Translate to:

31 mar 2012

EQUITALIA STROZZA MA NON RIMBORSA

EQUITALIA STROZZA MA NON RIMBORSA le erronee duplicazioni di versamenti fatte da ONESTI CONTRIBUENTI

La sollecitudine di Equitalia a recuperare le somme iscritte nei ruoli, a qualsiasi titolo e da qualsiasi Ente Impositore, è encomiabile.
Se poi i Contribuenti diventano morosi, riecco che, dopo una corretta notifica della cartella, Equitalia mette in atto le azioni  di recupero sui beni del malcapitato (fermo amministrativo, ipoteca ecc).
E fin qui nulla osta, sempre, torno a ripetere, se il contribuente è MOROSO conclamato:,
Ma, si badi bene,  Equitalia deve esperire dette azioni nel rispetto della Legge.
E non mi sembra il caso che abbia agito nella RISPETTO DELLA NORMA nel caso del contribuente che ha inviato una missiva ( CHE MI HA DETTO DI PUBBLICARE SUL BLOG), richiedendo la restituzione della duplicazione di pagamento TARSU 1998.
Il contribuente ..... non solo ha pagato ....ma dopo ben 9 anni gli arriva una letterina informale di richiesta della TARSU 1998, con allegato bollettino e, il figlio, all' insaputa del genitore, degente in ospedale.
Ma Equitalia ci è o ci fa? ci marcia eccome.....ma la Legge, non è uguale per tutti ? Come mai Equitalia si permette simili soprusi ?

Ricevo e pubblico la lettera

 Oggetto: Rimborso duplicazione versamento TARSU 1998
   
    Il sottoscritto...... e residente a .....  , rappresenta a codesta Agenzia di Riscossione quanto segue:
La TARSU dei ruoli   del Comune di Roccasecca (FR) , anno di riferimento 1998, di lire 263.000 (euro 135,82) il cui avviso di pagamento ced 04720000012216192000  è stato regolarmente pagato on data 31 ottobre 2001 con assegno bancario come da  quietanza dell' ufficiale di Riscossione Giuseppe Garzia di cui si allega copia.
Il versamento della stessa TARSU anno di riferimento 1998 è stata da Voi sollecitato con nota del 01.02.2010 aumentata degli interessi, compensi e diritti di notifica ( € 135,83+86,61+6,32+3,10= € 231,86) e veniva erroneamente pagato da mio figlio, visto che ero degente in ospedale, con bollettino di c/c 81/071del 25 .2.2010 di cui si allega copia.
E' appena il caso di far presente che circa un anno fa, recatosi mia moglie presso lo Sportello, il Responsabile, non volle ottemperare alla compensazione di altra cartella Tarsu anno 2010, ma  la rassicurò circa il rimborso dell' erroneo versamento che andava a duplicare quello precedente, adducendo una pseudo lavorazione di dette cartellazioni dalla sede di Roma.
Orbene, siamo al 2012 e non essendomi pervenuto alcun rimborso, sollecito Io, questa volta, il rimborso di € 231, 86 + gli interessi legali maturati dal 25. 02. 2010.
Se nel giro di 30 giorni  non non darete seguito  al rimborso della duplicazione della TARSU 1998 oltre gli accessori, mi vedrò costretto ad adire le vie legali.

                                 Firma




COSILAM INAUGURA

COSILAM INAUGURA i nuovi uffici operativi presso il Polo della Logistica di Cassino, giovedì , 29 marzo u.s., alla presenza di numerosi big. della Politica Cassinate


Tutti presenti alla doverosa passerella, per il taglio del nastro, "New Office Cosilam": Formisano (UDC), Abbruzzese PDL), Petrarcone (IDV), Scalia PD), Scittarelli (PDL)  ed altri...
Grande assente il Leader de "La Destra" Francesco Storace....come mai ? non invitato o assente giustificato per altri impegni ?
Eppure, ed è stato ricordato dall' ex sindaco di Cassino, Scittarelli, che il progetto Cosilam, venne concepito dalla Giunta Regionale di Centro-Destra capitanata dal Francesco Storace.
Quindi, la Giunta Regionale Laziale, ai tempi di  Storace Francesco (La Destra), ha operato per il bene del territorio Ciociaro, anche del Cassinate a quanto si evince dal taglio dei nastri .......ed ora i meriti di chi sono?
Sempre dei soliti noti, a quanto pare; comunque vale il detto: fa bene e scorda, fa male e pensa.
E che Storace sia stato il Governatore che ha consentito il progetto "Cosilam", innovativo, che ha consentito ed aiutato  lo sviluppo industriale nel Cassinate ed questa  è la cosa importante che mi riempie di orgoglio.
E i Nuovi Uffici  del Cosilam, realizzati nel Polo della Logistica a pochi passi dello stabilimento FIAT, rappresenta quel  "continuum" anche   per la conferma di un rapporto di collaborazione sempre più stretto e proficuo tra istituzioni, enti locali, imprese e territorio per lo sviluppo socio-tecnologico della Ciociaria.
Tutto questo pò pò di roba anche grazie all' ex Governatore della Regione Lazio Storace o no ?
Allora, perchè non era presente ai festeggiamenti del decennale - inaugurazione dei  "New Office Cosilam" - "near to FIAT"?

30 mar 2012

ULTIMA SPIAGGIA "NO TARSU"

ULTIMA SPIAGGIA "NO TARSU....S. E. l' Ill.mo Sig. Prefetto Eugenio Soldà....Richiesta Sospensione Riscossione Ruoli TARSU 2011 fino a Sentenza del TAR (10 gennaio 2013) 

Prefetto Eugenio Soldà
 Il  Comitato "NO TARSU", con rispetto e fiducia nelle Istituzioni, ha adito il rappresentante del Governo sul territorio Ciociaro, S.E. il Prefetto, rimodulando  l' Istanza di Sospensione prodotta e discussa nel consiglio comunale  di Roccasecca  del 6 marzo u.s., dall' esito incerto, nella considerazione che non vi è stata data la pubblicità di legge all' albo pretorio on-line.
Il Comitato " NO TARSU", ha  investito S.E. il Prefetto, della seria problematica situazione che attanaglia il territorio di Roccasecca tra i rifiuti,   sporcizia, non decoro cittadino  e le richieste esorbitanti della Tassa di smaltimento, in particolare a quella iscritta nei ruoli riferentisi all'  anno 2011, avverso la quale è stato prodotto tempestivo ricorso al TAR del Lazio- Sez. di Latina  e la cui data di discussione è stata fissata al 10 gennaio 2013.
Orbene, con questo doveroso atto del Comitato "NO TARSU" intende  sensibilizzare una sospensiva della Riscossione di Ruoli Tarsu 2011 dall' Istituzione Provinciale che rappresenta il Governo, alla Comunità Roccaseccana, onesta,  laboriosa, rispettosa delle leggi, dei regolamenti e pagatori puntuali e precisi delle TASSE che fronteggiano Servizi.
A Roccasecca i servizi non ci sono, come ad esempio la Raccolta Differenziata, a copertura della quale era stata era stato richiesto un aumento esorbitante della TARSU 2011, ma anche la Raccolta Indifferenziata lascia il tempo che trova , visto che le strade non si spazzano ed i cassonetti spesso  volentieri stracolmi di rifiuti solidi e non solidi .....
Ma il Comitato "NO TARSU" fida e confida nelle Istituzioni Superiori al Comune di Roccasecca che, ha dato ampia dimostrazione di non sapere amministrare la "Res publica" con buonsenso, oculatezza, professionalità.
Il Comitato "NO TARSU" fida e confida nell' organismo istituzionale governativo provinciale ...S. E. Ill. mo Sig. Prefetto....

.                                                                                                           Preg.mo
                                                                                                           Sig. Prefetto dott.Eugenio Soldà
                                                                                                           di  Frosinone


Oggetto: Istanza di sospensione RISCOSSIONE -RUOLI TARSU 2011-


     Il Comitato "NO TARSU"

                                                                     Premesso

    che l' Amministrazione Comunale di Roccasecca  con delibere G.C. n. 80 del 16.06.2011 e n. 131 del 23. 09.2011 elevava del 100%-200%-300%-400%-500%  la TARSU 2011 (TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI  PER L' ANNO 2011) portando il gettito complessivo da € 334.395,30 dell' anno 2010 a € 734.340,02 dell' anno 2011;

    che tali aumenti stratoferici venivano giustificati da spese per l' avvio della raccolta differenziata negli ultimi mesi dell' anno 2011;

    che tali aumenti sono stati iscritti nei ruoli consegnati ad Equitalia per la riscossione e sono già in scadenza, 31 marzo 2012, gli avvisi di pagamento

                                                                       Visto

    che la raccolta differenziata, non solo non è iniziata, ma non vi è traccia di progetto, ad oggi;

    che l' Agente di Riscossione Equitalia dopo marzo  emetterà e notificherà le cartelle di pagamento- titolo esecutivo-;

    che tutto questa agita i Cittadini-Contribuenti, procurando forte disagio;

                                                                  Considerato
che il Comitato "NO TARSU" in data 6.12.2011 ha prodotto, a mezzo legale, Ricorso al Tar del Lazio-Sez di Latina  avverso le delibere di cui in premessa;

che il TAR ha fissato l' udienza al 10 gennaio 2013;

che sussistono forti motivi di accoglimento del Ricorso in quanto non dilatorio, ma fondato sia nel diritto che nel merito;

che le notifiche delle Cartelle di Pagamento  arrecherrebbero forte "nocumento" a tutti i Cittadini-Contribuenti di Roccasecca in termini economici;

che potrebbero dare seguito ad altrettanti ricorsi alla Commissione Tributaria;

che l' Amministrazione di Roccasecca si troverebbe subissata di domande di rimborso della tassa annullata, con super lavoro per i dipendenti già sotto-organico,  per un eventuale danno erariare di non poco conto per il Comune;

                                

    Per quanto sopra esposto

                                                                        Chiede

    all' Ill.mo Sig. Prefetto   di sospendere la Riscossione dei Ruoli TARSU 2011 fino al pronunciamento del TAR del lazio- Sez. di Latina, ovvero fino al 10 gennaio 2013.


    p.c. il Comitato "NO TARSU"
            Il Presidente
    dott.ssa Anna Maria Rossini


27 mar 2012

INVESTITORI CINESI IN ITALIA

INVESTITORI  CINESI IN ITALIA  dopo la visita  del Premier Monti  in Oriente (Seul)  con l' incontro bilaterale con il Presidente Cinese, Hu Jintao,

che  ha promesso di impegnarsi in prima persona per incoraggiare le grandi aziende del suo Paese a guardare con fiducia all'Italia: «Suggerirò a tutte le autorità e alla business community cinesi,  di investire nel vostro Paese», dopo aver  espresso "grande apprezzamento" per le misure prese dal governo italiano e compiacimento per l'aumento costante degli scambi commerciali.
Insomma, prepariamoci a merce contraffatta, salari miniminissimi, condizioni di lavoro miserrimi, senza protezione della Camusso e chi più ne ha più ne metta.
Ecco perchè, forse,  si voleva la riforma del lavoro e l' abolizione dell' art. 18?
Apriamo alla Cina,.... la Cina è vicina, ......arrivano soldi cinesi .......ma a quale prezzo ?

