17 ott 2008

MA I DOCENTI, GLI STUDENTI, I GENITORI HANNO LETTO LA RIFORMA GELMINI?


Sicuramente no, i bimbi della scuola materna, gli scolari delle primarie e delle medie, nutro anche dei forti dubbi che lo abbiano fatto gli studenti delle scuole superiori, compreso i liceali e gli universitari e ancor meno " i genitori".
Allora chi ha letto e studiato la riforma del Ministro Gelmini?
Oltre agli addetti ai lavori, si spera, ovvero insegnanti e direttori didattici, presidi ecc., i sindacalisti e gli altri?
Ma è ormai è prassi consolidata che, quando al Governo c'è il Centro-Destra, l'autunno diventa caldissimo, anzi rovente e come si muovono i Ministri in carica: Fulmini e saette!!!. Le piazze si ripopolano, si animano, ritornano le magliette del "Chè", le bandiere rosse ritornano a sventolare e i sindacalisti si ringalluzziscono e tutti insieme a fomentare una rivoluzione oltremodo strumentale anti Gelmini, anti Governo, anti Berlusconi, anti tutto ciò che fa il Centro-Destra.
Li appellano distruttori della scuola, razzisti e chi più ne ha più ne metta, il più gentile:"Il futuro dei bambini non fa rima con Gelmini" e giù fischi e sollazzi.
Perchè i docenti, gli amministrativi, i bidelli ed i loro sindacati di riferimento Cgil, Cisl, Uil, Cobas, Cub e Sdl ecc. ecc. non fanno un maea culpa; come si era ridotta la scuola Italiana? degrado più assoluto, dissolutezza, prevaricazioni, una scuola che sfornava asini, imbecilli, ineducati, vandali, una scuola minimamente competitiva ed in grado di dare risposte concrete.
La gente comune non dimentica facilmente i filmati dell'insegnante che si fa palpare il c....... dagli alunni, non dimentica gli scavezzacolli che allagano la scuola, i delinquenti che menano ad un ragazzo disabile, tutti filmati bravata, messi, senza ritegno su " You tube".
Gli insegnanti, sono tesi a difendere quel misero stipendio, non preoccupandosi minimamente, della qualità e del rigore, di migliorare la didattica e ora sarei curiosa di vedere quanti insegnanti fruiranno dell' Erasmus" che il Governo sta mettendo in cantiere per migliorare la qualità della Scuola.
Gli studenti, si sa,che fare filone, non andare a scuola, scioperare è sempre meglio e più gioioso che stare inchiodati dietro un banco protesi alla fatica dell' apprendimento e i professori, tutti contenti, li istigano in modo da avere più tempo libero a disposizione senza alcun esborso monetario.
Quindi ogni scusa è buona, anche le normative a vantaggio della collettività, rigirate come frittata dai sindacati, per inscenare proteste di piazza che sono solo e soltanto piccinerie ridicole di fannulloni e di chi non vuole la "QUALITA' DELLA VITA".