assessore Marsella ha alzato la manina per favorire ACEA?;
4- perchè il Sindaco Giorgio e l'assessore  e Rezza chiamano la Federconsumatori per tutelare i cittadini-contribuenti dai soprusi ACEA?
In attesa delle risposte del Sindaco Giorgio, «Roccasecca Libera», ascolta le altre campane che non sembrano stonate, ma,  al contrario, intonatissime  e degne di essere seguite da  tutti i Roccaseccani, quando chiamano a raccolta... E' il COORDINAMENTI ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE e cominciate con il leggere questo post di Mario Antonellis per iniziare a farvi un' idea di quello che hanno combinato i sindaci che hanno alzato la manina per favorire gi aumenti tariffari di  ACEA ATO5

LA STRATEGIA DELLA TENSIONE - ROCCASECCA 
Ci risiamo.
Prima vanno ad avvallare il "pacchetto ACEA" e l'aumento stratosferico delle tariffe idriche poi chiamano "pseudo associazioni" a tutela dei consumatori (che hanno sottoscritto con ACEA un patto di non aggressione, ovvero aderiscono alla cosiddetta conciliazione paritetica) per reclamare contro le sciagurate bollette da loro stessi consentite. Questa volta è successo a ROCCASECCA. L'associazione in specie chiamata dall'Amministrazione Comunale è, manco a dirlo, Federconsumatori. Si legge dai Giornali che mercoledì 29 ottobre dalle 10,00 alle 13,00 verrà organizzata da parte dell'Ammistrazione Comunale di Roccasecca una manifestazione pubblica dove Federconsumatori spiegherà ai cittadini come tutelarsi. Un appello ai nostri referenti del coordinamento ACQUA PUBBLICA DI FROSINONE a presenziare e informare la platea delle vere ragioni di quella che, come stiamo ormai ripetendo, si sta per caratterizzare come una vera e propria rivolta popolare contro i Sindaci acquiescienti e contro ACEA ... A Breve divulgheremo i dati del Comune di Roccasecca derivanti dal dossier CO.CI.D.A.. Preannunciamo che sono esplosivi e non consentono giustificazioni di sorta. Saranno gli organi competenti a chiamare a responsabilità chi ha consentito e alimentato questo scandalo.

21 ott 2014

Anna Maria Tedeschi FULMINATA DA VATTIMO e da MARINO

A.M. TEDESCHI FULMINATA DA VATTIMO E DA MARINO, ma prima ancora da Di Pietro ......ora pubblicità a buon mercato con il retweet del Sindaco di Roma, Ignazio Marino, e le sue registrazioni dei  matrimoni omosessuali contratti all' estero.

Si legge in un post sul diario di facebook di Anna Maria Tedeschi, che qualcuno mi ha rimesso via e-mail: «Sono residente nel Comune di Roccasecca (FR), sono cattolica ed invito il mio Sindaco, il Dott. Giovanni Giorgio, a registrare i matrimoni omosessuali celebrati all'estero di coloro che vivono nel nostro Comune. PdRoccasecca Circolo PD Di Frosinone».
La suddetta A.M. Tedeschi di Roccasecca, fra poco anche  pensionata della Regione Lazio con 2 anni circa di attività politica,  mi ha tolto, democraticamente,  l' amicizia ed oscurata da facebook, sin dagli albori Dipetristi, poichè non tessevo le sue lodi, ma aspramente e lucidamente la contestavo  per i limiti che poi ha mostrato, per  l'incapacità di rappresentare una fetta significativa della società italiana e per non essere stata capace di curare adeguatamente gli interessi del Territorio Roccaseccano. 
Continua e persevera  a non interessarsi della serie di criticità che attanagliano Roccasecca, a non dare un contributo fattivo ai  tanti problemi creati dal suo Sindaco, dott.Giorgio Giovanni,  che fanno vivere nel degrado, nell' abbandono e nella puzza Roccasecca ed i Roccaseccani, perora la trascrizione dei matrimoni omossessuali contratti all' estero.
Forse è una provocazione Mariniana in salsa Roccaseccana? Però la A.M. ha  sempre perorato la causa dei GAY, pur professandosi cattolica, ed i problemi seri e concreti del suo paese mai state le sue priorità,  : -Tassazione alle stelle con IMU-TASI-TARI... ACEA-gestore idrico colabrodo con le tariffe innalzate grazie anche al Sindaco Giorgio,... Le strade chiuse per dissesto idrogeologico, il Parco dei Conti D' Aquino come la maggior parte delle strade, gli avvocati  ed i tecnici pagati a peso d' oro... le assunzioni familistiche  e chi più ne ha più ne metta.... forse, non degni di battaglie e di richieste al suo sindaco Giorgio.
Comunque tornando a bomba (registrazione matrimoni tra omosex contratti all' estero),  è vero che è  importante affrontare il tema dei diritti in un Paese dove questo tema è stato lasciato senza una guida e una legge, ma a prescindere dal merito della delicata questione, la trascrizione dei  matrimoni tra omosessuali non è consentita dalla legge italiana (non è normata)  e quindi il Sindaco di Roma Ignazio Marino, con quelle 16 registrazioni di matrimoni omosex ha commesso un atto  illegittimo.
Il Sindaco, non può sostituirsi al Parlamento ed ogni atto contrario deve considerarsi arbitrario.
Infatti,  il Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro ha “invitato” formalmente Marino ad annullare le sedici trascrizioni per «evitare irregolarità sul registro di stato civile» e in caso di ostinazione si vedrà costretto ad intraprendere l' iter di legge.

LA SOLITA PRESA PER I FONDELLI

L' assessore Giuseppe Marsella, delegato dal Sindaco Giovanni Giorgio, vota favorevolmente all' aumento tariffario di ACEA ATO5..... ora il Sindaco Giorgio Giovanni in tandem con l' assessore Claudio Rezza, lo sputtanano, convocando al Comune l' Associazione Federconsumatori, per ricorrere contro le salate bollette dell'acqua ....e chi paga ? Paga sempre Pantalone !