CI RISIAMO ........

CI RISIAMO .......Roccasecca invasa dalla " munnezza" per  COMPATTATORE RI-ROTTO, e proprio alla vigilia della scadenza della TARSU 2011. ...della serie: "Il diavolo  fa le pentole, ma non i coperchi" .
 Il camion della " munnezza", per capirci, dopo appena un mese dalla messa a punto in un' autofficina di Ceccano, dove era stato tenuto in ostaggio per circa tre mesi e non ritirato dall' Amministrazione Giorgio Bis, a corto di "pecunia ",accusa ancora qualche problemino tecnico e si ferma.
 Ci risiamo....ri-rotto ancora .......ed è vero, ecco dove finiscono i soldi dell' aumento della TARSU 2011 e lo hanno detto anche il Sindaco ed il Vice, all' ultimo consiglio comunale, ancora non  reso pubblico all' albo pretorio on-line...che schifo!!!!!!!!!!!! ma non si vergognano proprio, di questo andazzo ?
Sì, il problemino tecnico ci sarà pure,  ma non è che  a tale problemino si aggiunge il problemino del PATTO DI STABILITA' ?
Non è che non si possono tanto sbilanciare con ri- assunzione di un autista esterno per il compattatore,  così come non si possono sbilanciare con il ri-conferimento di lavoro ad esterni per la conduzione ed il funzionamento dell' Ufficio Tecnico,vale a dire alla Ciolfi ed al Delli Colli ?
Insomma l' Amministrazione Giorgio Bis ha avuto l' ardire di tartassare i Roccaseccani con l' iniquo balzello TARSU 2011, con la scusa di dare inizio alla raccolta differenziata,  ha avuto la faccia tosta di non sospendere la Riscossione in attesa della decisione del  TAR al 10 gennaio 2013, visto che non hanno dato inizio alla differenziata millantata e.... di questo passo .....dove pensano di arrivare ?
Ma come pensano di risolvere l' emergenza rifiuti ri-scoppiata in questa caldissima primavera, se il compattatore è ri-rotto ?.
Il fatto è che oltre al compattatore, si sono Ri-Rotti tutti i cittadini-contribuenti tartassati che, oltre a NON PAGARE stanno meditando di prendere i sacchetti dei rifiuti e di portarli alla discarica di  Palazzo Boncompagni.
A mali estremi .....estremi rimedi....

26 mar 2012

" NO TARSU" INCASSA IL SOSTEGNO DI CITTA' FUTURA

" NO TARSU"  INCASSA IL SOSTEGNO DI CITTA' FUTURA il cui gruppo  non ha dato seguito all' iter legale imposto dal Consiglio di Stato solo per mero buonsenso e non per incuria od altro, 

così si legge sul quotidiano " L' Inchiesta " di sabato,  24 marzo.
E' passato al contrattacco Fabio Tanzilli, liquidando lapidarimente il Sindaco Giovanni Giorgio ed il di Lui Vice, Carmine Guerrino Torriero, come strumentalizzatori e pure maldestri.
Solo buonsenso, dice Tanzilli, visto che il loro non sarebbe stato un accorpamento al ricorso del Comitato "NO TARSU" avrebbe avuto una corsia autonomae  la data di discussione ben oltre il 10 gennaio 2013, e non, come millantato dal legale chiamato a difendere l' Amministrazione Giorgio Bis,  tale avv. Gentile, che caro costa alla Comunità Roccaseccana.
L' onestà intelletuale del Tanzilli gli fa onore e l' aver aggiunto che sarebbe stato inutile insistere e fare a gara, con i colleghi della Lista Abbate e con la società  civile, per una duplicazinone di risultato post.... al "NO TARSU".
Anzi, per onorare il mandato conferitogli dai suoi elettori e per non deluderli, metterà in atto ulteriori iniziative da affiancare a quelle già esistenti poste in essere dal Comitato "NO TARSU".
Poi incalza ancora ma l' Amministrazione, perchè, con altrettanta solerzia, non spiega ai cittadini che fine fanno i soldi della TARSU 2011 ?
Comunque il Comitato "NO TARSU" non è solo  e, avere l' appoggio di tutta l' Opposizione compatta : Abbate, Sacco, Colantonio e Tanzilli, è un bel punto a favore delle azioni proprie e degli altri per il BENE DELLA COLLETTIVITA'.

25 mar 2012

Lettera aperta all' Editore Ciarrapico

 LETTERA APERTA ALL' EDITORE DI CIOCIARIA CASSINO-DOTT. ON.LE GIUSEPPE CIARRAPICO  
                           

                                                                                                               Preg.mo dott.
                                                                                                               On.le Giuseppe Ciarrapico
                                                                                                               Ciociaria Cassino
                               
                                                                                                                Cassino-Fr-

Egr. Editore Giuseppe Ciarrapico,

Come lettrice del quotidiano Ciociaria Cassino e di tesserata del "La Destra",  mi corre l' obbligo di farLe presente che il Suo giornale, notoriamente di Centro-Destra, pare che sia diventato cassa di risonanza dell' amministrazione di Roccasecca, capitanta dal dr. Giovanni Giorgio, notoriamente di Centro-Sinistra,  nella diatriba con il Comitato "NO TARSU", di cui mi onoro di essere Presidente.
Non metto lingua, sugli articoli delle feste, delle sagre, degli eventi, dei rilevanti fatti di cronaca e di politica ecc,  giusti  e sacrosanti, ma qui si censura  i distinguo del rilievo che si dà alla notizia propinata  dall'  Amminstrazione in carica e dell' ombra del Comitato "NO TARSU " (o la notizia non si dà o quelle rare volte che si dà, la si dà senza enfasi )
Eppure siamo  sotto la lente d' ingrandimento dei  Roccaseccani per la delicata tematica delle inique Tasse sui Rifiuti Solidi Urbani dell' anno 2011, duplicati, triplicati, quadruplicati, quintuplicati che sono sub iudice Amministrativo (TAR Lazio) ed in attesa di sentenza al 10 gennaio 2013 ed un giornale amico dovrebbe, come minimo, trattare la diatriba Comune-Comitato, non dico con un occhio di riguardo ma almeno in modo paritario.
Non sopportando  oltre questa situazione aggravata dalle domande maliziose dei Fan Giorgiani, : come mai un giornale di Destra non ti dà molto spazio come il quotidiano "L' Inchiesta " ? Eppure sei del Partito di Ciarrapico "La Destra", e giù risatine sfottenti e poichè sono orgogliosamente di Destra e questa partigianeria del corrispondente locale deve cessare,  ho preso carta e penna per rappresentare tale disparità di trattamento del Comitato "NO TARSU", all' Editore del giornale Ciociaria Cassino,
Il corrispondente locale, Donato Grimaldi, quando si tratta di dare voce al Sindaco e all' Amministrazione confeziona articoli pesanti, con titoloni ad effetto fuorvianti, aventi lo scopo di mettere paura alla povera gente per indurli al pagamento di quella TASSA INIQUA E VESSATORIA.
Il Sindaco tuona e rituona dalle pagine dei giornali soprattutto Ciociaria messaggi non tanto rispondenti averità: Vinto il primo round, sospensione negata , decade il ricorso ...... Pagate perchè arriva Equitalia e ....poi minaccia molto grave che ripete ad ogni piè sospinto: Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità......
Poichè Ciociaria è il quotidiano più letto dai Roccaseccani dovrebbe essere più equilibrato nel dare voce e spazio a tutti ma soprattutto non deve fare da Cassa di Risonanza all' Amministrazione Giorgio, questo il mio modesto parere.
Distinti saluti
                                                                                                    Dott.ssa Anna Maria Rossini

23 mar 2012

TEMPI BIBLICI PER L' ON-LINE


TEMPI BIBLICI PER L' ON-LINE della delibera del Consiglio Comunale del 6 marzo u.s dove, tra gli altri punti all'odg, la SOSPENSIONE DELLA TARSU 2011 richiesta dai Consiglieri di Opposizione Antonio Abbate, Giuseppe Sacco, Antonio Colantonio ecc

Puzza e non poco di bruciato tale scandaloso ritardo di pubblicazione della delibera, non solo sull' albo Pretorio On-Line del Comune, bensì,  neppure  sull' obsoleto sito cartaceo.....si dice che non sia stato neppure "minutato".
Che vergognosa manchevolezza !!!!!!!
Forse, visto il delicato argomento trattato e come sia stato trattato in modo indecente dal Sindaco e dal Vice Sindaco, non era il caso di darne subito la pubblicità di legge....non  è, per caso,  che ci stanno ricamando per gli opportuni aggiustini  di  parte, visto che il Consiglio non è stato registrato ?
A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. 
I Cittadini si chiedono, per quale motivo i Consigli Comunali, a Roccasecca, non vengano registrati.
Tutto è lasciato alla imparzilità o parzialità, memoria, attenzione, scrupolosità  del Segretario Comunale che verbalizza il Consiglio e speriamo che il nuovo di zecca Segretario Comunale, dott. Maurizio Colacicco, sia imparziale, abbia buona memoria e sia scrivano veloce,  ed il ritardo dovuto ad impegni più pressanti e prioritari.
Ma non ci sono dei tempi tassativi di legge per pubblicare gli atti del Consiglio Comunale ?
Se non si dovessero pubblicare di chi è la responsabilità visto e considerato che gli stessi atti sono nulli per legge?
Con l' auspicio che in tempi brevi il Segretario Comunale  provveda  alla pubblicazione della delibera di Consiglio del 6 marzo u.s. ....altrimenti il Comitato "NO TARSU" si vedrà costretto a darne informativa all' Ill.mo Sig. Prefetto di Frosinone.

