31 ago 2014

«FOTOSCIPPO» DI OLIVIERO TOSCANI

I «sinistrozzi», a cominciare dai Piddini, stanno diffondendo in modo virale, per gettare fango su Fratelli D' Italia, uno scatto-manifesto del «Grande» Toscani.....Il Maestro lo sa che stanno facendo pubblicità al suo scatto suscitando commenti non tanto simpatici alla sua arte?

Fratelli d' Italia se lo poteva proprio risparmiare di usare quel negletto click  conoscendo i sinistrozzi, bravi mediatici nel rigirarsi la frittata come in questo caso, di quel manifesto ne stanno facendo  una campagna acchiappavoti della lobby gay.
L' hanno fatto diventare la clava per massacrare la Destra con i soliti epiteti di omofobia, contro i diritti civili e retrograda.
Ma il PD non era il custode della Costituzione ? Quella Costituzione  che sancisce il diritto ad una mamma e ad un papà ?....  e poi, i figli non sono il frutto naturale dell' amore tra un uomo ed una donna?
I gay possono stare tranquilli e non diventare strumentali alle sinistre, ma i bimbi devono avere un papà ed una mamma e Fratelli d' Italia  hanno solo violato il diritto d' autore di Oliviero Toscani, gli hanno chiesto scusa e rimosso il manifesto che la sinistra sta facendo diventare virale sputtanamento di FdI per una politica #acchiappavotigay# .
La Destra  è solo, ed a ragione, contro le adozioni a coppie omosessuali e contro le forzature della magistratura.
Mentre, il PD, la parte rossoceralacca, sta premendo a  fare in tempi brevi una legge per riconoscere le convivenze delle coppie gay e le adozioni.
"Il testo base  di Monica Cirinnà non prevede l’adozione tout court, ma la stepchild adoption, ovvero la possibilità di riconoscere il figlio del partner.
In Italia è possibile  avere idee diverse dalla Sinistra IMPERANTE ?

SE LE CANTANO E SE LE SUONANO ..ALLA FACCIA DEL POPOLO COGLIONE!

E SE LE SCELGONO PURE, ....le poltrone prestigiose  della Provincia di Frosinone, grazie al Decreto di Graziano Delrio (PD), ministro del Governo Renzi.
Palazzo Iacobucci
Siamo a circa a pochi giorni dalla presentazione delle liste formate da sindaci e consiglieri comunali, per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Frosinone del 12.10.2013.
Tener presente che è sempre ben pagato e ben tenuto dai cittadini-contribuenti, solo scelto dagli appoltronati amministratori comunali, avendo il sig. Ministro Delrio (PD) tolto la democratica scelta del voto popolare- LE ELEZIONI PROVINCIALI-
Il Governo del Fare e Fare subito (ndr Renzi) aveva cianciato, a destra e a manca,  che le province le avrebbe soppresse, con notevole risparmio dei soldi pubblici.... RENZI BUFFONE!
Le Provincie, Potere e Bacino di voti sono e restano con tutte le  funzioni di pianificazione riguardo a territorio, ambiente, trasporto, rete scolastica, gestione dell’edilizia scolastica e il controllo dei fenomeni discriminatori in ambito occupazionale e promozione delle pari opportunità sul territorio provinciale. Con la redistribuzione di funzioni e personale tra Regioni e Comuni, e solo in piccola parte alle Province, viene redistribuito sia il patrimonio, sia il personale con lo stesso compenso.
E il 12 ottobre si recheranno alle urne per il rinnovo del Consiglio Porvinciale, ovvero, spartizione delle poltrone del potere, tutti i Sindaci ed i Consiglieri dei 91 Comuni.
E mentre il Centro-Sinistra, dopo che Segretario provinciale, Simone Costanzo, presidente in petcore,  ha fatto un passo indietro ed  alla poltrona della presidenza,  si stanno scannando I due Francesco, diventati all' abbisogna Renziani, ovvero l' ex eurodeputato De Angelis e il senatore Scalia.
De Angelis supporter del socialista Gianfranco Schietroma, dicono i rumors, con l' ausilio trasversale di Abbruzzese e Scalia supporter di Pompeo con l' ausilio degli ex amici di Abbruzzese, ora nei  partiti governativi NCD e UDC.
Il Centro-Destra e la Destra chi dei due supporterà ? Come siamo caduti in basso! Politici imbelli!
Questa politica non mi piace. PUNTO. così  vanno avanti solo i Sinistrozzi assatanati di POLTRONE E POTERE.....SVEGLIA POPOLO DI DESTRA!

30 ago 2014

NON SONO UNA STUPIDA

E la telefonata ricevuta ieri dall' assessore delegato al Festival Severino Gazzelloni, Giuseppe Marsella, ha suscitato forti dubbi circa il Quoziente Intellettivo e la considerazione che gli amministratori di Roccasecca hanno dei loro amministrati. 
Assessore Giuseppe Marsella
Verso mezzogiorno di ieri, 29.08.2014, squilla il telefono fisso di casa, pronto ? sono Giuseppe Marsella, buongiorno Giuseppe......Si complimenta e mi dà gli auguri per aver saputo che Luca si era «coniugato» e dopo passa al sodo: Anna, vieni al Comune, con i  10mila euro, Io ed il Sindaco ti stiamo aspettando a braccia aperte.
Io:- Scusa Giuseppe, ma ti rendi conto di quello che stai dicendo? Sei fuori tempo massimo.....la mia proposta per la sponsorizzazione al Festival datata 11.08.2014 parlava chiaro : «In cambio, chiede solo che venga data la giusta e visibile  promozione al Blog Anna Maria Rossini, nelle locandine, sui giornali, sulle vele, sui manifesti».
Questa semplice regoletta imprenditoriale non è stata rispettata, ma non è stata neppure presa in considerazione la mia proposta del giorno 11.08 di sponsorizzare il XX Festival Severino Gazzelloni.
Ma perchè non vi siete fatti vivi prima di oggi e solo dopo  la serata inaugurale?
Il Marsella : -non avevamo il tuo numero di telefono, procurato solo oggi (guarda un po').
Io:- Cose da pazzi! : Giuseppe, sul mio blog trovi tutti i numeri fissi, cell., e- mail, twitter, facebook e google+,  ahivoglia a contattarmi, trascurando la casa in pieno centro e a pochi passi dal Comune.
Marsella:- Comunque dice Lui, vieni, alla serata della Stazione ti presenteremo sul palco e pubblicizzeremo che la dottoressa Rossini ha sponsorizzato il Festival.
Io :Forse non ci siamo spiegati, si sta mettendo a dura prova la mia intelligenza ed onestà intellettuale di  imprenditrice del Blog.....come è notorio, per un imprenditore la pubblicità è l' anima del commercio.
Io: -La proposta di incontro, anche con il Sindaco è fuori tempo massimo e poi date pubblicità ai costi del Festival, piuttosto e l' Assessore di rimando: «Vieni e ti mostrero tutto il budget nel dettaglio» ....
Io:- Non mi interessa, la legge sulla TRASPARENZA parla chiaro: TUTTA L' ATTIVITA' AMMINISTRATIVA DEVE ESSERE AFFISSA ALL' ALBO PRETORIO ON-LINE»...quanto avete pagato a Tania di Giorgio? al presentatore? alla Brigliadori? alla Banda e a tutti, insomma?
Questa la testuale risposta dell' assessore Marsella: «a Tania Di Giorgio NULLA, anzi ci ha rimesso del suo € 300 per telefonate, al presentatore NULLA, alla Brigliadori NULLA perchè amici della Di Giorgio......
Io- Risata grassa, AHAHAHAHAHAHHA, sono sincera e mi permetto di dirti che non ci credo e che cazzo ci fate con i 54.400 euro messi in bilancio per il Festival?
Marsella:-  Non dire parolacce è così e poi lo vedrai dal dettaglio on-line.
Io:- OK , scusa per la parolaccia ..Allora, assessore Marsella, pubblica tutto on-line, come prescrive la legge costi e ricavi ...entrate e uscite e subito....
Marsella :- si si non ti preoccupare.
Ad oggi nessuna pubblicità è stata data alle entrate ed alle uscite del XX Festival Severino Gazzelloni come pure all' Estate Roccaseccana e se mi sbaglio qualcuno mi corregga.
Comunque, per farla breve, Festival grandioso, presenze importanti e tutto gratis per l' amministrazione e l' assessore Marsella  mi aspetta alla serata di Santa Margherita con la presenza del Prefetto Emilia Zarrilli, assente alla serata inaugurale.

29 ago 2014

NON SI ACCETTANO CRITICHE

Il XX Festival Internazionale (sic) Severino Gazzelloni è iniziato ieri sera, solita ora, solito bellissimo scenario della Piazza Longa.
XX festival Severino Gazzelloni
Il rifiuto del munifico sostegno al Festival, ha generato l' assenza di Anna Maria Rossini, amministratrice dell' omonimo blog e come diceva il saggio: «Chi non accetta non merita.
E' la prima volta, e me duole proprio tanto, perchè amo Roccasecca, Severino, la Banda, Tania Di Giorgio in Munno,  il Festival e la piazza Longa, ma gli amministratori devono imparare che è terminato il tempo del Governo Pappagone ecque qua ....quaquaraquà.
Sicura che tutti gli artisti Roccaseccani abbiano fatto la loro bella figura, plauso e orgogliosa di loro...ergo, nessuna critica agli artisti, anzi solo complimenti vivissimi a tutti i ragazzi della banda che porta il nome dell' illustre flauto d' oro, Severino Gazzelloni, per il coraggio di essersi messo in gioco e riuscire a mettere in luce i propri talenti artistici.
Critica feroce agli Amministratori della Giunta Giorgio, INTRASPARENTE ED INCONSISTENTE, anche in questa XX edizione del Festival, fatta degradare, solo per loro responsabilità, da Festival Internazionale a Festival Paesano (così letto su facebook).
Le responsabilità di questo vergognoso declassamento è da scrivere tutto all' assessore delegato dal Sindaco Giorgio, Giuseppe Marsella, che ha accorciato il palco e ridotto gli ospiti importanti (cit da facebook).
A «Roccasecca Libera» interessa solo l' attività amministrativa, la gestione dei soldi pubblici ed anche in questa manifestazione chiede di rendicontare:
1- Il costo dell' intero progetto (€ 54.400,00);
2- Il dettaglio del costo (?cachet banda, cantanti, Brigliadori etc)
3- la copertura finanziaria (?)
4- gli sponsor e le donazioni  (?)
Se non verrà reso pubblico entro una settimana,  si denuncerà il tutto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri -Funzione Pubblica Amministrazione- alla Prefettura di Frosinone ed alla Corte dei Conti.
Di nuovo complimenti vivissimi ai ragazzi della Banda, alla soprano Tania di Giorgio, al mitico Benedetto Vecchio (MBL)  ed a tutti e proprio tutti gli artisti, nessuno escluso.

