Translate to:

13 nov 2008

Terrorismo e inerzia


Sono queste le due variabili, imprescindibili, su cui i nostri Amministratori in carica fondano la politica amministrativa di Roccasecca.
Ampio riscontro si è avuto ultimamente con due casi eclatanti: Piano Provinciale Scolastico e Educhiamoli al Risparmio.
Premesso che il Piano è congelato in Regione per due anni, visto che il Governo dopo il bau bau a detto ai Governatori: "Fate come Vi pare, basta che non aumentiate i costi" "e quindi in nostro Marrazzo ha pensato bene di accantonare il pensiero.
I Nostri Amministratori, di converso, terrorizzano, in sede consiliare, l'opposizione, millantando, una scelta obbligata, tra perdere la scuola media e perdere una presidenza e l'optare per l'accorpamento di media e scuola materna ed elementare è l'unica strada per la tutela dei ragazzi e delle famiglie e per la continuità didattica.
Ma affrontare le problematiche in totale stato di inerzia, accettendo passivamente tutto quel che gli organismi superiori decidono, senza fare un minimo sforzo nel provare ad intraprendere qualche strada nuova sensibile alle sorti della nostra cittadina è oltremodo disarmante.
Che amministratori sono se non ci provano neppure a difendere i diritti acquisiti, le posizioni raggiunte anche nella considerazione di avere strutture di eccellenza?
Perchè questa posizione di sudditanza totale alla provincia dove, come si sa, il Prof. Materiale, Vice presidente, porta sempre l'acqua al suo mulino?
E che dire dell'operazione accordo con Poste Italiane i cui libretti dei nati di Roccasecca sono stati accesi tutti a Frosinone, quando sul territorio ci sono ben due Uffici Postali?
Concludendo, i nostri amministratori non hanno a cuore le sorti di Roccasecca; non si attivano non solo per iniziative propulsive alla crescita della cittadina ma neppure per salvaguardare quel poco che abbiamo.

06 nov 2008

Capitali all'estero


Già nel mio precedente post del 27 ottobre u.s. segnalavo l'inutilità, lo spreco delle risorse pubbliche, la mancanza di sostanza e l'inefficienza e l'inefficacia del Comune di Roccasecca per l'adesione al progetto "Educhiamoli al risparmio" consistente nell'apertura di un libretto al risparmio presso "Poste Italiane" con il versamento della misera somma di 50 euro per tutti i bimbi nati nell'anno 2008 e a chiare lettere ravvisavo che si trattava solo di una mera campagna pubbliciatria a " Poste Italiane" messa in atto dal Comune di Roccasecca, senza raggiungere l'obiettivo prefissato, cioè quello dell'educazione al risparmio. Oggi sempre dallo stesso quotidiano, apprendo che i suddetti libretti vengono accesi, non negli uffici postali di Roccasecca, bensì in quelli di Frosinone che solo per raggiungerli occorrono 20 euro di benzina. Orbene ditemi Voi dove sta la convenienza ? Di quale educazione al risparmio stiamo parlando? Ma cosa ancora più grave è che il Sindaco non utilizza gli sportelli presenti sul territorio. C'è da chiedersi il perchè.

Scuse dell'Assessore alla cultura Riccardo Riccardi


La splendida Via Roma e il Monumento ai Caduti sono stati la cornice accattivante e solenne dell'incontro con l'assessore Riccardi che, con animo sereno si è detto dispiaciuto e rammaricato del momento di estemporanea follia della famosa serata del Maestro Avitabile. Mi ha porto, in modo gentile, misurato e affettuoso, le scuse per l'inqualificabie gesto, soprattutto dovuto allo stress da lavoro. Abbiamo quindi avuto uno scambio di opinioni circa la drammatica situazione economico-finanziaria del Comune di Roccasecca che, anche a Suo dire , di difficile ma, forse, non impossibile soluzione. Come Assessore alla cultura ha elencato, con orgoglio, una serie di iniziative che sta portando avanti per dare un impulso al turismo religioso, a cominciare dall'opera non indifferente del "Cammino di San Tommaso" e di questo non posso che esserne compiaciuta e l'ho spronato ad un impegno maggiore per il bene di Roccasecca. Pur tuttavia ho messo in evidenza lo stato di abbandono e di degrado in cui versano le strade, le vie e le contrade di Roccasecca e, a mio avviso , la responsabilità è dovuta all'inefficienza del Carrozzone delle Cinque Città e, l'urgenza di prendere in seria considerazione "L'ABBANDONO", per contenere i costi e avere migliori servizi; ho quindi ribadito con fermezza la necessità di uscirne, senza ulteriori indugi, visto anche che Lui continuava a ribadire che era favorevole al "contenimento dei costi" così come tutta la giunta Giorgio. Ci siamo quindi salutati con cordialità e con l'invito ad un ulteriore colloquio. Era il 4 novembre u.s., giornata delle Forze armate e giorno dell'Unità Nazionale e soprattutto giorno della fine vittoriosa della Prima guerra mondiale, vittoria pagata da enormi sacrifici e tanto, tanto sangue.

Si comincia a tagliare - ma come al solito :" A chi si e a chi no".




Le comunità montane del Lazio si riducono da 22 a 14, con un risparmio per le finanze regionali previsto in 2 milioni di euro annui....

Mauro Blog: Si comincia a tagliare - ma come al solito :" A chi si e a chi no".

04 nov 2008

L' On. Augusto Pigliacelli chiama a raccolta "Tutti i Moderati"


Con piglio autorevole il Consigliere Regionale, toglie dalla posizione di standby l'UDC frusinate, confortato anche dalle parole dall'On. Anna Teresa Formisano scissionista, da ieri sera, della maggioranza del Comune di Cassino.
L'On. Formisano ha dichiarato in quel consesso, che l'UDC, alle prossime elezioni Provinciali presenterà un proprio candidato e un proprio programma sul quale chiederà il consenso degli atri partiti.
L'On. Pigliacelli di rimando :" Individuare, nel più breve tempo possibile, una squadra di 30 candidati forti, capeggiata e trainata da un nostro candidato alla presidenza", avendo analizzato attentamene tutte le variabili compreso il senso di apparteneza, l'orgoglio democratico-cristiano per far si che alle prossime elezioni provinciali il Terzo Polo Centrista sia una realtà vincitrice.
Finalmente una presa di posizione chiara e precisa, e speriamo, ultima e condivisa da tutta la base dei Democristiani di Centro e degli altri Movimenti Moderati lontani anni luce dal bipartitismo malato come coacervo di edeologie varie, non coese e senza storia.
Il PDL e il PD, due aggregazioni, contenitori numerosi ma fragili, pieni di contraddizioni senza nessun collante; a tenere in piedi il PDL, solo il leader carismatico Silvio Berlusconi, comandante in capo che tiene tutti a bacchetta, ma quando non ci sarà più, sicuramente tutto crollerà, come sta crollando il Suo consenso popolare ( ultimi sondaggi danno il Premier dai 5 ai 15 punti sotto).
Quindi, la proposta del Terzo Polo Centrista caldeggiata dall'On. Pigliacelli è la vera prima grande mossa nello scacchiere "Ciociaro" a cui, speriamo concorrano gli alfieri "Moderati".

03 nov 2008

Riammessa la Politica di Chiodi


La Corte d'Appello Abbruzzese ha rimesso in corsa la lista di Chiodi (PDL), alle elezioni regionali del 30 novembre p.v che, come si sa, era stata esclusa, con riserva,per vizi di forma, risultati, però, sanabili.
Sarebbe stata pura follia andare alle elezioni senza il confronto democratico con il partito più grande e importante d'Italia.
Infatti, i giudici, analizzando il ricorso, con diligenza e serietà hanno ritenuto opportuno riammettere alle elezioni il PDL, anche per non venir meno, molto probabilmente, al concetto di rappresentatività che avrebbero falsato il risultato elettorale.
Forse gli avversari hanno, per un giorno, accarezzato il sogno di andare alle urne e vincere, senza sudare le famose sette camice e sarebbero disposti a tutto anche a correre senza confrontarsi con il partito che oggi va per la maggiore.

TIBET, situazione di stallo



Il Dalai Lama sta perdendo ogni speranza. Un cambiamento positivo non è ancora avvenuto in Tibet e la sua fede nel governo cinese si affievolisce sempre di più, ha ribadito in conferenza stampa oggi da Tokyo. Il 73enne Premio Nobel per la Pace ha avvertito che la situazione sta peggiorando e ha invitato i vertici cinesi ad avere una «mente più spirituale» per affrontare il problema tibetano.

Sabato il Dalai Lama ha dichiarato ai giornalisti nella capitale nipponica che la sua fede verso i cinesi «si sta affievolendo». Durante una cerimonia a Dharamsala, nel nord dell’India, sede del governo tibetano in esilio, il leader dei buddisti tibetani ha dichiarato di aver «rinunciato» alla causa perchè non c’è finora stata una risposta positiva da Pechino.

Il prossimo 17 novembre si riunirà il parlamento tibetano in esilio. Tibetani e cinesi discutono ufficialmente sullo status del Tibet dal 2002, ma, secondo il Dalai Lama, la posizione cinese si è molto indurita dal 2006.

