31 gen 2013

C' E' LA «FILA» A PALAZZO BONCOMPAGNI


C' E'  LA «FILA»  A PALAZZO BONCOMPAGNI  ED è la  massa di creditori ( lavoratori, imprese, comercianti, artigiani), che ha venduto merce, prestato servizi artigianali e/o artistici, lavorato, al Comune di Roccasecca, senza ricevere il «conquibus» pattuito e si è attivata con Atti Ingiuntivi a pioggia e conseguenti PIGNORAMENTI DELLE SOMME DEL TESORIERE «BANCA POPOLARE DEL CASSINATE».
Sembrerebbe così  raggiunta la Cifra stratosferica di 1mln e 300mila euro (capitale+interessi+spese ai legali) di Debiti Fuori Bilancio che l' Assessore al Bilancio, prof. Carmine Guerrino Torriero, tenderebbe sdrammatizzare dal quotidiano L' Inchiesta di oggi, 31.01.2013.
L' ex assessore Bernardo Forte, impensierito dalle voci di simili stratosferici indebitamenti, interroga ed invita gli amministratori ed in particolare il Sindaco Giorgio o l' assessore al bilancio a fare chiarezza.
Pronta risposta del Prof. Torriero sempre stesso articolo a firma Ro.Co. che  cadendo dalle nuvole e come Alice nel Paese delle Meraviglie dice: a me non risulta alcun pignoramento giacente all' Ufficio Tributi confermato dal Responsabile dell' Ufficio Tributi.
A proposito, chi è l' attuale  Responsabile dell' Ufficio Tributi ? L' Ultimo rag.non ha dato dimissioni irrevocabili ?
E .......continuando a fare «L' Alice»: è vero che nel corso degli anni si sono accumulati «debitucci» come quello dell' Italcogim che forse non saremo chiamati a versare  ......ma abbiamo pagato.....abbiamo sborsato circa 6/700mila euro per pagamenti di pignoramenti e che,  impiegati «NEGLIGENTI», non hanno comunicato al Tribunale per a dovuta cancellazione.
MMMMMMMMM.......ancora e sempre la responsabilità degli Impiegati negligenti ....Non è la prima volta che l' assessore usa denigrare il lavoro dei dipendenti del Comune di Roccasecca, anche  in pieno consiglio comunale scaricava alcune responsabilità sui dipendenti.
Se l' assessore ravvisa, ad ogni piè sospinto «negligenze»...inefficienze ...ma non ci sono altri metodi per farli lavorare bene? E normale lo «SPUTTANAMENTO» MEDIATICO?
Sta bene questo «SPUTTANAMENTO» ai DIPENDETI  DEL COMUNE DI ROCCASECCA ?
Comunque,  tranquilliziamoci, .....tra qualche giorno, l' assessore al bilancio insieme agli avvocati comunicherà  il pagamento  dei pignoramenti al Tribunale e ne conseguirà la cancellazione.
E così la «FILA» a Palazzo Boncompagni non ci sarà più....ma bisogna aspettare qualche giorno ......Sarà vero ? Auspichiamo di SI

28 gen 2013

FLOP ALLA SAF SPA

FLOP ALLA SAF SPA per «NO MUNNEZZA DI ROMA E VATICANO».......ma c' era da aspettarselo....molto politicizzata da «LEFT»(SINISTRA) per campagna elettorale acchiappavoti ed è questa e solo questa l' amara verità causa del conseguente FLOP di partecipazione dei Cittadini 

Un' alta presenza  di Politici candidati alle prossime lezione del 24-25 febbraio, tra l' altro organizzatori dell' evento,  ma una bassa partecipazione del Popolo Sovrano schifato da cotanta sfrontatezza.
Sono più di 20 anni che governano il territorio e lo hanno trascurato, mandando a rotoli l' economia e la salute..... hanno maltrattato e vilipeso il Popolo Ciociaro ed ora il colpo di grazia del Decreto Clini, di cui solo i 91 Sindaci Frusinati, il presidente della SAF SpA Fardelli, i Governanti tutti della Provincia ed i Governanti della Regione sono gli artefici.
E' giusta e sacrosanta la rabbia dei manifestanti, ma riversarla  sui lavoratori che volevano entrare in fabbrica con calci e pugni e scassamento dell' autovettura è di una inciviltà più unica che rara.......alla faccia di chi invitava ad una manifestazione pacifica e civile come il Sindaco di Roccasecca che, addirittura ha invitato i commercianti a sostenere la sua manifestazione di protesta di questa mattina davanti alla SAF SpA.
Il Sindaco Giorgio, con una missiva indirizzata a tutte le attività commerciali, all' Ufficio Commercio ed alla Polizia Locale, nonchè ai Carabinieri, invitava i Commercianti a chiudere bottega dalle ore 8 alle ore  9 per andare a protestare.....se la poteva proprio risparmiare ......nessuno ha risposto PRESENTE......ma è normale questo? è stata opportuna la missiva ? e pensare che voleva pure coinvolgere la Scuole alla Manifestazione Pacifica e Civile !!!!!!mah!
Manifestare è un diritto,  ma farlo in modo civile e pacifico cosa che i Sinistrozzi proprio non sanno fare.....la rabbia che hanno in corpo è proprio tanta che la sfogano sui poveri Cristi che la pensano diversamente.
Ma è altrettanto giusta e sacrosanta la libertà di che sceglie altre strade contestatorie legittime, visto e considerato che, chi ci ha governato  e nel corso di questi 20 anni ha gestito non male, ma malissimo «LA MUNNEZZA» Ciociara pur avendo TMB (Trattamento meccanico-biologico ), INCENERITORE E DISCARICA...NON DIFFERENZIANDO.....(PERCHE?)
Roccasecca, sede di discarica, fruisce di un ristoro annuale per il disagio ed  il Sindaco di Roccasecca, Giorgio quanti soldi ha intascato dalla Discarica ? Sicuramente non li ha destinati all' ambiente come norma vuole o no ?
Cari Sindaci e Politici Locali.......il problema lo avete creato Voi e potete anche risolverlo .......RESTITUITE LA FASCIA TRICOLORE E AZZERATE LE GIUNTE ...O FATE VOI..... MA STOPPATE IL DECRETO CLINI .
POCHE CHIACCHIERE E FATTI...SOLO FATTI...  ALTRIMENTI...... IL NON VOTO CERTIFICATO

27 gen 2013

PRIMA O POI ...TUTTI SANNO TUTTO...