27 ago 2014

SI CALCIA AL CAMPETTO DI VIA ROMA

Il prossimo 2 settembre le Parrocchie, S. Margherita, SS. Filippo e Giacomo, S. Maria delle Grazie e SS.ma Annunziata, tutte guidate dal parroco don Xavier Razanadahy, daranno vita al I° Torneo interparrocchiale di calcio associativo rivolto ai bambini e alle bambine dai 5 ai 14 anni.
FOTO DI:  L'Associazione "Pierfrancesco Munno"
Finalmente una bella notizia! Il campetto rimesso a posto, a norma, con tutte le autorizzazioni, anche del CONI....Praticamente superata la determina del Resp. dei LL. PP e dell' ordinanza del sindaco Giovanni Giorgio, che sancivano che il campetto di Via Roma era adibito solo ad attività ludico-ricreative e non a gare calcistiche.
Bene, non si può che essere felici per i bimbi ed anche per gli adulti amanti del calcetto.
La notizia l' ha battuta il nuovo giornale on line, «ECO DEL GARI» che riporta le spiegazioni degli organizzatori: “Si tratta di una iniziativa  che vuole riprendere una tradizione antica, qella del calcio parrocchiale, dei calci tirati ad un pallone in oratorio. Una dimensione che si sta purtroppo perdendo con tutto il bagaglio formativo e valoriale che legava a sé. Un ringraziamento vogliamo rivolgerlo a don Xaveir che insieme a noi ha voluto organizzare l’iniziativa. Ci auguriamo che ci sia grande partecipazione, divertimento e spensieratezza all’inseguimento di un pallone. Non solo, la speranza è di potere organizzare anche altre iniziative del genere nei prossimi mesi”La notizia su ECODELGARI
Ci uniamo agli auguri, con profonda soddisfazione, che siano state superate tutte le criticità che in passato avevano fatto chiudere al calcio amatoriale dei bimbi e ragazzi, lo storico campetto di Via Roma.

IGNOTI STOCCAVANO RIFIUTI ALL' EX MATTATOIO

e l' A.U. della MAD srl, Valter Lozza, vittima di ignoti ed ignobili malviventi, ha sporto regolare controdenuncia.
Ex. mattatoio - Roccasecca

L' ex mattatoio di Roccasecca, di proprietà della MAD srl, era stato messo sotto sequestro dall' autorità giudiziaria.
I carabinieri della Stazione di Roccasecca, in seguito a sopralluogo presso l' immobile, accertavano che il sito era adibito a discarica abusiva di rifiuti speciali, consistenti in toner esausti, materiale ferroso vario, frigoriferi, televisori, monitor e componenti informatici dismessi, banchi e cattedre delle scuole e l' A. U, Valter Lozza, incriminato per «abbandono incontrollato di rifiuti».
Dal quotidiano L' Inchiesta di oggi, 27.08.2014, si apprende anche, della controdenuncia di Lozza, prodotta sempre alla Locale Stazione dei Carabinier
contro ignoti che depositavano la «munnezza» nel sito di sua proprietà,  .
Chiarisce, che il cancello era regolarmente chiuso e che  è totalmente estraneo ai fatti criminogeni, solo vittima di ignoti ed ignobili malviventi.
Che non era la prima volta che l' ex mattatoio, di sua proprietà, veniva riempito di «munnezza» che regolarmente veniva rimossa a sue spese, senza interventi di autorità giudiziarie.
La cronaca giornalistica termina con un annuncio dell' A.U. della MAD srl:"Ho comunicato al Comune di Roccasecca la disponibiltà della MAD, una volta riottenuto il possesso dell' immobile, a riadattarlo e metterlo a disposizione del Comune per attività sociali o di pubblica utilità o a disposizione gratuita di altre organizzazioni aventi finalità sociali, religiose ed umanitarie».
Il Sindaco Giorgio Giovanni: «Una iniziativa lodevole, che valuterò al più presto»......e vissero tutti felici e contenti!
Ma siete proprio convinti, che i cittadini di Roccasecca hanno l' anellino al naso ?
Caro sindaco Giorgio Giovanni, prima di valutare l' iniziativa lodevole dell' Amministratore della MAD, deve rendere chiaro ai cittadini di Roccasecca:

1- Quando è stato venduto l' ex mattatoio alla MAD srl;
2- Quale l' iter di legge seguito;
3- A quanto è stato venduto;
4- l' iter di stoccaggio dei rifiuti dell' altro mattatoio di Via E. Fermi.
5- infine, conoscere se il deposito del materiale nella struttura sequestrata sia opera o meno del personale comunale, all'uopo autorizzata, e quale sia la natura dello stesso.
6- Chi aveva le chiavi dell' ex mattatoio, oltre alla MAD.
Caro Sindaco Giorgio, ai cittadini di Roccasecca servono cose ben più importanti, l' esenzione totale della TARI (tassa sulla «munnezza») visto e considerato che è sede di DISCARICA MAD.
Fino ad oggi, nessun beneficio è stato ricevuto dai cittadini escluso i benefici della MAD al Comune.

SIETE DEGLI IPOCRITI!

E come disse Gesù ai Farisei, lo dico Io al Sindaco Giorgio ed alla sua Giunta  «Guardatevi dal lievito dei farisei Giorgiani, che è l'ipocrisia.  Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto». Parola di Anna Maria Rossini.
ANNA MARIA ROSSINI in FERRARI
Siamo alla vigilia del XX Festival Internazionale Severino Gazzelloni, e, mettendo da  parte la discussione sulle eccellenze di casa nostra (Banda Severino Gazzelloni, Tania Di Giorgio etc) di indiscutibile valore artistico, di cui vado, non fiera ma fierissima ed a cui auguro un successone di pubblico e di applausi, il discorso è esclusivamente rivolto agli ipocriti amministratori che, anche nell' organizzazione di questo prestigioso evento, come prassi consolidata, non hanno dato la pubblicità di legge completa alle delibere ed alle determine, insomma, gli atti amministrativi  INTRASPARENTI.
Qual' è il cachet di tutti gli artisti? quanto costano tutti servizi?...  e le sedie ? Chi sono i finanziatori di questo XX Festival ? e il loro quantum di sponsorizzazione?
Il fatto è questo:- i soldi di sponsorizzazione al Festival della generosa Anna Maria Rossini  puzzano; ma non quelli della MAD, a quanto pare, e neppure quelli della Banca Popolare ed altri sponsor....perchè?
L' arcana ragione per la quale l' Amministrazione Giorgio, non ha raccolto il dono di € 10.000 di Anna Maria Rossini per omaggiare il grande Flautista Roccaseccano,Severino Gazzelloni, al momento si sconosce, ma verrà appurato,..... mica per caso, per non dare visibilità al Blog che vi crea qualche disturbino?
«Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto». Parola di Anna Maria Rossini. Qui trovi il post nel quale si chiedeva la sponsorizzazione

25 ago 2014

CROLLA IL MURO DI SOSTEGNO COMUNALE E PRIVATO, A VICOLO PATAMIA .

A tutt' oggi, intrappolato in casa, il malacapitato residente, circondato dai detriti franosi e rifiuti, che incivili, senza vergogna depositano in continuazione.


Il Sig. Di Vito Patrick, esasperato, dall' indifferenza del Comune, alla risoluzione della problematica dei detriti franosi ed arredi vari frantumatisi sotto le macerie, aggravata da continui gettiti di rifiuti da parte di incivili, facendone un vera e propria discarica a cielo aperto, si è rivolto al Vice Presidente del Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer» Anna Maria Rossini esplicitando  tutto il suo sdegno per il dover vivere in una casa il cui ciglio è «ammunnezzato».
Con il Presidente del Comitato, Danilo Chiappini, ci siamo recati al Vicolo Paolozzi e lo spettacolo che ci si è presentato davanti, nonostante le piante di fiori tendenti a nascondere lo schifo, è veramente allucinante,  indegno di un paese civile.
In pieno Centro Storico, il muro, oltretutto parte Comunale, crolla, dalla montagna scivolano piante e detriti, sommergendo una casa fino all' uscio, i deficienti inquinatori buttano rifiuti  e l' Amministrazione non se ne preoccupa minimamente, lasciando il povero malcapitato e tutti i residenti in una situazione di merda, indegna di una paese civile.
E' censurabile da tutti i punti di vista, simile comportamento del Comune, visto e considerato le  numerose istanze del Sig. Di Vito Patrick, preoccupato dell' infittimento della vegetazione con i soliti inquilini poco simpatici e nocivi (topi, zecche, insetti vari), della formazione e dell' ampliamento della discarica appiccicata alla casa e che un' altra stagione delle piogge è in arrivo.
I fatti risalgono al 12.03.2013, allorquando, abbondanti precipitazioni piovose fecero crollare il muro di sostegno della montagna.
E pensare che per quel muro di sostegno, l' Ufficio Tecnico, aveva richiesto ed ottenuto dal Sig. Di Vito Patrick  una bella cifretta, anni addietro, così ha riferito al Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer».
Ora, è vero che la sensibilità è un dono raro, ma dovrebbe essere dono precipuo per che ogni buon amministratore.
Invece gli amministratori di Roccasecca più le persone sono indigenti e bisognose di aiuto, più quel dono primario diventa un optional.
Ve la ricordate la storia dei due disabili prigionieri in casa ATER per l' ascensore rotto ?
Analogicamente,  il muro crolla e un umile casetta, composta  da cucinino e  e camera, quasi ostruita dai detriti  che non vengono rimossi, lasciando quasi intrappolato l' unico abitante e nel disagio ambientale tutti i residenti.