Nell’estate del 2007 e nel luglio di quest’anno ci sono poi stati incontri diretti e ufficiali tra inviati del Dalai Lama e dirigenti cinesi, ma senza risultati significativi.
tratto dal SECOLO XIX di oggi 3.11.2008l

Note personali: nutro molta preoccupazione per le continue vessazioni cinesi al pacifico popolo "Tibetano"; la continua violazione dei diritti umani e civili non accenna a diminuire, anzi, pensavo, credevo, che le Olimpiadi avrebbero posto un freno, o per lo meno l'apertura di uno spiraglio al confronto democratico ma purtroppo vi è stato un acuirsi della repressione.

Prego Dio di dare al Dalai Lama e ai Tibetani la forza e il coraggio di portare avanti, in modo pacifico, le loro giuste rivendicazioni di libertà e di autonomia di Popolo Sovrano.

Ai Potenti del Mondo, un invito a volgere la loro attenzione a tutte le ingiustizie sociali, alla violazione dei diritti umani, alla Democrazia violata, che quotidianamente, in ogni parte del Pianeta terra, miete vittime innocenti.

01 nov 2008

Anna Maria Blog anche su LIQUIDA



Il Blog di Anna Maria Rossini è presente anche su LIQUIDA
Vedi LIQUIDA

Il Parlamento Europeo condanna Ugo Chavez per violazione dei diritti umani, su proposta del PPE e ALDE



Giovedì 23 ottobre il Parlamento Europeo ha approvato una mozione di dura condanna per " la violazione dei diritti umani, della democrazia e dello stato di diritto" in Venezuela.
La mozione è stata presentata dal Partito Popolare Europeo (PPE) dall'Alliance for Liberal and Democrats for Europe (ALDE); la stessa, però, è stata duramente contestata dalla sinistra radicale, dai verdi e anche dai socialisti europei.
Che la sinistra radicale e i verdi siano accecati dalle vetuste ed obsolete ideologie marxiste- leniniste è cosa nota, mentre non si riesce a capire l'ostruzionismo degli illuminati socialisti che, a prescindere, votano contro una mozione riguardante i diritti umani calpestati in modo clamorosodal dittatore Chavez, che alimenta il clima di terrore, la violenza e la repressione contro tutti gli oppositori, compresi i comunisti che non son voluti entrare nel partito unico, Partito Socialista Unificato Venezuelano (PSUV).
E' sotto gli occhi di tutto il mondo il regresso economico, sociale e culturale che sta portando il paese latino-americano, il più ricco di risorse naturali, che prima di Chavez godeva la fama di paese emergente con una economia ricca e florida, paese che ha fatto la fortuna degli Italiani ivi emigrati negli anni 40-50, allo stello livello degli altri poveri stati confinanti.
La recrudiscenza della politica soppressiva, violenta e , di Chavez sta scatenando una vera e propria guerra civile concatenata, sicuramente alla crisi economica mondiale, e al crollo del prezzo del petrolio.ovvero l'oro nero del Venezuela, su cui il dittatore Chavez aveva fondato la Sua politica di espansione egemonica sud-americana, con la distribuzione a prezzo ridotto se non gratuitamente agli amici Cubani e Onduregni ecc
Ora che le entrate relative all'esportazione del greggio, su cui aveva fondato il proprio potere, si sono assottigliate, ora che, sicuramente, "gli alleati strategici"( leggi fornitori di armi), Iran e Russia, non sono più sicuri della solvibilità del governo Chavez , ora che l'Equador è in forte disagio per il forse circa il rimborso dei crediti esteri, la povertà galoppante, Chavez è in balia della Sua megalomania distruttiva del Venezuela, dei Venezuelani e degli Italiani ivi emigrati.

31 ott 2008

I Moderati verso la Costituente di Centro e, quindi, verso il Partito Popolare Europeo (PPE)



Il seguente è il libero pensiero di Anna Maria Blog

L'approdo nella grande famiglia PPE, è questo che i "Moderati" si prefiggono nel medio-lungo termine, per promuovere un'Europa all'insegna della Democrazia, della Pace, dello sviluppo Socio-Economico e della cooperazione mondiale.
Il PPE, per la verità, rappresenta il più grande partito europeo e la principale forza politica del continente con 74 partiti membri provenienti da 38 paesi, 19 capi di Stato e di governo, nove commissari europei (tra cui il presidente José Manuel Barroso) e il maggior gruppo all’interno del Parlamento europeo con 288 membri (compreso il presidente Hans-Gert Poettering).
E ci riempirebbe di non poco orgoglio, quindi , una nostra confluenza nella grande famiglia democratica europea, con le nostre idee, i nostri valori simili, se non uguali, agli altri partiti italiani che ne fanno parte ( FI, UDEUR, UDC), le nostre capacità, le nostre intelligenze.
Quindi, il Movimento Politico dei Moderati che ha iniziato il proprio percorso, circa un anno fa, lanciandosi delle sfide ben chiare e precise, che si sta sviluppando in modo organico e ascendente con accreditato radicamento sul territorio, apertura di sedi in quasi tutta la provincia di Frosinone e, con qualche diaspora nelle altre Province della Regione Lazio, è fermamente convinto di essere all'altezza del compito di rappresentare quella parte, sempre più vasta, di persone "Moderate", che rifuggono gli estremismi di destra o di sinistra e nel contempo di poter dare un proprio contributo alla costruzione di un'Europa migliore, moderna, solidale e al passo con i tempi.
E' stata la tenacia, la passione e l'orgoglio del Presidente Pino Testa e di tutti i soci fondatori che hanno creduto nel soggetto politico, dichiaratamente di Centro, che si rifà ai valori di Don Sturzo, di De Gasperi e Moro ed altri grandi, che da un anno ad oggi non ha fatto avvertire il peso del lavoro fisico, mentale per divulgare, senza mai risparmiarsi, le idee Cristiano-Democratiche, i Valori Liberal-Democratici.,
I Moderati credono nella Costituente di Centro, i Moderati credono nel Partito Popolare Europeo e nella loro "Vision" e la loro "Mission" che mette al "CENTRO LA PERSONA"

30 ott 2008

Preferenze/ Casini incassa la prima affermazione positiva di Berlusconi


Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi , che fino a ieri mostrava fermezza se non ostinazione nel progetto di riforma elettorale per il rinnovo del Parlamento Europeo, attestandosi sul 5% soglia di sbarramento, abolizione delle preferenze (liste bloccate) e innalzamento delle circoscrizionio, sembra essere giunto a più miti ragionamenti, forse, mettendosi anche nella posizione di ascolto delle parole del presidente Napolitano che saggiamente auspicava, per una riforma così importante, larghe convergenze.
Il Presidente del Consiglio, forse, avrà analizzato, con la criticità che gli è congeniale,le fibrillazioni interne al PDL, con dissenzi , che potrebbero manifestarsi in aula con il voto segreto, portando ad una bocciatura della norma; comunque da una nota si legge che Berlusconi auspica ampia convergenza parlamentare ovvero accordo il più possibile ampio tra tutte le forze politiche rappresentate in Parlamento per un rinnovamento del sistema elettorale, per le Europee, altrimenti il prossimo anno (2009) si andrà alle urne con il sistema vigente.
Apprezzamenti da parte del Pd e soprattutto dell'UDC e dei Moderati ed altri che, in tutte le Sedi si stanno battendo per evitare il " Porcellum bis", e che vedono nel comunicato del Presidente del Consiglio una apertura a non stravolgere gli equilibri ma soprattutto a non fa venire meno la rappresentatività democratica dei cittadini italiani a Strasburgo.

29 ott 2008

LUTTO NELL'INFORMAZIONE CIOCIARA, E' MORTO GIUSEPPE MAGNAPERA


(AGI) - Frosinone, 29 ott. - Lutto nel mondo dell'informazione televisiva del basso Lazio. La notte scorsa si e' spento a 46 anni, nel reparto di oncologia dell'ospedale di Sora, l'imprenditore televisivo Giuseppe Magnapera, proprietario, insieme ai fratelli Domenico, Antonio e Rocco, della televisione 'Teleuniverso'. Magnapera, sposato e con due figli, da qualche mese lottava contro il male del secolo, ma fino all'ultimo istante non ha voluto restare lontano dalla televisione che il padre Mario, pioniere dell'informazione tv del centro Italia, ha fondato nel 1976. La morte Magnapera ha suscitato cordoglio nelle province di Frosinone, Latina, Isernia e Roma dove 'Teleuniverso' e' seguita. I funerali dell'imprenditore si svolgeranno domani nella basilica di San Tommaso nel comune di Aquino, dove l'imprenditore e' nato e risiedeva, e dove c'e' la sede principale di 'Teleuniverso'.
(AGI)

"Rifiuti": La Regione Lazio, investe; Roccasecca, investe; Le Cinque Città investono. MA QUALI BENEFICI PER I CITTADINI?


