Translate to:

30 nov 2014

LA «MAZZATORA» DI VIA E. FERMI E' PERICOLANTE E VA DEMOLITA SUBITO

L' ex Mattatoio di Via E. Fermi, prima discarica abusiva, messa sotto sequestro dalla Magistratura, poi ripulio ed inserita nel gonfia bilancio di Previsione 2014, alla voce Piano alienazione e/o valorizzazione immobiliari, per la cifretta di € 62.548,48, deve solo essere demolito..... ma quando? 
Ex mattatoio visto dal retro


 A «Roccasecca Libera», è stata segnalata la triste storia di disagio, e di insicurezza creati dallo stato di degrado e di abbandono in cui versa l' Ex Mattatoio di Via E. Fermi di proprietà del Comune.
I Vicini di tale struttura, esasperati per le non risposte concrete del Sindaco, in data 3 giugno 2014 prot. 4248, producevano istanza indirizzata al Comune di Roccasecca, all' Ufficio LL.PP e , p.c. al Comando della P.L. rappresentante «lo stato di disagio e di preoccupazione dovuto allo situazione di fatiscenza in cui versa il vicinale vecchio mattatoio, la precaria copertura che vede alcune tegole in bilico possibili causa di incidenti per coloro che transitano, oltre alle piante spontanee», certi di un sollecito intervento.

In data 13. 06.2014, prot. 4554, il Responsabile del 6° settore LL.PP.Geometra Antonio Antonellis faceva seguito all' istanza de quo e disponeva intervento da parte degli operai comunali per la messa in sicurezza dell' ex Mattatoio di Via Vittorio Veneto (????) insomma quello di Via E. Fermi e nello stesso giorno effettuava sopralluogo congiunto con il dott. Massimo Marra, Comandante della P.L. per verificare l' esecuzione di quanto sopra.
La messa in sicurezza si è concretizzata con la messa in opera di transenne, oltretutto più pericolose della struttura fatiscente, così è stato riferito da alcuni automobilisti, per la segnaletica che ostruisce la visibilità della sovrastante strada -Via Vittorio Veneto-.
Ora, a parte che tutto quanto segnalato a «Roccasecca Libera» dai vicini dell' ex Mattatoio è, indiscutibilmente, di una allucinante realtà, ben documentata, ma ancora più allucinante che in data, 23. 06.2014, quindi dopo 10 giorni dall' intevento suddetto, con delibera di giunta n. 57, il Sindaco Giorgio ed altri assessori approvavano il piano delle alienazioni e/o valorizzazioni immobiliari da allegare al Bilancio di Previsione 2014 e, udite! udite! in quel piano figurava pure l' ex Mattatoio di Via E.Fermi per un importo strabiliante € 62.548,48, manufatto fatiscente e da demolire, come si è appurato dopo, in Consiglio Comunale di fine giugno, in sede di ratifica di quella delibera n. 57/2014, allorquando è stato provveduto allo stralcio.
Come stiamo combianti male! Ma quando, l' Amministrazione Giorgio Giovanni provvederà alla demolizione di quel pericolo pubblico di quella Via Maledetta che è E. Fermi?



29 nov 2014

LABORATORIO CULTURALE.... ALTRO SPERPERO DI PUBBLICO DENARO

La Casa Cantoniera di Via Casilina Nord Km 121:402 è stata data in concessione dalla Regione Lazio, al Comune di Roccasecca e, chiaramente, non «aggratis» e con tanti altri esborsi per ristrutturazione.

Casa cantoniera di Roccasecca


La Regione Lazio con delibera n 751 del 4.11.2014 ha concesso «ufficialmente» al Comune di Roccasecca, la Casa Cantoniera di Via Casilina per il progetto «Laboratorio Culturale» e non come si legge dai giornali on-line «Socio-Culturale», prima millanteria del Sindaco Giovanni Giorgio, del Vice Sindaco Carmine Guerrino Torriero e dell' assessore alla cultura ed alle politiche sociali, Alessandro Marcuccilli.
E quello che non hanno sbandierato è che l' utilizzo della struttura è per 6 anni prorogabili per altri e sei e ad un canone ricognitorio pari al 10% rispetto al valore di mercato stabilito da apposita perizia estimativa dall’Area Tecnico-Manutentiva.
E il Comune, nell’arco temporale di 12 mesi, causa decadenza della concessione, dovrà eseguire tutti gli interventi di ristrutturazione previsti nel progetto ed attivare le funzioni e le attività per cui hanno richiesto l’immobile, mantenendole in essere per tutta la durata della concessione.
La proposta di progetto che non è socio-culturale, ma solo culturale e che i Roccaseccani sconoscono, è stata approvata dalla Regione Lazio, con certi paletti ben precisi che il Comune deve rispettare, previa revoca.
L' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera» si premurerà di richiede la proposta progettuale approvata e concessa del «Laboratorio Culturale», a cominciare in cosa si estrinseca e come il Comune intende sviluppare, vista la genericità del titolo.
Ma Giorgio, Torriero e Marcuccilli hanno dichiarato alla stampa, senza pudore : «Un’altra buona notizia per la nostra comunità ...nel momento in cui avremo preso ufficialmente possesso della Casa cantoniera la utilizzeremo per progetti e iniziative di carattere socio-culturale. Anche Roccasecca potrà avere una Casa della cultura e del sociale»..... Ma quando mai!
Millantatori ! Il progetto è solo «casa della cultura» e caro costa ai Roccaseccani.
Ecco lo spending review dell' Amministrazione Giorgio Giovanni. 

28 nov 2014

AUTOGOL DEL SINDACO GIORGIO.....IN PISTA!

Quella pseudo pista ciclabile fanghigliosa, di 578,60 m, con staccionate trucide, costone pericolo caduta sassi, costa 70mila euro..... ecco come si buttano i soldi degli onesti contribuenti di Roccasecca
PISTA CICLABILE ??? COSTATA 70 MILA EURO

Oggi, il quotidiano «L' Inchiesta», ha dato «La Parola al Sindaco», che, per l' ennesima volta, senza pudore, non ha perso l' occasione di fare il gradasso con bugie grosse quanto una casa, dare fumo negli occhi agli «ammucconi» ed offendere e calpestare l'intelligenza e la dignità delle persone, suoi datori di lavoro.
Se lo deve schiaffare in testa, se ci riesce bene se no è lo stesso, che l' Opposizione extracomunale di «Roccasecca Libera» continuerà e sicuramente, prima o poi, porterà ai Cittadini-Contribuenti, un carnet di «VERITA'».
«Roccasecca Libera» ha staccato la spina prima del consiglio sindacale e fatto una in-salubre passeggiata, visto il fondo stradale fangoso e poco adatto alle bici, e poi, quello che ha potuto registrare, è un pianto da tragedia greca, altro che inaugurazione di una nuova pista ciclabile costata la bellezza di 70mila euro con altre «pie intenzioni» e promesse di allungamento e nuovi fondi Regionali.
Lo stato dell' arte della pseudo pista ciclabile è stato stigmatizzato dalla rete così: 


Diciamo la mulattiera larga o stradina di campagna ... con staccionata in legno fradicio e con chiodi sporgenti ... fango dappertutto ... cedimenti vari del terreno e del tavolato in legno ormai marcio a qualche gg dall'inaugurazione ... di ciclabile non vedo nulla ... segni di moto e zoccoli di cavallo ... edera sulla staccionata ... tarli sulla staccionata in rami di piante e non in legno lamellare di un certo diametro ... diaciamo soldi sciupati ...


Capito Sindaco Giorgio ? e non si permetta più di offendere con parole poco consone al ruolo come quelle a chiusura del giornale: ....omissis.... lo spirito troppo livoroso che caratterizza ogni loro intervento.
Piuttosto, «PARLI DA SINDACO», si comporti bene ed amministri meglio, se ci riesce e se ne è capace. 

27 nov 2014

E CONTINUA L'ALLEGRO SPERPERO DEL PUBBLICO DENARO ROCCASECCANO

Dopo la Kibernetes, a fine anno, la giunta Giorgio, con atto n. 152 del 26.11.2014, dà l' inarico di emettere ed inviare gli accertamenti ICI 2009 ed attività lampade votive, bollettini tramite Equitalia, alla Società CEDELBA SOFT SRL con la modica cifra di € 10mila


 
La Società Cedelba srl, Unipersonale del Sig. Salvatore di Dea, è stata incaricata, con delibera di Giunta n. 152/2014, di convertire i dati della sparita Kibernetes per l' ICI 2009 e i dati delle Lampade Votive ed aggiornare il programa ICI dello Studio K con il proprio personale per 8 giorni negli Uffici Comunali fino al 31 dicembre, con fornitura di carta e spese postali a carico del Comune.
Insomma, tutto un ambardan informatico che poteva benissimo essere svolto dai dipendenti comunali o quanto meno da un Ragazzo esperto di Roccasecca, sotto la direttiva del Responsabile dell' Ufficio Tributi, dott. Marcello Lanni.
Ma lo spending review, questa virtuosa pratica anglosassone è sconosciuta all' Amministrazione Giorgio che, anche questa volta con la delibera di foraggiamento di 10mila euro al Sig Di Dea Salvatore, ovvero alla sua società Unipersonale Cedelba srl ha dato ampia dimostrazione che può spendere e spandere i soldi dei Roccaseccani.
 

26 nov 2014

ANCHE IL NUOVOGIORNO PARLA DI «ROCCASECCA LIBERA»

Il quotidiano «NUOVOGIORNO», questa mattina, mercoledì 26.11.2014, batte la notizia: «Una Pista di Polemiche, Insidie ed ostacoli sul percorso ciclabile» di Roccasecca.

