30 nov 2011

GIOIA E TRIPUDIO DEL POPOLO ITALIANO

GIOIA E TRIPUDIO  DEL POPOLO ITALIANO LA CASTA SI RIDIMENSIONA -Stretta sui vitalizi e  da subito-

I presidenti di Camera e Senato, Fini e Schifani, in seguito all'incontro con il ministro del welfare Elsa Fornero, hanno annunciato l'adozione del metodo contributivo nel calcolo dei vitalizi, a partire da gennaio 2012.
Non dalla prossima legislatura, ma dal prossimo 1° Gennaio 2012,  anche per "Lor Signori" entrerà in vigore la Legge Fornero -vitalizi con il sistema contributivo - pro-rata, come per tutti i lavoratori normali, e incassarli  all' età di 60 anni e se si è alla prima legislatura di anni ce ne vogliono 65.
E' vero che colpisce molto quelli in carica, ma anche qualche giovane parlamentare non rieletto ed in attesa del raggiungimento dell' età che con questa norma si vede  allungare i tempi di percezione del quibus.
Un paio di esempi: - l’ex Presidente della Camera Irene Pivetti non riscuoterà i 6203 euro lordi di pensione nel 2013 al compimento di 50 anni, ma dovrà attendere dieci anni di più,
-l’ex ministro dell’Ambiente Melandri,  che  avrebbe dovuto percepire la pensione tra due mese, ebbene, ora dovrà attendere dieci anni. 
Se l'è scampata l’ex pornostar, Ilona Staller, in arte Cicciolina, che avendo compiuto 60 anni il 26 novembre, nonostante sia stata in carica per una sola legislatura, si è assicurata i suoi 3000 euro lordi mensili di pensione.
Vabbè.......è una bella notizia no?.....ora ci si aspetta che anche gli altri Enti Regioni-Province  e Comuni incontrino la Fornero e prendano accordi  per una sforbiciatina ai privilegi come han fatto i presidenti i Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani.
E' doverso che ciascuno ITALIANO contribuisca, come può,  a risanare i debiti dello Stato Italiano  e specialmente LA CASTA PRIVILEGIATA DELLA POLITICA.

29 nov 2011

AUT AUT

AUT AUT di Giorgio Bis, nella riunione Consiliare di maggioranza di ieri sera, all' assessore Marcuccilli in ritiro sabbatico retribuito

Dentro o fuori, caro Alessandro, avrebbe tuonato il Sindaco, così non è più possibile continuare ad andare avanti o un bel si e lavori o un bel no, e lasci il posto a chi sta premendo per occuparlo.
Si, così dicono i rumors roccaseccani, il Sindaco è pressato da qualche consigliere con forti appetiti poltronistici parentali ed è impaziente che la vicenda Marcuccilli assuma  presto un risvolto positivo, per lui, giovane di belle speranze.
Ma pare che il Marcuccilli si sia riservato di dare al Gruppo Consiliare di Maggioranza  il suo bel si o il bel no,  dopo aver sentito i suoi Kompagni sostenitori del SEL.
Comunque l' importante è che si metta fine a questa squallida vicenda di avvicendamento o meno  alla delicata poltrona, peraltro   ben retribuita, della cultura e del sociale  e che si lavori sul serio.
Si è perso già troppo tempo e qualche opportunità che i soliti Komunistelli  vorrebbero far ricadere sulle spalle di chi non Governa Roccasecca.
Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità e la responsabilità di buono o cattivo  governo di Roccasecca è tutto da ascriversi, per il momento,  all' Amministrazione Giorgio Bis.
Certamente, per questo stallo amministrativo della cultura, della scuola  e del sociale i responsabili sono due Marcuccilli e Giorgio.
Ma già l' aut aut è una  lieta novella per Roccasecca.

28 nov 2011

MA QUANTI PALI ACCHIAPPAVOTI E...........

MA QUANTI PALI ACCHIAPPAVOTI E...........l' illuminazione al PALO, non solo alle Vie Aringo, d' Aquino, Aspide, ma anche Tratto di Via Scessa con l' incrocio di Via Traversa Moscosa  dove i pali ci sono ma non non si accendono le lampadine

così mi informano i cittadini disagiati che non sanno a chi Santo rivoltarsi e mi subissano di e-mail e di telefonate di contestazioni alla Giunta Giorgio Bis che pur di vincere le elezioni le ha escogitate tutte, ma proprio tutte
Promesse di lavoro stabile e intanto procura assunzioni a due mesi,  promesse di illuminare le strade che ne sono prive e manda a mettere i pali......pali di qua...pali di là.......ma l' illuminazione non ci sta.
Ma si sa che i mugugni aum aum lasciano il tempo che trovano e se da aum aum si esternano ad altri, colpiti dalla stessa "tegola", si crea un gruppo che pianin pianino si organizza con iniziative protettive, come è successo con " NO TARSU" che sta portando avanti una battiglia di non poco conto, protettiva per le tasche e la dignità dei Roccaseccani con l' auspicio che il Tribunale Amministrativo del Lazio di Latina darà vittoria piena, viste le vessazioni illegittime della pretesa erariale della Giunta Giorgio Bis.
Insomma, gli amici non Illuminati dai Pali, si stanno muovendo in tal senso e la cosa non può che essere motivo di orgoglio roccaseccano delle coscienze che si stanno elevando da "pecore" a "persone" consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri che cominciano a muovere i primi verso un sistema di nuova e bella democrazia.
Amministratori ....che state sempre alla Piazza Risorgimento della Stazione come belle statuine a ricevere gli "GNORSI'" ma fatevi un giretto
nel retro della Piazza......locali in totale stato di abbandono e disintegrazione con fili della luce staccati ai cassonetti protettivi e pericolanti.
Non Vi passa per la testa che se i bimbi che giocano  a nascondino in Piazza e vanno lì e si attaccano ai fili e ci restano secchi di chi è la responsabilità ?
Insomma, tra Pali sconnessi e fili appesi con corrente a pieno regime,  il sistema di cura e manutenzione della Pubblica Illuminazione lascia molto a desiderare, anzi non c' è proprio.
POVERA ROCCASECCA!!!!!!!!!!!!!!!!!

27 nov 2011

BENVENUTO A DON XAVIER,

BENVENUTO A DON XAVIER, nuovo pastore della Comunità Parrocchiale Santa Margherita  di Roccasecca Centro


Don XAVIER
Con profondo rispetto ed umiltà, mi associo all' augurio di benvenuto della comuntà del Centro-Piazza Longa.
Ma non posso sottacere che l'Amministrazione Giorgio Bis è stata parca per don Xavier con festeggiamenti sottotono e non roboanti e costosi, come quelli riservati all' omologo, Don GiandomenicoValente della Parrocchia Santa Maria Assunta di Roccasecca Scalo, come mai ?
Forse son proprio finiti i "baiocchi" o per motivi campanilistici?
Eppure tutti e due ministri di Dio... alla pari.... tutti e due alla guida Pastorale di Parrocchie di Roccasecca a distanza di poco tempo l' uno dall' altro.... solo che l' uno sta giù nel Paese del Sindaco e l' altro sta su.
Altra stranezza dell'insediamento di don Xavier alla Parrocchia di Santa Margherita di Roccasecca "ncoppa"....... presenti l' Istituizione Comune- Sindaco dr. Giovanni Giorgio, e l' Istituzione Provincia- l' assessore alla cultura, Arch Antonio Abbate.
A fine cerimonia è stato fatto parlare solo il sindaco Giorgio  non l' assessore provinciale alla cultura, Abbate .
Perchè mai ?  chi ha vietato che lui parlasse?
Chi ha organizzato la cerimonia, nella fattispecie,  ha commesso uno scivolone di stile,  oltre che una brutta figura nei confronti del  neo Parroco, Don Xavier che deve perdonare loro ....perchè non sanno quello che fanno.