" Insieme facciamo la differenza", è questo lo spot della campagna pubblicitaria della Regione Lazio per sensibilizzare l'opinione pubblica alla responsabilizzazione della tutela dell'ambiente, del riciclo produttivo e del contenimento dei costi della gestione della raccolta che si dovrebbe sostianziare in una riduzione delle tariffe dei RRSSUU.
Lodevole l'iniziativa di Marrazzo che si sta muovendo nel modo giusto per ridurre le differenze tra il Nord, dove da anni la raccolta differenziate è una realtà, e il Centro-Sud che stenta a decollare, escluse alcune isole felici, anche se l'operazione di investimento si aggira intorno ai 900 mila euro ( piccolo-grande dettaglio).
Anche il Comune di Roccasecca e le "Cinque città", hanno dato ampia pubblicità alla raccolta differenziata, solo qualche mese fa con ben due covegni :uno contro gli inceneritori, con il dott. Montanari , e il secondo esclusivamente per istruire i Cittadini alla raccolta differenziata e anche questi investimenti quanto sono costati alla comunità roccaseccana?
Qindi tutte lodoveli iniziative. Ma non sono un pò troppe per il Comune di Roccasecca che fa parte del Consorzio delle Cinque Città, che fa parte della provincia di Frosinone, che fa parte della Regione Lazio?
Perchè questo scollamento tra Istituzioni che porta allo sperpero di denaro pubblico? Gli amministratori di Roccasecca non erano a conoscenza dell'iniziativa regionale"Insieme facciamo la differenza"? Il Vice Presidente dell'Unione Cinque Città , l'assessore alle politiche sociali, tanto attento all'ambiente, perchè è cieco e sordo e, soprettutto inoperoso verso la razionalizzazione dei costi gravanti sul bilancio di un comune "dissestato" e sull'orlo del precipizio?
Quindi, per innescare un circuito virtuoso, tutte le Istituzioni si dovrebbero connettivizzarsi tra di loro e soprattutto in nostri amministratori dovrebbero creare relazioni proficue con Provincia e Regione per tenersi al corrente e per non fare investimenti inutili che depauperano solamente le già magre casse comunali.
Comunque lo ripeterò fino alla noia :FUORI DALLE CINQUE CITTA'!!!!!!!!

28 ott 2008

Consiglio Comunale straordinario per una revisione del "Piano Scuola provinciale"


Sono cinque i firmatari della richiesta del Consiglio Comunale Straordinario per discutere una eventuale "revisione " del piano scuola approvato dalla Provincia e inoltrato alla Regione Lazio.
Ma tra le cinque firme dei consiglieri di opposizione, non figura quella del Consigliere dei "Moderati" dr. Nota Crescenzo.
Come mai? Non condivide forse la proposta della revisione degli accorpamenti dei plessi scolastici o sono altre le motivazioni?
A tale riguardo come si sta muovendo il "Movimento dei Moderati di Roccasecca" ?

LA RAPPRESENTATIVITA' E' SEGNO DI VERA DEMOCRAZIA


Il gioco di squadra che i due partiti, contenitori, PDL-PD, stanno portando avanti per l'ammodernamento del nostro paese, verso, non un bipolarismo, ma verso un malsano bipartitismo, è senza futuro e non in linea con l'animo e la politica degli italiani e soprattutto cozza con tutti i principi fondanti della sana Democrazia.
Già la ex Casa delle Libertà ci aveva provato e fulmini e saette da parte di tutti gli schieramenti politici.
Tutti, e dico, Tutti i Politici di qualsiasi schieramento, di destra, di sinistra o di centro, hanno condannato sempre, in qualsiasi sede, l'ultima riforma elettorale, di berlusconiana memoria, definita dallo stesso promotore, Calderoli, " Un porcellum" per non dire una "porcata", rivelatasi, poi, tra l'altro, un bumerang.
Si è scippato ai cittadini la capacita di "scegliere, " i propria rappresentanti nel modo più democratico, ovvero, delle " preferenze"con la regola aberrante della nomina diretta dei competitor dalle segreterie dei Partiti che, guarda caso, hanno portato avanti i propri delfini, lecchini, in barba alla rappresentatività elettiva.
Tutti, all'epoca, hanno gridato allo scandalo, alla morte della Democrazia, rivogliamo le "Preferenze" la partecipazione elettiva e non nominativa dei Padrini, Padroni, bla.bla.... bla...
Però, i parlamentari eletti, con quel sistema, molto criticato dagli stessi, devono avere rispetto degli elettori che reclamano a gran voce il ripristino delle "Preferenze"e non fregarsene, perchè, prima o poi, ci saranno nuove elezioni e nel segreto delle urne, come sono stati premiati per il programma, così, potrebbero avere delle amare sorprese. Attenzione!!!!!!!"all'Europorcellum" che intendete approvare alla Camera e al Senato, perchè sarebbe una incongruenza: se non è buona per il rinnovo delle Camere, perchè dovrebbe esserlo per il rinnovo dei delegati Europei?
"L'Europrcellum" è approdata ieri alla Camera con la fissazione dei paletti rappresentativi al 5%, l'abolizione delle preferenze e l'innalzamento della circoscrizioni da 5 a 10, il tutto con la scusa della deframmentizzazione dei partiti.
Ma perchè dovrebbero scomparire i Partiti che hanno fatto la Storia della nostra amata Italia? Gli eredi dei Padri Fondatori della Costituzione e della Democrazia?
Ma che fine ha fatto la democrazia, ovvero il governo del Popolo se, lo stesso Popolo viene defraudato della possibilità di scegliersi la persona, radicata sul territorio, che ritiene più idonea a portare avanti le istanze, che reputa qualificata, onesta preparata per assolvere il compito di Parlamentare Europeo?
Quindi non si capisce l'ostinazione di FI e parte di AN e PD a defraudare il Popolo Italiano della Rappresentatività Elettiva ovvero delle "Preferenze".

27 ott 2008

IL CENTRO ESISTE SE..........


Questo è quello che vogliono farci credere

Nello scenario politico nazionale il Centro è un qualcosa che crea mal di pancia a destra e a sinistra. Nessuno lo vuole ammettere ma, di fatto, tutti guardano con interesse ai Movimenti e Partiti che si richiamano alla tradizione Democratico_Cristiana. I tentativi di approccio della sinistra corrispondono pari pari ai NIET della destra.
Continua a leggere nel Blog di Silvio Tedeschi

Roccasecca/ Educhiamoli al risparmio!!!!!!!!!


Roccasecca/ Educhiamoli  al risparmio!!!!!!!!!
Ieri, 26 ott. 2008, sul quotidiano" Ciociaria Oggi "alla pag. 15 si è dato ampio rilievo all'adesione del Comune di Roccasecca al progetto "Educazione al Risparmio", con sigla ufficiale del sindaco, Giovanni Giorgio, e il direttore di "Poste Italiane" di Frosinone.
E' fuor di dubbio, la bella pubblicità di "Poste Italiane" che, con minima spesa, accenderà più libretti al risparmio, aumentando così la produttività su Roccasecca, a tutto discapito delle banche presenti sul territorio che, qualitativamente, gestiscono il credito con un "background", sicuramente, di tutto rispetto.
Ma il Comune di Roccasecca cosa ci guadagna visto che dovrà versare la modica somma di € 50.00 per ogni libretto al risparmio e per tanti bimbi nati nell'anno 2008? Quanti sono i bimbi nati nel 2008?
Perchè, invece, non ha dato la dovuta pubblicità informativa per il "Bonus Bebè" di ben € 500.00 a neonato, sempre per l'anno 2008?
E' sfacciatamente una operazione di facciata che non risolverà, certamente, i problemi economici che attanagliano le famiglie di Roccasecca.
Non sarebbe stato meglio istituire dei corsi, nelle scuole, allargati anche ai genitori, per illustrare, con l'aiuto di esperti, quali sono i mezzi che la scienza e la tecnologia ci mette a disposizione per risparmiare, energia elettrica, acqua e petrolio e le relative modalità di impego nella quotidianità?
Allora si che avremmo veramente educato al "Risparmio" e non solo economico ma di qualsiasi genere.
L' accordo "dell'Educazione al Risparmio" del Sindaco Giorgio con le Poste Italiane, sembra solo una bella e buona operazione di facciata per cercare di rilanciare una Amministrazione in caduta libera e oberata di debiti.

LA GUERRA DEI NUMERI


La disputa sui numeri della manifestazione del PD è davvero ridicola. Mentre gli italiani devono preoccuparsi delle cose quotidiane, la spesa, le banche, i muti, ecc. ecc. la TV di fa vedere addirittura i calcoli per metro quadro di quante persone potessero occupare il Circo massimo. Hanno scomodato addirittura il satellite per vedere le dimensioni reali del Circo massimo per riferire della presenza reale dei manifestanti.
Continua a leggere sul BLOG di Silvio Tedeschi

