02 ott 2010

NON CI RESTA CHE PIANGERE......


al capezzale dei due grandi malati terminali Sanità e Politica



"Alea iacta est" -il  dado è tratto, il Piano di Riordino della Sanità nelle mani del Governo  che sboloccherà i 420 milioni di fondi Fas e la Polverini è  alle prese con il malcontento generale che sale di tono ogni giorno di più tanto che ai Sindaci dei Comuni di Pontecorvo, Roccasecca, ecc,  ai Politici di sinistra come PD e l' IDV non resta che cavalcare l' onda.
Il succulento piatto Sanitario non potevano mica lasciarselo scappare ?!?! Vanno solo  in brodo di giuggiole e fomentano i frustrati cittadini che si sentono gabbati dalla Polverini e dal  suo Piano "ACCETTA" - "TAGLIA SERVIZI".
Ma era notorio che il Servizio Sanitario Nazionale era in profondo rosso, che bisognava sanare il bilancio, che bisognava ridurre le spese, abolire gli sprechi?
Non ci stracciamo le vesti se la Polverini lo sta facendo, quando i Sinistrozzi sono consapevoli che in passato non hanno fatto granchè neppure loro per sanare la sanità malata.
C' è stato solo un magna magna generale...affidamento di incarichi legali a gogò,  acquisizione di servizi a ditte esterne a prezzi non proprio di mercato, servizi mense che costavano ed erano non proprio il massimo della qualità ecc.ecc. per non parlare dei servizi sanitari veri e propri a prezzi esorbitanti e senza alcun beneficio qualitativo per l' utente per non toccare argomenti più delicati di mala sanità.
Si sono mai  peritati di fare un' analisi seria dello scenario laziale, ospedali esistenti, servizi erogati, mala sanità, magna magna generale?
Mentono tutti sapendo di mentire! Sacche di sperpero e di inefficenza ce ne sono e tutte a scapito dei malati.
Intanto la Governatrice Laziale, a giochi fatti, chiama a raccolta i Sindaci, i Presidenti delle Province laziali e quindi anche Iannarilli ed altri  per illustrare il lavoro predisposto che tanto beneficio dovrebbe apportare alla collettività in termini di servizi, di risparmi, e di rientro del debito sanitario.
Premesso che, secondo la sottoscritta, e nessuno me lo toglie dalla testa,  tutti i chiamati erano a conoscenza dei tagli, degli smantellamenti dei micro ospedali come quello di Pontecorvo, e della costruzione di altri ospedali nella Capitale, ma i Politici, che raccontano un cumulo di fesserie al "POPOLO BUE" perchè è il loro mestiere accaparrarsi il più vasto consenso e lo fa nel modo più becero: CON LE PROMESSE CHE SA DI NON POTER MANTENERE continuano per questa strada sporca senza etica e senza umanità se non il proprio tornaconto.
E così  i "POPOLO BUE", "CREDULONE"  resta cornuto e mazziato.
Ci si indigna, si chiama a raccolta, si vuole attenzione anche con il coinvolgimento di  "Striscia la Notizia" ma chi ci guadagna?
Per il momento la vetrina è dell' IDVche  sta facendo una campagna elettorale squallida e priva di contenuti; quando sento l' on.le A. M. Tedeschi, arringare il popolo in rivolta con: La Polverini costruisce gli ospedali , si ma li costruisce a Roma  e li toglie al Frusinate.
Siamo seri, Sora  e Cassino hanno ospedali nuovissimi, Frosinone dovrebbe aprire a dicembre..la sua non è campagna elettorale.?
Un appello a tutti i Consiglieri Regionali: Se volete che i posti letto restino in Ospedali micro e fatiscenti da tutti i punti di vista. DIMEZZATEVI GLI STIPENDI! MENO AUTO BLU E PENSIONI DOPO 40 ANNI DI DURO LAVORO COME TUTTI NOI-E ALLORA SI CHE LA SANITA' AVREBBE I SOLDI PER ANDARE AVANTI !!! ANCHE CON OSPEDALI SOTTO CASA.