SCANDALO EX MATTATOIO, MESSO SOTTO SEQUESTRO

La Legione dei Carabinieri del Lazio- Stazione di Roccasecca- ha sottoposto a sequestro preventivo l'ex mattatoio comunale diventato ricettacolo di: - rifiuti pericolosi, frigoriferi, congelatori, ingombranti e persino banchi di scuola, cattedre e sedie-
Cancello dell'Ex .mattatoio comunale


Il Comune di Roccasecca, un giorno sì e l' altro pure, assurge agli onori della cronaca,  per turpi «reati ambientali» nell' area delle Gole del Melfa  e di ex   mattatoi adibiti a discarica.
Si viene a conoscenza che a Roccasecca esisteva la «mazzatora» storica  di Via E. Fermi diventato deposito di «munnezza», messa sotto sequestro, imputato il Sindaco per deposito incontrollato di rifiuti speciali, frigoriferi, materassi, oggetti ferrosi e tant' altro...praticamante, il comune, stoccava questi oggetti ingombranti e quant' altro senza le necessarie autorizzazioni della Regione Lazio.
Il Sindaco è stato assolto ed il manufatto ripulito, ora è pericolante e da demolire.
La cronaca di oggi, invece,  investe l' altro ex mattatoio, quello dalle parti di Via Montello, ben più grande, trovato dai carabinieri che vi hanno apposto i sigilli, sempre pieno di «munnezza» su per giù di quella trovata e tolta dalla Via E. Fermi, oltre gli arredi dismessi delle scuole.
Il sequestro, pare sia stato notificato al Resp. della MAD srl, per cui, se così fosse, la proprietà sarebbe passata dal Comune di Roccasecca alla MAD srl.
E chi aveva le chiavi per depositare la «munnezza» delle scuole?
Ma, al di là del procedimento giudiziario in corso e delle responsabilità della MAD, quello che interessa ai cittadini di Roccasecca è conoscere come la MAD sia sia accaparrato l' ex mattatoio e, a tale proposito,  ha fatto bene il Consigliere d' opposizione, Antonio Abbate, ad  interrogare  il Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio....Interrogazione scritta a risposta scritta
Ma quante interrogazioni hanno prodotto i consiglieri di opposizione, al Sindaco Giorgio?....Numerosissime..... e il Sindaco Giorgio e tutta la Governance Roccaseccana  se ne sono sempre «impipati» di dare risposte scritte a domande scritte, anche ai cittadini...... Vergogna!
Ma questa investe è una delicata questione di TRASPARENZA degli atti amministrativi e REATI AMBIENTALI ed il Sig. Sindaco Giorgio non può seguire l' orma delle pregresse.
«Roccasecca Libera», sentinella della Trasparenza, della Giustizia e della Legalità, invita formalmente, il Sindaco di Roccasecca a dare risposta scritta, chiara e trasparente al consigliere Antonio Abbate che si deve premurare di renderla pubblica, perchè i cittadini devono sapere.
Le domande del consigliere di opposizione, Antonio Abbate:
....omissis....se l'immobile oggetto di sequestro risulti attualmente di proprietà comunale o se, al contrario sia stato venduto a terzi ed in caso affermativo di quest'ultima circostanza se la dismissione dello stesso immobile abbia seguito l'iter di legge, quale la sua valutazione e da chi redatta, chi sia l'acquirente e a quanto ammonta il prezzo della compravendita;
chiedo infine di conoscere se il deposito del materiale nella struttura sequestrata sia opera o meno del personale comunale, all'uopo autorizzata, e quale sia la natura dello stesso.

22 ago 2014

SEQUESTRATO L' EX MATTATOIO, ORA DI PROPRIETA' DELLA MAD SRL

Sembrerebbe che la denuncia sia per «deposito incontrollato di rifiuti »....

Questo da Rumors Paesani,  :- I Carabinieri della locale stazione, al comando del Maresciallo Bottone, ieri,  avrebbero posto sotto sequestro l' ex mattatoio venduto dal Comune alla MAD srl, dicono i maligni, per una operazione salva bilancio. Io non ci credo, ma così dicono.
Praticamente, i Militi, avrebbero  trovato l' ex mattatoio pieno zeppo rifiuti, di che genere, non è dato sapere...praticamante,  quel mattatoio acquistato dalla MAD era diventato una vera e propria discarica.
Ma chi stoccava i rifiuti lì dentro ? La Mad non credo, visto che ha una bella discarica di proprietà a Via Cerreto. Chi allora ?
Comunque complimenti vivisissimi al Maresciallo Bottone e ai Carabinieri della Stazione di Roccasecca  per l' ottimo lavoro di questi giorni.
1- nell’ambito di un servizio finalizzato a contrastare la commissione delle violazioni/reati in materia ambientale deferivano in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, un 54enne e una 56enne del posto poiché ritenuti responsabili del reato di “abbandono incontrollato di rifiuti pericolosi in concorso”.Abbandonavano rifiuti pericolosi al Fiume Melfa.
2- con la messa sotto sequesto dell' ex mattatoio acquistato dalla MAD diventato una vera e propria discarica.
Bravi...chi commette reati ambientali, va perseguito e punito.
Che serva da monito a tutti.

21 ago 2014

SMOTTAMENTI

Via Enrico Fermi continua a smottare, tubi dell' acqua a rompersi e operai comunali e tecnici Acea a tamponare. Se io abitassi in quella strada, mi preoccuperei proprio.
Via ENRICO FERMI


Dalle foto pubblicate, si capisce benissimo il motivo per cui l' arteria non viene riaperta al transito, neppure da una sola parte.
Si suppone che Tecnici Comunali conoscano a menadito la situazione di pericolo che con il passare del tempo si sta aggravando.
L' Amministrazione Giorgio Giovanni è consapevole del disastro ambientale che pioggia e/ o altre calamità naturali, potrebbero arrecare?
Infatti, non passa giorno che, dall' inizio della Via E. Fermi e fino alla fine, tra una zigrinatura dell' asfalto, un' apertura di una voragine o, un tubo dell' acqua rotto, le criticità pesanti del dissesto idro geologico non vengono alla luce.
Il Comune non prende di petto la situazione, si ciuciulla e si distrae con lo scarica barile delle responsabiltà.....fino a quando ciò sarà possibile ?
Lo smottamento è continuo. proprio ieri un' altra voragine si è aperta, voragine  che nella mattina di oggi, e precisamente alle ore 6, operai del Comune hanno riempito di sabbia.
Hanno tamponato con uno sputo di terriccio e sotto è vuoto....eggià tanto non ci passano autoveicoli e gli abitanti zonali e roccaseccani tutti, li teniamo allegrotti, allegrotti, con il Festival di artisti roccaseccani, con le processioni acchiappaconsenso di  Sant' Anna, San Rocco, Stazione, Canneto, con Viva Maria e Viva Gesù, con il clero tutto orgoglioso e festante.
Sindaco Giorgio, se la Via Enrico Fermi dovesse sgarruparsi definitivamente, a chi ascrivere le responsabilità ? o stiamo pregando tutti i Santi e le Madonne, compresa quella di Lourdes, Fatima e Medjugorje a che non facciano crollare Via Enrico Fermi, fino alle prossime elezioni?

20 ago 2014

I RIFIUTI INTERRATI AL MELFA

Le Gole del Melfa, messe a dura prova dai vandali ed i Tracciolino, in sicurezza  per modo di dire.......