26 ott 2008

La "Sinistra" dei due pesi e due misure


La portata delle presenze alla manifestazione del PD, al Circo Massimo, è discussa ma soprattutto discutibile, visto che la superfice è di 140.000mq, calcolando 4 persone per ogni metro quadro (ad abbundanzia) si arriva ad un totale di 560.000 persone; calcolando che i manifestanti possono occupare anche le strade che lo circonda o, si arriva sempre esagerando ad un milione di individui, ma già sappiamo che non è così, perchè per la Questura, le presenze sono, in assoluto, 200.000 invece dei roboanti trombanti numeri degli organizzatori.
Al di là dei numeri, e sempre con molto rispetto per i partecipanti, chi ha riempito il Circo?
In pol position gli studenti che hanno colto l'occasione di portare striscioni contro la Gelmini e la Sua riforma; poi gli extracomunitari che non perdono nessuna occasione per dimostrare, a chi, apre loro le braccia incondizionatamente, eterna riconoscenza per avere attenzione e porte aperte, e chiudono occhi e orecchie agli sbarchi di Lampedusa e non mettere pene severe alla malavita; poi i Dipietristi, furbetti, il cui unico interesse, raccogliere le firme anti " Lodo Alfano ", farsi pubblicità gratuita (Leggi la storiella cara a Dipietro della Mosca e dell'Asino); e infine, ma in netta minoranza, sebbene i lunghi tempi organizzativi ( quattro mesi ), le lettere inviate a tutti quelli che hanno votato alle famose "Primarie", quindi schedati in una banca dati molto opportuna da tirare fuori a tempo debito, la gratuità dei pulman, treni ecc per un occasione di gita fuori porta, il Popolo del PD.
Il PD, cuore sinistro di sinistra, non si smentisce, tre milioni di partecipanti anche questa volta, come la precedente chiamata alle armi di Cofferati (Abrogazione art. 18 ), e poi sappiamo come è andata a finire, proposta ed elezione a Sindaco di Bologna, come ora, proposta ed elezione (?) alle europe; si gonfiano, si autocelebrano solo, e in questo sono d'accordo con Berlusconi, per nascondere le divisioni, le magagne interne, e Veltroni, per dimostrare di essere un leader riconosciuto da tutti.
Ma tutti sappiamo delle trame destabilizzanti che sta ordendo il " Red Massimo", a cui non serve il Circo per divulgare il Suo credo; per non parlare della "Bianca Margherita Fioroni" che sta mettendo miele sui petali per attirare le api centriste.
La festa è finita, andate in Pace.

25 ott 2008

Banda larga a Roccasecca Centro-non se ne parla!!!!!!!!!!


Prendo lo spunto dal post denuncia di Mauro blog su uno studio dell'Agcom che pone in evidenza un'Italia divisa a metà: Le città dove la banda larga è disponibile, le offerte economiche sono competitive, dall'altra i piccoli comuni dove non è disponibile internet veloce, l'offerta è una sola............
Ma anche Roccasecca, piccolissimo paese, è diviso a metà: Lo scalo, sviluppato, produttivo dispone di "Banda Larga"; Il Centro se non disponesse di antenne wireless di due gestori, si troverebbe in una situazione di arretratezza informatica da terzo mondo, senza voler considerare i costi di gran lunga superiori.
Ma l'attuale amministrazione "Giorgio" considera i cittadini del Centro, San Francesco e Caprile di serie B, non degni di emancipazione teconologica, una discriminazione assurda ed inconcepibile visto che si sono attivati per far giungere i cavi ADSL allo Scalo.
L'indignazione sale, poi, quando si legge sui giornali, che il "Cosilam", a tempo di record, con Sirtec, Telecom, hanno connettivizzato con Banda Larga un'ampia zona del Cassinate; infatti dal centro del sito,Coreno Ausonio, si diramano cavi e ponti radio che vanno a collegare Ausonia, San Giorgio a Liri, Cassino e Piedimonte e non finisce qui perchè chilometri di cavi e la realizzazione di infrastrutture wireless sono pronti per il territorio della "Val di Comino", il tutto realizzato con "fondi europei".
Ora la domanda sorge spontanea: Roccasecca è dentro o fuori il "Cosilam"?
Ma ammesso e non concesso che sia fuori, perchè non si attivanoper fruire dei "Fondi Europei"? Se gli amministratori non sono capaci di fare i progetti perchè non interessano le agenzie qualificate?
Perchè i Cittadini, supinamente, accettano di essere trattati da
"Cittadini di Serie B?"

La famiglia cresce e la Regione Lazio elargisce il " Bonus Bebè "


Cinquecento euro (€ 500.00) per ogni donna del Lazio che ha partorito o adottato un figlio dal primo gennaio al 31 dicembre del 2008.
E' quanto ha stabilito la giunta regionale in una delibera approvata nella seduta di pochi giorni fa. Secondo la delibera, le donne devono risiedere nel Lazio da almeno un anno dalla nascita o dall'adozione.
La maggior parte dei Comuni della provincia di Frosinone, chi più tempestivamente, chi più tardivamente nel recepire la delibera regionale, si sono attivati, nell'informare le mamme interessate a produrre la necessaria modulistica, che per dovere di cronaca scade il 30.ottobre.
I Comuni più piccoli, a 1/2 telefono, il Capoluogo di Provincia, Frosinone, ha 1/2 raccomandata e così via.
La cosa interessante è che è stata fatta anche una classifica dei Comuni, in base alla tempestività dell'attivazione e la cosa strana, Roccasecca, non viene menzionata, nè tra i primi ne agli ultimi posti.
E' una dimenticanza del redattore o non sarà per caso che i nostri amministratori hanno sottovalutato l'iniziativa regionale e hanno posto nel cestino rifiuti "la delibera regionale del bonus bebè"?
Oppure a Roccasecca non ci sono genitori bisognosi di sostegno materiale e/o di un alleggerimento del bilancio familiare?
Visto che non è stata recepita l'iniziativa regionale "Lazio spende bene", tendente a calmierare i prezzi dei beni di prima necessità (famoso paniere di pane, pasta, carne, verdura ecc. a € 9.90), forse, non è stata recepita neppure la politica di sostegno alle famiglie, ovvero il " BONUS BEBE'? "


24 ott 2008



COSTITUENTE DI CENTRO

CONVEGNO " POLITICA IN MOVIMENTO "
L'ON. AUGUSTO PIGLIACELLI INVITA I MODERATI

Presso il bar-ristorante della "Stazione", una scintillante serata per la Conferenza Programmatica dei "MODERATI" ad un anno dalla costituzione.
L'evento ha visto riuniti lo staff al gran completo dei vertici del Movimento capitanati dal Presidente Testa, a seguire i soci e i simpatizzanti.
Particolare rilievo,oltre all'esposizione della piattaforma programmatica, l'investitura del dr. Nota al coordinamento e candidatura del collegio Roccasecca-Colle San Magno-Castrocielo-Colfelice.
Ma il personaggio, invitato speciale , che ha dato lustro alla serata è stato l'On. Augusto Pigliacelli, Presidente del Comitato Regionale di Controllo Contabile presso la Regione Lazio, che con misura, pacatezza, signorilità ha illustrato il percorso politico dell'UDC; ha esordito dicendo che era venuto per ascoltare e non per parlare, è difficle trovare un politico capace dell'ascolto interattivo, ma oltre che ascoltare non si è sottratto, dal rispondare, ad alcuna domanda, anche la più insidiosa ed impertinente, apprezzando sempre e comunque la maturità politica dei partecipanti anche se giovani.
La dialettica politica che non è mai mancata durante tutta la serata ha messo in luce tutte le affinità tra i due partiti, UDC-MODERATI, dalle origini Democristiane, ai Valori fondanti della civilta europea e dell'identità cristiana del popolo italiano, al ruolo dei Partiti nella società di oggi, bisognosi di ammodernamento per le nuove sfide e la cui "mission", imprescindibile, il lavoro per il bene comune.
A fine serata, constatata la maturità e l'impegno costante dei "Moderati" sul territorio di Roccasecca e comuni limitrofi , e soprattutto le " affinità elettive", l'On. Pgliacelli , ha proposto un gentile invito a partecipare al Convegno "POLITICA IN MOVIMENTO" che si terrà il 14 novembre ore 18.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Sora promosso dall'UDC e tendente alla costituzione del nuovo soggetto politico centrista " Costituente di Centro" che dovrebbe vedere i "Moderati" protagonisti insieme all'UDC, all'UDEUR ed altri, di quel rinnovamento politico rigenerato dalle idee liberali- popolari e al passo con i tempi.
Che il percorso insieme, verso la Costituente di Centro, inizi sotto buoni auspici il 14 novembre p.v.

I MODERATI RAPPRESENTATI NEL CONSIGLIO COMUNALE



E' con immensa gioia che ho appreso la notizia della new entry tra i " MODERATI", il dr. Nota Crescenzo, medico stimato e apprezzato per il Suo largo impegno sociale e politico nei comuni di Colle San Magno e Roccasecca.
La sua adesione è stata una piacevolissima sorpresa e sicuramente, per Lui un salto di qualità, mentre per i "Moderati" la legittimazione ufficiale di Partito Politico che annovera tra le sue fila, non postulanti dei politici, solo persone libere, qualificate, capaci di riscoprire e far riscoprire il gusto della "Politica", scevri da personalismi aberranti ma solo e sempre e comunque volti ad operarsi per la gente e tra la gente e nel caso specifico per Roccasecca e la Provincia di Frosinone tutta.
L'ufficializzazione è avvenuta ieri sera presso il Bar Ristorante Panzini "Stazione di Roccasecca", con una numerosa rappresentanza dei Moderati: Presidente Testa, in primis, V.P. Tedeschi, Segretario Buttazzo e Presidenti dei Comuni di Piedimonte, Colle San Magno, San Giovanni Incarico ecc. ed altri quadri direttivi alla presenza dell'On. Regionale Pigliacelli (UDC).
Il dr. Nota, è stato reputato la persona giusta per rappresentare le idealità, lo spirito, l'ntelligenza dei "Moderati" e tessere rapporti politici proficui, ma soprattutto parlare al cuore della gente il linguaggio semplice e chiaro ed è stato designato coordinatore del collegio di Roccasecca-Colle San Magno-Castrocielo- Colfelice in vista delle prossime elezioni Provinciali che si terranno nella primavera del 2009 e,nel contempo condidato perfetto per la stessa kermess elettorale.
Accettando con orgoglio e umiltà, ha ringraziato tutti i presenti, e si è detto disponibile, sin da subito, ad impegnarsi per i "Moderati", considerandoli una famiglia unita e solidale.