UNA VIGILIA "NO TARSU"

UNA VIGILIA "NO TARSU" di estrema sofferenza per i tartassati cittadini-contribuenti di Roccasecca-ma, sulla paura, prevale l' orgoglio delle persone oneste e pulite con la schiena diritta che non sottostà ai diktat  dell'Amministrazione Giorgio Bis. e NON PAGA l' iniquo balzello.

Si avvicina la fatidica  data del 31 marzo, giorno di scadenza dell' avviso di pagamento della Tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU 2011) e, a quanto risulta al Comitato " NO TARSU",  il Popolo di Roccasecca ha risposto picche e non si è lasciato intimorire dalle continue millanterie che hanno  rasentato vere e proprie intimidazioni di Regime.
La tracotanza, l' albagia  degli Amministratori che, consapevoli di stare nel torto, ne hanno dette e fatte di cotte e di crude pur di contrastare la giusta e corretta azione  del Comitato " NO TARSU" che sin dalla costituzione, contrariamente a "Lor Signori", il democratico e corretto agire, ha segnato  il percorso difensivo:
Ricorso al TAR contro la delibera n. 80;
Raccolta firme, MILLE, per la precisione;
Comizi nelle due Piazze Pricipali: Piazza Longa e Piazza Risorgimento;
Secondo Ricorso al Tar contro la delibera n. 131, confezionata  apposta pensando di stoppare il Comitato "NO TARSU" visto che i ricorsi al Tar costano e non poco;
Richiesta della Sospensione a mezzo dei Consiglieri di opposizione Abbate, Sacco e Colantonio.
Il Presidente ed i membri del Direttivo del Comitato, con molto sacrificio,  si sono accollati il maggior aggravio dei costi del Tar insieme all' avv. Giuseppe Sacco, richiedendo solo  un contributo volontario ai cittadini- contribuenti;
Ma la soddisfazione, è la fiducia della Comunità, in questo iter-difensivo, che ha segnato un punto a favore del Comitato "NO TARSU", non correndo all' Ufficio  Postale a pagare i famigerati bollettini Equitalia, spauracchio messo avanti dai superbi amministratori.
Il Popolo di Roccasecca non si è lasciato neppure intimidire dagli altisonati nomi degli  avvocati amministrativi ( ndr. Avv. Gentile)  fatti scendere in campo dall' Amministrazione che ha stoppato, ha sua detta , il già nullo e perdente, ricorso di A. Maria Tedeschi ed altri.
Ora il "Grande" Avvocato, pagato con i nostri soldi, se la deve vedere con il Ricorso al TAR dal Comitato " NO TARSU ed altri, prodotto da gente seria che ha a cuore il BENE DI ROCCASECCA.
Ed è per questo sentimento che il Comitato dei Cittadini "NO TARSU" si è costituito e si è assunto l' impegno di portare avanti la battaglia contro le TASSE Spropositate  dell' Amministrazione Giorgio Bis.
Il primo "step " VINTO- Grazie.......
Fin qui la risposta del Popolo Roccaseccano è stata positiva, adesso ci aspettano altre lotte, contro le cartelle Equitalia.
A meno di un "maea culpa" dell' Amministrazione Giorgio Bis, i cittadini-contribuenti si vedranno subissati di notifiche di Cartelle di pagamento Equitalia  contro le quali sarà d' uopo ricorrere alla Commissione Tributaria e se a ricorrere siamo in TANTI, i costi del ricorso si dimezza sicuramente.
Il Comitato " NO TARSU" mette a disposizione il proprio avvocato-tributarista per tutti coloro che intendono non pagare e  portare avanti la giusta battaglia contro la "TARSU 2011" sotto l' egida del Comitato "NO TARSU"


per ulteriori informazioni sono a disposizione i telefoni di alcuni membri del Comitato :
Anna Maria Rossini - 3408103397
Annamaria Matassa - 3897991932
Bernardo Forte        - 3383706700
Antonio Berardi      - 3394111254

22 mar 2012

ANCHE IL SINDACO DICE: NON PAGARE LA TARSU 2011

ANCHE IL SINDACO DICE: NON PAGARE LA TARSU 2011 in attesa della cartella di Equitalia,  aumentata di € 5, 16....e poi ci sarà un ulteriore  tempo tecnico per pagare....quindi anche Lui ancora insolvente, in attesa del TAR?---allora stia calmo e non faccia il pressing a Equitalia.


Il Sindaco, oltre a questa delucidazione di servizio, dovrebbe dimostrare alla Cittadinanza con l' esibizione pubblica della quietanza, che Lui e il Suo Vice, abbiano attemperato al pagamento dell' avviso di pagamento in scadenza al 31 marzo p.v.
Bene...bene....il Comitato "NO TARSU" lo aveva già comunicato in tutte le salse ai MILLE FIRMATARI ed a tutti i Cittadini-Contribuenti che alla scadenza del 31 marzo non sarebbe successo loro un bel niente.
Quindi, stracciare l' avviso bonario ed aspettare la cartella di pagamento.
Il Comitato, torna a ripetere, NON PAGARE LA TARSU 2011 perchè illegittima ed inficiata da gravi vizi di forma e di sostanza.
Mentre, a tutti quei Cittadini-Contribuenti, che avevano posto le speranze in A.M.Tedeschi e Città Futura con il Ricorso al Presidente della Repubblica, annullato per incuria dei ricorrenti o altro, il Comitato "NO TARSU", comunica che :
- l' On.le A. Maria Tedeschi, il marito ed altri amici simpatizzanti del partito di  Di Pietro, hanno firmato il ricorso al TAR di Latina in discussione il prossimo 10 gennaio 2013, promosso  del Comitato " NO TARSU", quindi sono tutelati;
- tutti i firmatari del Ricorso "NO TARSU" sono tutelati;
- chiunque non abbia firmato la petizione del Comitato "NO TARSU" può tranquillamente rivolgersi al Comitato "NO TARSU"  per chiedere assistenza e tutela dei loro diritti con  eventuali azioni legali  cumulative ( class action) o similari.
Il Comitato "NO TARSU", si torna  a ripetere,  è apartitico ed apolitico,  e ne ha dato ampia dimostrazione;  si è costituito solo ed esclusivamente per la  tutela dei diritti e interessi  legittimi lesi dall' Amministrazione Comunale di Roccasecca con le delibere 80 e 131.
E se Giorgio Bis continuerà ancora, .....ancora il Comitato "NO TARSU" continuerà con tante altre linee di difesa sempre all' insegna della Legalità e sempre per il BENE DEI CITTADINI DI ROCCASECCA.

                                                                                        per il     Comitato " NO TARSU "
                                                                                                   IL PRESIDENTE
                                                                                          Dott.ssa Anna Maria Rossini
  
p.s
per ulteriori informazioni -Il Comitato "NO TARSU"- è a disposizione con i   seguenti numeri telefonici
Anna Maria Rossini - 3408103397
Annamaria Matassa - 3897991932
Bernardo Forte        - 3383706700


21 mar 2012

"CITTA' FUTURA" DILETTANTI ALLO SBARAGLIO

"CITTA' FUTURA" DILETTANTI ALLO SBARAGLIO o manovre politiche indecenti tra la Dipitrina locale, A. Maria Tedeschi, e il sindaco  Giovanni Giorgio ? Cosa si cela dietro la decadenza del Ricorso al Presidente della Repubblica per omissioni di adempimenti richiesti dal Tar  nei termini di 60 giorni ?  
Chissà che  delusione avranno provato i cittadini-contribuenti di Roccasecca firmatari e sostenitori di "Città Futura" che si erano affidati  ed avevano riposto in loro, le speranze  della tutela degli interessi "TARSU" contro l' Amministrazione Giorgio Bis, quando, sul quotidiano "Ciociara" di oggi, 21 marzo 2012, hanno letto  il titolone ambiguo : "Tarsu. decade il ricorso" , e poi si sciorina, in piccolo, che trattasi del ricorso presentato da A. M. Tedeschi ed altri firmatari al Presidente della Repubblica e non quello,  presentato dal Comitato di Cittadini che si discuterà al Tar il 10 gennaio 2013, e meno male che ha precisato ciò.
A dare notizia, sia dell' accorpamento che della decadenza ....stranamente,..... il legale del Comune, Avv. Gentile, che pare sia stato l' artefice dell' azione legale di  accorpamento del Ricorso al Presidente della Repubblica prodotto da A. M. Tedeschi ed altri. a quello del Comitato "NO TARSU" al TAR di Latina.
Che legale sopraffino !!!!!!!!! e richiede  l' unificazione per un' unica trattazione a Latina e poi,  i ricorrenti A. M. Tedeschi  ed altri, non danno seguito agli adempimenti di legge.
Resta il fatto che i Dipitristi Roccaseccani o chi si era affidato al Ricorso Dipietrista, si ritrova con le pive nel  sacco.....gabbato da questa stranezza.
E' vero che "Città Futura" aveva rallentato il pressing all' Amministrazione Giorgio Bis  da diverso tempo.....l' opposizione soft ed inconsistente di Tanzilli con  addirittura  interrogazioni da geometra...e non rispondendo  a Giorgio gli aveva dato la notizia dell' accorpamento al TAR di Latina in pieno Consiglio Comunale, quello della sospensione ne è una prova.
Puzza di inciucio lontano cento miglia ed oltre.
Ma come mai, la Dipietrina Locale, prima firmataria del Ricorso Presidenziale contro la  TARSU 2011, così precisina, così saputina, così pasionaria della legalità, battagliera del Bene Comune,  non ha seguito attentamente l' iter legale del Ricorso?
Eppure non manca mai che sia in video che in  audio non si lodi e sbrodi sulla sua laurea e master alla Luiss Due sono le cose: o è tutto un bluff il suo sapere, la sua professionalità,  o del ricorso non gliene fregava una beata "minchia" e, alla Cetta Laqualunque, lo avrebbe,  strategicamente, posto in essere,  per pesare sulle trattative politiche-inciuciorie con Giorgio o per rompere le scatole al COMITATO CIVICO " NO TARSU".

