Translate to:

31 gen 2012

IL TAR FISSA L' UDIENZA

IL TAR FISSA L' UDIENZA del ricorso prodotto dal Comitato " NO TARSU" contro il Comune di Roccasecca vessatore-deliberatore dell' aumento stratosferico della tassa sulla "munnezza".
 In seguito all' istanza di prelievo depositata il12/01/2012 dall' Avvocato di fiducia del Comitato, il Tribunale Amministrativo Sez. di Latina ha fissato l' udienza al 10 gennaio 2013
Quindi,  a distanza di un anno dall' istanza di prelievo si verrà a capo della "vexata questio " "TARSU 2011" aumentata in modo esponenziale per dare inizio al servizio di raccolta differenziata, così rimasta  nelle intenzioni dell' Amministrazione Giorgio Bis, visto che a tutt' oggi, di differenziare a Roccasecca non se ne parla proprio.
L' oggetto del ricorso del Comitato "NO TARSU"si ricorda essere:

ANNULLAMENTO DELLA DELIBERAZIONE DI G.C. N.80 DATATA 16 GIUGNO 2011 PER LA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI. DETERMINAZIONE DEL PIANO DEI COSTI E DELLE TARIFFE PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2011; DELLA DELIBERA DEL C.C. N.15/2011; DEL REGOLAMENTO COMUNALE TARSU E RELATIVA DELIBERA N.13/2002; DELLA DELIBERA G.C. N.131/2011

Orbene, visto e considerato che l' Amministrazione Giorgio Bis, Resistente, tassa e tartassa senza dare il servizio per cui tassa e tartassa nella fattispecie "LA RACCOLTA DIFFERENZIATA" e si è ostinata pure  a non concedere la Sospensione della Riscossione dei Ruoli data ad Equitalia;
Che il ricorso è fondato per cui meritevole di accoglimento, ma l' utima parola resta  al Giudice del TAR Sez.Latina il 10 gennaio 2013.
Il Comitato ha pressato e si i è adoperato in tutti i modi ed in tutte le maniere  per un accorciamento dei termini di discussione, ma la Giustizia  Amministrativa ha i suoi tempi lunghi, anche se in questo caso,  relativamente,solo  un anno.

30 gen 2012

INPS-SBUROCRATIZZATA -

INPS-SBUROCRATIZZATA - ma da giugno 2011 invalido senza pensione, e non è la prima volta...... 

Da gennaio 2010 addio al farraginoso iter burocratico del sistema pensionistico, con riguardo alla gestione e lavorazione della invalidità civile, con l'introduzione dell'applicazione della nuova normativa rimodulativa delle commissioni, sistemi telamatici rivoluzionari e tant'altro.
Così era stato detto.....tranquillo caro invalido vero ....non  più Commissioni e sottocommissioni, non più disagi di sbattimento tra una ASL e l' INPS, per accertamenti e controaccertamenti... lungaggini burocratiche addio!!!
Non più  pool di medici e sindacati  che esaminano il caso accuratamente ed emettono un referto che conferma la disabilità, il grado di disabilità e se del caso l' accompagno, il tutto trasmesso ad una commissione Provinciale (es. Frosinone) che avrebbe dovuto visionare il tutto come  organo super partes e se del caso  fare una ulteriore visita di controllo che quasi mai faceva.
Da gennaio 2010 rivoluzione e snellimento che accellerano l' iter burocratico delle pensioni di invalidità ...Unica Commissione dei medici ASL-INPS che visita ed è collegata telematicamente con l' INPS.
Quindi, l' INPS di Cassino, perchè di questa INPS stiamo parlando,  in tempo reale, ha il responso della Commissione.
Quindi è passato tutto il 2010 e tutto il 2011, siamo al 2012 e con tutta la informatizzazione e sburocratizzazione i tempi per avere il sostegno pensionistico per mangiare, restano sempre BLIBLICI .....come mai ?
E' assolutamente inammissibile e denuciabile a chi di dovere che dal mese di giugno 2011, un invalido con le visite e la documentazione in ordine stia ancora ad aspettare il sostentamento di cui ha pienamente diritto, l' erogazione della pensione INPS.
L' invalido, già colpito dalla mala-sorte, languente in mare di dolore, se non avesse familiari amorevoli ed in grado di sopperire all INPS, cosa dovrebbe fare ? Sicuramente la fame e la morte e questo perchè siamo in un Paese Civile.
Ma che paese civile è mai questo, ?  che INPS è mai questa,?   che si compiace di sburocratizzare ma che dai fatti dimostra di avere un sistema che non dà le risposte celeri .....Qui qualcosa non funziona proprio o è farraginosa l' applicazione della legge o è l' organizzazione del lavoro o i lavoratori non addestrati bene o che sono lenti di comprendonio.
E' assolutamante inconcepibile rimanere senza pensione dal mese di giugno 2011, per ben otto mesi, quindi, ma  la lettera e l' accredito dell' INPS a tutt'oggi non è arrivata.
Non si può più tollerare questo andazzo ed è un nostro dovere di cittadini:  
Reclamare dignità, umanità e diritti che competono in quanto  è segno di civiltà ....ma più Civiltà è l' essere ascoltati da chi di dovere in questo caso dall' INPS di Cassino.

BUSTA PAGA PESANTE

BUSTA PAGA PESANTE al Ragioniere Esterno del Comune di Roccasecca ma, sembrerebbe, non in linea con i dettami di legge, così dicono gli oppositori che reclamano la regolarizzazione contrattuale e la restituzione del surplus, indebitamente percepito,

Sindaco e Vicesindaco di Roccasecca
anche se il chiamato in causa, ammette di non essersene accorto, alla spudorata maniera degli Scajola.
Eppure il Dott. Marcello Lanni,  di conti, contratti e buste paga ne dovrebbe sapere molto più dei cittadini normali, ma,  forse, per convenienza,  ha preferito fare lo "gnorri", intascare,  tanto "PAGA PANTALONE" ossia, i Cittadini di Roccasecca.
Insomma, l' Amministrazione Giorgio Bis, chiama a scavalco, a dirigere il II Settore della Ragioneria, il dott. Lanni, con un contratto che prevede ore e retribuzione più di quanto stabilito dalla normativa, nessuno dice niente, fino a quando Bernardo Forte,  allora consigliere di opposizione ravvisando una palese illegittimità del doppio incarico paritario, Cervaro e Roccasecca,  fece opportuna segnalazione alla Procura di Cassino e alla Corte dei Conti.
A tutt' oggi, pare, che la posizione contrattuale del dott. Lanni sia stata rivista e sistemata ma nelle Casse Comunali dissanguate, il dott. Lanni non abbia versato una emerita "cippa"..cosa sta aspettando il Sindaco Giorgio, il Vice, dott. Commercialista, Carmine Guerrino Torriero e l' amministrazione Tutta ?.
Giorgio Bis,  aumenta strategicamente ed illegittimamente la "TARSU" e non dice al dott. Lanni di restituire i soldi presi oltre le sue spettanze.
Scandalosa Amministrazione !!!!!!!!!!!
I Cittadini sono in fibrillazione per aver appreso che loro vengono spremuti come sardine con  TARSU e compagnia bella ....mentre il dott. Marcello  Lanni di Cervaro, messo all' ingrasso, spudoratamente, con i sudati soldi dei roccaseccani.
Se il Movimento dei Forconi passasse per Roccasecca, li inviterei a fare una capatina al Palazzo Boncompagni per ripristinare un pò di Legge e di Democrazia con  i FORCONI.

29 gen 2012

UDC VERSO I FORCONI ....

UDC  VERSO I FORCONI ....e cos' altro ancora si inventeranno  i Moderati di Roccasecca per fare politica? Se questa è la politica,  come quella della Dipetrina Locale (IDV)  e Giorgio Giovanni (PD)  che si baciano e abbracciano dopo che si sono sputtanati a vicenda .......NO GRAZIE....

Dopo le esternazioni di Nota Crescenzo, Consigliere Comunale con delega alla "munnezza",  esponente di spicco dei Moderati nonchè  esponente di rilievo UDC nel Comitato Provinciale del Partito della Vela che si autoincensa per avere un piede in due scarpe e di fare politica per i Moderati e per la Formisano che ringrazia per l' onore concessogli di adoperarsi per far  crescere il Partito di Casini .....blablabla.....UDITE!!!! UDITE !!!!!
Si legge da qualche parte, a firma del Presidente dei Moderati e Segretario dei Moderati, che i Partiti Tutti PDL-PD-IDV e UDC hanno consegnato l' Italia ai professori che appezzentiscono gli Italiani mantenendo intatti i privilegi della Casta , Casta che ha portato sul burrone l' italia  delegando Monti che taglia i servizi ed aumenta le tasse quindi ...Bravi I Forconi COSì DICONO I MODERATI:

Ben venga il popolo dei Forconi, ben vengano le iniziative spontanee dei lavoratori sardi, del Sud, e si mettono a disposizione dei Forconi per aprire un confronto immediato,..... siamo pronti a sostenere le vostre lotte cari amici, ci piace il vostro linguaggio semplice e chiaro.

Questa è la Politica ......poi ci si lamenta che la gente comune si allontana dalla Politica   .....che credibilità possono avere quelli che militano nell' UDC, con Casini  che appoggia senza se e senza ma Monti e il Suo Governo ......

E poi sempre restando nei confini di Roccasecca, come sottacere che, "L' inchino"  del Sindaco di Roccasecca, Giorgio Giovanni, aTonino Di Pietro, leader dell' IDV, non è stato saltuario saluto di un primo cittadino ad una convention di condivisione delle problematiche dei lavoratori FIAT di Piedimonte San Germano, ma solo una  strategica  riappacificare tra A.M. Tedeschi (IDV) e Giorgio Giovanni (PD) con qualche ulteriore cambio di casacca di Giorgio,così  si vocifera. 
Infatti, dopo "l' Inchino" al Capo, "l' Inchino" alla Capa per la vittoria di un odg (buona intenzione)  del Consiglio della Regione Lazio.
Se questi sono i Politici Locali .......nessuno di spessore e nessuno che agisca per il bene comune .......allora?

28 gen 2012

DOPPIA TESSERA PER IL MODERATO NOTA (?)