23 ott 2008

Roccasecca. Ma i nostri amministratori lo sanno?


«Frosinone e Roma ottengono la sufficienza in pagella. Le amministrazioni si sono attivate per organizzare un efficiente sistema di protezione civile, aggiornando il piano di emergenza e organizzando attività di informazione ed esercitazioni».
A sostenerlo sono Legambiente e dipartimento della Protezione civile nel rapporto «Operazione fiumi» riguardante il monitoraggio nel Lazio del rischio idrogeologico. Per la verità Frosinone è il primo capoluogo in graduatoria avendo conseguito un voto che supera la sufficienza (6,5) rispetto al 6 della capitale. Il fatto va sottolineato perché, almeno a livello regionale, si è spezzata (auguriamoci per sempre) una sequela di segnali negativi. Tutti i capoluoghi del Lazio e ben 366 comuni (97% del totale) sono considerati a rischio idrogeologico e, per quanto riguarda la provincia, sono state individuate 46 frane e 45 tra frane ed alluvioni. Per quanto riguarda gli altri centri, Ceprano ed Isola Liri si sono piazzati addirittura meglio del capoluogo, al terzo e quarto posto della classifica generale con un rotondo 7 (buono) mentre, nell'ordine Piglio, Amaseno, Roccasecca, S. Biagio Saracinisco, Arce, Alvito, Villa S. Lucia, Pignataro Interamna e Pontecorvo hanno ottenuto l'insufficienza.
fonte : Il Tempo

I CAVALIERI DEL CAVALIERE BERLUSCONI


Ennio Doris, Mediolanum, e la famiglia Berlusconi, Fininvest, in tandem, si si accollano i debiti della fallita banca americana, Lehman Brothers, sollevando, così, gli investitori sottoscrittori delle polizze Index Linked con sottostanti obbligazioni .Lehman, dalle pesanti perdite.
L'annuncio è stato dato ieri al telegiornale delle 13 di Canale Cinque dal presidente della Mediolanum, Ennio Doris.
Encomio alla Mediolanum e alla Fininvest, che con questa nobile azione, meritoria, sicuramente vedranno aumentati anche i loro utili.
Non hanno abbandonato i risparmiatori coinvolti nel crac "Lehaman" mettendo in moto piani di intervento che riconoscono ai clienti il capitale netto versato a Mediolanum Vita e Mediolanum International Life Ltd e nel contempo si sono addossati, loro, i due soci di maggioranza, tutti gli oneri con annessi e connessi, assicurando anche l'elargizione dei dividendi 2008 ai soci di minoranza.
Questo modo nuovo di fare " Finanza" non può che essere visto, dai piccoli risparmiatori, come la sottoscritta, con un occhio nuovo accattivante e fidelizzante.
Grazie Doris, grazie famiglia Berlusconi e speriamo che tutti gli altri banchieri vi seguano Cavalieri del Cavaliere Berlusconi.

WALTER, L'OSTINATO, CI RIPROVA IL 25 OTTOBRE P.V


Dopo il flop del Tour X L'Italia con il pulman per la raccolta delle firme contro Berlusconi per salvare l'Italia, con cocciutaggine, ci riprova fra due giorni, chiamando a raccolta i "fidel" al Circo Massimo di Roma.
Ma già le prime grandi defezioni: Bassolino, no grazie, sto collaborando bene con Berlusconi; Cacciari, solo i demagoghi scendono in piazza ed io non lo sono; La triplice, non è il caso, scendiamo in piazza quando ci fa comodo a noi (Bonanni CISL), però tollerano che Epifani vada a titolo personale ( Epifani si deve assicurare, oppure è cosa fatta, ha mercanteggiato bene durante la trattativa Alitalia, una candidatura alle prossime elezioni Europee); Bertinotti, no, grazie non è "La piazza che fa resuscitare LA SINISTRA " (sante parole, i morti sono morti); Binetti no, il Papa mi darebbe, sicuramente, l'ostracismo; Marco Follini il trasfuga UDC, Re Tentenna.
Walter, chi riempirà il Circo Massimo? Ho il vago sospetto che siamo ad un altro Flop e Massimino non te lo perdonerà e con la Sua Fondazione Red ti dirà: By, By e tutti dietro, tranne Rutelli che con tutti i petali della Margherita e i PP si posizionerà al Centro riabbraciando Casini con l'UDC-DC-UDEUR (il grande centro) e a Parisi, poi, non resta che riabbracciare Prodi
Tutti i tasselli del puzzle nelle loro caselle e ancora una volta il glorioso Partito delle Sinistre si ritrovera con una frammentazione così frammentata che rimarrà solo......... cenere.
Walter!!! Altro che We Can!!!!!!!! " Walterloo!!!!!!

ANCHE STRISCIA INTERESSATA ALLE "BUFALE" DI MARRAZZO


Il TG dell'irriverenza e della scoperta delle magagne, seguitissimo da milioni di Italiani, ieri sera ha affrontato un argomento già postato dalla sottoscritta il 15 ottobre u.s.: "LA REGIONE LAZIO SPENDE BENE".
Ha inviato il bravissimo Gimmi Ghione a Roma a verificare, in diversi esercizi commerciali , se, l'utente Romano sborsando la modica somma di euro 9.9o poteva portare a casa il famoso paniere di generi di prima necessità:pane, pasta, carne, frutta e verdura.
I suoi giri per supermercati vari della capitale hanno sortito lo stesso risultato della verifica fatta dalla sottoscritta nei Comuni della provincia di Frosinone cioè che con 9.90 euro si può acquistare solo e soltanto una bufala.
Vergogna Marrazzo!!!!!!!!!! Finire anche a STRISCIA LA NOTIZIA!!!!!!!!

LEGGI IL POST Del 15/10

22 ott 2008

ELEZIONI PROVINCIALI DELLA CIOCIARIA 2009


Maretta in casa PDL che non riesce a trovare, non solo una sintesi con gli alleati, ma addirittuara ad esprimere il candidatoGovernatore Provinciale. In pole position, per FI, il nome più gettonato, Iannarilli; mentre per AN ben tre nomination: il Senatore Tofani, l'europarlamentare Foglietta e il giovane rampante Fabio De angelis, quest'ultima, candidatura gradita ai giovani e per il PDL la New Entry Scittarelli.
Quindi una rosa di nomi, tutti autoreferenziati, in partiti, coesi, ma ognuno tendente a portare l'acqua al proprio.
Ma già FI per bocca del coordinatore provinciale, Adriano Roma, tuona: " Se entro pochi giorni non chiudiamo, siamo pronti a correre da soli".
Come al solito bisogna fare la voce grossa per far giungere ad una intesa che sia condivisa da tutti.
Riusciranno FI e AN, prossimo PDL, senza litigi, stress, in tempi brevi e non riducendosi all'ultimo minuto secondo, a dare un nome e un volto al papabile Governatore di Frosinone?
Riusciranno a mettere in piedi una lista in grado di affermarsi, togliendo di mezzo, così, le " Sinistre dalla Provincia ? Le alleanze saranno omogenee o disomogenee? L'interlocutore principale sarà l'UDC?
Ma i programmi? In tutto questo bailammme della cosa più importante non se ne parla.
Cari Politici, ai cittadni della Provincia delle Vs. beghe personali, "non gliene pò fregà de meno".
Mettetevi nella zucca, meno personalismi e autodeterminazioni, pensate ai posti di lavoro, alle scuole, ai pensionati, queste sono le priorità.
Cercate, invece, di accordarvi e procedete a stilare un programma credibile e fattibile, pensando, non ai Vs. interessi, ma a Tutti i Cittadini della provincia di Frosinone che è la più disastrata dell'Italia.

