29 ott 2010

LE PIAZZE IN FESTA

il 12 e 13 Novembre a Roccasecca  alla Don Camillo e Peppone

La Piazza Longa, Largo Severino Gazzelloni, del Centro, e Piazza Risorgimento o Piazza della Stazione, dello Scalo, questi gli scenari per festeggiare, in allegra compagnia, la fine dell' estate con i sapori d' Autunno, prima di cadere nel letargo del lungo inverno roccaseccano.
Suonatori di strada con fisarmoniche, tamburello e percorsi enogastronomici con trippa, fagioli, polenta, castagne, broccoli, spiedini e vino, allo Scalo, mentre sempre musica , grigliata di carne, vino novello e castagne al Centro.
Insomma Roccasecca invita ed accoglie nelle due splendide piazze i buongustai-goderecci che da ogni parte vorranno onorarci con la loro presenza.
Ma la stranezza è che le feste, sembra,  siano state messe, artatamente, una a ridosso dell' altra per una mal celata azione di disturbo e, ad un attento analista politico, che siano frutto di ripicche politiche tra le due fazioni Sinistra-Destra.
Tutto ha avuto inizio questa estate quando la chiusura del  Festival del docup "Resistentemente" venne disturbata da un altro evento più popolare ed accattivante: Miss Roccasecca, sempre nella stessa Piazza Longa.
Che lo sgarro alla lesa maestà della cultura di sinistra non sia stato dimenticato è cosa evidente visto che gli amici di Sinistra,  saputo della Festa dei Sapori d' autunno dello Scalo, in quattro e quattr' otto attrezzano "Una festa d' Autunno" al Centro da tenersi il giorno antecedente.
Sembrerebbe una rivalità tra il Centro e lo Scalo, ma non è così, è solo gettare fumo negli occhi ai miseri uomini che vogliono credere a queste stupidate messe in piedi da coloro che intendono trarne un vantaggio in termini di consensi elettorali.
Siamo alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca e i piccoli gruppi ci tengono a mettersi in luce, ed è anche umano, e le stanno studiando tutte, visti i colossi Abbate-Giorgio che imperano ancora su Roccasecca.
Il gruppo giovani dell' area di Sinistra di Roccasecca-Centro ed il gruppo nascente dei dell' area giovani Centro-Destra di Roccasecca-Scalo si danno battaglia a suon di feste e festine pensando di attrarre più gente possibile alla loro causa.
Hanno capito tutto o non hanno capito niente?
La ricetta è sempre quella : "Magna e fai Magnà" ? cum Panem et Circenses?

28 ott 2010

IL MONDO DEL WEB ITALIANO

esasperato dall' inerzia parlamentare, lancia un appello ai Presidenti di Camera e Senato,  per un loro autorevole intervento alla modifica del "Porcellum" che toglie il diritto democratico della scelta rappresentativa ..

Il mondo del web è basito da quello che succede nel mondo Politico-Partitico   Italiano che conta, non la gentucola....perchè tutti i leader, piccoli o grandi sono esclusivamente presi a difendere le rendite di posizione "impipandosi" senza vergogna e nel modo più osceno,  del " vulgo" che li ha eletti e messi sul trono pensando ed immaginando di avere a che fare con Politici Illuminati, gente onesta e preparata.
Ma ohinoi!, Italiani,  non solo ci ritroviamo personaggi di non chiara matrice democratica ma parvenu della politica che  le cui azioni, invece di essere dirette al bene sociale, sono dirette al bene personale con annessi e connessi.
Cosa non si sono inventati i "Nuovi politici" che della Costituzione hanno fatto scempio: il Bipolarismo-Bipartitismo del PDL e il PD e con esso la legge "Porcellum" con  parlamentari nominati dal Capo e per garantire, così cianciavano,  stabilità al Governo,   il premio di maggioranza.
Ma tutto è stato fuorchè quello che  ci imbonivano, tantè che abbiamo avuto due bei Governi:  il Governo Prodi Centro-Sinistra che il Governo Berlusconi di Centro destra che dovevano durare una legislatura, come minimo, con alternanza con i famosi e fumosi premi di maggioranza e il primo ha tirato le cuoia dopo poco tempo e il secondo a due anni dall' elezione sta per.....
Il Governo Berlusconi cade.....il Governo Berlusconi non cade... è questo il leitmotiv di tutti i giorni dei media a secondo delle nuove novelle su Berlusconi, come ad esempio l' ultima sui suoi festini con la minorenne marocchina, i Rifiuti di Napoli che spariscono in un batter d' occhio e poi si ripresentano peggio di prima.
Ma il Popolo del Web è stanco e vuole un' Italia "Governataaaaa" con tutti i santi crismi, non da politici che si azzuffano ed accapigliano nei vari talk-show sulle loro nullità, ma da politici che risolvono i  problemi: la salute, la scuola, la crisi economica, il lavoro, l' economia.
Ci hanno tolto il diritto di scegliere i nostri rappresentanti parlamanentari ebbene, ci dobbiamo riappropriare di questo sacrosanto diritto democratico e il Popolo del Web troverà il modo e la maniera per riappropriarsene.
E non pensate, cari Politici di " menar il can per l' aia", propinandoci il contentito che le proposte sono al vaglio della Commissione Affari Costituzionali se poi queste proposte sono più numerose delle Commissioni il che vuol dire che parlamentari dello stesso partito non sono d' accordo.
Allora fate pace "col cervello" come dicono a Roma,  e subito accordatevi su tre cose semplici e pratiche:
1- sbarramento 4-5%;
2- via premio di consolazione della maggioranza
3- ripristino della democrazia con il RIPRISTINO DELLA PREFERENZA.

Il Popolo del web vuole scegliere, e ne ha tutto il diritto, da chi vuole essere rappresentato.
Per un' azione forte ed incisiva invito tutti ad iscriversi al Gruppo di fb
DIRITTO AL RIPRISTINO DELLA PREFERENZA ELETTORALE di Anna Maria Rossini 

Vai al Gruppo 

26 ott 2010

Per “What Country” di iPhone, iPad e iPod



L' Italia è  il paese della  "pizza, mafia, pasta e Vespa" mentre la  Francia è definita per i suoi " luoghi romantici, i baschi e il vino"

Gongolano i francesi nell' ascoltare iPhone, iPad e iPod e l’applicazione “What Country” (www.apalon.com/what_country.html), lanciata il 22 settembre dall’azienda Apalon, che offre agli utenti dei prodotti del gruppo americano Apple [la possibilità] di “viaggiare per il mondo senza lasciare casa o il posto di lavoro”.
Si esaltano pure a scrivere e pubblicizzare l' applicazione  " Wat Country" che denigra il mio paese la bellissima Italia, terra di "poeti, santi, navigatori", ricca di storia, di scorci paesaggistici-naturalistici  che non esistono nè in Francia, nè in Ameriaca e in nessuna parte del Mondo, per non parlare delle città d' arte Come Roma, Firenze, Venezia, Napoli che tutti ci invidiano e desiderano visitare almeno una volta nella loro breve vita.
Mi ha indignato, e non poco, leggere sulla rassegna stampa estera, che il Movimento Popolari Glocalizzati mi inviano quotidianamente, della bella pensata dell' Azienda Apalon che vuole relegare in casa gli utenti del Gruppo Apple all' ascolto di sciocchezze, puntate sulle ovvietà e sulle  offese gratuite come: in Italia, “la mafia è molto diffusa. Rappresenta una forza economica imponente che costituisce più del 10% del PIL.
La Mafia è in TUTTO IL MONDO!!!!!! se gli scienziatoni dell' Apalon non lo sapessero e l' italia è una piccola parte del Mondo.
Quindi ha fatto bene il Ministro del Turismo,  Brambilla, ha richiedere l' intervento dell' Avvocatura di Stato presso le autorità competenti contro i responsabili di questa grave offesa all’immagine” del paese.
Io invito Tutto il Mondo a visitare l' Italia i suoi meravigliosi luoghi( Capri, Sorrento, Ischia) che tanti poeti e scrittori hanno visitato e decantato e a lasciare stare le sciocche insulsaggini di “What Country” di iPhone, iPad e iPod che sicuramente verranno tolte dalla circolazione nel più breve tempo possibile.

