Translate to:

30 giu 2013

LETTA ..IL GOVERNO CHE DECIDE DI NON DECIDERE, PROROGANDO, SINE DIE, LE DECISIONI SCOMODE.

Prorogate le decisioni su soppressione IMU e no aumento IVA, come prorogata di tre mesi la chiusura di Malagrotta, dove continuerà ad essere sverzata la «munnezza» di Roma, trattata alla SAF di Colfelice ed in proroga anch' essa? sicuramente si, visto che i 120 giorni di Clini sono abbondantemente scaduti 

Diceva " Aldo Moro. “ Quando si dice la verità non bisogna dolersi di averla detta. La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi. .....
Oggi 30 giugno 2013, Malagrotta doveva essere chiusa improrogabilmente, anche per non incorrere nelle sazioni milionarie della UE ed anche il termine, dato dal Ministro Clini e dal Commissario Sottile, al trattamento delle 420 tonnellate giornaliere  della «munnezza» di Roma, Ciampino, Fiumicino e Vaticano al TMB SAF SpA di Colfelice.
Ma al Governo c'è stato il cambio di guardia Clini-Orlando, .....alla Regione defenestrata  Renata Polverini (Polvere di Stelle), insediato, Nicola Zingaretti (er saponetta).....al Comune di Roma, idem, cambio di guardia da destra, Gianni Alemanno, a Sinistra, Ignazio Marino.
A tutta SINISTRA Governo-Regione-Comune e l' emergenza dei rifiuti di Roma Capitale si fronteggia, al solito: Malagrotta e TMB Colfelice.
Della serie....cambiano i musicanti, a la musica stonata ed «urticante monnezzara» è sempre la stessa....
Qualche giorno fa il neo ministro, sostituto di Clini, Andrea Orlando (PD) ha concesso l' ennesima proroga di tre mesi allo sverzamento a Malagrotta  del tal quale trattato nei TMB, che secondo Zingaretti, Governatore Laziale, sempre PD, non funzionano a pieno regime.
Il decreto Orlando, oltre alla proroga di tre mesi, ha  aumentato i poteri al Commissario Sottile che dovrebbe trovare, entro il mese di luglio 2013 un nuovo sito ( no Monti dell' Ortaccio e no altri posti della Valle Galiera)  dove portare la «munnezza» di Roma.
Il Governatore Piddino, Zingaretti,  da al Sindaco Romano Piddino. Marino,  70 milioni di euro per risolvere l' emergenza rifiuti di Roma.
Insomma,  la filiera Piddina tutta presa a salvaguardare Roma dalla «munnezza»,  nel mentre alla SAF SpA di Colfelice continuano ad arrivare i camion dell’Ama che, secondo il Sindaco di San Giovanni Incarico, Antonio Salvati perdono percolato e devono essere subito sostituiti.
Ma i Comitati Ambientalisti Sinistrosi di Roccasecca, Colfelice, San Giovanni, Pontecorvo, Arce, che si sono appollaiati al tavolo Regionale, fortemente voluto dall' On. sellerina  Bianchi, cosa stanno producendo, se non aver escluso il Comitato «NO TARSU»?
E l' Amministrazione Giorgio Bis  oltre ad aumentare la TARSU 2011-2012, come impiega il benefit della SAF SpA?
Ma già ...tutto sottotraccia........SILENZIO!...... NON DISTURBARE LA FILIERA SINISTROSA DI ORLANDO-ZINGARETTI-MARINO-GIORGIO-

29 giu 2013

TANTI PROGETTI DELL' UFFICIO LLPP Complimenti !

All' Albo Pretorio Online, la Giunta Giorgio bis  si è sbizzarrita  nella richiesta di fondi alla Regione Lazio,  con una sequela di delibere che vanno dalla n. 70 alla n.92, mancante la n. 88, per la solita intrasparenza o per cos'altro? non  dato sapere.
Foto by Nicola Severino . L'incompiuta  SAN FRANCESCO - Roccasecca
Quindi, sono ben 22 o 23 i desiderata del Comune di Roccasecca, di fiumi di moneta,  spazianti dal Centro allo Scalo, per rifacimento scuole o chiese, per  collettori fognari, per strade o piazze.
Singolare, comunque, è che parecchi di questi progetti vengano presentati e ripresentati nel corso degli anni, vengano chiesti e richiesti coperture di fondi regionali che poi in alcuni casi vengono dati e poi revocati:
Caso eclatante, il finanziamento per gli interventi di recupero della Chiesa di San Francesco, il cui progetto attuale, uguale agli anni passati: DELIBERAZIONE N° 76 DEL 26 GIUGNO 2013 OGGETTO: DOMANDA DI CONTRIBUTO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 27/90. “COMPLETAMENTO DEL RESTAURO DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO” € 437.236,33.
Si nell' anno 2012 la Regione Lazio ha revocato al Comue di Roccasecca  un finanziamento di euro 255mila per gli interventi di recupero della Chiesa di San Francesco, a causa di una doppia motivazione: mai presentato contratto di appalto, mai presentata istanza di proroga.
Insomma l' Ufficio LL.PP. presenta i progetti con un semplice copia ed incolla di quelli storici, poi, per incuria o per altre motivazioni non si seguono più, neppure quelli finanziati e la Regione Lazio REVOCA.
Questo è accaduto per la Chiesa di San Francesco e chissà per quanti altri finanziamenti.....
L' Asilo Nido merita un discorso a parte perchè si pensava che fosse tutto pronto, o per lo meno così avevano «spottizzato» gli amministratori ma ecco spuntare  la DELIBERAZIONE N° 91 DEL 26 GIUGNO 2013  - Oggetto: Domanda di contributo ai sensi della Legge Regionale 12/1981 “COMPLETAMENTO ASILO NIDO IN VIA PIAVE ANNESSO ALLA SCUOLA MEDIA “. In uno le somme a disposizione dell'amministrazione: € 62.405,26- IMPORTO PROGETTO PRELIMINARE € 200.000,00
Sarebbe pura follia pensare che tutti e 22-23 i progetti presentati, vengano tutti accolti da Zingaretti e finanziati, per lo meno,  quelli che lo dovessero essere,  auspichiamo quelli più urgenti, come l' Asilo Nido,  vengano seguiti con la dovuta diligenza dall' Ufficio Competente del LL.PP. per non vedersi REVOCARE i finanziamenti per disapplicazione o stop degli iter burocratici, come successo con il programma di intervento per il recupero e la valorizzazione della Chiesa di San Francesco, immobile di importante valore storico artistico, per la promozione culturale e turistica del proprio territorio.

26 giu 2013

LA GIUSTIZIA E' MORTA

non per la Sentenza che condanna Berlusconi, per concussione, peraltro tutta da dimostrare e che sicuramente la Cassazione ribalterà, ma per le tante sentenze dei tanti Tribunali, anche  Amministrativi politicizzati compiacenti  la Legge Bassanini (Autonomia Locale).
Con tale legge, ai Sindaci sono stati dati ampi Poteri, compreso quello di Tassare, Tartassare, aumentare le aliquote TARSU 2011(Roccasecca docet) in modo vergognoso, e restare impuniti grazie ai Giudici quasi sempre favorevoli al «Potere Comunale», per non creare danno erariale, dicono i bene informati.
Intanto, a Roccasecca si è consumata l' ennesima oscena tragedia di vedersi messi sotto i piedi lo «stato di diritto» del Popolo Sovrano.
L' Amministrazione Giorgio Bis , nell' anno di grazia 2011, ha deliberato il vergognoso aumento TARSU.
Tanti cittadini di Roccasecca, indomiti e senza paura, con notevole dispendio di tempo e di denaro si sono permessi di adire le vie legali, in cerca di giustizia reputando ingiusto, iniquo e vassatorio l' aumento delle Tariffe TARSU 2011, ( aumentate del 100%-200%-300%-300%-400%-500%),  con l' assunto giustificativo dell' Amministrazione Giorgio Bis  di  dare inizio al servizio della raccolta dei RR.SS. UU in appalto di differenziata porta a porta (mai iniziata nè nel 2011 nè nel 2012), hanno solo TROVATO GIUDICI E SENTENZE VERGOGNOSE.
Cittadini orgogliosi si sono costituiti in Comitato Civico «NO TARSU», lottato nelle piazze, adito le  sedi giudiziarie TAR e Commissione Tributaria  e tutte le sedi istituzionali possibili ed immaginabili;  partiti in tanti, raccolto pure 1000 firme, fatto un ottimo lavoro nel rispetto della Legge, ma le SENTENZE OSCENE CON MULTE SALATE AI RICORRENTI, dimostrazione che la GIUSTIZIA E' MORTA, hanno affievolito la voce del Comitato, non supportato neppure dall' Opposizione Istituzionale dai banchi di Palazzo Boncompagni.
Il Comitato «NO TARSU», nonostante tutto, anche con pochi resistenti, continuerà la propria lotta alla INIQUA TASSAZIONE.....siamo in attesa della TARES 2013....siamo in attesa di conoscere come si spendono i SOLDI DEL BENEFIT AMBIENTALE DELLA DISCARICA E/O DELLA SAF.....siamo in attesa di conoscere QUANTA MUNNEZZA ARRIVA ALLA SAF DA ROMA..e soprattutto QUANDO GIORGIO BIS TOGLIERA' LA TASSAZIONE DELLA «MUNNEZZA» COME PROMESSO IN CAMPAGNA ELETTORALE.
E, visto le Sentenze Vergognose del TAR e Commissione Tributaria di Frosinone,  sicuramente abbandoneremo le VIE GIUDIZIARIE CONSTATATO CHE LA GIUSTIZIA NON C' E' PIU' ....LA GIUSTIZA E' MORTA

25 giu 2013

VIGILI «TURNANTI»

E' stata resa pubblica online, la delibera di giunta n. 65 del 12/06/2013, ripristinante l' Istituto della Turnazione per gli appartenenti alla Polizia Municipale di Roccasecca, tolta con del.G.C n. 151 del 01/12/2009

Proprio domenica u.s. AnnaMaria Blog aveva dato le personali risposte a chi si chiedeva del perchè e percome dei Vigili rivisti in circolazione a Roccasecca Scalo, dopo una lunga assenza, qui trovi il post FACCETTE ROSSE ...PARAMETRI NON RISPETTATI.....QUI TROVI IL POST
E' proprio un caso che solo oggi, 24 giugno,  sia stata  data pubblicità di legge  ad una delibera di giunta del 12 giugno o in seguito al pungolo propositivo di AnnaMaria Blog?
Poco importa, alla sottoscritta fa immensamente piacere consapevole che, anche ai Cittadini-Contribuenti di Roccasecca, non può fare che  piacere, sia la pubblicazione della delibera (trasparenza) che la notizia che  Vigili Urbani saranno più presenti sul territorio a salvaguardia dell' ordine pubblico, del rispetto della normativa stradale e quant' altro di loro competenza con i seguenti turni: dal lunedì alla domenica, dalle ore 8,00 alle ore 14,00 e dalle ore 14,00 alle ore 20,00, con un giorno di riposo settimanale, a decorrere dal  01/06/2013 e per un ammontare pari ad euro 2.950,88 e fino all' esaurimento della medesima somma.
Essere TRASPARENTI paga sempre amici Amministratori !  