NuovoGiorno del 26-11-2014


Può essere chiamata «ciclopista», quel «Tratturo per cavalli», inaugurato in pompa magna dal Sindaco Giorgio e da tutta la sua giunta in bici, con l' eccezione dell' assessore Alessandro Marcuccilli ?
Tanti fake (falsi), a cominciare dal Manifesto Inaugurale raffigurante la Pista ciclabile della Val Seriana (BG)alla lunghezza non è di 1km e passa come detto dal Sindaco Giovanni Giorgio.
Dal sopralluogo del direttivo dell' Associazione « Roccasecca Libera, presidente Bernardo Forte, Tesoriere, Danilo Chiappini e Segretario, Annamaria Matassa, architetto che dal sopralluogo ho sviscerato i conteggi: 578,60 ml di pista ciclabile vera e propria; circa 250 ml di strada con asfalto (inizio e fine); n° 15 pozzetti in cls, ectt.....
Grazie al giornale NUOVOGIORNO per lo spazio che ha riservato all'Associazione «Roccasecca Libera»

Esilarante!

«Roccasecca Libera» sta con fiato sul collo all' Amministrazione Giorgio, ne denuncia le manchevolezze, la sbugiarda ad ogni piè sospinto ed invece di rispondere, chiedere scusa ai cittadini e dare risposte concrete, cosa fa? IL SINDACO GIORGIO, reitera con le prese per i fondelli.

MI VIEN DA RIDERE

 
Dal diario personale di facebook di Giorgio Giovann: «Il Comune di Roccasecca investe in sicurezza stradale. Stanno per partire, a breve, tutta una serie di interventi e di lavori finalizzati alla manutenzione delle strade cittadine, in particolare nei pressi delle zone più trafficate, come le scuole e gli edifici di pubblico interesse. Tra le strade interessate dagli interventi, un lavoro sostanzioso riguarderà via Rivolta e a seguire anche diverse altre zone.
A Cettalaqualunque, questo gli fa un baffo ! Quante generiche promesse! Un Comune serio e TRASPARENTE, tiene informati i cittadini con un albo pretorio on-line aggiornato ai sensi di legge. RESPONSABILI DEI SETTORI TECNICI, PUBBLICATE LE DETERMINE!

25 nov 2014

PURE I MANIFESTI, SONO FALSI

«La Voce di Roccasecca Libera» scopre e rende pubbliche, le magagne della «pseudo pista ciclabile», a cominciare dalla foto pubblicitaria dell' inaugurazione, che rappresenta un percorso, che collega l’hinterland nord della città di Bergamo con gran parte dei paesi della valle Seriana fino a Clusone di Km 47 e non è certamente il percorso Via Casilina-Incrocio Via Montello di m 500 circa 
Domenica scorsa, La Giunta Giorgio Giovanni, ha inaugurato la prima «pista ciclabile», con il taglio del nastro della presidente del Consiglio Comunale, Laura Scappaticci.

I giorni procedenti, Roccasecca veniva tappezzata di Manifesti raffigurante una «pista ciclabile che, «La Voce di Roccasecca Libera» ha appurato poi essere uno scorcio di una «Pista Ciclabile» dell'alta Bergamasca, visto e considerato, anche, dalla staccionata della foto che è parallela mentre quella reale di Roccasecca, ad incrocio.


Il Sindaco Giorgio e gli assessori, in pompa magna, tutti muniti di bicicletta, in testa ad un nugolo di ciclisti, soprattutto ragazzi, accorsi su espresso invito del sindaco Giorgio alla dirigente scolastica, dott.ssa Carbone, che si è premurata di sollecitare gli studenti a partecipare all' inaugirazione della «ciclopista»... al raduno e partenza dal Campo Sportivo «Lino Battista» con arrivo all' Americam Bar dove era previstoun buffet, offerto dal Sindaco Giovanni Giorgio.
La Manifestazione inaugurale è stata seguita dai Media con molto interesse e plauso per il Sindaco Giorgio che ha fornito alla stampa centinaia di foto e testo della suddetta manifestazione..... Come si sul dire: «Tutto Fumo e niente arrosto», a cominciare dal Manifesto Pubblicitario.
Questa mattina, i membri del direttivo dell' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», ovvero il Presidente, Bernardo Forte, il Segretario Annamaria Matassa e il Tesoriere, Danilo Chiappini si sono recati, a piedi, a fare una passeggiata alla «pista ciclabile» inaugurata domenica scorsa.
A parte la staccionata a croce di legno di castagno vecchio e «fracico», poco diametro di spessore e di pessima qualità, ben diversa dalla staccionata dalla foto del Manifesto Pubblicitario, che era linea dritta e ben solido e lucido, lo spettacolo che si è presentato ai loro occhi è stato ben diverso da quello pubblicizzato, e sono rimasti basiti: Una strada sterrata senza i minimi requisiti di sicurezza... la lunghezza del percorso di solo circa 500 metri e non 1Km e passa, come millatato dal Sindaco Giorgio Giovanni, manto stradale pieno di fanghiglia con uno stabilizzato a sputo, visto i solchi di alcuni tratti, per non parlare del costone laterale, opposto alla staccionata, con frane di acciottolato, pericolosissimo..
In quella fanghiglia, oltretutto, erano passati i cavalli, lasciando orme ben visibili.

«Ciclopista» ?!? sembrerebbe più un tratturo per cavalli....

Il Presidente Bernardo Forte ha espresso forti critiche all'opera inaugurata in pompa magna, ma in tutta fretta, come tutte le altre annunciate ( piscina coperta e parcheggio retro-stazione), perchè siamo a fine anno e con le nuove normative, forse, si devono chiudere i lavori con pericolo di restituzione finanziamenti alla Regione Lazio per non chiusura lavori. Il finanziamento regionale di 90mila euro per la «ciclopista»era arrivato nel 2008 ed all’epoca, dice il Presidente Forte, ero assessore ai LL.PP. e ricordo che prevedeva ben 3 chilometri di pista ciclabile costeggianti il Fiume Melfa immersi nella natura verdeggiante.
Ma l' Opposizione Consiliare, a questi scempi di pubblico denaro non mette lingua?
Sembrerebbe di no, visto e considerato che la Maggioranza fa e disfà senza alcun controllo di chicchessia, compreso i Consiglieri di Minoranza dal silenzio tombale.
E pensare che la dice lunga, pure quella foto del Manifesto di inaugurazione, dove i GovernantiLocali si son vergognati di mettere una foto della «Ciclopista Roccaseccana».

22 nov 2014

PISTAAAAAAAAAAA! si parte!

Ciclopista accorciata, rabberciata e pure pericolosa è quella che domani inaugurerà il sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, ben lontana da quella ideata e progettata dall' ex Sindaco Antonio Abbate, e cantierata dall' attuale Presidente di «Roccasecca Libera», Bernardo Forte, all' arrivo dei fondi Regionali 2008, ovvero «Via Casilina-Ponte dello Spirito Santo». 

Siamo alle solite pompate del «NULLA-GIORGIANO» dell' opera  ideata e progettate da altro Sindaco (Abbate), seguito con il cuore e competenza,  il finanziamento regionale del progetto ed inizio lavori, dall' ex assessore Forte, e con il lascio dei predetti, si ingarbuglia la matassa e con quei soldi,180milioni delle vecchie lire per il percorso di circa 2000metri, l' attuale sindaco Giorgio si ritrova ad inaugurare un trattino di circa 400metri...... ma è una vergogna, si o no?
Di quella favolosa Ciclopista «Via Casilina-Ponte dello Spirito Santo», la via dei vecchi mulini ad acqua,  cosa rimane ? ....«Via Casilina-stradina dirimpetto al campo sportivo Lino Battista  con pennone SRB della Wind incorporato», brecciolata...
E pensare che era proprio un bellissimo progetto la Ciclopista «Via Casilina-Ponte dello Spirito Santo» che la Regione Lazio aveva finanziato nella sua intierezza.
Infatti, ineriva un percorso extraurbano costeggiante, in piano, il Fiume Melfa che, ad onor del vero, dal punto di vista paesaggistico ed architettonico, è di inestimabile bellezza e sicuramente degno di essere valorizzato per essere goduto dagli amanti delle due ruote e dai pedoni.
E se per questi  lunghi anni, la pista ciclabile «Via Casilina-Ponte dello Spirito Santo» è stata un' incompiuta di Giorgio, qualche «impiccetto» ci sarà pure stato... «impiccetto burocratico»?.... forse.... albero caduto da togliere? ...anche...manto stradale da sostemare? forse perchè siamo a fine anno e se non si terminava e apriva, la Regione Lazio avrebbe richiesto indietro i soldi ?
In quattro e quatt' otto,  si tagliano le spine, si pulisce il trattino di 400m, si  inaugura una «mini pista ciclabile», ben lungi dall' originario progetto, otretutto con una gettata di brecciolino poco adatto alle biciclette ed alle corsette...Roba da Striscia la Notizia, insomma.
«Roccasecca Libera» andrà a fondo a questa storia...pare sia costato più il progettista e/o i progettisti, che l' opera mini in sé....e cosa se ne farà di quei 500mila EURO richiesti con DELIBERA GM 75/2014...Oggetto:L.R. 13/1990.REALIZZAZIONE PROLUNGAMENTO PISTA CICLABILE.
Da cittadini attenti ci chiediamo: se la Regione Lazio, ha già finanziato quel progetto «Via Casilina-Ponte dello Spirito Santo», ri-darà ancora soldi per uno pseuodo prolungamento? o avete cambiato percorso? TRASPARENZA!