DOPPIA TESSERA PER IL MODERATO NOTA  (?) così sembrerebbe da un post di un blogger che non chiarisce bene, barcamenandosi maldestramente tra un Partito Forte ed un Movimento che non cresce e non crepa, checchè ne dica, di cui Lui è il solo piatto forte che fa il bello e il cattivo tempo

L' essere diretti e schietti porta spesso ad uno scontro paritario, altrettanto diretto e schietto, ma questo, quando le persone sono dialetticamente vivaci ed aperte ed oneste intellettualmente.
Ma la dialettica paritaria tra blogger politici roccaseccani è pressochè nulla, anzi, non c'è proprio, e questa purtroppo è  l' amara verità, perchè una sana "botta e risposta"  sarebbe salutare per tutti e motivo di crescita ed arricchimento.
Nota è un politico di quelli che non accetta critiche e che non interloquisce, e  ogni tanto che si sente piccato usa la strada del vittimismo contro un "blogger" cattivo, che guarda caso  sarebbe  AnnaMariaBlog (il mio),   che sebbena dica pane al pane e vino al vino, viene tacciato  di perpretare attacchi durissimi alla persona e talvolta addirittura offensivi evidenziando uno stato d' animo "rancoroso"  e forse di nervosismo.
Mi faccia il piacere!!!!!!!direbbe il Principe De Curtis, in arte Totò.
Quindi rispedisco al politico Nota le paroline che ripete e ripete sempre "rancoroso",  nervosismo, e basta che denotano una bassezza d' animo e un non essere all' altezza di gestire situazion e persone scomode di spessore politico e sociale.
Leggere su un blog la nota chirificatrice di Nota -UDC e MODERATO- porta il lettore e conclusione che il Movimento dei Moderati oggi come oggi dà libertà di doppia tessera, cosa che qualche anno addietro era inibita a chicchessia tant' è che mi si constrinse, pur nel ruolo di  Presidente,  a scegliere tra UDC e MODERATI, cosa che feci con serenità e tranquillità nel rispetto di tutti.
Allora, quando scrivo e sottoscrivo che il dr. Nota Crescenzo  fa il bello e il brutto tempo come più gli conviene, non dico bugie, e la prova provata è che il Movimento deve  stare anche alla sua doppia-tripla-quadrupla tessera, come nel suo ultimo incarico nel Comitato UDC di Frosinone.
Acclarato insomma che è Uddiccino ed in quanto tale candidato alle elezioni Provinciali e Comunale e membro del Comitato Provinciale perchè portatore di voti degli assistiti, e che è  pure  uno dei massimi rappresentanti del Movimento dei Moderati di Roccasecca  è di secondaria importanza, ma e nel ruolo condiziona, e non poco tutti  o no?
Insomma ovunque si vada il Piatto Forte è solo Lui.......In bocca al Lupo per i tanti successi politici futuri a Roccasecca.

27 gen 2012

IL GRANDE BLUFF DIPIETRISTA

IL GRANDE BLUFF DIPIETRISTA acchiappaconsenso, come è uso e costume della Dipietrina Locale, A.M. Tedeschi che, con video e pagine di Ciociaria, si pompa di essere l' artefice della chiusura della Discarica  di Cerreto che, come è notorio, sicuramente chiuderà quando sarà piena.

Davide Iannarrelli
E ci serviva l' odg  per questa ovvietà conclamata ? e ci si gonfia pure di orgoglio per l' impegno politico ad un risultato scontato, ovvio, di una ovvietà semplicistica di lieto fine, di bonifica del sito....ma quando ?
Non certamente prima dei 5-10 anni ed in questo lasso di tempo sai quanti giri fa na palla ?
Siamo abituati all' auto-esaltazione del NULLA per scopi meramente propagandistici acchiappaconsenso,  e leggere il quotidiano "L' Inchiesta" di questa mattina, alla pagina 20, un articolo di Davide Iannarelli dello stesso partito -Italia dei Valori-dell ' On.re Roccaseccana A.M. Tedeschi ci ha veramente confortato che siamo sulla stessa lunghezza d' onda.
Detrattori anche coloro dell' IDV, come Iannarelli,  che non ci stanno a sentire le puttanate dell' On.le Tedeschi?
Giuste considerazioni di una mente onesta anche nell' IDV di cui riporto stralci.
Iannarelli tra l' altro dice: " I cittadini devono avere informazioni chiare e precise sui temi che interessano il territorio e non devono diventare strumento per il desiderio di esibire a tutti i costi risultati clamorosi" , (cosa che la Dipietrina fa con puntualità )... prosegue: " Ritengo di cattivo gusto e poco corretto propagandare come vittoria politica l' approvazione di un ordine del giorno che è una semplice manifestazione di intenti ............chiude con un invito all' Onorevole Tedeschi ad una maggiore attenzione nella presentazione dei propri risultati politici sia nell' interesse della collettività che degli altri esponenti del  Partito di Di Pietro.
Meno male aver letto L' Inchiesta ...come aver letto FB... pensieri analoghi al mio.
L' impegno Politico è un impegno serio e costante, ma l' autoincesamento  per una manifestazione di intenti regionale di chiusura della Discarica di Cerreto che sicuramente chiuderà a riempimento, è scoprire l' acqua calda e dare ai cittadini di Roccasecca fumo negli occhi.
Insomma, Le è stato dato un ovvio contentino che vorrebbe tramutare in miniera d' oro, sempre per Lei, VOTI.
Basta con queste patomime dipietriste ....non servono a niente .....specialmete quando sanno di puzza di bruciato .

26 gen 2012

CHIUDE O NON CHIUDE CERRETO ?

CHIUDE O NON CHIUDE CERRETO ? Pare di si......ma ad esaurimento del bacino approvato,...... che presumibilmente avverrà tra 5-10 anni  e nelle more il Benefit Ambientale al Comune di Roccasecca aumenterà, grazie alla  maggioranza della Giunta Polverini,  molto osteggiata dai Dipietristi
LA DSCARICA MAD di CERRETO

Non più autorizzazioni di ampliamento della Discarica di Cerreto al gestore Mad srl,  dalla Regione Lazio, ma  più "ristoro" al Comune di Roccasecca che in questo momento di crisi, alle casse disastrate comunali non può che dare sollievo.
Se fosse dipeso dai Dipietristi questo sollievo, il Sindaco Giorgio, se lo sarebbe sognato, visto che Bucci (IDV) ha detto che non si puà barattare la salute con i benefit e la collega roccaseccana si è astenuta dal commentare.
La Dipietrina Locale inneggia alla chiusura come se dovesse avvenire a breve, ma lei ben sa che, tra il dire ed il fare c' è di mezzo il mare.
Solo fumo e spot per acquisire quell' elettorato che a Roccasecca non ha .
Con la chiusura, dice,  non ci saranno  più gli automezzi ricolmi di rifiuti provenienti da tutta la Provincia e non solo a creare disagio ed altro .
Ma che cavolo dice ? ha dimenticato l' impianto SAF provinciale e il via vai di camion della " munnezza" raddoppiati e triplicati, perchè oltre a svuotarsi alla SAF, attaccata alla MAD quindi tragitto breve di sversamento in Discarica, quando la Discarica di Cerreto chiude e la SAF sta sempre lì sai che via vai di automezzi carichi di rifiuti che olezzi lasciano ?
Quindi non venisse a raccontare frottole e si attivasse per la Raccolta Differenziata a Roccasecca .
I cittadini di Roccasecca non hanno l' anello al naso e vogliono la verità.
La verità è che, intanto,  il bacino concesso al Gestore MAD srl ha una capienza tale che, ai ritmi attuali richiede oltre 5 anni per riempirsi, e  considerando l' intensificarsi delle procedure di Raccolta Differenziata, il tempo di riempimento si allunga sempre di più, e allora ???????????' restiamo pure con la discarica e senza soldi risarcitori? ......

IL SINDACO NON RISPONDE

 IL SINDACO NON RISPONDE, nei tempi di legge, alle interrogazioni dei consiglieri di opposizione come ad esempio quelle inoltrate da Antonio Colantonio eletto con la "Lista Abbate" 

aventi ad oggetto la sicurezza del Centro Anziani e del Campo di Calcetto di Via Roma.
Su tutta la stampa di ieri Colantonio esterna:
 “Circa sette mesi fa ho inoltrato una interrogazione scritta al sindaco di Roccasecca per sapere se le strutture che ospitano i Centro per anziani di via Roma e di via Piave avessero tutte le autorizzazioni in regola sul rispetto della normativa per la sicurezza degli edifici pubblici. Ad oggi, purtroppo, ancora non ho ricevuto risposta".
Come mai il Sindaco non risponde? E' nella legalità non rispondere a distanza di sette mesi ? Forse gatta ci cova.
I cittadini di Roccasecca sono all' oscuro di tutta l' attività amministrativa della Giunta, qualcosina dall' Albo Pretorio on-line, rip- off (bidone), e la cosa indigna e non poco ma che non si risponda ai Consiglieri rappresentanti di una parte del Popolo Roccaseccano questo è veramente inaccettabile.
Ogni tanto ne scappa fuori una, come quella del Campetto di Via Roma rimesso a nuovo e lasciato impraticabile per mesi e mesi..... poi, un' associazione molto vicina all' amministrazione, si impunta, e organizza un torneo di calcetto al Campetto di Via Roma, per aprire alla solidarietà e  si gioca e si inaugura.
Ma quel campetto è sicuro ? Ha tutte le autorizzazioni di legge ? si chiede il Consigliere di opposizione e a questo punto, pure le mamma che mandano i pargoli a calciare.
Ma che la trasparenza e la legalità  non abiti a Palazzo Boncompagni, oltre che dai suddetti casi eclatanti di cui sopra, compreso il sito web farlocco, dall' ultimo pensiero nero su bianco del Consigliere della "Lista Abbate" :

Infine, chiedo di sapere, perché si tratta di soldi pubblici, e in un periodo di scarsa liquidità un comune che aumenta la Tarsu dovrebbe essere oculato nella gestione delle finanze, a che punto è l’iter per la restituzione di soldi percepiti illegittimamente dal responsabile del settore finanziario. Doveva restituire una determinata somma. L’ha fatto ad oggi? Ce lo dica il sindaco Giorgio e il vicesindaco Torriero. Se non lo fanno, anche in questo inoltrerò richiesta alla Corte dei Conti.