21 ott 2008

IL NIET DI BERLUSCONI A CASINI IN ABRUZZO



Si era giunti ad una bella intesa programmatica per far risorgere la " Regione Abruzzo" devastata da anni di politica " sinistra" della Sinistra, ultima quella della giunta Del Turco terremotata dallo scandalo delle mazzette, che il Cavaliere ci mette lo zampino e, categoricamente, vieta ai rappresentanti del PDL di aggregarsi con l'UDC.
Che il Centro-Destra stia volando a gonfie vele con il vento in poppa, è fuor di dubbio, ma che il PDL possa farcela in " solitaria" è oltremodo difficile ed è da presuntuosi arrogarsi l'ambizione di un percoso ed il raggiungimento di una meta senza l'UDC e questo, in Abruzzo; ma se si rivolgesse lo sguardo all'Italia Tutta, è anacrostico l'accordo che porta, inesorabilmente, alla sudditanza, con la Lega, invece di riorganizzare le fila del Centro-Destra con LA DESTRA, gli altri partiti minori e l'UDC che oltretutto fa parte del grande partito europeo dei "Popolari".
Berlusconi, invece di smussare gli spigoli, si impunta e grida:" Qui comando Io e si fa come dico Io", un pò più di umiltà farebbe bene a tutti per il loro bene e soprattutto per il bene dell'Italia.
Però anche Casini sta facendo un pò di "Casini"; con il PDL in Abruzzo si insieme e in Trentino sta con l'Ulivista " Dellai" a fare le prove sceniche di Centro- Sinistra, ovvero pappa e ciccia con il PD che gli apre le braccia amche a Torino ( Chianfarino gongola) e a Genova.
Un pochino di coerenza politica non guasterebbe perchè se è vero che Berlusconi fa il birichino, ciò non giustifica apparentamenti che si sono sempre snobbati, buttarsi in una cloaca senza ritorno.
Forse sono queste le motivazioni che sta facendo perdere pezzi all'UDC a tutto vantaggio del PDL.
Forse sarebbe il caso di dire e fare:"Meglio soli che male accompagnati".
Ma nella provincia di Frosinone cosa si farà? Arriverà anche da noi in "Niet" del Cavaliere? Amici, frenate le Sue intemperanze, inducetelo a ragionamenti ragionevoli, e se si vuole bene alla Provincia di Frosinone, per scardinare Scalia e C. occorre coesione di tutte e dico tutte le forze di Centro-Destra, ritrovare lo spirito unitario e la Provincia rifiorirà.

20 ott 2008

Risposta del V.P dei Moderati



ASSENZA DEI MODERATI AL CONGRESSO DE " LA DESTRA "
Mi permetto di rispondere in qualità di Vice Presidente del Movimento Dei Moderati , anche se indirettamente, al Cittadino di Roccasecca dicendo semplicemente che , probabilmente la nostra presenza al Congresso era poco gradita alla dirigenza del partito!!!! Altri motivi se non propriamente ideologici, non ne vedo.

La risposta del V.P. Silvio Tedeschi Sul suo BLOG Messaggio N°3111 del 20/10/2008 ore 17.52

LA DESTRA FRUSINATE A CONGRESSO - GRANDI ASSENTI "I MODERATI"


Mi scrive un Cittadino di Roccasecca segnalando la presenza, al Congresso di Storace e Abbate, di rappresentanti di altri partiti di Centro-Destra: Adriano Roma (FI) , Fabio De Angelis (AN), Riccardo Mastrangeli (Dca), Fabio Tagliaferri ( Cristiano Popolari) e Giuseppe Paliotta (Mcl) e nel contempo lamentava l'assenza dei "MODERATI" chiedendo a me: "Perchè"?
Mi corre l'obbligo di interloquire con il "Cittadino-Moderato", e gli dico che mi dispace ma non sono in grado di rispondere al suo quesito che, invece, andava rivolto al Presidente ad Interimin dei Moderati che avrebbe sicuramente dato una esaustiva risposta giustificativa.
Posso esprimere solo delle personalissime considerazioni che "La Destra" o intende prendere le distanze dai "MODERATI" consideraldoli pericolosi per la propria affermazione o non li riconosce come "Partito Politico".

19 ott 2008

WASHINGTON: GRAN GALA' DELLA NIAF "NATIONAL ITALIAN FOUNDATION"


Oggi, 19 ott.2008 33 esimo appuntamento degli Italo-Americani al gran galà della NIAF, l'organizzazione, tra le molte, la più rappresentativa della comunità e sicuramente, con più iscritti, oltre 20 milioni di cittadini; fondata nel 1975 ed è senza scopo di lucro e apartitica.
La Fondazione si propone di aiutare la comunità a mantenerne vivi i valori e le tradizioni propri, facendo si che tutti i cittadini, ma soprattutto i mezzi di comunicazione, siano al corrente dei contributi degli italiani alla storia ed al progresso degli Stati Uniti. A questo fine, la Fondazione collabora attivamente con il Congresso e la Casa Bianca per quanto riguarda i finanziamenti a conferenze culturali su scala nazionale, l’assegnazione di borse di studio in tutti gli Stati Uniti, la monitorizzazione dei mass-media contro l’immagine negativa degli italo-americani e delle loro tradizioni e organizza lotte contro eventuali campagne diffamatorie. In anni recenti, si è anche distinta nello sviluppo di importanti relazioni culturali ed economiche tra l’Italia e gli Stati Uniti.
L'importanza e il peso della comunità italo-americana si sentono e la NIAF ne è un autorevole portavoce.
Quindi, all'Hilton Washington & Towers oltre tremila invitati hanno onorato con la loro presenza l'America e l'Italia: Nancy Pelosi, l' ex sindaco di New York, Rudolf Giuliani, per il governo italiano il ministro delle difesa, Ignazio La Russa.
E' stato assegnato un premio alla carriera a Gina Lollobrigida, molto amata e apprezzata negli USA.
Vi sono state assenze eccellenti ovvero Obama e Mc Cain, i due competitor per la Casa Bianca, assenza giustificata il Presidente in carica George W. Bush, impegnato nei colloqui anti-crisi con Nicolas Sarkozye l'attore Leonardo di Caprio, malato.
Ma i presenti hanno dimenticato presto gli assenti e questo grazie al nostro grande Peppino Di Capri che ha coinvolto tutti partecipanti con le sue note canzoni e ha infiammato tutti con un omaggio a Domenico Modugno con VOLARE.

LITIGIOSITA' CHE CARO COSTA AI ROCCASECCANI


Un consiglio comunale per la salvaguardia degli equilibri di bilancio (art. 193 del D.Lgs. 286/2000) si è tenuto il giorno venerdì 17 u.s.
Tralasciando, la maleducazione dei consiglieri con telefonini che squillavano creando non pochi disagi di attenzione nell'uditorio, lasciando stare il tecnicismo contabile e l'impilamento dei numeri nelle caselle giuste al fine dell'opportuna quadratura, l'attenzione viene rivolta al fatto concreto:" IL COMUNE DI ROCCASECCA E' SULL'ORLO DELLA BANCAROTTA" e i ROCCASECCANI non se ne stanno rendendo conto anche perchè non partecipano ai Consigli Comunali.
I nostri Governanti sono consapevoli del "Problema" ma sono fossilizzati sul " Problema " e non sulla soluzione del "Problema".
Misure drastiche di risanamento, pacchetti di progetti di ristrutturazione, laboratori di analisi per intervenire negli ambiti economici, sociali, culturali non si ravvisano.
La politica del "tira a campà", stallo e la "pagliara iardeva........" come dicono a Roccasecca.
C' è veramente di che preoccuparsi per le sorti di noi poveri roccaseccani, se le cose continuano con questo andazzo.
Disarmante, l'esternazione del Sindaco Giorgio che tutti i debiti vengono dal passato, che gli stanno cadendo addosso tegole, macigni di parcelle che in passato non si concordavano con i professionisti incaricati a difendere gli amministratori o che, se concordate per un milione ora, a chiusura della lite sono lievitate a quattromila euro ( ottomilioni del vecchio conio).
Quindi si ritorna ai famosi "debiti fuori bilancio" che non si riesce a quantizzare e a metterci un punto fermo.
I Cittadini normali si chiedono: ma perchè non si è capaci di mettere un punto fermo? Di dire il DEBITO E'................. Rimbocchiamoci le maniche e vediamo come sanarlo; l'incertezza e l'incapacità la mancanza di coraggio di affrontare il giudizio dei cittadini che li frena?
Atti di coraggio Signori!!!!! Esempi: Se il responsabile del Servizio Finanziario non fa bene il proprio lavoro:Fuori!!!!!!! se l'Ufficio Tecnico non funziona, perchè pagare consulenti che fanno NIENTE o poco e quel poco fatto pure male?
Perchè le strade del paese non si riesce a tenerle pulite nonostante i debiti con le "Cinque Città"? Coraggio Signori!!!!! Fuori dalle "Cinque Città".
Perchè non si chiede aiuto allo Stato come ha fatto Roma? Ha avuto 500 milioni di euro e continuerà ad averli.
Il Sindaco Giorgio dice ancora, sempre in pieno consiglio comunale, che sta inviando montagne di carte "fascicoli" alla Corte dei Conti che si sta prendendo la briga di fare le pulci al Comune.
Che l' organo di controllo contabile, Corte dei Conti, stia approfondendo se ci siano o no equilibri di bilancio; sta sentendo puzza di bruciato: troppe parcelle di legali sprovviste di copertura finanziaria, troppe spese per consulenze esterne, troppi ricorsi all'anticipazione di cassa ecc. ecc. ecc.
La situazione è veramente drammatica e non è sufficiente, Sindaco Giorgio, transare tutto, differire pagamenti, tamponare, cosa che lei sta facendo, per riequilibrare un Paese squilibrato al massimo come quello di Roccasecca.
P.s.
Via i Revisori che non fanno il loro dovere di tutela del Consiglio e quindi dei Cittadini

18 ott 2008

FONDI PER LA ONLUS "LA MISERICORDIA"

Centro Anziani Roccasecca

La raccolta di fondi da devolvere in beneficenza alla Onlus " La Misericordia"per l'acquisto di una nuova autombulanza, è stato il gesto gentile di solidarietà conclusivo della "festa di fine estate", organizzata dall'Associazione Anziani "Severino gazzelloni" di Roccasecca, presso il frantoio del vice sindaco.
Cena di socializzazione, all'insegna dei buoni piatti roccaseccani, buon umore, divertimento e tanta voglia di vivere e vivere bene.
In attesa di una stagione invernale, lunga e rigida, che sarà, confortata, però, dal ballo e dalla ginnastica dolce, prossime attività per gli iscritti, si son voluti concedere un'agape festosa di fine estate.
Bravi i nonnini!!! Tutto bene!!!! l'unica nota stonata, la raccolta dei fondi per una Onlus che, fino a qualche giorno fa, ora non so, si faceva pagare tutti i servizi, secondo parametri e tariffe non meglio identificabili, non chiare e non trasparenti; forse perchè il Comune ha chiuso i rubinetti e, trovandosi in difficoltà, chiede sostegno bussando alle porte di altre Associazioni, oltremodo bisognose di aiuto come " Gli Anziani"?
Non sarebbe stato più solidale un'attenzione verso i propri iscritti bisognosi? Non sarebbe stato più giusto far partecipare gratuitamente alla cena i propri iscritti che versano in uno stato di indigenza?
Oppure elargire una partecipazione gratuita alle numerose gite che l'Associazione organizza?
Se proprio si vuole mostrare attenzione e solidarietà, lo si faccia prima con i propri iscritti -fratelli e poi se avanza agli altri.