21 nov 2014

«Roccasecca Libera"- Unico baluardo a difesa dei Cittadini

Ormai è sotto gli occhi di tutti, Roccasecca è una Città abbandonata a se stessa. La solita classe politica è ormai impegnata ad elaborare strategie future pensando forse al prossimo appuntamento elettorale del 2016 
Se non riesci ad uscire dal tunnel...ARREDALO

Con forte anticipo, rispetto al passato, è  iniziata la campagna elettorale, e chiaramente, la parte da leone, è appannaggio di chi ha il potere, Sindaco Ciorgio Giovanni  e la sua Giunta, dormienti fino ad oggi ma che ha cominciato a scaricare i tanti assi-acchiappavoti, tenuti nascosti nella manica.
Mentre, l' Opposizione Istituzionale, che poco o nulla ha prodotto in questi tre anni si sta arrampicando sugli specchi in «Fronte Comune», sembrerebbe.
Qualcuno direbbe, a Roccasecca chi ci ha pensato in questi tre anni e ci  pensa, ora che sono tutti impegnati nelle strategie elettorali ? Nessuno,  dei suddetti almeno da quello che si vede, tranne la sensibilità di «Roccasecca Libera», l' unica opposizione al Governo Giorgio.
Città senza regole, senza una guida politica, senza amministratori, senza opposizione,  insomma il nulla, e non si capisce per quale motivo a nessuno viene in mente di tornarsene a casa e chiedere  magari agli elettori di esprimere un giudizio.
L' attaccamento alla poltrona è l’unica considerazione che viene fatta dai cittadini di Roccasecca, in primis «Roccasecca Libera»,  siamo consapevoli di essere rimasti soli a difendere gli interessi collettivi. L’opposizione è diventata invisibile e continuamente, invece di attaccare, viene attaccata e  bistrattata pure pesantemente dal Sindaco Giorgio che si ripresenterà forse, dicunt, con l' erede ed i festini a base di pecora.  
E' chiaro che gli eletti dal Popolo Sovrano si sono dimenticati di Roccasecca  e bisogna voltare pagina. Sarebbe un bel gesto se domani, Maggioranza e Opposizione dichiarassero apertamente di aver fallito l’obiettivo, di non essere stati in grado di garantire alla nostra bella Città sviluppo e benessere.
I cittadini, nonostante le campagne denigratorie, querele sindacali etc. etc,  e cominciano ad apprezzare  «Roccasecca Libera» che ha sempre  avversato, denunciato e contrastato il percorso amministrativo della Giunta Giorgio Giovanni, che fa acqua da tutte le parti ed una opposizione inerte ed inerme, ad oggi, senza un sussulto di orgoglio, se non dileggiare pensando di oscurare «Roccasecca Libera».
«Roccasecca Libera» vive e risplende di luce propria ed i Roccaseccani se ne stanno rendendo conto, ne prendono atto e cominciano a gratificare con riconoscimenti pubblici che mi pregio riportare con copia ed incolla da una condivisione di facebook.

Rita Chiappini, ieri,  ha postato e condiviso con Anna Maria Rossini e Danilo Chiappini ....Le persone sono intelligenti dal capire che tutto quello che è stato detto, per mezzo delle associazioni e grazie al vostro sussidio, non è nient'altro frutto del vostro non demordere...io posso dirvi in questo momento che sicuramente alcuni determinati modi andrebbero smussati , ma nello stesso tempo capisco , apprezzo, stimo , e condivido in pieno CHI CI METTE LA FACCIA come voi, chi lotta per un interesse comune , chi si batte per i diritti della persona, chi fa aprire gli occhi , chi stimola come voi a far sempre meglio......È facile giudicare per chi sta a casa a leggere i giornali e fb. ...
conosco entrambi e so quanto avete fatto e state facendo per far si che questo paese possa essere migliore....e so altrettanto che il vostro lottare è dettato da un vostro senso di responsabilità nei confronti del vostro paese e un senso di amore per voi e le persone a voi care.
Io non giudico e invito chiunque a confrontarsi e qualora abbiano una critica ben venga se costruttiva!!!!! Queste persone non hanno secondi fini....sul carretto non vogliono salire...CI STANNO METTENDO GIORNO DOPO GIORNO IN FACCIA LA RELATÁ anche se brutta!!!! E giustifico i loro modi perché? ???? PERCHÉ a differenza di noi, e mi ci metto anche io , lottano con rabbia perché impotenti di fronte a tanta irresponsabilità! !!!!! Io oggi dico A VOI GRAZIE perché dovremmo essere in migliaia a gridare i nostri diritti a ribellarci e dire BASTA invece siete solo e soltanto voi e pochi altri!Con stima Rita 

Fabio Cambone ha commentato il post di Rita Chiappini :  «Alcune frasi potrebbero essere incise sulla roccia, tanto sono vere......... È giusto stimare e apprezzare CHI ogni giorno si batte per i diritti e sopratutto per la dignità di un popolo, come è giusto denigrare coloro che remano contro queste persone che "ci mettono la faccia", solo per interessi personali, soldi facili/poltrone " comode"/ posti di lavoro(molto ambiti) per familiari e parenti........sisi, sono totalmente d'accordo con quanto scritto

« CA NISCIUN E' FESS»

Cartellonistica a «membro di segugio», con sperpero di pubblico denaro. La responsabilità  è del tipografo, dice l' assessore alla cultura, Alessandro Marcuccilli, ideatore e committente del Comune di Roccasecca..
Prima e dopo la cura
Ma, al ritiro e prima di montarla, l' assessore alla cultura, Marcuccilli, dov' era ? Forse a  prendere le farfalle con ilo retino, per non essersi reso conto che in tutti c' era solo  il BENVENTO E NEPPURE UNO CON L' ARRIVEDERCI ?
A parte la  surreale rappresentazione del Parco dei Conti d' Aquino, foto di Tommasino Marsella (?), sospeso, sembrerebbe, in un lago e l' omissione di almeno una delle città con cui è gemellata, Croissy-Beaubourg, ma quello che ha fatto sorridere e oggetto di «battutacce ironiche» è che tutti cartelloni davano il benvenuto....con l' intento forse di trattenere gli ospiti nel perimetro roccaseccano? ...
No, solo mero errore della tipografia, ha postato l' assessore Alessandro Marcuccilli sul suo profilo di facebook, dimenticando di specificare quanto è costato ai Roccaseccani questo «eufemistico» errore.
Ma ha aggiunto spiritosamente: «Ora tutti coloro che entreranno a Roccasecca, potranno uscirne senza incorrere nel rischio di perdersi come qualcuno ha sottolineato nei giorni scorsi».
Poi, ancor più  esilarante, un post sempre stesso social network di un aspirante assessore: «Mi fa piacere che l'amministrazione abbia raccolto il mio invito a rettificare il cartellone di "Benvenuti a Roccasecca" in via Casilina Nord».  
Per amore della verità e per onestà intellettuale, a notare e segnalare l' anomalia della cartellonistica, i primi in assoluto sono stati, il presidente dell' Associaziono «La Voce di Roccasecca Libera», Bernardo Forte ed il tesoriere, Danilo Chiappini, il primo dal quotidiano «L' Inchiesta», il secondo dal suo profilo di facebook....
Quindi, si eviti di fare i gradassi con le fandonie.
Comunque tale foto surreale sa tanto di Las Vegas, per il sollazzo fantasioso dei vecchi del Centro Anziani e di qualche amministratore desideroso di impinguare il bilancio comunale..... BUONA FORTUNA!