Insomma, un' allegra gestione finanziaria con i soldi nostri,  si intuisce, che il Ragioniere di Cervaro,  per qualche errore ha percepito somme non di sua spettanza
- errore del Consulente delle BUSTE PAGA ?
- chi se ne sarebbe accorto ?
- a quanto ammonta la somma che dovrebbe restituire?
- ma l' ha restituita o no ?
 Si spera che il Sindaco abbia rispetto di queste istanze dei Cittadini e pubblichi come stanno effettivamente le cose.......

25 gen 2012

PIANO "MUNNEZZA" LAZIO

PIANO "MUNNEZZA" LAZIO si sviluppa su  Cinque ATO (Ambito Territoriale Ottimale ), come le province :Roma, Viterbo, Rieti, Frosinone,  Latina 

e la cosa poteva pure andare con ogni provincia smaltiva la sua monnezza.
La Provincia di Frosinone,  ben provvista di discariche, inceneritori, impianti di compostaggio ecc..ecc... poteva tranquillamente, si fa così per dire, fronteggiare tutte le emergenze del caso dei 91 Comuni.
Ma non è così, non si sta tranquilli, visto che il famoso Piano Rifiuti della Giunta Polverini prevede degli anomali posizionamenti di alcuni comuni:
Comuni della provincia di Frosinone- Anagni e Paliano- inseriti nell' ATO  di Roma;
Comuni della Provincia di Latina- Minturno, Gaeta, Castelforte, Santi Cosma e Damiano, e Spigno Saturnia- inseriti nell' ATO di Frosinone.
A lume di naso, tale strategico posizionamento sa tanto di una mega-penalizzazione per la Terra Ciociara e specialmente per Roccasecca, sede di discarica con annesso vicinoro impianto SAF.
E' appena il caso di ricordare che quei Comuni della provincia di Latina inseriti nell' Ambito di Frosinone, sono comuni marinari molto vicini  a Roccasecca e  che durante l' estate si riempiono  di villeggianti, quindi,  produttori di  "munnezza" a GOGO'.
E' vero che oggi la Giunta Polverini ha votato la modifica della la legge 27/98 e il relativo OGR 760/08 riguardante  i benefit che saranno  rivisitati alla luce di specifici parametri tecnico-economici e di impatto ambientale in modo da consentire un'adeguata dotazione economica alle Amministrazioni locali per infrastrutture, interventi di formazione e informazione dovute al disagio arrecato dalla presenza degli impianti. Lo scopo e' quello di scongiurare ricadute economico-sociali negative in quelle aree, inclusi gli aspetti psicologici:
A parte l' aumento del  ristoro della Discarica di Cerreto  che va bene ma la "munnezza" di Latina proprio "NO".
Plaudo pertanto al Presidente della Provincia, Antonello Iannarilli, che si sta battendo in tutti i modi ed in tutte le maniere con tutti  Sindaci della Provincia, compreso il Sindaco di Roccasecca,  per una rimodulazione dell' ATO e buona anche l' idea del Ricorso al TAR.
Anzi suggerirei una proposta da fare a Polverini di ridisegnare le Province:
Anagni e Paliano se le porta in provincia di Roma, mentre  Minturno, Gaeta, Castelforte, Santi Cosma e Damiano, e Spigno Saturnia-si aggreghino alla Provincia di Frosinone.
Poi , se l' UDC è stata così convincente con il Piano Scuola, perchè non esserlo pure con il Piano Rifiuti ?
E Fiorito e Abbruzzese, pezzi da novanta del PDL Ciociaro, potrebbero intervenire o no?
Fiorito ed Abbruzzese,  ci siete .?????????????.........-battete un colpo......

I POTERI FORTI

I POTERI FORTI  la fanno sempre da "PADRONI" -vedi Piano Dimensionamento Scuole Ciociare-

Il cambio di casacca da PSI a  UDC  della Laura Materiale, figlia del Sindaco di Castrocielo, ha prodotto un forte valore aggiunto allo strapotente  Filippo, imperatore di Castrocielo,  che questa mattina, dai giornali, esulta per aver ottenuto dalla Polverini, Zezza, Ciocchetti (Regione) e Iannarilli, Quadrini (Provincia FR), l' Istituto Comprensivo Autonomo, sganciato da Roccasecca-.
Complimenti vivissimi per questa vittoria meritatissima, così si fa politica, altro che l' UDC di Roccasecca, appecorata per una manciata di voti al Sindaco Giorgio.
L' UDC a Roccasecca con quei due componenti al Comitato Provinciale, saranno solo buoni, in campagna elettorale, a portare qualche voto di questuanti bisognosi, al personaggio importante e potente UDC.
Prendete esempio da Filippo che, grazie all' UDC, Provinciale e Regionale ha ottenuto lo stravolgimento del Piano di Dimensionamento Scolastico Provinciale, rendendo autonomo l' I.C. di Castrocielo.
Comunque, grazie all' Ass.re  alla cultura provinciale, Arch. Antonio Abbate, resta ferma  l' aggregazione all'Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca dell'I.T.C. di Roccasecca, della scuola primaria e della scuola dell'infanzia di Colle San Magno.
Questa è un' operazione importante per Roccasecca e per Colle San Magno che altrimenti ne sarebbe uscito veramente penalizzato.
Le alchimie di Castrocielo non ci interessano..... auspichiamo soltanto che il dirigente scolastico dell' I.T.C di Roccasecca metta in moto offerte scolastiche innovative ed appetibili per orientare gli studenti delle medie, non solo di Roccasecca e Colle San Magno, ad iscriversi e frequentare l' I.T. C. di Roccasecca

A SINGHIOZZO

A SINGHIOZZO Ritorna l' albo pretorio on-line di Roccasecca, in concomitanza dell' arrivo del nuovo Segretario DOTT. MAURO ANDREONE, cui auguriamo benvenuto e buon lavoro

Si apprende così,  che le prime delibere di Giunta riguardano l' urgenza di Cassa, forse per pagare quella famosa autofficina che tiene in ostaggio il compattatore il cui fermo costa ai Roccaseccani € 200,00 giornalieri di affitto  per avere sempre Roccasecca LURIDA, e forse anche servono per aggiustare il semaforo del Bivio, prima che ci scappi il morto.
Comunque le prime deilibere della  Giunta Giorgio Bis:

- n. 1 del 18 gennaio 2012 riguarda una bella anticipazione di cassa fino a un massimo di  € 1.254.148,76,  al tesoriere, Banca Popolare del Cassinate per l’esercizio finanziario 2012 per :
a) necessità di far fronte ad eventuali e temporanee esigenze di cassa;

-n 2 del 18 gennaio 2012 riguarda l' applicazione che l’art. 159 del D.lgs. 18 agosto 2000 n. 267:
I servizi indispensabili quantizzati per il semestre Gennaio/Giugno 2012

a) pagamento delle retribuzioni al personale dipendente e dei
conseguenti oneri previdenziali, importo determinato in  681.006,74
b) pagamento delle rate dei mutui      349.877,62
c) pagamenti per l’espletamento dei servizi locali indispensabili 1.459.696,51
     Per un  Totale   di   2.490.580,87

Ai Cittadini di buonsenso, questi numeri dicono qualcosa o forse no... anche perchè si sconosce allo stato ha il quadro generale del bilancio Comunale come ad esempio le entrate effettive tributarie ed extratributarie .......
Il dato certo è che il Comune di Roccasecca  faccia molto affidamento solo sulle anticipazioni di cassa del tesoriere sulle quali, ANTICIPAZIONI, è appena il caso di ricordare si pagano INTERESSI e non sono tanto soft.

24 gen 2012

NON C' E' IL MORTO

NON C' E' IL MORTO quindi, ......il semaforo del Bivio può anche rimanere rotto,.... più o meno il pensiero dell' Amministrazione Giorgio Bis.

A quasi un mese dall' incidente che procurò la messa fuori uso del semaforo del pericolosissimo Bivio di Roccasecca : incrocio Via Casilina come le Via Montello e Piave, ancora del giallo-rosso-e verde, neppure l' ombra.
Tutto lasciato al buonsenso, alla prudenza alla calma dei guidatori all' arrivo al punto nevralgico del Bivio:
Nelle rappresentazioni mentali prevale il Giallo: prudenza...attenzione .....e affidarsi nelle mani di Dio.....visto che proprio nelle vicinanze i cartelloni pubblicitari a misura di volante la fanno da padrone, non permettendo una visione della Via Casilina Libera.
E' capitato anche a me che sono prudentissima ...da Via Montello pianin pianino mi immetto sulla Via Casilina -direzione Arce- controllo bene il traffico di questa direzione, ma non l' altra direzione Cassino ed evito per un pelo l' impatto.
Il Sindaco, pressato dai preoccupati cittadini se ne esce con due comunicati stampa, nel primo racconta dell' interessamento dell' Amministrazione e dei tempi tecnici per riparare il guasto e ci ha tenuto a precisare che l' amministrazione ha pronti i 10mila euro per pagare la ditta riparatrice  ......nel secondo, quello di oggi: i cittadini stiano tranquilli che che non ci sono stati incidenti.
Ma se la responsabilità della messa fuori uso del semaforo è da attribuirsi al guidatore dell' auto c' è una assicuarzione che dovrebbe sborsare i danno o no?
E allora il Sindaco perchè dice che sono pronti i soldi del Comune?
E poi  i soliti rumors mi hanno riferito che gli incidenti ci sono stati eccome, sebbene di lieve entità,  ma che sta aspettando l' ASSICURAZIONE o  il MORTO?

23 gen 2012

I TROMBONI AMMINISTRATIVI

I TROMBONI AMMINISTRATIVI, con gli editoriali domenicali su Ciociaria, raccontano frottole,  mentono spudoratamente su tutto, mentre i cittadini di Roccasecca vogliono risposte, non ritorsioni e deviazioni.