24 ott 2010

FB BLOCCA LA DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA

con in Gruppi che chiedono a gran voce il ripristino della preferenza che la legge " PORCELLUM" ci ha scippato di soppiatto

E' successo anche al mio Gruppo, quello che si è verficato alle pagine create da Libertà e Giustizia e Valigia Blu aventi lo scopo di dare visibilità alla raccolta delle firme per modificare la riforma elettorare e/o come il mio gruppo, raccogliere il pensiero degli amici circa una Petizione da presentare ai presidenti di Senato, On.le Schifani, e Camera, On.le  Fini.
Dopo un brillante inizio di adesioni, di commenti positivi in bacheca il Mio Gruppo " COMITATO D' AZIONE PER IL RIPRISTINO DELLA PREFERENZA ELETTORALE, modificato successivamente in  DIRITTO AL RIPRISTINO DELLA PREFERENZA ELETTORALE di Anna Maria Rossini, pensando di fare cosa gradita a Fb sottoscrivendo con il mio nome e cognome il Gruppo che così, pensavo, avrebbe sbloccato la pagina rendendola visibile e commentabile dagli amici.
Infatti così è stato, ma solo parzialmente, in quanto alcuni iscritti vedono la pagina che possono commentare ma non scrivere sulla bacheca, ma altri vedono solo UNA PAGINA BANCA.
Insomma, d' amble', senza preavviso alcuno, senza una motivazione anche il mio Gruppo, prima oscurato, ora con il titolo modificato, sta avendo dei problemi parziali che spero si risolvano nel più breve tempo possibile altrimenti mi vedrei costretta a desistere dall' azione incisiva di far sentire la mia voce e quella dei tanti amici che la pensano come me.
Qualche dubbio sulla democraticità del social network, FB, si sta diffondendo tra gli amici che stanno pensando ad un attacco troll, cioè all'azione di disturbo di più utenti che, sfruttando il comando "segnala", avrebbero indotto Facebook a bloccare in via cautelativa la pagina "sospetta". Tra i commenti degli utenti partono intanto le accuse di censura.
Non voglio arrivare a tanta malvagità e soprattutto se la richesta di bloccare la pagina fosse arrivata a Facebook da un personaggio importate o da una istituzione la cosa sarebbe di una gravità tale da rasentare un vero e proprio  "attentato alla democrazia".
Se Facebook  avesse ravvisato scorrettezze e violazioni tali per procedere al blocco parziale-totale  del Gruppo, è pregato, cortesemente,  di darne notifica all' Amministratrice, Anna Maria Rossini.
Comunque, un avvertimento preventivo sarebbe stato doveroso.
Comunque amici siamo fermamente convinti di dire BASTA ALLA LEGGE "PORCELLUM" di Calderoli?  Io ce la sto mettendo tutta ....Aiutatemi- Help
      

21 ott 2010

STRASBURGO DETTA NUOVE NORME


e dice " STOP" ai ritardi  dei pagamenti delle  transazioni tra Pubblico e Privato fissandoli tra i 30 e i 60 giorni, pena interessi moratori ( min. 8%). Insomma  una bella tegola in testa al Comune di Roccasecca

i cui ritardi dei pagamenti di fatture alle ditte fornitrici di lavori e/o servizi, erano ormai diventata prassi consolidata, stante le casse comunali a secco di liquidità.
Siamo alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale e questa amministrazione scellerata lascerà una eredità molto pesante, oltre che, di debiti, di disordine dei conti amministrativi, di "sgarrupamento" delle scuole e delle strade, piccole e medie imprese che chiudono senza alcun incentivo ora con questa direttiva anche "sanare" tutte le fatture delle partite IVA creditrici.
Lo scenario futuro che si prospetta per chiunque andrà ad amministrare Roccasecca è quello di risanare la Rossa-Cassa e se non si voteranno saggi, preparati, illuminati ed onesti amministratori, la svolta della rinascita, statene certi che non ci sarà.
All' orizzonte non vedo che "aria fritta" che puzza di vecchio e stantio e questo mi duole e fa piangere il mio cuore.
Fino ad oggi a Roccasecca, molto più di un fornitore e/o professionista è dovuto ricorrere al Tribunale con ingiuzioni per vedere soddisfatti i propri crediti.
Ma quanti ne sono ancora che devono avere soldi dal Comune,  quel Comune che stenta, non riuscendoci, a soddisfare, non dico tutti ma solo  alcuni,?
Se non hanno capito l' importanza di attingere ai fondi europei prima ed ora che addirittura tra i banchi dell'Europarlamento siede l' amico Francesco De Angelis quando lo capiranno è ormai troppo tardi.
Per rilanciare l' economia e lo sviluppo di Roccasecca  sarebbe buona norma attingere di più ai Fondi Comunitari  e se non si sa fare informarsi bene come si fa, chiedere alla Regione Lazio e a tale proposito leggo una nota del presidente del Consiglio regionale Mario Abbruzzese:
“Proprio ieri – ha detto Abbruzzese – su proposta del presidente Gilberto Casciani, la commissione Affari comunitari e internazionali del Consiglio regionale, ha approvato l’istituzione di un ciclo di 12 seminari rivolti agli amministratori degli enti locali in tema di fondi strutturali e modalità di accesso ai finanziamenti comunitari, che andranno a integrarsi con il più ampio programma formativo destinato ai Comuni del Lazio già organizzato dalla presidenza della Regione.
Gli strumenti per una sana e corretta amministrazione ci sono tutti e se gli attuali amministratori  di Roccasecca non sono stati capaci di utilizzarli,  allora  ....alla prossima kermess elettorale se ne stiano a casa perchè  se dovessero avere l' impudicizia di ripresentarsi i Cittadini li  boccerebbero sicuramente.
Il prossimo anno auspico, per Roccasecca, un' apertura di una nuova cultura della " COSA PUBBLICA",  così come la relatrice per la commissione mercato interno l’On. Barbara Weiler  nel commentare la direttiva CEE ha detto:
"La presente direttiva spianerà la strada a una cultura nuova sui pagamenti: abbiamo voluto garantire che i diritti delle aziende più piccole siano rispettati al fine di migliorare la liquidità e creare un clima migliore per gli investimenti in nuovi posti di lavoro".   

20 ott 2010

COMITATO D' AZIONE PER IL RIPRISTINO DELLA PREFERENZA ELETTORALE


senza PREFERENZA = senza IDENTITA'
PETIZIONE DAL MONDO WEB

da consegnare agli On.li  Presidenti del Senato e della Camera, rispettivamente,  Renato Schifani e Gianfranco  Fini

oggetto: Modifica Legge elettorale in discussione alla Commissione Affari Costituzionali  del Senato.

Carissimi On.li Presidenti,

Avendo avuto notizia che la contestata ed avversata legge elettorale italiana nº 270 del 21 dicembre 2005,  che sostituì le leggi 276 e 277 del 1993 (c.d. Mattarellum), sia in procinto di essere modificata, su proposte di parlamentari di ambedue gli schieramenti (maggioranzaa e opposizione);

ma nel contempo, circolano voci poco rassicuranti, circa la reale volontà, soprattutto della maggioranza di Governo  ( PDL-Lega), di un processo modificativo del "Porcellum" del Ministro Calderoli in tempi rapidi, avendo tutto l' interesse a mantenere il privilegio del premio di maggioranza ;

Considerato

che la suddetta legge ha espropriato i Cittadini Italiani del diritto di scegliere la propria rappresentanza istituzionale alla Camera e al Senato,  avendo i partiti liste bloccate con inserimento dei candidati prediletti dai Capi e questa non è democrazia;

che ci siamo ritrovati deputati e senatori di radici non proprio pure e non proprio qualificati per tale compito;       

poichè a Noi cittadini normali piace la Democrazia ( Governo del Popolo);

e non ci piace, invece, un Parlamento di Nominati;

CHIEDIAMO A GRAN VOCE
Il RIPRISTINO DELLA PREFERENZA

Sicuri della Vs.  autorevolezza e dell' ascolto attivo delle istanze del Popolo Italiano, confidiamo in una accelerata discussione alla Commissione Affari Costituzionali, una subitanea presentazione alle Camere, dove i Deputati e i Senatori, seppur nominati, con saggezza scevra di preconcetti, analizzeranno, senza arroccamenti su ideologie politiche, e  approveranno ciò che è stato scippato dal  "Porcellum" i l DIRITTO DI METTERE LA CROCE, A DISCREZIONE DELL' ELETTORE, PER SCEGLIERE IL PROPRIO RAPRESENTANTE.