20 nov 2014

IL RISVEGLIO ELETTORALE

LA GIUNTA GIORGIO DORMIENTE, MA TARTASSANTE, AFFOSSA ROCCASECCA PER QUASI QUATTRO ANNI, poi il risveglio pre-elettorale con cantieri ed inaugurazioni acchiappavoti, la più becera vecchia politica clientelare.... Basta! 
Lo squallido teatrino Giorgiano, in questo quinquennio, sta appalesando  lo stesso canovaccio delle passate elezioni 2011, quello che ha visto vincitore «Giorgio Giovanni».
L' Amministrazione dorme, facendo la «Prova Materasso»  e procura danni inestimabili al paese ed alle tasche dei cittadini ( TARSU-TARES-TARI- IMU- TASI).... forse accumula qualche tesoretto nelle pieghe dell' intrasparente bilancio  e «bim sala bim» inizia la sceneggiata acchiappavoti della più becera vecchia politica.
Ma attenzione! Quei cantieri stradali acchiappavoti di  fine anno 2010 inizio anno eleziono (2011) sono sub iudice con 5 rinviati a giudizio, tra cui l' ex Tecnico Comunale-Ufficio Lavori Pubblic- la cui figlia è subentrata nelle grazie Sindacali, al posto del padre, con affiancamento al Responsabile all' Urbanistica ....
Comunque, il pressing di «Roccasecca Libera» li ha fatti risvegliare un tantinello prima dei canonici 5 anni, se avete onestà intellettuale ne dovete dare atto.
Ma da quanti anni detta Scuola, con annessa  palestra è stata ideata ( Sindaco Luciano Rossini- con il Compagno Cuomo) e costruita ( Sindaco Abbate) ? e come mai  solo quest' anno 2014 a quasi 1 anno e mezzo dalle nuove elezioni( 2016)  il Sindaco Giorgio tronfio di gloria riflessa consegna le chiavi della palestra alla Dirigente Carbone?
La consegna della palestra della scuola di via S. Apollonia nasce da un percorso di azione avviato diversi mesi fa e costruito su una serie di step progettuali e di interventi, che hanno visto dialogare gli uffici comunali con la direzione scolastica, ha detto il Sindaco Giorgio sul suo profilo personale, non istituzionale, di facebook.
Sindaco Giorgio, ma la Scuola Media, da quanti anni è in funzione con la palestra inagibile (chiusa)? e come mai gli «step» iniziati solo diversi  mesi fa?  Siamo alle solite «sceneggiate» acchiappavoti confidanti nella deleteria memoria corta dei Roccaseccani.
E sempre dallo stesso post personale di Giorgio-facebookkiano si legge: «Stesso percorso che servirà, a breve, per riaprire la piscina e il parcheggio e la pista ciclabile. Tutte opere già pronte e la cui consegna è ritardata dai noti adempimenti burocratici del caso che chiamano in causa diversi enti e che non dipendono dal Comune di Roccasecca.
Sindaco Giorgio, da quanti anni il parcheggio è in disarmo? .... e perchè è in disarmo? a chi era stata affidata la concessione? ..... Se tutto fosse avvenuto a regola d' arte ed alla luce del sole, forse, il parcheggio avrebbe avuto altro destino, non il «disarmo», l' abbandono ed il degrado, con furti annessi.
Sindaco Giorgio, la pista ciclabile pronta per la riapertura «acchiappavoti» e quei 500mila euro richiesti con DELIBERA GM 75/2014...Oggetto:L.R. 13/1990.REALIZZAZIONE PROLUNGAMENTO PISTA CICLABILE ?.
«La Voce di Roccasecca Libera», cresce nei sondaggi e cresce nel gradimento dei Roccaseccani, ... consolidati, forti, impegnati, uniti capaci di affrontare le nuove sfide e di offrire un futuro di cambiamento alla Città di Roccasecca.
Cresce perchè canta la «VERITA» toccando le corde giuste ed intonate....
E la sceneggiata che l' Amministrazione Giorgio sta architettando da qui al 2016 è solo «sceneggiata napoletana» e noi di «Roccasecca Libera» gliela abbiamo sempre cantata e sonata, con un unica mira: TRASPARENZA-LEGALITA'-GIUSTIZIA.  

16 nov 2014

ACEA -POTERE FORTE- A CUI GIORGIO NON PUO' DIRE NO

A Pontecorvo, i rappresentanti dell' Acqua Pubblica di Frosinone ivi chiamati ad illustrare il DOSSIER CO.CI.DA., hanno avuto la prova di come agisce ACEA per ingraziarsi la benevolenza dei sindaci, IGNAVI, come il Sindaco Giorgio Giovanni di Roccasecca.

Bernardo Forte, presidente dell' associazione «La Voce di Roccasecca Libera», segue con molta attenzione l' attivissimo movimento che ha studiato, fatto le pulci ad ACEA ATO5 stilando il dossier CO.CI.DA, 10 anni del gestore idrico più inefficiente, inefficace e, a detta di molti, «truffaldino», a cui 31 sindaci, tra cui il Sindaco Giorgio Giovanni di Roccasecca, hanno dato il loro benestare ad aumentare le tariffe, a non sborsare il soldi dei lavori compensativi, e tant' altro....
ACEA fa e disfà, a suo piacimento, con le tariffe idriche, persino richiedere illegittimi arretrati (2006-2011) come illegittimo ed illegale «chiudere i rubinetti».
Il Sindaco Giorgio «l' ignavo», non tutela i POVERI CTTADINI ROCCASECCANI, li lascia vessare da  ACEA a proprio piacimento e poi chiama Federconsumatori, mettendo  a disposizione sale del Comune, per produrre ricorsi contro ACEA ......ALLUCINANTE!
Noi di «Roccasecca Libera», ci uniamo al Movimento Acqua Pubblica Ciociara e ne condividiamo i nobili intenti «civici» ed auspichiamo la loro presenza a Roccasecca per illustrare ai Roccaseccani i Dossier CO.CI.DA, dieci anni di ACEA.
Nel contempo chiamiamo  a responsabilità  il Sindaco Giorgio e la sua Giunta, che hanno permesso che lo scandalo delle risorse idriche si consolidasse.
Noi di «Roccasecca Libera» in questa battaglia  di civiltà contro ACEA..ci mettiamo la faccia ed il cuore , così come con TARSU ... AMBIENTE... TRASPARENZA ... VIGILI MOBBIZZATI... e gli altri ?!?!?

DISABILI A ROCCASECCA....UNA VERGOGNA!

A Roccasecca, la politica è assente e/o distratta ....  sulla «Disabilità», si son lavati la coscienza con convegni e presentazione di libri.

L' apparente e l' apparire solo per acchiappare consenso, ma non per aiutare concretamente, questa è la nuda e cruda realtà :- Stringiamoci a «Corte» anzi alle «Corti», perchè sono state e sono due.. ma  per cosa?
Lascio la risposta a tutti VOI, DISABILI E FAMILIARI,..... a meno che non vi accontentiate del «ciuciullamento» di un pomeriggio, oltretutto mal gestito.
L' attenzione del Sindaco-dottore al Tema della disabilità è solo a chiacchiere, non avere a cuore il rendere la vita più agevole ai più bisognosi, ed è proprio  per questo che vengono pagati profumatamente con i soldi dei contribuenti, ma è solo apparenza, mera apparenza, e non sostanza, bensì «latitanza», per non parlare «schiaffi morali» di umiliazioni di vedere disattesi i propri diritti  a chi non condivide la sua pratica di Amministratore.
Far tenere «inguattata» nel cassetto del Tecnico Comunale una pratica di richiesta di uno «stallo per disabili» (divieto di parcheggio), per oltre un anno, pratica che richiede 5 minuti solo ? questa è l' attenzione, Sindaco Giorgio?
E dopo l' anno è stata messa questa segnaletica di divieto x disabili, solo perchè l' utente disabile ha pagato un avvocato per intraprendere azione legale contro il Comune che aveva  disatteso le legittime aspettative di legge.
Quell' utente disabile è Mauro Ferrari, mio marito e ci chiedevamo giorno dopo giorno, visti i disagi di trovare il garage ostruito da macchine: «perchè questo vergognoso ritardo?». Quali sono  i veri motivi per cui l'iter burocratico iniziato nel mese di agosto dell' anno precedente (2009) si sia arenato visto che la regolare domanda è stata, sin da subito, sviluppata e seguita dal Comandante dei Vigili ( Paolo Vicini)  fino all' arrivo all' Ufficio Tecnico ? , questo è stato riferito, e lì giacque senza ulteriori sviluppi, fino alla diffida dell' Avvocato del disabile.
E dei due anziani Signori disabili, moglie e marito  prigionieri per anni nella Casa ATER per ascensore rotto, ne vogliamo parlare Sindaco-dottore-sensibile alle problematiche dei disabili e assessore Marcuccilli che con i suoi interventi postumi sono una reiterata presa per i fondelli ai  malcapitati familiari?.
Sì postumi, perchè Maria è morta, i familiari hanno esternato ad altri soggetti, tra cui un avvocato e  «Roccasecca Libera», il loro disagio e richiedendo aiuto  per il parente supestite ed ecco che si è riproposto, così mi è stato riferito,  l' assessore alla politiche sociali, Alessandro Marcuccillli, con il fermo proposito di risolvere.... Mah!
Se le chiacchiere del Sindaco Giorgio e dell' Assessore Marcuccilli sono la panacea di tutti i mali dei disabili Roccaseccani, allora siamo proprio alla frutta.
La civiltà di una cittadina si misura dalla sensibilità che gli organi amministrativi della stessa pongono nel curarsi dei cittadini stessi che più di altri hanno bisogno di aiuti concreti: bambini, anziani, portatori di patologie gravi e gravi  disabilità. Non elemosine, sia chiaro, ma semplice DIRITTO.
La qualità di vita non è una carità ma un diritto!!!cari AMMINISTRATORI!.

15 nov 2014

MANCANZA DI SENSIBILITA'

QUESTA E' ROCCASECCA-DUE EVENTI INTERFACCIALI TRATTANTI LA DISABILITA' -STESSO GIORNO-STESSA ORA -SALE DIVERSE

Oggi pomeriggio, ore 16 a Roccasecca (FR),  si sono tenute due manifestazioni interessanti sulla disabilità e meritevoli entrambe di attenzione e di partecipazione.
1- La presentazione del libro di Tommaso Ranaldi e Giovanni Fabbrocile, “La soffitta sul fiume”, libro che costituisce la diretta narrazione delle difficoltà della vita affrontate da una persona che soffre di una disabilità permanente.
2-Convegno dal titolo «Disabilità un patrimonio da proteggere», curato dalla signora Rita Giorgio a testimoniare la sua esperienza di disabile:  - «Combatto e lotterò sempre in prima fila - ha dichiarato Rita Giorgio - contro i pregiudizi , l'indifferenza e ogni forma di discriminazione nei nostri riguardi , ma soprattutto mi batterò contro le barriere, in particolare quelle di tipo culturale, le più ardue da eliminarsi, offrendo disponibilità e vicinanza a tante famiglie troppo spesso dimenticate. Siamo fortemente impegnati in campo sociale e ci sforziamo di far comprendere che non siamo un mondo a parte , ma una parte del mondo".