Tra domenica e lunedì, dopo un lungo  tempo di decantazione degli attacchi di AnnaMariaBlog e dell' Opposizione della Lista Abbate, il giornale di Ciarrapico,  ha dato ampio spazio al Sindaco, Giovanni Giorgio e al suo Vice Carmine Guerrino Torriero, che si sono sbizzarriti sulla "questione tormentata", del Piano Scuola Regionale, arrogandosi spudoratamente i meriti dell' accorpamento di Colle San Magno e Castrocielo e inoltre lanciando accuse ingiustificate alla Provincia per il non intrevento sulla pericolosa "sinkole" che da anni e anni insiste alle spalle della Casa Comunale ometteno di citare quella tra il Comune e la Scuola Elementare.
Il Sindaco ed il Vice sono artisti di strategie dilatorie facendo, forse,  affidamento sulla memoria corta dei lettori roccaseccani, quindi,... tempistica ultra large, scelta dei comunicati a tutta pagina o mezza pagina (assolo), sul  giornale più letto a Roccasecca la  domenica.
Ecco come si spendono i nostri soldi .......per far fare un figurone (??????????) a Giorgio e Torriero che non dicono tutta la verità, mentono sapendo di mentire, pensando anche che i Roccaseccani hanno l' anello al naso.
Il Sindaco e il Vice ci devono dire perchè hanno disertato tutte le sedute preliminari per la redazione  del Piano Scuola  Provinciale.....
Sono stati chiamati e richiamati dall' assessore Quadrini ma solo all' ultimo minuto secondo  sono andati ad indignarsi alla provincia, quando l' Assessore Abbate era intervenuto e avuto, L' I.C.,  la Presidenza con gli uffici e dopo il Sindaco di Colle San Magno, tramite il legale Sacco, aveva ottenuto l' accorpamento a Roccasecca ed il buonsenso l' accorpamento pure di Castrocielo a Roccasecca.
Loro sono stati inerti fino alla fine  questa è la verità.
Devono risponderci chiaro e tondo a questa domanda:
Sindaco e Vice Sindaco, avete partecipato alla tavola provinciale della redazione del Piano Scuola ? SI O NO.....poche chiacchere.
Altre domanda semplici  riguardo alla frana (sinkole)  nei pressi della Casa  Comunale:  
- perchè non l' ha sistemata Scalia durante il suo mandato provinciale?
- èvero che anche  recentemente i  tecnici della Provincia hanno effettuato un sopralluogo presso l’ufficio tecnico comunale?
- è vero che non risultano pervenuti agli atti del Comune i pareri di cui al vincolo paesaggistico che copre il centro storico come scritto dall' Arch. Abbate, assessore alla cultura ?
Perchè gli editorialisti domenicali non ci spiegano :
-perchè non è partita la raccolta differenziata ?
-perchè Via Aspide è in braccio al bambino come tutte le altre vie comunali ?
-perchè il semaforo del Bivio non si aggiusta ? Che si aspetta il MORTO ?
perchè....perchè ......ed ancora tanti perchè......
Peccato proprio che il Giornale di Ciarrapico snobbi AnnaMariaBlog perchè potrebbe far giungere ai suoi lettori un' altra voce, la voce di chi non ha voce, un' altra vera verità nuda e cruda sull' Amministrazione Giorgio Bis.

UDITE .....UDITE....

UDITE .....UDITE...NOTA CRESCENZO, EX MODERATO, nel direttivo dell' UDC della Provincia di Frosinone insieme a Giuseppe Marsella ed altri.......



Ecco i due Big istituzionali  di Roccasecca, che nella giornata del Congresso Provinciale UDC di ieri, sono nella rosa dei 50 eletti del Comitato Provinciale di Frosinone.
Sono loro due, Nota e Marsella, che da oggi dovrebbero scendere in campo a Roccasecca e d' intorni per aprire il Partito, come ha detto l' On.le Formisano, con la speranza di diminuire la distanza che esiste oggi tra il mondo politico ed elettori, una distanza che va colmata da un impegno quotidiano, non solo in campagna elettorale.
Belle parole e stupendi intendimenti ......ma i due Big Roccaseccani, saranno in grado  di fare questo "compitino" non certo semplice e facile? Mah!! chi vivrà vedrà !!!!!!
Intanto, si sono accaparrati il posticino al Comitato Provinciale e poi ........Dio provvede...
Ma il fatto eclatante, degno di rilievo sul territorio  è che : Nota Crescenzo ha abiurato alla tessera dei MODERATI per quella più prestigiosa, concreta e pesante dell' UDC tant' è che sta nel Comitato.
Nota,  personaggio di spicco dei Moderati, prestato all' UDC per le elezioni Provinciali Ciociare, prestato a Giorgio alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca ora lascia il Movimento e il suo lascio procura veramente la morte dei MODERATI.
Gli attuali maggiorenti che in passato ebbero la sfrontatezza di elevare ignominose accuse di vendita del MOVIMNTO DEI  MODERATI per  "un piatto di lenticchie"  ......vergognatevi!!!!!!, mettetevi una maschera !!!!!
Ora è palese chi dice la verità e chi mente, sapendo di mentire, chi fa politica per passione e chi la fa per "poltrone".
Ahahahah!!!!! il tempo è galantuomo diceva l' ex Presidente dei Moderati, Pino Testa, e tempo ci vuole che la vera natura dei politichini venga fuori in tutta la vena-verità affaristica - compromissoria - inciucioria.
Quale  ignobile fine !!!!!.grazie ai manichei attegiamenti della nuova dirigenza ruotante intorno a Crescenzo Nota di Colle San Magno.
Il tempo è veramente galantuomo.....il Movimento è Morto con Crescenzo Nota al Direttivo UDC......AMEN.....

22 gen 2012

"CITTA' FUTURA" - LISTA CIVETTA (IDV)-

"CITTA' FUTURA" - LISTA CIVETTA (IDV)- in appoggio della Lista vincente " Progettiamo il Futuro  ", per contrastare la vittoria sicura della "Lista Abbate"

Due ELETTORI CITTA' FUTURA
Altro che Cambiare Roccasecca, come diceva il logo della lista di Tanzilli, peraltro stessi colori e la parolina "Futura/o" in ambedue .......
Che strana coincidenza, ma le due Liste avevano un preciso  accordo di far fuori la Lista Abbate, lista di giovani, professionisti, artigiani, commercianti  che avrebbero fatto rinascere Roccasecca dall' oscurantismo in cui l'aveva portata l' Amministrazione di Giorgio......ma soprattutto avevano paura di un ritorno del  Sindaco Illuminato,  Abbate,....... 
Ci si sono applicati, Giorgio e Tedeschi, quest' ultima seppur on.le regionale con  pochi voti  e poco appeal a Roccasecca, e grazie ai giovani autsider della Lista Civetta "Città Futura"  portatori di qualche voto, ci sono  anche riusciti, gabbando gli elettori, però.
Ora, dall' esposizione di Giorgio alla Convention Pedemontana di Di Pietro,  la Lista inganno,  quella di Città Futura, per capirci, si è appalesata in tutto il suo squallore per tutti gli elettori che desideravano  fortemente un affrancamento dalla inefficienza e inefficacia conclamata di Giorgio.
E' tutto chiaro,  un intimo rapporto (politico) sottostante, tra Giovanni Giorgio e A.M. Tedeschi iniziato con le Regionali e continuato con le Amministrative, per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca.
I Roccaseccani devono sapere che, per i personalismi di Giorgio e Tedeschi,  Città Futura si è venduto il Rettore Osvaldo Iorio, rettore uscente della UPTE, le famose battaglie ambientali e quant' altro......
Fatto: Roccasecca è in mano a Di Pietro.
Fatto: Città Futura non fa Opposizione se non blanda .....
Fatto: Il Sindaco Giovanni Giorgio (PD) si inchina a Tonino di Pietro,
Fatto: Roccasecca è sull' orlo del precipizio vuoi ambientale, vuoi civico, vuoi amministrativo.
Fatto: a Roccasecca le strade sono colabrodo, voragini.
Fatto: a Roccasecca i rubinetti delle abitazioni sono senz' acqua (bene primario).
Fatto: a Roccasecca il Sito Web non funziona.
Fatto: Il semaforo del Bivio rotto da tempo e il pericolo incidenti aumenta.
Fatto: Il Sindaco di Roccasecca quintuplica la TARSU .
Fatto: A Roccasecca non parte ne mo ne mai la Raccolta Differenziata.
Fatto: I camioncini dell' immondizia (compattatori) rotti e non ci sono i soldi per pagare l' officina.
Fatto: Roccasecca senza Segretario Comunale dal mese di dicembre u.s.
Fatto: Ufficio LL.PP. senza responsabile.
Fatto : Il Sindaco e la Dipietrina Locale pappa e ciccia
Fatto: I Rumors dicono che il Sindaco Giovanni Giorgio si è tesserato con il Partito Dipietrista.
Ma quanti Partiti ha girato ? Lo zoccolo duro dei suoi voti fanno gola  a Di Pietro .......
E' questa la POLITICA A ROCCASECCA.........COSI ' E' SE VI PARE

21 gen 2012

"L' INCHINO" DI GIORGIO ALL' ON. DI PIETRO

"L' INCHINO" DI GIORGIO ALL' ON. DI PIETRO alla convention IDV presso Hotel San Germano -di Piedimonte S.G. (FR), -  per parlare di lavoro e sparlare della FIAT di Marchionne.