23 giu 2013

PROSTITUTE CON PARTITA IVA ...UN AIUTINO ALLA CRISI

dalla Merlin  alla Spilabotte (PD) ......il mestiere più antico del mondo, visto come economia sommersa da portare alla luce e  sottoporre a giusta tassazione...ma alle  «barbine bigotte» non sta bene.

Maria Spilabotte
Si apprende dai  giornali,  che,  la Senatrice del PD, Maria Spilabotte, sta accingendosi a predisporre un progetto di legge per normare la prostituzione, e che sarebbe ben diverso dalle «case chiuse» che la Senatrice socialista Merlin, abolì.
All' abolizione della regolamentazione della prostituzione della Merlin, seguì l'introduzione di una serie di reati intesi a contrastare lo sfruttamento della prostituzione altrui.
Ma, con la chiusura delle «case di tolleranza» il fenomeno della prostituzione, dello sfruttamento delle donne e dell' istigazione al meretricio non è mica diminuito anzi è diventato un fiorente mercato nero .....non tassato....
Ora, la Senatrice Spilabotte, bando alle ciance, sta mettendo a punto una normativa per far entrare nelle casse statali anche quei redditi derivanti da «Meretricio Volontario».
La Spilabotte parte dall' assunto che le Prostitue sono lavoratrici come gli altri.
«Secondo la Spilabotte, c’è prostituzione e prostituzione: «Per me il primo passo è superare la Legge Merlin, che ora va sostituita con una legge al passo con i tempi, a partire da un presupposto imprescindibile: una divisione netta tra prostituzione volontaria, che rientra nella sfera della libera e piena disponibilità del proprio corpo, e prostituzione coatta, dietro la quale ci sono le organizzazioni internazionali dedite alla tratta delle donne, specie minori, i cartelli mafiosi, il malaffare». «Le prostitute che vogliono esercitare liberamente e vogliono vedere riconosciuta la propria professione devono potersi iscrivere alla Camera di Commercio, avere un albo specifico e una partita Iva – continua la senatrice Pd – Sarebbero impresarie di se stesse e potrebbero beneficiare di tutti i diritti e doveri degli altri lavoratori, dal sistema previdenziale alla pensione. E ovviamente pagherebbero le tasse, contribuendo al sistema erariale nazionale».
Bene ...bene ...Far emergere questo giro d’affari enorme significa per lo Stato e gli enti locali incassare abbastanza risorse per  evitare non solo ulteriori aumenti delle tasse ma anche per abbassare una serie di imposte o no?
Iva, Imu o Tares,  forse con la tassazione delle lucciole, diminuiranno ?
Se si OK ben vengano le imprenditrici delle gioie del «sesso» e perchè non estendere tale tassazione, anche agli imprenditori gay, trans e similia il cui giro di affari è «mostruoso» ?.
Plauso alla Spilabotte e auspichiamo che faccia una buona proposta condivisa da tutte le anime del PD e da tutte le forze del Governo di Servizio, PDL Lista Civica e pure dal M5S e Lega.  

FACCETTE ROSSE .....PARAMETRI NON RISPETTATI

Dalla Bussola della Trasparenza del sito Web del Governo, Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, il Comune di Roccasecca, 
non è "Amministrazione trasparente" secondo il decreto legislativo n. 33/2013.
http://www.magellanopa.it/bussola/page.aspx?s=verifica-tempo-reale&qs=T0Q4tbnlW92%7cQsR6f%2fnR1w%3d%3d
Si è vero.....è un' Amministrazione Intrasparente, negli atti e ne fatti..solo Tasse..Tasse....e Tasse ....ma che fine fanno  soldi scippati ai roccaseccani con le Tasse e con i Benefit della Discarica di Cerreto e/o SAF SpA, annuali?
Non è dato sapere nonostante la legge imponga certi parametri.
Come non è dato sapere del come mai i Vigili scompaiono e poi riappaiono nel pomeriggio allo Scalo a ripristinare l' ordine pubblico e la viabilità.
I Vigili erano stati spostati alla Task Force Tributi, creata ad «hoc» dal Sindaco, solo per una mera ritorsione, a qualche sgarro personale, così dicono il Rumors Paesani.
Task Force Tributi che non ha prodotto mai UN ATTO con il  «parcheggio» avvilente-mobbizzante  dei vigili Paliotta e Marsella ....
Inoltre, i Vigili, da delibera di Giunta, dovevano rispettare gli orari d' Ufficio, come tutti gli impiegati comunali.
Ora si rivedono anche di pomeriggio a svolgere servizio d' ordine e viabilità, come mai si chiedono i cittadini.....
Mi è stato riferito che è stata ripristinata la TURNAZIONE ...quindi FINE DELL' ORARIO IMPIEGATIZIO, ecco perchè si sono rifatti vivi allo Scalo di pomeriggio.
Ma, come è stata deliberata la creazione della Task Force -INOPEROSA-
non doveva essere deliberato il ritorno dei vigili al compito di vigili ?
Come è stato deliberato l' orario d' ufficio ai Vigili non doveva essere deliberata la TURNAZIONE ?.....e se è stato tutto deliberato perchè non pubblicato all' albo Pretorio on line ?
Vabbè,  l' albo pretorio non è regolarmente tenuto ed il cittadino viene tenuto all' oscuro dei «magheggi giorgiani» (Amministrazione Intrasparente):
-l' esito di una gara di appalto come quella della raccolta differenziata;
-il contratto con la ditta appaltatrice del bando di gara;
-quanti consulenti il Comune ha reclutato e quanto li paga (quanti avvocati reclutati e quanto costano ai Cittadini);
-qual' è lo stipendio degli Amministratori;
-ecc. ecc.
E' appena il caso di ricordare che, la non ottemperanza all’obbligo di pubblicazione da parte delle pubbliche amministrazioni consente a chiunque di esercitare il cosiddetto “diritto di accesso civico” che si sostanzia nella richiesta (gratuita) di documenti, informazioni o dati di cui sia stata omessa la pubblicazione, indirizzata al responsabile della trasparenza dell’amministrazione che è tenuto a pronunciarsi su di essa entro trenta giorni pubblicando il documento o l’informazione richiesta sul proprio sito e contestualmente comunicando l’avvenuta pubblicazione al richiedente .
Ma chi è il responsabile della Trasparenza dell' Amministrazione di Roccasecca?

22 giu 2013

IL TERREMOTO E' DEVASTANTE

ma  «Palazzo Maini», al Centro di Mirandola (MO), rimane indenne, senza una minima crepa....chiaro esempio di onestà dell' imprenditore edile che lo acquistò dagli eredi Maini e lo ristrutturò a regola d' arte. 
Palazzo MAINI - Mirandola -Mo-
I cugini del compianto Massimo Maini, Mauro Ferrari e Gino Maini ereditarono quel gioiello di edilizia urbana in quel di Mirandola.
Non abitando ivi e non avendo interessi particolari misero in vendita il Palazzetto Storico Maini, ubicato al Centro, nelle Piazzetta retro il Comune.
Il Palazzo Maini venne acquistato da un noto costruttore Mirandolese che lo ristrutturò con tutti i santi crismi, visto che il sisma dello scorso anno procurò morte e distruzione con macerie di case e stabilimenti.
Il Centro di Mirandola fatto evacuare e transennato per case inagibili..
Case inagibili, ma Palazzo Maini integro e bellissimo, fatto ritornare agli antichi splendori dal noto costruttore Mirandolese, persona onesta e schietta, imprenditore serio.
La notizia del sisma devastante a Mirandola ci procurò molto dispiacere per la povera gente colpita e ci si chiedeva sempre: chissà cosa sarà successo a Palazzo Maini.
Ora, il cugino di Mauro Ferrari, Gino Maini, ci ha documentato che il Palazzetto Maini,  ristrutturato, non è un cumulo di macerie, anzi e ci ha confortato con queste parole

«Ciao Mauro 
sono stato a Mirandola e le cose migliorano a vista d'occhio anche se le parti piu' vecchie o antiche sono ancora transennate.
La casa di Massimo e' una delle poche agibili. c'era aperto il portone e ho fatto alcune foto all'interno che ti mando».

Questa è una testimonianza che i lavori edili sono stati  fatti con coscienza ed a regola d' arte.