A tutti e due gli ideatori degli eventi, Tommaso Ranaldi e Rita Giorgio, va il mio personale riconoscimento per il coraggio e l' attivismo testimoniale delle loro disabiltà e tutti e due gli  argomenti meritavano di essere promossi non in concomitanza, bensì separatamente per poter coinvolgere più persone al sensibile tema.
E' stato un disguido? Come mai l' amministrazione non è stata attenta alle richieste e suggerire date diverse ? E perchè mai  l' Amministrazione Giorgio, con il Sindaco e gli assessori, in prima fila,  alla presentazione del libro “La soffitta sul fiume”, il sindaco ha preso pure la parola, e in ultima fila e con ritardo al Convegno «Disabilità, un patrimonio da difendere» di Rita  Giorgio ? forse perchè quest' ultimo evento aveva il patrocinio dell' ex sindaco Antonio Abbate ?
Ma pure con i disabili si usano due pesi e due misure !?!?

14 nov 2014

DOPO LO «SFALCIO», I COMUNE TRANSENNA

Un'altra  piccola-grande  vittoria del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», l' area transennata dal Comune, ... forse per creare, come accennato dall' Assessore Alessandro Marcuccilli un luogo di ricreazione per i ragazzi ?. 
Il presidente del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», prima dell' inizio dell' anno scolastico 2014-2015  si era fatto  portavoce delle istanze di alcuni genitori 1- sensibilizzare l' Amministrazione allo «sfalcio» sistematico dell' erba davanti ed intorno alla Scuola dell' Infanzia di Via Lazio e farlo rientrare nell' ordinaria amministrazione di pulizia ed il decoro; 2- parco giochi, più pulito e sicuro con un un tappetito di gomma ed un po' di erbetta con sistemazione dei giochini acquistati dai genitori dei piccolo scolari.
C' erano state delle assicurazioni confortanti dell' Assessore alla cultura, Alessandro Marcuccilli ed anche delibere di appalto dei lavori sull' albo pretorio on-line e questa mattina, l' area precedentemente «sfalciata» e con ricrescita di erba i vista, è stata transennata dalla Municipale, così riferito da Rumors paesani, e pare acquisita al Comune con esproprio. Se vero appureremo e seguiremo con molta attenzione
La realizzazione di  quel progetto sognato dai genitori e reso di pubblica fattibilità dall' assessore Marcuccilli, ovvero la creazione di uno spazio ludico dove posizionare i giochi acquistati dai genitori trova perfettamente d' accordo il Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER»

MINORANZE SOTTO «SCHIAFFO» DEL GOVERNO GIORGIO?

I Consiglieri di Minoranza, Abbate, Sacco, Colantonio e Tanzilli-uniti-, sono i rappresentanti della quasi metà dei Cittadini Roccaseccani, come i Consiglieri di Maggioranza rappresentano l' altra metà.
MINORANZE ....SVEGLIA


E' fuor di dubbio, che l' Opposizione Unita, nella gestione della cosa pubblica e nella difesa degli interessi dei rappresentati, ha gli stessi diritti-doveri della Maggioranza Governativa, ma a Roccasecca, in questi 3 anni di Governo Giorgio, se non ci fossero stati i semplici cittadini  Rossini Anna Maria, Danilo Chiappini, Bernardo Forte ed Annamaria Matassa, di «Roccasecca Libera», a stare con il fiato sul collo all' Amministrazione Giorgio e che si sono spesi e non poco per la difesa degli interessi di TUTTI, non si è percepita una Minoranza attenta ed impegnata, neppure nell' esercizio del diritto speciale  di accesso agli atti amministrativi ex art  43 del d.lg,18 agosto 2000 n. 267, tranne l' ultima pubblicità del consigliere Abbate Oggetto: Vendita ex-Mattatoio comunale - Richiesta di accesso e copia atti ...per l' accesso agli atti, prendere visione degli atti è un suo diritto speciale di consigliere,  nell' ambito del mandato.

Secondo il Consiglio di Stato Sez. IV :- «La‭ "‬ratio‭" ‬dell’art.‭ ‬43‭ ‬del‭ ‬d.lg.‭ ‬18‭ ‬agosto‭ ‬2000‭ ‬n.‭ ‬267‭ (‬T.U.E.L.‭) ‬-‭ ‬che prevede il diritto dei consiglieri comunali di ottenere dagli uffici tutte le notizie e informazioni in loro possesso,‭ ‬utili all’espletamento del loro mandato‭ ‬-‭ ‬è da rinvenire nel principio democratico dell’autonomia locale e della rappresentanza esponenziale,‭ ‬sicché tale diritto è direttamente funzionale non tanto all’interesse del consigliere comunale‭ (‬o provinciale‭)‬,‭ ‬ma alla cura dell’interesse pubblico connesso al mandato conferito,‭ ‬controllando il comportamento degli organi decisionali del Comune.
2.‭ ‬Il diritto di accesso dei consiglieri comunali non è soggetto ad alcun onere motivazionale‭; ‬diversamente opinando,‭ ‬verrebbe introdotto una sorta di controllo dell'ente,‭ ‬attraverso i propri uffici,‭ ‬sull'esercizio del mandato del consigliere comunale.

 E' vero comunque che l' Amministrazione Giorgio è l' amministrazione più arrogante e più INTRASPARENTE della storia roccaseccana ed in questi 3 anni il Sindaco non si mai lasciata sfuggire l' occasione di gonfiarsi con la forza dei 2774 voti, ma è altrettanto vero che se non ci fossero stati i Cittadini Rossini, Forte, Chiappini  e Matassa a tenere sulla corda l' Amministrazione Giorgio a sollecitare interventi di:- Prefettura, Corte dei Conti, Magistratura, carabinieri, Funzione P.A.»,  la Minoranza è stata percepita  sempre più sottomessa ed inerme, latitante su tutti i fronti, seppure a parità di voti avuti, in una condizione di subalternità impotente alla Maggioranza Giorgiana.

13 nov 2014

FINALMENTE ARRIVANO I FONDI!

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 90 dell' 11.11.2014 è stata resa  pubblica la Determinazione 28 agosto 2014, n. G12176 del  Direttore Regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative, Ing. Bruno Placidi.

 Con la predetta determina, il direttore Regionale, Ing. Placidi, approva e rende pubblica la graduatoria regionale relativa alle domande presentate entro il termine del 01.03.2013 ai sensi della Legge 13/1989 e L.R. 18.6.91 n. 21, art. 32 - Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.
Risultano acquisite n.2898 domande rientranti nel codice “A” n, 946 rientranti nel codice “B” e la concessione dei contributi - Importo € 9.699.997,74= - Capitolo E56501 – EE. FF. 2014/2016 -Macroaggregato di V° livello 12.02 – 2.03.01.02.003, finanziabili negli anni 2014-2015-2016.
Per il corrente esercizio finanziario lo stanziamento disponibile sul capitolo E56501 ammonta ad € 700.000,00=, con previsione pluriennale per le annualità 2015/2016 rispettivamente di € 3.999.997,74= ed € 5.000.000,0.
La formalità Regionale si sostanzia nella rimessa dei contributi ai Comuni, a loro volta i Comuni li devolveranno ai richiedenti disabili che hanno posto in essere lavori per il superamento delle barriere architettoniche.
Tra i 2982 richiedenti Laziali, sono solo  2 che risiedono a Roccasecca e rientrano nel pacchetto previsionale anno 2015.
L' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera»,  ha già messo al corrente le due famiglie destinatarie dei contributi in arrivo il prossimo anno, presumubilmente nei primi mesi dell' anno, dalla Regione Lazio.


12 nov 2014

GRAZIE TANTE CONSIGLIERE SACCO!

A tenere i culetti puliti e senza arrossamenti, ci ha già pensato chi di dovere. Il magazzino della Scuola è stipato di rotoloni di carta igienica. Altre sono le problematiche che affliggono i plessi scolastici di Roccasecca!

Dal quotidiano L' Inchiesta di oggi 12.11.2014, la Dirigente dell' Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca, Dott.ssa Fernanda Maria Carbone, fuga ogni dubbio sull' assenza del materiale igienico in tutti e  9  plessi e  ringrazia il consigliere di opposizione Giuseppe Sacco per il lodevole ma quanto inutile gesto di riempire di rotoloni di carta igienica, le già piene «stive scolastiche.
Nessun genitore, ha poi aggiunto la Preside Carbone, ci ha informato e/o lamentato della carenza del materiale (carta igienica e sapone) consegnato ieri mattina dal Consigliere Sacco con tanto di foto che lo immortala «novello benefattore-sopperitore delle  pubbliche inefficienze».
Pura demagogica mistificazione di un falso problema, oltretutto, che offende nel profondo dell' anima chi non usa la platealità e cristianamente ne mette in atto la beatitudine del versetto di Matteo: «non sappia la tua sinistra quello che fa la destra».

E dallo stesso giornale odierno Danilo Chiappini, personaggio politico locale, in qualità di genitore, senza peli sulla lingua, come la dott.ssa Carbone, ha ravvisato nel gesto plateale del minoritario Sacco, un gesto di arroganza che offende i piccoli studenti alle cui spalle ci sono genitori che hanno sempre provveduto alle necessità igienico-sanitarie scolastiche e che non hanno bisogno di beneficenza.
E tutti e due, Carbone e Chiappini, all' unisono hanno detto: « Ben altre sono le problematiche che affliggono i plessi scolastici ( infiltrazioni-staticità-spazio giochi)» e come consigliere di opposizione, avrebbe tutte le cartei per intervenire nel rispetto delle regole istituzionali e nel ruoli di cui è legittimamente investito, cosa che se ne è guardato bene dal fare, scegliendo la facile pubblicità mistificatrice di un falso problema.
«Roccasecca Libera», alla lettura dei suddetti articoli, non può che esprimere il proprio biasimo al gesto del consigliere Sacco, gesto lesivo della dignità dei genitori dei piccoli studenti e piena solidarietà all' amico Danilo Chiappini, soprattutto in merito alle numerose problematiche inerenti i plessi scolastici di Roccasecca che il Consigliere Sacco aveva il dovere e i mezzi per prenderne contezza ed intervenire.
«Roccasecca Libera», pur priva di mezzi e di interventi diretti ha sopperito alla silente Minoranza con richieste di  decespugliamento delle foreste scolastiche,di interventi sulle infiltrazioni, richieste dei certificati di agibilità statica delle strutture scolastiche e delle palestre, di adeguamento sismico etc.etc.
Questi i fatti.... agli altri, lasciamo che facciano chiacchiere e/o beneficenza mistificatrice acchiappaconsenso. 