GLI "SCAZZI" ISTITUZIONALI

 GLI "SCAZZI" ISTITUZIONALI del  Sindaco di Roccasecca, dr. Giorgio Giovanni e del consigliere provinciale di maggioranza,  Colantonio Antonio,  per il dimensionamento delle scuole, non sono costruttivi, ma, pura "fuffa"

visto che per il momento, a Roccasecca , è stato assegnato un Istituto Omnicomprensivo, grazie  all' intervento dell' Ass. alla cultura, Arch. Antonio Abbate,  includente l' ITG Medgalia d' oro ed alcuni plessi di Colle San Magno e Colfelice, addirittura  con possibilità di scelta per le famiglie di mandare i figli a Castrocielo o a Roccasecca.
Per cui, spendere i soldi, che non ci sono, per comprare pagine di giornali, come si dice sia stato fatto oggi   domenica 27 novembre 2011 con Ciociaria, per mera propaganda elettorale con un titolone che è tutto un programma:
"Danneggiata la nostra città",  è pura follia
Ma se ha disertato tutti gli incontri fiume con i sindaci Ciociari, promossi dall' assessore  alla P.I Quadrini, per il Piano di Ridimensionamento Scolastico Provinciale, così ha detto Colantonio e mai smentito.
Insomma, in Provincia si è discusso per mesi e mesi del Piano e il nostro primo cittadino è stato sempre latitante e a giochi fatti fa il "don fumino" propagandistico-elettorale  dai giornali minacciando addirittura ricorsi al TAR.
I ricorsi al TAR costano, e pure parecchi soldini, ma tanto i soldini sono di NOI POVERI CITTADINI DI ROCCASECCA che gli abbiamo dato credito, non SUOI come a esempio il ricorso al TAR del Comitato "NO TARSU", ma questa è un' altra storia.
Quindi, solo se fosse stato più attivo e presente alle concertazioni di Quadrini poteva evitarsi tutto questo sperpero i denaro pubblico in prevendita ai giornali   e forse, anzi sicuramente,  in ricorsi al TAR.
La campagna elettorale è finita da un pezzo, caro Sindaco, e Roccasecca è ampiamente danneggiata, non dal Piano Scolastico provinciale, ma  dalle promesse non mantenute della Lista Progettiamo il Futuro con Giorgio Sindaco:
-Piano  di illuminazione delle strade di campagna;
-Non aumento della Tarsu;
-Raccolta differenziata;
-Patto i stabilità del bilancio.
-Strade sconquassate
....e chi più ne ha più ne metta........ quindi tutta "FUFFA " quello che si scrive sui giornali.

26 nov 2011

SCANDALOSA ILLUMINAZIONE

SCANDALOSA ILLUMINAZIONE promessa (e non mantenuta ) pre-elettorale della Lista Progettiamo il Futuro con Giorgio Sindaco, anche alla Via Aspide

la pubblica illuminazione acchiappaconsenso si è fermata al solo  scavo delle  buche, punto e basta, che sta creando ai residenti forti disagi, seppur diversi dalle altre vie, come Via Aringo, ove sono stati messi pali con fili elettrici  pericolanti.
L' indecente comportamento dell' Amministrazione Giorgio Bis è  censurabile da ogni punto di vista, ma questa questione della promessa di Pubblica Illuminazione alle diverse Vie fuori dai Centri urbani,  sta assumendo una portata così vasta che lascia veramente basiti visto che la conoscenza si sta allargando a macchia d' olio con tutto il putridume che ne consegue.

Ricevo e pubblico il grido di dolore anche degli abitanti di Via Aspide ai quali auspico una pronta risoluzione delle problematiche stradali e di illuminazione:

Vorrei porre all'attenzione di tutti che anche in via Aspide dove abito, 2 giorni prima dell'elezioni hanno dato luogo alla realizzazione di lavori di pubblica illuminazione ovvero hanno solo scavato senza la messa in opera di pali di luce.E tutto questo solo ed esclusivamente per prendere qualche voto e ad oggi la situazione del manto stradale è orribile e non si può più transitare a causa dell'asfalto rotto da parte di chi ha dato luogo alla realizzazione di lavori mai portati a termine.Vorrei precisare che agli animali viene riservato un trattamento migliore e non come la maggior parte dei cittadini di Roccasecca deve subire da parte degli attuali amministratori.................Ora Basta................

25 nov 2011

IL REGALO DI NATALE

IL REGALO DI NATALE del Nuovo Premier, Prof. Monti, agli Italiani .....una manovrina correttiva da 15 miliardi 


tutto, con il beneplacido del Parlamento Associato PDL-PD-TERZO POLO-IDV, tanto a loro non tocca, pare.
Provvedimenti  "incisivi, rapidi e risolutivi", ha detto qualcuno, per uscire dalla crisi che attanaglia l' Italia e mò anche gli irridenti Capi Europei, Sarkozy e Merkel.
Tutta l' Europa è sotto scacco borsistico : lo spread Btp-Bund è tornato in alto, come anche quello dei titoli francesi e spagnoli. Ma a preoccupare anche il fatto che l'asta dei titoli tedeschi sia stato un flop, con il 35% dei bund rimasti non collocati.
C' è poco da ridere cari Sarkò e Merkel che ieri vi siete  incontrati con il nostro nuovo Premier, Prof. Monti, e lei Merkèl è rimasta "impressionata " dai provvedimenti di SuperMario, a cominciare da quello di  15Mld  che dovrebbe essere approvata tra l'Eurogruppo del 29 novembre e il Consiglio europeo dell'8 dicembre.
Cosa abbia " impressionato " la Merkèl, a noi Italioti non è dato sapere, se non a piatto fatto e servito, e intanto, questa mattina, i nostri tecnici riuniti in CdM presieduto da SuperMario stanno decidendo probabilmente:  la stretta fiscale sulla casa, la revisione delle rendite catastali, una patrimoniale leggera sulle grandi proprietà, forse anche un nuovo aumento dell’Iva (del 10% e del 21% e  forse stanno provvedeno sulla misura del tetto all'uso del contante, ma la soglia dovrebbe essere innalzata rispetto ai 300-500 euro ipotizzati in un primo momento.
Ok.....non possiamo esprimerci in merito se non a piatto cotto e servito....poi se è indigesto......gli italiani troveranno il modo e la maniera per digerirlo, se prima non si muore...insomma ci si sentirà male, speriamo......ma se poi si starà benissimo,....perchè NO ?
Ma a Natale, si sa ...freddo e fame.....e quei 15 Mld speriamo di iniziarli a pagare a Gennaio 2012.