Le Gole del Melfa nel degrado ambientale più assoluto ed il Tracciolino, lavori di messa in sicurezza, solo contenimento minimale  del costone, con reti a salterello e simpatia.... tratto:-Roccasecca-Casalvieri-..., lo rende noto il Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer».
Mentre ambientalisti politicizzati, ambiziosamente, reclamano ed ottengono di presenziare agli incontri istituzionali Regionali per discettare su un auspicabile ritorno dell' acqua al Fiume Melfa, gli altri umili ambientalisti, si preoccupano del disastro ambientale, pensano prima ad un  progetto di pulizia e bonifica del letto del Melfa , diventato, insieme al sovrastante Tracciolino, ricettacoli di ogni «zozzura» anche  inquinante (eternit, gomme, ingombranti, inerti, etc).
Ieri, 19.08.2014, nell' ultimo sopralluogo del Presidente del Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer», Danilo Chiappini, alle Gole del Melfa, per verificare lo stato dei luoghi, ha constatato, suo malgrado, che l' inciviltà degli umani  ed il mancato controllo delle autorità competenti hanno fatto aumentare di numero ed in sostanza, le discariche abusive esistenti, facendo scempio delle bellissime Gole del Melfa con la sovrastante e caratteristica strada del Tracciolino che collega Roccasecca a Casalvieri-Valle di Comino.
Siamo in prossimità dell' apertura del Tracciolino, strada provinciale chiusa da anni per pericolo caduta massi, lo ha annunciato il Commissario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, e la cassa di risonanza del  Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, in quanto i lavori commissionati, portati a termine.
Ma la messa in sicurezza era limitata solo ai massi che cadevano? e la strada dissestata e le buche prodotte dai massi caduti restano lì protette dalle strisce rosse?
I giretti propagandistici dell' assessore all' ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri, solo per interessarsi al deflusso minimo vitale del Melfa?
E l' inquinamento ambientale roba di secondaria importanza?
Non è stato notato nè dagli ambientalisti Ciceroni del Refrigeri, nè da Sindaco Giorgio e neppure dagli assessori della sua giunta che i residui dei lavori della muraglia, sassi ed inerti vari, tubi etc oltre ad una loro vandalica deposizione, andavano ad interrare altri rifiuti nocivi, inquinanti l' ambiente?
Ah già! interesse primario il DMV....... la «munnezza», l' Eternit, le gomme, gli ingombranti e pure gli inerti, che incivili personaggi continuano a  gettare ed a farne cumuli è di secondaria importanza
Sono prossime le elezioni della provincia di Frosinone per il rinnovo del Consiglio Provinciale, ma il popolo non è chiamato a votare, solo i consiglieri provinciali decideranno chi eleggere presidente e chi assessore e chi consigliere.
Non pensate solo alle poltrone, mi raccomando! e prima di far ridefluire l' acqua al Melfa, cosa che fa piacere a TUTTI, anche agli ambientalisti del Comitato  «Basta Eternit-Fibra Killer», pensate bene a ripulire e bonificare.
Prima di tutto, i Comuni Rivieraschi, collegialmente, aprino un tavolo per l' attenzione primaria di BONIFICA, con soldi Regionali e soldi Europei.
Delle telecamere di video sorveglianza, lungo il Tracciolino, sarebbero doverose, anche perchè se la spesa si va a suddividere  tra i 4-5 Comuni, il carico singolo risulterebbe irrisorio.
E un pensierino a chiuderlo al transito, nelle ore notturne, non sarebbe malvagio...
Ed un recupero spese all' Americana maniera? : perchè non far pagare il pedaggio ai Turisti?

18 ago 2014

IO STO CON I VIGILI....IO STO CON VALERIO MINICILLO

L' Amministrazione Giorgio campione di demagogiche manifestazioni tipiche delle famose e analoghe «Nozze con i fichi secchi», pura illusione per le giovani «povere» menti roccaseccane. 
BASTA! lo dico Io, questa volta e per sempre.La Libertà dell' artista Valerio Minicillo è impagabile, non ha prezzo e lo mette, a mio avviso, su un piedistallo irragiungibile ai mediocri Roccaseccani che si lasciano abbindolare dai «Registi del Piccolo Potere».
Ne sto leggendo di cotte e di crude su facebook, che denigrano ed offendono, non solo Valerio Minicillo, persona ed artista,  ma anche me e tantissime altre persone che la pensano in modo diverso dalla «Massa» succube.
Ieri ne hanno dette di cotte e di crude su Anna Maria Rossini, arrivando persino agli inqualificabili atti di denuncia-querela del Sindaco Giovanni Giorgio e del geometra Fabrizio Isola che un saggio giudice, non ha neppure preso in considerazione: A R C H I V I A T E.
Oggi, è la volta di Valerio Minicillo che ha detto di NO a testa alta alle inqualificabili ed oscene proposte dell' assessore Giuseppe Marsella e Sindaco Giorgio, che offendono l' arte e l' artista.
I suddetti Marsella e Giorgio, invece di rispondere, anche via facebook, alle doglianze del giovane artista, come al solito, tacciono e parlano i «sottomessi al piccolo potere Giorgiano, comminando l' ostracismo all' artista collega, non allineato.
E' un film che conosco bene, cambiano gli attori ma il «canovaccio giorgiano» è lo stesso.
Esempio.: -scrissi qualcosa in merito alla Sangalli, ebbi subito gli 8 operai di Roccasecca contro.....Io stavo contro i ragazzi assunti e con quello scritto volevo far perdere il lavoro agli 8 operai Sangalli.
Come non ricordare tutte le campagne del Comitato «NO TARSU», alla fine sentire per le Piazze e i bar : SET STAT CAPAC D FA PAGA' LA «MUNNEZZA» .
Ma vi volete svegliare Roccaseccani ?!?! SI' O NO? Riconoscere che l' attività precipua della Giunta Giorgio è la NULLITA? SOLO LANCIARE L' OSTRACISMO A CHI NON SI ALLINEA E RECLAMA E GRIDA LA PROPRIA LIBERTA' 
Mo BASTA!  lo dico Io, lo hanno detto i Vigili Urbani, lo ha detto Valerio Minicillo e tutti quelli di «Roccasecca Libera»
Piuttosto, TRASPARENZA degli atti amministrativi: calendario delle attività e iniziative relative alla manifestazione -xx FESTIVAL INTERNAZIONALE SEVERINO GAZZELLONI con il relativo preventivo di spesa-.

17 ago 2014

MESSAGGI@AMBIENTALISTI




Alessandro Barbieri, navigando su internet, mi sono imbattuta nei predetti, tuoi, due commenti, cui  nè il tuo interlocutore, nè altri, hanno controbattuto e/o entrato in discussione.
Forse, anzi, sicuramente, perchè  tali commenti non meritavano risposte, data l' inconsistenza e la palese non verità
Non capisco cosa ti abbia spinto a fare  tali assurde considerazioni, ma ti posso garantire, e non me ne volere per la schiettezza, che a Roccasecca esiste ed opera un Comitato Ambientalista che tu conosci bene ed è «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», con Presidente Danilo Chiappini e Vice Presidente Anna Maria Rossini, che lavorano con umiltà e costanza sul territorio Roccaseccano.
Noi, persone perbene,  non ci siamo mai permessi di andare ad operare, fare le pulci, criticare ed offendere i Comitati degli altri Paesi  come hai fatto tu con questi due commenti.
Non capisco proprio cosa ti abbia spinto ad aprire bocca e tirare fiato.
Un invito spassionato e senza acrimonia : «La prossima volta, piu' rispetto per gli Ambientalisti Roccaseccani»

16 ago 2014

I CAPI, GLI AFFILIATI, I GREGARI E I SOTTOMESSI

Anche con il XX Festival Severino Gazzelloni, la filiera è entrata in azione con il rispetto dei ruoli e la pubblicità porta a porta, assicurata, a prescindere.

Branco di lupi

La Giunta Giorgio, ovvero I Capi,  hanno  approvato, a chiacchere, visto che non è stato pubblicizzato on-line, il programma  del XX Festival Internazionale Severino Gazzelloni, con atto n. 99 del 7.08.2014.
La valenza giuridico-amministrativa- istituzionale di un simile atto 99/2014, VUOTO, solo chiacchiere, la lascio giudicare, se ci sono, alle Istituzioni sovracomunali, Ministro Marianna Madia, Funzione P.A. e  dott.ssa Emilia Zarrilli, Prefetto di Frosinone, Corte dei Conti.e Guardia di Finanza.
La stessa procedura è stata adottata al programma «L' Estate Roccasccana 2014», Delibera di Giunta n, 90/2014, a chiacchiere.
A tutt' oggi, a questi programmi fantasmi, approvati con atti di giunta 90 e 99, senza calendari e preventivi di spesa, non è stata data la pubblicità sancita dalla Legge sulla Trasparenza ed altre normative contabili amministrative.
Per quanto concerne il XX Festival Severino Gazzelloni, la Giunta ha  deliberato che costa € 54.400,00 imputabili nel redigendo  bilancio preventivo 2014 e saranno fronteggiati con i fondi del bilancio comunale (soldi dei Roccaseccani).
E gli sponsor ? La Giunta Giorgio è in attesa delle loro elargizione, che qualora ci dovessere essere, verrebbero portate in detrazione (così scritto in delibera).
Insomma, tutto aleatorio, tutto inconsistente, tutto incerto, ma hanno avuto l'  ardire di scrivere nella delibera 99/2014 :.... «di approvare il calendario delle attività e iniziative relative alla manifestazione in argomento con il relativo preventivo di spesa».
Vergognatevi ! ma dove sono il calendario ed il preventivo di spesa ? Chi sono gli Sponsor ? quanto donano?
I Capi, per la gioia degli Affiliati, hanno deciso sulla parola, i Gregari e i Sottomessi devono, appunto, starci .....ma anche questa volta la legalità e la legittimità dell' atto 99/2014 è, chiaramente, solo  un optional, come quella dell' atto 90/2014.
E mi raccomando, Sindaco Giorgio, assessore Marsella e C.  non  strumentalizzate, perchè non c' è proprio nulla da strumentalizzare, nè con gli artisti nè con gli altri operatori.
IL COMUNE NON E' CASA VOSTRA, LA TRASPARENZA E LA LEGALITA' NON SONO UN OPTIONAL!

14 ago 2014

SI SALVI CHI PUO'

Tra le Giunte Comunali di Cervaro e Roccasecca, un « intrallazzamento» vergognoso, a scapito dei Cittadini-Contribuenti, chiamati solo a pagare tasse e gabelle extralarge, con «intrighi» di poltrone dell' Ufficio Ragioneria.....