PRIMA O POI ...TUTTI SANNO TUTTO...Allo stato dell' arte, sembrerebbe che il Summit dell' altro ieri sera al Ministero dell' ambiente tra la delegazione Istituzionale Ciociara capitanata dal Presidente della SAF SpA di Colfelice ed il Ministro dell' Ambiente, Clini,  si sarebbe protratta fino a notte fonda e terminata con un suo perentorio ducesco  «Non ho intenzione di cambiare il decreto» - manderò i NOE...
Praticamente, il Fardelli (Presidente della SAF SpA), il Patrizi ( Presidente ff della Provincia di Frosinone ) ed i Sindaci non meglio specificati dalla stampa odierna ma sembrerebbero Giorgio di Roccasecca), Donfrancesco di Colfelice, Salvati di San Giovanni I. e Notaro di Pontecorvo, son tornati da Roma con le pive nel sacco....valse a nulla le lagnaze dei politici Sindaci Locali ....tan poco le obiezioni squisitamente tecniche sollevate dal Presidente Fardelli che a chiare lettere ha affermanto tra l' altro di non “poter recepire questo contratto proposto (o imposto) dall’Ama che, facendo gagliardissima sponda sul Decreto ministeriale, devia tonnellate di rifiuti da trattare verso lo stabilimento TMB dell’alto Cassinate (via Casoni  del giornale online  Smart.......)Qui trovi il post di Casoni sul giornale online SMART
Quanta fumosità, quanta intrasparenza in questo Summit.......come al solito, d' altronde.....Ma.... i Movimento Ambientalisti si bevono come oro colato proprio  tutto quello che la stampa recita e non si pongono alcuna domanda personalizzata ?
Ad esempio, del contratto con AMA  ne sono a conoscenza ? Quanta «munnezza" di Rome ecc. ecc arriverà? per quanto tempo? Quanti soldi prenderà la SAF SpA ed i Comuni interessati quali bonus riceverenno per far inquinare ancora di più la Ciociaria?
Con quale coraggio chiamano alla dura e duratura mobilitazione vista la «sola"  conclamata dell' arrivo della «munezza" di Roma, Ciampino, Fiumicino e Vaticano ed i Politici Locali imperterriti  a fare passerella acchiappavoti ? I POLITICI LOCALI HANNO CANCELLATO L' AMBIENTE E LA SALUTE dei Ciociari del Quadrilatero della Morte ( Roccasecca,  Colfelice, Pontecorvo, San Giovanni ) dalle loro agende, per oltre un ventennio, ed ora hanno anche il coraggio di ribussare «al voto» stante la spada di Damocle ma non tanto,  dei Rifiuti di Roma, Fiumicino e Vaticano al TMB SAF SpA di Coleflice-
Ma i 24 ed il 25 siamo stati chiamati alle urne per il rinnovo del Parlamento e della Regione Lazio ......abbiamo in mano un' arma micidiale :...IL NON VOTO....USIAMOLA AMICI ......altro che barricate acchiappavoti.....LA RESPONSABILITA' E' DEI SINDACI E DEI POLITICI LOCALI CHE NON SONO STATI CAPACI DI FERMARE L' ULTERIORE SCEMPIO DEL NOSTRO TERRITORIO... 

24 gen 2013

L' INCHIESTA


 L' INCHIESTA di oggi, 24 gennaio 2013 ha dato ampio risalto alle proteste dei cittadini del quadrilatero della «MORTE», Roccasecca, Colfelice, San Giovanni Incarico e Pontecorvo, per stoppare l' insano progetto del Ministro Clini di fuorviare i Rifiuti di Roma, Fiumicino, Ciampino e Vaticano alla SAF SpA

La protesta del NON VOTO del presidente del Comitato «NO TARSU» ha il sapore di nuovo e di buono....cosa buona e giusta in questo frangente.....i Politici devono capire che il TERRITORIO E' SACRO ed è  già in sofferenza ed ha raggiunto punti di criticità già alti per i Rifiuti Provinciali......la salute e l' ambiente vanno salvaguardati a tutti i costi ed in qualsiasi modo e/o maniera.

TUTTI I CITTADINI DI ROCCASECCA-COLFELICE SAN GIOVANNI I.-PONTECORVO E  DEGLI ALTRI 87 COMUNI DELLA PROVINCIA  PROTESTE DIVERSE PER UN UNICO OBIETTIVO 
« NO AI RIFIUTI DI ROMA, CIAMPINO E VATICANO» 

22 gen 2013

LA «REVOLUCION»