Ma, al di la delle parole...bla, bla, bla, la presenza del Sindaco di Roccasecca, restio a partecipare alle manifestazioni del suo paese, forse quale continuum del  rapporto sottostante con la di lui beneficita regionale, Dipietrina Locale?
Ancora trame dipietriste locali per il proprio tornaconto ? Che, per caso,  servono ancora i voti di Giorgio per il Parlamento ?
Questo è.....altro che, come cianciato, Di Pietro a Piedimonte ERA LI per fare la vera politica (?) di  ascolto, confronto e risposte ...e con chi ? con il  Sindaco di Roccasecca,  invitato speciale dalla compaesana beneficiata ?.
A questo punto, poco convincente, anzi non convince affatto, l' opposizione Consiliare di Città Futura, poco incisiva, molto blanda a parte il tardivo ricorso TARSU per rompere le uova al Comitato "NO TARSU" tempestivo ed attivissimo.
La nuova e buona  (?) politica  del Partito di Di Pietro anche a Roccasecca sa tanto di familismo, bluf, inciucio e quanta' altro e cela, senza ombra i dubbio,  un disegno geopolitico-affaristico molto pericoloso.
Il Sidaco Giorgio alla convention IDV
E' vero, la politica è ascolto come dice l 'IDV, ma ascoltare la gente che non arriva a fine mese, ascoltare i giovani senza lavoro e senza futuro, le mamme che non ce la fanno più.......no ascoltare di Pietro e C.
Giorgio che ascolta Di Pietro e come mai ? Giorgio........Giorgio deve ascoltare i Roccaseccani che non ce la fanno proprio più con le strade colabrodo, le pericolese  sikole su tutto il territorio, i semafori che non funzionano come il sito web del Comune, la "munnezza" che non si toglie e la differenziata che non parte, con i rubinetti a secco tutti i giorni o quasi mentre l' acqua sgorga dal terreno per i tubi rotti, ponteggi per LLPP che stanno lì da tempo e creano disagi a non finire come quello alla ex Casa delle Suore di Vicolo Paolozzi.
Se i lavori sono terminati perchè non si levano i ponteggi ?e non solo questo ma anche altro .......
Per questo scenario desolante, invito la Lista Abbate, o meglio, quello che è rimasto, ad avere uno scatto di orgoglio per fare di una minoranza una maggioranza (opposizione consiliare + extraconsiliare), se hanno veramente a cuore Roccasecca.
I Roccaseccani chiedono semplicemnete una sana amministrazione che faccia i loro interessi, che soddisfi i loro bisogni e sopratttutto curi una evoluziono socio-economica-culturale della Patria di san Tommaso e Severino Gazzelloni.
E come diceva Gaber : La libertà (politica)  non nasce sopra un albero, la libertà (politica) è PARTECIPAZIONE.......

20 gen 2012

RENDERE PUBBLICI GLI INDENNIZZI

RENDERE PUBBLICI GLI INDENNIZZI degli Amministratori di Roccasecca, così come ha fatto, qualche giorno fa l' amministrazione di Cassino sul quotidiano "L' Inchiesta"

sarebbe il minimo atto di trasparenza di ogni buona e sana amministrazione.
Cassino, cittadina con più di 30mila abitanti, il quintuplo di Roccasecca, ha messo in Piazza gli emolumenti percepiti, così come mette in Piazza quotidianamente il lavoro amministrativo, specialmente su  "L' Inchiesta".
Il Sindaco Petrarcone incassa 1987 euro, Enzo Salera, assessore al bilancio, guadagna 895 euro e udite ...udite... l' omologa, ai servizi sociali, del nostro assessore Marcuccilli, ass.re Stefania di Russo viene remunerata con solo euro 363 ecc.ecc.
L' assessore ai servizi sociali i Roccasecca, Alessandro Marcuccilli, pare si attesti in un paese piccinino,  come Roccasecca sui 1000 euro e passa...
Perchè questa macroscopica discrepanza  ?
Perchè gli amministratori di Roccasecca non mettono in Piazza, nè gli indennizzi percepiti, nè le loro attività, come mai ?
Hanno forse timore di rendere edotti gli elettori-pagatori-di quanto costa alla cittadinanza questa casta ?
Anche Roccasecca ha la casta istituzionale che caro costa per avere sviluppo socio-economico e qualità di vita......NULLO
Operano nelle secrete stanze di Palazzo Boncompagni, a giorni alterni, e ad un part time scandalo e  cosa producono non è dato sapere.
Forse piani particolareggiati per favorire qualche collega, questo si vocifera, e qualche incaricuccio ad amici, parenti, conoscenti.
Non si capisce  perchè il sito web fuori uso (la legge non interviene) e dai giornali parche notizie se non sponsorizzazioni di feste e festine.
Allora,   caro Sindaco .....  faccia mettere in Piazza i cedolini degli stipendi degli amministratori, con annessi e connessi, come pure tutte le attività istituzionali comprensive dei Piani Particolareggiati, Lottizzazioni varie, e cosa soprattutto si sta facendo per il Sociale, visto che il Consorzio di Cassino è sull' orlo del fallimento e la Polverini ha chiuso i rubinetti e non intende più riaprirli.

18 gen 2012

EMERGENZA A VIA ASPIDE

EMERGENZA A VIA ASPIDE: slalom, tra buche diventate voragini, per l' incuria e l' abbandono perpetrati dall' Amministrazione Giorgio Bis, sin dal maggio ante-elezioni.







Gli abitanti di Via Aspide si  sentono trattati come "parìa" dal Sindaco Giorgio, visto che altre Vie nelle stesse condizioni, in prevista illuminazione,  sono state illuminate, mentre dove vivono loro le   buche promissorie i luce, scavate due giorni prima delle elezioni, stanno diventando dei micidiali attenatori alla incolumità delle persone e delle autovetture.
Quelle buche, che dovevano essere alvei di pali elettrici, sono rimaste non solo senza pali ma esposte agli agenti atmosferici corrosivi (pioggia, vento,gelo ), sono diventate crateri pericolosissimi per le macchine i cui guidatori costretti a slalom gigante per non incorrere in incidenti anche gravi per l' autovettura ed il guidatore.
Per non parlare poi dei danni al manto stradale senza manutenzione dal 1993, anno di asfalto con l' esborso monetario  di 500.000 lire a famiglia, aiutino all' amministrazione dell' epoca.
Non sanno a chi Santo rivolgersi i poveretti che vedono fare altre buche per l' illuminare altre vie come quella del Castello  e non riescono a capire la logica amministrativa di trivellare l' asfalto, aprire buche, e non portare a termine i lavori di Via Aspide.
Sono molto preoccupati che in queste rigide giornate i gennaio, con temperature anche sotto lo zero, i passanti, spesso anziani possano scivolare su pozzanghere ghiacciate e nelle voragini.
Fino ad oggi, pare nessuna grave conseguenza.
Auspichiamo, pertanto,  che quando metteranno i pali a Via Castello li metteranno pure alla Via Aspide, altrimenti......a mali estremi ......estremi rimedi ......così dicono i residenti "parìa", di Via Aspide.

17 gen 2012

ROCCASECCA AGGREGA CASTROCIELO

ROCCASECCA AGGREGA CASTROCIELO  non certo grazie all'Amministrazione Giorgio bis e soprattutto al Sindaco disertatore di professione dei tavoli provinciali concertativi e all' assessore alla Scuola, Alessandro Marcuccilli, in tutt' altre faccende affaccendato (scazzeggio-istituzionale). - Questa la verità nuda e cruda-
Di Nota Antonio
 Ma il Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, forse si ammanterà di meriti che non merita, nel puro stile Giorgiano-Torriero ed è per questo che mai come in questo episodio  i concittadini devono ascoltare la voce di chi non ha nè voce, nè potereAnnaMariaBlog.
Il Sindaco di Roccasecca e l' assessore competente  sono stati assenti e latitanti a tutte le chiamate dell' assessore prov.le Quadrini, per la redazione del Piano-Scuola 2011/2013, come richiesto dalla Regione Lazio.
Di conseguenza, il sempre presente Materiale, Sindaco di Castrocielo ha fatto passare tutte le sue mozioni tendenti ad incrementare il numero degli alunni di unità 286 con l' accorpamento dei  plessi di scuola dell'infanzia e primaria di Colle San Magno-Comune Montano ‭ (‬numero alunni in totale pari a‭ ‬27‭) per poter raggiungere l' autonomia di I.C., inguaiando Roccasecca e Colle San Magno, nel modo più spregiudicato ed in barba alle direttive regionali.
Per fortuna qualcuno non dorme e da una soffiatina ad AnnaMariaBlog,  che immantinente informa.
‭Si forma così una libera ed autonoma ‬squadra, ognuno con le proprie peculiarità e competenze  per un lavoro di far capire all' Osservatorio Regionale che quella bella pensata di accorpare Colle San Magno a Castrocielo era veramente pura follia , un far male a Tutti, disagi inimmaginabili alle famiglie ed ai ragazzi di Colle San Magno e costi più elevati alla P.A.
Onore e merito al tempestivo intervento del Sindaco di Colle San Magno, Antonio di Nota che si è avvalso dell' opera del legale, Avv. Giuseppe Sacco che è anche consigliere di opposizione del Comune di Roccasecca per districare la matassa del piano-scuola penalizzante.
La verità è che l' Avv. Giuseppe Sacco ha redatto un documento puntuale e preciso per far capire all' Osservatorio Regionale che quel Piano Provinciale, ripeto, frutto dell' interesse di Castrocielo e dell' assenza di Roccasecca, procurava fortissimo nocumento a TUTTI in termini di costi, senza raggiungere gli obiettivi richiesti: offerta formativa funzionale -ridurre il disagio degli studenti.
Riassumendo,  i dati salienti del documento Sacco, che hanno chiarito ai deliberanti l' efficienza e l' efficacia di una rivisitazione del Piano sono stati:
L' unica arteria che collega il comune montano di Colle San Magno al resto dell' Italia è il suo passaggio per Roccasecca da cui dista circa Km3, quindi paese più vicino, mentre più distante risulta Castrocielo  circa Km 10.
Poi Roccasecca Comune di circa 8000 abitanti n. alunni 762 e strutture scolastiche idonee, ammodernate per accogliere alunni anche di più comuni limitrofi.
Insomma senza disquisire oltre sui cavilli legali che l' Osservatorio ha recepito in toto per rimodulare il dimensionamento Roccasecca-Colle San Magno-Castrocielo.
Fatto è che i ragazzi in età scolare di Colle San Magno continueranno a venire a scuola a Roccasecca e l' I. C. di Castrocielo aggregato a Roccasecca, quest' ultima è la novità del Piano di dimensionamento scolastico della Regione lazio.
Al Sindaco i Roccasecca non resta altro che il compiacimento delle   scuole roccaseccane non smantellate, anzi potenziate e questo, solo grazie al Sindaco di Colle San Magno,  Di Nota Antonio,  all' avv. consigliere di opposizione, Giuseppe Sacco ed AnnaMariaBlog.