11 nov 2014

L' INCHIESTA» DI OGGI 11.11.2014

I Cittadini di Roccasecca, Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini, Bernardo Forte ed Annamaria Matassa gli unici, molto attivi nella opposizione concreta, con atti e fatti, al malgoverno della Giunta Giorgio Giovanni.
A Roccasecca, quello che è mancato, in questi 3 anni è stata l' opposizione istituzionale, quella di Abbate, Sacco, Colantonio e Tanzilli che  con tutti i mezzi a disposizione non hanno prodotto nulla di veramente valido per contrastare la giunta Giorgio, inefficiente ed inefficace, come ben rappresenta l' editoriale di R.C. de L' Inchiesta di oggi, che si invita a comprare, dal titolo: La minoranza che «dondola» tra sete di notorietà e disinteresse» -Duro affondo di Chiappini, Forte, Rossini e Matassa.



10 nov 2014

A CHI GIOVA IL COSILAM?

I Cittadini di Roccasecca non traggono alcun beneficio, in termini di servizi e/o sviluppo industriale sia dall' Unione Cinquecittà che dal Co.S.I.La.M eppure sono obbligati, ora dall' Amministrazione Giorgio, a versare all' Unione circa 40mila euro e al Co.S.I.La.M €5.765,19

Il Resp. del VI settore, con determina n, 248 del 21 ottobre 2014 liquida la somma di € 5.765,19- anno 2014- in favore del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Lazio Meridionale (Co.S.I.La.M), come da richiesta a firma del Presidente Trequattrini.
Ma il Co.S.I.La.M, cosa ha prodotto a beneficio di Roccasecca e dei Roccaseccani, a parte le famose presunte assunzioni parentali del Sindaco Giorgio e la carica di Revisore dei Conti al Vice Sindaco di Roccasecca, Carmine Guerrino Torriero?
Ecco l' amara riflessione di molti: «I cittadini-contribuenti di Roccasecca sono solo «mucche da spremere» senza avere servizi e decoro cittadino.
Oltre a Tasi, Tari, IMU, lampade votive cimiteriali, mensa scolastica, etc etc, anche le quote associative agli enti sovracomunali.

CHIESA, SALOTTO-CULTURA CON L' ASSOCIAZIONE P.A.M.A

La Chiesa di Santa Margherita di Roccasecca Centro, trasformata in un inedito salotto culturale per la presentazione della Ristampa anastatica delle monografie del Prof. Francesco Scandone: « Roccasecca-Patria di S. Tommaso de Aquino»..... ma perchè non alla Sala S.Tommaso? 
 Roccasecca-Patria di S. Tommaso de Aquino - foto di Giorgio Frezza
E' vero che è riuscito alla «grande», con un afflusso di pubblico di tutto rispetto, l' evento culturale  promosso dall' associazione P.A.M.A in Chiesa.
Ma, ad alcuni attenti cittadini non è sfuggita l' anomala location scelta dai membri del direttivo dell' associazione, Paolo D' Agostino e Patrizia Delli Colli, in  considerazione che quest' anno, come non mai, l' assessorato alla cultura di Roccasecca, è stato prolifero di presentazioni di libri alla Sala San
Tommaso di Palazzo Boncompagni.
Infatti, è la prima volta, nel corso di quest' anno 2014, che la presentazione di un libro promossa da una rispettabile associazione come P.A.M.A avviene in Chiesa e non al Palazzo Comunale.
Perchè? Forse l' amministrazione Giorgio Giovanni, non ha messo a disposizione la Sala San Tommaso poco capiente per P.A.M.A e/o ritenuta, finalmente, inagibile ?
Eppure, era presente all' evento il Vice Sindaco, Carmine Guerrino Torriero che ha portato il saluto del Sindaco impegnato a Cassino all' insediamento ufficiale di Mons Gerardo Antonazzo, Vescovo delle diocesi di Sora-Cassino-Aquino e Pontecorvo e nessuna scusa e nessun perchè dell' evento  in Chiesa.
Questa Roccasecca è un paese omertoso, dove si consumano le più grandi schifezze e il Popolo viene tenuto all' oscuro di TUTTO.
Ci aspettamo dall' Associazione P.A.M.A., una chiarificazione per non avere fruito della Sala San Tommaso e del politically correct della presenza dell' Amminstrazione che non ha concesso loro, la Sala San Tommaso, praticamente  «sfrattati» dalla Casa di TUTTI.

09 nov 2014

PROF. FRANCESCO SCANDONE

L' associazione P.A.M.A, ha curato la ristampa di tre monografie. ROCCASECCA-Patria di S. Tommaso de Aquino 
Una pomeridiana culturale di tutto rispetto alla Chiesa di Santa Margherita.. Io c' ero.
L' Associazione P.A.M.A ( Parco Archeologico Monte Asprano) ha presentato la ristampa dell' opera del prof. Francesco Scandone, Roccasecca- Patria di S.Tommaso de Aquino-.
L' opera verte, non sulla vita del Santo Dottore Angelico, ma sulla storia, sulla politica e sulla parte amministrativa della vita della città di Roccasecca, dalla sua fondazione a tutto il 1700.
Complimenti al Presidenti dell' Associazione P.A.M.A, Paolo D' Agostino, ed alla moderatrice, membro dell' associazione, Patrizia Delli Colli, per il dono di un pomeriggio di elevata cultura Roccaseccana con il giornalista-relatore, Fernando Riccardi, che ha illustrato la difficile opera del Prof. Scardone in modo chiaro ed accessibile a tutti, ed il saluto  dell' ospite d' onore, il Presidente della Società di Storia Patria di Terra del lavoro.
Un plauso caloroso ai bravissimi  musicisti roccaseccani, Prof.Maria Rosaria Piccirilli, organo, prof. Manuela Scafi, flauto e Prof. Daniele Fornaro, tromba, che ci hanno deliziato con  intermezzi musicali di straordinaria bellezza che penetravano direttamente nell' anima.
All' evento, con somma gioia, ho incontrato vecchi amici persi di vista nel corso degli anni e tra questi uno birichino che mi ha detto:  « ma non cambi mai! sempre battagliera».
Grazie di cuore amici del P.A.M.A !

07 nov 2014

IL PROF TREQUATTRINI DA' FORFAIT

IL PROF RAFFAELE TREQUATTRINI-PRESIDENTE,  DA' FORFAIT e la ditta concessionaria della Riscossione dei Tributi Comunali di Roccasecca, non viene designata

Tutti presenti, tranne il Presidente, i membri della Commissione di affidamento della Concessione delle attività relative alla gestione ordinaria e straordinaria dei Tributi Locali di competenza del Comune, comprese quelle di ogni altra entrata, propedeutiche e strumentali per la riscossione ordinaria e coattiva, nonchè la cura del contensioso davanti alle Commissioni Tributarie ed al Giudice di Pace per atti e fatti di natura tributaria.
Come sono pure presenti tutti i delegati delle ditte concorrenti

Ma, constata preliminarmente l' assenza del  Presidente Prof.  Raffaele Trequattrini, e che la Commissione è incompleta e deve considerarsi deserta.
Boh! così è scritto sul verbale riportato....neppure che l' assenza è giustificata da qualche grave accadimento .
Solo a Roccasecca succedono simili cose.... senza parole! Chissà cosa avranno pensato i partecipanti alla Gara.

E' ARRIVATA L' ACQUA AL MELFA.... GRAZIE PADRETERNO!