La Giunta di Cervaro, capitanata dal Sindaco D' Aliesio, in accordo con la  Giunta Giorgio di Roccasecca, comanda il funzionario dell' Ufficio Ragionaria, dott Marcello Lanni, a ricoprire, per un anno, il posto di Responsabile del settore economico finanziario a Roccasecca.
A parte tutte le irregolarità e le illegittimità di tale comando, con grave accollo economico sul groppone dei Roccaseccani, peraltro, dettagliatamente esposte, con denuncia-querela dall' ex Consigliere di Roccasecca, Bernardo Forte, alla Corte dei Conti ed al Ministero Economico e Finanze, ma la cosa che si appura questa mattina da «Il Quotidiano  Cassino», è che, circola, per il Comune di Cervaro-Ufficio Ragioneria, una Dirigente «in pectore», al posto del dott. Marcello Lanni, comandato a Roccasecca.
Il giornale parla di una querelle tra una cittadina di Cervaro e la fantomatica «Dirigente Contabile».
La cittadina chiedeva spiegazioni alla Signora professionista  di cosa facesse e a quale titolo occupasse  il posto del Funzionario Lanni assente, il giornale parla di una discussione tanto animata, così vivace,  che è intervenuta l' assessore Ivonne D' Agostino che si è vista costretta a mettere fuori le due signore e chiudere a chiave l' Ufficio Finanziario.
L' increscioso episodio ha allertato l' opposizione che interesserà il Prefetto di Frosinone e la Procura della Repubblica per accertare l' eventuale violazione posta in essere.
Una piccola considerazione: - Se chiaramente, il Comune di Cervaro, stava in sottorganico, considerato l' accaduto della professionista-Dirigente in Pectore, perchè Marcello Lanni è stato sbolognato a Roccasecca, addirittura con l' inquadramento di D6 che sul regolamento comunale non è previsto ?
Che «intrallazzismo» c' è tra il Comune di Roccasecca ed il Comune di Cervaro ?

SI SALVI CHI PUO'

13 ago 2014

ROCCASECCA IN FESTIVAL

«BARZELLETTE» e barzelletieri: Sindaco Giorgio e Giuseppe Marsella direttori artistici ed amministrativi del XX Festival Severino Gazzelloni, che deprimono e mettono tristezza agli artisti di calibro internazionale, come Valerio Minicillo 

Il post «BARZELLETTE» del Roccaseccano Valerio Minicillo, prof.- maestro  di SAX, arrangiatore, compositore, nonchè scrittore su scala nazionale, è una raccapricciante narrazione di come si relazionano i Governanti di Roccasecca con i loro paesani, artisti e non, il loro voler barattare la «dignità» in cambio «NULLA», neppure il nome sulla locandina.
Ma la dignità non ha prezzo e il Maestro Valerio Minicillo, con il suo diniego al «Piccolo Potere Roccaseccano»,  ha tutelato la propria dignità: Condizione di nobiltà morale in cui l’uomo è posto dal suo grado, dalle sue intrinseche qualità, dalla sua stessa natura di uomo, e insieme il rispetto che per tale condizione gli è dovuto e ch’egli deve a sé stesso (cit. Treccani.it).
E' il rispetto per se stesso e per l' arte che, non si è appecorato a Giorgio Giovanni, tronfio del «Potere di Sindaco»  ed invita gli altri artisti Roccaseccani a  non svendere la propria arte e rinunciare alla propria dignità di uomini/donne, in cambio di «un panino e mezza birra».


Il post «BARZELLETTE» dal diario Facebook del maestro Valerio Minicillo  
1. Vengo chiamato dall'assessore Giuseppe Marsella per partecipare al Festival di Gazzelloni; ci mettiamo d'accordo per un piccolo rimborso spese di euro 350 (che era già una mia larga concessione eccezionalmente fatta per un'occasione che portava il nome di "Severino Gazzelloni"), visto che avrei fatto una breve partecipazione; chiedo di rimanere solo sul palco al momento della mia esibizione ma non mi viene concesso: va bene, accetto. Chiedo Ranaldi al service, in quanto mia persona di fiducia, ma non mi viene concesso: va bene, accetto il service che sceglieranno loro, senza nemmeno sapere chi sia. Chiedo almeno una ventina di minuti perché "Se devo venire solo per scaldare lo strumento e per apparire, mi rifiuto" (sapete com'è, a me piace suonare professionalmente e non apparire; apparire ad ogni costo riguarda altri...io invece chiedo pure delle condizioni...): in un primo momento mi si dice che 20 minuti sono troppi; successivamente mi vengono concessi.
2. Mi incontro col sindaco Giovanni Giorgio che mi dice: "Se vuoi partecipare, i soldi non te li dò" (in pratica pagano quasi tutti, compresi semplici dilettanti che suonicchiano amatorialmente e che, se non vengono chiamati nemmeno alle stesse feste paesane dai comitati, sono stati chiamati nientemeno che a questo Festival e, per di più, pagati; e non volevano "pagare" me!). Io mi alzo e me ne vado (sapete com'è...solo chi vuole apparire ad ogni costo rimane seduto zitto o, al limite, apre la bocca per dire "signor sì"): vengo invitato a sedermi: va bene, mi risiedo e restiamo d'accordo che farò sapere se accetto o meno di andare gratis (il Festival di Gazzelloni di Roccasecca è sempre una cosa che si fa nel mio paese, motivo per cui, alla fine, sarei stato anche disposto, facendo così un omaggio alla comunità del mio paese); chiedo, naturalmente, di avere il nome sulla locandina: mi viene "concesso" (credevo che un diplomato a 16 anni, l'unico laureato con 110 e Lode di questo paese, nonché l'unico compositore ed esperto arrangiatore in tutti i generi musicali e che fa lavori editoriali e li vende su scala nazionale avesse, per scontato, il nome già presente: io l'ho dovuto chiedere).
3. Con una telefonata informo l'assessore Marsella che, eccezionalmente, e per questa volta, sono disponibile ad esibirmi gratis. Lui mi dice testualmente: "Sono contento: sarà una bellissima serata!".
4. Fanno le locandine e tutti mettono sulla locandina tranne che il sottoscritto.
Naturalmente non andrò. Qualcuno ha proposto di ricucire lo strappo e recuperare la situazione ma, per quanto mi riguarda, lo strappo non è mai avvenuto perché prima non c'era niente di cucito. Al primo posto c'è la dignità. Non ho bisogno di esibizionismi in paese a tutti i costi. Anzi, ne voglio uscire. Se mi sono detto disponibile è perché la situazione portava il nome di Severino Gazzelloni altrimenti quella gente con la quale ho parlato nemmeno l'avrei presa in considerazione: ricordo che nel paese, negli ultimi due anni, ho rifiutato di fare un concerto col sax e una presentazione del mio lavoro "Quale Risorgimento/Eredi dei briganti" (la persona che voleva che facessi la presentazione c'è rimasta così male che non mi parla più: mi dispiace, ma sono anni che dico che nel paese non farò più niente e quando dico una cosa, quella è). Questo per dire che la "gloria da paese" non solo non mi serve ma mi deprime perché mi fa tristezza. Tra l'altro non è che ci vorrebbe molto per organizzare privatamente un grande evento musicale dove, magari, potrei anche approfittare per prendere parola e dire delle cose...e ne ho tante di cose da dire...E poi un concerto finisce nel dimenticatoio; le tue composizioni, i tuoi lavori editoriali e altre cose, invece, restano e, con essi, anche il nome dell'autore. Per sempre.
Per chiudere: mi hanno chiamato loro e poi hanno fatto questo. Probabilmente ha dato fastidio il mio non piegarmi al sindaco, forse troppo abituato a troppi inchini e troppe riverenze per le quali mi permetto di bacchettare i miei cari compaesani. Gli artisti non si inchinano, se non davanti al pubblico. Quelli che assecondando e si inchinano al politicante di turno sperando di ottenere qualche momento di popolarità non sono artisti, ma buffoni di corte. Valerio Minicillo è un artista.
Infine, cari signori: io sono laureato, sono scrittore, faccio conferenze e dibattiti con professori universitari e sono abituato ad avere a che fare con i pezzi da 90 e non con gente che ancora deve capire la differenza tra "service" e "server", oltre che quella tra condizionale e congiuntivo.
Un pensiero per i miei cari coetanei diplomati (diplomati in Conservatorio ma evidentemente non diplomati in dignità): non si suona per un panino e una birra. Quello lo fanno gli appassionati dilettanti, non i professionisti: fatevi rispettare, ricordate gli studi fatti in Conservatorio, i vostri esami, le vostre nottate, le vostre preoccupazioni, le vostre speranze, i vostri sacrifici: toglietevi immediatamente sotto il comando di chi sapete voi in cambio di 20-30 euro che vi danno ogni tanto! Lasciate che questa gente si metta a comandare sui dilettanti e non sui diplomati! Il vostro ruolo, AMICI diplomati di questo paese, è quello di essere funzionali a chi vi comanda (e ai figli...). Abbiate, invece, rispetto di voi stessi, della musica e dell'esperienza accumulata in Conservatorio (specialmente voi che, come me, venite dal Conservatorio vecchio ordinamento)!

LA SEDIA DELLA DISCORDIA

La Resp. del III settore del Comune di Roccasecca, dott.ssa Anna Ricci, nella determina n. 154 del 23.07.2014 impegna la spesa di € 6.464,00  per  «L' Estate Roccaseccana 2014» , noleggio sedie Carlo Verdone di euro 488,00, escluso.

Ad onor del vero,  nella determina n. 154/2014 c' è scritto: detto costo (€ 6.464,00) non comprende il noleggio delle sedie per l’iniziata del 25 luglio di euro 488,00.
E quale sarebbe l’iniziata del 25 luglio ?  Chiaro -La Manifestazione di Carlo Verdone al Borgo Castello a costo zero- ma con sedie noleggiate a peso d' oro.
Nella determina, la responsabile, non ha allegato l' obbligatorio preventivo di spesa della ditta noleggiatrice ....perchè tale omissione? E chi è la ditta che ha noleggiato le sedie per Verdone ? Quanto a pezzo ? Per quanti pezzi (sedie)?
Sono legittime queste domande o sono da rompi c. ?
Sono legittime e democratiche domande che ogni cittadino di Roccasecca dovrebbe rivolgere all' Amministrazione, visto che i soldi spesi, sono soldi della Collettività.
Quindi, se Carlo Verdone è venuto a costo zero, già le sedie costano un «botto» e non è stata data la pubblicità, nè al progetto reale dell' Estate Roccaseccana 2014, con la copertura delle spese reali e la Responsabile del III settore non ha allegato alla determina n. 154/2014 il preventivo di spesa degli euro 6.464,00 e degli euro 488,00 (noleggio sedie).
MA CHI E' LA DITTA NOLEGGIATRICE DELLE SEDIE ? NON E' MEGLIO ACQUISTARLE? 

