06 giu 2013

LETTERA APERTA AL MINISTRO D' ALIA GIAMPIERO,

LETTERA APERTA AL MINISTRO D' ALIA GIAMPIERO, Ministro alla Pubblica Amministrazione e all’Innovazione
MINISTRO D' ALIA GIAMPIERO, Ministro alla Pubblica Amministrazione e all’Innovazione
Ill.mo Ministro,
Il mio nome è Anna Maria Rossini e vivo a Roccasecca in Provincia di Frosinone, paesino amministrato o meglio dis-amministrato da una Giunta Arcobaleno con a Capo il Sindaco, dr. Giorgio Giovanni.
Leggendo  che tra le sue prerogative più rilevanti, risulterebbe l'  ispettorato, il quale vigila sulla conformità dell'azione amministrativa ai principi di imparzialità e buon andamento, in particolare su segnalazione di cittadini e imprese sull'osservanza delle riforme volte alla semplificazione delle procedure, sulle disposizioni inerenti al controllo dei costi, anche in collaborazione con la Guardia di Finanza ed i Servizi ispettivi della Ragioneria Generale dello Stato, sull'effettivo esercizio nei casi di infrazione dei poteri disciplinari, da cittadina libera e cosciente dei propri diritti e dei propri doveri, con la presente Le rappresento quanto segue:

L' intrasparenza degli atti amministrativi è la norma degli Amministratori Roccaseccani, che disattendono completamente anche la legge n. 69 del 18 giugno 2009, che  riconosce l'effetto di pubblicità legale solamente agli atti ed ai provvedimenti amministrativi pubblicati dagli Enti Pubblici sui propri siti informatici.
La gestione del sito web del Comune non si sa da chi sia tenuto e l' arraffazonamento e l' assenza delle determine e la carenza delle delibere di giunta, di consiglio e delle ordinanze sono gravissime attestazioni di Intrasparenza e pregiudizio dell' effetto legale degli atti.

Gli atti adottati sono,  spesso e volentieri, viziati e/o illegittimi; caso eclatante la nomina di un Responsabile che viene presentato alla Cittadinanza come Comandante dei Vigili Urbani, che indossala divisa con le stellette di Capitano, che  non ha titolo per  PG e PS  ...Avverso tale atto, i Vigili in servizio,  elevano diffide, esposti querele alla Procura e ricorsi al TAR ecc.ecc. Notizia di oggi è che l' Amministrazione ha assoldato lo studio legale Avv. Di Pardo Salvatore affinché proceda allo studio della questione di cui in premessa,verifichi la regolarità e legittimità degli atti adottati ed in tempi brevi, formuli all’esito delle valutazioni, un parere proveritate a tutela di questo Ente.
Con la presente, chiedo a Lei di inviare Ispettori e verificarne la regolarità e la legittimità, visto che questa unità lavorativa costa alla Comunità Roccaseccana, per un anno circa 70mila euro oltre le parcelle ai numerosi legali a difesa dell' Amministrazione.
Questa Amministrazione ha tassato e vessato i Cittadini-Contribuenti con la TARSU 2011 abolita oltrettutto sin dal 2009 e cosa vergognosa, con aumenti che vanno dal 100% fino al 500%,  e il TAR cui i Cittadini si sono appellati, con un notevole sforzo monetario ha emesso una sentenza «vomitevole» non entrando nel merito degli aumenti stratosferici.
Ora siamo in attesa della decisione della Commissione Tributaria di Frosinone con Ricorsi di circa 80 contribuenti per le irregolarità ed i vizi propri dei Ruoli consegnati ad Equitalia che si sperava avesse chiuso il rapporto e invece, ancora sul territorio ad incutere paura, fino a dicembre 2013.
Insomma, per chiudere, Sig. Ministro, pare, che il rapporto tra il Comune ed il Cittadino-Contribuente sia improntato su un assurdo assioma: Il Comune-Potente, può fare e disfare come meglio crede senza vincoli di rispetto delle norme, mentre i Cittadini-Contribuenti, solo sudditi vessati, tartassati e soccombenti presso i Tribunali.

In fiduciosa attesa, per lo meno, di quanto di Sua Competenza....
distinti saluti
dott.ssa Anna Maria Rossini