TANZILLI INTERROGA DA GEOMETRA

TANZILLI INTERROGA DA GEOMETRA e non da consigliere comunale esperto di imposizione tributaria a tutela della cittadinanza vessata dalla TARSU 2011

 Il rappresentenate della Lista  "Città Futura",  avv. Fabio Tanzilli del partito di Di Pietro- IDV- in una interrogazione datata 19 ottobre 2011 prot. 9160, al Resp. del Servizio Competente (?) del Comune di Roccasecca chiede:

-da quale fonte vengono desunte le superfici in mq riportate negli avvisi di pagamento inerenti la TARSU recapitati ai cittadini;
-in base a quali parametri siano stati individuati le superfici in mq. variate rispetto a quelle degli anni precedenti

A domanda da Geometra e non da Consigliere, visto che i Consiglieri devono rivolgere le domande al Comune o tutt' al pù al Sindaco che ha l' obbligo di rispondere in prima persona, risponde il Responsabile del VII settore , dott. Marcello Lanni in modo chiaro ed inequivocabile,che non fa una grinza:

Le superfici in mq. riportate sugli avvisi di pagamento inerenti la TARSU (omette l' anno di riferimento -2011) vengono desunte secondo l' art. 1 c. 340 della L. 311/2004;
I Comuni, sempre secondo legge, provvedono a modificare d' ufficio le superfici denunciate dai contribuenti ai fini della TARSU, inferiori, dandone comunicazione agli interessati.

Il Tanzilli ha lamentato l' insufficiente ed inadeguata risposta.
Ma se ha fatto una domanda da geometra cosa si aspettava ?
E poi.... per quale motivo non ha risposto alla risposta insufficiente ed inadeguata?
Eppure ce n' era "ad abundantiam " di ri-interrogazioni chiarificatrici al resp. dott. Lanni che con quella risposta si è dato la zappa definitiva, sui piedi.
E' vero che l' Avv. Tanzilli ha fatto domande da Geometra, ma è altrettanto vero che il dott. Lanni lo ha recepito come tale e si è adeguato.

20 mar 2012

GIUSTO UN ANNO

GIUSTO UN ANNO  per lo smantellamento del Mercato Storico della Piazza Longa di Roccasecca, dalla partenza del Mercato Acchiappavoti della Via Piave-Scalo-sperpero di denaro pubblico ed anche Fuorilegge..Grazie Assessore Claudio Rezza...complimenti vivissimi da " la Destra " di Roccasecca 
 Il tecnico amministrativo "de noantri", dott. Lanni Marcello, resp del 7 settore Finanziario/Att. Produttive, ha indetto il 19 marzo u.s., un bando di migliorie del mercato del mercoledì, quello della Piazza Longa, per capirci meglio, bando rivolto agli operatori del commercio su aree pubbliche titolari di concessione di posteggio in via Roma-settore non alimentare-e P.zza Mercato-settore alimentare, per cambiare posteggio per riempire e/o restringere i posteggi vuoti,  abbandonati dai commercianti all' apertura del Mercato dello Scalo.
L' assessore Rezza ha fatto un bel capolavoro con l' apertura a "sbafo" del Mercato del sabato a Via Piave: ha fatto MORIRE LO STORICO MERCATO DELLA PIAZZA LONGA ED HA FATTO ABORTIRE QUELLO DI VIA PIAVE.
Ha fatto il capolavoro della sua delega assessorile al Commercio visto che sono stati messi in palio dal resp. di settore, dott. Lanni  i seguenti posteggi:
Ben  17 a Via Roma - settore abbigliamento e similari ....
Ben 8 a Piazza mercato - settore agro-alimentare.
Migliorie ...ma de che??????????
E dello scempio del Mercato di Via Piave dello Scalo, non se ne parla, come mai ?
Ah!!!  Si!!!!....lì i posteggi non si pagano e l' abusivismo regna sovrano, così dicono i Rumors.
Eppure sono rimasti in pochi i banchetti di Via Piave,  visto che la gente non circola e non acquista, ma  sono i pochi che non pagano il posteggio e fanno affarucci.
Morale:   i pochi banchetti della Piazza Longa pagano il salato posteggio perimetrato, mentre quelli  della Via Piave  si abbuffano senza pagare il posteggio.
E' normale ? Può durare questo andazzo ? e fino a quando ?
Rinnoviamo i complimenti, all' attivissimo assessore Rezza che in pre- elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale, ha " annartato", come dicono a Roccasecca, con un bello sperpero di pubblico denaro,   un bel Mercato Acchiappavoti, riuscendoci con successo, ma che ha avuto, come epilogo, La Morte di quello del Mercoledì alla Piazza Longa e L' Aborto di  quello del Sabato di Via Piave.

A CHI L' ACCOLLO TARSU 2011

A CHI L' ACCOLLO  TARSU 2011 del Centro Sociale Anziani della Piazza Longa  e dello Scalo? e il costo dei rifuti prodotti dagli extracomunitari alloggiati a San Francesco e delle numerose ONLUS dissemintate per Roccasecca?

ce lo deve spiegare il "Tecnico de noantri", il dott. Marcello Lanni, responsabile dell' Ufficio Ragioneria e più in generale dell' Ufficio Economico del Comune di Roccasecca.
Al pari dei prof. ri del Governo Monti, tassa e tartassa, chiede pesanti sacrifici alla Comunità Roccaseccana,  quella più tosta, l' aumento vertiginoso della TARSU 2011 fino alla quintuplicazione.
Il tecnico della "munnezza", con il benepalcido del Sindaco, dr. Giovanni Giorgio, del Vice, prof. Carmine Guerrino Torriero e degli altri taciturni figuranti, ha forse spalmato sui contribuenti iscritti nei ruoli TARSU 2011, pure  il costo  quei soggetti citati all' inizio, oltre quelli beneficiati dal regolamento comunale e dalle delibere  di Giunta e di Consiglio?
Un dubbio legittimo no? Auspico una risposta chiara e precisa degna di un' Amministrazione Trasparente.
Quei ruoli, di dubbia schiettezza e trasparenza, che forse ledono anche i "Diritti dei Contribuenti" nascono, si confezionano e si rendono esecutivi dandoli in riscossione all' Agente "Equitalia" che ha pure emesso avvisi di pagamento bonari in scadenza al 31 marzo c. m.
Il Comitato "NO TARSU", nella legittima azione di tutela dei cittadini-contribuenti rappresentati, ha prodotto ricorso al TAR -Sez. di Latina tramite legale e non intende arrendersi alla battaglia civile, visto che l' Amministrazione Giorgio Bis, ha rigettato l' istanza di sospensione prodotta dai Consiglieri di Opposizione Antonio Abbate & C.
Ha richiesto tutti gli atti preparatori dei ruoli...ed è in attesa di risposta.
Auspichiamo anche di venire a conoscenza di  CHI PAGA LA TARSU 2011 DELLE  FASCE ESONERATE TOTALMENTE E/O PARZIALMENTE ED ANCH E SE IL CENTRO SOCIALE "SEVERINO GAZZELLONI" E TUTTE LE ASSOCIAZIONI PAGANO.

19 mar 2012

QUEL MERCATO ACCHIAPPAVOTI

QUEL MERCATO ACCHIAPPAVOTI oltre a registrare flop inauditi di sabato in sabato, anche se non si pagano i posteggi, anche se non si paga la TARSU, registra pure un alto tasso di irregolarità....come da nota del 21 gennaio 2012  inviata al Comune di Roccasecca da un gruppo persone, che ricevo e pubblico


 
                                                                                    Spett.le Comune di Roccasecca
                                                                                             In persona del Sindaco pro-tempore
                                                                                             03038 Roccasecca (FR)
                                            


Oggetto: Mercato settimanale del sabato.