Ma a che gioco stiamo giocando, Sindaco Giorgio? Il tuo delegato esprime il voto favorevole agli aumenti ACEA e tu con Rezza intendereste mettere la pezza a colori con la cittadinanza, chiamandola a Corte, a pagare la Federconsumatori, per confezionare ricorsi contro gli aumenti ACEA votati da 21 Comuni compreso il Comune di Roccasecca ?.
Perchè l' assessore Marsella, quando è andato a Frosinone il 14.07.2014, con i soldi dei Roccaseccani, non ha fatto i loro interessi, ma gli interessi di ACEA? 
Ce lo spieghi ora alla Comunità che sta soffrendo per le vostre scelte scellerate di continuare a dare i soldi al gestore idrico che non merita.
Ed ora convocate e vi mettete d' accordo con Federconsumatori per far fare ricorsi contro ACEA CON COSTI AGGIUNTIVI DEI POVERI CITTADINI VESSATI E TARTASSATI, GRAZIE AMMINISTRAZIONE GIORGIO!
Caro Sindaco, attivati invece a rescindere il contratto con ACEA come stanno facendo tanti altri sindaci e nelle more, oltre a contattare Federconsumatori, contatta pure altre associazioni e qualche professionista volenteroso di Roccasecca ed è quello che sta facendo «Roccasecca Libera», per mettere i Cittadini nella posizione di scegliere il migliore e che non costi eccessivamente.

P.S,  
Per amore della verità, il Sindaco Giorgio Giovanni si è attivato contro ACEA, dopo aver letto il post di AnnaMaria Blog.

20 ott 2014

SI E' DIMESSO STACI ....ALLELUJA!

Rassegna le dimissioni, ma  forse no ..... il direttivo le ha respinte e nella prossima settimana, Sergio Staci, Segretario dimissionario della Sezione del PD, Sandro Pertini di Roccasecca, comunicherà quanto deciso.
SERGIO STACI
Ma non era unito e coeso il PD di Roccasecca? Non si era aperta una nuova stagione con il Sindaco Giorgio che prendeva le decisioni tematiche che riguardavano l' intera cittadinanza, nella Sezione Piddina, Sandro Pertini?
Sceglievano Staci nella sezione, come membro alla SAF, e firmavano accordi con l' Unione Cinquecittà, in cambio dell' appoggio del Sindaco Giorgio e Consiglieri della sua giunta, al Sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota.
Inciucioni PIDDINI! «Gentlemen's agreement»  non rispettati, per qualche responsabilita....di chi?
Ed ora Telenuiverso batte questa notizia intrigante.-  « A seguito delle ultime vicende politiche provinciali, il cui esito e il cui svolgimento non ha corrisposto alla linea portata avanti dal circolo del Partito democratico di Roccasecca,  il segretario Sergio Staci ha rassegnato le dimissioni dall’incarico. Di seguito la nota del circolo di Roccasecca:
"Le dimissioni di Staci, fermamente deciso a dare piena attuazione al proposito, sono state portate a conoscenza del direttivo che le ha respinte. Lo stesso organo direttivo, manifestando pieno appoggio e sostegno a Staci, ha chiesto al segretario di attendere prima di rendere ufficiale la scelta. Nella prossima settimana, dopo alcuni passaggi di natura formale e la convocazione di una nuova riunione del partito, Sergio Staci comunicherà ufficialmente quanto deciso.
Nel periodo di vacatio del ruolo di segretario, la guida del Pd a Roccasecca, in particolare per le procedure di tesseramento, sarà affidate al vicesegretario Antonio Zagaroli."
Notizia di Teleuniverso.it

TRE GIORNI IN TRIBUNALE

Oggi e  domani, al Tribunale di Cassin,  il Comune di Roccasecca, rappresentato e difeso dall' avv. Salera, con le altre parti in causa, Vigili Urbani, per le questioni: «Task Force Tributi e Processione del Corpus Domini».

La Task Force Tributi non  esiste più, avrebbe messo nero su bianco il Segretario Comunale, dott. Colacicco, ma per ben tre mesi, avrebbe dichiarato oggi al giudice del Tribunale di Cassino il Vigile Urbano Antonio Paliotta, su per giù questo: «da settembre 2012 a dicembre 2012 , Io ed il collega Ercole Marsella, con la creativa delibera di Giunta n. 86 del 07. 09.2012, post affaire sequestro immobili del Sindaco Giorgio, per presunto abuso edilizio, siamo stati spostati dall' Ufficio della Municipale all' Ufficio Tributi, senza fare alcun lavoro, senza nessuno che ci dicesse cosa dovevamo fare, perfino senza sedie, senza supporti informatici etc....etc.
Il risultato? smottamento dell' Ufficio Vigili Urbani senza alcuna produttività all' Ufficio Tributi....
Tre mesi, solo  per dequalificare i malcapitati, per umiliarli e demoralizzarli,  essendo stati sottratti alle loro specificità di servizio, visto che tale Task Force Tributi non ha mai funzionato... solo   azioni persecutorie, sbattuti dall' oggi al domani fuori dai loro Uffici per essere  chiusi in una stanza a fare trascorrere le giornate lavorative nel "NULLA" a grave rischio di depressione  .....QUESTO E' MOBBING vero e proprio.
Ora, il Giudice ha rinviato l' udienza al 4 febbraio 2015 in attesa delle controdeduzioni del Comune.
Forse, Comune deve chiarire, l' istituzione della Task Force di cui alla D.G n. 86 del 07. 09.2012, il depotenziamento della Municipale per far trascorre tre mesi, in isolamento, senza lavorare dei Vigili Paliotta e Marsella e come mai quella delibera di Giunta n.86/2012 non è mai stata revocata.
Il finalino della storia Task Force Tributi, non è che il Comune soccombente deve risarcire i danni creati, per tre mesi, ai Vigili Mobbizzati?
Domani, invece, i Vigili Angelo Ricci, Antonio Paliotta ed Ercole Marsella imputati per omissione del servizio d' ordine alla processione del Corpus Domini dello Scalo ..... il Comune, sempre difeso dall' avv. Salera ....
Invece il giorno 23 altra causa dove il Comune parte offesa, si è costituito, parte civile con l' avv. Chiappini.
Rinviati a giudizio dalla Procura di Cassino, l' ex Tecnico Comunale ai Lavori Pubblici ed altre 4 persone,  per un appalto di circa 800mila euro inerenti i lavori stradali durante la campagna elettorale del maggio 2011.
Come evolverà la situazione? a posdomani ne sapremo di più.