23 nov 2011

CRISI IDEAL STANDARD

CRISI IDEAL STANDARD TUTTI PREOCCUPATI, FUORCHE' IL SINDACO DI ROCCASECCA DR. GIORVANNI GIORGIO, CHE STA AD ASPETTARE IL MIRACOLO DI SAN GENNARO 

Ricevo e pubblico una missiva del Sindaco di Zoppola, Provincia di Pordenone, Angelo Masotti Cristofoli diretta a tutti i Sindaci dei Comuni Sede di Stabilimenti Ideal Standard, nell' ambito di iniziative volte alla tutela dell' attività produttiva a rischio chiusura.
Si dice per il paese che il Sindaco di Roccasecca abbia dato forfait all' incontro di oggi 23 novembre, della qual cosa i  lavoratori ed i cittadini tutti esprimono indignazione e rammarico per aver concesso la fiducia a chi non la merita, se non si interessa alle criticità della Cittadina di San Tommaso.
I lavoratori Ideal Standard si sentono abbandonati ed in balia dei poteri forti che fanno e disfano come meglio credono visto che anche chi li deve sostenere, Il Primo Cittadino, nulla fa se non aspettare.........
Questo il mio piccolo contributo alla causa dei lavoratori dell' Ideal Standard di Roccasecca.....pieno sostegno con l' auspicio di una risoluzione giusta di tenere aperto lo stabilimento di Roccasecca.

L' ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO

L' ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO a Roccasecca, deciso dalla Provincia ed ora al vaglio della Regione Lazi,  ma senza il contributo dell' assessore alla cultura, Alessandro Marcuccilli, in ritiro spirtual-politico nazionale contro il Governo del Prof. Mario Monti.

Così  da un comunicato stampa dell' assessore  provinciale alla Pubblica Istruzione Gianluca Quadrini : Il Consiglio provinciale di Frosinone lo scorso 21 novembre ha approvato l’importante delibera avente ad oggetto il Piano provinciale di dimensionamento scolastico a.s. 2012-2013, e a Roccasecca

.......l’Istituto Omnicomprensivo, costituito dall’Istituto “Medaglie D’oro e l’Istituto comprensivo di Roccasecca esclusi i plessi di scuola dell’infanzia e primaria di Colle San Magno e il plesso della scuola media di Colfelice; con obiettivo della programmazione dell’offerta di istruzione e formazione è quello di rispondere più rapidamente e con maggiore flessibilità al cambiamento e all’innalzamento delle competenze e delle qualifiche richieste, oltre che ampliare la scelta dei ragazzi e delle famiglie.
 Mah!!!!! non è tanto chiaro il discorso per i non addetti ai lavori, ma si deduce un certo possibilismo di aumentare, per gli anni a venire,  il numero dei frequentatori dell' Istituto Omnicompresivo di Roccasecca con offerte varie e scelte delle famiglie.
Insomma è stato Approvato il Piano provinciale di Dimensionamento Scolastico 2012-2013, Roccasecca per un anno sta bene e poi si vedrà, ma l'aberrazione riprovevole, l' assenza alle concertazioni e nessuna battaglia a sostegno di Roccasecca dell' assessore Marcuccilli.
Era in piena crisi-litigio con il Suo Sindaco, è vero, ma poteva essere più chiaro e lasciare il posto a qualche altro soggetto dell' Amministrazione Giorgio Bis, vista la necessità di difendere in Provincia l' Istituto Omnicomprensivo per l'anno 2012-2013 e seguenti.
Ma anche il Sindaco stesso non è stato molto chiaro perchè non gli ha revocato la delega, visto che si rifiutava di lavorare.
Ora dice in giro che è in fase di rientro e fa promesse di illuminare una parte di  Via Santa Maria Nuova al buio,  da tempo.
Insomma,  Scuola-Cultura-Sociale, in stand by, ma  per quanto tempo ancora ?
Ce lo fanno sapere, per cortesia, Il Sindaco e/o l' assessore Marcuccilli,  visto che pare non abbia espressamente rinunciato alla prebenda mensile?

22 nov 2011

PUBBLICA ILLUMINAZIONE

PUBBLICA ILLUMINAZIONE acchiappavoti di Giorgio Bis di Via d' Aquino e Via Aringo, all' attenzione di Sua Ecc.za, il  Sig. Prefetto di Frosinone, Commissariato Pubblica Sicurezza di Cassino e del Comando dei Carabinieri di Roccasecca



Alcuni residenti delle suddette Vie, non potendone più dei pali della luce in bilico e dei fili della corrente pericolosamente in bella mostra, dopo aver sollecitato, ripetutamente, il Sindaco Giorgio a dare stabilità ai pali e a togliere i fili pericolanti e/o sistemare la pubblica illuminazione, ma con esito negativo,  prendono carta e penna e sottopongono il caso a chi di dovere.
Ecco la missiva che è stata recapitata anche alla sottoscritta per l' opportuna pubblicità sul Blog

...........omissis .....informa le SS.VV. Ill.me che, lungo la via che collega la strada Provinciale via D’Aquino a via Aringo, esattamente presso le abitazioni n° 29,31,33, dal mese i maggio u.s. sono stati messi pali-sostegni della rete di illuminazione pubblica.
Però, i suddetti pali della pubblica illuminazione non risultano essere stati fissati a terra e riportano cavi elettrici scoperti come si può rilevare dalle foto che ad ogni buon fine si allegano alla presente.
Tale lavoro, precario ed incompleto, costituisce solo fonte di pericolo soprattutto in questo periodo di condizioni climatiche meteorologiche avverse, così lamentano i residenti.
Visto che l' Amministrazione Comunale, più volte sollecitata, non vi ha provveduto, auspico un vostro autorevole intervento per la rimozione della situazione di pericolosità della Via Aringo.
Grato per l’attenzione che alla presente sarà riservata, porge cordiali saluti.

Ma non è che sono i lavori della pubblica illuminazione commissionati alla Soc. TIMA s.r.l.  in parte eseguiti e non pagati dall' Amministrazione Giorgio Bis ammontanti ad euro 75.000 e per questa morosità la Società TIMA s.r.l.  pignorò il Comune.?
Il pignoramento è ancora in coda o è stato pagato?
Comunque l' auspicio dei residenti di Via Aringo e Via Aquino ed anche il mio  è che ci si attivi, chi di dovere, a liberare le Vie dallo stato di pericolosità.