16 gen 2012

RETE SCOLASTICA LAZIO

RETE SCOLASTICA LAZIO Castrocielo aggregato a Roccasecca anche grazie al "casus belli" Colle San Magno ed al rigetto dell' emendamento, in commissione,  della Dipetrina Locale, A.M.Tedeschi.

 così dai "rumors" Regionali e Roccaseccani.
Comunque è stato partorito il Piano Regionale di riordino della rete scolastica, tra tagli, lamentele dei sindacati per il mancato coinvolgimento   del mondo della scuola e di provvedimenti che spesso non rispettano le indicazione dei consigli di istituto, politici scontenti (quelli dell' opposizione, naturalmente) che devono rendere conto all' elettorato della perdita delle posizioni scolastiche che creano disagio alle famiglie e quant' altro.
Roccasecca ne esce vincente su Castrocielo anche grazie a Colle San Magno che non ci stava proprio a far  baipassare Roccasecca per Castrocielo.
A dirla tutta, la verità, il Sindaco Di Nota Antonio si è adoperato in tutti i modi ed in tutte le maniere, anche con azioni legali,  per far si che gli studenti del suo Comune restassero fruitori dei servizi delle  scuole Roccaseccane, risparmiando disagi non indifferenti ai ragazzi ed alle famiglie collacciane.
Dicono pure che sia stato stravolto il Piano-Provinciale di Quadrini ma questo a noi di Roccasecca poco importa......siamo gioiosi per le aggregazioni di Colle San Magno e Castrocielo.
Sicuramente è andata storta  al Sindaco di Castrocielo, Filippo Materiale, visto e considerato che si era tanto speso in Provincia tramite la figlia Laura (UDC), nel mentre il Sindaco Giorgio (PD) latitava.
Auspico che non ci siano inciuci di sorta e pressioni politiche UDC del forte Materiale, per uno stravolgimento del Piano-Scuola approvato dalla Giunta Polverini ,ma chiamo una volta ancora i Cittadini di Roccasecca, soprattutto quelli interessati, genitori che hanno figli in età scolare, a tenere alta  la guardia. 
La politica è fare il bene comune della collettività e non il piccolo interesse di bottega  tramite il capo-bastone.
L' offerta di Roccasecca è ottima, come pure la logistica e l' accorpamento di Castrocielo viene  effettuato con attivazioni di indirizzi più adeguati alle prospettive di sviluppo.

14 gen 2012

I.C. DI CASTROCIELO

I.C. DI CASTROCIELO  aggregato all' I.C. di  Roccasecca, la prima  buona novella del 2012

Assessore alla cultura Provincia Frosinone - Antonio Abbate
La giunta Polverini ha approvato il Piano Regionale di Dimensionamento delle istituzioni scolastiche, anno scolastico 2012/2013 con delibera n. 263 dell' 11 gennaio 2012 .
Nessun smantellamento delle scuole di  Roccasecca, anzi così si legge in delibera: l' Istituto Comprensivo  di Castrocielo è stato aggregato all' Istituto Comprensivo  di Roccasecca.
Ribadisco, convintamente, con profona soddisfazione, questo traguardo   solo grazie al preventivo intervento convincente dell' assessore alla cultura, Antonio Abbate presso il collega Quadrini, gestore del Piano provinciale di dimensionamento scolastico,  mentre l' assessore roccaseccano  delegato, Alessandro Marcuccilli, era in stand-by e il Sindaco e C. disertava tutte le riunioni dei sindaci della provincia, svegliandosi ed indignandosi a giochi fatti e bocce ferme.
Le famiglie di Roccasecca hanno corso un brutto rischio veramente, per l' inerzia dell' Amministrazione Giorgio Bis.
Sono orgogliosa anche per aver dato il contributo mediatico...... alla causa delle Scuole di Roccasecca.
A parte tutto, l' importante è che Roccasecca non solo avrà un Istituto Comprensivo, che mette insieme in un unico polo, scuole materne, elementari, medie e istituto di ragioneria, ma di fatto viene mantenuta anche la presidenza e gli uffici amministrativi, ma aggrega, con la delibera summenzionata, l' I.C. di Castrocielo.
Quando si dice: la persona giusta al posto giusto, fa le cose giuste, nel momento giusto.
Questo si può dire in questo caso: L' assessore alla cultura, Arch. Antonio Abbate (persona giusta), a Frosinone (posto giusto), perora la causa al collega Quadrini (cosa giusta), a  non far smantellare le Scuole di Roccasecca(momento giusto).
Un bel risultato, non c' è che dire,  che riempie di orgoglio i Roccaseccani di essere rappresentati alla provincia da cultori della cultura come Abbate  : "Un bel  risultato che garantisce dignità e prestigio alla città e che eviterà fastidiosi disagi ai genitori dei ragazzi per quanto riguarda l’aspetto della gestione degli adempimenti burocratici, così come  dei rapporti con la presidenza " (A.A).
A noi Roccaseccani rinnoviamo il grazie : Grazie Polverini,  Grazie Assessore Quadrini, Grazie assessore Abbate che ti sei speso per la tua città, grazie, per aver dato ascolto ai bisogni degli operatori (preside, insegnati, personale ATA ed altri)  e dei fruitori delle Scuole di Roccasecca (alunni e genitori).
In conclusione l' Istituto Comprensivo di Roccasecca aggrega l' istituto Comprensivo di Castrocielo.

13 gen 2012

REFERENDUM INAMMISSIBILI

REFERENDUM INAMMISSIBILI così si è espressa la Consulta ieri, giovedì 12 gennaio 2012 e "amen"

Era nell'aria che l' abrogazione del Porcellum dovesse passare non per "referendum", bensì per le aule del Parlamento che, sebbene tutti d' accordo trasversalmente,  che era una "pessima" legge che aveva sostituito una " cattiva legge (Matterellum) e pertanto doveva essere riformulata, per anni ed anni, però.....nulla di fatto.
Mai hanno trovato l' accordo, i nostri parlamentari nominati,(PDL-PD-LEGA-IDV),   tante idee, tante proposte ma nessuna condivisione, nessuna volontà di modificare il " Porcellum"....mai un' analisi, neppure una discussione ed ora?
La Consulta ha ribadito la necessità  della riforma elettorale, il Presidente Napolitano sollecita il Parlamento alla riforma ed i Parlamentari si, ma, se, forse, boh! altre priorità.
Ma che priorità .......c' è il Governo Tecnico che provvede a governare e loro potrebbero dedicarsi a legiferare ...o no?
Ma la vogliono o non la vogliono fare un' autentica riforma del sistema elettorale ?
Secondo la gente comune  una nuova legge è proprio necessaria, va fatta  per  eliminare finalmente il bipolarismo coatto e ridare agli elettori il diritto di essere rappresentati.
Ed il sistema proprorzionale sia l’unico che possa garantire una rappresentanza vera insieme alla ricostruzione della democrazia italiana.
Comunque al di la dei sistemi quello che vogliamo veramente è riappropriarci del diritto democratico di scegliere la rappresentanza
Chiediamo dunque al Parlamento e alla politica di mettersi al lavoro per non deludere ulteriormente il Popolo Italiano, già schifato dalla Politica e da chi la gestisce " facendo sempre il proprio tornaconto ".
Presto .....all' annullamento di quella brutta e sconcia legge Calderoli....bene al ripristino della democrazia...
Al voto sì..... ma con una nuova legge di qualità democratica.....speriamo.....

L' ALBO PRETORIO ON-LINE

L' ALBO PRETORIO ON-LINE di Roccasecca sempre più "farlocco" contravvendo, quindi,  alla disposizione della  legge  n. 69 del 18 giugno 2009 e  Le autorità non intervengono......
Non è una novità per i cittadini-contribuenti assuefatti all' Amministrazione Giorgio Bis-mentre, per quelli non assuefatti che si mostrano e dimostrano  senza infingimenti e senza paure e senza riguardi, si batteranno strenuamente per avere, non solo un Albo Pretorio funzionante a norma di la legge, ma un' Amministrazione Normale che  rispetti i diritti dei Cittadini-Contribuenti e che sia in grado ed all' altezza del compito cui sono stati investiti dal Popolo Sovrano, come ad esempio la modernizzazione dell'azione amministrativa mediante il ricorso agli strumenti ed alla comunicazione.
Legge impone a tutti gli Enti Pubblici, compreso il Comune di Roccasecca, quindi,  di avere siti informatici istituzionali dove pubblicare atti provvedimenti amministrativi aventi effetti di pubblicità legale.
Infatti  l’art.32, comma 1 della legge 18 giugno 2009, n.69 ha sancito che “a far data dal 1 gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati”.
Inoltre, il successivo comma 5 dello stesso art.32 precisa che “a decorrere dal 1 luglio 2010 le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale”.
Infine arriva il decreto milleproroghe convertito IN  L. 25 del 26/02/2010 - GU 48 del 27/02/2010)... e la proroga viene estesa al 01 gennaio 2011
Pubblicità atti Pubblica amministrazione (articolo 2, comma 5).
"All'articolo 32, comma 5, della legge 18 giugno 2009, n. 69, le parole [1° gennaio 2010] sono sostituite dalle seguenti: [1° gennaio 2011]".
Ma siamo a gennaio 2012 e l' Albo Pretorio ON-LINE del Comune di Roccasecca è ancora in stand-by.
Eppure risulta che la Giunta abbia prodotto molti atti...e ci sono state pure determine, Allora il cittadino non assuefatto si chiede, ma gli Organi preposti al controllo ed all'accertamento della legalita ne sono a conoscenza ?
Gli obblighi di legge sono solo per i cittadini e non per le istituzioni ?
I Cittadini-Contribuenti di Roccasecca meritano rispetto democratico dei diritti e chiedono all' Amministarzione Giorgio Bis il  rispetto delle Leggi a cominciare dalla n.69/2009 ( L' Albo Pretorio On-line).