18 ott 2014

LA PAROLA ALLA «CORTE» A BREVE LA VERITA'

TURBOLENZE DA MOBBING AL COMUNE DI ROCCASECCA.....La telenovela che paralizza tutte le attività al Comune di Roccasecca e che non fa lavorare con la dovuta serenità la Municipale, tra querele, controquerele e nomina «intuitu personae» del Comandante e/o Responsabile pagato a peso d' oro dai roccaseccani.
Vigili di Roccasecca: Paliotta, Vicini, Marsella 
Il Popolo non sa, ma a questo punto vuole sapere, come stiano effettivamente i fatti relativi alla perenne «querelle», giudiziaria tra la Municipale ed il Sindaco ed  auspica che si metta la parola fine e, ognuno torni a riappropriarsi del proprio ruolo e delle proprie mansioni, senza subire più azioni mobbizzanti.
Tutto ebbe inizio dal famoso sequestro della costruzione abusiva del Sindaco, peraltro in tandem- Carabinieri e Polizia Locale (Vigili Urbani)-fascicolo tutt' ora aperto alla Procura di Cassino.
Quegli atti, Atti  Secretati, furono oggetto di una «spy story»...nella  notte tra il 20 e il 21agosto 2012  quando ignoti, entrarono a Palazzo Boncompagni,  fotocopiarono quegli atti o parti sensibili di essi, e scattarono le regolamentari denunce da parte del Comando della Polizia Municipale e la Procura di Cassino aprì un fascicolo.
Il Sindaco dai giornali tuonò: la pagheranno.....minaccia sibillina...rivolta a chi ?
Comunque arriva la delibera di Giunta n. 86 del 07. 09.2012 che smantella la Municipale, con la creazione della famosa «Task Force Tributi» per migliorare il settore dei tributi, combattere ed abbattere l' evasione fiscale.
Praticamente i Vigili Ercole Marsella e Antonio Paliotta, gli autori del sequestro del fabbricato abusivo del Sindaco, vengono trasferiti alla Task Force Tributi.
La Task Force mai operativa perchè:
-non ha la disponilità di software ed hardware idonea per l' accertamento e la riscossione dei tributi;
-non ha personale che formi i quattri impiegnati distaccati, Marsella, Paliotta e Parisi, ed il geometra  Antonellis, che mai ha messo piede all' Ufficio della Task Force e dopo è diventato Resp. dell' Ufficio Lavori Pubblici.
-non ha il Responsabile dell' Ufficio Tributi stabile;
-non ha chi coordina  i quattro meno 1= 3
-e i tre sono in quella stanza umiliati ed offesi.
Se questo non è mobbing ....cos' è ?
I Vigili Marsella e Palliotta non ci stanno e accusano il Sindaco di Mobbing.
Il Primo Cittadino, dr Giorgio Giovanni, non digerisce proprio l' azione legale della Municipale, non appecorata al volere del «Potere», e non digerendo, mette in atto  una serie di comportamenti ostili e vessatori tendenti alla loro  progressiva emarginazione professionale ..... ora la parola alla «CORTE»
Ma la Task Force è ed è rimasta solo  sulla carta. (delibera di Giunta 86/2012) .....
Dopo un pò di tempo i Vigili Paliotta a Marsella, senza revoaca della delibera n. 86/2012   li ritroviamo all' Ufficio della Polizia Comunale.....storia recente con un Responsabile che non può firmare le ordinanze e non può indossare la divisa (questo dicono i Rumors).....insomma, un Comandate «sui generis» con  molto anomala assunzione.
Si ravvisano vere e proprie vessazioni come per la TARSU 2011-2012 e sperpero di Pubblico denaro..
I Cittadini di Roccasecca esprimono piena solidarietà al Comando dei Vigili Urbani con l' auspicio della vittoria della VERITA'

UMILIATI ED OFFESI E LA DIGNITA' CALPESTATA....

I Roccaseccani, con Giorgio Sindaco nell' Unione Cinquecittà, hanno accumulato solo debiti senza servizi, perdita di potere, pessima immagine e pessima pubblicità alla cittadina che ha dato i natali a San Tommaso D'Aquino.

I Roccaseccani, solo umiliati ed offesi, non solo da Giorgio, bensì da tutti i sindaci dell' Unione che hanno approfittato della debolezza dell' Istituzione comune di Roccasecca e pure dai consiglieri di opposizione, o meglio dal delegato all' Ente intercomunale, Giuseppe Sacco.
«Roccasecca Libera» e il Comitato «NO TARSU» sono state  le uniche forze oppositive che hanno marcato stretto L' Unione Cinquecittà denunciandone i soprusi e gli inciuci con l' Amministrazione Giorgio, reclamando ad ogni piè sospinto, TRASPARENZA che non ci stancheremo mai di reclamare.
Il loro altarini inciuciori piddini, sono stati scoperti e scopriremo anche altre «pesanti cosucce» poco simpatiche, con tutti i mezzi a disposizione di legge, sia ben chiaro, ma il Consigliere Sacco, deve spiegare ai cittadini di Roccasecca, cosa ha prodotto pro-Roccasecca durante il suo mandato all' Unione, quali azioni concrete per difendere Roccasecca dalle fameliche mire poltronistiche del Sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota, sempre da lui difeso, sin dall' inizio da quando ebbe la brillante idea di indire il I° Consiglio dell' Unione dopo l ' auto-esclusione di Roccasecca alla "decisione storica" della Raccolta Differenziata unitaria di Colle San Magno, Aquino, Villa, Piedimonte.
Quel Consiglio Cinquecittà al Comune autoesclusosi fu uno schiaffo, fu inopportuno e solo umiliazione per Roccasecca ed i Roccaseccani, come scrissi nel post che Sacco ebbe l' ardire di contestarmi dai giornali, solo per difendere il Di Nota, forse ?
E' un merito l' aver  pubblicizzato l' aumento delle quote associative da 1 a 5 solo per Roccasecca con il rimarcare l' assenza del sindaco Giorgio ? ok... e dopo? quali azioni, quali ricorsi, quali consigli comunali ha indetto per far venire alla luce l 'effettiva situazione debitoria del Comune di Roccasecca nei confronti dell' Unione ? E come mai l' ex Presidente dell' Unione, Di Nota, non ha mai e dico mai reclamato o portato in giudizio il Comune di Roccasecca indampiente ? e come mai quell' aumento delle quote associative anno 2014 da 1 a 5, solo penalizzanti il Comune di Roccasecca?
Non è per caso, che essendo il comune inadempiente per i servizi degli anni pregressi, si è trovato l' escamotage dell' aumento delle quote associative per coprilo? (sarebbe TRUFFA)
E perchè il Sindaco Giorgio, subisce e fa subire questa umiliazione con scippo di denaro dalle tasche dei Roccaseccani  ostinandosi a rimanere nell' Unione?
Le risposte alle suddette domande,  dovrebbe cercare di avere e dare al Popolo di Roccasecca-TRASPARENZA- il successore di Giuseppe Sacco, ovvero Fabio Tanzilli oltre alle seguenti che si reiterano sempre, rivolte al Sindaco Giorgio:

-L' UNIONE CINQUECITTA' CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013.2014?
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA ALL' UNIONE CINQUECITTA' ?
-INDIRE UN REFERENDUM, SE USCIRE O RIMANERE NELL' UNIONE?

E L' Unione Cinquecittà spieghi 
-CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L' ECOCENTRO?
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI  ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO?
- PERCHE' L' AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVE, ALLA SOLA ROCCASECCA ?
QUI trovi il post del 04-10-2012 - Umilia Roccasecca.

17 ott 2014

IL POLTRONIFICIO IMPERANTE

Traballa pure la poltrona di Vice Presidente di Giorgio Giovanni, sindaco del Comune capofila all' UNIONE CINQUECITTA'...

Questa la notizia della stampa di oggi, in un politically correct: « L' ex presidente dell' Unione Cinquecittà, ora vice sindaco del comune di Colle San Magno, Antonio di Nota, amareggiato dall' insuccesso provinciale, per il voto non compatto dei sindaci e consiglieri dell' Unione, fa l' analisi del voto proprio con la Giunta Cinquecittà, assente come al solito, il sindaco del Comune di Roccasecca-capolifa, Giorgio Giovanni».
Insomma, il Di Nota, manco tanto velatamente, accusa il sindaco Giorgio di non essere corretto e di aver rotto, con la sua candidatura con il Democratici per Pompeo, quegli equilibri Piddini che lo avrebbero portato a sedere alla poltrona di Palazzo Iacobucci. 
Ma quel titolo di un giornale «La vice presidenza di Giorgio traballa» che sta a significare?  Che Roccasecca, ancora una volta verrà penalizzata dall' operato, dalle scelte politiche e dalle assenze ingiustificate del Sindaco Giorgio? 
Dalle ripicche Piddine di chi (Di Nota), a causa di Giorgio, ha perso la «cadrega» ?
« Roccasecca Libera» è stanca di pagare le quote associative all' Unione Cinquecittà, senza avere alcun servizio, solo insulti da questo Ente con la scusa delle scorrettezze dedl Sindaco Giorgio. 
Visto che c' è il nuovo delegato del Comune di Roccasecca, subentrato a Giuseppe Sacco, ed è Fabio Tanzilli ci si attiverà con richieste ben precise al Tanzilli, vicepresidenza o non vicepresidenza di Giorgio. 
1-CHIARIRE LA POSIZIONE DEL COMUNE DI ROCCASECCA NELL' UNIONE 
2-CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013-2014 ?
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA ALL' UNIONE CINQUECITTA'
3- -CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L' ECOCENTRO;
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI  ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO; 
- PERCHE' L' AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVEALLA SOLA ROCCASECCA.
- SE DEL CASO INDIRE UN REFERENDUM PER USCIRE DALL' UNIONE CINQUECITTA' 

16 ott 2014

IL DECLINO DI « RE GIORGIO GIOVANNI»

Il Sindaco di Roccasecca (FR), Giorgio Giovanni è stato ex esponente di spicco del  Partito Democratico (?), quando era sotto l'ala dell' ex europarlamentare, Francesco De Angelis..... ora riceve solo «niet» 

L' irreversibile declino del Sindaco di Roccasecca è sotto gli occhi di tutti, appena si propone per qualche poltrona, lo bocciano pure  gli stessi amici di Partito, non lo vuole più nessuno e non lo vota più nessuno, forse lo spessore era un derivato-succedaneo del De Angelis ?
Arrivati a questo punto, se ne deve fare una ragione, sta combiando tanti di quei disastri a Roccasecca che non si contano proprio più, tanto che i suoi concittadini, anche gli stessi che lo hanno votato e fatto acclamare sindaco, hanno aperto gli occhi e oggi montano la protesta e urlano « VAI A CASA TU E LA TUA GIUNTA!», hai disatteso le nostre aspettative! ci hai ingannato con il buon governo che è un pessimo governo, il peggiore di tutti !
TASI-TARI-IMU con aliquote al massimo e senza detrazioni di legge esenzioni fissate alla soglia di 5 euro e non 12 euro come da legge....ACEA con i rincari del consumo dell' acqua, bene primario della natura, approvati anche dal Comune di Roccasecca......  UNIONE CINQUECITTA' con le quote associative quadruplicate solo per Roccasecca, passate a 1 euro a 5 euro a cittadino roccaseccano, complessivamente 40mila euro all'anno sul groppone degli stessi, senza ricevere ALCUN SERVIZIO.
LA RETE DEL SERVIZIO IDRICO NON COPRE TUTTA LA CITTA' (ultima segnalazione ad Anna Maria blog)....vergogna!
Insomma, i Roccaseccani, in modo palese o in sotto sotto, denunciano il suo governo che come una barca sta imbarcando acqua da tutte le parti e l' affondo è vicino.
Roccasecca non ne può più, per l' affossamento culturale-sociale-economico e per le figuracce che il I° cittadino va accumulando oltre confine.
Nessuna poltrona è stata riservata al Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, nè alla SAF, nè alla Provincia e neppure alla Presidenza all' Unione Cinquecittà, tanto ambita, gli è rimasta solo quella di sindaco, ma anch' essa traballante in un mare di guai, è quanto si vocifera per il Paese.