Non è assicurato il DMV, millantato dal Sindaco Giorgio e dall' assessore regionale Fabio Refrigeri, ma il «Deflusso Una Tantum» per volontà di DIO.
Fiume Melfa- Roccasecca
 L' ennesima presa per i fondelli, con l' aggravio dell' ennesimo sperpero di pubblico denaro, l' incontro del mese di luglio u.s. alla Regione Lazio del Sindaco Giovanni Giorgio, assessore Alessandro Marcuccilli e l' esperto torrentizio, delegato da Italia Nostra (?) con l' assessore regionale all' Ambiente, Fabio Refrigeri, per un fantomatico protocollo d' intesa con Enel ed Acea atto a  ripristinare il flusso minimo vitale di acqua nel letto del fiume Melfa.
L' assessore Refrigeri aveva già eseguito un sopralluogo «aum aum» al Comune di Roccasecca ed al Fiume Melfa,  nel mese di dicembre, prima delle Primarie Piddine Renziane... «capisc a me».
Da dicembre a luglio, il Refrigeri «illusionsita», ha elaborato la demagogica  strategia che ha illustrato al Sindaco Giorgio, all' assessore Marcuccilli, al tecnico Torrentizio, accompagnati dal fotografo-pennivendolo, dal Comandante Marra, tutti rigorosamente spesati dai Cittadini di Roccasecca, tanto per ricordare.
Quante chiacchiere, perdite di tempo e denaro! Povera Roccasecca !.
A luglio 2014, Fabio Refrigeri, ipse dixit: Per riportare l'acqua nel fiume Melfa bisogna costituire un Tavolo tecnico con la presenza di Enel, Acea, Comune di Roccasecca, associazioni ambientaliste, più gli altri attori interessati alla vicenda. Il Tavolo tecnico avrà il compito di formalizzare un protocollo d'intesa tra le parti in cui Enel ed Acea garantiranno, nero su bianco, il ripristino del flusso minimo vitale di acqua nel Melfa, da misurare, per la certezza dell'avvenuto ripristino, proprio all'altezza di Roccasecca..Insomma, si vantavo gli ammnistratori rocacseccani PD e Sellerini,   la ripresa di un percorso già avviato dall'assessore Zaratti e dalla giunta Marrazzo e colpevolmente dimenticato dal governo di centrodestra della Polverini.
E udite! udite! tutto a breve:- Tavolo Tecnico con Enel e Acea, firma del protocollo d' intesa e ritorno dell' acqua al Fiume Melfa .... a  fine estate il D.M.V assicurato ..... ma.. và ... quante chiacchiere e quanti soldi roccaseccani sperperati da Giorgio-Sindaco-medico-ambientalista.
Meno  male che ci pensa il Padreterno, ogni tanto,come in questo periodo,  a far ritornare a scorrere l' acqua al Fiume Melfa.

REGISTRO TUMORI COMUNALE ?- REQUIESCAT IN PACE

IL SINDACO-MEDICO, CONTINUA A PRENDERE (PERDERE) TEMPO E L' Istituzione del Registro Tumori del Comune di Roccasecca, in lista d' attesa da ben tre anni, sempre sollecitato dal Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», ora Amen

La nota del Sindaco Giovanni Giorgio, sul suo diario di facebook, lascia basiti: - «REGISTRO PROVINCIALE DEI TUMORI, IL SINDACO GIORGIO: BENE LA PROPOSTA DELL’ASSESSORE DI RUSSO, ROCCASECCA E’ PRONTA A SOSTENERE ECONOMICAMENTE L’INIZIATIVA».
Sono tre anni  circa che il Sindaco-medico viene pressato dal Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», per il monitoraggio dell' aria e per l' istituzione del Registro dei Tumori, base di partenza per monitorare la morte per le neoplasie (cancro)  e mettere in atto sistemi preventivi, visto che Roccasecca è sede di Discarica e il vicino Comune di Colfelice, sede di TMB.
Il Sindaco Giorgio, si era presa a cuore e fatta sua, a chiacchiere, l' istituzione del registro dei tumori e, in senso lato, la tutela della salvaguardia dell' ambiente e della  salute, con la promessa  di interessare il Ministro della Salute, con il supporto dell' Istituto Superiore della Sanità  tramite il dott. Rezza.
Ma dopo circa tre anni di speranze disattese, di chiacchiere e promesse del Sindaco-medico,  dell' istituzione del Registro Tumori Comunale che poi sarebbe propedeutico a quello provinciale, neppure l' ombra.
Ma,  ecco che il Sindaco-dottore sensibilizza tale argomento accogliendo molto favorevolmente la proposta dell’assessore alla sanità del Comune di Cassino Stefania Di Russo di sostenere la Asl di Frosinone nell’istituzione del Registro provinciale dei Tumori, priorità per questo territorio e, addirittura, il  Comune di Roccasecca, pronto a fare la sua parte, mettendo a disposizione il contributo economico richiesto.
Ma che «manfrina» politica sta architettando il sindaco-dottore?
Comunque, cari roccaseccani, la «lista d' attesa del Registro Tumori» si allunga sine die....  requiescat in pace, Amen

05 nov 2014

E' «ROBA» DEL SINDACO GIORGIO

A Roccasecca, dopo l' occupazione Piddina della Biblioteca Comunale e delegazione dello Scalo, ora sub iudice, si reitera,  con l' occupazione del Centro Anziani da parte di Federconsumatori per «aiutare (sic)» i cittadini a contestare il gestore idrico ACEA, che l' Amministrazione Giorgio Giovanni ha aiutato con il dire SI' all' aumento delle TARIFFE. 

Roccasecca – Bollette ACEA 2006-2011 - incontro tra cittadini e Federconsumatori 

L' associazione Federconsumatori, dopo l' invito a Palazzo Boncompagni, per illustrare le criticità delle bollette ACEA da contestare solo:- per la prescrizione del periodo richiesto e il deposito cauzionale-, ora, una volta a settimana, occupa il Centro Anziani, struttura pubblica come la biblioteca Comunale e la delegazione.... si reitera sull' uso privato di immobili pubblici.
Il paradosso del Sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, è che, dopo aver delegato l' assessore Giuseppe Marsella a dire di SI' agli spropositati aumenti tariffari di ACEA, chiama in soccorso una delle  pseudo associazioni dei consumatori aderenti al patto di non "belligeranza con ACEA" per ricorrere contro le ultime bollette idriche.
Il paradosso del ricorso impostato dalla Federconsumatori è che consigliano di contestare i conguagli, non pagare i soli conguagli  ....ma forse non sanno che i conguagli che loro consigliano di non pagare sono stati già messi al bando dal 6 di ottobre u.s , in modo perentorio, dalla massima autorità dell'energia, del gas e dei servizi idrici, l'AEEGSI...
Della serie, a chi serve tutto questo? Ma i consiglieri di opposizione, dove sono, anche  in questo frangente ? Cosa stanno facendo per arginare questo terribile sopruso dell' Amministarzione Giorgio-ACEA? Invece di chiamare a responsabilità chi ha permesso il più grande scandalo che si sia mai verificato in ciociaria, quello dei servizi idrici, tacciono vergognosamente.
Lo scandalo ACEA è proliferato, grazie ai Sindaci conniventi, come il Sindaco Giorgio di Roccasecca, a danno dei Comuni, dell'ambiente e soprattutto dei cittadini Utenti....
Il Sindaco non tutela i cittadini, l' opposizione tace e non prende posizione, ma siamo in un paese normale ?
Benvenuti, da Anna Maria Rossini, al nuovo cda dell' Associazione «LA VOCE DI ROCCASECCA LIBERA", capitanata da Bernardo Forte, che, oltre alla tutela dei cittadini quello che sta cerando di fare è accelerare la collaborazione con il Coordinamenti Acqua Pubblica di Frosinone invitandoli ad illustrare il dossier CO.CI.DA e come dice l' Ing. Mario Antonellis, :- « per raggiungere una massa critica che inneschi una vera e propria rivolta popolare.....(escluso Roccasecca)  legittima e risolutiva...sgombrando il campo da paure recondite......Il popolo Ciociaro può diventare un esempio ITALIANO, contro chi pensa e agisce come ESATTORE e non come umile GESTORE del bene più prezioso che esiste sulla faccia della terra... »

02 nov 2014

E' SOLO GOGNA MEDIATICA SINISTROSA FOMENTATRICE

Un drogato -Stefano Cucchi- muore in ospedale, scattano le denunce contro medici, infermieri, agenti di polizia penitenziaria- il processo....Le assoluzioni di TUTTI, scatenano una stomachevole corsa web sinistrosa, ANTI STATO.
ILARIA & STEFANO CUCCHI

Poverino Cucchi, ucciso a manganellate, porello Cucchi, ucciso dai bastardi senza cuore  (medici-infermieri-polizia) e pure il Giudice che ha assolto quei criminali, figli di p....TUTTI...questi i commenti sotto le foto raccapriccinti del Cucchi....
Ora, a parte la pietas che un  nobile ha sempre, a parte la vicinanza del  nobile alla famiglia Cucchi, a parte che siamo al 2 novembre, giorno deidaco ai morti, ma un pochino di verità la vogliamo ristabilire, o se non verità,  perchè nessun navigante WEB ha letto le carte giudiziarie e quindi si son lasciati travolgere dall' onda politica SINISTROSA ANTI STATO, almeno,  dare voce a quei medici, infermieri, carabinieri e magistrati infangati ed umiliati, a prescindere, perchè dovevano essere condannati in quanto colpevoli, a prescindere .....
Ma in che mondo viviamo ?!?!
Luciano Panzani
Ascoltiamo e registriamo anche la voce del dott. Luciano Panzani, presidente della Corte di Appello di Roma:  "Il giudice penale deve accertare se vi sono prove sufficienti di responsabilità individuali e in caso contrario deve assolvere. E' quello che i miei giudici hanno fatto anche questa volta".