21 nov 2011

LE OLGETTINE- "SANTE MARIE GORETTI "-

LE OLGETTINE- "SANTE MARIE GORETTI "- dai giudici  milanesi del processo  Ruby visto che intendono considerare le stesse vittime del reato di induzione alla prostituzione contestato a Emilio Fede, Nicole Minetti e Lele Mora.
Insomma, tutte le Olgettine frequentatrici delle presunte  allegre serate di Arcore, vittime dei bruti Minetti, Mora, Fede che  le avrebbero indotte alla prostituzione,   si dovrebbero costituire parte civile come hanno fatto le amiche piemontesi Chiara Dainese e Ambra Battilana, e nei giorni scorsi la marocchina Imane Fadil, ma non la pricipale vittima minorenne che ha scatenato il putiferio, Ruby Rubacuori ovvero Kharima el Mahroug.
Ma tutte ste Marie  Goretti, mi domando e dico, come mai erano conosciute dai mostri Mora, Minetti, Fede, che le invitavano e le acccompagnavano ai festini del Sultano?
Il giro, poi, era così vasto che tutte erano contente e volevano essere le predilette delle serate, come mai ?
Ambizioni di carriera in TV e il profumo dei soldi e pure tanti, mica piccioli....tutte venivano ringraziate per la partecipazione con doni pesanti, omaggi vari e particine in TV, mica  con un bacino e grazie.
Ora senza entrare nel merito del lavoro dei Giudici di Milano, ma tutte ste figliole vittime ......ma de che ?
Il degrado dei costumi è così lapalissiano che, invece di vergognarsi di quello che hanno fatto, di quello che è successo, sventolano la bandiera delle vittime
e per quale motivo ? SOLDI ed ANCORA SOLDI .....ed il BUONGUSTO E LA MORALE ?
Mora, Minetti, Fede saranno pure quello di cui si dice.....ma le Olgettine, altro che vittime !!!!!!! Sicuramente non sono Sante Marie  Goretti.

OGGI SUL CAMPO " ITALIA "

OGGI SUL CAMPO " ITALIA" i Tecnocrati del Nuovo Governo, guidato dal prof. Mario Monti, inizieranno a giocare la partita "SALVA NAZIONE"

Infatti, primo atto della mattinata. il varo, nell'ambito della riforma sul federalismo fiscale, il secondo decreto legislativo su Roma Capitale: quello che in pratica assegna funzioni, risorse e patrimonio pubblico speciali alla "Citta' Eterna" dopo che il primo le aveva fornito, oltre un anno fa, un ordinamento istituzionale ad hoc.
Ai più erano perfetti sconosciuti, ma impareremo a conoscerli bene uno per uno, e la loro "valentìa" di prof bravi vedremo e giudicheremo.
Hanno parlato di Governo di Massoni, di Governo di Banchieri, di Governo di Bocconiani, ora ci sono loro e come ci siano arrivati ha poca importanza, quello che dovrebbe importare è se salvano l' Italia dal default cui si stava incanalando.
Gli italiani devono fare sacrifici.... bene....disponibilissimi .....  ma li dobbiamo fare tutti a cominciare dalle CASTE : POLITICI, SINDACATI, BANCHE, RICCHI.... ECC. ECC.
Se Monti e la sua squadra ci assicura e ci dimostra soprattutto  che operano per la equità sociale.... bene.
Insomma oggi inizia la Partita Salva Italia e  a noi non resta altro che augurare loro buon lavoro.
Che Dio aiuti e illumini Monti e i suoi ministri a trovare le strategie giuste SALVA ITALIA

20 nov 2011

TABACCHERIA FERRARI

TABACCHERIA FERRARI
VIA ABRUZZI 7/a
CASSINO -Fr-
TEL.0776 21460


Qui puoi trovare il sito della TABACCHERIA FERRARI  
http://tabaccheriaferrari.blogspot.com/ 






L' UPTE OLTRAGGIA ROCCASECCA ED

L' UPTE OLTRAGGIA ROCCASECCA ED I ROCCASECCANI con lo slogan promozionale " la cultura mai vissuta "

soprattutto nella considerazione che i corsi  di quest' anno "accademico" sono limitati, così si legge sui giornali,  al ballo, alla ginnastica ed all' informatica e...... poi si vedrà.
Da quando, con la nuova amministrazione Giorgio Bis,   sono cambiati i direttivi del Centro Anziani e dell UPTE, si respira, a Roccasecca, aria di regresso sociale, culturale, associativo e pure scarsa Democrazia.
L' indignazione è montata e di parecchio, alla lettura  di uno striscione affisso al Palazzo Boncompagni, nonchè Casa Comunale: UPTE- la cultura mai vissuta-.
Gli ideatori di questo pensiero sublimale verso i concittadini di San Tommaso mostrano arroganza,  presunzione ed il dileggio.
Se il ballo è cultura, se la ginnastica è cultura, se l' informatica è cultura siamo proprio messi con l' anello al naso, o meglio, questi " grandi " professori, che salgono in cattedra, a cominciare dallo pseudo Rettore romano, considerano i Roccaseccani meno giovani, all' ultimo gradino dell' acculturazione.
Avessero posto l' accento sull' attenzione alla vita sociale e alle capacità di interagire con gli altri, al movimento associato ad un sano stile di vita "chapeau", ma parlare pomposamente  di corsi di cultura ........fatemi il piacere......
Non è perciò ammissibile questo approccio insultante.... la cultura è  insita in ogni persona avanti con l' età, già per l' esperienza di vita, la lettura dei giornali, la televisione ed altro.
Vergognatevi cari docenti UPTE  per l' insulto gratuito al POPOLO ANZIANO DI ROCCASECCA.

18 nov 2011

GLI OPERAI DI ROCCASECCA,

GLI OPERAI DI ROCCASECCA, da ben due anni, senza il salario accessorio, revocato dal Sindaco Giorgio con ordinanza d' imperio,

lamentano una busta paga, già leggera, diventata super leggera, mentre i rischi ed i disagi sempre all' ordine del giorno.
Così si vocifera nella Cittadina che ha dato il natali al Beato Agelico San Tommaso d' Aquino.
Ma di questo pare  abuso di potere ( ? ) del Sindaco se ne stanno occupando i  sindacati di categoria che da qualche settimana hanno anche  proclamato lo stato di agitazione per la mancanza di contrattazione del Sindaco per la soppressione del salario accessorio per rischio e disagio.
Però, il rischio ed il disagio, per i poveri operai continua ad esserci, se non aumentato, basti pensare agli operatori ecologici alle prese con compattatori vecchi ed obsoleti che si scassano spesso e volentieri e si devono aspettare giorni per il ritorno in pista
Fanno  salti mortali questi lavoratori  per tenere in qualche modo nel decoro e nella pulizia  la cittadina di Roccasecca, e poi non sempre ci rescono, non certo per loro responsabiltà ma per le note manchevolezze dell' Amministrazione Giorgio Bis delle casse in perenne rosso.
E il Sindaco Giorgio, invece di sostenere e premiare questi poveri cristi, toglie loro quel piccolo sollievo economico del salario accessorio, dato dalle precedenti Giunte.
Ma la cosa ingiusta è che non taglia a tutti ma solo agli operai mentre i Capi Settore mantengono per intero l' inennità di posizione.
Scandaloso iniquo comportamento da condannare e censurare, mentre si esprime piena solidarietà agli operai defraudati del provento accessorio.
Con  l' auspicio che a breve, e con la tutela sindacale, tornino a beneficiare dei loro diritti acquisiti.
Via Rivolta - Roccasecca -

16 nov 2011

NO DIFFERENZIATA ?...... "NO TARSU"