Dal Mondo del Web... per ora

COMITATO D' AZIONE PER IL RIPRISTINO DELLA PREFERENZA ELETTORALE
Clicca qui per andare sul Comitato di facebook

19 ott 2010

LA PIAZZA ROSSA ROMANA


di sabato scorso,  merita rispetto ed onore tranne la pecca della presenza dei politici, acchiappavoti, come  l' IDV

che, in tutti i modi ed in tutte le maniere sta annullando il già debole PD, con sistemi retrò  tanto cari  al P.C  degli anni 60-70 di cui, le cui strategie occulte  :  “in tempo di pace tende ad acquisire il controllo delle masse attraverso una costante alimentazione dell’odio di classe, e attivizzando le organizzazioni di base politiche e sindacali per raggiungere una piattaforma comune per l’azione insurrezionale”; e che “esiste un apparato clandestino dei quadri predesignati a sostituire gli organi centrali in caso di emergenza con compiti politico ...... (Polis, blog).
Non ci vuole un' arca di scienza per individuare il gioco sottile di Di Pietro che, da magistrato di mani pulite, si appresterebbe a magistrali azioni politiche.Cavalca il malcontento ed il disagio come un "cane da tartufo", si intrufola dove è sicuro di trovare" consenso" alla sua azione politica,  sempre presente e sempre pronto in televisione a commentare la sua presenza di stravolgere il sistema politico italiano in mano a malfattori, inciuciatori, faccendieri.
Ma i sui sistemi subdoli, nessuno li nota nel PD, nel popolo Viola, nei Girotondini, nel sindacati estremi come la Fiom?
Solo Grillo ed i Grillini, sembra che abbiano aperto gli occhi e lo abbiano gentilmente, forse con un vaffa..., allontanato.
No..ormai le strategie del Tonino Nazionale, seguite pedissequamente dai suoi accoliti, come la Dipietrina Locale, sono state scoperte  tant' è che Grillo, i Viola, la Fiom lo hanno relegato a posto di gregario nelle retrovie, cosa che  dovrebbero fare il Comitati Locali Pro ambiente- pro Ospedale di Pontecorvo, con la Dipietrina locale, la cui presenza è esclusivamente volta all' arrembaggio della fascia elettorale che protesta per il disagio.
Casini, di tutt' altra pasta e di tutt' altro spessore politico, rifugge dalla presenza spettacolare dell' acchiappa-consenso perchè non è il modo democratico e civile di condivisione, ma da  politico navigato  e  parlamentare la sua azione incisiva di adoperarsi per il paese lo fa nelle sedi consone;  ed in quanto alla manifestazione Fiom le sue parole:  «Io rispetto profondamente le persone oneste, mi inchino davanti ai lavoratori che hanno sfilato pacificamente, che hanno manifestato in nome dei diritti dei lavoratori».
Tutte le manifestazioni dovrebbero svolgersi con sindacato unito tutti a sostegno della fascia che manifesta......Basta!!! è stomachevole vedere i politici che guadagno una barca di soldi ( nostri), persone che predono 12.000 - 20.000 euro al mese, macchine blu ed altri benefici o diritti feudali, sostenere ipocritamente e sfilare insieme ad un operaio che piglia, se va bene, 1.500 euro al mese.

18 ott 2010

AL VAGLIO DEL SENATO

la riforma elettorale, il cosiddetto "Porcellum", di Calderoli

Infatti, dopo innumerevoli sollecitazioni da parte di Casini (UDC), Rutelli (API), Bersani (PD), Fini (FLI) sfociata in una diatriba politico- istituzionale tra Fini, presidente della Camera e Schifani, presidente del Senato, finalmente, pare che  si stia discutendo alla Commissione Affari Costituzionali la modifica della legge "Porcellum" di due proposte una di Quagliariello ( PDL) e l' altra di Chiti (PD)
Chiaramente il PDL con la proposta di Quagliariello intenderebbe proporre un "Porcellum bis", sbarramento al 5%, premio di maggiranza e un secco no al ritorno alle preferenze.
Mentre più accettabile la proposta del PD di Chiti che  ha un solo punto in comune con quella di Quagliariello, ossia l'introduzione di un’unica soglia di sbarramento, anche se fissata al 4%. La bozza Chiti, però, intende eliminare i meccanismi dell'assegnazione dei premi di maggioranza con il ritorno alle preferenze.
Ma c' anche una proposta dell' UDC  l'unica forza politica che ha presentato in Parlamento un emendamento per reintrodurre le preferenze.
La riforma elettorale è necessaria per ripristinare la democrazia, la rappresentatività  del popolo e a far funzionare meglio le istituzioni.
Bisogna prendere coscienza che questo bipolarismo è fallito, con la legge "Porcellum" si organizzano grandi maggioranze capaci di vincere, ma incapaci di governare, ampia conferma,  il "Governo Berlusconi" che, dopo due anni, non tiene la maggioranza, e Bossi lì, alleato fedele,  un giorno si e l' altro pure strombazza elezioni anticipate mentre il famoso Calderoli ventila " trampolini" di rilancio di tavole rotonde di accordi(?) Berlusconi-Bossi-Fini.
Basta con questi teatrini di squallidi "teatranti" che bloccano l' attività parlamentare.
C' è voglia di un ritorno alle urne???????!!!!!!! Benissimo ma prima ridate dignità ai Cittadini con la democratica scelta dei propri rappresentanti.
IL POPOLO ITALIANO RICHIEDE A GRAN VOCE L' ACCELERAZIONE DELLA RIFORMA DEL RIPRISTINO DELLA "PREFERENZA"               

16 ott 2010

SANTORO HA PAURA

chiede "l' arbitrato" che Masi non accetta perchè ritiene di stare dalla parte  ragione

Nessuno, fino a questo momento,  ha messo in rilievo l' arbitrato richiesto da furbetto Santoro, tutti presi a tesserne le lodi e difendere il DIVO DELL' INFORMAZIONE DEI DISAGI SOCIALI TUTTI DA ASCRIVERE AL DIAVOLO  BERLUSCONI.
Cosa non si legge a tale proposito su fb e uno su tutti un commento di un mio amico ad un mio post sull' argomento Santoro, semplicemente allucinate:"Quindi "in primis" bisogna essere informati. L'unica cosa che Berlusconi non riesce,  purtroppo, a fare é quello che fece Benito Mussolini con Giacomo Matteotti (1924) e Galeazzo Ciano (1944): la soppressione fisica degli oppositori. Poichè non sono abituato alla verbosità ed aggressività di Berlusconi, di Feltri, Cota, di Bossi (Roma ladrona-Romani porci) e tutti quelli che senza essere votati da nessuno siedono in alto per scelta di Silvio e non hanno i problemi dei precari, desidero chiudere quì questa sterile ed inutile polemica su argomenti e toni che non mi va di portare avanti.
Ed ancora: é stato più volte spiegato che Santoro non viene pagato nè dal canone e neanche dalla Rai ma dalla pubblicità che lui acquisisce e di cui restano molti soldi alla Rai che ci guadagna pure oltre all'"audience" ecc.ecc
Allora io mi domando e dico, per onore della verità,: "il Santoro che sta, secondo i miei commentatori di fb, dalla parte della ragione  avendo la libertà di fare e strafare perchè "Annozero non si può chiudere perchè per la Rai é una ricchezza perchè " CHIEDE L' ARBITRATO?
L'arbitrato (dal latino arbitratus, cioè giudizio) è una procedimento stragiudiziale (cioè senza ricorso a processo ordinario) per la soluzione di controversie  civili e commerciali, svolta mediante l'affidamento di un apposito incarico ad uno o più soggetti terzi rispetto alla controversia, detti arbitratori, normalmente in numero di 3, di cui 2 scelti da ciascuna delle parti ed il terzo di nomina da parte di una persona al di sopra delle parti (es. il Presidente di un Tribunale), i quali producono una loro pronuncia, detta lodo, che contiene la soluzione del caso ritenuta più appropriata. (Vikipendia).
L' affabulatore e manipolatore di  folle, dalla  tv di Stato dopo aver mandato a quel paese il suo Superiore, direttore Masi, fa ancora la vittima sacrificale di mamma rai e, con un colpo di scena, resosi conto che quel vaffa....unbicchiere poteva costargli veramente uno stop alla trasmissione e quindi al suo portafoglio cosa fa ? ricorre all' arbitrato per far sospedere la sospensione di mamma rai,  per paura che un giudice giusto e corretto, in quattro e quattr'otto emettesse una sentenza non a Lui favorevole, l' intelligente furbetto si è fatto due conticini essendo nel torto. 
Insomma con il cou de foudre arbitrale ha sospeso la punizione di Masi che non ha accettato ritendosi di stare dalla parte della ragione e la palla è alla Magistratura.
ANNOZERO PER IL MOMENTO CONTINUA ........ 