12 ago 2014

LE FESTE E LE SAGRE ROCCASECCANE

RARE E FUMOSE....MA QUANTO COSTANO ALLA COLLETTIVITA'  E' SEMPRE UN GROSSISSIMO ? E PARE ANCHE, CHE IL CONSUMO DELL' ENERGIA ELETTRICA SIA  A CARICO DI TUTTI I ROCCASECCANI 

Con Deliberazione n. 90/2014  la Giunta Giorgio ha approvato il programma delle attività socio - culturali di cui al progetto ““ Estate Roccaseccana 2014 “.
Il progetto non è stato reso pubblico affatto agli ignoranti (che devono ignorare) Roccaseccani.
E il Resp. del III settore, con atto n.154 del 23 luglio 2014,  determina di impegnare sugli interventi n. 1050205 cap. 3 e n. 1050203 cap. 1 del bilancio 2014, la somma rispettivamente di euro 3.400,00 e 3.552,00 per un totale di euro 6.952,00 al fine di provvedere alla liquidazione dei costi di attuazione dell’intera iniziativa, entro i limiti delle somme previste per l’esecuzione della predetta e nel rispetto degli accordi ed impegni già assunti dall’Assessorato delegato in materia giusta Delibera G.C. n. 90/2014.
L' anomalo comporatmento prima della Giunta Giorgio e poi del resp. del III settore, Dott.ssa Anna Ricci in merito all' approvazione di un programma che non esiste e ad impegnare € 6.952, 00, per un programma che non esiste.
Cosa coprono quei 6.952, 00 euro? Quali costi ? a Chi?
Il Revisore dei Conti, Rag Mario Delli Colli, cosa ne pensa e come giustificherà tale macroscopica irregolarità della Giunta, del Resp. del  III settore e del Resp. della TRASPARENZA, dott. Colacicco?
Inoltre, l' ultimo «Rumore dei Rumors» che, se vero, è l' ennesimo mettere le mani nelle tasche dei Roccaseccani a loro insaputa:- Pare, che le luminarie e tutte le attività necessitanti della corrente elettrica, siano allacciate alla corrente dei pali comunali, con un rapporto tra ENEL e Amministrazione.-
Capito? paghiamo l' ENEL, a nostra insaputa, facendo risparmiare chi fa affari. E' vero? Non vero?  
IL SINDACO CHIARISCA QUESTO ENNESIMO POCO SIMPATICO RUMOREGGIARE PAESANO 


11 ago 2014

CHI E' LO SPIN DOCTOR DEL SINDACO GIORGIO ?

Alla Festa dell'Antica Trebbiatura di via Panniglia, il Sindaco Giorgio si è fatto immortalare con forcone e fascia tricolore ......ma il consulente d' immagine che il Sindaco ha assoldato, da quale scuola di comunicazione proviene? 
Giovanni Giorgio e la fascia tricolore
Una circolare dell' ex Ministro Rosa Russo Iervolino indirizzata a tutti i prefetti e ai rappresentanti delle province e delle regioni autonome, parla chiaro:-  si invita i sindaci a fare " un uso corretto e conveniente della fascia tricolore", nella consapevolezza "della dignità e del decoro della carica, e tale da non scalfire la realtà dello Stato come elemento di unità giuridica".":La fascia tricolore indossata dai sindaci di una città durante le cerimonie ufficiali non è un semplice ornamento, ma un simbolo.
Lei Sindaco Giorgio, con quella uscita campestre, ha svilito e calpestato tale SIMBOLO, pertanto chieda scusa ai Roccaseccani e a tutti gli Italiani.
Chi è l' esperto della comunicazione  cui il Sindaco di Roccasecca ha dato il compito di curare e promuoverne la sua immagine pubblica per attirargli il necessario consenso elettorale, mediante queste precise strategie di comunicazione e di marketing campestri ?
A quale spin doctor ha affidato le sorti della propria campagna elettorale ?

SPONSORIZZAZIONE !!!

LA BLOGGER ANNA MARIA ROSSINI, INTENDE SPONSORIZZARE IL XX FESTIVAL INTERNAZIONALE SEVERINO GAZZELLONI
Severino Gazzelloni

La Giunta Giorgio Giovanni, con atto n. 99 del 7.08.2014, ha deliberato di realizzare l' ormai tradizionale manifestazione culturale in onore dell' illustre concittadino Severino Gazzelloni, con un badget di spesa € 54.000,00 tutto a carico del Comune, ma con possibilità di detrazione delle  eventuali sponsorizzazioni pubbliche e private richieste.

Anna Maria Rossini, titolare dell' omonimo blog, con somma gioia, ha appreso questa mattina, dall' albo pretorio on-line, la notizia che è in cantiere la Manifestazione più prestigiosa ed amata dai Roccaseccani, IL FESTIVAL INTERNAZIONALE SEVERINO GAZZELLONI, alla sua XX edizione.
Ha appreso altresì che i 54mila euro postati in bilancio comunale, sono a totale carico del Comune e quindi dei Roccaseccani, in attesa delle risposte inoltrate ai vari Enti Pubblici e privati, se ci saranno e quando ci saranno, andranno a detrarre la spesa del bilancio comunale.
Poichè è mi ferma intenzione di contribuire con una «liberalità», come sponsor privato alla Manifestazione, invito l' assessore competente e delegato al XX Festival, Giuseppe Marsella ad inviarmi la richesta e le modalità precise di sponsorizzazione.
In cambio, chiede solo che venga data la giusta e visibile  promozione al Blog Anna Maria Rossini, nelle locandine, sui giornali, sulle vele, sui manifesti.
In attesa di contatto, anche telefonico.

I GUARDIANI DEL TEMPIO

Tommasino Marsella ed Anna Maria Tedeschi, il primo del «Melfa», la seconda della «Discarica di Cerreto» ......
Guardiani del tempio di Shaolin, Denfeng, Cina
Ormai sono diventati quotidiani ed inaccettabil,  i subdoli attacchi al Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER» ed  in particolare alle persone:- Presidente Danilo Chiappini ed al Vice Presidente, Anna Maria Rossini-.
Poi c' è pure, qualche membro del PD che strumentalizza, giocando a fare una bella confusione tra le attività del Comitato e le attività delle singole persone-società civile.
Nessuno intende togliere ai «Guardiani del Tempio», questo loro appassionate ruolo....Tranquilli,Tommasino Marsella ed Anna Maria Tedeschi! Proseguite pure  imperterriti, la vostra «Mission» di guardiani delle secche del Melfa e dell' ampliamento della Discarica di Cerreto, che Dio vi aiuti e vi protegga!.
Ma per cortesia !, non strumentalizzate il Comitato, uomini e donne, gente che lavora in umiltà, con i mezzi che ha a disposizione (anche internet) e con le idee molto diverse dalle vostre, sicuramente.
Come c' è massimo rispetto per le idee e le altrui opere, abbiate rispetto anche del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER» e soprattutto delle persone che lo rappresentano e delle persone rappresentate.
Quando si intraprendono tutte le battaglie, qualsiasi battaglia, soprattutto quelle ambientali, se non sono mirate alla «cadrega», si proseguono sempre, si «intigna» come si dice a Roccasecca e mai e poi mai si parla di «battaglie perse».
Se le battaglie si perdono è perchè non ci si crede, si fa finta di crederci, per opportunismi vari o perchè già si sa in partenza che si è perdenti  a casua dell' approccio sbagliato......Cambiare approccio e forse l' obiettivo si raggiungerà.
L' approccio del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBR KILLER» è diverso e nella piena coerenza di vita che contraddistingue il Presidente, Danilo Chiappini ed il Vice Presidente Anna Maria Rossini.

10 ago 2014

KEEP CALM, AND GOD SAVE THE PIDDINI !

Dire di finirla di rompere i coglioni, non è nè elegante, nè fine, piuttosto cafonesco-buzzurro, come pure l' ironia da quattro soldi di pseudo ambientalisti fluviali .....ma si è  di tutt' altra pasta e «le parole tangono, secondo dalla bocca da cui provengono».

Piddini Roccaseccani, dovete farvene una ragione, or non è più, quel tempo e quell' età e adesso c' è una grande «eccezione» .....altro che nessuno!
Diceva qualcuno saggio e conosciuto: «È triste essere un'eccezione: Ma è ancora più triste non esserlo.
L' eccezione è «Roccasecca Libera», politici  d' eccezione (straordinari, singolari), impegnati sul territorio a 360°, ad ampio raggio che, con il  Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», Comitato «NO TARSU» che insieme a tanti cittadini della società civile, stanno svolgendo un encomiabile lavoro di  risveglio delle coscienze sopite dei Roccaseccani e reclamanti propri diritti di democrazia partecipata e non «sudditanza appecorata».
Naturalmente, questo lavoro dà molto fastidio al Sindaco Giorgio, alla sua Giunta, ai Consiglieri di maggioranza e non si capisce perchè anche ad alcuni semplici cittadini; forse perchè facenti parte del Direttivo del PD-Sez Sandro Pertini di Roccasecca ?
Il cittadino Domenico Tedeschi, membro della locale Sez PD, ha dimostrato il suo nervosismo controbattendo alla discussione sviluppatasi sotto un post millantatore del demagogico Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, sul social network -FaceBook-
Domenico Zedh Tedeschi : Mi chiedo solo quand'è che la finite di rompere i coglioni. Voi siete il nulla... pertanto rimarrete il nulla.
COMMENTO DI Domenico Zedh Tedeschi 
 Non è nè la prima e sicuramente non sarà neppure l' ultima performace del Sindaco Giorgio, cui con sistematicità e con signorilità «Roccasecca Libera», contrapporrà le proprie giuste, legittime e sacrosante idee.
Il PD di Roccasecca non può erigersi a paladino del Sindaco, solo perchè della stessa casacca e il Sindaco di Roccasecca, deve amministrare, con oculatezza, saggezza e super partes.
Ad ogni sua azione, se non conforme alla legge, ci sarà un' altra azione uguale e contraria,  di  «Roccasecca Libera».