LA  «REVOLUCION» nelle Piazze o davanti alle fabbriche come SAF SpA di Colfelice (FR) è  solo dispendio di soldi pubblici, di tempo e con la  presunta carica della Polizia, ......e il rischio manganellate? NO GRAZIE .....le vere RIVOLUZIONI DI CIVILTA' si fanno nelle  Urne con una bella verbalizzazione del non voto..NO...IO NON VOTO..QUESTI NON MI RAPPRESENTANO
Diceva " Aldo Moro. “ Quando si dice la verità non bisogna dolersi di averla detta. La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi. .....
Politica collusa..... politici collusi......questa è l' amara verità e se siamo a questo punto, per quanto concerne l' emergenza rifiuti di Roma, Fiumicino, Ciampino e  Vaticano, fronteggiata con il riversamento alla SAF SpA di Colfelice il prossimo venerdì 25 gennaio 2013, è grazie agli imbeRlli politici locali, i 91 Sindaci della Provincia di Frosinone ed agli amministratori provinciali, passati e presenti.
Al di là delle azioni legali, che pare siano state intraprese dai suddetti, avverso il Decreto Ministeriale de Tecnico Clini, ma allo stato dell' arte, pare non ci sia un' azione a posteriori e più incisiva contro la DIFFIDA DEL COMMISSARIO SOTTILE avente questi punti:
La durata di 120 giorni, improrogabili, del conferimento dei rifiuti extra provinciali  alla SAF SpA?.
La quantità di 400 tonnellate di «munnezza» al giorno x 7 giorni neppure il riposo domenicale.
Lo scarto del rifiuto, dopo il trattamento, conferito alle discariche al di fuori della Provincia di Frosinone  (munnezza ed odori nauseaboni che vanno e che vengono).
I camion che portano i rifiuti di Roma e Vaticano alla SAF SpA di Colfelice escono ed entrano, alternativamente, dai caselli autostradali di Ceprano e Pontecorvo.
Ma di compenso, in termini di moneta (€) per questo piccolo inconveniente, non è dato sapere, sicuramente qualcosa ci sarà per i Sindaci affamatio di moneta,  tanto che si vocifera che il Sindaco di Ceprano, Sorge (?) , ne abbia  fatto espressa richiesta per riaggiustare le strade che subiranno lo sfondamento (dissesto) dal via vai di camion pieni di «munnezza».
Insomma, Decreto Ministeriale illegittimo e Diffida Commissariale?
Tutte e due, sicuramente,  un vero e proprio ATTENTATO ALLA SALUTE PUBBLICA ED ALLA VIVIBILITA' DEL TERRITORIO PER IL DISASTRO AM BIENTALE.
E' stato reso pubblico dal Sindaco di San Giovanni Incarico, un documento un tantinello mistificatorio, questo si, ma la sostanza resta buona uno stralcio del Rapporto ERAS Lazio  inerente la "Valutazione epidemiologica dello stato di salute della popolazione esposta a processi di raccolta, trasformazione e smaltimento dei rifiuti urbani nella regione Lazio", quando Roccasecca, San Giovanni I., Colfelice e Pontecorvo era il bacino virtuoso appecorato della Provincia di Frosinone.
Ora il bicchiere è colmo e perciò BASTA !..Basta con l' ulteriore devastazione del quadrilatero della MUNNEZZA.
Questa volta, con Manifestazioni come quella del 25.01.2013, che  pur non condividendo, rispetto, con azioni legali dei  91 Sindaci, con l' intervento di ITALIA NOSTRA e dei Comitati  metteranno in atto azioni incisive per salvaguardare l' economia, ma soprattutto l' ambiente e la  salute.
Ma, se  i Politici Locali, soprattutto la pletora dei candidati Ciociari, non saranno in grado di far ANNULLARE il  Decreto Clini e la DIFFIDA Sottile, prima del 24-25 febbraio p.v.e se non si attiveranno  affinché venga eseguito un monitoraggio dell’aria per conoscere, in modo completo ed approfondito, le situazioni di criticità esistenti nelle zone ove insistono gli impianti di smaltimento, SAF SpA e MAD srl.......dovranno subire, per loro incapacità manifesta,  l' onta del NON VOTO ......CI SARA' UNA CAMPAGNA ELETTORALE DEL PARTITO DEL NON VOTO di questo tono:

AMICI CARISSIMI, ABBIAMO IN MANO UNA POTENTISSIMA ARMA FUMANTE---IL NON VOTO-ALTRO CHE MANIFESTAZIONI E SOMMOSSE DI PIAZZA CHE LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO ,,,,CHE SONO SOLO PASSERELLE ACCHIAPPAVOTI PER I POLITICI NOSTRANI, CHE HANNO AMPIAMENTE DIMOSTRATO DI NON SAPER DIFENDERE IL TERRITORIO DALLO STRAPOTERE DI ROMA E VATICANO ,,,,E' ORA DI FINIRLA !!! IL DECRETO DEL MINISTRO
CLINI E LA DIFFIDA DEL COMMISSARIO SOTTILE VANNO ENTRAMBI  ANNULLATI  PRIMA DELLE ELEZIONI DEL 24-25 FEBBRAIO ........E ALLORA ?....BASTA!!!! IL 24-25 FEBBRAIO ANDARE AI SEGGI ..FARSI VIDIMARE LA SCHEDA ELETTORALE E DICHIARARE.....IO NON VOTO PERCHE' NESSUNO DI QUESTI SIGG. CANDIDATI MI RAPPRESENTA

21 gen 2013

A CHE GIOCO GIOCANO

A CHE GIOCO GIOCANO, il neo Presidente della Provincia di Frosinone, Patrizi, i 91 Sindaci Frusinati, il Presidente della SAF SpA, Fardelli, ed il Sig. Prefetto Soldà, se, non sono capaci di dire a chiare lettere al Ministro Clini di ANNULLARE IL SUO SCIAGURATO - SCELLERATO DECRETO ?

Che Roccasecca ed i Paesi Limitrofi siano  diventati il  «letamaio» del Lazio grazie alla SAF SpA, e la vicina Mad srl è cosa notoria;
Che la SAF SpA di Colfelice, Pubblica gestione provinciale, «mal tratta» i rifiuti con un sistema privo di sicurezza ed a mezzo servizio (metà umido e metà all' incenerite), di riciclo neppure l' ombra;
Che la puzza ammorba l' aria e che questa  non sia delle più salubri  lo stiamo sperimentando sulla nostra pelle in termini di malattie e morti;
Che Roccasecca, pur avendo innalzato stratofericamente, la Tariffa Tarsu dal 2011 per iniziare la Raccolta Differenziata Porta a Porta a tutt' oggi, di questo processo virtuoso neppure l' ombra, checchè se ne dica;
E Che anche tanti altri paesi del Frusinate, tipo Cassino, stanno nelle stesse condizioni di Roccasecca;
Subire la tracotanza di Clini e Sottile con il gioco delle parti del neo  presidente della Provincia,  dei 91 Sindaci e del Prefetto NO ......NO.....NO......NON CI STIAMO  PIU' .....I RIFIUTI DI ROMA E VATICANO....NON SONO «COSA NOSTRA».....
Cari Sindaci avete fatto ricorso al TAR sì o no? Potete anche impegnarVi a far ritirate, «in  autotutela», al Ministro Clini, il suo stramaledetto decreto ....Noi Roccaseccani NON VOGLIAMO LA «MUNNEZZA» DI ROMA  E VATICANO E SE NON SI ANNULLA TUTTO ......IL NOSTRO VOTO I POLITICI LOCALI SE LO POSSONO SCORDARE.......