NO DIFFERENZIATA ?...... "NO TARSU"
Caro Sindaco Giorgio ........e non lo dice solo il Comitato e la Cittadinanza tartassata ....ma questo sarà il verdetto, a breve, anche del TAR

intanto monta la protesta delle zone non centralissime, come Pozzi di Caprile, Via  Montello e non solo, invase,  in questi giorni di metà novembre, dalla " munnezza " alla napoletana maniera ,   con tutte le conseguenze igienico-sanitarie immaginabili.
Con quale coraggio Giorgio Bis tartassa i cittadini e resiste pure davanti al Tar con una impudicizia più unica che rara ?
Dovrebbero mettersi una maschera invece di resistere al ricorso del Comitato "NO TARSU".....altro che....
Ma non doveva partire la Raccolta Differenziata ? Non era stata deliberata una tariffazione TARSU duplicata, triplicata, quadruplicata, quintuplicata a giustificazione del suddetto inizio di differenziare ?
L' Amministrazione Giorgio Bis , non solo non differenzia, perchè siamo quasi a dicembre, ma lascia nello schifo dell' indifferenziata tutta Roccasecca.
Cassonetti stracolmi, strade invase da rifiuti di ogni genere e grado, che i Cittadini fotografano e videano e denunciano al COMITATO "NO TARSU".
A noi non resta che pubblicizzare tramite il blog........e facebook lo scempio che gli inetti amministratori stanno perpretando ai danni di Roccasecca.
Il Comitato "NO TARSU" sempre attivo e dalla parte dei Cittadini...... senza se e senza ma.........Cittadini ....Continuate ad inviare al Comitato "NO TARSU" le vostre foto e i vostri video denuncia attestanti l' indignazione per l' oltraggio all'ambiente e il pericolo della  salute.

LA STORIA INFINITA

 LA STORIA INFINITA del piano di dimensionamento della  rete scolastica, con accorpamento degli istituti insistenti sul territorio, da Ceprano a Roccasecca ...il Consiglio Provinciale si aggiorna a lunedì p.v.,  per definizione

Un "tourbillon" di avvenimenti  ma solo da giovedì scorso, e rivendico con orgoglio di avervi dato il " la " con il mio blog........ visto che fino a quel momento nessuno ne aveva parlato ....ma tutto sfilava  sottotraccia nel completo disinteresse del Sindaco Giorgio e del Suo Vice, che nella faccenda hanno brillato per la loro latitanza a tutti i tavoli di trattative e concertazioni dell' assessore alla P.I. di Frosinone, Gianluca Quadrini, così dicono i "rumors" della Provincia,  contro la presenza, interessata e costante, dei Sindaci di Ceprano e Castrocielo e che così venivano premiati.
Ceprano, oltre agli istituti comprensivi, si era fatta attribuire anche la struttura amministrativa della Presidenza e della  Segreteria anche delle scuole di Roccasecca, cui veniva concesso solo l' istituzine dell' Istituto comprensivo.
Mentre Castrocielo scippava gli alunni di Colle San Magno a Roccasecca
In pratica,‭ ‬nel Piano‭ “‬lacrime e sangue‭” ‬partorito dall’assessore Quadrini,‭ per razionalizzare i costi del comparto scuola, quella che veniva penalizzata era Roccasecca. Come mai ?
Dicono i bene informati che da mesi ? Palazzo Iacobucci,‭ ‬sede della Provincia,‭ ‬ha ospitato riunioni con i sindacati e i rappresentanti degli enti locali, ‭ u‬na maniera per arrivare,‭ ‬attraverso un cammino di concertazione,‭ ‬ad una decisione condivisa.
Giovanni Giorgio

Ma pare che Roccasecca questo percorso non l’abbia condiviso affatto non è stata mai presente, tranne all’ultimo momento,‭ ‬giovedì e venerdì scorsi, quando si sono catapultati a Palazzo Iacobucci il sindaco Giorgio e del suo vice Torriero che, non certo con toni sereni e tranquilli, hanno esibito una delibera di giunta dell' ultima ora e affrontato  l’assessore Quadrini intimandogli di rivedere il Piano: ‭ “‬Questo Piano,‭ ‬così come è scritto,‭ ‬non s’ha da fare‭”‬,‭ ‬sembra che abbia tuonato il duo al vertice di palazzo Boncompagni.
Questa scenetta mi è stata confermata da un amico fan di Giorgio, proprio questa mattina, orgoglioso della muscolatura del duo Giorgio-Torriero, ma il  poverino sconosceva i risvolti della faccenda : muro dell' assessore Quadrini per il  tutto ormai deciso, vista la latitanza di Roccasecca.
Tutto fermo fino a domenica pomeriggio,.....Roccasecca con l' Istituto Comprensivo ma senza Presidenza e senza Uffici di Segreteria assegnati a Ceprano.
Ma provvidenzialmente  è intervenuto l’assessore provinciale Antonio Abbate che ha convinto il collega di giunta Quadrini con argomentazioni valide e Roccasecca non solo ha ottenuto l’Istituto comprensivo con l' aggregazione di tutte le scuole di Colfelice, ‭ ‬ma cosa più difficile,‭ ‬ha mantenuto anche la presidenza e la segreteria.‭
Doppia sconfitta per Giorgio e la sua squadra,‭ ‬sostituiti nella difesa della città dal‭ “‬nemico‭” ‬Abbate.‭ ‬Ma tant’è,‭ ‬“ubi maior,‭ ‬minor cessat‭”‬,‭ ‬dicono i latini,‭ ‬e qui per‭ ‬maior‭ ‬s’intende non il ruolo politico,‭ ‬ma le capacità.


Ora, Roccasecca,  avendo ottenuto, grazie ad Abbate,  quello che si temeva di perdere ovvero, l' Istituto Comprensivo e uffici Amministrativi di Dirigenza e Segreteria, ci si sta arrovellando il cervello cosa succederà l' anno prossimo visto che gli alunni di colle San Magno sono stati dirottati dal Piano verso Castrocielo dove c' è un Sindaco più bravo ed attento a seguire e fare gli interessi dei Castrocelesi.
La storia infinita del Piano- Scuola Provinciale ....alla prossima  puntata di lunedì  21 p.v. ......
Intanto.... plaudiamo alla vittoria ottenuta da Abbate dell' istituto comprensivo e della Presidenza.