12 gen 2012

PETIZIONE DAL MONDO WEB

PETIZIONE DAL MONDO WEB da consegnare agli On.li Presidenti del Senato e della Camera, rispettivamente, Renato Schifani e Gianfranco Fini

oggetto: Modifica Legge elettorale  nº 270 del 21 dicembre 2005

Carissimi On.li Presidenti,

Avendo avuto notizia che in data odierna, 12 gennaio 2012, la Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibili i Referendum abrogativi della contestata ed avversata legge elettorale italiana nº 270 del 21 dicembre 2005, che sostituì le leggi 276 e 277 del 1993 (c.d. Mattarellum).
Che la Consulta, pur dichiarandone l' inammissibilità, la reputa una pessima legge;
Che "solleciterebbe" comunque il Parlamento a cambiare il 'Porcellum';
Che esistono progetti legislativi di modifica  di ambedue gli schieramenti (maggioranzaa e opposizione);
Che, nel contempo, circolano voci poco rassicuranti, circa la reale volontà, soprattutto della maggioranza di Governo ( PDL-Lega), di un processo modificativo del "Porcellum" del Ministro Calderoli in tempi rapidi, avendo tutto l' interesse a mantenere il privilegio del premio di maggioranza ;

Considerato

che la suddetta legge ha espropriato i Cittadini Italiani del diritto di scegliere la propria rappresentanza istituzionale alla Camera e al Senato, avendo i partiti liste bloccate con inserimento dei candidati prediletti dai Capi e questa non è democrazia;

che ci siamo ritrovati deputati e senatori di radici non proprio pure e non proprio qualificati per tale compito;

poichè a Noi cittadini normali piace la Democrazia ( Governo del Popolo);

e non ci piace, invece, un Parlamento di Nominati;

CHIEDIAMO A GRAN VOCE
Il RIPRISTINO DELLA PREFERENZA

Sicuri della Vs. autorevolezza e dell' ascolto attivo delle istanze del Popolo Italiano, confidiamo in una accelerata discussione alla Commissione Affari Costituzionali, una subitanea presentazione alle Camere, dove i Deputati e i Senatori, seppur nominati, con saggezza scevra di preconcetti, analizzeranno, senza arroccamenti su ideologie politiche, e approveranno ciò che è stato scippato dal "Porcellum" i l DIRITTO DI METTERE LA CROCE, A DISCREZIONE DELL' ELETTORE, PER SCEGLIERE IL PROPRIO RAPRESENTANTE.

ROCCASECCA-CULTURA

ROCCASECCA-CULTURA al palazzo della Provincia di Frosinone 
per rendere Omaggio al conterraneo Flauto d' oro, Severino Gazzelloni, a venti anni dal decesso (1992).
Promotore ed anfitrione, l' assessore  provinciale alla cultura, nonchè ex Sindaco di Roccasecca, Arch. Antonio Abbate.
Domenica, 22 gennaio p.v,. tutti gli amanti della buona musica, della cultura, tutti quelli che amano Roccasecca e Severino, tutti a Frosinone, alle ore 17.30  presso il salone di rappresentanza del palazzo della Provincia, a godere ed inebriarsi delle note dei tanti flauti a cominciare dai  concertisti Fabio Angelo Colajanni e Michele Marasco.
Quindi, parte dalla Provincia, il ricordo e l' onore, l' omaggio al più illustre Cittadino di Roccasecca, Severino Gazelloni.
Evento imperdibile sotto la superba regia del maestro Fabio Angelo Colajanni  ( Assoflute Associazione Musicale), con la collaborazione  MUSE EVENTI MUSICALI di Firenze, Scuola Di Musica Anton Rubinstein di Roma ed Associazione Culturale "Tre Torri" di Roccasecca.
L'ingresso è libero.

10 gen 2012

IL TAR DEVE ANCORA SENTENZIARE

IL  TAR DEVE ANCORA SENTENZIARE in merito al ricorso del Comitato "NO TARSU" per l' annullamento delle delibere 80 e 131 dell' Amministrazione Giorgio Bis

Poichè dall' inizio dell' anno 2012, per la cittadina di Roccasecca, circolano strane voci, false e tendenzione  di non accoglimento del ricorso, ovvero del rigetto del ricorso del Comitato, dal TAR del Lazio-Sez di Latina, il Presidente del Comitato " NO TARSU", sente la responsabilità di chiarire ai MILLE FIRMATARI ed a TUTTA LA CITTADINANZA che ad oggi non esiste alcun pronunciamento del TAR in merito ai ricorsi contro l' aumento della TARSU 2011 del Sindaco Giorgio.
Il ricorso è tutt' ora pendente presso il Tribunale Amministrativo di Latina e, nel giro i qualche settimana avremo conoscenza della data dell' udienza per il dibattimento-decisione,  presumibilmente giovedì 19gennaio 2012 .
E auspichiamo, con tuttoi il cuore, che il Giudice accolga la richiesta del nostro avvocato di fissare l' udienza prima del 31 marzo 2012, data di scadenza dell' ultima rata dell' avviso di pagamento per fare il punto della situazione.
Inoltre, corre l' obbligo di comunicare che Comitato " NO TARSU" sta mettendo in circolo tutte le azioni legali  per far si che il Giudice si pronuci prima di marzo p.v.
Quelle chiacchiere di piazza sul rigetto del ricorso,  sono solo chiacchiere o per gettare discredito sul Comitato o per indurre, fraudolentemente, il cittadino- pagatore, ad assolvere l' illegittima richiesta di un' amministrazione in affanno e incapace.
Non date retta alle chiacchiare, amici roccaseccani, abbiamo preso a cuore di combattere questa giusta battaglia TARSU 2011, ci abbiamo messo la faccia e con la professionalità che ci contraddistingue, stiamo seguendo l' iter giuiziario-amministrativo  e  non appena saremo  in possesso della data dell' udienza, sarà nostra cura darne pubblica comunicazione.
Chiarezza, trasparenza, semplicità, onestà, questo il motto del Comitato "NO TARSU".

Il Comitato "NO TARSU"
          Il presidente

07 gen 2012

ASSOCIAZIONE P.I. E L' IDV

ASSOCIAZIONE P.I. E  L' IDV lincenza di offendere e diffamare in nome della legalità e poi...

quando qualcuno si rigira e non subisce più le reiterate offese e diffamazioni  investendo la Magistratura Vera, allora spunta il vittimismo più becero rigirando la frittata con pubblicità, prima di un articolo di giornale e poi di un atto di citazione con richiesta di danni di 100mila euro e fissazione di udienza al Tribunale di Cassino.
Questa è la rappresentante regionale dell' Italia dei Valori di Roccasecca, che rigira la frittata millantando la causa di simili atti giudiziari susseguenti alle sue  attività politiche in favore del territorio.
E vero...nell' esercizio del suo mandato può assumere tutte le  posizioni politiche ed amministrative di denuncia, di critica, di forti azioni democratiche ma,  nei limiti consentiti dalla legge.
Se poi si travalica il limite della decenza accusatoria, e questo in più occasioni, arrivando alla subdola insinuazione di infiltrazioni mafiose nel territorio roccaseccano, allora non è più attività politica seria e ver,a  bensì bassa insinuazione accusatoria di attività camorristica che fa rigirare e mettere tutto in mano alla Legge.
Sono liti personali che poco hanno a che fare con la politica e i Giudici investiti gli unici ad avere carta bianca nell' analisi degli atti di accusa e difesa e nella decisione di chi ha ragione e chi ha torto.
E' inutile che armi su fb un can can di fan, pochissimi per la verità, di Roccasecca e come mai ?
Perchè i Roccaseccani non hanno l' anello al naso e le mosse, le strategie Dipietriste acchiappaconsenso le conoscono a menadito e le rifuggono con dignitoso comportamento di star lontano dalla beghe personali ancorchè queste approdano nelle aule di Tribunale, partendo dall' assunto che, chi è causa del sul mal, pianga se stesso.
Lei ha presuntivamente infamato e  quindi deve accettare le conseguenze dei suoi atti senza venire a cianciare che sono state le  azioni politiche a difesa del terrirorio a metterla nei pastrocchi dei Giudici.

OFFESE GRATUITE

OFFESE GRATUITE alla Democrazia Cristiana, dall' Associazione "Peppino Impastato",  in una targa commemorativa al Rivoluzionario-Comunista 

nell' anniversario della nascita  a  Cinisi, 5 gennaio 1948.
E' stato un politico, rivoluzionario Comunista , attivista e conduttore radiofonico italiano, famoso per le denunce delle attività della mafia in Sicilia, che gli costarono la vita.
Il suo nemico, dagli archivi storici si chiamava Tano Badalamenti che con la Democrazia Cristiana non aveva nulla da spartire, sia ben chiaro.
Ma non è stato l' unico a morire per mano della MAFIA, sono stati uccisi barbaramente  Falcone, Borsellino e i militi della scorta, come  Rocco Chinnici,   il Generale Dalla Chiesa e la moglie, morta mentre era incinta, insomma tutti coloro che si sono messi di traverso ed hanno sfidato l'elefante con gli artigli di una tigre, sono MORTI.
Che riposino in pace tutti questi grandi uomini e grandi EROI che si sono sacrificati per le idee di libertà, giustizia, di LEGALITA'.
Ora che si commemori con targa Giuseppe Impastato, detto Peppino, rivoluzionario e militante comunista ucciso dalla Mafia, ok, ma che si dia pure un colore politico alla Mafia questo indigna e non poco, per la gratuità dell' offesa alla Democrazia Cristiana.
A Cassino ex Democratici Cristiani governano insieme all' IDV e all' Associazione Peppino Impastato e già di per sè è una grande anomalia, perchè poi subiscano lo strapotere degli Impastati che hanno richiesto ed ottenuto l' intitolazione di una Piazza al Comunista Siciliano e non si degnano di intitolare una piazza, una via ad un concittadino Democristiano Prof. Franco Cesareo, seppur richiesta più volte dall' Associazione UMS di cui era presidente, questo la dice lunga sulla sudditanza degli ex DC all' IDV.
Ora, addirittura, si legge in una targa che Peppino Impastato è morto per mano di Mafia Democristiana e nessun Cassinate ex Dc si indigna e non difende l' onore del Partito che ha reso Grande l' Italia, Cassino in Primis, questo la dice lunga sulla Politica di oggi ......senza ideali che gli altri, come ad esempio l'Italia dei Valori,  sbandierano ai quattro venti, mettendosi sotto i piedi e calpestando ed offendendo le idee dei Democristiani.
Sono Democristiana e respingo al mittente tutte le basse insinuazioni, comprese quelle contenute nella targa commemorativa.