Ecco cosa mi ha scritto una amico di Cassino in posta privata:
Nannarè, ho letto il tuo intervento sulla monnezza che vogliono portarci da
Roma, sul quotidiano "L' Inchiesta" di ieri, 19 01.2013, hai ragione perché sarete soprattutto voi, con la discarica di Cerreto, e Colfelice con la Saf a pagarne le conseguenze. Ma come, se la SAF non riesce a trattare e a separare del tutto i rifiuti Chi, quando e come controllerà che siano rispettati tutti i vincoli legislativi in termini di emissioni inquinanti in atmosfera, di cicli di di manutenzione programmata, del rispetto della rispondenza al codice CER dei rifiuti da trattare, della qualità dell'aria delle zone circostanti per una distanza che dovrebbe essere fino a cinque Km., ecc. l' ARPA Lazio? Stendiamo un velo pietoso se vediamo cosa è venuto fuori dalla "gestione" dell'inceneritore di Colleferro e poi, stante anche una legislazione, in qualche caso accomodante e lasciva, la poca chiarezza delle gestioni dalla SAF, di Cerreto e dell'inceneritore di San Vittore. Se poi andiamo ad aggiungere che il SISTRI ancora non riesce a partire, il quadro è completo. La conseguenza sarà che i miasmi nell'aria che state assorbendo, aumenteranno ancora di più. Per la situazione dei rifiuti nel Lazio, sarebbero da mettere alla gogna tutte le amministrazioni di destra e sinistra, dalla Regione, alle Province e ai Comuni che si sono succedute negli anni. Per il 2012, secondo il Decreto Ronchi, la raccolta differenziata avrebbe dovuto essere del 65% e, se arriviamo in media al 20%, è grasso che cola. La RD porta a porta mai è partita perché sarebbe stata lesiva degli interessi di Cerroni per Malagrotta, della SAF per i trombati della politica, di Lozza per Cerreto, di ACEA (con dentro i Caltagirone). Devi anche sapere che Marrazzo, all'epoca commissario per i rifiuti, dichiarò che l'inceneritore di San Vittore lavorava al 40% della propria potenzialità, nonostante i rifiuti provenienti da Veneto e dalla Toscana, ora si sa arrivano anche dalla Lombardia e non per niente hanno costruito una linea in più. La domanda è: quali rifiuti avrebbero trattato e/o bruciato questi impianti se la RD oggi era a regime secondo le direttive del Decreto Ronchi.

19 gen 2013

E' ORA DI FINIRLA !!!!!


E' ORA DI FINIRLA !!! IL DECRETO DEL MINISTRO CLINI VA ANNULLATO PRIMA DELLE ELEZIONI DEL 24-25 FEBBRAIO .......Grazie al quotidiano «L' Inchiesta» di oggi che ha dato spazio al pensiero del Presidente del Comitato « NO TARSU».

I Politici Ciociari hanno ampiamente dimostrato di non saper difendere il territorio dallo strapotere di Roma e del Vaticano....E ALLORA ?....BASTA!!!!  IL 24-25 FEBBRAIO  ANDARE AI SEGGI ...FARSI VIDIMARE LA SCHEDA ELETTORALE E VERBALIZZARE IL NON VOTO.....IO NON VOTO ...QUESTI NON MI RAPPRESENTANO.......
Quotidiano l'INCHIESTA del 19.01.2013 pagina 25






18 gen 2013

LA DIGNITA' CIOCIARA VILIPESA

LA DIGNITA' CIOCIARA VILIPESA dall' imperio arrogante della  "Colonìa" di Roma e Vaticano,  con il beneplacido della classe Politica Locale, principale responsabile di TUTTO, compreso la "macelleria" sociale, chiusura ospedaliera e il disastro ambientale dei manufatti fatti male e mal funzionati (sperpero di denaro pubblico)

La "munnezza" di Roma, Fiumicino  e Vaticano,  il Ministro Clini ed il Commissario Sottile, la destinano alla Colonia Ciociara ed è un atto a dir poco da indignazione e sommossa popolare, ma non contro il Clini o il Sottile, chiamati e ben remunerati, a mettere pezze alla emergenza rifiuti della Capitale e della Città di Benedetto XVI, bensì contro i POLITICI CIOCIARI, incompetenti, inefficienti ed inefficaci
Roma deve essere ripulita così come la Città del Vaticano ed essendo "Malagrotta" satura, satura, ed in arrivo dure sanzioni europee, i suindicati Sigg.ri riversano i Rifiuti nella Pattumiera Colonica Ciociara tanto nessun Politico ha avuto, ANTE, la forza e la capacità di Fermare il DEclino.
Ora che c' è il Decreto contro il quale si stanno attivando con ricorsi al TAR ed al Consiglio di Stato, altro non si può perchè c' è scritto a chiare lettere che gli amministaratopri, dopo essere stati ciuciullati dai rispettivi Prefetti, se puta caso si  oppongono con la forza ai camioni pieni di "merda" dei Romani e dei Papalini, verranno diffidati ......Capito ???????
Ma la responsabilità di TUTTO,  torno a ripetere, è degli amministratori Ciociari che son vissuti e sono andati, gli stolti,  sempre, con il cappello in mano, incapaci di reagire con forza e competenza ai soprusi.
Il bicchiere è colmo e, se la "munnezza" di Roma, Vaticano, Fiumicino ......arriva alla SAF SpA di Colfelice, la responsabilità è dei Sindaci e solo dei SINDACI che hanno preso i benefit ambientali e non li hanno riutilizzati per l' ambiente e non hanno messo i paletti allo strapotere del Presidente della SAF SpA......la responsabilità è anche delle Associazioni ambientaliste Sinistrose che hanno dato spazio e fatto fare solo carriera politica a persone immeritevoli ed incapaci.......INSOMMA, CON QUESTA "MUNNEZZA" IN ARRIVO........SI RIVEDRA' UN FILM GIA' VISTO...DISORDINI SOCIALI,,,NON PER L' AMBIENTE MA PER PROCURARE QUALCHE POLTRONA AI POLITICI DI SINISTRA....

15 gen 2013

LA CIRCOLARE INPS NON E' LEGGE

LA CIRCOLARE INPS NON E' LEGGE - L' aberrante circolare n. 149 del 28 dicembre 2012 che tagliava-toglieva i diritti agli invalidi civili al 100% di percepire pensione di invalidità quando  la somma dei redditi dei coniugi superava i 16.127, 30, euro è stata revocata  dal Direttore Generale Nazionale dell’INPS, Mauro Nori, con nota di ieri.


I «Poteri Forti» si sanno difendere bene, aprioristicamente, i «Deboli» vengono aggrediti, vessati, spremuti sempre e, se non si sanno difendere e/o non trovano la strada giusta per difendersi, soccombono sempre e comunque.
Questa volta, grazie al tempestivo intervento delle associazioni degli invalidi, dei Patronati, delle organizzazioni sindacali e di diversi amministratori ed esponenti istituzionali, ed anche forse, al mio piccolo contributo tramite il mio blog...Qui trovi il post e/o forse anche perchè siamo sotto elezioni, la revoca di quella esecrabile circolare 149, è stata piuttosto tempestiva.
L' INPS di Mastrapasqua, Mister  UNMILIONEDUECENTOMILA EURO-SANGUE NOSTRO, fa marcia indietro...... ci ha provato, con improntitudine,  a togliere quel piccolo sollievo di pochi euro alle persone già toccate  dalla cattiva sorte, a togliere anche la dignità.
Con l' auspicio che in futuro, ci si rifletta bene,  prima di toccare chi già è martoriato dal destino.
Solidarietà e condivisione, in uno Stato di Diritto, non dovrebbero mai venir meno.
Ora tranquilli caro amici disabili al 100% ... il Direttore INPS Nori ha dichiarato: «sia nella liquidazione dell’assegno ordinario mensile di invalidità civile parziale, sia per la pensione di inabilità civile si continuerà a far riferimento al reddito personale dell’invalido».
QUI TROVI IL POST DA DOVE E' STATA PRESA LA NOTIZIAhttp://www.giornaledibrescia.it/in-citta/salve-6mila-pensioni-di-invalidita-bresciane-1.1508586

13 gen 2013

ASL CIOCIARA COMMISSARIATA ?