               Si fa presente a codesta amministrazione comunale in persona del sindaco pro-tempore che in ordine al mercato che si tiene con cadenza settimanale presso il Vostro Comune, da tempo si riscontrano delle irregolarità nello svolgimento dello stesso.
Da svariato tempo infatti è stata notata la presenza di commercianti ambulanti che continuano a presenziare nel suddetto mercato senza alcuna autorizzazione e senza che nessuno intervenga per ovviare alla situazione.
Gli stessi commercianti inoltre con la medesima licenza esercitano attività in diversi punti dello stesso mercato avvalendosi tra l’altro anche di operai che lavorano senza regolare contratto di assunzione (a nero).
Senza aggiungere poi che in alcuni casi viene precluso il diritto all’esercizio del commercio ad alcuni commercianti al fine di favorirne altri che versano nelle medesime condizioni.
I commercianti che con regolarità si impegnano ad adempiere agli obblighi di legge anche nei confronti della Vostra amministrazione, pagando regolarmente i tributi, si vedono discriminati oltre che offesi dal danno economico che la suddetta situazione crea alle nostre finanze.
Si chiede pertanto un intervento tempestivo e determinate per far fronte a d
etta situazione. li 21 gennaio 2012
                                                                               


CHI PAGA "LA TARSU 2011"

CHI PAGA "LA TARSU 2011" dei soggetti esonerati totalmenete o parzialmente :... poveri, indigenti, famiglie nei primi tre anni di matrimonio, handicappati (50%), persone sole (30%), famiglie perimetrate nel giro della Discarica di Cerreto esonerate totalmente?

Questa è la domanda che i Cittadini-Contribuenti girano al Comitato "NO TARSU", perchè non si fanno capaci di cotanto aumento fuori misura, anche 500% , e sono attanagliati dal legittimo dubbio che i costi di chi non paga gravino sul groppone di cui paga.
Per fugare ogni dubbio, il Comitato " NO TARSU" ha espressamente richiesto al Comune, delucidazioni dettagliate circa il confezionamento dei Ruoli Tarsu 2011 da parte della ditta esterna di cui si sconosce la ragiona sociale, alle cui dipendenze, pare, sia stata assunta, la Segretaria del prof. Carmine Guerrino Torriero,Vice Sindaco ed assessore al bilancio, costata peraltro alla Comunità Roccaseccana circa € 32.000,00.
Qual' è stata la logica che ha guidato l' Amministrazione Giorgio Bis ?
Staremo a vedere se la ditta appaltata ha operato nel rispetto della Legge oppure se ne sia impipata.
Un altro dubbio, sempre legittimo, riguarda il costo del canone di € 3.565,00 delle discariche di Tore e Pantanelle, addossato ancora sulla TARSU 2011.
Se la Regione Lazio ha finanziato (pare € 2milioni) la bonifica di dette discariche, da un bel pò di tempo, come mai a tutt' oggi non sono iniziati i lavori di bonifica?
Continuano a gravare sul groppone dei Roccaseccani, costi TARSU, anche di queste due discariche chiuse ed in attesa di bonifica moltiplicate oltre ogni ragionevole aumento.
A Bologna, per un irrisorio aumento del 4% della TARSU 2011, sindacati e cittadini hanno innalzato barricate e parlano di stangata e di troppo poca differenziata e gli amministratori non si dovevano permettere.Vai alla notizia clicca qui
A Roccasecca per diversi punti percentuali in più 100%, 200%, 300%, 400%, 500% , i sindacati non si sono sentiti e gli amici degli amministratori, pur non pagando perchè reputano iniqua la Tassa TARSU 2011, non si accodano al Comitato "NO TARSU", mugugnano dietro a Giorgio & C. ed aspettano pure loro l' esito del TAR di Latina (10 gennaio 2013).
Apprendere che neppure i "Giorgiani" doc pagano la TARSU 2011, ci fa piacere ma l' orgoglio di alzare la schiena e gridare il proprio dissenso pubblicamente per questa porcata ci farebbe ancora più piacere per il significato storico di aver smosso le coscienze di uomini liberi e non appecorati.
Comunque una informazione di servizio è doverosa: stare fermi ed aspettare non esponedosi o non facendosi tutelare non vi toglierà la TARSU 2011.
Si devono compiere delle azione a tutela dei diritti dei contribuenti e tali azioni di tutela devono essere poste in essere o da un legale-commercialista privato o dal Comitato "NO TARSU".

18 mar 2012

IL PROFESSORE LA SA LUNGA

IL PROFESSORE LA SA LUNGA ma non la sa raccontare ....ed è per questo che ha incassato pochi piccioli di TARSU 2011....... Ha teso il trappolone acchiappasoldi, ma solo pochissimi topolini sprovveduti e paurosi ci sono cascati 
 La maggior parte degli adulti-contribuenti non si sono lasciati infinocchiare dalla prolusione dell' esperto Prof, che quando parla si capisce solo Lui, ed hanno aggirato il TRAPPOLONE acchiappasoldi della TARSU 2011.
Il Comitato "NO TARSU" ha fatto ricorso al TAR, Sez. di Latina, Città futura ricorso al TAR, numerosi cittadini si stanno facendo tutelare privatamente da legali, anche con ricorsi sempre al TAR e tanti altri si stanno accodando alle ulteriori azioni del Comitato "NO TARSU, e quei pochi che hanno pagato chiedono lumi di cosa succederà ai loro soldi, se potranno riaverli indietro. "Male facisti" caro topolino .....se sarà, quando sarà.....se riavrai i tuoi soldini ...non si sa ..... L' Unica certezza è che l' Amministrazione Giorgio Bis voleva mettere e tenere sotto scacco un' intera Popolazione Libera, condizionando i movimento e la libertà d' azione. Ma il Comitato "NO TARSU", ha dato ampia dimostrazione di saper reagire ad azioni d' imperio di un' Amministrazione in affanno, contro il Bene Comune. Una piccola riflessione in merito al TRAPPOLONE TARSU 2011e riguarda la spalmata dei costi degli esonerati dalla legge e dal buonsenso sui restanti contribuenti paganti: Premesso che risultano agli atti, giusti e sacrosanti esoneri dal pagamento della TARSU 2011 a vario titolo: disagiati, poveri, handicappati, e quelle famiglie che ruotano intorno alla discarica di Cerreto per un raggio di Km di 3, ecc.ecc. Ma l' accollo delle spese della loro produzione di rifiuti a carico di chi sta ? Mistero !!!!!!!!!!! ma non tanto...... Il professore ha detto al Consiglio Comunale che i costi dei rifiuti dei beneficiati venivano coperti con parte del ristoro-benefit SAF SpA. anche se è entrato in contraddizione con quanto detto dal Sindaco, che il benefit ambientale, per legge, (ha scomodato la Corte Costituzionale) non può essere destinato a coprire il costo dei rifiuti. Vabbè.... diciamo che il prof. ha detto la cosa giusta e sorvoliamo sulla boutade del sindaco. Ma nel bilancio 2011 la posta in Entrata della TARSU è 734.340,02 contro i 334.395,30 dell'anno precedente (2010), insomma è stata più che raddoppiata. A lume di naso, nessuna azione di recupero delle fosse di evasione, ma tutto il raddoppio sul groppone dei soliti noti. Ma per equità, tolti i beneficiati come precisato dal Prof., l' importo del pagamento TARSU 2011, a parità di contribuenti, sarebbero dovuti raddoppiare tutti e invece no, perchè ci sono stati numerosi raddoppi, numerose triplicazioni, quadruplicazioni, addirittura quintuplicazioni. Con quale criterio ? Il Comitato "NO TARSU" ha espressamento richiesto la documentazione preparatoria dei ruoli, fatta pare da una ditta esterna che ha intascato circa € 30.000,00. Che lavoro preparatorio ha fatto questa ditta esterna e soprattutto quali benefici ha dato? Costi-Benefici sono equipollenti ? mmmmmmmmmm Ma, a parte la giustificazione della grossa panzana della partenza della raccolta differenziata che a tutt' oggi non è stata avviata e che da sola rende illegittima l' azione di riscossione TARSU 2011. Non avete scovato gli evasori, ma avete gravato i paganti di un surplus ingiustificato...vessazione allo stato puro..che nessun Giudice lascerà correre. Avete spalmato sui paganti i costi dei non paganti giustificati. ......e Caro Prof., le chiacchiere, anche se abili, non convincono ed è per questo che i Cittadini di Roccasecca hanno posto in essere un protesta civile di NON PAGARE GLI AVVISI DI PAGAMENTO IN SCADENZA IL 31 MARZO c.m.

16 mar 2012

IL COMITATO " NO TARSU " IN ATTESA

 
IL COMITATO " NO TARSU " IN ATTESA della documentazione richiesta con la nota sottostante prot. 2458, al Comune di Roccasecca.


Continua la Campagna " NO TARSU" per il rispetto dei diritti ed a tutela dei Cittadini-Contribuenti, tartassati dall' Amministrazione Giorgio Bis, con la pretesa fuori misura della " munnezza", concretizzatasi con  i Ruoli TARSU 2011 di cui stiamo seguendo l' iter pre e post confezione.

                                                                                        Roccasecca lì, 16 marzo 2012                                 
                                                                                         Spett.le
                                                                                        Comune di  Roccasecca-FR-
                                


Oggetto: Riscossione Ruoli TARSU 2011


    La sottoscritta, dott.ssa Anna Maria Rossini in qualità d Presidente del Comitato " NO TARSU", nell' interesse dei rappresentati cittadini-contribuente e per la verifica dell' avvenuto espletamento del  necessario procedimento amministrativo che porta alla riscossione della Tassa di cui all' oggetto, a mezzo dei ruoli,
                                         
                                                                        CHIEDE


il rilascio degli atti che precedono la formazione del ruolo TARSU 2011 ( procedimento adottato).


                                                                                               p.il Comitato "NO TARSU"                                                                                                                                       Il Presidente
                                                                                                    Anna Maria Rossini

Ben fanno i cittadini-contribuenti a NON PAGARE ed attendere la notifica della cartella di Equitalia che se arriva prima della decisione del  TAR Sez. di Latina del 10 gennaio 2013,  sarà oggetto di Ricorso-Sospensione davanti alla Commissione Tributaria in forma di Class-Action o singolarmente.