TEDESCO EMULO DI TOTO'




Un truffatore Tedesco, Wolfang Kroll, di 57 anni, ha proposto un affare ad un imprenditore compaesano ovvero: l'acquisto della sede della Fao e dell'ambasciata Usa di Roma (Italia).
Il tedesco truffaldino, peraltro già noto alla Polizia Romana, è stato arrestato "nientepopodimeno che" per il reato di truffa e documenti falsi.
Si è forse ispirato al noto film"Toto Truffa 62" dove il nostro genio della comicità si impegnava a vendere la Fontana di Trevi di Roma?
Ma, il marrano, non ha capito cha era tutta una finzione scenica per trasmettere un pò di buon umore?

Morte sul Lavoro e Eurochocolate


A Perugia, dal 18 al 26 Ottobre 2008, Eurochocolate sarà Play Chocolate, un inno al gioco, all’allegria e alla musica, l’ennesima golosa sfida per liberare la nostra parte più spensierata sulle ali della fantasia e ritrovare, nel gusto del cioccolato, la dimensione ludica che appartiene ad ognuno di noi e come se non bastasse i maldipancia che fa venire se se ne fa un abuso.

CONTINUA A LEGGERE

17 ott 2008

LA PROVINCIA DI FROSINONE SI PREPARA ALLE ELEZIONI 2009


Mancano pochi mesi all'evento e nessuna delle formazioni politiche presenti sul territorio, ad oggi, ha espresso non dico la lista, ma soprattutto, il capolista.
Troppe sono le variabili da tenere in considerazione e, troppi i nomi papabili, vuoi a destra che a sinistra, e qui, si fa riferimento, in particolar modo ai maggiori partiti, ovvero PDL e PD che sicuramente detteranno le regole di apparentamento, mentre i restanti, LA DESTRA, UDC, I MODERATI, DC ecc e di converso PSI , PRC, UDEUR ecc non avranno altra scelta o accodarsi o no, decidendo, così, di restare fuori dall'Istituzione.
Il risultato è come sempre una incognita un "?"; se il Centro Destra ha dalla sua parte l'onda lunga di Berlusconi, il Centro Sinistra 15 anni di Governo e quindi di conoscenza del territorio.
Una delle variabili, se non la più importante, è la scelta del candidato "Presidente" che se non ha, dialettica, carisma , preparzione politica, senso di leadership, radicamento sul territorio,non può essere proponibile agli elettori, perchè, sarà sicuramente perdente.
Poi se ambedue i contendenti sono mezze calzette allora si voterà per il meno peggio o si diserteranno le urne in segno di protesta.
La realtà vera è che la Provincia di Frosinone è una delle più disastrate, se non la più disastrata, infatti, siamo sempre gli ultimi nelle graduatorie dalle tematiche più disparate; basta leggere qualsiasi i giornale importante come il sole 24 ore di qualche giorno fa che recitava:" Frosinone " fanalino di coda nella classifica dell'ecosistema urbano 2009, per non parlare della sanità, delle attività produttive, credito, energia, infrastrutture, formazione, turismo, casa e ricerca.
Ma, la variabile, più importante, quindi, è "il programma elettorale" in grado, nella sua credibiltà, di risollevare la Provincia.
Buon lavoro a tutti i candidati !!!!!!!!!

MA I DOCENTI, GLI STUDENTI, I GENITORI HANNO LETTO LA RIFORMA GELMINI?


Sicuramente no, i bimbi della scuola materna, gli scolari delle primarie e delle medie, nutro anche dei forti dubbi che lo abbiano fatto gli studenti delle scuole superiori, compreso i liceali e gli universitari e ancor meno " i genitori".
Allora chi ha letto e studiato la riforma del Ministro Gelmini?
Oltre agli addetti ai lavori, si spera, ovvero insegnanti e direttori didattici, presidi ecc., i sindacalisti e gli altri?
Ma è ormai è prassi consolidata che, quando al Governo c'è il Centro-Destra, l'autunno diventa caldissimo, anzi rovente e come si muovono i Ministri in carica: Fulmini e saette!!!. Le piazze si ripopolano, si animano, ritornano le magliette del "Chè", le bandiere rosse ritornano a sventolare e i sindacalisti si ringalluzziscono e tutti insieme a fomentare una rivoluzione oltremodo strumentale anti Gelmini, anti Governo, anti Berlusconi, anti tutto ciò che fa il Centro-Destra.
Li appellano distruttori della scuola, razzisti e chi più ne ha più ne metta, il più gentile:"Il futuro dei bambini non fa rima con Gelmini" e giù fischi e sollazzi.
Perchè i docenti, gli amministrativi, i bidelli ed i loro sindacati di riferimento Cgil, Cisl, Uil, Cobas, Cub e Sdl ecc. ecc. non fanno un maea culpa; come si era ridotta la scuola Italiana? degrado più assoluto, dissolutezza, prevaricazioni, una scuola che sfornava asini, imbecilli, ineducati, vandali, una scuola minimamente competitiva ed in grado di dare risposte concrete.
La gente comune non dimentica facilmente i filmati dell'insegnante che si fa palpare il c....... dagli alunni, non dimentica gli scavezzacolli che allagano la scuola, i delinquenti che menano ad un ragazzo disabile, tutti filmati bravata, messi, senza ritegno su " You tube".
Gli insegnanti, sono tesi a difendere quel misero stipendio, non preoccupandosi minimamente, della qualità e del rigore, di migliorare la didattica e ora sarei curiosa di vedere quanti insegnanti fruiranno dell' Erasmus" che il Governo sta mettendo in cantiere per migliorare la qualità della Scuola.
Gli studenti, si sa,che fare filone, non andare a scuola, scioperare è sempre meglio e più gioioso che stare inchiodati dietro un banco protesi alla fatica dell' apprendimento e i professori, tutti contenti, li istigano in modo da avere più tempo libero a disposizione senza alcun esborso monetario.
Quindi ogni scusa è buona, anche le normative a vantaggio della collettività, rigirate come frittata dai sindacati, per inscenare proteste di piazza che sono solo e soltanto piccinerie ridicole di fannulloni e di chi non vuole la "QUALITA' DELLA VITA".

Cosa sono i feed RSS ?


Perchè utilizzare i Feed Rss? GUARDA IL VIDEO

16 ott 2008

MARRAZZO- "IPSE DIXIT": 44% DI LAZIALI VERSO LA POVERTA'


E una percentuale davvero importante e, se si considera la fonte divulgativa, il Governatore del Lazio Piero Marrazzo, c'è da crederci e da allarmarsi sul serio.
Ma forse è questo il fine ultimo del Governatore, allarmare, far prendere atto ai laziali della ineludibile recessione, dell' inarrestabile declino economico, ovvero di una crisi reale, forte, profonda che porterà, sicuramente, ad arretratezza mai vista.
E' oltremodo facile reiterare sulla crisi, che c'è, sulla stagnazione e piccola recessione, che c'è, sulla fiammata dei prezzi : luce, acqua, gas, che c'è, ma come, la Regione fronteggi la crisi questo non c'è.
Questo è il messaggio che un'Istituzione dovrebbe dare e soprattutto operare in sinergia con tutti e creare un atsk force, non di "Mister Prezzi" che avrebbero solo il compito di monitorare i prezzi; e quando li hanno monitorati? che succede?.
Dovrebbe monitorare: Videocon, Bioprogress, Marangoni, industrei farmaceutiche, Terme Fiuggi, Ideal Standard, Fiat.
Saranno forse i dipendenti di queste industrie una parte di quella percentuale (44%)
a rischio povertà?
Invece di allarmare perchè non si attiva anche lui a portare avanti la risoluzione dell'On.le Formisano (UDC) di chiedere al Governo di "adoperarsi sollecitamente per trovare una soluzione rapida e condivisa consentendo in tal modo all'area industriale del Frusinate, di affrontare e superare l'attuale crisi che rischia di appesantire le già drammatiche ricadute occupazionali"?
Non sarebbe più logico iniziare a guardare la crisi come un momento di svolta e di impegno per combattere gli sciacalli della finanza e quindi dell'economia
Imparare ed insegnare nuovi metodi di investimento ed incrementare i consumi.
Non allarmi più, Governatore !!!!!!! si attivi a cercare e trovare nuove Strade verso la risalita.
P.S
A proposito l'iniziativa " Lazio spende bene" al via in 500 supermercati del Lazio e in 250 di Roma per contrastare il caro vita, a Roccasecca non è partita, ci vogliamo attivare?