15 ott 2014

I SINDACI «ONESTI» SI ATTIVANO CONTRO ACEA

Il Sindaco del Comune di Posta Fibreno, pur avendo votato SI' agli aumenti retroattivi 2006-2011 di ACEA ATO5, ci ripensa e, per il bene dei suoi concittadini che intendono produrre ricorso contro il gestore truffaldino, mette a disposizione della Federconsumatori  gli Uffici del Comune.
http://www.comune.postafibreno.fr.it/ricorso_acea/
ACEA ATO 5, è indagata per gli  ipotizzati reati di abuso d'ufficio e truffa aggravata nell'ambito dell'erogazione di un servizio pubblico. Secondo le indagine disposte dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, Acea Ato 5 avrebbe gonfiato le bollette per milioni di euro.
Dopo il Tribunale Penale ed il Tribunale Amministrativo di Latina, con ricorsi in itinere, stanno arrivando bollette salatissime di ACEA che ha applicato retroattivamente la nuova tariffa pubblicata nel maggio 2008 su consumi relativi agli anni pregressi, nonché aumentato la stessa tariffa media di più del 20 per cento, contro la legge che fissa in tutta Italia gli aumenti tariffari al
massimo del 5 per cento annuo, più il tasso di inflazione programmato.
Tutti i rincari in bolletta, approvati da alcuni sindaci della provincia di Frosinone.
Anche il Sindaco di Posta Fibreno aveva detto SI', come il Sindaco di Roccasecca..... ora il primo si è fatto un esame di coscienza e sta ponendo rimedio all' errore del SI' agli aumenti retroattivi ad ACEA, illegittimi ed illegali, mentre il Sindaco di Roccasecca è fermo al SI' ad impinguare ACEA a danno dei suoi concittadini.
La domanda sorge spontanea: « perchè il Sindaco del Comune di  Roccasecca, Giorgio Giovanni, non imita il dott. Adamo Pantano, Sindaco del Comune di Posta Fibreno»?

14 ott 2014

ERANO ARRIVATI 240MILA EURO PER VIA NEVALI.. CHE FINE HANNO FATTO ?

Nel 2009 la Regione Lazio aveva finanziato un progetto del Comune di Roccasecca  per la messa in sicurezza della pericolosa strada di Via Nevali, assessore al ramo era Bernardo Forte, che si era speso e, non poco, per far arrivare alle casse comunali 240.000 euro. 

VIA NEVALI - ROCCASECCA

«Roccasecca Libera», di nome e di fatto, rende noto, per amore della verità, che la criticità della Via Nevali non è problema solo di oggi, ma anche di ieri, quando era assessore alla viabilità Bernardi Forte, che la affrontò in modo serio, corretto e costruttivo, facendo arrivare  al Comune di Roccasecca un finanziamento regionale di 240mila euro.... chapeau all'ex assessore Forte. Qualcuno che intende affrontare, seppur a scoppio ritardato, la problematica di Via Nevali, potrebbe inviare una interrogazione al Sindaco Giorgio con la semplice domandina : «Che fine hanno fatto quei 240mila euro che dovevano servire al progetto-Via Nevali sicura-?» oppure, seguire e/o costituirsi parte civile, come cittadini di Roccasecca offesi, nel processo penale n 2491/2011 a carico dell' ex Resp. dell' Ufficio Lavori Pubblici ed altre 4 persone per un appalto di 800.000 euro per i lavori di sistemazione strade dello Scalo, anno 2010-2011 (vigilia delle elezioni con acclamazione Giorgio-Sindaco).
Si ricorda che, tale processo penale, in corso e la prossima udienza fra una manciata di giorni, è in piedi, grazie all' oppositore non istituzionale alla Giunta Giorgio, Bernardo Forte che spende tempo e denaro per salvaguardare gli interessi della collettività, come Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini ed Annamaria Matassa ed altri.
Si ricorda ancora, che, anche il Comune di Roccasecca è parte offesa e si è costituito in giudizi ed ha dato l' incarico all' avv. Emilio Chiappini, dichiaratosi  disponibile, per un compenso di € 2.500,00 oltre oneri ed accessori, ritenuti congrui dalla Giunta Giorgio.
«Roccasecca Libera» è paladina della giustizia, verità e trasparenza e molto probabilmente con Bernardo Forte si costituirà parte civile in detto procedimento penale.
Le chiacchiere le lasciamo fare agli altri.....Roccasecca Libera fa solo fatti concreti a difesa della collettività è ora che TUTTI LO SAPPIANO.

AMMESSO E NON CONCESSO

Ammesso e non concesso che il Sindaco Giovanni Giorgio e la sua Giunta,  accolgano la mozione sull' analisi dell' aria al costo di € 1500,00, prodotta dal Consiglieri di Opposizione Giuseppe Sacco,... ma quali profonde analisi costi-benefici, sono state elucubrate?
CHE PUZZA !!!
Non per polemica, anzi, l'iniziativa del consigliere di opposizione Sacco è lodevole, come pure condivisibili le sue considerazioni in merito alla latitanza del Sindaco-medico- alle questioni ambientali, seppur,  sollecitato ad ogni piè sospinto dal Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer», in modo diretto o tramite lo stesso consigliere Sacco, vero ?
Quante istanze sono state prodotte al Sindaco Giorgio, dal Comitato Ambientalista capitanato da Chiappini Danilo, tramite il consigliere Sacco? Quante risposte ha ricevuto? Quante richieste di atti e documenti inerenti l' attività amministrativa in materia ambientale che erano stati promessi al Consigliere Sacco e non dati ?
Eclatanti le attività di Basta Eternit per la bonifica delle numerose discariche abusive e dell' antenna SRB della Wind al campo sportivo Lino Battista ...ancora il Comitato sta aspettando le copie degli atti promessi dal Resp. all' Urbanistica, arch. Fava al consigliere Sacco.
E' proprio lo stesso arch. Fava che rifiutò alcuni atti alla Consulta di Piedimonte (che ora si propone per il monitoraggio dell' aria)  e da questa querelato per omissioni d' atti d' ufficio,  indagato, rinviato a giudizio e  richiesto il patrocinio legale che è costato ai Roccaseccani € 4mila circa e poi sapere dell' archiviazione.....ergo i 4mila euro scippati ai roccaseccani per impinguare la tasca dell' avvocato difensore di Fava.
Ora tale Consulta di Piedimonte si ripropone per scippare altri 1500 euro ai Roccaseccani, con un progetto risibile di un monitoraggio dell' aria...dove? quando? per quanto tempo?
Il monitoraggio dell' aria deve essere continuo e costante ed in più punti dell' area circostante la discarica, il TMB, e campo sportivo.
La Consulta dell' ambiente di Piedimonte, la smetta di fare sterile ed inutile competizione con i Comitati Ambientalisti di Roccasecca, che sono ben attenti alla realtà ambientale locale e che non hanno mai disdegnato le buone idee, le sane battaglie ambientali con la concertazione di tutti, consiglieri di opposizione inclusi,  senza pompamenti di sorta  e senza creare danno alla collettività.
Tenetelo bene a mente .....ammesso e non concesso che il Sindaco Giorgio accolga la mozione del consigliere Sacco di far monitorare l' aria per 1.500 euro.