15 mar 2012

E' ORA DI FINIRLA

E' ORA DI FINIRLA con questi tentennamenti: Pagare o non Pagare l' avviso bonario "TARSU 2011".. IO PRESIDENTE DEL COMITATO "NO TARSU".... NON PAGO....anzi,  ho già stracciato la carta straccia di Equitalia e tanti altri lo stanno facendo 

 Il 31 marzo è vicino ed è arrivata l'ora di  tirare fuori la testa dal sacco ed assumersi le proprie responsabilità, con coraggio civile.
L' Amministrazione Giorgio Bis ha propinato la " polpetta avvelenata TARSU 2011" ai cittadini-contribuenti di Roccasecca....
L' Amministrazione Giorgio Bis non ha avviato la Raccolta Differenziata promessa per giustificare gli aumenti stratosferici illegittimi.
L' Amministrazione Giorgio Bis ha negato la legittima richiesta della SOSPENSIONE DELLA RISCOSSIONE fino al pronunciamento del TAR del 10 gennaio 2013.
L' Amministrazione Giorgio Bis si appresta a riproporre la stessa "polpetta avvelenata TARSU " per il 2012 con l' aggiunta dell' IMU (ex ICI) e con l' Add.le IRPEF.
Poi, i Commercianti e gli Artigiani devono fare i conti con la "paccata " della Fornero con l' aumento dei contributi pensionistici.
Tutti già stiamo pagando l' aumento IVA, l' aumento delle accise sulla benzina, insomma TASSE-TASSE-TASSE- e all' onesto lavoratore-pensionato,  cosa rimane?
Deve lavorare e stringere la cinghia per il Governo delle Tasse e a Roccasecca per l' Amministrazione Giorgio Bis assatanata di soldi per riempire le vuote  casse comunali.
Chiaro dissesto economico-finanziario e i Cittadini-Contribuenti, senza servizi e senza decoro cittadino, non devono più sottostare a simili vessazioni, meritano rispetto ed una classe di amministratori chiara ed "onesta" con progettualità altrettanto chiare ed oneste.
Perciò, tirate fuori la testa dal sacco e iniziate con lo STACCIARE L' AVVISO BONARIO IN SCADENZA IL 31 MARZO c.m..
NON PAGATE ......NON SUCCEDERA'  NULLA...TRANNE UN PICCOLO ESBORSO DI EURO 5,88 ALLA NOTIFICA DELLA CARTELLA.
NON LASCIATEVI INTIMORIRE DAI FALSI - BUGIARDI E FUORVIANTI  TROMBONI COMUNALI.

14 mar 2012

I FURBETTI DEL QUARTIERINO (CENTRO ANZIANI DI ROCCASECCA)

I FURBETTI DEL QUARTIERINO (CENTRO ANZIANI DI ROCCASECCA) che mal sopportano le critiche costruttive del Blog,  invece di pensare a riposizionare il Biliardo e il telefonino dove erano, azzardano  minacce intimidatorie su presupposti erronei,  inconsistenti e diffamatori


 Il paese è piccolo e la gente mormora e questo cicaliccio, a volte fa scoprire gli altarini dei furbetti del Centro Anziani della Piazza Longa.
E' notorio a tutta Roccasecca che il Biliardo è stato sottratto ai Vecchi, che ci giocavano, per mero sfizio della moglie di un socio-lavoratore che, su suggerimento dell' Assessore Marcuccili, così i rumors, ha raccolto firme per togliere il gioco per il ballo del qua-qua.....
Il ballo non si è potuto fare per mancanza di spazio e per la precaria staticità  del locale, per cui, male non si fa a rimettere il Biliardo e il telefonino al proprio posto....
Perchè non lo si fa? Gatta ci cova ......allora....
Sia ben chiaro che il blog è un' espressione del mio pensiero, che da voce a chi non ha voce, ed in questo caso i poveri anziani della Piazza Longa, cui è stato sottratto uno strumento ludico ( Biliardo ) ed uno strumento utile e necessario (telefonino).
Prendo a prestito le parole dell' epitaffio di  Immaunel Kant: "il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me" ed anche il detto popolare: male non fare e paura non avere.
Quindi, con questa mia umanità,  le quotidiane minacce di querele, di denunce per mettere il bavaglio al Blog, lasciano il tempo che trovano.

LA LEVA FISCALE NON SI ARRESTA

LA LEVA FISCALE NON SI ARRESTA e gli Italiani, compresi i Roccaseccani,  sempre più poveri; ed in questo scenario occorre  fare quadrato gli uni intorno agli altri con il Comitato "NO TARSU"per combatter la giusta battaglia di legalità ed equità 


e comprendere che non c'è altro modo per superare un sistema incapace di garantire dignità e uguaglianza.
I Roccaseccani, nulla possono fare contro l' aumento dell' Iva, della benzina, dei tagli al sociale, della IMU (imposta sugli immobili), se non stramaledire Napolitano, Casini, Bersani, Alfano e pure Fini anche se non conta  non accusa, per capirci, quelli che sostengono il Governo dei Professori loro supplenti che hanno salvato le Banche, ridotto lo spread e stanno portando alla miseria il Popolo Italiano.
Ma quello che i Roccaseccani  possono fare, nell' ambito Comunale è fare fronte unico con il Comitato "NO TARSU" e mettere in campo azioni a difesa dei cittadini a partire dalla "TARSU 2011" e  controllare i bilanci Comunali di prossima confezione.
Il Comitato è stato accusato di fare solo " casino" ed al Consiglio Comunale nulla ha prodotto, nulla ha fatto.
Premesso che la civica associazione "NO TARSU" è composta da soggetti che si lasciano guidare dal PENSIERO e non dall' ISTINTO e conosce bene il senso del "NOI", individui con senso critico e coscienza democratica e civile,
tutto ciò premesso, si rammenta, agli scordarelli, che la prima azione ragionata contro l' aumento sconsiderato della Tarsu 2011 è stato il Ricorso al Tar Sez. di Latina, la cui decisione si conoscerà il prossimo 10 gennaio 2013; il secondo step la richiesta di sospensione tramite i consiglieri di opposizion Abbate, Sacco, Colantonio, ecc al Consiglio Comunale, che arrogantemente ha detto "niet".
Ma il "niet" non fa certo desistere il Comitato " NO TARSU" dal continuare l' AZIONE RAGIONATA per la difesa del diritto della equa tassazione, in cambio di SERVIZI.
L' Amministrazione Giorgio Bis, non è rispettosa delle esigenze del Popolo Sovrano, non ha visto più il là del proprio naso di raffazzonare SOLDI per l ROSSE CASSE, non ha considerato e non portato alla pubblica attenzione la prossima imposta IMU e l' Irpef Comunale, dono del Governo Monti.
Una " paccata", per dirla alla Fornero, di imposte e tasse cui si va ad aggiungere l' aumento delle TASSE TARSU di Giorgio Bis,  illegittime e vssatorie,  cui bisogna mettere lo stop in tutti i modi ed in tutte le maniere.
E' veramente necessario che i Cittadini di Roccasecca prendano coscienza che questi aumenti TARSU 2011, del doppio, triplo, quadruplo, quintuplo se non si stoppano, andranno avanti per il 2012 aggiungendosi alla IMU e alla Addizionale Irpef.
Ed è per questi motivi, che NON BISOGNA PAGARE l' avviso in scadenza a Marzo, bensì  attendere la notifica della cartella di pagamento che avverrà nei prossimi mesi ed anche contro questa RESISTER-RESISTERE- RESISTERE, nell' interesse dell' economia delle famiglie del POPOLO SOVRANO di ROCCASECCA.

13 mar 2012

L' ISTAT PARLA CHIARO E FORTE

L' ISTAT PARLA CHIARO E FORTE : L' Italia in recessione tecnica, il Pil Italia, maglia nera dell'Eurozona, nel quarto trimestre del 2011, i Consumi ritornati a trent' anni addietro,.... ma a Roccasecca il messaggio non arriva...... forse non fa parte del Bel Paese

se l' Amministrazion Giorgio Bis si permette il lusso duplicare, triplicare ed addirittura quintuplicare la TARSU 2011?
Ma, spudoratamente, a fronte di questa entrata esorbitante, non da alcun servizio vuoi di qualità che di quantità, a parte, senza il presupposto fondante dell' aumento : DIFFERENZIATA.
Non c' è raccolta differenziata, ma addirittura, sono lievitati i costi dell' INDIFFERENZIATA solo per far pareggiare ENTRATE TARSU=USCITE TARSU 2011.
Questa aberrante giustificazione al Consiglio Comunale è stata data dall ' Assessore al Bilancio Prof. dott. Commercialista, Carmine Guerrino Torriero con un foglietto riportante i conticini della serva: compattatori rotti, compattatori riparati, compattatori affittati, costi dell' autista del compattatore, costo dell' operaio addetto e pure i costi della Sig. ra Rocca, che fino a prova contraria è nell' organico del personale dipendente, per cui non è proprio il caso che si paghi con le entrate Tarsu 2011.
Ma a quel Consiglio Comunale, dove si doveva discutere se concedere o non concedere la Sospensiva, il Sindaco si è prolungato in disquisizioni che nulla avevano a che fare con l' argomento e il Presidente del Consesso, Laura Scappaticci, mai che avesse richiamato il Sindaco ed il Vice ad attenersi al tema in discussione.
Atteggiamento non certo corretto e conforme alle regole istituzionali, ma questo sarà fatto presente al Sig. Prefetto a tempo debito.
Ora è tempo di bilanci e staremo a vedere come i giocolieri faranno quadrare i conti, soprattutto TARSU 2011, che a memoria di popolo, pendono numerosi ricorsi presso il TAR di Latina.
Quanti debiti fuori bilancio verranno alla luce, quanti professionisti da pagare per cause e contro cause, e quanti responsabili extra a spese della Comunità e quali benfici portano?.
Ma i dipendenti non sono all' altezza di svolgere simili mansioni ?.
Comunque il Settore conomico- finanziario, si appresta a varare un bilancio preventivo 2012 con sempre TARSU 2012 = TARSU 2011 + IMU (ex ICI) a chissà quale aliquota, se quella base del 4x1000(quattro per mille) o due punti in più come da Decreto Salva Italia del Governo Monti, + ADDIZIONALE IRPEF.
Eppure, l' Istat parla chiaro e forte, ma l' Amministrazione Giorgio Bis, sembra che a Roccasecca non ci siano poveri, che le aziende sono floride e la famigle tutte benestanti.
 Il Comitato "NO TARSU" CONSIGLIA DI ASPETTARE ...ASPETTARE..ASPETTARE A PAGARE LA TARSU 2011