15 ott 2010

SALME IN LISTA D' ATTESA

per la tumulazione definitiva nei loculi che sono in costruzione

Nella civilissima (si fa così per dire) cittadina di  Roccasecca, Patria di San Tommaso, oltre ai malati in lista d' attesa per una visita o un esame specialistico,  si è creata una bella lista di Morti in attesa di loculi.
Intanto sono ammucchiati  in bella mostra in uno spazio, che doveva servire  da parcheggio auto, per ora due file in lunghezza ed in altezza con nomi rabberciati e date di nascita e decesso e i parenti di questi cari estinti si stanno chiedendo dove accendere i lumi, deporre i fiori.
Il mese di novembre, il mese dei defunti, il mese di dare onore e ricordare chi è volato in cielo  o come dice Totò nella Poesia " 2 Novembre "
Ogn’anno, il due novembre, c’è l’usanza per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll’adda fa’ chesta crianza; ognuno adda tenè chistu pensiero.
Ogn’anno, puntualmente, in questo giorno, di questa triste e mesta ricorrenza,
anch’io ci vado, e con dei fiori adorno il loculo marmoreo ‘e zi’ Vicenza.......
I parenti dei cari estinti di Roccasecca,  ammucchiati alla belle e mglio, quali loculi adorneranno? altro che il loculo marmoreo " e zi" Vincenza.
Il Sindaco, Giorgio Giovanni,  proprio l' altro giorno a mezzo stampa, dava l' annuncio ufficiale del termine della costruzione del primo lotto dei nuovi loculie prossimamente si sarebbero iniziati i lavori del II, si vantava di aver fatto ripulire il Cimitero e fatto riaccendere i lumini votivi in vista del 2 novembre.
A parte che la ripulitura del cimitero ha portato all'accumulo della  "monnezza" nelle strade di Roccasecca Centro e Scalo, ma volendo sottacere questo piccolo-grande particolare, cosa dice il caro Sindaco delle lagnaze che da più parti arrivano: sembrerebbe che alcuni cittadini abbiano  pagato  per un loculo di primo piano e si vedono assegnato il quarto piano? e da quanto tempo il Comune ha incassato i soldi? e cosa c' è di vero nelle richieste di ritorno dei soldi per loculi non avuti? e queste salme parcheggiate quanto tempo devono aspettare per una tumulazione definitiva nei nuovi loculi?
Vergogna!!! Vergogna!!! Vergogna!!!!!! Povera Roccasecca -Poveri Roccaseccani- Poveri Morti!!!

L' ACCATTIVANTE SANTORO

in  aperta guerra con il suo Capo, Masi, prima lo manda a fa.... e poi, al cartellino giallo di quest' ultimo, mobilita i suoi fans in diretta televisiva

dal suo programma "Annozero" di ieri sera: «Raccogliete in ogni caseggiato una lettera al presidente Rai con scritto: “Io sono un abbonato e non voglio essere punito al posto di Santoro». Una mobilitazione, una raccolta di firme via web e di carta, perché, spiega Santoro, «se faremo vedere quanti siete sarà l’anteprima di un nuovo anno». Quanto a quella minaccia ex ante «se mi attacca lo licenzio», che Masi avrebbe detto al Messaggero e ha poi smentito, Santoro dice che «le minacce non mi spaventano, ne ho ricevute tante, anche dalla mafia».
Delirio di Onnipotenza o che altro? Ormai siamo abituati al Santoro Vittima, al Santoro Santo Subito, al Santoro "er più"- "er mejo", Il DIO dell' informazione televisiva .....
Senza nulla togliere al professionista che, al pari di altri, confeziona programmi di economia-sociale per portare alla pubblica attenzione le serie problematiche scaturite dalla crisi economica e dalla immigrazione, ma da qui a fare del piccolo schermo della Rai, la sua passerella personale di autoincesimento da tribuno navigato per risolvere i suoi problemi personali con Masi con il  coinvolgimento dei  telespettatori, questo non mi sembra eticamente corretto.
Io sono un utente-abbonato rai e l' esborso monetario per gli emolumenti di Santoro,Vespa, Floris e ad altri fortunati mortali, parecchi dei quali "ammanichettati" con la politica, mi sembrano esagerati, visto la crisi e le tante persone senza lavoro che il Sig. Santoro si premura di intervistare e compatire portandole in TV....se le paga ok è un giusto riconoscimento al loro lavoro il TV.
Può piacere o non piacere, mentre Lui pensa di essere il DIVO TV, a me non piace per la sua faziosità è sempre a senso unico e questo non è buono per un attore in primo piano e che dovrebbe essere super partes, visto che il canone lo pagano sia quelli di destra, che quelli di sinistra, che quelli di centro.
E poi le faccende privatissime con il suo direttore Rai,  Masi, se le doveva risolvere in privato, non coinvolgendo i telespettatori con diktat deliranti: "o Io o Masi".
La Rai caro Santoro non è una passerella per gli amici di sinistra, magistrati, giudici, lavoratori arrabiatissimi ( a questi dagli una metà del tuo stipedio), politici assatanati di potere, Sindacalisti  Fiom-CGIL.
Si tu sei forte ed il tuo programma "Annozero" forte e seguitissimo, ma questi non sono buoni motivi per prenderti la "scena" personale per insultare i tuo capo,  a scapito del programma di informazione generale .
Se non è simpatico, come hai detto,  essere oscurato ed umiliato dal cartellino giallo, allora ci dovevi pensare prima di mandare affaunbicchiere il Tuo Capo.
The show must go on..........

14 ott 2010

MEDICI DIRIGENTI POLITICIZZATI

anche loro protesteranno in piazza contro il Piano di Riordino della Sanità targato  Polverini
 

perchè, a loro dire, metterebbe a repentaglio l' assistenza sanitaria in tutta la Regione Lazio.
Anche loro minacciano una mobilitazione generale di categoria, dopo i Sindaci, sempre di sinistra come il nostro concittadino, dr Giorgio Giovanni,  dopo gli On.li Regionali come ad  esempio Montino e Scalia del PD, A. M. Tedeschi dell' IDV, sempre più presenzialista, fomentatrice dell' odio sociale e dura accusatrice,  dell' operato dei MILITI che a suo dire erano alla manifestazione di  Roma-Ministero delle Finanze contro la Polverini,  non per assicurare  l' ordine pubblico  ma per  "CARICARCI" SE NON FOSSIMO ANDATI VIA: I TEPPISTI NON SIAMO NOI, così dice su fb.
A parte il flop della manifestazione organizzata dalle  Sinistre, (circa un centinaio di persone tra sindaci, onorevoli regionali, vecchi e megafonisti di chiara matrice di extrasinistrozzi ),  vista la scarsa partecipazione di pubblico e la figura di questuanti dei Sindaci e degli onorevoli che si son visti chiudere in faccia le porte delle istituzioni regionali e parlamentari.
Intanto la Polverini ha anticipato il tavolo tecnico e va avanti per la sua strada e dopo che avrà, con il piano inficiato, smobilizzato i Fondi fas riceverà Iannarilli che forse capirà e riuscirà ad ottenere qualcosa.....mai dire... mai.
Ma come mai fino ad oggi i medici dirigenti non si sono sentiti sulla questione piano di riordino sanitario Polverini ? tramite il loro sindacato potevano benissimo reagire o  no? Forse perchè non vedevano in pericolo i loro privilegi o forse perchè si reputavano intoccabili?.
Ma non hanno contribuito pure loro ad affossare la Sanità Laziale con gli   sperperi scellerati ed oltraggiosi per l' utenza (l 'economato del Del Prete paga 10 euro per un semplice catetere che puo' essere acquistato in qualsiasi farmacia per 1 euro), per non parlare della predilezione di alcune case farmaceutiche anzichè di altre, con i meravigliosi meeting in paradisi esotici.?
Ora la Polverini, alla "Casta dei Camici Bianchi" mette uno stop e loro si ribellano invece di fare un " maea culpa".
Anche loro, come i primari-baroni che fanno il bello e brutto tempo cominciassero a considerarsi lavoratori come gli altri, anche se ben remunerati, cominciassero da subito a firmare i cartellini in entrata ed in uscita per certificare la loro presenza.
Questa comunque è la proposta presentata alla camera dall'On.le UDC Cassinate, l' amica Anna Teresa Formisano che non ha peli sulla lingua se si devono difendere i più deboli e lo fà non andando in Piazza ma nelle sedi istituzionali cui si siede e lo fa con incisività sicura di ciò che dice e ciò che fa e sa come ottenere GIUSTIZIA SOCIALE.

13 ott 2010

ROCCASECCA BOCCIATA !!!!!!