FATEVENE UNA RAGIONE PIDDINI! 

09 ago 2014

I° CITTADINO DI ROCCASECCA «RACCONTA BALLE»

I giornali locali, riportano le notizie del «Regime», quotidianamente, con squilli di tromba e rullo di tamburi...e già... si avvale dell' opera di un giornalista-pubblicista, pagato profumatamente, dai Roccaseccani.

Questa mattina, Ciociaria ha superato se stessa, record della disinformazione :-
-OGGI RIAPRE IL TRACCIOLINO- Questa mattina il taglio del nastro alla presenza di numerose autorità e del sindaco-.
Questa mattina, il Commissario Provinciale, Giuseppe Patrizi, ha tagliato il nastro della riapertura della strada Provinciale, la n. 137 al km 3+759 che collega  Roccasecca-Castrocielo, no il TRACCIOLINO.
Il Commissario Giuseppe Patrizi, ha portato a termine un progetto di bonifica e risanamento di dissesto idrogeologico, iniziato dalle precedenti giunte Provinciali, sollecitate, per amore della verità, dagli ex consiglieri Antonio Abbate ed Antonio Colantonio nell' anno 2009.
Il Post sul suo diario di facebook, di sperticati ringraziamenti del Sindaco Giorgio al Commissario Provinciale Patrizi, artecifice indiscusso dei lavori di sistemazione della frana e  della riapertura della strada, sono esageratamente improntati sulla falsità storica, .....omissis...a differenza di precedenti governi provinciali che non avevano rivolto la dovuta attenzione al problema o di qualcuno che invece ha solamente manifestato interessi a parole, alimentando inutili promesse poi sempre rimaste sulla carta e sulla carta defunte, Patrizi ha affrontato la vicenda con serietà e ha risolto la questione.

Il Commento dell' amica, arch. Annamaria Matassa: Il progetto e il finanziamento risalgono al 2009/2010 visto che l'Amm. Provinciale ha richiesto in data 17.01.2011 prot. 487 l'autorizzazione al Comune di Roccasecca; in data 31.10.2012 prot. 8981 veniva rilasciato dall'Ufficio Urbanistica il Permesso a Costruire n° 9 (cosa un pochino anomala ma di fatto esistente). Per un'opera pubblica non è necessario il Permesso a Costruire, i pareri (genio Civile, Autorizzazione paesaggistica, ect) vengono acquisiti dall'Ufficio LL.PP. che può, quindi, indire la gara d'appalto.

E per chiudere in bellezza ...questa balla stellare: IL LAVORI SONO TERMITATI ....MA QUANDO MAI! 
La strada non è completamente asfaltata, soltanto un breve tratto dietro il Palazzo Comunale, quindi i lavori non sono terminati, mica possono lasciare la strada sterrata?  
Come mai tutta questa prescia di riaprirla cantierata? 

08 ago 2014

«CONTRA LEGEM», LE DISPOSIZIONI ALLA MUNICIPALE

Il Sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, alle Processioni di San Rocco del 14.08 e Madonna dell' Assunta del 16.08, esige il servizio d' ordine della Municipale, non retribuito ma compensativo, in quanto il Comune non avrebbe un budget economico assegnato per pagare tali ore di straordinario.
San Rocco - Roccasecca
Non è la prima volta che i Vigili Urbani di Roccasecca si vedono impartire disposizioni, di effettuare lavoro straordinario non retribuito, ma compensativo, e a nulla sono valse le reiterate diffide.
Ecco arrivato l' ennesimo ordine di servizio di sorvegliare le prossime processioni di San Rocco e Madonna dell' Assunta, senza «money».
Ma lo dicono pure i Preti che senza soldi non si cantano messe e la vigente normativa contrattuale da' ampia facoltà decisionale in capo al dipendente e non al datore di lavoro di optare per il riposo compensativo, in alternativa al pagamento delle ore di straordinario e quindi l' imposizione del Sindaco di Roccasecca di avere un servizio senza soldi è inammissibile, così si legge in una nota sindacale indirizzata al Prefetto, ai Servizi Ispettivi di Finanza Pubblica, Ministero dell' Economia e Sindaco di Roccasecca.
Non è concepibile che i soldi per i premi ai Responsabili di Settore si trovano sempre, i soldi per il Comandate Marra si trovano sempre, i soldi per l' addetto stampa si sono trovati, mentre, la copertura del lavoro straordinario dei Vigili non esiste in bilancio, tant' è che per avere il legittimo compenso in denaro delle ore di lavoro straordinario effettuate, sono costretti ad adire le vie legali, cosa che procura loro, tra l' altro, molto stres psico-fisico ed esponendo l' Ente a danni erariali.

IL CULTO DELLA PERSONALITA'

Il Sindaco Giorgio, dopo aver agito sottotraccia con i propri poveri mezzi, ora fa ricorso alla propaganda più sfrenata, spesso ipocrita, sui mezzi di comunicazione, per esaltare il suo pensiero, le sue capacità di amministratore e le sue doti infallibili.
Guardie di regime

Il Sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, ambisce all' idolatria sociale roccaseccana, e il «pennivendolo» locale è stato chiamato a svolgere proprio questo lavoro encomiabile, a spese della Comunità.
Domani, tutti i giornali parleranno della riapertura della strada provinciale che collega Roccasecca a Castrocielo, dopo essere stata affossata, pericolante e chiusa per diversi anni.
La Provincia ha ultimato i lavori e il Sindaco dal profilo facebook «Giorgio Giovanni», con la migliore propaganda di regime, non si limita a dare la notizia ma ad enfatizzarla «pro domo sua»..... «i lavori che hanno non solo messo in sicurezza l’importante via di collegamento, ma hanno riqualificato e abbellito l’intera area di ingresso al paese, proprio in corrispondenza del palazzo comunale».
 La strada provinciale Roccasecca-Castrocielo, in prossimità del Palazzo comunale di Roccasecca

Il Commissario Provinciale, ha fatto semplicemente il proprio dovere e pure con ritardi allucinanti, quello che ci si chiede ....e quella foresta sotto l' arteria aggiustata ed abbellita dalla provincia, Via Vittorio Veneto,  è stata bonificata? i topi e le zecche le serpi etc. sono state debellate ? Le Vie Comunali sgarrupate, come Via Enrico Fermi, quando si rimetterenno in sicurezza e/o quando verranno riaperte al transito ? 
Il Populismo Giorgiano di questi ultimi tempi, lascia il tempo che trova e auspico solo, che, i cittadini di Roccasecca, aprano gli occhi e innalzino le coscienze.

SOLDI PUBBLICI PER L' ADDETTO STAMPA (?)

La Giunta Giorgio avrebbe deliberato un incarico di addetto stampa per € 5.000 .... delibera non resa pubblica, ma l' addetto stampa cura, con molta discrezione, l' immagine del Sindaco Giorgio, del Vice Torriero, ed anche del Resp. Urbanistica, Fava.
Consiglio comunale aperto della città di Cassino 

Rumors paesani vociferano che il Sindaco Giorgio avrebbe dato ordine a tutti i giornali e TV  di interfacciarsi con il misterioso, ma non tanto, addetto stampa, che peraltro è stato notato con iPad  anche all' ultimo Consiglio Comunale della Città Martire, con all' ordine del giorno «la Sanità Cassinate e Frusinate» uccisa da Zingaretti,  a cui non ha partecipato nè Lui (zINGARETTI) nè ha delegato nessun suo assessore.
Tutti ne parlano, tutti rumoreggiano, tutti bisbigliano, ma, non essendoci ancora  l' ufficiale pubblicità della delibera  all' albo pretorio on-line , tutti si guardano bene dall' accusare il sindaco di sperperare il  pubblico denaro, per la sua personale pubblicità acchiappaconsenso, quella del Vice ed addirittura del Resp. all' urbanistica.
Cose che solo a Roccasecca si devono vedere e sentire..il Responsabile all' Urbanistica, cominciasse a pubblicare le Determine all' albo pretorio on-line, piuttosto, a lavorare seriamente per far entrare soldi nelle casse comunali con il rilascio delle concessioni,  spendesse il suo tempo lavorativo a far riaprire la Via Enrico Fermi,  per questo viene pagato e non per pubblicizzare pseudo meriti di semplici applicazione di leggi, come l' ultima, enfatizzata su tutti i giornali: «Trasferimento in proprietà, a titolo gratuito, alle Regioni Province e Comuni dei beni appartenenti allo Stato (Federalismo Demaniale).
Il Segretario Comunale, pure Resp. della TRASPARENZA, dott. Colacicco perchè non vigila sulla regolarità della PUBBLICITA' DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI ?
Morale della favola : «A ROCCASECCA C' E L' ALLEGRA GESTIONE DEI SOLDI PUBBLICI» ...TUTTO REGOLARE ?