12 mar 2012

NEL 2012 NON SOLO TARSU MA ANCHE IMU (EX ICI) +IRPEF COMUNALE

NEL 2012  NON SOLO TARSU  MA ANCHE  IMU (EX ICI) +IRPEF COMUNALE per i Cittadini-Contribuenti di Roccasecca, in cambio di cosa ? SERVIZI ZERO (0)
Abitazioni di Roccasecca
Il Presidente del Comitato "NO TARSU" esprime la propria preoccupazione per il futuro economico,  non certo roseo, per la Comunità Roccaseccana, alla luce della ostinazione dell' Amministrazione Giorgio Bis a mantenere quegli scellerati aumenti TARSU 2011 (IN CAMBIO DI COSA?)  e per l' arrivo a giugno, della bella sorpresa del Decreto-Salva Italia del Governo Monti, dell' IMU (ex ICI) + IRPEF COMUNALE,  introdotte dall’art. 13 del Decreto legge 6 dicembre 2011 n. 201.
Il Comune di Roccasecca, come gli altri Comuni d' Italia ha  tempo fino al 30 giugno per approvare il conto  preventivo 2012, ma la via dei rincari TARSU-IMU-IRPEF C. è tracciata e da studi di settore, l' esborso monetario per l' anno 2012 per i tributi, così aumentati, è del 150-200%.
L' Amministrazione Giorgio Bis sta studiando attentamente la stangata da propinare ai Contribuenti-Pagatori, non peritandosi di scovare le fasce di evasione, e soprattutto l' impiego di questo surplus di entrate.
Abbiamo l' esempio della TARSU 2011 i cui aumenti stratosferici, sub iudice amministrativo (TAR), erano stati fatti per dare inizio alla raccolta differenziata, ma siamo a Marzo 2012 e di raccolta differenziata neppure l' ombra, ma non solo questo non è stato messo in pratica, ma anche l' indifferenziata si fa a salterello e simpatia......le strade sono sudice.....i cassonetti pieni.......ma che fine fanno i nostri soldi ?
Quindi, il settore amministrativo- finanziario del Comune di Roccasecca, sotto la guida del prof. Commercialista, dott. Carmine Guerrino Torriero si sta applicando, al complicato gioco ad incastri del bilancio preventivo 2012 e questa volta deve pure tenere in considerazione che metà del gettito dell'Imu finirà allo Stato (esclusi solo gli incassi da prime case e fabbricati rurali strumentali).
Il Comune non è virtuoso, non dà SERVIZI, tutto sta andando in malora e  si sperperano solo i soldi NOSTRI.
Alla luce di quanto su-esposto il Comitato "NO TARSU", consiglia i Cittadini-Contribuenti di Roccasecca a tenere in debita considerazione i prossimissimi  aumenti dei Tributi ( Tasse+Imposte), le aliquote dell' Amministrazione Giorgio Bis, e non cedere alla tentazione di PAGARE LA TARSU 2011......
ASPETTARE ......ASPETTARE.....ASPETTARE.

10 mar 2012

L' IRA FUNESTA DEI CAPI SETTORI

L' IRA FUNESTA DEI CAPI SETTORI del Comune di Roccasecca, che caro costa ai cittadini 

 proprio in termini monetari, per pagamento dei legali difensori.
Non passa giorno che a Palazzo Boncompagni gli scazzi tra dipendenti abbiano come epilogo le denunce penali, la qual cosa getta nello sconcerto non solo i dipendenti, ma tutta la cittadinanza.
Insomma, un ambiente lavorativo aulico come quello Istituzionale, i capi Settori, che dovrebbero farsi carico e cercare di  istaurare  buoni rapporti socio-lavorativi e creare un ambiente armonico, gettano zizzania e fomentano la rivolta creando un' ariaccia irrespirabile con le immaginabili conseguenze sulla produttività.
E' notorio che l' aria che si respira a Palazzo Boncompagni è delle più insalubri visto i  rapporti tesisissimi tra i Capi Settori e tra questi ed i subalterni, che mal sopportano il loro autoritarismo caporalesco.
Ma il fisiologico limite di sopportazione tra i contendenti graduati e non, da un pò di tempo a questa parte, viene sforato con plateali sceriffate che sfociano in denuncia.
E' appena passata qualche settimana che il Capo Settore dell' Ufficio Urbanistica è stato raggiunto da un avviso di garanzia ex art328 c.1 cp   (omissione di atti o rifiuto d' ufficio ), su denuncia del Comando dei Vigili, che la di Lui Consorte, Capo Settore dell' Ufficio Affari Generali prende di petto la dipendente A. P,  nel ruolo di presidente di seggio  dei lavori sindacali RSU.
E proprio l' 8 marzo, le lavoratrici comunali di Roccasecca  invece di   commemorare con gioia, in armonia,  la lotta delle donne per la loro partecipazione, in condizioni di parità con gli uomini, nella società e allo sviluppo integrale come persona, hanno assistito ad una scena di violenta sopraffazione tra una graduata e una subalterna, così raccontano.
A. P era intenta a presiedere il seggio RSU e la Capa l' ha redarguita per lavori urgenti da portare a termine, impipandosene del legale momentaneo distaccamento sindacale.
I rapporti già tesi hanno trovato lo sfogatoio pubblico di cantarsela di santa ragione e alla fine A.P. ha sporto regolare denuncia-querela al Comando dei Vigili con diverse motivazione tra le quali presunto sequestro di persona, nella considerazione che la Capa chiudeva la porta dell' Ufficio.
Mi domando e dico l' Assessore al Personale, Carmine Guerrino Torriero come mai non mette lingua su questo andazzo poco consono al luogo?
Perchè permette simili comportamenti, presunti dittatoriali ?
I dipendenti, prima di tutto sono PERSONE e poi LAVORATORI e se qualcuno pretende di comandare, comandasse a casa propria, al Comune si deve gestire,e bene, il lavoro e le persone.

09 mar 2012

AGLI ANZIANI NON SI FA

AGLI ANZIANI NON SI FA, caro Comitato di Gestione del Centro Sociale di Roccasecca e caro assessore ai Servizi sociali, Alessandro Marcuccilli.

Largo San Tommaso - Centro Anziani - Roccasecca Centro
Privarli del Biliardo, sottrarre il telefonino funzionante, non completare il set, per la visione di filmati,  con il  proiettore e lo schermo, sono veramente vergognosità indegne di una comunità civile come quella di Roccasecca, Patria di San Tommaso, Sommo Dottore, come direbbe una professoressa.
Ho raccolto queste lamentele da alcuni frequentatori del Centro, persone deboli ed indifese e le porto alla  pubblica attenzione ed  alla vostra attenzione, soprattutto, al caro Comitato di Gestione, affinchè vi riuniate con sollecitudine per  provvedere  a rimettere, prima di tutto, il Biliardo dov' era, così come il telefonino necessario per le chiamate urgenti dei familiari, che non sia mai dovesse succedere qualche imprevisto di salute.
Poichè ho appreso da Rumors locali, le modalità decisionali di sottrazione del Biliardo per destinazione Centro Recupero Tossico Dipendenti, allo stesso modo si faccia il contrario.-Raccolta di democratiche (?) firme-
Si era giustificata la "carognata" perchè la sala doveva essere a disposizione anche delle  Anziane Donne per un loro diritto di poter ballare e divertirsi, all' abbisogna, peraltro fatta all' inizio un pò di volte e poi stop, anche perchè l' utilizzo della sala è cosa impossibile assolutamente vuoi per lo spazio risicato che per  altri noti motivi.
Allora, con la presente chiedo formalmente che il Biliardo e il telefonino siano rimessi al loro posto con buona pace di tutti.
All'assessore ai Servizi Sociali, Alessandro Marcuccilli di vigilare con più assiduità, imparzialità e democraticità il  delicato comparto del Sociale.
Visto che questo blog è visitato, mi esimo dal protocollare la presente......se questo appello dovesse rimanere disatteso, protocollerò il tutto e poi si vedrà.

Quando il gioco si fa duro....i duri scendono in campo

Quando il gioco si fa duro....i duri scendono in campo ed al quesito dei Cittadini-contribuenti Pagare SI o  NO alla scadenza  dell' ultima rata dell' avviso di pagamento bonario Equitalia, 30 marzo p.v. il COMITATO "NO TARSU", tutelate le 1000 firme, risponde:
A PAGARE ED A MORIRE C' E' SEMPRE TEMPO.....Aspettare la notifica della cartella con un surplus di euro 5, 88.