LA ASL CIOCIARA COMMISSARIATA ?sembrerebbe di sì,  e già da ieri sera, circolano voci:- fuori il direttore generale F.F., Mauro Vicano, per dare la poltrona prestigiosa ad un generale della Guardia di Finanza in pensione, Vincenzo Suppa.


Ora, con tutto il  rispetto per il generale Suppa, senza  responsabiltà alcuna, ma era proprio questo il momento di defenestrare il Vicano, visto che non lo aveva fatto la Polverini ?
Siamo ad un mese e dieci giorni circa per il rinnovo del Parlamento Italiano e del Governo della Regione Lazio....e questa nomina, così improvvisa, a tale vigilia, lascia basiti i Ciociari già in angoscia per la situazione dei tagli di Polverini prima e di  Bondi dopo.
Come è notorio, il dr. Vicano venne nominato Direttore Generale  dopo l' improvviso decesso del dr. Carlo Mirabella essendone il vice, ma, secondo Rumors,  sembrerebbe sia stato fatto fuori perchè non accondiscendente ai tagli della Sanità Ciociara del Ministro Bondi.
E' vero ? è falso ?
Ufficilamente, atto dovuto, perchè abbondantemente trascorsi i 6o giorni dalla vacazio del compianto dr. Mirabella e per intervento della FIALS ( Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità)  che richiedeva l' applicazione della Legge in materia.
Boh! hanno aspettato tanto ....giorno più, giorno meno che differenza faceva ?
Stallo della Sanità Ciociara, in brutte, anzi bruttissime acque come la situazione dei Rifiuti di Roma dirottati dall' altro Tecnico, amico di Bondi, Clini, nel letamaio Ciociaro dei siti di Roccasecca, Colfelice, San Vittore.
Praticamente siamo dis- amministrati e mal difesi dei Politichini Locali che, a tutto stanno a pensare, in questi giorni di lecchinaggio elettorale per un posticino al sole, fuorchè a risolvere le problematiche ambientali e della Sanità.
Una sanità allo sfascio, quella della nostra amata terra ciociara, sotto doppio commissariamento,  Regionale e Provinciale e tra gli ospedali chiusi, quelli a rischio chiusura, così come a rischio chiusura il reparto di ematologia dello Spaziani di Frosinone, i Reparti   di oculistica, otorino, gastroenterologia e pneumologia. del Santa Scolastica di Cassino ed il Reparto di  ginecologia di Sora.
E loro si sollazzano, alla vigilia elettorale con il togliere la poltrona ad uno per darla ad un altro a solo un mese dalle elezioni.
Basta con questi giochini di bassa lega.......

10 gen 2013

GARA DI APPALTO NEBBIOSA

GARA DI APPALTO NEBBIOSA molto, molto nebbiosa,  quella che si è tenuta al Comune di Roccasecca in data 8 gennaio u.s., per l' assegnazione della Raccolta Differenziata porta a porta, con unico partecipante aggiudicatario «Ditta San Galli».


Dopo anni di solo tartassamento TARSU ai cittadini di Roccasecca, con la promessa della Raccolta Differenziata, alla vigilia della sentenza del TAR di Latina relativa al ricorso presentato dal Comitato «No Tarsu», accelerata di  Giorgio Bis puzza di fuffa.
Dopo tanta «inerzia»,  a Giorgio Bis,  è venuta la" prescia" di  appaltare la raccolta differenziata porta a porta prima del 10 gennaio 2013.
Ma si sa che la la gatta presciolosa fa gattini ciechi .......o meglio il più incisivo motto roccaseccano: «chi fa lest caccosa c' ammesca».
Intanto, il Comitato «No Tarsu» è orgoglioso di tutte le battaglie contro l' iniqua tassazione di Giorgio Bis, e oggi si è tenuta l' udienza decisiva del TAR  e già in serata potrebbe essere resa pubblica  la Sentenza.
Ma ritornando alla Gara di Appalto Europea, nata con un RUP ( arch. Delli Colli) è proseguita a tambur battente con un altro RUP ( geom. Antonio Antonellis),  con atto e decisione cui non è stata data alcuna pubblicità.
L' anomalia di quest' ultimo RUP è che non ha seguito le procedure di rito di cui al ruolo ( esempio.... la nota di spostamento delle date della gara è a firma dell' arch. Recine ) e diversi scostamenti da quanto riportato sul bando e sul disciplinare di gara.
L' arch. Pietro Recine,  che non è il RUP, con nota del 24 dicembre 2012 posticipa al 04 gennaio 2013 alle ore 12:00 la consegna delle buste delle ditte partecipanti alla gara di appalto e chiaramente posticipa  anche la 1° riunione della Commissione aggiudicatrice, che avverrà in  data 08 gennaio 2013 alle ore 10:00 presso la sede del comune di Roccasecca.
E poi,  nel  bando e nel disciplinare di gara c' erano tante fasi da rispettare che da come appuriamo dai giornali, saltate o avvenute nelle secrete stanze.
Con quale atto e quando  è stata nominata la Commissione giudicatrice composta da Resp. del Servizio RUP, geom. Antonio Antonellis, dal membro interno e/o esterno  del Comune, Arch. Andrea Testa ),dal membro esterno, esperto in materia,   arch. Ezio Savo di Torrice, e un 4 componente, membro esterno esperto in materia.
Ma neppure la cronologicità delle diverse tre sedute  è stata rispettata visto che pare sia stato fatto tutto  in una seduta.
Comunque sul sito del Comune nulla è visibile e rintracciabile.
Da  bando e da  disciplinare di gara,  l' espletamento della Gara Europea per la Raccolta Differenziata andava svolta in tre sedute:
1^ seduta pubblica per il controllo  del plico e busta A (documentazione).-
2^ seduta  segreta  per l' offerta migliorativa busta B
3^ seduta pubblica per apertura busta C  ( ribasso  ).
Il pubblico era a conoscenza solo della prima seduta, quella notificata dall' Arch. Recine, ma delle altre due nulla è stato notificato on-line.
Si viene a conoscenza dal giornale di oggi che a Roccasecca  si differenzia e la Ditta è la San Galli che la fa a basso costo rispetto all' Unione Cinque Città.
La Ditta San Galli è stata l' unica che ha partecipato alla Gara di Appalto Europea del Comune di Roccasecca e  se l' è aggiudicata con  ribasso 1,75% , un pò pochino o no?

