16 nov 2011

LA STORIA INFINITA

 LA STORIA INFINITA del piano di dimensionamento della  rete scolastica, con accorpamento degli istituti insistenti sul territorio, da Ceprano a Roccasecca ...il Consiglio Provinciale si aggiorna a lunedì p.v.,  per definizione

Un "tourbillon" di avvenimenti  ma solo da giovedì scorso, e rivendico con orgoglio di avervi dato il " la " con il mio blog........ visto che fino a quel momento nessuno ne aveva parlato ....ma tutto sfilava  sottotraccia nel completo disinteresse del Sindaco Giorgio e del Suo Vice, che nella faccenda hanno brillato per la loro latitanza a tutti i tavoli di trattative e concertazioni dell' assessore alla P.I. di Frosinone, Gianluca Quadrini, così dicono i "rumors" della Provincia,  contro la presenza, interessata e costante, dei Sindaci di Ceprano e Castrocielo e che così venivano premiati.
Ceprano, oltre agli istituti comprensivi, si era fatta attribuire anche la struttura amministrativa della Presidenza e della  Segreteria anche delle scuole di Roccasecca, cui veniva concesso solo l' istituzine dell' Istituto comprensivo.
Mentre Castrocielo scippava gli alunni di Colle San Magno a Roccasecca
In pratica,‭ ‬nel Piano‭ “‬lacrime e sangue‭” ‬partorito dall’assessore Quadrini,‭ per razionalizzare i costi del comparto scuola, quella che veniva penalizzata era Roccasecca. Come mai ?
Dicono i bene informati che da mesi ? Palazzo Iacobucci,‭ ‬sede della Provincia,‭ ‬ha ospitato riunioni con i sindacati e i rappresentanti degli enti locali, ‭ u‬na maniera per arrivare,‭ ‬attraverso un cammino di concertazione,‭ ‬ad una decisione condivisa.
Giovanni Giorgio

Ma pare che Roccasecca questo percorso non l’abbia condiviso affatto non è stata mai presente, tranne all’ultimo momento,‭ ‬giovedì e venerdì scorsi, quando si sono catapultati a Palazzo Iacobucci il sindaco Giorgio e del suo vice Torriero che, non certo con toni sereni e tranquilli, hanno esibito una delibera di giunta dell' ultima ora e affrontato  l’assessore Quadrini intimandogli di rivedere il Piano: ‭ “‬Questo Piano,‭ ‬così come è scritto,‭ ‬non s’ha da fare‭”‬,‭ ‬sembra che abbia tuonato il duo al vertice di palazzo Boncompagni.
Questa scenetta mi è stata confermata da un amico fan di Giorgio, proprio questa mattina, orgoglioso della muscolatura del duo Giorgio-Torriero, ma il  poverino sconosceva i risvolti della faccenda : muro dell' assessore Quadrini per il  tutto ormai deciso, vista la latitanza di Roccasecca.
Tutto fermo fino a domenica pomeriggio,.....Roccasecca con l' Istituto Comprensivo ma senza Presidenza e senza Uffici di Segreteria assegnati a Ceprano.
Ma provvidenzialmente  è intervenuto l’assessore provinciale Antonio Abbate che ha convinto il collega di giunta Quadrini con argomentazioni valide e Roccasecca non solo ha ottenuto l’Istituto comprensivo con l' aggregazione di tutte le scuole di Colfelice, ‭ ‬ma cosa più difficile,‭ ‬ha mantenuto anche la presidenza e la segreteria.‭
Doppia sconfitta per Giorgio e la sua squadra,‭ ‬sostituiti nella difesa della città dal‭ “‬nemico‭” ‬Abbate.‭ ‬Ma tant’è,‭ ‬“ubi maior,‭ ‬minor cessat‭”‬,‭ ‬dicono i latini,‭ ‬e qui per‭ ‬maior‭ ‬s’intende non il ruolo politico,‭ ‬ma le capacità.


Ora, Roccasecca,  avendo ottenuto, grazie ad Abbate,  quello che si temeva di perdere ovvero, l' Istituto Comprensivo e uffici Amministrativi di Dirigenza e Segreteria, ci si sta arrovellando il cervello cosa succederà l' anno prossimo visto che gli alunni di colle San Magno sono stati dirottati dal Piano verso Castrocielo dove c' è un Sindaco più bravo ed attento a seguire e fare gli interessi dei Castrocelesi.
La storia infinita del Piano- Scuola Provinciale ....alla prossima  puntata di lunedì  21 p.v. ......
Intanto.... plaudiamo alla vittoria ottenuta da Abbate dell' istituto comprensivo e della Presidenza.