13 ott 2014

L' UOMO DEL COMUNE, HA DETTO SI'

Anche il Comune di Roccasecca tra i comuni della provincia di Frosinone responsabile di far pagare ai vessati da ACEA ATO 5, un conguaglio salatissimo di  € 75milioni, per gli anni 2006-2011... 
L'UOMO DEL COMUNE HA DETTO SI
L' amministrazione fallimentare di Roccasecca, capitanata da Giorgio Giovanni, che spudoratamente tassa, tartassa e vessa di proprio, ha svenduto pure la dignità dei suoi concittadini  insieme ad altri 30 furbetti-sindaci della provincia di Frosinone, ad ACEA ATO 5, gestore idrico inefficiente, inefficace e vessatorio.
Intanto stanno arrivando  bollette da capogiro che oltre a contemplare gli aumenti stratosferici delle tariffe, approvati dai suddetti sindaci della Provincia di Frosinone, conterranno anche una quota di “conguaglio retroattivo” in base ai consumi già pagati dal 2006 al 2011 per effetto dello scostamento di tariffa in aumento stabilita anno per anno, per non parlare di una famigerata quanto ridicola richiesta di un “deposito cauzionale” a chi, come la schiacciante maggioranza degli utenti, non ha mai sottoscritto alcun cotratto con ACEA.
Ma per quale motivo il Sindaco Giovanni Giorgio, tramite il suo delegato Assessore Giuseppe Marsella, ha fatto e fa gli interessi di ACEA e non quelli dei suoi amministrati? ACEA è un pessimo gestore idrico, non manutente bene le condutture che sono diventate colabrodo e, per quanto concerne il depuratore dello Scalo, pare che avrebbe dovuto impiantarlo da contratto e non a pagamento, con l' ennesimo MUTUO COMUNALE.
Il Sindaco Giorgio, faccia chiarezza sui rapporti con ACEA-Comune di Roccasecca e quali misure intende intraprendere per tutelare i Roccaseccani dalle vessazioni ACEA.
Cittadini esigete questo dall' Amministrazione! ....è il minimo...
Comunque, per quelli che non si fiondano agli uffici postali, come tante pecore, anche a fare la fila, prendete carta e penna ed inviate ad ACEA una lettera di contestazione nella quale richiedete il ricalcolo dell' importo da pagare senza deposito cauzionale e senza gli arretrati degli anni pregressi.
ALZATE LA TESTA ROCCASECCANI! RIBELLATEVI, INVECE DI ANDARE ALL' UFFICIO POSTALE A PAGARE! ORA SAPETE CON CHI PRENDERVELA PER GLI AUMENTI ACEA.

11 ott 2014

MA TORRIERO E' POLITICO O CONTABILE?

Forse nè politico, nè contabile, come il Sindaco Giorgio & C, che insieme agli altri assessori, stanno mettendo alla berlina Roccasecca, con continue «figuracce stellari».
Vicesindaco TORRIERO & Sindaco GIORGIO

Non passa giorno che non devono correre ed umiliarsi davanti a qualche burocrate superiore per «appapilare» qualche svarione burocratico-amministrativo, come l' ultimo delle autorizzazioni della III Edizione  Expoedilizia Frusinate, Fiera dell'Edilizia, della Casa e dei Prodotti Tipici Made in Ciociaria,  in via San Vito a Roccasecca (FR).
Rumors della Provincia di Frosinone, rumoreggiano di amministratori e dipendenti del Comune di Roccasecca visti alla Prefettura per pietire autorizzazioni che solo la Commissione Comunale di Roccasecca doveva rilasciare, ovvero la Commissione di Viglianza sui locali di pubblico spettacolo per l'autorizzazione ad organizzare sul territorio cittadino eventi culturali, manifestazioni o spettacoli.
Pare che tutto il carteggio, giacesse, dal mese di giugno, nel cassetto del Comandante dei Vigili Urbani di Roccasecca e solo alla vigila è scoppiato il «bubbone» -autorizzazioni- con la Prefettura messa nell' impotenza di poter  intervenire a sanare l' iter autorizzativo, per lo svolgimento tranquillo della manifestazione fieristica.
Una manifestazione così importante per il territorio, dato  l' afflusso di espositori e visitatori mai visti, che doveva essere gestita dal Comando della Municipale e dall' Ufficio Commercio e Turismo e Spettacolo, nel migliori dei modi ed in tutte le sfaccettature, per dare un' immagine di un paese evoluto, attrezzato a tutto tondo, con San Tommaso sponsorizzato in tutti i modi ed in tutte le maniere, ed  ecco che gli incapaci amministratori della giunta Giorgio Giovanni, l' hanno svilita, svuotata del tutto, dormendo sonni tranquilli, seguiti dal Comandante della Polizia Municipale, ben retribuito, che  si è tenuto serrato nel cassestto il carteggio delle autorizzazioni, fino alla «vigilia».
E' inutile che dai giornali,  il Sindaco Giorgio e come ha fatto oggi, l' Assessore Vice Sindaco Carmine Guerrino Torriero, danno in pasto alla stampa l' immagine di un un modus operandi amministrativo costretto dall' amministrazione Centrale che non invia supporti economici e giuridici a tempo debito, che ha ridotto le rimesse ai comuni ....bla...bla....bla.. e poi l' amministrazione Giorgio ha dovuto contemperare diverse esigenze, non aumentare le tasse e garantire i servizi .....BIM...BUM...BAM..BIM SALA BIM....
Neppure il mago Silvan riesce a far apparire nel bilancio preventivo 2014 quello che spudoratamente pubblica l' assessore al bilancio, Carmine Guerrino Torriero.
Roccasecca è il paese con la più alta tassazione non solo di tutto il circondario ma del Mondo e a tale tassazione non fa riscontro servizi non dico adeguati, ma minimi.
La Tasi, altre amministrazioni virtuose, l' anno detassata, ovvero i cittadini non pagano TASI.... la TARI altre amministrazioni virtuose l' hanno ridotta al minimo e Roccasecca, sede di Discarica non si doveva minimamente esigere..l' IMU, altre amministrazioni virtuose l' hanno tolta sulla prima casa.
Per quanto concerne le lampade votive... altri comuni virtuosi  non le fanno proprio pagare.
Non avete aumentato gli oneri di urbanizzazione ed i costi di costruzione per incentivare l' edilizia... forse per favorire le costruzioni sui terreni resi edificabili dal Piano Regolatore di Giorgio.
Per la trasparenza che vi contraddistigue, perchè l' Ufficio Urbanistica non pubblica le tabelle ? e a proposito di trasparenza,  quando vi degnate di rendere  pubblico il bilancio preventivo 2014, approvato nel consiglio comunale dell' ultimo minuto secondo, 30.09.2014.
MA TORRIERO E' POLITICO O CONTABILE ?
 