Come registriamo ed ascoltiamo la voce della dott.ssa Monica Iorio che dal suo diario social di Facebook   
Monica Iorio
La mia presa di posizione su un caso che in questi giorni sta facendo tanto discutere non è nulla di personale contro la vittima, ci mancherebbe. A lui e alla sua famiglia va il mio affetto e la mia vicinanza, in particolare in questa giornata in cui si ricordano i nostri cari defunti.
Quello che mi indispone e mi indigna del nostro paese è che non c'è mai l'altra faccia della medaglia: o è bianco o è nero. I colpevoli vengono scelti, così in base a notizie uscite dalla stampa. mi riferisco naturalmente all'opinione pubblica! Che ne sa l'opinione pubblica di quello che passiamo noi sanitari quando "STIAMO LAVORANDO" e ad un certo punto si presenta da noi un povero tossicodipente che non è in giornata e ci aggredisce! che ne sa l'opinione pubblica di quante volte dobbiamo interrompere di lavorare e magari di prestare soccorso a pz che non hanno scelto di stare male e hanno bisogno del nostro aiuto solo perchè quel soggetto ha deciso di occupare un ps! che ne sa la gente di quella volta che mi sono dovuta nascondere per 2 ore e sono tornata a casa da sola avendo paura di un tossico che voleva picchiarmi perche' non lo avevo ricoverato avendo solo una distrazione di caviglia! che ne sa l'opinione pubblica di ferite, fratture di costole, aggressioni verbali di tanti sanitari! che ne sa l'opinione pubblica di ragazzi abbandonati dalla famiglia che vengono a chiedere aiuto a noi! che ne sa l'opinione pubblica di quante volte si deve sottostare alle avances di questi soggetti per evitare che diventino aggressivi! e quante volte non sai cosa fare perche' quel tizio rifiuta qualsiasi trattamento e allo stesso tempo viene considerato capace di intendere e di volere! o al contrario pretende con la forza che tu gli faccia una determinata terapia! e quante volte non ci sono pattuglie di carabinieri e di polizia perche' impegnati in altre urgenze e tu ti "cachi" in mano perchè quel tizio sta per sfondare la porta!e tutte quelle volte che le autorità te lo portano via e dopo 5 minuti te lo vedi ripresentare in ps! e quelle notti che il tizio è agitato e chiama l'ambulanza anche 10 volte e ogni volta te lo ritrovi in ps?
Ecco questa è l'altra faccia della medaglia!
quella che nessuna racconta. quella di tanti lavoratori che mentre LAVORANO rischiano la propria incolumità. E allora il mio pensiero va a tutti i sanitari e alle forze armate che tutti giorni hanno a che fare con questi soggetti. onore a voi che praticate quest'attività così difficile, pericolosa e mai elogiata da nessuno!

IL FENOMENO GIORGIO

Alla Sezione del PD di Roccasecca, Sandro Pertini, volano stracci mediatici, tra il Segretario Sergio Staci e il Sindaco Giovanni Giorgio

Roccasecca in fibrillazione, anche  per il regolamento di conti tra Piddini:- uno di peso (Sindaco) e con i voti e l' altro,l'  irriconoscente Staci, per il posto di direttore all' Unione Cinquecittà, grazie anche a Giorgio ed ai «poteri forti» del Partito Democratico ( De Angelis- Costanzo etc) per cui giocoforza, «esecutore delle volontà che provengono dall' alto»).
Staci!... Taci!.... « non hai i voti che ho Io, sembrerebbe arringare il sindaco quando fa il  richiamo alla politica :  «Quanti iscritti del PD spalleggiano la posizione di Staci, piuttosto che la mia ?... pochi, solo quei pochi «intellettualoidi»  che parlano, parlano e non hanno mai prodotto nulla di buono per il paese.
Ma il Sindaco Giorgio, cosa ha prodotto di buono per Roccasecca ?, si chiedono i cittadini-contribuenti  e si danno pure queste risposte: TASSE-TASSE-TASSE ED ORA  AUMENTI SCONSIDERATI DELL' ACQUA PUBBLICA FACENDO ARRICCHIRE ACEA, PAESE ALLO SFASCIO CON STRADE SGARRUPATE E LA POVERA GENTE, SEMPRE PIU' POVERA E SENZA LAVORO.
Questa non è politica, cari,  Sindaco e direttivo del PD,....questa è Roccasecca .... e finchè Giorgio avrà i voti, il PD locale,  non andrà da nessuna parte ..... i voti Giorgiani non sono politici, bensì di parte (medico), per cui più difficile da scardinare.... una bella azione di coraggio, per estrometterlo politicamente, andava posta in essere già in passato, ma siete ancora in tempo.
Comunque, dovrete prendere consapevolezza che con Giorgio FUORI dal PD il PD è «svaporato» ed anche, che, Giorgio Giovanni,  fuori da Roccasecca è NESSUNO .... I SUOI VOTI GLI SERVONO QUA, A ROCCASECCA E TANTO GLI BASTA, essendosi inoltre attorniato, non di politici, ma di persone che hanno interessi ben precisi che rafforzano il suo «piccolo potere».
Questa è la nuda e cruda realtà della politica del Partito Democratico di Roccasecca  targato Giorgio e, per chi non mi vuol sentire: «Cosa si puo' fare per sbarazzarsi di un personaggio tanto bizzarro ? ... Non lo so ... A Voi la scelta del mezzo! 
Le voci che danno la figlia, prossima candidata alla poltrona che Lui giocoforza deve lasciare, che fondamento di verità hanno ?
Poco interessa .... basta che Lui porti sempre i suoi voti incluso nella lista.
Giorgio o figlia o altri, sindaco/a,  Io in fondo in fondo , non voglio che perdi le elezioni, perchè non saprei cosa scrivere (e qui c' è tutta l' ironia).
Comunque, solo se Giorgio o la figlia si dovessero ritirare  a vita privata, forse  smetterà quell' alito di vento malsano-pseudo politico-con attorniamento di  gente con molti interessi.
Questa è Roccasecca..... AI ROCCASECCANI I POTERE DI CAMBIARLA

01 nov 2014

DEPISTAGGIO CON LE «GIORGIANATE PIDDINE» E INCONTRI SAF

Il Sindaco Giovanni Giorgio ed il suo Vice, Carmine Guerino Torriero, non si interessano di dare la pubblicità di legge agli atti amministrativi, come ad esempio il bilancio preventivo 2014, di chiarire lo scandalo ACEA e di adoperarsi per l' ascensore rotto alle Case ATER, le loro priorità sono ben altre !
La Valle del Liri vista da Roccasecca-foto di Nicola Severino
Roccasecca è ammalata d’un male oscuro e mentre l' Amministrazione Giorgio procede nella foresta della politica con la sicurezza di un elefante che, svellendo alberi e calpestando tane avanza in linea retta senza quasi avvertire i graffi delle spine e i guaiti dei sopraffatti, l' opposizione istituzionale non produce un’idea, una novità, una programmazione, una chiara  posizione contraria, negatoria, antitetica  a Giorgio.... «Non produce nulla».
Solo «Roccasecca Libera» sta da anni «con il fiato sul collo» dell' Amministrazione Giorgio contandogli tutti i peli-disamministrativi, uno per uno in tutti i modi ed in tutte le maniere.....
Tempi duri per  l' elefantiaca amministrazione Giorgio  con l' Acqua Salata di Acea e con le «beghe pidddine sputtananti», ma come al solito, complici i media compiacenti e la penna del pennivendolo da 5mila euro, mettono in atto azioni depistanti ed oltretutto fumose, comunque molto campagna elettorale:-
« Il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio, insieme al vice sindaco Carmine Guerrino Torriero, hanno incontrato il presidente della Saf, dottor Mauro Vicano e il direttore dell’impianto, ing. Suppressa. Due gli argomenti al centro della discussione: la situazione debitoria della Saf con il Comune di Roccasecca in merito al ristoro a conguaglio per la presenza della discarica di Cerreto .....etc....etc..»
Premesso che Roccasecca è l' unico Comune tra i 91 che, avendo la disgrazia di essere sede di discarica a fianco della SAF, compensa i debiti per l' utilizzo del TMB di Colfelice, con i crediti che deve avere per ristoro ambientale.... quanto questo sia legale, giusto e corretto nei confronti dei roccaseccani non è dato sapere, visto che la maggior parte dei 91 comuni, pare abbiano accumulato una montagna di debiti nei confronti della SAF SpA.
Praticamente, la SAF SpA ha debiti solo con Roccasecca e vanta crediti con gli altri 90 Comuni..... Grazie Giorgio per la pregressa stagione con Fardelli da dimenticare.....dimenticare sì ma fare chiarezza sui debiti e crediti SAF-MAD sarebbe doverosa.
Il presidente Vicano vi ha comunicato ufficialmente che a novembre salderà i primi 75mila euro ed euro 50mila a gennaio
Per quanto riguarda la cifra restante, pari a 231mila euro, trattasi di cifra mai saldata da parte del Consorzio Gaia alla Saf che poi avrebbe dovuto stornarla al Comune di Roccasecca. Attualmente il Consorzio Gaia è in fase di liquidazione, dunque più difficile ottenere in tempi brevi la somma.
Questa storia di Gaia, i Roccaseccani la sconoscevano e come mai nessuna azione esecutiva per recupero credito è stata posta in essere nè da SAF, nè dal Comune di Roccasecca ?
Caro Presidente Vicano, se Gaia è in liquidazione, i soldi, i Roccaseccani li vedranno con il lanternino, non in tempi brevi....
Queste sono le scelte politiche dell' Amministrazione Giorgio Intrasparente-.
Ma da quei pochi atti amministrativi resi pubblici non sarebbero solo queste esigue cifre assicurate a breve ed a lunga (?), dal presidente della SAF, Vicano, ma queste sottostanti.... FATECI CAPIRE, CORTESEMENTE!
I Cittadini-utenti di Roccasecca, sono rimasti alla  copia della determinazione del 2° settore (dott. Lanni), n. 9 del 09.04.2014 avente ad oggetto: Ricognizione dei residui attivi e passivi da inserire nel conto del bilancio consuntivo dell' esercizio finanziario 2013 che fotografa che tra Residui Attivi spicca la voce del codice 3050424 - «Ristoro per istituzione discarica sul territorio»

2008-  €  13.519,83
2010 - €  82.065,69
2011 - € 278.455,68
2012 - € 435.000,00
2013 - € 245.000,00

NON DEPISTATE CON LE «GIORGIANATE PIDDINE» E INCONTRI SAF CON RISULTATI MINIMALI E POCO CREDIBILI !