Il Comune di Roccasecca è in pieno dissesto finanziario, la prova provata è che non onora i debiti e poi alle strette fa pure azioni transattive, per evitare il Commissario ad acta, è il caso della TIMA srl, per capirci, quella società i cui lavori della pubblica illuminazionenon non sono stati pagati e neppure il pignoramento pagato.
Il Comune di Roccasecca ha urgente bisogno di cash, per questo non ha concesso la sospensiva alla riscossione dei ruoli TARSU 2011, in costanza di numerosi  ricorsi al TAR.
Infatti, non solo quello del Comitato "NO TARSU", bensì, anche quello di Città Futura  che dal Presidente della Repubblica, da questi, è stato dirottato al TAR, come da legge, e questo già lo avevo detto, immodestamente previsto.......ma anche qualche legale di Roccasecca ha tutelato i suoi non pochi  clienti, con il ricorso al Tar, di conseguenza c' è una pletora di Cittadini-Contribuenti che, reputando illegittima e vessatoria la tassazione dei RR.SS.UU 2011 si è appellato al Tribunale Amministrativo per avere giustizia.
Orbene, i MILLE sottoscrittori di "NO TARSU", i sottoscrittori di Città Futura e i sottoscrittori dei Legali Privati sono tutelati dalla Legge ed in caso di vittoria del TAR, stanno tranquilli sulla pretesa "munnezza" annullata.
Invece, quei cittadini, che hanno già pagato, o che pagheranno senza la tutela del Comitato "NO TARSU" o degli altri soggetti di cui sopra, si ritroveranno con le pive nel sacco: "cornuti e mazziati" con un Comune in fallimento.
Si sa che quando un soggetto  fallisce .....i creditori non tutelati da credito "privilegiato  ma da credito "chirografario" vengono soddisfatti con i residui o non soddisfatti per mancanza di attivo.
Pertanto, avendo l' Amministrazione Giorgio Bis, disatteso le legittime aspettative dei Cittadini-Contribuenti, con una figura beghina di Istituzione allo sfascio, assatanata di soldi per tappare i buchi urgenti e pericolosi, come la TIMA srl, il cui caso, peraltro, verrà portato all' attenzione della Corte dei Conti dall' ex Consigliere Bernardo Forte, il COMITATO "NO TARSU", i Consiglieri di opposizione, Abbate, Sacco, Colantonio e si spera pure Tanzilli, scenderanno nelle Piazze per scandire e pubblicizzare  l' agenda delle ulteriori azioni a tutela  di TUTTI i Cittadini-Contribuenti in balia di un' amministrazione  inefficiente ed inefficace.

08 mar 2012

DONNE ....LOTTA...SACRIFICIO.....FESTA



L’8 marzo commemora la lotta delle donne per la loro partecipazione, in condizioni di parità con gli uomini, nella società e allo sviluppo integrale come persona. 
Le origini della festa dell'8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme.
Ma da allora tanto tempo è passato e tanti progressi di pari opportunità sono stati raggiunti eppure,  ancora il percorso per il pieno riconoscimento dei propri diritti è tutt' ora in salita specialmente nei posti di potere politici.

07 mar 2012

NON C' E' RISPETTO ISTITUZIONALE

NON C' E' RISPETTO ISTITUZIONALE quando si usano due pesi e due misure anche di fronte alla morte 

 Prima di tutto esprimo le mie personali condoglianze all' amico Osvaldo Iorio, al fratello Alduccio  ed a tutta la famiglia Iorio per la perdita della cara mamma "Rinuccia" e nel contempo il dispiacere per non aver visto Manifesti di Cordoglio dell' Amministrazione in carica. 
E' trascorso un lasso di tempo, non lunghissimo, anzi abbastanza breve, dal pubblico Cordoglio dell' Amministrazione Giorgio Bis, alla comune cittadina Anna Fraioli, per la dipartita della anziana nonna, quindi parente di IV grado, solo perchè la Anna Fraioli era  stata candidata, non eletta, della Lista progettiamo il futuro con Giorgio Sindaco.
Ora, che ad essere colpito dal lutto familiare della "MAMMA", parente di I° grado, è Osvaldo Iorio della Lista Città Futura ed ex Rettore Dell' UPTE,  nessun Manifesto istituzionale di Condoglianze. 
E' incomprensibile ed inaccettabile questo doppio pesismo  dell' Amministrazione Comunale di Roccasecca, che nel primo caso utilizza platealmente,  pubblico denaro, seppur esiguo,  per esternare il dolore  alla cittadina comune, Anna Fraioli,   per la dipartita della nonna di anni 90, e nel secondo caso, neppure un "cent"  per la mamma di   Osvaldo pur avendo questi ricoperto un ruolo importante nella Comunità roccaseccana.
Si pensava che Giorgio avesse  creato un precedente, con  atto, seppur nobile, ma penalizzante per la collettività , per i lutti familiari fino al 4° grado, dei candidati  delle liste pertecipanti alla kermess elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale, ma alla luce dei fatti, non solo nulla di ciò ma ha appalesato la natura di " Qui comando Io  e faccio come caxxo mi pare".
Questo è REGIME.- e per questo REGIME paga sempre il "POPOLO BUE".

AUDIO SPENTO E FLASH ATTIVO

AUDIO SPENTO E FLASH ATTIVO del fotografo istituzionale, Tommasino Marsella, che,  dopo aver fotografato, le Acque, le Gole,  gli Uccelli,  passa agli UMANI del "NO TARSU".....

accorsi numerosissimi al Consiglio Comunale Straordinario di Roccasecca per guardare in faccia chi dei Consiglieri vuole il bene comune e chi la poltrona propria e gli affari propri.
Sala Consiliare stracolma, contrariamente alle altre sedute dell'Assise roccaseccana, nonostate l'ora di pranzo, artatamente e strategicamente pensata dalla presidente Laura Scappaticci che ha condotto un' assise partigiana, senza microfonia attiva e a luci quasi sempre spente, ma  salva Giorgio, gestione  che nulla aveva a che vedere con quanto richiesto dai Consiglieri di opposizione: Tanzilli (Lista Città Futura), Abbate, Sacco, Colantonio (Lista Abbate), ovvero, LA SOSPENSIONE DELLA RISCOSSIONE DELLA TARSU 2011 e LE MOTIVAZIONI DEL NO CHE NON CI SONO STATE.
Il Sindaco e il Vice si sono prolungati in cazzeggi non attinenti all' argomento e proprio mentre si discuteva il punto cruciale "ecchete" il fotografo, Marsella : flash di qua e flash di la, soprattutto agli attenti e democratici uditori dalle coscienze evolute di Roccasecca.
Tante foto agli onesti cittadini accorsi per sentire dalla viva voce dei Consiglieri il SI' o il NO alla Sospensione della iniqua e vessatoria tassa.
Hanno avuto come risposta il NO e la immortalazione in foto, forse per schedatura degna di un KGB del Soviet.
Non abbiamo paura di nulla, siamo onesti lavoratori e democratici e le foto, chi le ha commissionate e per che cosa, per quale uso ? e soprattutto chi le paga?
Il Comitato "NO TARSU" resta in attesa di risposte dal Sindaco, anche a mezzo stampa, visto che non degna neppure di obbligatoria risposta scritta a domanda scritta, non ottemperando così non solo alle più elementari norme di buona educazione ma ai dettami di legge-regolamento istituzionale.

06 mar 2012

COME VOLEVASI DIMOSTRARE.....

COME VOLEVASI DIMOSTRARE..... L'AMMINISTRAZIONE GIORGIO BIS NON SOSPENDE "LA TARSU 2011"

con  motivazioni che esulano dalla richiesta dei Consiglieri di Opposizione della Lista Abbate e della Lista Città Futura .
Extra tema date dal sindaco, dr. Giovanni Giorgio, le   farneticanti  rimescolazioni dei conti del Vice Sindaco, nonchè assessore al bilancio, Prof. Carmine Guerrino Torriero e l' assolo della dichiarzione di voto dell' assessore Marsella Giuseppe, mentre  gli assessori Alessandro Marcuccilli e Claudio Rezza si son limitati all' alzata di mano così come  le belle mute statuine dei consiglieri  Meta Franco, Parisi Luca, Nota Crescenzo.
Anzi, nota di rilievo l' errore dell' alzata di mano di Meta e Marsella in favore della sospensione ....hhahaah, che si è dovuta ripetere.
Comunque, il Sindaco si è prolungato sulle motivazioni che hanno portato il Comune  a dire NO alla raccolta differenziata con l' Unione Cinque Città, troppo cara e in fase di smantellamento, tant' è che anche Piedimonte ci sta ripensando vedendosi lievitare i costi, così come Aquino non parte con l' Unione.
Ma la buon novella è che ci stiamo acculturando sullo smaltimento dell "munnezza" con la Raccolta Duale che si farà  Roccasecca, ossia porta a porta fuori dai centri, nelle campagne, e con punti fissi di raccolta nei centri abitati.
Infatti, ha esplicitato il Sindaco, tale raccolta partirà a luglio con un costo di 400-500mila euro circa, mentre per il Vice Torriero, il costo non meno degli attuali 700mila euro e forse a luglio, così mi è parso di capire, se sono in errore interpretativo, mi si faccia presente.
Insomma, hanno le idee molto chiare e che collimano, il Sindaco e il Vice.
Ma tutto questo che c' azzecca con la duplicazione, triplicazione, quadruplicazione, quintuplicazione della TARSU 2011 ? Giustifica il NO alla SOSPENSIONE?
Giustifica il NO alla SOSPENSIONE di una sequela di costi che il Contabile Prof. Torriero porterà nel Bilancio Consuntivo in sostituzione  delle spese della Raccolta Differenziata che non si è attivata ?
Povera Roccasecca!!!!!!! in che mani stiamo!!!!!...senza idee, si viaggia a vista  e senza progettualità e qualche progetto che si fa è pure fatto male.
Comunque, il Comitato " NO TARSU" non desisterà, per questo NO della Maggioranza, Giorgio Bis, dal continuare la giusta battaglia di Equità, Legalità, Civiltà, intrapresa con il ricorso al TAR del Lazio-Sez. di Latina.
Prossimamente saremo   su tutte le piazze cittadine con i  Consiglieri di Opposizione che ci sostengono incondizionatamente, Abbate, Sacco, Colantonio a cui spero voglia aggiungersi il consigliere Tanzilli perchè i Cittadini chiedono a gran voce :" COSA DOBBIAMO FARE "?
Il buonsenso, la legge e la preparazione professionale  guiderà la nostra mente e le nostre risposte.
Il No alla Sospensione non è il NO all' Opposizione ...non è il NO al COMITATO ......ma è il NO ai Cittadini di Roccasecca da un' Amministrazione insensibile, incolta ed assatanata di SOLDI.