09 gen 2013

NO ALLA « MUNNEZZA» DI ROMA

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI FROSINONE, ANTONELLO IANNARILLI, ED I   91 SINDACI DEI COMUNI PROVINCIALI, STOPPANO CON RICORSO AL TAR



IL MINISTRO DI UN GOVERNO SCADUTO CHE SI ARROGA L' ULTIMO ATTO SCELLERATO DI  SPALMARE  I RIFIUTI DI ROMA SULLA REGIONE LAZIO E PARTICOLARMENTE ALLA SAF DI COLFELICE  ED ALLA MAD DI ROCCASECCA.
COMPLIMENTI AGLI ATTORI ( 91 SINDACI DELLA PROVINCIA DI FROSINONE) CHE OGGI, TUTTI D' ACCORDO, HANNO STABILITO DI RICORRERE AL TAR CONTRO IL DM DEL TECNICO CLINI, RESTANDO IN FIUDCIOSA ATTESA DELLA SOSPENSIVA;
COMPLIMENTI ANCHE A FARDELLI RESP. DELLA SAF CHE HA DETTO A CHIARE LETTERE CHE L' IMPIANTO NON E' IDONEO ALLA LAVORAZIONE DELLE TONNELLATE DI RIFIUTI DELLA CAPITALE ( MA NON AVEVA DATO L' OK AL MINISTRO DELL' AMBIENTE? );
E COMPLIMENTI ANCHE A CHI DA QUESTA PANTOMIMA FA IL DEMAGOGO/A PER ACCHIAPPARE VOTI;
COMPLIMENTI PURE AGLI AMBIENTALISTI  LOCALI CHE, IN TANTI ANNI DI LOTTE ISTERICHE DA INTEGRALISTI SINISTROSI, NON HANNO SAPUTO CAVARE UN RAGNO DAL BUCO

08 gen 2013

LAVORI PUBBLICI ROCCASECCANI

LAVORI PUBBLICI ROCCASECCANI sotto la lente d' ingrandimento del Tribunale e Guardia di Finanza 

già da ieri, 7 gennaio 2013 e anche oggi, posti di blocco delle Fiamme Gialle-CTU- Vigili Urbani di Roccasecca, camioncini ed operai, a fare carotaggi su alcune strade campionate dal Giudice e G.F.
Perforano l' asfalto gettato durante la campagna elettorale acchiappavoti del Sindaco Giovanni Giorgio, per sondare la qualità e la quantità del catrame?
Fanno prelievi di campioni di asfalto  a scopo di analisi chiamati carote.
Qualsiasi cosa facciano, è, sicuramente, un grosso problema per l' Amministrazione Giorgio Bis, visto che c' è nell' equipe del carotaggio, a fianco del CTU ( ing. del Tribunale) un CTP ( un consulente  di parte), a chiamata diretta  del Sindaco di Roccasecca e sarebbe  il geometra Roberto Nardone di Cassino(??????).
Altro tecnico esterno, altri soldi della collettività sperperati.......ma il Tecnico Comunale non poteva, o non era adatto, a fare simile controllo di affiancamento al CTU?
Praticamente, qualcosa non quadra in quei lavori di aggiustamento delle strade ( Via Piave, Via Molise ecc-ecc), se La Procura di Cassino  indaga  e manda il CTU....la Guardia di Finanza controlla e manda i Finanzieri e tutti e due chiedono l' assistenza del Comando dei Vigili Urbani di Roccasecca.
Grande assente il Tecnico Comunale che, secondo il modesto parere dei benpensanti roccaseccani, era la persona giusta, sia per competenza che per informazione dei fatti procedurali degli appalti e dei lavori eseguiti dalle ditte appaltate .........ma!...già!........l' Amministrazione Giorgio Bis, lo «spending review» non lo applica.......

07 gen 2013

ODORE DI PROCURA questa mattina a Roccasecca.


ODORE DI PROCURA questa mattina a Roccasecca. In alcune strade, o meglio, in quelle beneficiate dell'asfalto elettorale del Sindaco Giorgio Giovanni,  sono state avvistate postazioni del Comando della P.L, Guardia di Finanza, camioncini e trivelle e un CTU del Tribunale che campionava tratti di strada....

Blocchi stradali, divise delle fiamme gialle, macchina della Polizia Municipale camioncini, lavoratori che sondavano e aprivano tratti di strada per sopralluoghi particolari, visto che, a detta dei Rumors c' era pure un CTU (Consulente Tecnico d' Ufficio), ingegnere e come si sa il CTU, in questo caso  è il professionista cui il Giudice del Tribunale di Cassino ha affidato l’incarico di effettuare accertamenti di carattere tecnico, utili ai fini del giudizio.
Insomma pare che la GIUSTIZIA stia facendo il suo corso in merito all' asfalto elettorale  messo a dicembre 2010, qualche mese prima delle consultazioni elettorali, solo  per acchiappare VOTI.
In pieno inverno e sotto le festività natalizie del 2010, i cantieri, a macchia di leopardo sul territorio roccaseccano, somministravano bitume di pessima qualità e pioveva pure, cosicchè l' attacco non fu neppure omogeneo.
Via Piave, l' arteria principale dello Scalo,  un esempio........  appena imbelletteta con uno sputo di asfalto disomogeneo dopo qualche giorno dalla gettata già lasciava trapelare  crepe e avvallamenti.
Quindi, a distanza di qualche annetto, tutti i nodi stanno venendo al pettine, e se si dovessero ravvisare lavori non a norma di legge, saranno membri acidi per il Sindaco, la Giunta e il Resp. dell' epoca  dell' Ufficio dei LL. PP.
Auspico, comunque, che,  gli appalti, i lavori, i materiali, la qualità-prezzo, risultino congrui ed eseguiti nel rispetto di tutti i dettami normativi civili, penali, amministrativi, tributari.