Roma Capitale - Regione delle Province


«Roma Capitale» si avvia ormai a diventare realtà. La riforma approvata dal Consiglio dei Ministri ha certamente dato un'accelerata al dibattito sul nuovo assetto istituzionale che vedrà coinvolti i Comuni della provincia di Roma, il Campidoglio e la stessa Regione Lazio.
Continua a leggere:Vai all'articolo completo

15 ott 2008

PANIERE PIENO? NO!!!! SOLO UNA BUFALA DI MARRAZZO E SCALIA


Amara sorpresa ,questa mattina, 15 ottobre 2008, quello che doveva essere il giorno del riscatto dei poveri, si è rivelato, invece, un giorno di disillusione completa, ancora più frustrante, perchè si era più che convinti che "La Regione e la Provincia", ovvero "Marrazzo" e "Scalia" non si sarebbero presi gioco della gente che, in questi periodi di dura crisi finanziaria ed economica, non ce la fa più ad andare avanti con i salari e gli stipendi sempre più erosi dall'inflazione e dai mercanti che fanno lievitare i prezzi in modo sconsiderato e fuori controllo.
Per i cittadini delle Province di Roma, Viterbo, Rieti, Frosinone e Latina doveva essere l'alba di una nuova era contro il carovita, l'arginazione dell'aumento dei prezzi di pane, pasta ovvero dei generi di prima necessità insomma una svolta epocale per chi, e siamo in tanti, hanno visto erodere il potere d'acquisto dell' euro.
Si erano sperticati, Marrazzo e Scalia, in pubblici encomi ai rispettivi assessori al commercio e in una pubblicità dell'iniziativa, costata, oltretutto, qualche soldino, solo e soltanto per la pubblicità, per non toccare altri tasti; questi soldini, è bene rammentare, li tiriamo fuori noi contribuenti per avere solo bufale; non mozzarelle, si badi bene, ma prese per i fondelli.
Quindi, altro che portare a casa un paniere di 1kg di pasta, 1kg. di pane ecc. per la modica somma di € 9.90, altro che "LAZIO SPENDE BENE", tutta una deplorevore propaganda demagogica delle Sinistre, che stanno affossando la nostra amata provincia di Frosinone.
Forse l'iniziativa è valida solo per i Romani (Città metropolitana) e non per i poveri burini "ciociari"?
Dove sono le promesse di venire incontro, con questo primo atto, ai cittadini vessati e depressi?
Dov'è la task force di assessori per seguire l'andamento dei prezzi e monitorare "l'esistenza dei cittadini del Lazio?
L'unica certezza è che questa mattina , in accoglimento del vostro invito, caro Marrazzo e caro Scalia, mi sono recata presso due supermercati "CONAD", uno di Roccasecca e uno di Cassino, presso un supermercato SISA a Roccasecca e dell'operazione " LAZIO SPENDE BENE", nemmeno l'ombra, nessuno sapeva niente.
Ho monitorato io, l'esistenza dei cittadini e posso garantire che è una esistenza sempre più difficile e umiliante e non saranno certamente i Vs.spot pubblicitari e damagogici a cambiare la situazione.

14 ott 2008

LA POLITICA "SINISTRA"


In questo particolare momento di crisi finanziaria mondiale, fronteggiata, a mio avviso, alla grande, da tutti i Capi di Stato e di Governo, con misure incisive drenanti e di ripresa , tant'è che tutte Le Borse Mondiali già da ieri hanno mostrato tutte segni positivi (+), la voce dissonante delle sinistre si leva acuta, stridente e saccente in tutti i luoghi e soprattutto nei salotti televisivi, che guarda, hanno tutti conduzione, dichiaratamente "left".
Non incoraggianti trasmissioni che seminano fiducia e ottimismo e pillole di saggezza per superare il momento particolarmente difficile per tutti, ma propinano solo e soltanto scenari apocalittici" post terremoto"come ad esempio ieri sera su "la 7" nella trasmissione "L' Infedele" condotta di Gard Lerner: povertà, miseria, malattie, guerre, sicidi e chi più ne ha più ne metta, è quello che succederà a breve a tutti gli abitanti del mondo.
Crisi del 29? No peggio!!!! il Mondo non si risolleverà più !!!! Il Capitalismo è fallito!!!!
Ma questa è la politica della Sinistra, molto "SINISTRA" che getta i semi, non della fiducia, ma semina timore, paure ancestrali di povertà e miseria, è la politica Staliniana o Maoista, tanto cara, ancora, agli ambienti di sinistra che, fuori dai giochi, cercano di rientrarci per portarci, forse, in un mondo dove i "POLITBURO " comandava, il Popolo, suddito, sorvegliato dalla mattina alla sera con molta, tanta polizia repressiva, poteri forti in grado di riportare, ordine, sfacelo economico e tutti uguali, cioè tutti poveri tranne lo, i burocrati.
Lo spunto per un pensierino di ritorno al passato, è stato preso dalla crisi di Wall Street e su questo stanno lavorando, specialmente nei salotti televisivi di Gard Lerner e Giovanni Floris per creare i presupposti per minare l'attuale Governo Barlusconi e tornare a nuove elezioni.
Ma incutere paure e pessimismo, non giova a nessuno, dovrebbero, invece aprire un confronto e tovare insiememe con i governanti la strada giusta per affrontare i problemi dei salari e degli stipendi soprattutto della protezione della piccola e media impresa italiana.
I Poveri da che mondo è mondo ci sono sempre stati, così come i ricchi, ma da qui a dire che, improvvisamente, non abbiamo più niente è pura mendacia e ipocrisia.
Il cataclisma è solo uno spauracchio della Sinistra "Sinistra".

13 ott 2008

CINEMA MUTO



E' voce comune a Roccasecca che l'assessore al commercio, Sig. Rezza, nell'ultimo consiglio comunale abbia fatto scena muta ; e si che che all'ordine del giorno vi era la liberalizzazione delle attività commerciali, e più nello specifico, sembrerebbe averlo fatto ammutolire una interrogazione di un membro dell'opposizione in merito alla piena liberalizzazione di tutte le attività commerciali, ad eccezione dei "bar" che si potrebbero aprire solo in zona castello e Via Casilina.
Perchè chiedeva il consigliere questa disparità di trattazione?
No comment dell'assessore Rezza.
Premesso che l'era del cinema muto si è estinto nel lontano 1929 con l'avvento del sonoro, lo spettacolo offerto dal Consiglio Comunale ultimo, non è stato punto apprezzato perchè fuori luogo e non gradevole; ci si aspettava risposte esaustive ed immediate e come cittadini contribuenti le esigiamo, visto che riveste una carica importante e non scena muta. E' deprovevole e da condannare un simile atteggiamento oltraggioso per l'opposizione e, soprattutto per la cittadinanza tutta.
Ma il dubbio sorge legittimo: o che non sapeva quello che aveva portato all'attenzione del consiglio o occupa il posto che occupa con ingenuità di un bambino ignaro di come ci sia arrivato e questa cosa non è tanto piacevole.
Si consiglia, quindi, all'assessore al commercio, la prossima volta, di fare uno sforzo e di prepararsi e acquisire le piccole elementari nozioni per rispondere ai quesiti insidiosi dell'opposizione come ad esempio la legge sul commercio che liberalizza le licenze, i piani commerciali, distanze fra un esercizio e un altro tipologie merceologiche aperture di nuove attività commerciali, questa è la così detta legge "Bersani" che la conoscono bene anche i bambini mentre un assessore al commercio che la dovrebbe conoscere a menadito, non sa dare risposte all'OPPOSIZIONE.
Buon negozio a tutti

A " Palazzo Chigi " si firma


Un altro colpo è stato messo a segno, dal Ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta: i dirigenti, i funzionari e gli impiegati del Governo, accedono al posto di lavoro, in entrata e in uscita, con l'utilizzo di badge.
E' la prima volta che i Ministeriali di Palazzo Chigi hanno l'obbligo di attraversare i tornelli in entrata e in uscita e quindi, le loro presenze, controllate.
Si assicurerà più presenza, più produttività e più servizio per i cittadini?
Si premierà la produttività e si manderanno a casa i fannulloni?
Bravo "Ministro Brunetta" complimenti !!!!!!!! continua così!!!!!!!!.

30 set 2008

Copyright

Quasi tutto quello che trovate in questo blog è soggetto al mio diritto d'autore. In base a tale diritto, come previsto dalle leggi vigenti, concedo il permesso di libera ripubblicazione e ridistribuzione dei contenuti di questo blog.
 Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

SEGNALAZIONI

Se volete chiedermi informazioni o inviarmi del materiale per la pubblicazione. Potete contattarmi all'indirizzo Email

 Email : anna_maria_rossini@outlook.it
                   nannarella.rossini@gmail.com