Sindaco ed Assessori -Vergogna!!!!!!!!!!Siamo fuori dai virtuosi "Ricicloni"

Si legge in una nota che questa mattina sono stati premiati dalla consigliera regionale Lidia Nobili e dalla Vice Presidente della Fondazione Regionale Re.Se.T., Grazia Maria Traina, i 9 Comuni "ricicloni" del Lazio per il 2010 secondo Legambiente, che sono risultati tra i più virtuosi in Italia nella raccolta e nella gestione integrata dei rifiuti.
Roccasecca, come al solito, fuori dall' elenco e questo, agli onesti cittadini della patria di San Tommaso riempie di tristezza e di furore per l' incapacità acclarata di Giorgio e C.
Ma da che razza di amministratori siamo amministrati? Scusate la cacofonia, eppure paghiamo in denaro sonante i RR.SS.UU., abbiamo una discarica sul territorio con a fianco una struttura che seleziona i materiali e siamo aggregati ad un Ente sovracomunale, Consorzio delle Cinque Città, che dovrebbe fornirci servizi di prima qualità in merito allo smaltimento della "monnezza".
Da anni stanno millantando l' arrivo della raccolta differenziata, con uno sperpero non indifferente di denaro pubblico con tavole rotonde, gazebi pubblicitari, pubblicità sui giornali con articoli del Presidente che è pure di Roccasecca, che riceve nei locali di Piedimonte ed illustra il funzionamento della differenziata alla Dipietrina Locale.
Ma non solo non si fa la differenziata ma mi hanno tempestato di telefonate che neppure l' indifferenziata si fa allo Scalo in quanto i Cassonetti sono stracolmi da sabato-domenica e le strade si stanno riempiendo di rifiuti.
I Cittadini dello Scalo, e non solo, temono l' effetto Napoli, ne sono terrorizzati vista l' incuria e l' indifferenza dell' Amministrazione Giorgio che latita e spreme solo le tasche dei roccaseccani.
Mentre a Roccasecca solo  Convegni, Tavole Rotonde, Incontri tra politici e cittadini e tutti si riempiono la bocca di belle parole come: Paese pulito, ambiente eco-sostenibile, lotta all' inquinamento, aria buona, bella, salubrità, riciclaggio dei rifiuti, facciamo la differenziata,..... insomma blablablabla, tante chiacchiere e pochi fatti e quei pochi fatti se li fanno i soliti noti, le ditte ammanichettate con la malavita.
E la Dipietrina Locale che interroga la Regione Lazio ad ogni piè sospinto, ma inascoltata purtroppo per Lei, perchè non propone? Vuole sapere la normativa dei rifiuti delicati e se si applica e si esegue, perdita di tempo per far vedere che sta facendo qualcosa.
Io, da semplice cittadina,  propongo quello che gà esiste in America cioè  un impianto "ECO-Recycling" in funzione che 24 ore su 24 smaltisce qualcosa come 250 tonnellate al giorno, sistema brevettato a livello mondiale.
I rifiuti da ospedali, da prodotti farmaceutici di ogni genere, pesticidi, acque inquinanti da industrie, tutti i generi di plastica, compreso PVC, fertilizzanti agricoli, fanghi di ogni genere, ecc., esclusi solo i rifiuti nucleari, si ricicla assolutamento tutto senza dover fare in continuazione investimenti per adattamenti tecnologici.
Un impianto di questo genere lavora a circuito chiuso, senza liberare sostanze inquinanti nell'aria. Il vapore d'acqua che si produce ha una percentuale di purezza del 99, 999984 % e alimenta un generatore che fornisce l'elettricità necessaria all'impianto stesso.
Insomma nell' era della globalizzazione è mai possibile che ai nostri amministratori non passa loro in testa di farsi  un giretto in Giappone, in America, perchè non organizzano un pool di scienziati, professori universitari studiosi che ne sanno più di loro affidando una progettualità controllata ad imprenditori seri e non ai soliti faccendieri imbecilli, a lobby affaristiche  ed ammischiacarte?
Intanto siamo stato bocciati dalla Regione Lazio perchè non "ricicloni" ma almeno scopate le strade, svuotate i cassonetti e cercate di dare una parvenza di pulizia e legalità a Roccasecca.

CANTIERE RIFORMISTA P.C.

Vendola e Bersani i Capi-Cantiere per un ritorno al Rosso Ceralacca del compagno "Togliatti".

Nichi Vendola ( FLE) e Pier Luigi Bersani (PD) formalizzano l' accordo, come è ormai consuetudine tra leader litigiosi (Lega-PDL docet),  in un noto ristorante romano, forse, con i piatti pulgliesi, romani  e con un pizzico di romagnolo.
L'intesa, in primis, sullo strumento democratico per eleggere il Leader Comunista di riferimento,  le primarie di coalizione,  così deciso tra i due ma senza chiarire chi si candiderà.
Ma i due parlano ancora un linguaggio un tantinello diverso.
Nichi dice: «Da oggi abbiamo il dovere di parlarci per mettere in campo una strategia di salvezza per il Paese. Dobbiamo cercare un punto di unità per dare speranza all’Italia»,
Bersani, invece, parla di un «significativo passo avanti per impegnarci insieme a dare un’alternativa all’Italia».
Chiusura con ciliegina sulla torta un invito a chi ( chiaro riferimento all' UDC)vuole portare valore aggiunto al " cantiere  " rosso ceralacca.
Tanti auguri e buon lavoro a Vendola e Bersani per il loro ritorno al passato....bene hanno fatto, così lo scenario è ben chiaro: Berlusconi e Lega, da una parte, Bersani, Vendola, Di Pietro ed altri dall' altra e "in medium stat virtus" Casini, Rutelli, Fini, Lombardo ed Altri amici Centristi.
Il naturale riappropriamento dei posti, dei ruoli, dei programmi, dei valori dovrebbe far riflettere tutti gli amici ex democristiani che sono nel PD e auspico un loro ripensamento su chi sono, dove sono, con chi stanno, insomma chi sono i compagni di viaggio, un ammucchiata tipo Ulivo di Prodi che tanto danno, per    ingovernabilità, ha procurato all' Italia.
Avanti con il Partito della Nazione, avanti con l' UDC, avanti con Casini.
Sono ex democratica cristiana e mai e poi mai andrò a Sinistra.....W!!!! LA DEMOCRAZIA CRISTIANA!!!!!!!AVANTI CON I SUOI VALORI!!!!!!
Se per pura pazzia il mio leader Pier Ferdinando Casini dovesse entrare nel " cantiere" di Vendola e Bersani mi riterro libera di tirami fuori e scegliere un partito che più si confà ai miei ideali.

12 ott 2010

I 91 SINDACI FRUSINATI

riversano tutta " la monnezza" a Colfelice e Roccasecca

e non  fanno neppure controlli preventivi su quello che si butta nei cassonetti, ne tan poco fanno la  raccolta differenziata, per non parlare dello stato miserevole- sgangherato  e della pulizia dei camioni adibiti al trasporto.
E la demagoga dell' IDV, invece di sparare a zero contro di loro e la loro inettitudine e le loro inefficinze amministrative cosa fa?  come un segugio, annusa l' aria per "distinguersi" e, retoricamente facendo  leva sui sentimenti irrazionali e i bisogni sociali latenti, si butta a pesce su tutte le campagne che possono far guadagnare voti e visibilità.
Cavalli di battaglia: la Discarica di Cerreto, che come ho avuto modo di constatare nella visita di ieri,  efficiente ed afficace da tutti i punti di vista  e la  vicina Saf srl che pare ce la stia mettendo tutta per adeguare  l'impianto di selezione alle previsioni del vigente Piano di Gestione dei RU della Regione Lazio.
Ma a nessuno passa per l' anticamera del cervello che un pò di responsabilità del disagio zonale non sia, per caso, anche dei 91 sindaci della provincia di Frosinone? I cattivi odori che  si sentono in tutta la provincia e a maggior ragione a Roccasecca, Colfelice e dintorni, non è per caso dovuta al passaggio ed alla sosta dei camion di fattura antidiluviana?
In America i camion che trasportano i rifiuti sono chiusi e blindati e non ci sono persone dietro sedute a respirare l' olezzo nauseabondo e quanto a svotare i cassonetti ci pensa una manina meccanica che fuoriesce dal camion, aggancia il cassonetto e lo svuota.
Ma è un' altro pianeta!!!!!
I nostri politici e particolarmente dell' IDV hanno preso la Saf e la Mad di mira per proprie mire esibizionistiche acchiappavoti che nulla hanno a che spartire con la salvaguardia dell' ambiente e della salute pubblica, a loro interessa solo l' utilità del passaggio mediatico, altrimenti non si spiegherebbe come all' epoca dei sigilli alla Discarica di Cerreto (ndr subito tolti perchè tutto ok) la Dipietrina Locale era a prim'alba sul luogo oggetto del crimine a farsi fotografare ed intervistare dai giornalisti compiacenti  e quando tutto si è risolto in una bolla di sapone non un breve trafilletto? E poi chi l'aveva allertata data l' ora non proprio comoda?
Finiamola con questi passaggi mediatici che nessun beneficio apportano ai cittadini ma servono solo per assecondare la pancia pacifista, buonista, ecologista  degli italiani, ricavandone voti.