06 gen 2013

L' IMU TASSA INCOSTITUZIONALE


IMU - TASSA INCOSTITUZIONALE - facciamo ricorso al Comune e poi, trascorsi 90 giorni, di silenzio o di non accoglimento, Class Action alla Commissione Tributaria Provinciale.

L' imput viene dall' ex Ministro dell' Economia del Governo Berlusconi Giulio Tremonti........
L'Imu "è una patrimoniale permanente alla quale si deve e si può fare ricorso alla Corte Costituzionale".
L'Imu "è diseguaglianza tra cittadini: viola la capacità contributiva, viola l'uguaglianza, non è un'imposta sulla proprietà, ma contro la proprietà".
L' Imu colpisce tutti indiscriminatamente con forte penalizzazione per le fasce deboli della società-
Non si può che essere d' accordo sulle motivazioni di incostituzionalità e quindi, anche se il Codacons, pare che abbia fatto ricorso al TAR, il Comitato «NO TARSU» di Roccasecca ha predisposto il seguente modulo di richiesta RIMBORSO che chiunque può scaricare, riempire e consegnare al Comune di Roccasecca-Ufficio Tributi-.......Il Presidente, ha già predisposto il modulo che produrrà domani, lunedì 7 gennaio 2013.......Basta ingiustizie vessatorie ed illegittime........BASTA IMU VERO E PROPROPRIO ESPROPRIO INDISCRIMINATO, INGIUSTO ED INIQUO........ANCHE QUESTA E' UNA BATTAGLIA DI CIVILE DEMOCRAZIA DEL COMITATO «NO TARSU»

QUI TROVI IL FACSIMILE DELLA RICHIESTA RIMBORSO IMU

COMUNE DI _________________________
AL SERVIZIO TRIBUTI  DEL COMUNE DI ROCCASECCA
OGGETTO:  Richiesta RIMBORSO IMU
       
Il sottoscritto/Ditta   _________________________________________________________  
 nato a ____________________________il _______________________________________
 residente/sede  a ____________________Via _______________________________    n.___
C.F./ P.Iva :__________________________________  Tel n. ________________________

 
                                                               CHIEDE 
in considerazione della incostituzionalità dell'IMU, per violazione degli articoli 3, 47 e 53 della Costituzione, il rimborso delle seguenti somme pagate a titolo di IMU:
Anno 2012  per  €...........................€............................€..............................€,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Le ragioni della incostituzionalità si possono sintetizzare come segue.  L'IMU e' una imposta
incostituzionale per effetto del meccanismo applicativo con cui e' stata congegnata ed imposta dal Decreto Legge n.201/2011.
In particolare, i vizi costituzionali dell' IMU hanno origine e derivazione dalla scelta di sviluppo della sua base imponibile, identificata in valori immobiliari che sono stati rivalutati di colpo e di imperio, in forma lineare, senza alcun collegamento con i valori economici reali sottostanti ed in più senza flessibilita' nella previsione di criteri correttivi successivi.
Criteri di flessibilita' che sono invece assolutamente necessari, dato che l'IMU e ' una imposta patrimoniale permanente.
E' cosi' che, nella meccanica dell'IMU, l'errore iniziale di elevazione verticale della base imponibile si moltiplica e si amplifica irrazionalmente con il progredire della crisi.
I valori immobiliari possono scendere o precipitare (ed in realta' stanno davvero scendendo o precipitando), ma il debito di imposta resta sempre uguale.
Con effetti perversi di dissociazione dell'IMU dai principi costituzionali di capacita' contributiva e di eguaglianza tra i cittadini.
In specie, a parità' di presupposto di imposta – ad esempio uno stesso tipo di casa - ci sarà chi la può conservare  perché ha altri redditi sufficienti redditi per pagare l’IMU.
Ci sara' invece chi e' costretto a venderla - la sua casa - perché non ha altri redditi con cui pagare l'IMU.
E’ questo un assurdo ulteriormente incostituzionale perché da una parte la Costituzione favorisce l'accesso alla "proprieta' dell'abitazione" e "tutela il risparmio", dall'altra parte l'IMU va in direzione radicalmente opposta: non favorisce l’accesso ma il decesso della proprietà dell’abitazione, non tutela ma attenta alla base stessa del risparmio.
Allega i seguenti documenti:
•  fotocopia bollettini di pagamento                                                      Firma


 

05 gen 2013

L' ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI


L' ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI  L' IMPORTANTISSIMO ! CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO DI LUNEDI' 7 GENNAIO 2013 ALLE ORE 11 per discutere, la problematica imminente della decisione di trasferire i rifiuti di Roma nella discarica di Cerreto. E' importante esserci, è importante partecipare, così  recita l' assessore Marcuccili su facebook

Sì,  è l' ennesima situazione di m......in cui sguazza l'Amministrazione Giorgio Bis che, invece di prendere, come si suol dire, il Toro per le Corna, con azioni incisive Istituzionali nelle sedi che contano (Roma-Ministero dell' ambiente) chiedendo  un incontro e farsi ascoltere dal Ministro Tecnico del Prof. Monti, Clini, cosa fa?
Giorgio Bis dormiente o in tutt' altre facce affaccendato,  ecco che si sveglia di botto e, come  Alice nel Paese delle Meraviglie. esclama ......ohibò ! la «munnezza « di Roma è in arrivo a Roccasecca.........Bisogna tacitare il Popolo Bue di Roccasecca che mugugna e salviamo la faccia con un Consiglio Comunale Straordinario a MEZZOGIORNO  per discutere .........capito popolo????!!!!!!ILSINDACO VUOLE DISCUTERE PERCHE' NON SA CHE PESCI PRENDERE E SI ASSICURA PURE UNA SCARSA PARTECIPAZIONE VISTO CHE E' ORA DI PRANZO O LAVORATIVA
La Befana Clini, Ministri Tecnico del Prof. Monti, rivede il Piano Polverini, non gli sta bene la discarica dei Monti  dell' Ortaccio del  Monnezzaro di Roma, Manlio Cerroni,  scelta dal Sottile ed anche  perchè i residenti hanno alzato le barricate e procurato disordini diversi, non la vuole spedire all' estero come quella di Napoli, per spending review, e allora risolve il tutto con il riversare  e spandere,  nelle Province Laziali, l' olezzo dei Rifiuto della Capitale.
Quale follia!.......e Roccasecca ha dato..... basta ora..... grazie  Clini ......ma basta pure con il Consiglio Pagliacciata che NULLA Risolve con la Discussione.......Pecunia non olet....... eh Sindaco Giorgio......cosa ci hai fatto con i Benefits della MAD srl.....Non sei un Sindaco virtuoso che ha dato il via alla Raccolta Differenziata da anni annuciata e mai avviata......Roccasecca è sudicia e pure l' indifferenziata lascia a desiderare con i cassonetti sempre pieni.
Sei stato solo capace di aumentare la TARSU senza dare servizi e con questo Consiglio Straordinario cosa vuoi risolvere ?
Il giorno 7, quindi dopo il Consiglio Straordinario, il Ministro Clini  vuole ascoltare le Istituzioni Provinciali prima di firmare il famigerato decreto di smaltire il Rifiuti di Roma nelle Province Laziali.........Iannarilli è stato convocato e, sicuramente darà il suo NIET a Clini.......I Sindaci Provinciali sono stati invitati ?  SE NON SONO STATI ONORATI CHE  ...ALZASSERO IL CULO DALLE POLTRONE PER ANDARE LO STESSO AL MINISTERO DELL'AMBIENTE A FAR VEDERE A CLINI DI CHE PASTA E' FATTA LA GENTE CIOCIARA........Le chiacchere stanno a zero........Questo Consiglio è solo perdita di tempo........ è inutile  ......e mi sa tanto di FUFFA