10 ott 2014

QUELLE ELEZIONI PLEBISCITARIE DI GIORGIO-SINDACO

Un ricordo allucinante per tanti ragazzi chiamati a lavorare e subito dopo, senza lavoro, affabulati da promesse mai mantenute, da progetti finanziati dalla Regione Lazio e richiamati, per incapacità manifesta dell' Amministrazione Giorgio Giovanni.
Assessore Alessandro Marcuccilli
L' assessore del SEL, Alessandro Marcuccilli,  allergico al Pd ma che vota Giorgio (PD)  alle elezioni provinciali del 12 ottobre 2014, è uno degli artefici delle tante promesse di lavoro ai giovani in quella famigerata campagna elettorale del 2011 che videro il trionfo di Giorgio Giovanni-Sindaco.
Come non ricordare il progetto scuola cantiere di sei posti di lavoro per giovani finanziato con € 130.000,00 dalla Regione Lazio tramite la provincia di Frosinone richiesti indietro per progetto mai sviluppato dal Comune di Roccasecca?, e pensare che con lo stesso progetto due comuni limitrofi stabilizzarono nel proprio organico i lavoratori impegnati.
Nel pieno della campagna elettorale del 2011 furono assunti circa sette lavoratori impiegati nel progetto “Recupero parco dei Conti D’Aquino” e alcuni giorni dopo le votazioni furono mandati tutti a casa..
E l’addetto alla biblioteca comunale assunto non si capisce in virtù di quale atto sempre in periodo elettorale non è forse toccata la stessa sorte?....
Ed, ancora i quattro lavoratori impegnati con un servizio convenzionato nel parcheggio comunale che  sono stati mandati a casa subito dopo le elezioni.
Così come «desaparecida» l' associazione di volontariato che veniva chiamata a fare servizio d' ordine, davanti alle scuole e pure alle processioni e tant' altro.
«Desaparecida» dopo l' ultima chiamata del Sindaco Giorgio a fare Servizio d' Ordine alla processione del Corpus Domini anno 2013.
Che strano! mai più chiamata a fare nè servizi d' ordine, nè servizio vigili del fuoco, eppure era sempre presente e disponibile su territorio.
Comunque una segnalazione mi è stata fatta ed inerisce il parcheggio di Via Volturno in totale stato di abbandono e degrado da quando quei 4 ragazzi, lasciati senza lavoro, subito dopo le elezioni,  per revoca della gestione alla COOP.
Quel parcheggio dove cresce l' erba e stanzia l' ex compattatore comunale, certo non salubre per l' ambiente, potrebbe essere riqualificato e messo a frutto .... o no?
Quanti lavoratori e studenti, che per necessità sono costretti, quotidianamente,  a prendere il treno per raggiungere il posto di lavoro o di studio, di solito verso Nord Frosinone, Anagni, Roma o verso il Sud, Cassino, Caserta, Napoli, lamentano oltre ai noti disagi che procura loro Trenitalia una gravissima manchevolezza dell' Amministrazione di Roccasecca di una regolamentazione efficiente ed efficace dei parcheggi che ruotano intorno alla Stazione Ferroviaria?.
L' utenza è così massiccia, anche perchè vengono a prendere il treno a Roccasecca, i pendolari di Colle San Magno, Colfelice, Castrocielo, Pontecorvo, ed altri, che quell' area adibita a parcheggio potrebbe risolvere queste ed altre problematiche (furti e danni alle autovetture incustodite ) .
Sindaco Giorgio, come mai non si mette mano a risistemare quel parcheggio e darlo in gestione ai tanti ragazzi senza lavoro ?

IL LAVORO CHE NON C' E'

L' Amministrazione Giorgio è la peggiore delle peggiori, soprattutto in tema lavoro per i giovani ......quando si rende disponibile un posticino, eccolo occupato da parenti e/o amici del sindaco, degli assessori e dei consiglieri giorgiani.... gli altri? promesse e liste d' attesa.