21 giu 2013

LA STORIA E' VECCHIA

E ANNAMARIA BLOG L' AVEVA RACCONTATA RICEVENDO SOLO GRATUITI INSULTI DAI PERBENISTI PD che  all' epoca erano «culo e camicia»  con il Sindaco Giorgio,  espressione della loro Sezione Sandro Pertini.
Calza a pennello l' aforisma del  Mahatma Gandhi: prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci.
AnnaMaria blog, ignorata, derisa, insultata, ora, assapora la «VITTORIA».
Dai giornali di oggi campeggia una lettera del PD indirizzata al Sindaco e al delegato al Festival Severino Gazzelloni per indurli a ridare dignità alla manifestazione culturale con la scelta di luoghi più consoni alla «grande musica» che non sia la stazione ferroviaria.
Complimenti vivissimi per il ravvedimento operoso del PD dopo anni ed anni di «appecoramento» al Sindaco Giorgio da loro fortemente voluto e premiato con campagne elettorali anti Centro-Destra.
Che si sia rotta la «liaison» tra Giorgio Giovanni e il PD  è chiaro da questa sana critica postuma sulla «location» del Festival e da altri articoli di «muro di gomma».
Comunque, positiva presa di coscienza di aver contribuito ad affossare Roccasecca.
Da chi  o da che cosa, siano stati «folgorati» per contestare, a viso aperto, l' Amministrazione che loro hanno fortemente desiderato?
Ha poca importanza ......importante è che pian pianino TUTTO QUELLO SCRITTO da AnnaMaria Blog, ora, pare sia «VERITA'» per i PIDDINI ROCCASECCANI.
Di questo ne vado fiera e sono orgogliosissima che la «PRIMOGENITURA» della denuncia che l' Amministrazione Giorgio Bis sta procurando solo lacrime e sangue con TASSE INIQUE E VESSATORIE, degrado socio-culturale-economico è da ascrivere ad AnnaMaria Blog.
Se i PIDDINI ROCCASECCANI vogliono fare e qualcosa di nuovo e di buono  per  Roccasecca, sempre se ne sono capaci:

SFIDUCIATE GIORGIO PD E MANDATELO A CASA.

20 giu 2013

PROMESSE NON MANTENUTE

Il Popolo di Roccasecca non è tutto «appecorato» alla Giunta Giorgio Bis.
Dei 2774 votanti sostenitori, pochissimi continuano a sostenerlo, solo i fedelissimi irriducibili beneficiati ....la maggior parte, illusi e disillusi, dicono BASTA AL GOVERNO GIORGIO.....A CASA TUTTI I CONSIGLIERI- MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE -

DAL PROGRAMMA ELETTORALE E DAI PALCHI TUONAVA GIORGIO: : CARI CONCITTADINI,  NON VI FARO' PIU' PAGARE LA TARSU, SARETE ESENTATI, I SOLDI LI SCUCIRANNO LA MAD ( DISCARICA) E SAF (TMB), PER IL RISARCIMENTO DEL DISASTRO AMBIENTALE CHE STANNO PROCURANDO.
Una volta eletto, Giorgio Sindaco,  mette nel dimenticatoio le «barzellette» elettorali e inizia la sua brillante opera di Governo delle TASSE:
TARSU AUMENTATA DEL 100%, 200%, 300%, 400%...
ICI 2008;
IMU al massimo (ora la rata di giugno I° casa è sospesa dal Governo Letta);
LA TARES 2013 A CHE PUNTO STA ? Forse si sta studiando di seguire la falsariga «oppressiva» della TARSU 2011?
La fase di accertamento delle suddette tasse (ICI e TARSU) venne data in convenzione e gestita dalla Kibernetess srl una società Romana che si è cuccato 32mila euro circa, e che non è dato sapere ai Cittadini-Contribuenti, quanto recupero sia pervenuto con il metodo che tutti conosciamo,  letterine carta straccia, non proprio in conformità alla normativa  dell' accertamento,  ma che ha fatto scaturire ruoli di riscossione TARSU E ICI sostanziati dalle cartelle dell' altro convenzionato di Roccasecca, EQUITALIA.
Notoria la presenza negli Uffici Comunali della Segretaria dello studio privato del Vice Sindaco, dott. Torriero, alle dipendenze della Kibernetess, il cui stipendio pagato dai ROCCASECCANI.
Accertamento fatto alla Garibaldina (?), Ruoli legittimi ???? Solo Riscossione vessatoria ed inumana......Legge....Giustizia..... non pervenuta.....
 E' storia reale, purtroppo, che Roccasecca è allo sbando, e pur essendo partita la Raccolta differenziata porta a porta il paese è sempre piena di discariche abusive che proliferano e non si bonificano, pur messe sotto sequestro dai Militi, ed  Equitalia miete terrore e Giorgio se la tiene stretta stretta per i suoi anticipi continui, così bisognosi per le Secche Casse  Comunali.....
Come storia reale è il CONTINUO ESBORSO DI SOLDI PUBBLICI PER AVVOCATI DI GRIDO LE CUI NOMINE E IL CUI OPERATO VITTORIOSO NON E' DATO SAPERE PERCHE' L' ALBO PRETORIO E' QUASI SEMPRE OFFLINE.
A proposito.....L' Avvocato pro-veritate a che punto sta? ha stilato la SUA VERITA' DI PARTE SINDACALE, sulla famosa nomina del Responsabile del V settore (Comando dei Vigili) ?
Il Popolo di Roccasecca attende  il «Palazzo di Vetro» occupato da Amministratori di specchiata «TRASPARENZA».

19 giu 2013

IO NON CI STO !

Il Sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, presunto abusivista e da oggi la cittadinanza viene a conoscenza che è anche indagato per «deposito incontrollato» di rifiuti ingombranti ed altro, all' ex. Mattatoio di Via Enrico Fermi, non avendo le necessarie autorizzazioni della Regione Lazio...ABUSIVISTA ED INDAGATO-ALLORA SI DEVE DIMETTERE-
Da qualche tempo, non passa giorno, che il Comune di Roccasecca, non assurga agli onori della cronaca giudiziaria:
-via vai a Palazzo Boncompagni delle Fiamme Gialle e/o dei Carabinieri per acquisire fascicoli di pratiche dell' Ufficio LL.PP;
-sequestro di otto discariche abusive di materiale pericoloso (tra cui eternit) con un blitz dei Carabinieri del Nucleo di Pontecorvo (ancora in attesa di bonifica )
-spy-story sulla manomissione  nottetempo di carte dal fascicolo  del  presunto abuso edilizio del Sindaco;
-Rifiuti speciali di bare ed altro messe sotto sequestro dai Carabinieri al Cimitero (pare indagati un dipendente comunale fatto passare per custode ed il Segretario Comunale;
-smantellamento del Comando dei VV.UU. per la creazione della Task Force Tributi, mai entrata a regime con i Vigili Paliotta e Marsella, poi ritornatial loro servizio di Vigili ;
-Tsunami Responsabile del V settore (Comando Vigili), dott. Marra, pare a mezzo servizio, ma con stipendio pieno di 4mila euro mensili+ indennità di circa € 11mila;
-Carotaggi di Guardia di Finanza-CTU Procura e Vigili Urbani  sulle strade asfaltate in periodo elettorale;
-Questo è quello che sei sa e che sta avendo un riscontro che la Procura di Cassino sta andando avanti ......
Ieri,  i giornali locali davano la notizia di Rinvio a Giudizio di un Resp. dei LL.PP., di due Resp. delle Ditte  appaltatrici e di un Amministratore (il Sindaco dai giornali, senza smentire la notizia dei RINVII A GIUDIZIO PER L' ASFALTO ELETTORALE, ha precisato: al momento nessun amministratore è stato rinviato a giudizio e/o indagato );
Oggi si apprende che il Sindaco è indagato per la «discarica» dell' ex Mattatoio di Via E.Fermi e che il SUO legale difensore, l' avv. Salera, produrrà o a già prodotto,  una memoria difensiva che lo scagionerà da qualsiasi reato.
Ma un cittadino normale si chiede: quanto costerà ai Cittadini-Contribuenti tutte queste  «pazziarelle» dell' Amministrazione? Perchè sono state aumentate le Tariffe TARSU 2011- 2012 ? Forse per reperire soldi per gli avvocati difensori di Giorgio Bis ?
E a tale proposito .....a quanto ammontano le parcelle dell' Avv. Salera ?
Ma a Roccasecca vige la LEGGE DELLA FORESTA.....FORSE?

LA LEGGE DE PIU' FORTE...... E GIORGIO LO STA DIMOSTRANDO

MA IO NON CI STO 

IL SINDACO INDAGATO PER LA «DISCARICA DELL' EX MATTATOIO»

Il Sindaco di Roccasecca, dr. Giorgio Giovanni, è stato raggiunto da un avviso di garanzia emesso dalla Procura  di Cassino.....ma il suo avvocato, Sandro Salera, dimostrerà che il Sindaco si è comportato bene, in conformità di legge.


Ha proprio detto così,  sul quotidiano L' Inchiesta di oggi, da cui è stata tratta la notizia, che l' avv.Salera, suo avvocato, con una memoria difensiva, riuscirà a dimostrare che non è stato commesso nessun abuso.
Questo suo avvocato è pagato con i suoi soldi o pagato con i soldi dei Cittadini-Contribuenti di Roccasecca ???.....ce lo spieghi bene il Sindaco, perchè se il soldi per pagare il suo avvocato li prende da le sue tasche è un conto ma se  i soldi per la sua difesa li prende dalle casse comunali (soldi della comunità) è un altro discorso.
E se nel caso «de quo» è  quest' ultimo discorso, come al solito, per la trasparenza degli atti amministrativi che contraddistingue l' Amministrazione Giorgio Bis sull' albo pretorio online non risulterebbero (a meno di una disattenzione di chi scrive...e me ne scuso) nè l' avviso di garanzia, nè incarichi   all' Avv.Salera per difendere il Sindaco indagato pe l' affaire del blitz- sequestro, dei Carabinieri all' ex mattatoio di Via Enrico Fermi, di quella Via sgarrupata e messa off limits alla circolazione degli autoveicoli.
La denuncia era per «deposito incontrollato».... l' ex mattatoio pieno zeppo rifiuti speciali, frigoriferi, materassi, oggetti ferrosi e tant' altro...praticamante, il comune, stoccava questi oggetti ingombranti e quant' altro senza le necessarie autorizzazioni della Regione Lazio....
Una cosa è certa,  il Sindaco non sta svolgendo una sana politica ambientale come nelle sue prerogativa e a proposito di discariche sequestrate dai Militi..quando si procederà alla bonifica, visto che al bando di gara per la Raccolta Differenziata Porta a Porta, era precisato che l' aggiudicatario doveva procedere a tale incombenza, se non ricordo male?