04 gen 2013

ABERRANTE INPS!


ABERRANTE INPS!-rimodula,  arbitrariamente, l' erogazione delle pensioni di invalidità, con circolare n. 149 del 28 dicembre 2012. A partire dal 2013, l' invalido civile al 100% perde il diritto alla pensione  se la somma dei redditi dei coniugi supera i 16.127, 30 euro.

Il Carrozzone guidato da Antonio Mastrapasqua, di 53 anni romano, una delle figure più controverse della pubblica amministrazione italiana per via dei suoi numerosissimi incarichi e del suo esorbitante stipendio cumulativo, 1 milione 200 mila euro, ha avuto l' ardire, senza vergogna, di emanare la circolare n149 sulla base di una pseudo sentenza della Corte di Cassazione e neppure a Sezioni Unite.
Gli invalidi  al 100%, con quella circolare, perdono il diritto ad essere trattati come individui con una dignità e dei bisogni individuali e si collega la loro vita per sempre ad un coniuge che, immaginiamo, faccia una gran bella vita dai 17.000 euro di reddito in su.
Un atto gravissimo quello dell' INPS  di Mister  «1 milione 200 mila euro», Mastrapasqua, che assume decisioni politiche incidendo sulla vita dei disabili  con invalidità al 100% revocando pensioni di 270 miseri euro mensili.
Un gesto esecrabile compiuto in combutta dei Ministeri Responsabili del Prof. Monti, quello che toglie ai poveri per darlo ai ricchi (Banche-manager-politici ecc.ecc.)
Ma il taglio delle pensioni minime a chi è stato colpito dalla cattiva sorte, è  censurabile  da tutti punti di vista: etico, morale, civile.
Auspichiamo un incisivo e tempestivo intervento dei Politici, che in questi giorni sono impegnatissimi nella campagna elettorale acchiappaconsenso a che stoppino questa iniqua circolare n. 149 di Mastrapasqua.
La democrazia vuole che le norme le emani il Parlamento Italiano  e non un Presidente qualsiasi di un Ente come ad esempio l' INPS anche se il suo nome è  Mastrapasqua- Mister UNMILIONEDUECENTOMILA EURO-sangue degli Italiani.

02 gen 2013

TAX - L' EREDITA' DI MONTI


TAX - L' EREDITA' DI MONTI-Tre Tasse nuove di zecca che quest' anno (2013) andranno ad arricchire il carnet delle precedenti, portando la pressione fiscale della famiglia italiana dal 44,7% al 45,3%....sempre più poveri in tanti e sempre più ricchi in pochi......Monti, il Governo delle Tasse; idem  Giorgio Bis di Roccasecca,

il Governo dell' IMU, TARSU e TARES senza dare Servizi, da Guinnes dei primati. 
Ma, il 10 c.m. il TAR del Lazio sentenzierà sul Ricorso prodotto dal Comitato «NO TARSU», avverso le stratosferiche Tariffe dei Rifiuti Solidi Urbani, comminate nell' anno 2011, dalla Giunta del Sindaco in carica (speriamo ancora per poco), Giovanni Giorgio.
Si salvi chi può....... e i Roccaseccani si devono salvare da Monti e da Giorgio, quest' ultimo più pericoloso e gravoso perchè ha fatto già  un aumento TARSU 2011 scandaloso (100%-200%-300%-400%-500%) e come base di partenza della nuovo balzello TARES, SALASSO SENZA SERVIZI. CAPITO?
Comunque questa è l' eredità di Monti agli Italiani Tutti, compreso i Roccaseccani:
IVIE -imposta che si paga sugli immpbili all' estero;
TARES- Tassa Rifiuti SS.UU e IGIENE AMBIENTALE per servizi (illuminazione  - giardini-strade ecc.);
TOBIN TAX sulle transazioni finanziarie;
Il salasso si concretizzerà, da il Giornale. it:
La bolletta del gas Il rincaro sarà dell’1,7%, pari a 22 euro all’anno.
Autostrade Aumenti medi del 2,91%, su rete Aspi del 3,47%.
Aeroporti Le tasse a carico dei passeggeri saliranno allo scalo di Fiumicino da 16 a 26,50 euro.
Rifiuti Arriva la Tares, che sostituirà Tarsu e Tia. Secondo i consumatori, si tratterà di un aggravio di 64 euro a famiglia (+25%).
Poste Più cari di 10 centesimi i francobolli per le lettere, e di 30 centesimi per le raccomandate. Il canone annuo del Bancoposta sale da 30,99 a 48 euro.
Rai Il canone passa da 112 a 113,5 euro.
Conti depositoi e buoni postali L’imposta di bollo passa dallo 0,10 allo 0,15%. Esenti buoni postali fruttiferi con rimborso inferiore a 5.000 euro e i fondi pensione.
Acqua La tariffa aumenta di 26 euro l’anno a famiglia.
Multe Più alte le contravvenzioni stradali. Lieviteranno del 5,9%. Ad esempio, il divieto di sosta passa da 39 a 41 euro, l’eccesso di velocità (fra i 10 e i 40 Km all’ora oltre il limite) da 159 a 168. Chi non mette la cintura potrà essere sanzionato con una multa che passa da 76 a 80 euro e se si parla al telefonino mentre si guida si rischia di dover pagare 161 euro (fino a ieri, 152).
Rc Auto Le polizze dovrebbero aumentare del 5%, ossia di 61 euro l’anno.