Translate to:

01 nov 2014

DEPISTAGGIO CON LE «GIORGIANATE PIDDINE» E INCONTRI SAF

Il Sindaco Giovanni Giorgio ed il suo Vice, Carmine Guerino Torriero, non si interessano di dare la pubblicità di legge agli atti amministrativi, come ad esempio il bilancio preventivo 2014, di chiarire lo scandalo ACEA e di adoperarsi per l' ascensore rotto alle Case ATER, le loro priorità sono ben altre !
La Valle del Liri vista da Roccasecca-foto di Nicola Severino
Roccasecca è ammalata d’un male oscuro e mentre l' Amministrazione Giorgio procede nella foresta della politica con la sicurezza di un elefante che, svellendo alberi e calpestando tane avanza in linea retta senza quasi avvertire i graffi delle spine e i guaiti dei sopraffatti, l' opposizione istituzionale non produce un’idea, una novità, una programmazione, una chiara  posizione contraria, negatoria, antitetica  a Giorgio.... «Non produce nulla».
Solo «Roccasecca Libera» sta da anni «con il fiato sul collo» dell' Amministrazione Giorgio contandogli tutti i peli-disamministrativi, uno per uno in tutti i modi ed in tutte le maniere.....
Tempi duri per  l' elefantiaca amministrazione Giorgio  con l' Acqua Salata di Acea e con le «beghe pidddine sputtananti», ma come al solito, complici i media compiacenti e la penna del pennivendolo da 5mila euro, mettono in atto azioni depistanti ed oltretutto fumose, comunque molto campagna elettorale:-
« Il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio, insieme al vice sindaco Carmine Guerrino Torriero, hanno incontrato il presidente della Saf, dottor Mauro Vicano e il direttore dell’impianto, ing. Suppressa. Due gli argomenti al centro della discussione: la situazione debitoria della Saf con il Comune di Roccasecca in merito al ristoro a conguaglio per la presenza della discarica di Cerreto .....etc....etc..»
Premesso che Roccasecca è l' unico Comune tra i 91 che, avendo la disgrazia di essere sede di discarica a fianco della SAF, compensa i debiti per l' utilizzo del TMB di Colfelice, con i crediti che deve avere per ristoro ambientale.... quanto questo sia legale, giusto e corretto nei confronti dei roccaseccani non è dato sapere, visto che la maggior parte dei 91 comuni, pare abbiano accumulato una montagna di debiti nei confronti della SAF SpA.
Praticamente, la SAF SpA ha debiti solo con Roccasecca e vanta crediti con gli altri 90 Comuni..... Grazie Giorgio per la pregressa stagione con Fardelli da dimenticare.....dimenticare sì ma fare chiarezza sui debiti e crediti SAF-MAD sarebbe doverosa.
Il presidente Vicano vi ha comunicato ufficialmente che a novembre salderà i primi 75mila euro ed euro 50mila a gennaio
Per quanto riguarda la cifra restante, pari a 231mila euro, trattasi di cifra mai saldata da parte del Consorzio Gaia alla Saf che poi avrebbe dovuto stornarla al Comune di Roccasecca. Attualmente il Consorzio Gaia è in fase di liquidazione, dunque più difficile ottenere in tempi brevi la somma.
Questa storia di Gaia, i Roccaseccani la sconoscevano e come mai nessuna azione esecutiva per recupero credito è stata posta in essere nè da SAF, nè dal Comune di Roccasecca ?
Caro Presidente Vicano, se Gaia è in liquidazione, i soldi, i Roccaseccani li vedranno con il lanternino, non in tempi brevi....
Queste sono le scelte politiche dell' Amministrazione Giorgio Intrasparente-.
Ma da quei pochi atti amministrativi resi pubblici non sarebbero solo queste esigue cifre assicurate a breve ed a lunga (?), dal presidente della SAF, Vicano, ma queste sottostanti.... FATECI CAPIRE, CORTESEMENTE!
I Cittadini-utenti di Roccasecca, sono rimasti alla  copia della determinazione del 2° settore (dott. Lanni), n. 9 del 09.04.2014 avente ad oggetto: Ricognizione dei residui attivi e passivi da inserire nel conto del bilancio consuntivo dell' esercizio finanziario 2013 che fotografa che tra Residui Attivi spicca la voce del codice 3050424 - «Ristoro per istituzione discarica sul territorio»

2008-  €  13.519,83
2010 - €  82.065,69
2011 - € 278.455,68
2012 - € 435.000,00
2013 - € 245.000,00

NON DEPISTATE CON LE «GIORGIANATE PIDDINE» E INCONTRI SAF CON RISULTATI MINIMALI E POCO CREDIBILI !