Qui di seguito il post del blitz dei carabinieri all' ex mattatoio di ottobre 2012.
Ex Mattatoio di Via Enrico Fermi- Roccasecca

LA DISCARICA DI GIORGIO BIS -l' ex mattatoio di Via Enrico Fermi, dove i Carabinieri, nel blitz di ieri hanno trovato di tutto e di più.
La Via Enrico Fermi, in totale sgarrupamento, ora, con questa Discarica Comunale messa sotto sequestro dai Militi di Roccasecca, al comando del Maresciallo Donato Bottone, è stata dichiarata  off limits, con l' eccezione per i residenti, e ci mancava pure.......
I Militi hanno trovato l' ex mattatoio pieno zeppo rifiuti speciali, frigoriferi, materassi, oggetti ferrosi e tant' altro...praticamante, il comune, stoccava questi oggetti ingobranti e quant' altro senza le necessarie autorizzazioni della Regione Lazio.
E per il Sindaco, dr.Giovanni Giorgio, è scattata l' ennesima denuncia per "Deposito incontrollato", così dice Teleuniverso.....Per il Giornale "L' Inchiesta, pare che la denuncia per "Deposito incontrollato", sia stata accollata ad un 53enne. Se dipendente dell' Amministrazione ( ?) i cinema è lo stesso del Cimitero.
Ma il Sindaco, responsabile dell' ambiente e della salute, anche questa volta se la caverà con un "NON SAPEVO"-"TUTTO A MIA INSAPUTA" ?
Arrivano i Carabinieri, mettono i SIGILLI alle DISCARICHE ABUSIVE che nuocciono gravemente alla salute ed all' ambiente e il Sindaco si discolpa con un semplice: CHE NE SO? MANNAGGIA! SCUSATE PROVVEDO SUBITO E CI METTO UNA "PEZZA"......
Ricordiamo la discarica dei rifiuti speciali al Cimitero che il sindaco ignorava-
Ricordiamo le discariche di Eternit su tutto il territorio ed il Sindaco ignorava-
Ed ora la Sua Discarica Personale (di Sindaco)  dell' ex Mattatoio.
Se il tempo lo trascorre, senza dedicarlo ad una sana politica ambientale, partendo dalla  pulizia del Paese-Roccasecca, a bonificarla dall' Eternit,  a sanare i BUCHI AMMINISTRATIVI, ma a difendersi vuoi da una denuncia di ABUSO EDILIZIO, vuoi  da UNA DENUNCIA DI NON CONTROLLO DELLE DISCARICHE CHE SORGONO COME FUNGHI SUL TERRITORIO ma alla ricerca affannosa di  UN POSTO AL SOLE  ALLA REGIONE ...VA da sè che Roccasecca ed i Roccaseccani stanno proprio in balia delle onde...
Ma perchè non si dimette e pensa con più calma alla sua carriera politica?
SINDACO DIMETTITI!!!! SEI AL CAPOLINEA !!!!!!BASTA!!!!!!!!
QUI TROVI IL POST

18 giu 2013

FINALMENTE !

L’ Amministrazione Provinciale di Frosinone eliminerà, a breve, lo stato di pericolo di dissesto idrogeologico lungo la S.P.‭ ‬n.‭ ‬137‭ “‬Castrocielo‭ – ‬Roccasecca‭”‬ km.‭ ‬3+750, dietro Palazzo Boncompagni all’ altezza del bivio per viale Paolo VI.

Dall' Albo Pretorio online dell' Amministrazione  Provinciale di Frosinone, tenuto a regola, non come quello del Comune di Roccasecca, si apprende che   sono stati appaltati i lavori di bonifica del dissesto idrogeologico che per anni ha preoccupato i Roccaseccani, quella frana pericolossima di affossamento del manto stradale, sempre transennata e poi quei semaforini mobili, peraltro oggetto di atti vandalici, tanto inutili quanto più dannosi della frana stessa.
Circa 110 le ditte  che hanno partecipato alla Gara di Appalto, non una come alla Gara di Appalto della Raccolta Differenziata Porta a Porta a Roccasecca  e l' aggiudicatario provvisorio, EDIL MARICA srl di Santi Cosma e Damiano (LT). con un ribasso del 32,717%, mentre il secondo, RAIMO srl, di Lioni (AV) con un ribasso di 32,710%...Importo dei lavori € 233.353, 35....
Quindi, tale criticità provinciale, sta per essere rimossa...... tempi tecnici....
Ma quando il Comune di Roccasecca si degnerà di togliere quel pericolo di dissesto idrogeologico  che insiste da anni, a Via Roma, tra il Palazzo Boncompagni e la Scuola Elementare ?
Ah! ma il Sindaco Giorgio ha rassicurato i concittadini  che non c' è pericolo di dissesto idrogeologico......
Provincia di Frosinone 

OFFLINE, «AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE»

La nuova sezione del sito web istituzionale, di cui al DLgs n.33 del 14 marzo 2013 Pubblicato sulla GU n.80 del 5-4-2013 ” Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita’, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche Amministrazioni” per un’ “accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni” finalizzata a “favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche” 
Albo Pretorio - Comune di Roccasecca
Ma a Roccasecca  pare che, anche questo decreto legge, come tutti i precedenti sulla TRASPARENZA:-PUBBLICITA' ATTI AMMINISTRATIVI SULL' ALBO PRETORIO ONLINE, che ancora sia sconosciuto e se conosciuto, allora ....... disapplicato.
A tutela di un’amministrazione trasparente vi sono, gli Organismi Indipendenti di
Valutazione –OIV- e la Commissione per la Valutazione, l’Integrità e la Trasparenza delle
pubbliche amministrazioni – CIVIT - (articoli 44 e 45), nonchè il Responsabile della Trasparenza.
Gli organismi pagati con i soldi dei contribuenti, hanno precisi obblighi da rispettare, tra cui la pubblcità degli atti amministrativi online, la violazione di tali obblighi  da' luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della violazione.
Ma chi è il Responsabile della Pubblicità, ovvero della tenuta corretta, ex lege, dell' albo Pretorio  al Comune di Roccasecca ?
Agli obblighi della P.A. corrispondono  i diritti dei cittadini di avere una Amministrazione Tarsparente e, ’”accesso civico” (art.5), che si sostanzia nel diritto di chiunque (senza limiti rispetto alla legittimazione soggettiva) di chiedere, a titolo gratuito e senza necessità di motivazione, al responsabile della trasparenza, la pubblicazione dei dati soggetti a pubblicazione qualora sia stata omessa.
Quindi, alla luce della nuova normativa, il Comitato «NO TARSU» produrrà due esplicite richieste inerenti:
Il Responsabile della TRasparenza degli ATTI AMMINISTRATIVI;
Copia del Contratto stipulato con l' aggiudicatario della Gara di Appalto della Raccolta differenziata Porta a Porta, ditta San Galli Giancarlo srl.


                                                 Roccasecca lì 18 giugno 2013

                                                 Egr. Sig.Sindaco
                                                 dr. Giorgio Giovanni
                                                 Comune di........Roccasecca

                                                 Egr. Segretario Comunale
                                                 dott. Maurizio Colacicco
                                                 Comune di........Roccasecca

                                 e.p.c         Al Comando dei Vigili Urbani
                                                Comune di ......Roccasecca

oggetto: Richiesta notizie ed atti.

   

La sottoscritta dott.ssa Anna Maria Rossini, nel ruolo di Presidente del Comitato «NO TARSU» , ai sensi del Decreto Legge sulla Trasparenza - DLgs n.33 del 14 marzo 2013 Pubblicato sulla GU n.80 del 5-4-2013- :

                                                       CHIEDE 

-La pubblicità del Contratto stipulato dal Comune di Roccasecca  con la Ditta aggiudicataria del “Servizio di raccolta,‭ ‬trasporto e conferimento RSU destinati a recupero e smaltimento mediante sistema di raccolta porta a porta e servizi complementari di igiene urbana”, Ditta San Galli Giancarlo srl. e, nelle more, copia del cartaceo.

-Chi è il Responsabile della Trasparenza degli atti amministrativi del  Comune di Roccasecca.

In attesa di sollecito riscontro, ex lege.

                                                    dott.ssa. Anna Maria Rossini
                                                    Pres.Comitato «NO TARSU»

15 giu 2013

SINDACO.....DIMETTITI!...NON CI RAPPRESENTI PIU'.

Qualsiasi Amministrazione Comunale  raggiunta da un Avviso di  Garanzia di Rinvio a Giudizio, avrebbe il buongusto di dimettersi, per non inquinare le prove.
 Dott.Giovanni Giorgio Sindaco di Roccasecca - FR-
Ben due quotidiani locali, a distanza di un giorno l' uno  dall' altro, hanno dato la stessa notizia: Si sono concluse le indagini  della Procura di Cassino sugli appalti e lavori di bitumatura pre-elettorale,  inerenti alcune strade di Roccasecca-Bassa, che avrebbero portato alla richiesta di rinvio a giudizio di un AMMINISTRATORE, DEL RESPONSABILE DELL' UFFICIO LL.PP. E DEI RESPONSABILI DELLA DITTA APPALTATRICE.
A Tutti sono stati notificati, non  avvisi di garanzia, ma direttamente di rinvio a giudizio, tranne al Sindaco o qualsiasi amministratore, così pubblicizzato dal sindaco stesso su L' Inchiesta di oggi.
Praticamente, gli Inquirenti, chiusa la procedura, chiedono il rinvio a giudizio di tutte le sopracitate Parti, compreso l' amministratore comunale, ma la cosa strana e che tali atti vengono notificati solo al Tecnico, Resp. dei LL.PP. ai Responsabili delle Ditte vincitrici delle Gare di Appalto ed esecutrici delle Opere Pubbliche e non al Sindaco e/o Assessore ai LL.PP. mah! sarà.
Comunque era il 7 gennaio 2013 quando si notarono  Posti di blocco delle Fiamme Gialle-CTU- Vigili Urbani di Roccasecca, camioncini ed operai, a fare carotaggi su alcune strade campionate dal Giudice e G.F.
Perforano l' asfalto gettato durante la campagna elettorale acchiappavoti del Sindaco Giovanni Giorgio, per sondare la qualità e la quantità del catrame.
Fecero prelievi di campioni di asfalto  a scopo di analisi chiamate carote.
E nell' equipe del carotaggio, a fianco del CTU ( ing. del Tribunale) un CTP ( un consulente  di parte), a chiamata diretta  del Sindaco di Roccasecca e sarebbe  il geometra Roberto Nardone di Cassino(??????).
Altro tecnico esterno, a chiamta diretta ed altri soldi della collettività sperperati.......ma il Tecnico Comunale non poteva, o non era adatto, a fare simile controllo di affiancamento al CTU?
Praticamente, qualcosa non quadra in quei lavori di aggiustamento delle strade ( Via Piave, Via Molise ecc-ecc), se La Procura di Cassino  indaga  e manda il CTU....la Guardia di Finanza controlla e manda i Finanzieri e tutti e due chiedono l' assistenza del Comando dei Vigili Urbani di Roccasecca .
Ora l' epilogo..... Rinvio a Giudizio del Tecnico Comunale e dei Responsabili delle Ditte e non del Sindaco e/o dell' Assessore ai LL.PP. che è la stessa. persona.
Ritardo di notifica o altro?