11 ott 2010

La MAD s.r.l. di Roccasecca

gioiello delle nuove teconologie - altro che gestione di discarica puzzolente inquinante-  come dice la Dipietrina Locale che ha declinato lo stesso invito che la sottoscritta (UDC) ha accettato, prima di parlare a vanvera.

Infatti questa mattina, come da preventiva intesa telefonica con il dott. Gambatesa resp. della ricerca e sviluppo e della comunicazione, e in accoglimento di un pregresso suo invito, mi sono recata presso il sito della discarica di Cerreto di Roccasecca per constatare "de visu" il lavoro di smaltimento dei rifiuti accolti in dascarica, confortata anche dalla decisione della Magistratura di Santa Maria Capua Vetere che ha archiviato l' infame pratica dei millantati rifiuti tossici, che tanto danno e non solo economico, ha apportato alla Società Mad s.r.l. e al suo amministratore dott. Lozza, dopo che un proprio commissario è stato in discarica 2 mesi ed averne accertata la sicurezza e l' estraneità  degli addebiti infamanti.
Con onore e rispetto sono stata accolta oltre che dal dott. Gambatesa anche dall' amministratore dott. Lozza che mi ha parlato con molta passione del lavoro di gestione della discarica, di tutti gli investimenti nelle tecnologie di ultima generazione che fanno di Cerreto un impianto all' avanguardia in Europa anche e soprattutto perchè rispetta il territorio che lo ospita ed in armonia con l' ambiente.
Inoltre la cura e l'attenzione con cui vengono controllati i rifiuti scaricati mediante un moderno laboratorio di analisi con laureati in chimica
Da non sottacere anche, che, in collaborazione con le Università di Padova e Cassino, si stanno mettendo a punto studi processi all' avanguardia per ricavare dai rifiuti gas ed altre energie pure a basso impatto ambientale.
Non entro nel tecnico che non è di mia competenza, ma posso garantire che i l iquami e i gas che siproducono nella discarica diventano acqua pura e gas che vengono utilizzati nella discarica ed elettricità che viene anche venduta all' Enel.
Insomma una cosa spettacolare vedere  terreni Mad coltivati a mais che poi vengono lavorati per ricavarne elettricità, stabilimento per le biomasse che in futuro a fine ciclo e per un trentennio, serviranno per garantire la bonifica e quello che mi ha colpito di più è l' invaso- discarica vera e propria dove giornalmente vengono scaricati e compattati 700-1000 tonnellatedi rifiuti e compattati.
L' invaso di natura argillosa e quindi impenetrabile di per sè viene ulteriormante ricoperto con materiali altresì impenetaribili e a distanza di legge dal fiume; quindi nessun inquinamento dei terreni limitrofi e  delle falde acquifere e soprattutto nessun effluvio nessun olezzo maleodorante, ve lo posso garantire.
Vi lavorano circa 40 dipendenti che ogni anno vengono sottoposti a controlli medici previsti a norma  di legge, ed in venti anni di questi controlli mai nessun ammalato o decesso a causa del contatto con i rifiuti della discarica.
Ma la cosa che mi ha colpito di più le numerose piante nei numerosi ed artistici  giardinetti esotici e a macchia mediterranea che ornano le varie palazzine piene di macchinari a tecnologia avanzata, come pure un fabbricato con pannelli solari.
Insomma una testimonianza dell' attenzione all' ambiente che mi corre il dovere di porre in rilievo, vista anche la criticità del materiale trattato, i rifiuti che tutti produciano e che nessumo vuole tenere in casa.
La visita odierna alla Mad s.r.l, modello di riferimento dell' Italia nel mondo,  mi ha convinto sempre di più che i politici che ne parlano male, e mi riferisco soprattutto, all' On.le A.M. Tedeschi dell'  IDV, lo fanno per pura demagogia,  cavalcano e fomentano l' onda del malcontento solo ed esclusivamente per una vetrina accalappia consenso.
La fiamma della rivoluzione ambientale si può coltivare senza incriminare chi svolge  il nobile lavoro dei rifiuti con coscienza, per la salvaguardia della umana salute e dell' ambiente,  per il bene della società, e si può parlare solo se si sa e si conosce ciò di cui si parla.
Queste sono le motivazioni, impegno politico di servizio sociale,  che mi hanno spinto ad accettare l'  invito del dott. Gambatesa e dall' A.U. dott. Lozza che ringrazio con profonda stima e, se  me lo  concedono, con sincero  affetto.

10 ott 2010

IN ATTESA DI QUATTRO BARE

che  racchiudono i corpi inanimi di 4 gloriosi Alpini Italiani, del Centro-Sud

quindi, come al solito, non Padani, ma figli dell' operosa e disgraziata e amara terra Tarantina, Casertana, Agrigentina che si sono immolati per servire la Patria in una guerra atroce in un paese lontano altrettanto disgraziato e povero.
Loro erano, come altri compagni più fortunati, in missione di pace, infatti, mai hanno aggredito, i soldati italiani, ma hanno sempre subito aggressioni sanguinose, imboscate, e il prezzo ad oggi, è di 34 "figli di mamma" compresi gli ultimi 4 che le mamme non riabbraccerano più, ma li piangeranno e pregheranno sulle loro tombe  grazie all' imboscata di Farah.
I nostri eroi Italiani, Francesco Vannozzi, 26 anni, pisano, Gianmarco Manca, 32enne di Alghero, Sebastiano Ville, 27 anni di Francofonte, in provincia di Siracusa e il più piccolo di tutti, Marco Pedone, 23anni, il piu di Patù, che accoglieremo domani, al rientro della loro missione Afghana  interrotta dalle bombe Talebane a Farah e che  omaggeremo con i funerali di stato appartenevano alla gloriosa arma degli Alpini.
Allora questa è una dimostrazione che l' Italia è UNA-LIBERA-INDIVISIBILE  e il Sud, sempre bistrattato, dai Leghisti con la pancia piena- è terra di figli operosi, alla ricerca di lavoro, dove lo trovano, come quello dell' arruolamento nei vari corpi militari, di intelligenze vivaci, di una  umanità ricca di dignità.
Mi indigna, e non poco, quando gli alleati del PDL e anch'essi al Governo del Paese-Italia- I Leghisti snocciolano eresie circa il Sud e cianciano su ipotetico Secessionismo iniziato con il federalismo fiscale che separa il Nord, ricco ed opulento, dal sud povero ed affamato, che inneggiano alla bandiera del Sole delle Alpi, mentre con la bandiera italiana ci si puliscono il culo, il loro Inno non è l' Inno di Mameli bensì il Và Pensiero, mentre le celebrazioni dei 150 dell' Unità d' Italia  un inutile sperpero di denaro.
Oggi, comunque, è il momento  dell' attesa della bare, del cordoglio, del dolore  delle mamme e di papà, dei fratelli e delle sorelle, delle mogli e dei figli dei parenti tutti dei nostri Grandi 4 Eroi ITALIANI.
Oggi è il momento del SILENZIO !!!!!!!!!!! per meditare perchè siamo fieri e orgogliosi di essere italiani, di essere rappresentati da persone così meravigliose. Grazie Francesco, Sebastiano Gianmarco e Marco esempi di servizio ed abnegazione, sacrificio per la  Patria. 

08 ott 2010

TRE IN UNO A BOSSI

è il regalo che il  Consiglio dei Ministri gli ha elargito con il decreto legislativo sul federalismo fiscale di regioni, province, e costi standard per la sanità.