La volete sapere l' ultima? le figlie dell' assessore Claudio Rezza e del consigliere Franco Meta lavorano alla III edizione della Fiera dell' Edilizia Frusinate che si sta svolgendo in questi giorni a Roccasecca.
E' un lavoretto di qualche giorno, è vero, ma come mai le figlie di Meta e Rezza e non altre povere ragazze, più bisognose ?
Un posticino al Cosilam? naturalmente la nipote del Sindaco Giorgio anche se in un primo tempo a tempo determinato e poi inserita con altra progettualità.
Un posticino in una Commissione per i provvedimenti disciplinari ? eccolo pronto per il Presidente del Cosilam, prof. Raffaele Trequattrini.
La società di accertamento tributi- Kibernetess-, di cui il Comitato «NO TARSU» ha richiesto la rendicontazione dei costi, mai risposto,  assume la segretaria del Vice Sindaco Torriero (guarda un po' Revisore dei Conti del Cosilam)  e mentre negli altri paesi in convenzione, la percentuale sulla riscossione praticata dalla Società  è 15% a Roccasecca è lievitata a 25% proprio per pagare lo stipendo aggiunto alla Segretaria dell' Ufficio di Torriero.... poi, per punire i Vigili che avevano fatto semplicemente il loro dovere, di intervento al presunto abusivismo edilizio commesso dal Sindaco Giorgio Giovanni creano una TASK FORCE TRIBUTI con delibera n. 86 del 07. 09.2012 sbattendoci i vigili Ercole Marsella e Antonio Paliotta in palese stato di mobbing, delibera mai revocata ma i vigili sono tornati a vigilare.
E poi si depaupera il Comando Vigili per assumere un esterno Comandante, amico e/o parente dell' Avvocato del Sindaco Giorgio ....a fare cosa se non ha la funzione di Pubblica Sicurezza?
E' normale che la Giunta Giorgio non revochi una delibera 86/2012, visto che i Vigili sono tornati a fare i Vigili ?  e se la giunta non lo ha fatto, perchè? ... Il giudice del Tribunale di Cassino si è pronunciato in merito alla TASK FORCE ? Il Giudice del Tribunale di Cassino si è pronuciato in merito al presunto abusivismo edilizio del Sindaco Giovanni Giorgio? Nulla trapela dal Palazzo di Giustizia di Cassino e dal Palazzo Boncompagni di Roccasecca, ma  auspichiamo che al più presto venga fatta chiarezza.
Tornando al tema lavoro giovanile, come mai i dipendenti geometri esplicano mansioni di autisti e all' ufficio Urbanistica vengono chiamati geometri esterni (es. Isola Fabrizio) come pure arch. esterni della famiglia Delli Colli e ora pure la Valentini di San Giorgio?
Insomma, al Comune di Roccasecca, tutte chiamate dirette e senza gare di appalto per sistemare parenti-amici-ed amici degli amici....

09 ott 2014

E IL SINDACO GIORGIO NON TAGLIA IL NASTRO DELL' EXPO' .... CHE FIGURA!

L' illustre assenza dell' Amministrazione Comunale di Roccasecca, soprattutto del  sindaco Giorgio Giovanni con fascia tricolore all' inaugurazione della Terza Edizione  Expoedilizia Frusinate, non è passata inosservata, anzi è stata notata e sottolienata, tra mille congetture dei Roccaseccani.

In serata è arrivata una soffiatina all' ex Vice sindaco Bernardo Forte, che non avendo peli sulla lingua, ha esternato : «Gli attuali Amministratori di Roccasecca, devono andare a scuola di Pubblica Amministrazione».
Da Rumors paesani:- ieri, gli organizzatori della Fiera dell'Edilizia, della Casa e dei Prodotti Tipici Made in Ciociaria,  in via San Vito a Roccasecca (FR) si sono recati al Palazzo Boncompagni per ritirare tutte le autorizzazioni comunali del paese ospitante l' evento.
Ma ivi giunti, pare che abbiano fatto  un' ammara scoperta, al Comune di Roccasecca non esiste la  Commissione Comunale di Viglianza sui locali di pubblico spettacolo per l'autorizzazione ad organizzare sul territorio cittadino eventi culturali, manifestazioni o spettacoli e pertanto gli organizzatori, con un nervo per capello, son dovuti ricorrere al soccorso di Enti Superiori per stare a posto con le autorizzazioni.
Il Comandante della Polizia Municipale dovrebbe conoscere a menadito tutte le formalità di legge del suo comparto e quindi anche quella che doveva rilasciare l' autorizzazione, come mai  ha fatto fare questa  figura beghina, non solo all' Amministrazione ma a tutti i cittadini di Roccasecca?
Quindi, oltre a non svolgere la funzione di Pubblica Sicurezza perchè la Sig.ra Prefetto dott.ssa Emilia Zarrillo ancora non gliel' ha rilascita, a questo punto, se vero, risulta pure carente anche delle conoscenze giuridiche per il buon funzionamento della macchina amministrativa comunale.
Sindaco Giorgio, ma come è possibilie andare avanti in questo modo, passando da una figuraccia all' altra ?!?!? non farebbe meglio a rassegnare le dimissioni?

SI INAUGURA L'EXPO EDILIZIA FRUSINATE A ROCCASECCA (FR)

MA  IL SINDACO GIOVANNI GIORGIO NON C' E' E GLI ASSESSORI DELEGATI NON CI SONO...SOLO IL PARROCO TAGLIA IL NASTRO. I POCHI PARTECIPANTI SI PONGONO DOMANDE E SBRAITANO CONTRO L' AMMINISTRAZIONE LATITANTE
Il taglio del nastro a  Expo edilizia Frusinate

Qualche ora fa c' è stato il rituale taglio del nastro della Terza Edizione  Expoedilizia Frusinate, Fiera dell'Edilizia, della Casa e dei Prodotti Tipici Made in Ciociaria,  in via San Vito a Roccasecca (FR).
L' evento fieristico, organizzato da Ciociaria Fiere srl in collaborazione con il Comune di Roccasecca, ospitato nell' ex stabilimento della CEDIT è partito ma il sindaco Giorgio Giovanni e l' assessore al ramo, Claudio Rezza, hanno disertato l' apertura della Fiera,....sono timidamente apparsi e poi datisi alla fuga,  il consigliere Meta Franco e la presidente del Consiglio, Laura Scappaticci.
Come mai non si sono presentati al taglio del nastro il sindaco Giorgio e l' assessore Rezza ? qualche problema con la società Ciociaria Fiere srl ?
Pare che ci siano stati tumulti tra i Roccaseccani presenti.... le poche persone partecipanti pare che abbiano espresso parole non certo gentili contro Giorgio e la sua amministrazione e pare anche, così riferito e da appurare bene, che i locali fieristici erano pieni di polvere ed addirittura polvere di amianto.
Vergogna Sindaco Giorgio!....Vergogna Assessore Rezza! Vergogna Torriero, Marcuccilli, Marsella, Meta, Nota  e Scappaticci! DIMETTETEVI!