SINDACO DIMETTITI! 
NON CI RAPPRESENTI PIU' 

14 giu 2013

ASFALTO ELETTORALE 2010 AL «REDDE RATIONEM» DELLA GIUSTIZIA

Con il rinvio a giudizio di 4 persone: un amministratore, un responsabile dell' Ufficio Tecnico e due responsabil della ditta aggiudicataria dell' appalto dei Lavori Pubblici per il rifacimento di alcune  strade di Roccasecca si chiudono le indagini coordinate dal Procuratore Capo del Tribunale di Cassino, dott. Mercone.
La Provincia del  14.06.2013
L' Amministrazione Giorgio Bis, questa mattina, 14.06.2013, aprendo il quotidiano «La Provincia» avrà avuto pure qualche reazione alla lettura «Appalti nel mirino delle Fiamme Gialle» o tutto nella norma, anzi, forse, il Capo avrebbe pure dichiarato, senza apparentemente scomporsi: - nulla di grave, cittadini di Roccasecca, atto dovuto della Procura che si risolverà in una bolla di sapone oppure si sarà «incazzato» per la pubblicità negativa all' immagine di Palazzo Boncompagni?.
Ma, al di là di come abbiano presa la notizia gli Amministratori appaltanti quell' asfalto elettorale, la cosa positiva è che qualcuno, in questo caso la Guardia di Finanza e la Procura di Cassino stanno impegnando seriamente, uomini e mezzi per vederci chiaro su come vengono spesi i Soldi Pubblici, se gli inquisiti hanno commesso reati condannabili dalla Corte e dalla Morale.
Auspico che la Giustizia faccia il suo corso con serenità, serietà e questo, non può che essere di conforto ai Cittadini di Roccasecca.
Grazie al quotidiano La Provincia per la notizia che, seppur generica, è il primo tassello di Trasparenza delle incriminazioni dei soggetti del Palazzo Boncompagni.  

NON SI METTONO LE LAMPADINE ED ALTRO

L' Amministrazione Giorgio Bis finanzia e patrocina,  con 500 euro, il MEMORIAL FAVA 2013 .... come mai, visto che gli organizzatori di tale manifestazione, nell' anno 2012, ne hanno lamentato la latitanza monetaria ?
Foto by Tommaso Marsella
Foto by Tommaso Marsella

7° Memorial " A. Fava" - 26 maggio 2013 - Roccasecca (FR) 

E' sempre in bolletta, l' Amministrazione Giorgio Bis,  ma fa come gli «Zingari», senza casa, sporchi, ma con «macchinoni» e «brellocchi d' oro».
Giorgio Bis lamenta  sempre che non ha soldi per mettere una lampadina fulminata all' inizio di Via Santa Maria Nuova, non ha soldi e lascia al buio la via Lazio per una settimana che, a detta dei  residenti, perchè il Comune non ha pagato la bolletta ENEL,  però, per finanziare il Memorial Fava 2013 con € 500 i soldi ci sono, per pagare gli Avvocati Pro-Veritate, i soldi ci sono, per assicurare lo stipendio ad un Responsabile del V Settore che lavora a mezzo servizio i soldi ci sono....
Quest' Autonomia Locale, partorita dal Bassanini si è rivelata un' Autonomia dei Sindaci e della Giunta ad una Gestione della Cosa Pubblica a carattere FAMILIARE....tanto nessuno li controlla e nessuno mette becco.
Il Cittadino-Contribuente, retrocesso a suddito-pagatore e se solo si permette di adire i Tribunali per avere Giustizia, si ritrova a spendere soldi di tasca propria e la Giustizia se la sogna.
Queste le storture di una legge che consente ad un' Amministrazione di Tassare e Tartassa per  solo finanziare le spese superflue e non per dare servizi e rendere decorosa la cittadina.
Roccasecca è un Paese narcotizzato, un Paese passivo, vuoto, rassegnato, che ha perso qualsiasi speranza insieme alla sua dignità, grazie a Bassanini....forse è quello che vogliono gli Amministratori
Ma vivaddio c' è qualcuno che ci tiene alla propria dignità e non si rassegna all' Amministrazione Narcotizzante.
Qualcuno che ha senso civico e dotato di coscienza e di intelligenza che scrive i «FATTI E MISFATTI» dell' Amministrazione Giorgio Bis con coraggio e a viso aperto senza minima paura dell' infamante leggenda metropolitana del CRITICA tutti per farle terra bruciata.
Per ritornare a bomba: PERCHE' PROPRIO QUEST' ANNO 2013, L' AMMINISTRAZIONE HA FINANZIATO IL MEMORIAL FAVA E L' ANNO SCORSO 2012....NO?
Solo un caso ...coincidenza o per qualche altro recondito motivo che non è dato sapere? CHISSA' CHI LO SA...

13 giu 2013

LE STRUNZATE DEL «DIO» SAVIANO

Anche ANTI-ITALIANO, l' autore di Gomorra, alla trasmissione « che tempo che fa» dell' amico Fazio. Per fare audience, ricorda, con una filippica-balla, agli Italiani, il loro passato di  zingari americani.

Per combattere, quella da lui definita l’ondata di «odio morale verso gli immigrati», ha letto un testo COPIATO DI SANA PIANTA e fatto SUO per umiliare ed offendere IL PASSATO DELL'  ONESTA, LABORIOSA E LEGALE EMIGRAZIONE ITALIANA IN AMERICA.
E' una vergogna che la TV di Stato paghi profumatamente il Saviano per dire simili idiozie, non supportate da nessuna carta veritiera ma che si trascina di bocca in bocca sinistrosa, facendola passare per verità, al  solo scopo di impietosire per aprire le braccia a quei migranti che non hanno neppure un' unghia simile ai nostri ex parenti con la valigia di cartone, viaggianti in nave, in terza classe, con i soldi propri.
Eravamo poveri.....ma poveri onesti e non clandestini...costretti a subire umililiazioni, questo sì, come i giorni di solamento nell' isolotto di Ellis Island dove si veniva sottoposti a disamina circa le condizioni di salute, ma quello che ha sproloquiato Saviano è pura fantasia di chi?  non è dato sapere.
Ma il fatto che Lui «sputtani» con offese pesanti e senza un fondo di verità GLI ITALINI EMIGRANTI IN AMERICA, questo è insopportabile....
Addirittura citando fonti del Governo Americano, queste le sue parole :
 «Avevo visto e trascritto qui alcune parole della relazione dell’Ispettorato per l’immigrazione del Congresso americano, quindi un documento ufficiale del governo americano del 1912, così descrive gli italiani».
«Gli italiani sono generalmente di piccola statura e di pelle scura, non amano l’acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane, si costruiscono baracche di legno e alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri. Si presentano di solito in due, cercano una stanza con uso di cucina. Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci, tra loro parlano lingue a noi incomprensibili probabilmente antichi dialetti.
Molti bambini  vengono utilizzati per chiedere l’elemosina, fanno molti figli che poi faticano a mantenere.
Dicono siano dediti al furto, e le nostre donne li evitano non solo perché poco attraenti e selvatici, ma perché si parla di stupri o agguati in strade periferiche.
Propongo che si privilegino le persone del nord, veneti e lombardi, corti di comprendonio e ignoranti, ma disposti più degli altri a lavorare».
Beh! questa proprio non la si manda giù, da Italiana e parente di emigranti che hanno dato sempre lustro ed onore  alla madre patria, Bella  Italia,   sono fortemente indignata ed invito tutti gli Italo-Americani ad esprime condanna al GURU DI GOMORRA, Roberto Saviano, ANTI-ITALIANO
Le  fonti che Saviano ha raccontato «frottole»  sono le seguenti....
http://www.tempi.it/saviano-in-tv-spiega-che-una-volta-eravamo-noi-italiani-zingari-america-ma-e-una-bufala#.Ubm-0flM89o



DISABILITA' OFFESA

L' amministrazione Giorgio Bis, un coacervo di «indifferenza» e «menefreghismo» per le problematiche afflittive di una società sofferente ....Roccasecca non è paese a misura dei Disabili ......VERGOGNA!

Giorgio Bis si indebita con la Cassa DD e PP,  con la motivazione dell' abbattimento delle barriere architettoniche, che poi non abbatte,  e  non da seguito alle domande di concessione di contributo, ex legge 9 gennaio 1989 per il superamento (reale) delle barriere architettoniche negli edifici privati.
Il caso :   Domanda inoltrata in data 23 maggio 2008 come da foto allegata e a tutt' oggi di quel contributo di legge neppure l' ombra.....che fine avranno fatto quei soldi ?....Un' amministrazione attenta al sociale, in un Paese Civile,  avrebbe, come minimo, dato delle risposte certe ai richiedenti ......Ma che fine avranno fatto quei soldi?
Forse messa nel calderone delle opere Pubbliche e/o Sociali più acchiappone per i Consiglieri ed Assessori di maggioranza?.
E a proposito di Opere Pubbliche per l' abbattimento delle barriere architettoniche, quella più in mostra, vanto ed orgoglio del Sindaco Giorgio è l '  opera faraonica di Roccasecca Centro, meglio denominata dal Sindaco, dr. Giovanni Giorgio,  "scalinata artistica ", quella che collega Via Roma a Via Vittorio Veneto,  con un indebitamento alla  Cassa DD e PP di euro 500.000.