La miscellanea contenuta nel decreto attuativo della legge n. 42 del 2009 in materia di federalismo fiscale scontenta tutti, vuoi per il metodo che per i contenuti, ed è per questo che viene  duramente contestato e si paventa addirittura la non costituzionalità anche per la grave macanza di perequazione infrastrutturale tra Nord e Sud.
Se prima non si attua questo, con forti investimenti al Centro-Sud, cosa che il Governo Centrale non sta facendo, non si possono emanare norme che delegano alle Regione l' imposizione fiscale perchè si arriverebbe a creare una discrasia per cui è plausibile che aree aventi  una minore propensione al consumo avranno, sicuramente, una minore capacità contributiva e meno risorse.
Il Sud, quindi, avendo meno risorse consumerà sempre di meno, meno risparmio e meno investimento, praticamente si instaurerà un circolo viszioso che condurrà ad un aumento delle sacche di  Povertà  e come ha detto l' On.le Casini (UDC) questo federalismo "sfascia il paese".
Il federalismo fiscale, rappresentato come la panacea di tutti i mali per farlo digerire facilmente agli italiani è stato indicato anche come uno strumento che avrebbe consentito di diminuire le tasse, oltre che creare condizioni di equità nel paese.
Bugie e falsità per come è stato strutturato, la verità è che in quattro e quattr'otto, per non perdere l' alleato più forte, il Senatur Padano-indispensabile per l' approvazione delle leggi "Salva Berlusconi", si è iniziato un percorso Affossa-Italia.
Quali livelli qualitativi di vita si delineano per tutti gli italiani con questo scellerato decreto legislativo ?
Quali servizi e di che qualità  è la qualita'?
I servizi fondamentali per i cittadini: la sanita', la scuola, il trasporto pubblico, il welfare (politiche per la famiglia, asili nido, sostegno alla disabilita', lotta alla tossicodipendenza) la tutela dell'ambiente, la valorizzazione dei beni culturali, le politiche di sviluppo sul territori saranno omogeni dalla punta al tacco dello stivale?
E' chiarissimo che il Premier è oltremodo debole,  in questo periodo,  rispetto al suo potente alleato Bossi, sia per la crisi interna al PDL e sia per le sue "urgenze" giudiziarie e, allora, lascia grande spazio a Umberto Bossi e gli concede molto di più di una golden share, in realtà  la “licenza” di fare quello che vuole, "il Federalismo" che domani si tramuterà in " "Secessionismo", al di là degli annunci, l’illustrazione dei principi, le rassicurazioni.
L' Italia sta "nguaiata" e questo Governo la sta a   finì   di "nguaiare"

06 ott 2010

BASTA CON IL "PORCELLUM"

Queste la ferma intezione del PD-FLI-UDC-MPA-API e con qualche distinguo anche  l' IDV....ma PDL e Lega " nun ce vonno stà".
L' Italia è ad un bivio di rinascita o di morte e andare avanti con la politica degli inciuci, delle ripicche, dei personalismi e dei Ministri Nominati, dei premi di maggioranza, degli sbarramenti strozzati, o meglio come dice Casini (UDC)  "Che cinque persone designino mille parlamentari e che chi ha alle urne il 30% prenda il 51% dei seggi" e tutto grazie alla Legge "Porcellum" di Calderoli (Lega).
Ma proprio oggi una lieta novella, pare che la maggioranza si sia riappacificata con la riconferma di tutti i presidenti delle commissioni parlamentari e che  viaggi a tre gambe: PDL, Lega, Fli
Allora perchè Bossi alla tavola romana imbandita, in suo onore, dal sindaco Alemanno a base di polenta, pajata, coda alla vaccinara, ha parlato di un ritorno alle urne in primavera?
Aria  di crisi di Governo? Può darsi....,loro sanno... ma prima, onde evitare ricadute di sistema, il Popolo Italiano chiede a gran voce la "RIFORMA ELETTORALE" perchè il Porcellum di Calderoli ha fatto già tanti danni e il bipolarsimo ancor di più....
Sembra che sia arrivato il momento, infatti ieri,  sotto buoni auspici, nella sede Romana di Fare Futuro, Fini ha tenuto a battesimo la sua nuova creatura, il Movimento, prossimo partito - Futuro e Libertà.  
Trentaquattro deputati, dieci senatori ed altri europarlamentari si sono ritrovati per dare il via al nuovo soggetto con a capo Gianfranco Fini.
Infatti, quest' ultimo soggetto politico, costola del PDL, UDC, PD, IDV, API, MPA stanno valutando attentamente di ricercare un' intesa che permetta al Popolo Italiano, scippato del diritto democratico della scelta della rappresentanza parlamentare e pare che siano pressochè d' accordo.
La proposta avanzata dall' On.le Casini (UDC) nella conferenza deicapi gruppo, è stata recepita e questo  è un fatto politicamente rilevante perchè che ha fatto formare una maggioranza diversa e trasversale che dimostra che la legge elettorale è necessaria e che un'altra maggioranza è possibile.
Questa maggioranza ora c' è, la proposta c' è... cosa manca per la disamina nelle varie commissioni e l' iter burocratico Parlamentare?
Sembra che il regolamento parli di un accordo tra la Seconda e Terza carica dello Stato ovvero tra Schifani e Fini, visto che è incardinata al Senato dallo scorso settembre.
Insomma sbloccatela e vedete quello che dovete fare, perchè i tempi stringono e l' Italia deve Risorgere.
Isomma avviate questa benedetta riforma elettorale che del "Porcellum" non se ne può più.
Ridatemi il diritto di scegliere chi deve essere il mio rappresentante al Parlamento.       

05 ott 2010

IL PIANO SANITA' LAZIALE

grande strumentalizzazione  politica di destra e di sinistra

mai vista, alla pubblicazione del Piano di Riordino della Sanità Laziale della Governatrice, Renata  Polverini.
Descrivere il disgusto da vomito  provato in questi giorni, allorquando, alla notizia del Piano Polverini per il riordino della Sanità regionale, i politici locali di destra e di sinistra, pur di mettersi in mostra, ne hanno fatte e dette di tutti i colori sui giornali e alle Rai-TV, fiaccolate, manifestazioni, invasioni dell' autosole, casse da  morto a piangere il "Morto-Sanità", manifesti, ecc. ecc.
Ma il mio cuore si riempie di tristezza quando la povera gente afflitta e sconsolata per l'ennesimo sopruso e non sa che pesci prendere, si lascia organizzare e coinvolgere nelle manifestazioni di massa, sfocianti in qualche caso, come è successo a Ponteocorvo, nella illegalità, lasciando che sia la rabbia per l' ingiustizia subita ad impossessarsi delle loro menti e a guidarli in atti insensati.
Non si rendono conto, i Poverini, che la responsabilità è di quella classe Politica inetta che quando ha Governato, ha sperperato il pubblico denaro con clientele aberranti ed ha prodotto solo "mala-sanità" ed ora incita alle barricate insurrezionalistiche per un  tentativo di arginare la deriva.
Sono sempre loro, quei "Politici" di sinistra come il PD che hanno  governato la Regione Lazio fino all' altro giorno cui si è cui si è aggiunto l' altro elemento mistificatore, ben più pericoloso  di loro e parlo dell' IDV che non avendo voce in capitolo in Regione fa pure la voce grossa tra il "Popolo" nell' esclusivo scopo di acchiappare i consensi.
Povero Popolo Ciociaro!!!! come la vedo male tale situazione: Roma che domina e la Provincia che soccombe, non avendo "Politici" di spessore in grado di portare avanti e far valere le istanze e le necessità della Provincia.
Se il servizio sanitario così come è stato gestito fino a questo momento  fa schifo, è costoso e non garantisce la salute non è il caso di mettere i puntini sulle "I", azzerare, riconvertire dove è possibile e incentivare le cose buone?
Forse lo sta facendo, la Nuova Governatrice, anche se a tutt'oggi  non si ha contezza di questo riordino e i servizi e i benefici che ne verranno.
Nell' attesa, i "Politici" con la solita faccia di c..o  cavalcano e fomentano la protesta della rete, delle piazze, degli addetti ai lavori, ma non è hanno nessun diritto, si vergognassero piuttosto.
La sinistra, ma non aveva governato prima? la destra, ma non aveva governato prima ed ora?  Ma i debiti c' erano e ci sono si o no? l' andazzo sperpereccio sarebbe ora che finisca  si o no?
Il piano varato  racconta la realta? I dati circa la sanità laziale  sono  veri  o virtuali?
Allora, se sono veri, la Polverini  vada avanti senza alcun timore per il bene di tutti con una aggiustatina par-condicio all' Ospedale di Alatri, altrimenti sarebbe troppo sfacciata la cosa.