07 ago 2014

INCONGRUENZE GIORGIANE

NON SANNO METTERE A FRUTTO NEANCHE LE STRUTTURE ESISTENTI e si vantano di aver ottenuto dal demanio statale 60mila mt di terreno dal Bivio al Campo Sportivo «Lino Battista», con antenna SRB Wind incorporata....... 
PISCINA COMUNALE COPERTA DI ROCCASECCA  in disarmo, distrutta e abbandonata .QUESTA E' UNA FOTO DI REPERTORIO

C' è la piscina coperta NUOVA,  in disarmo, distrutta e abbandonata, ci sono i Palazzi Storici del Ricovero Castiglia, Palazzo Paolozzi, ristrutturati con soldi pubblici, in degrado ed abbandono, la Casa San Tommaso, ridotta a deposito incontrollato di ogni cosa, la Chiesa di San Francesco un cantiere senza fine, il Parco Archeologico dei Conti D' Aquino, non ne parliamo proprio e il vantarsi di aver ottenuto 60mila mt di terreno dal demanio statale è solo da vanesi e roba buona per campagna elettorale, in questo particolare momento così delicato, di rinnovo di cariche alla SAF SpA di Colfelice ed al Consiglio Provinciale di Frosinone.
Il Sindaco Giorgio, il Vice Torriero e il Tecnico all' Urbanistica, Fava, si sono spesi nella complessa procedura, per ottene questo bottino di terreno, che poi con una variantina  al Prg verrà reso edificabile, potrà diventare uno snodo importante per la costruzione di infrastrutture (strade, piazze, ecc) e per uno sviluppo compatibile che dallo Scalo si protrae fino alle strutture sportive.
Bravi, non c' è che dire per questo risultato raggiunto, dopo un lungo percorso intrapreso e voluto dal Vice Sindaco, Carmine Guerrino Torriero, che in questi ultimi tempi, insieme al Sindaco, ambedue, molto presenzialisti e reclamanti «cadreghe» come Piddini.
La cosa strana è che mentre Roccasecca la state a fa sgarrupà, anzi è tutta sgarrupata, e i soldi pubblici andati in fumo con le «cattedrali» su menzionate abbandonate e degradate, vi autoincensate di avere acquisito, altro terreno da bonificare, variare PRG e costruire .....ma un progetto serio dell' utilizzo di quei 60mila mt c' è o no c' è ? e i soldi dove li prendete ? chi ve li da? Forse ancora debiti con la CASSA DD.PP.? o è un semplice spot  elettorale, acchiappaconsenso?
Comunque, chi ha occhi per vedere, vedrà, forse.
P.S.
Sono bravissimi a scorciatoie pubblicitarie facili facili....Trasferimento degli immobili agli Enti Territoriali-Federalismo Demaniale : La ristrutturazione del portafoglio immobiliare statale è stato facilitato dal D.L. 69/2013 convertito in L. 98/2013 che all' art.56 bis dispone il trasferimento in proprietà a titolo gratuito alle Regioni-Province e Comuni dei beni appartenenti allo Stato

LE REGOLE ISTITUZIONALI ..... A «PUTTANE»

La Giunta Piddina, del Sindaco Giorgio Giovanni, se ne impipa del rispetto degli organi dell' opposizione e delle regole normanti la TRASPARENZA della P.A.....LA COSA PUBBLICA DIVENTATA «COSA PRIVATA»
E' POSSIBILE A ROCCASECCA ???
I cittadini, apparentemente, subiscono passivamente, questo andazzo poco o affatto democratico, forse tacitati dal «Panem et Cincernes» oppure debilitati e sopraffatti dalla Nomeklatura Piddina Imperante sul territorio.
Il «Pavone del Melfa», sfrugulìa, arrogantemente, la «mazzarella», alle associazioni ambientaliste serie che operano su Roccasecca, a fatti e non a chiacchiere, con umiltà e nel rispetto di tutti, in collaborazione fattiva con FARE VERDE e LEGAMBIENTE che unitamente al Comitato «BASTA ETRNIT- FIBRA KILLERE», rientrano nel Direttivo Nazionale AIEA e  tempo addietro il presidente Chiappini, con Avella ed altri, furono attori principali di un tavolo ambientalista ricevuti al Sottosegretario del Dicastero.
Il Comitato Ambientalista «BASTA ETRNIT- FIBRA KILLERE», è l' UNCO delle 40 associazioni che, pur non ruotando nel «Cerchio Magico» dell' assessore Alessandro Marcuccilli, quindi, senza la sposorizzazione Giorgiana,  ha saputo portare avanti battaglie ambientali includenti FARE VERDE DI CASSINO ed altri.
L' Amministrazione Giorgio, non solo si guarda bene dal legittimare il Comitato «BASTA ETERNIT- FIBRA KILLERE», ma, addirittura, ha avuto l' ardire di compiere atti ad azioni amministrative «contra legem», mettendosi sotto i piedi norme e regolamenti istituzionali.
Anche questa volta, come nel passato, quando vennero usati Fabbricati Pubblici ( Biblioteca e Delegazione), per le elezioni primarie del PD, ha avuto, al suo fianco, in un incontro istituzionale alla Regione Lazio, con l' assessore all' ambiente Fabio Refrigeri, un cittadino qualunque ....a quale titolo ? delegato da chi?
Ammesso e non concesso che il Presidente di Italia Nostra, dr Spallino, abbia delegato....dov' è questa delega ? agli atti del Comune di Roccasecca? e se c' era delega, perchè non è stata formalizzata con delibera di giunta?
Queste sono gravissime omissioni che verranno rappresentate a chi di dovere.
La Giunta Giorgio, con questo amministrare casereccia, se la deve piantare, perchè l' anellino al naso non ce l' ha più nessuno: AL TAVOLO POLITICO DI REFRIGERI DOVEVA SEDERE SOLO GIUSEPPE SACCO, IL CONSIGLIERE DI OPPOSIZIONE CHE AVEVA SOLLECITATO LA GIUNTA IN CARICA AL PROBLEMA CON IL CONSIGLIO COMUNALE AD HOC.

06 ago 2014

A SCOPPIO RITARDATO!

SASSOLINI E CHIARIMENTI che non «sconfinferano», proprio nessuno.
FIUME MELFA -https://francescomartini2010.wordpress.com/2012/07/15/tra-lazio-e-abruzzo-roma-aremogna-roma/

Premesso che, nessuno puo' o intende togliere e/o negare  la valenza di profondo conoscitore ed attivista del ritorno del Deflusso Minimo Vitale nel Melfa e tant'altro, al Sig. Tommasino Marsella.
Per questo ottimo suo lavoro, svolto in tantissimi anni,  insieme ai tanti Roccaseccani ringraziamo e se puta caso, l' acqua dovesse tornare al MELFA, chi gliela toglierà mai l' aureola di salvatore del Melfa?
Quindi, leggere il post «SASSOLINI!», sul suo diario di facebook, infarcito di  tante arroganti invettive all' amico presidente del Comitato «Basta Eterint-Fibra Killer», Danilo Chiappini, ed autocelebrazioni con stucchevoli mandati di Italia Nostra, sinceramente mi ha procurato un senso di nausea abbinato ad  profondo dispiacere di come si possa manipolare e distorcere la VERITA', «pro domo sua».
Prima di tutto, come mai a distanza di 7 giorni l' arringa su facebook ad un post del 30 di luglio e all' uscita sui giornali di qualche giorno prima?.
Se i giornali distorcono la notizia, bastava, seduta stante, intervenire e invitarli ad una errata corrige, cosa che non è stata fatta, perchè? ....ai giornali, la notizia la invia chi ha desiderio di apparire sui giornali per farsi pubblicità ed il rinnovo delle cariche della segreteria del PD sez. Sandro Pertini di Roccasecca era una notizia non di secondo piano per i PIDDINI.
Andando al sodo, sempre dai giornali, il Sindaco aveva detto che Tommasino Marsella era al suo fianco da Refrigeri, delegato dalle Assemblee Ambientaliste di Roccasecca, senza menzionare minimamente Italia Nostra......perchè? ... se esisteva tale delega perchè non pubblicizzarla all' epoca ?
La VERITA' nuda e cruda  è, che, le  associazioni ambientaliste di Roccasecca, tra cui il Comitato «Basta Eterint-Fibra Killer», non sono state interpellate e tan poco hanno dato deleghe a chicchessia; il loro lavoro è quotidiano, umile ed indefesso e, a 360°, su tutto il territorio e, per quanto concerne il Melfa, le battaglie sono improntate a liberare il letto del Melfa da ETERNIT, GOMME e INERTI VARI, inquinanti e nocivi alla salute.
E lavorare in sinergia per pulire, bonificare e fara arrivare l' acqua, questo sì, sarebbe stato ecomiabile e da vantarsene.
Questo il mio pensiero che a Roccasecca, per il Sindaco Giorgio,  ci sono figli e figliastri:- quelli del PD sono figli anche se di padri diversi, e quelli di Centro-Destra o simpatizzanti 5 Stelle, figliastri .
Se il figlio si procura la delega di Italia Nostra a valenza nazionale, il figliastro,  si poteva procurare la delega di FARE VERDE.
Ma siamo abituati alla gestione «familistica» del PD di Roccasecca, su cui la Magistratura sta indagando e auspichiamo che a breve faccia chiarezza.

P.S.
Il Presidente del Comitato  «Basta Eterint-Fibra Killer», Danilo Chiappini, superiore alle ingiuste invettive denigratorie di Tommasino Marsella, non intende entrare in discussione, ma ci tiene a precisare quanto segue:
1-Da 18 anni ad oggi, non ha mai avuto tessere di Partito, solo simpatizzante attivista dei Movimenti FDI e 5 Stelle;
2-Non ha mai mangiato al desk di alcuno per poi sputarci sopra;
3-La sua attività di ambientalista è notoria a tutti i Roccaseccani, come i risultati raggiunti.....
4- Se il Comitato  «Basta Eterint-Fibra Killer» ha segnalato, fotografato, denunciato anche  alla Procura della Repubblica, il degrado ambientale, come quello della Via Francigena, lo ha fatto spinto da solo, serio, senso civico, per il bene di Roccasecca, per il decoro di Roccasecca e per la salubrità dell' aria e la salute di Tutti i Roccaseccani.