14 nov 2011

PIANO SCOLASTICO PROVINCIALE

PIANO SCOLASTICO PROVINCIALE non smantella Roccasecca solo grazie all'intervento convincente dell' assessore alla cultura, Antonio Abbate al collega assessore alla P.I., Gianluca Quadrini.
 Tutto è bene quel che finisce bene e non si può che  essere soddisfatti avendo il blog vedi qui il piano scuola ciociaro...... dato  il piccolo-grande  contributo alla causa delle Scuole di Roccasecca.
L' importante è che Roccasecca non solo avrà un Istituto comprensivo, che mette insieme in un unico polo, scuole materne, elementari, medie e istituto di ragioneria, ma di fatto viene mantenuta anche la presidenza e gli uffici amministrativi cosa che in una prima stesura del Piano di dimensionamento scolastico provinciale non era  stata presa in considerazione ma dirottata su Ceprano per motivi, a noi Popolo-Pecora di Roccasecca,  sconosciuti.
Pericolo scampato e non certo, grazie al Sindaco Giorgio e all' assessore alla P.I. locale, Marcuccilli che, pesce in barile, non si capisce bene cosa stia combinando da più di un mese dalla remissione del mandato, ma solo grazie all' interessamento del consigliere di opposizione, nonchè assessore alla cultura di Frosinone, Antonio Abbate che ha perorato la causa nel modo giusto al collega Quadrini, gestore del Piano Scolastico.
Un bel risultato, non c' è che dire,  che riempie di orgoglio i Roccaseccani di essere rappresentati alla provincia da cultori della cultura come Abbate che così ha commentato la notizia: "Un bel  risultato che garantisce dignità e prestigio alla città e che eviterà fastidiosi disagi ai genitori dei ragazzi per quanto riguarda l’aspetto della gestione degli adempimenti burocratici, così come  dei rapporti con la presidenza ".
A noi Roccaseccani non resta che dire : Grazie Assessore Quadrini, Grazie assessore Abbate che ti sei speso per la tua città, grazie, per aver dato ascolto ai bisogni degli operatori (preside, insegnati, personale ATA ed altri)  e dei fruitori delle Scuole di Roccasecca (alunni e genitori).
L’Istituto comprensivo è un ottimo risultato. La presidenza mantenuta, è una grande vittoria”.

13 nov 2011

PASTORE CHE VA

PASTORE CHE VA - Pastore che viene- alla Parrocchia di S. Maria Assunta in Cielo di Roccasecca - Scalo

 Oggi pomeriggio, alle ore 17.00 messa solenne di avvicendamento, officiata dal Vescovo Diocesano, monsignor Filippo Iannone.
Solo messa solenne di avvicendamento e grandi festeggiamenti di benvenuto al nuovo parroco, peraltro già conosciuto, Monsignor Giandomenico Valente e un addio sottotono a Don Domenico Buffone e al suo vice Don Ercole Di Zazzo.
Ci si chiede da più parti: come mai questa disparità di trattamento tra Pastori ?  Riporto, a tale riguardo,  il  pensiero di uno dei tanti cittadini di Roccasecca, dell' Ing. Giampaolo Di Rollo,  relativo alla mancanza di un giusto tributo di ringraziamento a Don Domenico, per il ministero pastorale svolto con abnegazione, umiltà e a schiena dritta:

.E mentre in città fervono preparativi “hollywoodiani”…, a dire il vero tanto distanti dalla sobrietà cui siamo abituati…, il pensiero non può non andare a DON DOMENICO e a DON ERCOLE che salutano la nostra comunità ed ai quali vogliamo dire GRAZIE per la fede che hanno saputo trasmettere con i loro insegnamenti e soprattutto con l’ esempio, assumendo spesso anche il ruolo scomodo di “voce che grida nel deserto”.
GRAZIE soprattutto per l’attenzione che hanno saputo dedicare a tutti indistintamente e per l’amore con cui hanno cercato di avvicinare a Dio i bambini ed i ragazzi (gli amici di Pinocchio) perché, usando le parole di Don Bosco a loro tanto care, “ l’educazione è questione di cuore”.
GRAZIE ai nostri parroci operai, che come formiche silenziose e laboriose, si stanno spendendo ancora in questi giorni per ultimare le opere iniziate.
GRAZIE per aver segnato in maniera indelebile la storia della nostra comunità che ruota intorno alla Parrocchia della “Beata Vergine Maria Assunta in Cielo” di Roccasecca Scalo.

GOVERNO BOCCONIANO

GOVERNO BOCCONIANO che salverà l' Italia dallo "SPREAD", a breve o a lungo termine, questo è da verificare,  nel mentre la Politica si rifà una verginità, si spera.......

Dopo le dimissioni di Berlusconi, condite di insulti della Piazza Rossa piena di invidia,  rabbia, ma che certamente non ha dato un bel segnale di democrazia, il Capo dello Stato inizia questa mattina le consultazioni per la formazione del nuovo Governo.
Premier..... il neo senatore, prof. Mario Monti ? pare proprio che sia così e che sicuramente sarà un Governo Tecnico, tutti  i Prof. della Bocconi di Milano e qualcuno pure della Cattolica, sempre di Milano.
Intanto rode e non poco sentire che l' alta finanza ha potuto quello che l' opposizione del Governo Berluscuni  non è stato capace i fare ....fare fuori Berlusconi,..... insomma la FINANZA ha preso il posto della politica e che poi siano solo Prof. Milanesi a traghettare l' Italia fuori dallo "SPREAD" manda fuori dai gangheri tutti i benpensanti Centristi-Sudisti.
Mario Monti ha pronto il programma e la lista di questi Ministri di alto profilo Bocconiano.
Un cambio di scenario sicuro....pochi ministri e pochissimi sottosegretari sotto la guida del Presidente Napolitano.
Il programma sarà, a lume i naso, lacrime e sangue per gli Italiani Tutti ma non per la Casta dove il Monti è entrato a pieno titolo con la sua nomina a Senatore.
Mario Monti
Speriamo di pensar male, ma dalle tavole rotonde politici  e dai media non si fa cenno al taglio di cesoia dei costi della Politica.
Se Monti, è così bravo come si dice, dovrà prima di tutto tagliare i costi della politica e mettere mano alla riforma elettorale perchè il Popolo Italiano non vuole un ritorno alle urne con la "Legge Porcellum" di Calderoli.
Intanto auguriamo buon lavoro al Premier in pectore, Prof. Mario Monti, e alla Politica di rifarsi una verginità e da questo ne tragga una lezione per un retto agire.

11 nov 2011

BUIO PESTO -PALI DIVELTI-

BUIO PESTO -PALI DIVELTI  da più di un mese alla Via del Cimitero -Via Santa Maria Nuova-
 e le famiglie disagiate si recano a reclamare al Comune, al Sindaco Giovanni Giorgio, per sentirsi rispondere: "stiamo provvedeno".
Intanto, nessun operaio in vista, ma i piccoli grandi inconvenienti, come aspettare una macchina che passa per vedere il buco della serratura  dove infilare le chiavi, mettere i piedi in fallo ed andare a finire in una buca stradale, brancolare nel buoio pesto delle lunghe serate autunnali, con rischi non indifferenti per l' incolumità personale,  sono all' ordine del giorno, per non parlare di qualche cattiva azione di qualche malintenzionato.
E' appena il caso di ricordare che Via Santa Maria Nuova è una Centralissima Via di Roccasecca e tutto questo succede nei paraggi della Statua di San Tommaso, dello scultore Vangi....
Non è per caso che il Comune di Roccasecca ancora non ha pagato il Pignoramento di 75.000 euro alla Soc. TIMA s.r.l. per i lavori della Pubblica illuminazione eseguiti ?
E se la TIMA s.r.l. non esegue i lavori manutentivi della pubblica illuminazione ora chi li esegue.......NESSUNO....altro che stiamo provvedendo !!!!!!!!!
Al comune  cittadino non è dato sapere come stanno effettivamente le cose poichè  la trasparenza degli atti amministrativi è un "optional" per gli amministratori  della Giunta Giorgio Bis.
"Lor Signori" Giorgio&C.,  sono solo capaci a mattere le mani in tasca ai Cittadini con tasse, soprattasse e balzelli vari  e sfondargliele pure per raschiare il raschiabile ma di Servizi proprio non se parla........
POVERA ROCCASECCA!!!!!!POVERI ROCCASECCANI!!!!!!!!