04 ott 2010

NESSUN TAGLIO AD ALATRI!!!!!

il  Paese, guarda caso,  dell' On.le  Iannarilli  (PDL) - che sconosceva il Piano Polverini

Nessun ridimensionamento, servizi sanitari all' utenza immutato, insomma  tutto resta come prima all' Ospedale San Benedetto di Alatri, tranne pochi posti letto tagliati.
A pensar male si fa peccato,  ma spesso ci si azzecca diceva un grande della politica, il Sen. Giulio Andreotti, che per la Ciociaria ha fatto proprio tanto...Lui si...e gli diciamo grazie e gliene saremo sempre riconoscenti.
Se si deve "accettare" la sanità ciociara per risanare,... come mai Alatri si salva?
Il ruolo del nosocomio Alatrese è più importante di quello Pontecorvese?
L' utenza di Pontecorvo è minoritaria rispetto a quella di Alatri? o piuttosto  non ha il privilegio di annoverare tra i cittadini illustri e di peso (politico) un presidente della Provincia?
Eppure da un video in circolazione su fb l' Ospedale del Prete è stato di recente ristrutturato: Pronto soccorso-Geriatria-Laboratorio di analisi ecc. ecc. e il video mostra un nosocomio niente male che offre servizi niente male ad un bacino di utenza non credo inferiore a quella di Alatri.
I giochini della vecchia politica, urlavano e urlano, i Pidiellini, non sono nel loro DNA.
Pinocchietti !!!!!! dovete sapere che le bugie hanno le gambe corte e i sindaci, tutti di destra e di sinistra conoscevano a menadito le intenzioni della Governatrice Laziale e il nostro beneamato Presidente Iannarilli, più degli altri.
E' andato anche alla messa dei resistenti dell' Ospedale di Pontecorvo a fare cosa? Ha detto loro, per caso, che l' Ospedale di San Benedetto di Alatri è salvo?
Credo proprio di no.. altrimenti si dava la zappa sui piedi, ha detto che stanno cercando di riaggiustare il tiro per salvaguardare Pontecorvo.
Non so cosa si riuscirà a fare, ....ma se Pontecorvo riuscirà nell' intento di avere un bel pronto soccorso e, non un primo soccorso, che tutt' altra cosa, e un  laboratorio di analisi completo, con i controfiocchi, e qualche altra cosa è già un bel risultato, se poi tutto resta così con qualche riduzione di posti letto...ancora meglio ....ma ci credo poco.
Allora dico alla Polverini e alle sue Macro-Aree, perchè azzerare Pontecorvo e lasciare intatto Alatri? Forse perchè Alatri è il paese del presidente  Iannarilli (PDL)?

03 ott 2010

RITORNANO I VIOLA CON IL B DAY

Ma è una vetrina per Vendola  (SLE) e Di Pietro (IDV)

Svegliatevi gente del  Popolo Viola!!!!! non vi rendete conto, nella vostra ingenuità, che  invitate i marpioni per fare numero e per sostegno ma che nella piazza con i gazebo, le bandiere gli slogan diventano i veri protagonisti?.
Tutti i media, infatti, riportano i discorsi di Vendola, Governatore della Puglia, che una volta si e l' altra pure fa il primo-attore in tutte le televisioni d' Italia con il preciso intento di rosicchiare e scippare la leadership della sinistra al Bersani & C, pur non essendo del PD. Povero PD!!!
Non avete considerato che il Governatore pugliese Vi prende per i fondelli quando arringa: "Qui l'Italia migliore, può vincere", "Bisogna mettere insieme le idee per una nuova Italia e riconnettere la politica alla vita" perchè  "il berlusconismo nella sua crisi più profonda".
Intanto incassa il consenso dei Movimenti che sono alla ricerca spasmodica di una nicchia di potere politico con il refrain:  "dimissioni di Berlusconi, licenziamento di Berlusconi che fa  solo i suoi affari suoi", "Berlusconi e il suo conflitto di interessi", insomma Berlusconi rappresentante Tutto il "MALE" dell' Italia, ma commettono un errore politico quando invitano le sanguisughe come Di Pietro e Vendola.
Non è che si stia avvicinado la fine del Movimentismo che sembra solo favorire i Partiti Istituzionali Marpioni (IDV e SLE)?.
Infatti erano solo 10 mila, come dice la Questura, e  quindi si sono assottigliati e di parecchio, rispetto allo scorso anno, considerando che i più erano i sostenitori: Rifondazione Comunista, Verdi, Comunisti Italiani, Sinistra e Libertà, Italia dei Valori e la prova lo sventolio della bandiere rosse e dell' IDV, i gazebo, insomma i rossi avvezzi all' organizzazione della Piazza.
E mentre il nemico Berlusconi e il suo Governo  incassano la fiducia, i Movimenti perdono terreno e a tutto beneficio di altri.
Non è che questo accanimento contro il Premier non faccia che bene a Lui e consentono al suo governo lunga vita? non pensate che gli striscioni e  gli slogan tipo: "L'unica differenza tra Berlusconi e Dio è che Dio non crede di essere Berlusconi" , non dia ulteriore potere al Premier?
E non vi passa per la mente che se invitate Di Pietro e Vendola questi non facciano la propria bella campagna elettorale acchiappaconsensi?

02 ott 2010

NON CI RESTA CHE PIANGERE......


al capezzale dei due grandi malati terminali Sanità e Politica



"Alea iacta est" -il  dado è tratto, il Piano di Riordino della Sanità nelle mani del Governo  che sboloccherà i 420 milioni di fondi Fas e la Polverini è  alle prese con il malcontento generale che sale di tono ogni giorno di più tanto che ai Sindaci dei Comuni di Pontecorvo, Roccasecca, ecc,  ai Politici di sinistra come PD e l' IDV non resta che cavalcare l' onda.
Il succulento piatto Sanitario non potevano mica lasciarselo scappare ?!?! Vanno solo  in brodo di giuggiole e fomentano i frustrati cittadini che si sentono gabbati dalla Polverini e dal  suo Piano "ACCETTA" - "TAGLIA SERVIZI".
Ma era notorio che il Servizio Sanitario Nazionale era in profondo rosso, che bisognava sanare il bilancio, che bisognava ridurre le spese, abolire gli sprechi?
Non ci stracciamo le vesti se la Polverini lo sta facendo, quando i Sinistrozzi sono consapevoli che in passato non hanno fatto granchè neppure loro per sanare la sanità malata.
C' è stato solo un magna magna generale...affidamento di incarichi legali a gogò,  acquisizione di servizi a ditte esterne a prezzi non proprio di mercato, servizi mense che costavano ed erano non proprio il massimo della qualità ecc.ecc. per non parlare dei servizi sanitari veri e propri a prezzi esorbitanti e senza alcun beneficio qualitativo per l' utente per non toccare argomenti più delicati di mala sanità.
Si sono mai  peritati di fare un' analisi seria dello scenario laziale, ospedali esistenti, servizi erogati, mala sanità, magna magna generale?
Mentono tutti sapendo di mentire! Sacche di sperpero e di inefficenza ce ne sono e tutte a scapito dei malati.
Intanto la Governatrice Laziale, a giochi fatti, chiama a raccolta i Sindaci, i Presidenti delle Province laziali e quindi anche Iannarilli ed altri  per illustrare il lavoro predisposto che tanto beneficio dovrebbe apportare alla collettività in termini di servizi, di risparmi, e di rientro del debito sanitario.
Premesso che, secondo la sottoscritta, e nessuno me lo toglie dalla testa,  tutti i chiamati erano a conoscenza dei tagli, degli smantellamenti dei micro ospedali come quello di Pontecorvo, e della costruzione di altri ospedali nella Capitale, ma i Politici, che raccontano un cumulo di fesserie al "POPOLO BUE" perchè è il loro mestiere accaparrarsi il più vasto consenso e lo fa nel modo più becero: CON LE PROMESSE CHE SA DI NON POTER MANTENERE continuano per questa strada sporca senza etica e senza umanità se non il proprio tornaconto.
E così  i "POPOLO BUE", "CREDULONE"  resta cornuto e mazziato.
Ci si indigna, si chiama a raccolta, si vuole attenzione anche con il coinvolgimento di  "Striscia la Notizia" ma chi ci guadagna?
Per il momento la vetrina è dell' IDVche  sta facendo una campagna elettorale squallida e priva di contenuti; quando sento l' on.le A. M. Tedeschi, arringare il popolo in rivolta con: La Polverini costruisce gli ospedali , si ma li costruisce a Roma  e li toglie al Frusinate.
Siamo seri, Sora  e Cassino hanno ospedali nuovissimi, Frosinone dovrebbe aprire a dicembre..la sua non è campagna elettorale.?
Un appello a tutti i Consiglieri Regionali: Se volete che i posti letto restino in Ospedali micro e fatiscenti da tutti i punti di vista. DIMEZZATEVI GLI STIPENDI! MENO AUTO BLU E PENSIONI DOPO 40 ANNI DI DURO LAVORO COME TUTTI NOI-E ALLORA SI CHE LA SANITA' AVREBBE I SOLDI PER ANDARE AVANTI !!! ANCHE CON OSPEDALI SOTTO CASA.