14 giu 2013

ASFALTO ELETTORALE 2010 AL «REDDE RATIONEM» DELLA GIUSTIZIA

Con il rinvio a giudizio di 4 persone: un amministratore, un responsabile dell' Ufficio Tecnico e due responsabil della ditta aggiudicataria dell' appalto dei Lavori Pubblici per il rifacimento di alcune  strade di Roccasecca si chiudono le indagini coordinate dal Procuratore Capo del Tribunale di Cassino, dott. Mercone.
La Provincia del  14.06.2013
L' Amministrazione Giorgio Bis, questa mattina, 14.06.2013, aprendo il quotidiano «La Provincia» avrà avuto pure qualche reazione alla lettura «Appalti nel mirino delle Fiamme Gialle» o tutto nella norma, anzi, forse, il Capo avrebbe pure dichiarato, senza apparentemente scomporsi: - nulla di grave, cittadini di Roccasecca, atto dovuto della Procura che si risolverà in una bolla di sapone oppure si sarà «incazzato» per la pubblicità negativa all' immagine di Palazzo Boncompagni?.
Ma, al di là di come abbiano presa la notizia gli Amministratori appaltanti quell' asfalto elettorale, la cosa positiva è che qualcuno, in questo caso la Guardia di Finanza e la Procura di Cassino stanno impegnando seriamente, uomini e mezzi per vederci chiaro su come vengono spesi i Soldi Pubblici, se gli inquisiti hanno commesso reati condannabili dalla Corte e dalla Morale.
Auspico che la Giustizia faccia il suo corso con serenità, serietà e questo, non può che essere di conforto ai Cittadini di Roccasecca.
Grazie al quotidiano La Provincia per la notizia che, seppur generica, è il primo tassello di Trasparenza delle incriminazioni dei soggetti del Palazzo Boncompagni.