10 nov 2011

IL PIANO SCUOLA CIOCIARO

IL PIANO SCUOLA CIOCIARO dimensiona la rete scolastica, con accorpamento degli istituti insistenti sul territorio, da Ceprano a Roccasecca Unica  Presidenza e Uffici i Segreteria e...... solo a Ceprano 

Palazzo Jacobucci -Fr-
Antonello Iannarilli
per cui, i genitori degli alunni delle Scuole di Roccasecca, per qualsiasi certificato o relazione con la Presidenza devono prendere l' auto, mettere la benzina, che tra l' altro, costa un botto, e recarsi in quel di Ceprano, per non parlare del rischio intrinseco che si corre sulla strada trafficata ed altro.
Praticamente, le Scuole di Roccasecca  resteranno  senza Uffici di Presidenza e Segreteria ed ecco quello che si sta architettando  in Provincia , al Palazzo Iacobucci, mentre a Roccasecca c'è la crisi del Governo Giorgio Bis.
L' Assessore del Comparto Scuola, Alessandro Marcuccilli, proprio in questo delicato momento  di Piani Strategici provinciali- taglia -Scuola si è defilato e nulla sta facendo  proclamatosi dimissionario da più di un mese.
Cosa ne pensa il Sindaco Giovanni Giorgio ? Partecipa alle riunioni provinciali per difendere le Scuole di Roccasecca ?
Intanto, così dicono i "rumors", Antonello Innarilli, novello Polverini, predispone, per risparmiare,  Piani Strategici di dimensionamento della rete scolastica e, guarda caso, come la Polverini ha chiuso Pontecorvo, così Iannarilli intende chiudere la Presidenza di Roccasecca con il beneplacido dell' Amminstrazione Giorgio Bis.
E pensare che tanti  paesini più piccoli di Roccasecca, come ad esempio Castrocielo avranno  Scuole con la propria Presidenza e  i propri  Uffici di Segreteria e solo Roccasecca diventando satellite di Ceprano perderà la Presidenza e gli Uffici di Segreteria.
Insomma il fatto è questo: pare che l' Amm.ne Prov.le abbia  previsto la costituzione di un istituto omnicomprensivo tra Roccasecca e Ceprano, con presidenza a Ceprano..... nessuno ne parla,....... nessuno dice NULLA.
La volontà politica affossa Roccasecca lascia veramente con l' amaro in bocca e il Popolo Bue, subisce ancora e non gli è rimasto un briciolo i forza reagente.
Ma i Dirigenti Scolastici, i professori i dipendenti degli Uffici delle Scuole che pesci sono?  non levandosi neppure una voce del settore.

09 nov 2011

AVANTI TUTTA DEL " NO TARSU"

AVANTI TUTTA DEL " NO TARSU"....nonostante i continui e numerosi attacchi dei politichini locali  IDV, sotto la famosa regia della Dipietrina Locale, all' affannosa ricerca di visibilità territoriale.


Intanto la primogenitura " NO TARSU" non si tocca, è  la Prima e resta la Migliore.... tutte le altre ben vengano, ma restano sempre fotocopia sbiadita e di secondaria importanza, insomma di Serie B......
J. W. Goethe diceva: Le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi, possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente...........
Le idee-pedine  del Comitato "NO TARSU" sicuramente non verranno mangiate nè dall' IDV nè da chicchessia,  bensì, avranno solo gioco vincente...
Infatti, il Tribunale Amministrativo del Lazio si pronunzierà tra qualche mese, forse prima dell' anno e quello sarà il momento della verità, non solo per l' annullamento delle delibere 82  e 131 della "monnezza" ma  per tutto l' operato dell' Amministrazione Giorgio Bis e se  questa Vittoria ci sarà, sarà dei cittadini TUTTI che hanno avuto fiducia nel Comitato "NO TARSU".
L' Apartiticità e l' Apoliticità e la gratuità con spirito di servizio,  sono le peculiarità, le connotazioni di cui si fregia, orgogliosamente il Comitato "NO TARSU", per cui gli attacchi continui, insistenti e persistenti dell' IDV locale, volti ad oscurare, nel nome della verità e legalità...lasciano il tempo che trovano.
Il Comitato " NO TARSU"  non ha bandiere politiche da difendere, come l' IDV,
Il Comitato " NO TARSU" non ha politici regionali, con scarso appeal su Roccasecca da difendere, sempre come l 'IDV( n.d.r. alle Comunali la Tedeschi ha preso  127 voti, sempre pochissimi rispetto ai 700 circa delle Regionali).
Ed a tale proposito, i "rumors" roccaseccani segnalano al Comitato, che La demagogica On.le dell' IDV, A. M. Tedeschi, sta risolvendo il problema "TARSU" Roccaseccana alla  Regione Lazio.
E' appena il caso di ricordare che alla Regione Lazio Ella siede tra i banchi dell' opposizione ed a parlare di solito è il Capo-gruppo e non Lei; ma questo è un' altro discorso.....se invece  è così potente,  come si dice, ci faccia partecipe di quali azioni si stia rendendo protagonista per fa annullare i ruoli Tarsu, nel qual caso avrebbe l' appoggio incondizionato, serio e civico, espressione di alta Democrazia del Comitato "NO TARSU".
Questo, per dimostrare, qualora ce ne fosse bisogno, che tutti Componenti del Comitato "NO TARSU", non parlano e (scrivono) a sproposito e non disinformano, soprattutto,  come letto sul quotidiano "l' Inchiesta" di oggi 8 novembre 2011.
Inopportuno, offensivo e millantatore, il battibecco dell' IDV al Comitato " NON TARSU".
Per la VERITA' ,  cui si appellano spesso e volentieri i Dipetristi,  è stato detto e ridetto, senza mistificazione alcuna, che tutte le iniziative a sostegno dei cittadini, da qualsiasi parte vengano, sono sempre positive ed ben accette e soprattutto meritevoli di profondo  rispetto.
E Sempre per amore di VERITA', non abbiamo media, soprattutto radio e TV locali, che sponsorizzano "aggratis" il COMITATO "NO TARSU", la nostra piccola disponibilità economica è il sostegno fulcro, ma soprattutto, la nostra  forza è la forza delle idee che cerchiamo di portare avanti e di difenderle come si può.
Il Comitato " NO TARSU" , sia ben chiaro, non permetterà mai e poi mai che i Politici, come quelli dell' IDV, cavalchino  l' onda del populismo demagogico della battaglia della "Munnezza" a Roccasecca.
Le accuse di dire falsità, di disinformare e di nutrire "invidia" (verso chi e per cosa poi?)  le rispediamo tranquillamente al mittente - demagogico-millantatore IDV.
Pubblicato sul quotidiano" l'inchiesta" del 09/11/2011

06 nov 2011

SERVIZIO MENSA ALL INCLUSIVE

SERVIZIO MENSA ALL INCLUSIVE Ma non LOW COST per le mamme roccaseccane che sono costrette ad esborsi monetari non proprio leggeri rispetto agli scorsi anni.