Scalinata artistica, sarà pure.....ma con tutti quei gradini e gradoni, è  una lampante dimostrazione della scarsa sensibilità di questa amministrazione alle problematiche sociali ed ai cittadini più sfortunati che dovrebbero, invece, stare tra  i primi ad essere alleviati dal disagio procurato dalla condizione di essere non autonomi e viaggianti sulla sedia a rotelle.
Eppure, l' indebitamento era finalizzato alla sistemazione della scalinata con l' abbattimento delle barriere architettoniche per agevolare i portatori di handicap.
Praticamente la Cassa DD e PP ha dato l'okey al rifacimento della scalinata purchè si abbattessero le barriere architettoniche, cosa che il progettista, nonchè direttore dei lavori, nonchè responsabile dei lavori, nonchè .....tutto...ed insomma il tecnico Comunale, architetto Delli Colli, non ha abbattuto un bel niente e l' opera è per i " SANI" e non per gli infelici in carrozzina, così come non agevola le mamme che portano i bimbi in carrozzina. E i " paggetti d' occasione" della Piazza Longa, dovrebbero tacere e non tessere le lodi dell' opera di  Giorgio.
Ci si indebita per una cosa, ci danno i soldi per una causa nobile come quella per l' abbattimento delle barriere architettoniche e non si ottempera a quanto richiesto e concesso.
Euro 500.000, torno a ripetere, SOLDI NOSTRI, per rendere bella e funzionale la scalinata artistica del Centro, Opera Pubblica,  che costerà, non solo, lacrime e sangue ai roccaseccani per il forte indebitamento pubblico, ma soprattutto perchè non è stata eseguita da un cuore attento al disagio dei portatori di handicap ed al disagio delle mamme che devono spingere le  carrozzine dei bimbi.
E' una denuncia di come si richiedono i soldi pubblici, ci si indebita vergognosamente e non si degnano neppure di rispondere ad una legittima richiesta di rimborso ai sensi di legge.
Ma che fine avranno fatto quei soldi richiesti dal 2008?

12 giu 2013

LA BRAMBILLA CON IL VIZIETTO DEL VOLO

L' ex Ministro del Turismo del PDL, Michela Vittoria Brambilla, nelle grinfie dei giudici milanesi, indagata con l' ipotesi di peculato e abuso d' ufficio per sforamento del badget a sua disposizione (invece dei 27mila euro era ne avrebbe spesi 127mila euro).

Correva l' anno 2010 e due parlamentari Piddini Roberto della Seta e Francesco Ferrante presentarono una mozione all' allora  Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi lamentando che le spese di viaggio della Ministra Michela Vittoria Brambilla per l' anno 2009  erano ammontate a 157.000 euro contro i 27.000 euro previsti dal budget.......continua la lettura La Brambilla Vola - http://annamariarossini.blogspot.it/2010/11/la-brambilla-vola.html#gpluscomments
Quindi, visto che si tratta di Berlusconi e/o della Ministra Berlusconiana, bisogna andare fino in fondo ed appurare la verità per fare giustizia...I Giudici Milanesi avessero altrettanto solerzia e pugno di ferro, sete di giustizia, con tutti gli altri, come con Berlusconi ed il suo entourage, non mi dispiacerebbe proprio.
Oggi il quotidiano La Repubblica e tutti i media Sinistrosi hanno dato la notizia della Berlusconiana Brambilla Maria Vittoria,  indagata per voli di stato ......insomma vizietto dei viaggetti in elicottero a spese degli italiani.
Un vero abuso, sostiene ora il pubblico ministero milanese Maria Letizia Mannella, che nei giorni scorsi ha inviato al Tribunale dei Ministri la richiesta di accedere agli atti del Governo per stabilire se «i voli effettuati dall'onorevole Brambilla siano stati effettuati nell'esercizio delle proprie funzioni istituzionali e se vi fossero ragioni di sicurezza inerenti l'utilizzo dei voli di Stato».
In attesa che il Tribunale dei Ministri si esprima sulla richiesta del pm milanese, è stata invece archiviata la posizione dell'ex Guardasigilli leghista, Roberto Castelli, accusato di un uso spregiudicato dei voli di Stato quando era vice ministro ai Trasporti, contro di lui è stata chiesta l'archiviazione per accuse «estremamente generiche».
Ma quando finirà questo accanimento nei confronti di tutti quelli che professano fede diversa da quella Marx?

IL PADRE ABATE DI MONTECASSINO, DOM PIETRO VITTORELLI, SI DIMETTE

 Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Abbazia territoriale di Montecassino (Italia), presentata dal Rev.mo P. Abate Pietro Vittorelli, in conformità al can. 401 § 2 del Codice di Diritto Canonico.
Oggi, 12 giugno 2013, questo scarno comunicato del Vaticano,  cui è seguito quello pieno di «patos» (che si riporta in versione integrale)  del Padre Abate di Montecassino, Dom Pietro Vittorelli  di Montecassino, con i veri motivi che lo hanno portato a tale decisione.
E' malato da un anno circa, il giovane Padre Abate di Montecassino e la malattia necessita di cure lunghe e costanti, che non possone essere conciliabili con l' impegnativo Ministero di Pastore della Diocesi di Montecassino.
Ha scelto di curarsi bene e poi, con l' aiuto di Dio, se questo è il suo disegno, ritornare guarito, al suo Amato Sacro Monte....
Comprendo e condivido la scelta......il male che lo ha colpito necessita di cure costanti, continue e lunghissie, parlo per esperienza mia familiare.
Che Dio ti aiuti e ti protegga e ti destini alla guarigione per riaverti tra di noi, amato Padre Abate Dom. Vittorelli......  una moglie che conosce le traversie delle malattie neurologiche ......
Preghiamo Dio per la tua guarigione, come per la guarigione di mio marito e di tutti i malati del mondo

La lettera inviata dal Padre Abate di Montecassino

CARISSIMI TUTTI, VICINI E LONTANI, ad un anno dall'evento che ha cambiato la mia vita, debbo comunicare la mia irrevocabile decisione di lasciare l'incarico di Abate e Ordinario della Diocesi di Montecassino per dedicarmi alla piena riabilitazione del mio stato di salute. Ho messo, in questo tempo, tutto l'impegno per non far mancare guida e servizio a questa Chiesa ed alla Comunità Monastica.
La mia salute e le terapie che mi sono richieste non mi consentono di continuare sui due fronti. Dopo lunga riflessione e preghiera mi è sembrata la cosa migliore per il bene di tutti. Il Signore che porta a compimento l'opera sua non ci lascerà soli e incustoditi. Io vi porterò con me: il tempo trascorso insieme ha segnato profondamente la mia esistenza, se un rimprovero dovrò farmi, e voi stessi mi avete già fatto, è quello di aver trascurato troppo la mia salute per una dedizione senza misura, ma ero felice di non risparmiarmi in nulla. Rimarrò a tutti vicino con l'affetto e la preghiera, spero tanto che dopo un periodo di riposo e di cura che mi attende, possiamo ritrovarci fratelli ed amici come sempre vi ho considerato e amato. Ai miei confratelli monaci, che sono stati impareggiabili nella comprensione e nell'aiuto fraterno, voglio dire quanto diceva San Paolo in catene: "Tutto concorre al bene di coloro che cercano Dio" e il monaco è per eccellenza "Cercatore di Dio" e tutti noi vogliamo cercarlo con disponibilità e apertura di cuore. Ai confratelli sacerdoti dico di avere alto il senso di appartenenza a questa terra e a questa chiesa, tutto il resto sarà perdita di identità e di storia. L'espressione della Scrittura «Questa è la volontà di Dio: la vostra santificazione!» (1Tess 4,3), pur essendo rivolta a tutti i cristiani, riguarda in modo particolare noi sacerdoti che abbiamo accolto non solo l'invito a "santificarci", ma anche quello a diventare "ministri di santificazione" per i nostri fratelli. A tutte voi Religiose e a voi Religiosi dico di ricordare sempre il senso del vostro cercare Dio in ogni nostro aspetto di vita con la certezza che Egli verrà con amore incontro a noi. Sempre. A voi affido la carità della Chiesa di Montecassino. Siate per essa quella "segnaletica" che indica la via di Dio su cui più volte abbiamo avuto modo di riflettere. A tutti voi giovani che mi avete seguito nei tanti, innumerevoli incontri formativi e di servizio, dico di non affievolire mai entusiasmo e generosità, non sentitevi smarriti: Dio è la nostra luce e la nostra guida. Vi assicuro che non sarete soli, per voi offrirò la mia limitazione perché tutti possiate correre spediti nella realizzazione dei grandi ideali di bene che abitano il vostro cuore. A questa Chiesa amata di Montecassino, a questa terra di San Benedetto a cui ho dedicato la mia giovane esistenza, forze, intelligenza, entusiasmo ed energie, dico di rimanere fedele alle sue origini e tradizioni guardando in avanti verso un futuro di pace e di benessere per tutti". 

CHI E' IL CAPO DELLA MUNICIPALE?

Il mistero si infittisce e a nulla servirà il legale pro-veritate, se non, a prosciugare le asfittiche casse comunali....checchè ne dica il Sindaco Giorgio di Roccasecca.

Con i «reati continui » dell' intrasparenza, che contraddistingue tutta l' attività amministrativa dell' esecutivo di Giorgio Bis, la nomina del Responsabile del V Settore (Vigili Urbani di Roccasecca) è la «chicca» Giorgiana sul piatto dell' intrasparenza e dello sperpero di pubblico denaro.
La delibera n. 39 del 14.03.2013 parla chiaro ....detta le modalitàdi assunzione di un RESPONSABILE della Municipale che abbia requisiti di cui al D.Lgs 267/2000 art. 110 commi 1 e 3 ( incarichi di elevata professionalità) titolo di studio su insidacabile giudizio del sindaco Giorgio Giovanni (intuitu paersone) esaminati i curricula presentati.
Il dott. Marra Massimo, il prescelto, ha solo il titolo di studio di laurea il giurisprudenza e praticantato presso uno studio legale non menzionato nel curriculum, ma vox populi....rumors roccaseccani sussurrano che detto praticantato lo stia svolgendo presso lo studio dell' Avv.to Salera, noto avvocato di Cassino, chiamato a difesa personale nei giudizi del Sindaco ed ultimamente, anche a difendere l' Amministrazione Giorgio Bis (E Io Pago!).
A quella delibera hanno dato il parere favorevole il Segretario Colacicco e la Responsabile del settore amministrativo, dott.ssa Anna Ricci,  la quale, guarda caso,  è stata l' artefice, con il coniuge, Responsabile dell' Ufficio Tecnico- Settore Urbanistica- di un ricorso e processo di annullamento al TAR di Latina della deliera di nomina di Comandante al Vigile  Paolo Vicini.
Praticamente il TAR ha annullato la delibe impugnata dai coniugi Fava-Ricci per carenza di costituzione in giudizio del Comune.
Ma questo è un  altro discorso......
Quello che interessa ai Cittadini-Contribuenti è solo una semplice cosa, visto che ha sovraccaricato di TARSU 2011 illegittime e vessatorie la Comunità:
Perchè scialacquare il denaro spremuto in modo coercitivo e con chiaro abuso di potere, in avvocati e studi legali al «TOP» ?
Se il dott. Marra decretato dal Sindaco Giorgio, solo  Responsabile  del V Settore e quindi svolgente una «funzione monca», perchè deve essere pagato per una «funzione piena»?
Sindaco! Revochi tale decreto e se proprio si vuole tenere il dott. Marra, lo destini ad altro ufficio...esempio alla  Task-Force Tributi mai funzionante e che sta creando solo cibaria per l' avv. Salera ed altri minori.
Forse organizzerà bene e si guadagnerà con onore la pagnotta,  pagata lacrime e sangue dai Roccaseccani.