Arriva da Roma la ristorazione alla mensa della Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro e dello Scalo.
Così come è arrivato da una scuola di Roma il Rettore dell' Università della Terza Età....Che  strane coincidenze !!!!!!!!
Coma mai queste eccellenze capitoline nella disastrata Roccasecca ?
Tali scelte dell' Amministrazione Comunale da che cosa sono state sorrette ?

Il Rettore Romano, Prof. Franco Febbraro,   per esautore l' inviso, sgarratore, Prof. Osvaldo Iorio OK assodato,....... ma  il Servizio Ristorazione Romano anch' esso, forse per esautorare le piccole attività di ristorazione. i piccoli generi alimentari di Roccasecca che già sono  penalizzati dalla crisi e dalla grande distribuzione delle zone limitrofe.
Senza parole se le scelte amministrative sono queste e specialmente se l' Assessore alla cultura (?) Alessandro Marcuccilli ha avallato tale scelta dalla Risto-Capitolina.
I Commercianti di generi alimentari sono rimasti delusi e sono molto arrabbiati contro l' amministrazione Giorgio Bis che ha dato l' appalto della mensa scolastica ad una società di Roma che, quindi, tutti i giorni deve fare il tragitto Roma-Roccasecca-Roma, portare tutte le cibarie e cucinare.
Sono arrabbiati perchè è stato sottratta alle PMI locali, in moria, questa piccola entrata certa alle sempre più vuote casse aziendali.
Comunque non c' è stata concertazione tra scuola e famiglia  e neppure alleanza per assicurare ai bambini  una dieta sana ed equilibrata durante tutto l'arco della giornata, a  scuola e a casa.
Ci si deve solo  fidare  perchè è di Roma, e scelta da Giorgio Bis, senza peraltro selezionare e approfondire i vari aspetti del servizio di conoscerlo meglio, giudicare e se si è genitori partecipare a questo aspetto della vita della scuola.
Ma si possono trovare anche elementi di educazione alimentare, redatti sulla base dei principi formulati dalle istituzioni sanitarie nazionali.
Ma tutto questo corretto e democratico agire viene inibito ai Cittatdini di Roccasecca che devono subire le scelte scellerate degli imbelli amministratori, così come l' assenza ingiustificata di un assessore, Marcuccilli,  che prende solo lo stipendio avendo rimesso il mandato da un mese e non se ne capisce l' evoluzione.
Comunque ci ritroviamo il "papa straniero" all' UPTE e il Servizio Ristorazione "all inclusive"  alle Scuole......Ma che strane coincidenze!!!!!! Povera Roccasecca!!!!!!

03 nov 2011

"NIET" DEL PRESIDENTE

"NIET" DEL PRESIDENTE a decretare le misure anticrisi e Berlusconi costretto a ripiegare su  Maxi-Emendamento che suscita forti irritazioni della Lega

Cannes Croisette
Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, molto proccupato per i risvolti pesanti della crisi economica in itinere, e la mancanza, da parte del governo, di adeguate e tempestive risposte all' Europa,   ha messo i paletti all' operato del Governo:"nessuna norma che può stravolgere lo stato sociale può essere inserita in un decreto, nessuna misura come quella sui licenziamenti facili può essere approvata con uno strumento d'urgenza".
Quindi il passaggio parlamentare è obbligatorio, ad una lettura di tale pensiero del Presidente.
Al Governo non è rimasta che la strada del Maxi-emendamento alla legge di Stabilità partorito ieri nella tarda serata al CdM e di cui ancora non si conosconsco i contenuti completi
Ma oggi c' è il G.20 a Cannes e Berlusconi, dopo la lettera di intenti all' Europa di qualche tempo fa oggi dice:  "spiegherò che entro 15 giorni ci sarà la legge che conterrà le prime misure per far fronte alla crisi e rilanciare lo sviluppo - Spiegherò che l'Italia rispetterà gli impegni presi con l'Europa".
La Lega ha mostrato tutto il suo disappunto alla mancanza delle misure anticrisi  per decreto legge e  l' estemporaneo Ministro per la Semplificazione, Calderoli, al termine del CdM, da fine dicitore,  ha così esternato:
"Decreto legge alla memoria: quando si calano le braghe bisogna stare molto attenti a coprirsi le spalle perché svolazzano i temuti uccelli paduli...".

   

02 nov 2011

UPTE ROCCASECCA

UPTE ROCCASECCA Come volevasi dimostrare -"Habemus" Nuovo Rettore imposto dal Sindaco Giovanni Giorgio e Marcuccilli ancora non protocolla le dimissioni......

dal momento che, per rimanere incollato alla poltrona, si è inventato il disagio dei cittadini per la navigazione a vista dell' Amministrazione Giorgio Bis ed ha stilato persino un nuovo programma cui la Giunta dovrebbe sottostare ed applicare pena le sue irrevocabili  dimissioni.
Non gli è bastato il "niet" alla rinomina del prof. Osvaldo Iorio alla guida dell' UPTE  per capire che chi da le carte a Palazzo Boncompagni sono il Sindaco, Giorgio Giovanni e il suo Vice, Carmine Guerrino Torriero e non Lui.
Se Sindaco e Vice,  invasivamente, lo mettono al cantuccio sia per la nomina predetta  che per il rinnovo del nuovo direttivo e della gestione del Centro Anziani di che programma vuole parlare?
Se non ha neppure la forza di portare avanti il Comparto del Social-Culturale che sta mostrando forti segni di cedimento su tutti i fronti cosa sta aspettando a  protocollare le  fantomatiche dimissioni ?
I Cittadini si chiedono.... ma a chi dobbiamo rivolgerci all' abbisogna ? e se dovesse succedere qualcosa di veramente serio nelle scuole ....di chi è la responsabilità ?
Chi è insomma il responsabile ? Il Sindaco Giorgio che dice che va tutto bene e Marcuccilli ha ancora la delega o Alessandro Marcuccilli che dice che ha rimesso la delega e NULLA FA  ma a quanto è dato sapere percepisce ancora lo stipendio da Assessore ?
Ma in che paese viviamo !!!!!!! è un mese che si palleggiano ste dimissioni.. che il Marcuccilli, oltre allo stipendio,  riceve "schiaffoni" da chi comanda (Sindaco e Vice) e però a tutt'ggi, e dopo un mese,  tutto fermo, congelato, come le dimisssioni.
Intanto all' UPTE, il Prof. Osvaldo Iorio è stato sostituito da altro Prof..persona quest' ultima,  che, contriariamente a  Iorio , non gode di altrettanta fama, e si sconoscono le capacità didattiche, organizzative  e  programmatiche,   insomma un perfetto   sconosciuto alla maggior parte dei cittadini di Roccasecca.
E il cambio, fortemente voluto dall' Amministrazione Giorgio Bis, è da ascrivere come dicono i "Rumors", al noto sgarro del prof. Iorio al Sindaco Giorgio.
E Marcuccilli che sta ad aspettare ? Chiarezza per cortesia ....o dentro o fuori, Ma che la poltrona si appiccica al deretano degli assessori ? E come recita un preverbio Yiddish “Il momento
migliore per abbandonare una cattiva
abitudine non e' domani, e' oggi.”