11 giu 2013

MA QUALE LEGALE SUPER PARTES ?

Se chiamato dal Sindaco Giorgio è solo un «legale di parte», pagato profumatamente con i soldi dei cittadini di Roccasecca per scoprire «l' acqua calda».....Lo straniero beneficiato dalla Giunta Giorgio Bis, dott. Massimo Marra, è fregiato del  titolo di Responsabile del V Settore...parola di Sindaco : RESPONSABILE....NON COMANDANTE...CAPITO??????
Da sin. a des.  Dott. Giovanni Giorgio -  Avv.Salvatore Di Pardo - Dott. Massimo Marra

Sul quotidiano L' Inchiesta di oggi, 11.06.2013, il Sindaco di Roccasecca. dr Giovanni Giorgio, giustifica la chiamata dell' Avv.to Salvatore Di Pardo, Studio Legale in Campobasso, con sedi anche a Roma e Milano,  per fugare i dubbi a qualcuno circa la corretta applicazione della normativa da lui seguita per l' assunzione del Responsabile del V Settore,  dott. Massimo Marra.
Ma tale articolo ha confermato, parole di Sindaco, che il dott. Marra Massimo è Responsabile e non Comandante dei Vigili Urbani di Roccasecca, quindi non ha fugato un bel nulla e nè lo fugherà la relazione del famoso Avvocato di Sinistra difensore vittorioso di Paolo Di Laura Frattura contro Michele Angelo Iorio Governatore del Molise (insomma  ha mandato a casa il Governatore del Molise Iorio (PDL).
Quindi, un «grosso» avvocato di sinistra che ha difeso, vittorioso,  «grossi» personaggi di sinistra, e la cosa strana che si accontenta per un parere di siffatta portata di soli € 1.266,01.
Ma pochi o tanti che siano, a questo punto poco importa.....resta il fatto che non e' SUPER PARTES, come vuol darla a bere ai Roccaseccani il Sindaco, perchè chiamato da lui a chiarire la legittimità degli atti di nomina di Responsabile del V Settore.
Sicuramente relazionerà pomposamente che le procedure (delibera compresa)seguite dall' Amministrazione e  gli atti di nomina che sanciscono il Marra RESPONSABILE DEL V SETTORE  tutte attivate nel rispetto del TUEL della Legge dell' Autonomia Locale ecc. ecc. ma in MERITO alla qualifica  di Responsabile....NESSUN DUBBIO
QUINDI IL DOTT. MARRA E'  STATO REGOLARMENTE NOMINATO «RESPONSABILE DEL V SETTORE»....OK ..LO SAPEVAMO CHE LA FUNZIONE E' MONCA

RESPONSABILE MA NON COMANDATE 

e  tanti piccoli indizi,  come la divisa di Capitano che indossa e non indossa, le segnalazioni che non può svolgere Funzione di PG e PS, quelle ordinanze del Comando dei VV.UU che firma Lei Sindaco o il Vigile Paolo Vicini, e non il Marra, lasciano intuire che non E' CAPITANO E MANCO COMANDANTE DEI VIGILI URBANI DI ROCCASECCA è solo Responsabile come da Lei reso pubblico oggi.
Quindi ....BASTA ! con  i fiumi di soldi al dott. Marra e agli avvocati difensori del «NULLA»

IRA ROCCASECCANA

Lo sciupìo, continuo e reiterato, dei soldi pubblici dall' Amminstrazione Giorgio Bis, in Studi Legali sempre più «IN», non sortiscono altro effetto che indignazione, vomito e voglia di rivolta contro uno «Stato» assente e connivente con gli amministratori locali indegni, in virtù, della Legge sull' Autonomia Locale

Pare che il problema è che noi, come singoli individui, siamo considerati “Stato” e  «Comune» e siamo tassati, multati, espropriati, mentre lo Stato, quello vero, quello dei «Parlamentari-Casta  o dei buchi all’Inps, quello delle pensioni d’oro intoccabili, ecc. ecc» e/o quello  del Comune di Roccasecca con le sottostanti elencazioni di malagestione della «Cosa Pubblica» continuano, ambedue a vivere con i nostri soldi.
Tasse e controtasse di Giorgio Bis, senza servizi adeguati  ....ma non se ne può proprio più.
 «Amministratori sperperoni in Studi legali  sempre più «IN» (per l' anno 2011, quando alla voce spese per liti ed arbitraggi figurava di € 342.546,82);
«Amministratori furbastri, gabbati dalla loro stessa furbizia che mettono postazioni di autovolox per il controllo elettronico della velocità, per fare cassa, ma, la fiumana dei ricorsi fanno intervenire la Prefettura di Frosinone che, sospende l' uso di quelle illegali macchinette   che tra società unipersonale (?) esborsi per  multe da annullare e rimborsare, avvocati di regime da pagare residuavano  un passivoin bilancio  di  ben 503.851,19;
«Amministratori malati di «inertite acuta»  che stanno nell' Unione Cinque Città solo per  accumulare  debiti per  rate non pagate delle quote consortili, (in corso forse pignoramenti ed inginzioni di pagamento ) ma  che non fruiscono dei Servizi Comunitari dell' Unione e, sempre nei residui passivi 2011 appaiono in € 21.210, 49.
«Ammnistratori che son manifestamene incapaci di gestire il «BENE COMUNE»
Queste sono piccole-grandi  pillole da ingoiare e che fanno urlare alla Totò maniera  ....ED IO PAGO!
Ora BASTA! 

L' ira monta di giorno in giorno  nei Cittadini-Contribuenti costretti a  transitare  per strade «groviera» in perenne transennamento e/o  con divieti di transito, con l' imposizione TARSU 2011 la  più aumentata della Terra e senza servizi per il decoro urbano, nonostante la Raccolta differenziata porta a porta che in alcuni posti, come Caprile, non si svolge con regolarità e senza un calendario preciso.
E il Sindaco Giorgio si gingilla con il dott. Marra da 70-80mila euro, responsabile.
Il Sindaco ha dichiarato che è Responsabile del V Settore, allora non è Comandante e quindi quei soldi se li poteva pure risparmiare.
Allora è lecito e legittimo non pagare più TARSU fino a quando il Sindaco non se la pianta di SPERPERARE i soldi dei Roccaseccane.... Cominciasse con la REVOCA del Responsabile del V Settore e con il REVOCARE gli INCARICHI LEGALI A SALERA e DI PARDO

10 giu 2013

RESPONSABILE E/O COMANDANTE

RESPONSABILE E/O COMANDANTE Della Municipale di Roccasecca, il dott. Massimo Marra, che caro costa alla Collettività Roccaseccana?(ad occhio e croce 70-80mila euro per un anno )....c' è differenza eccome,  si, c'è, anche se il Sindaco ed il Segretario mistificano alla «grande» anche con il Ministero della Funzione Pubblica
Foto by Tommaso Marsella-Il dott. Massimo Marra è solo Responsabile o anche Comandante del Comando dei Vigili Urbani di Roccasecca ? 

Il dott. Massimo Marra è solo Responsabile o anche Comandante del Comando dei Vigili Urbani di Roccasecca ? Urge risposta secca e/o dite alla Comunità se bisogna attendere i responsi della Procura,  della Magistratura, del TAR, del Prefetto ecc. dove pendono ricorsi dei Vigili Storici Vicini e Marsella ...altro che Avvocato Pro-Veritate.
Dalla risposta dipende se la remunerazione è congrua o meno:.....perchè, se il dott. Marra è abilitato, con il requisiti di Legge,  alla funzione di Comandante quei 70-80mila euro se li merita tutti e pace e amen, ma se, puta caso, non possiede, come si vocifera ed anche alla luce anche dell' atto di delibera n. 39 del 14.03.2013 che parla di assunzione di Responsabile  dell' Ufficio, allora è tutt' altra musica .......non si possono sperperare i soldi sudati dagli onesti cittadini Roccaseccani per un incarico di organizzazione che può benissimo svolgere il Capo Settore.
Se il dott. Marra è solo Responsabile, il Sindaco Giorgio abbia la decenza, senza ulteriore indugio,  come lo ha assunto, di mandarlo a casa, perchè il roccaseccani non hanno soldi da sprecare per gli sfizi del Sindaco.
La querelle Comandante-Responsabile e Sindaco-Vigili, non è più circoscritta al Cortile del Comune ma è diventata di pubblico dominio, care Istituzioni.
Poichè la «COSA PUBBLICA» è gestita con i SOLDI PUBBLICI e  i Cittadini non sono mucche da spremere per sperperare...sia ben chiaro che:
A MALI ESTREMI ...ESTREMI RIMEDI  .....TU SINDACO DI ROCCASECCA, DR GIORGIO  GIOVANNI, TI SENTI AUTORIZZATO A SPERPERARE IL PUBBLICO DENARO?  
IO CITTADINO SONO LEGITTIMATO A NON SCUCIRE  PIU' UN EURO PER LE TASSE CHE METTI ....

09 giu 2013

PRONTO TARES 2013

A Roccasecca, ancora tariffa TARSU ?.....tanto, il TAR, se si dovesse ricorrere, cavilla benevolmente pro-Giorgio Bis, grazie ai bravi avvocati pagati con i soldi degli onesti Roccaseccani-Ricorrenti,  che subiscono, oltre all' onta della bocciatura, anche quella delle spese di giudizio.

Tares 2013 e non più Tarsu per le entrate Comunali sui Servizi dei RR.SS.UU, Illuminazione e manutenzione strade ecc.ecc.
Ma già nel 2011 e 2012 non più Tarsu ma Tia, ergo, il ragionevole dubbio che anche la Tares 2013 non verrà applicata  a Roccasecca, tanto la P.A. è così «potente» che può fare quello che vuole in barba alla legge, complice la giustizia non giusta di certi Tribunali.
Ed è lecito e legittimo che  i Cittadini inizino a dubitare della Giustizia che, pare  favorisca sempre, a prescindere, la P.A. con una percezione di  subalternità al «Potere Sindacale»; praticamente non paritari diritti ed obblighi davanti alla Legge.... Sindaco-Cittadino...ma il ritorno al Medioevale Signore-Suddito.
Allora perchè ci sono le Leggi per la P.A., che,  se poi non si rispettano, non succede nulla, se non plausi delle Istituzioni Superiori, Vittorie Tribunalizie, e addirittura nuove Leggi sananti le disapplicazioni degli Amministratori come è successo di recente con la Proroga della Riscossione ad Equitalia fino a dicembre 2013, dei Comuni, come Roccasecca inefficienti ed inefficaci?
Gli Amministratori di Roccasecca sono tranquilli nel loro dolce far nulla, nel non mettere in pratica i dettami legislativi come ad esempio anche l' ultimo DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33-  Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. (13G00076) (GU n.80 del 5-4-2013) note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/04/2013 -e perchè non applicano le norme ....semplicemente perchè se chiamati in giudizio, gli Amministratori di Roccasecca, avendo una buona disponibilità di moneta dei Cittadini-Contribuenti, sono furbi e bravi a trovare  sempre, la strada giusta, l' avvocato giusto, il Giudice giusto, il Tribunale giusto, tutti  pronti  a dar loro ragione.
L'amara constatazione è che non c' è rapporto paritario tra Comune-Cittadino.....Davanti alla Legge non si è tutti ugnali se  la P.A. ha quasi sempre RAGIONE, a SUON DI MONETA PUBBLICA.
Ma ritornando alla TARES 2013......La legge parla chiaro, l' Amministrazione in carica deve, entro il termine previsto per l'approvazione del bilancio di previsione, approvare  il Regolamento Tares e le  Tariffe, quindi entro il 30 giugno 2013,  già siamo al giorno 9, e, per la Trasparenza che li contraddistigue nulla è dato sapere.
E il piano finanziario, presupposto per la determinazione delle tariffe, deve essere approvato dall'organo competente in modo di consentire al consiglio comunale di approvare nei termini le tariffe. La mancata approvazione di regolamento e tariffe determina la mancanza del presupposto per la pretesa tributaria con quasi certa contestazione delle richieste di pagamento con conseguente evidente danno erariale.
Ma tutto questo in un Paese Normale, con Amministratori Normali che rispettano le Leggi dello Stato Centrale, non certo Roccasecca di Giorgio Bis.

07 giu 2013

TRAME GIORGIANE

TRAME GIORGIANE per creare pressioni tali da disturbare e/o dirottare «il drappo immacolato della Giustizia»,  nella fattispecie l' «affaire Comandante dei Vigili, dott. Marra». 
Sindaco Giovanni Giorgio

Un' assunzione alla garibaldina, con un iter arrogante, di non specchiata legittimittà,  basato sul non rispetto delle norme in vigore, che sta assumendo connotati, a dir poco grotteschi, che hanno  il sapore  di inculcare nei Cittadini di Roccasecca l' esistenza di poteri forti capaci di tramare nelle retrovie, contro cui NULLA SI PUO', per cui non resta altro che la soccombenza  e stare a cuccia, come cani bastonati.
Ma il Popolo Sovrano di Roccasecca, che crede nella Giustizia e nel corretto agire dello Stato e delle Istituzioni  non si lascia opprimere e non soccombe neppure davanti a queste «Trame Giorgiane» di «muscolatura del «Potere».
E vero solo che Giorgio Bis ha la disponibilità dei soldi degli onesti cittadini che vessa con Tasse e controtasse (TARSU 2011 docet) e senza vergogna, senza pudore li sperpera in ITALICI AVVOCATI di chiara fama, a difesa della poco chiara, anzi intrasparenza Sua attività amministrativa.
Ha toppato con la nomina, «ad capocchiam»,  del Responsabile del Comando dei Vigilo Urbani e invece di revocare tale nomina, con un' umile marcia indietro, prosegue come un «caterpillar» e/o «terminator».
L' ex Consigliere Comunale Bernardo Forte e  la sottoscritta cittadina  dott.ssa Anna Maria Rossini, in autonomia, hanno  prodotto esposti e denunce alle Istituzioni superiori affinchè facciano luce su questa mala-amministrazione, oltretutto arrogante presuntuosa.
Pare che una Istituzione Superiore, non si sa bene quale essa sia, abbia  chiarito al Sindaco Giorgio che quella nomina è, in parole povere , «abusiva», fatta con atti illegittimi non avendo il dott. Marra i requisiti richiesti dal Ruolo Assegnatogli ....NE' PG. NE' PS peraltro, come è notorio avevano attestato e ricorso iVigili Paolo Vicini ed Ercole Marsella.
Avv. Salvatore Di Pardo

Il Sindaco Giorgio, non solo disattende, le norme e i consigli dei Superiori, ma, arriva alla conclusione di servirsi di un Principe del Foro Molisano, lo Studio dell' Avv.to Salvatore Di Pardo di Campobasso richiedendo  una perizia pro-veritate, alla modica cifra di € 1.260,01 (forse un acconto considerato lo Studio chiamato a difendere personaggi importati in cause importanti).
Ma, poco o tanto che sia è solo sperpero di pubblico denaro, solo per tramare  contro il Popolo e dare una percezione da «Marchese del Grillo».
Il Parere non è legge, sia ben chiaro, è solo  l' ennesimo schiaffo muscolare, al Popolo Roccaseccano.

06 giu 2013

LETTERA APERTA AL MINISTRO D' ALIA GIAMPIERO,

LETTERA APERTA AL MINISTRO D' ALIA GIAMPIERO, Ministro alla Pubblica Amministrazione e all’Innovazione
MINISTRO D' ALIA GIAMPIERO, Ministro alla Pubblica Amministrazione e all’Innovazione
Ill.mo Ministro,
Il mio nome è Anna Maria Rossini e vivo a Roccasecca in Provincia di Frosinone, paesino amministrato o meglio dis-amministrato da una Giunta Arcobaleno con a Capo il Sindaco, dr. Giorgio Giovanni.
Leggendo  che tra le sue prerogative più rilevanti, risulterebbe l'  ispettorato, il quale vigila sulla conformità dell'azione amministrativa ai principi di imparzialità e buon andamento, in particolare su segnalazione di cittadini e imprese sull'osservanza delle riforme volte alla semplificazione delle procedure, sulle disposizioni inerenti al controllo dei costi, anche in collaborazione con la Guardia di Finanza ed i Servizi ispettivi della Ragioneria Generale dello Stato, sull'effettivo esercizio nei casi di infrazione dei poteri disciplinari, da cittadina libera e cosciente dei propri diritti e dei propri doveri, con la presente Le rappresento quanto segue:

L' intrasparenza degli atti amministrativi è la norma degli Amministratori Roccaseccani, che disattendono completamente anche la legge n. 69 del 18 giugno 2009, che  riconosce l'effetto di pubblicità legale solamente agli atti ed ai provvedimenti amministrativi pubblicati dagli Enti Pubblici sui propri siti informatici.
La gestione del sito web del Comune non si sa da chi sia tenuto e l' arraffazonamento e l' assenza delle determine e la carenza delle delibere di giunta, di consiglio e delle ordinanze sono gravissime attestazioni di Intrasparenza e pregiudizio dell' effetto legale degli atti.

Gli atti adottati sono,  spesso e volentieri, viziati e/o illegittimi; caso eclatante la nomina di un Responsabile che viene presentato alla Cittadinanza come Comandante dei Vigili Urbani, che indossala divisa con le stellette di Capitano, che  non ha titolo per  PG e PS  ...Avverso tale atto, i Vigili in servizio,  elevano diffide, esposti querele alla Procura e ricorsi al TAR ecc.ecc. Notizia di oggi è che l' Amministrazione ha assoldato lo studio legale Avv. Di Pardo Salvatore affinché proceda allo studio della questione di cui in premessa,verifichi la regolarità e legittimità degli atti adottati ed in tempi brevi, formuli all’esito delle valutazioni, un parere proveritate a tutela di questo Ente.
Con la presente, chiedo a Lei di inviare Ispettori e verificarne la regolarità e la legittimità, visto che questa unità lavorativa costa alla Comunità Roccaseccana, per un anno circa 70mila euro oltre le parcelle ai numerosi legali a difesa dell' Amministrazione.
Questa Amministrazione ha tassato e vessato i Cittadini-Contribuenti con la TARSU 2011 abolita oltrettutto sin dal 2009 e cosa vergognosa, con aumenti che vanno dal 100% fino al 500%,  e il TAR cui i Cittadini si sono appellati, con un notevole sforzo monetario ha emesso una sentenza «vomitevole» non entrando nel merito degli aumenti stratosferici.
Ora siamo in attesa della decisione della Commissione Tributaria di Frosinone con Ricorsi di circa 80 contribuenti per le irregolarità ed i vizi propri dei Ruoli consegnati ad Equitalia che si sperava avesse chiuso il rapporto e invece, ancora sul territorio ad incutere paura, fino a dicembre 2013.
Insomma, per chiudere, Sig. Ministro, pare, che il rapporto tra il Comune ed il Cittadino-Contribuente sia improntato su un assurdo assioma: Il Comune-Potente, può fare e disfare come meglio crede senza vincoli di rispetto delle norme, mentre i Cittadini-Contribuenti, solo sudditi vessati, tartassati e soccombenti presso i Tribunali.

In fiduciosa attesa, per lo meno, di quanto di Sua Competenza....
distinti saluti
dott.ssa Anna Maria Rossini