06 gen 2012

DIFFERENTI MORTI

 Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni
MORTI PER UN IDEALE
 1978
MIGLIA DI RAGAZZI
MORTI PER DROGA
2011

Onore e gloria ai morti per UN IDEALE...di qualsiasi colore politico .....come i giovani citati.
Sono meritevoli di commemorazione  al pari  di coloro che li uccisero. (Vittime entrambi di un ideale)
Quindi, esprimo condanna feroce all'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani ) che si è fatta parte attiva presso il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, per far  stoppare la  manifestazione commemorativa di quei giovani idealisti che stavano dalla parte sbagliata (?), comunque , sempre punti di vista.
L' odio,  caro presidente ANPI, è un veleno di cui non si deve nutrire più nessuno......Perdono e Amore no eh!

05 gen 2012

AUTOVELOX COME TARSU 2011-CASH-

AUTOVELOX COME TARSU 2011-CASH-presunto indebito arricchimento del Comune di Roccasecca ? Due storie dell'amministrazione Giorgio Bis per gonfiare le entrate : Multe Autovelox € 500mila + Tarsu 2011 € 734mila = € 1.234mila
 Roccasecca non è in buone mani, gli amministratori in carica  non sono all'altezza del loro compito, viaggiano a vista e cercano, spesso e volentieri,  di fare cassa con strumenti di dubbia legittimità ( AUTOVELOX-RACCOLTA DIFFERENZIATA ).
Contrariamente ai proclami pre-elezioni mettono le mani nelle  tasche dei Roccaseccani che  in questi momenti di crisi profonda sono proprio vuote e rispondere alle richieste pure ILLEGITTIME degli amministratori in carica non ce la fanno proprio., ma non ci stanno.
Bilancio 2011 taroccato che non brilla per trasparenza e veridicità   come taroccato è il sito web spesso e volentieri in stand-by con tenuta non a norma.
Si apprende dai giornali di questa mattina che sono stati mesi in bilancio € 500mila per introiti multe autovelox (autovelox sospesi con ordinanza Prefettizia).
Insomma si pensava che la storia Autovelox fosse stata archiviata in seguito alla sospensiva del Sig. Prefetto e invece no ...gli amministratori di Roccasecca, come i furbetti del quartierino, non si sono peritati di sospendere e annullare TUTTE LE MULTE derivanti dalle infrazioni per eccesso di velocità, rilevate dalla non regolamentare, infernale macchinetta in postazione aVia Casilina - loc. Pozzi Caprile e pure coperta da un albero.
Si erano giustificati davanti all' autorità giudiziaria che si erano  adoperati insieme alle amministrazione di Castrocielo  per la prevenzione della salvaguardia delle vite umane con ben tre postazioni (a pochi km le une dalle altre-da e per Cassino) di autovelox come monito agli automibilisti indisciplinati che mettono a rischio la loro incolumità e quella degli altri.
Ma guarda caso, alla valanga delle contestazioni hanno fatto riscontro, all' epoca, altrettanti ricorsi, vuoi ai Giudici di Pace che al Prefetto, con motivazioni uguali e/o variegate e i primi accoglimenti del Giudice di Pace di Arce hanno portato alla luce una magagna per quanto concerne l' autovelox di Roccasecca: "l'uso dello stesso apparecchio - stessa matricola in due Comuni lontanini tra loro" e il Sig. Prefetto ne dichiarò la sospensione per  la non conformità alla normativa 142/6 bis del codice della strada  intimando al sindaco Giorgio di metterlo a norma.
Ma non solo non venne messo a norma, ma venne preso a fucilate da un teppista e poi amen.
Ora, pare chi stiano spuntando  fuori ruoli "multe autovelox" il cui ammontare messo in bilancio comunale per euro 500mila .
Un fulmine a ciel sereno per i tartassati roccaseccani che, oltre agli avvisi  TARSU duplicati, triplicati, quadruplicati, quintuplicati, sivedono recapitare avvisi per multe di un autovelox furilegge, non contestate con ricorso, nella buona fede che lo avrebbe fatto l' amministrazione Giorgio d' Ufficio.
Mah!!!!!!!!!! Senza Parole!!!!!!!!

04 gen 2012

MALDIVE..... VACANZE DI SOGNO

MALDIVE..... VACANZE DI SOGNO per l' elite politica italiana : Schifani, Casini, Rutelli -in attesa della Restaurazione - 

Parte di coloro che hanno regalato agli Italiani il Governo del prof. Monti per fare il lavoro sporco, così dicono, di tartassare ed immiserire, questo è certezza,   si son  goduto un  Capodanno esotico, da urlo, al Palm Beach Resort di Lhaviyani dove le suite costano tra i 2.550 e i 5.700 dollari a notte........ alla faccia del caciocavalloooooooooooo, direbbe il principe De Curtis, in arte Totò.
Spiaggia bianca, mare cristallino, sole che ti abbrustolisce, mentre qui a tremare per il freddo e la fame (come il bambinello),  tramonti mozzafiato uniti  al confort di un resort attrezzatissimo con personale sempre a tua disposizione gentile e sorridente e SPA .........altrocheeeeeeeeeeeeee.... alla facciaccia nostra.
Eggià...... i nostri dipendenti  (Schifani, Casini, Rutelli e compagnia bella dei Parlamentari), sono quelli più pagati ' Europa, nero su bianco dalla Commissione Giovannini, e con più privilegi....e quindi si possono si permettere vacanze di Natale-Capodanno nel paradiso terrestre delle Maldive.
Quello che fa rosicare ed indigna proprio è che sono le prese per i fondelli di Lor Signori che nel mentre   dichiarano  «giusto che i politici facciano i sacrifici che fanno gli altri», ma non ora ....poi. ...... e poi finisce nell'isolotto più esclusivo delle Maldive.
Ma se si aspettano che, passata la buriana Monti, e loro freschi e rigenerati dalle calde acque dell' Oceano Indiano,  il Popolo Sovrano li osannerà ancora ed   in pompa magna li rimetterà sul Trono del Parlamento dei Nominati, forse si sbagliano proprio o no ?
Con quale faccia si chiede ai pensionati, agli operai, ai poveri  di tirare la cinghia e poi farsi vedere alle Maldive, sistemati  nelle esclusive suite più da urlo dell'isolotto Maldiviano?
Questo schiaffo morale gli Italiani non lo meritano....e spero tanto che brucerà tanto da ricordarselo quando ci saranno nuove elezioni.

03 gen 2012

MANIFESTI " NO TARSU"

MANIFESTI " NO TARSU"tappezzeranno tutta Roccasecca  per  augurare ai concittadini un Anno 2012 di democrazia, solidarietà ed impegno civile per il decoro della Cittadina di San Tommaso,
 mentre il Sindaco, Giorgio Giovanni, ha augurato un anno pieno di iattura per le casse comunali in costante rosso "ceralacca" poichè pensava, il tapino,  di riempirle con gli introiti illegittimi della TARSU 2011.
False promesse di inizio del Servizio della Raccolta differenziata nel 2011 che reitera nei primi giorni del 2012.
Essì..... ricomincia l'anno e ricominciano le false promesse ritirando in ballo la differenziata che non farà con l' Unione Cinque Città, troppo costosa dice ora, dopo che è stato a traccheggiare, mesi e mesi con l' Ente Intercomunale, a dare l' ok, promettere, a far implementare, organizzare il servizio entro l'anno 2011 sempre  incalzato dalle attività del Comitato "NO TARSU": costituzione, Ricorso al TAR Lazio -Sez. Latina, raccolta firme, comizi nelle piazze principali, articoli sul blog e sui giornali.
E il Sindaco Giorgio, martedì 3 gennaio 2012, così parla  dai giornali: Differenziata sì, ma senza l' Unione,  perchè Cervaro spende 300 mila euro,  contro i 900mila richiesti dall' Unione a parità di famiglie.
Pura follia  o Amministrazione che naviga a vista, come diceva l' uscito-rientrato ass. Marcuccilli ?
Le conseguenze di questa decisione del niet definitivo all' Unione  quali saranno per i cittadini di Roccasecca ?
Chi vivrà vedrà.
Ma ritornando alle motivazioni del "niet" con il paragone con Cervaro, non  spiega bene, però,  nè chi sia la Società che serve Cervaro, nè come viene articolato il Servizio, quali costi-benefici.
Intanto, mi giunge voce degli insoddisfatti utenti di Cervaro, che hanno  la raccolta differenziata da qualche mese, ma e' disorganizzata e spesso non ritirano nei giorni stabiliti.
Inoltre lamentano che per  le vie sono rimasti  cassonetti dell'indifferenziato dove praticamente viene gettato di tutto.
Poi delucidano, da un progetto iniziale finanziato dalla Regione di 110 mila euro, per lo start up, si sono aggiunte altre 360 mila euro. 
CERVARO -FR-
Ecco come stanno i Cervaruoli con la Raccolta Differenziata, Sindaco Giorgio, diciamola tutta la verità su Cervaro, a cominciare che  non sono 300mila euro  bensì 470mila euro per avere un servizio di scarsa qualità da una Società Gea dell'Aquila (?) il cui  titolare pare, sembrerebbe avere  dei guai giudiziari per smaltimento illecito.
Ma ai Roccaseccani poco importa di Cervaro e di quello che fa i Sindaco e tutta l'Amministrazione in carica, importa molto, invece,  di quello che fa il Sindaco Giorgio e  la sua Amministrazione Bis, in carica.
E quello che fa, che ci è dato sapere dai rumors, dai giornali, perchè il sito  on-line, è farlocco, è solo censurabile dal punto di vista legale, sociale, amministartivo, umano.
Ma,  per quanto compete al Comitato "NO TARSU" , visto che per l'anno 2011,  i cittadini sono stati tartassati con aumenti spropositati della "munnezza" per lo start-up della Raccolta Differenziata ;
Considerato che lo start-up non c' è stato e l' unica differenziazione è stata quella dei diritti, calpestati dei Roccaseccani che unito al COMITATO "NO TARSU"

CHIEDONO A GRAN VOCE 

Sindaco Giorgio, poche chiacchiere e

  ANNULLA I RUOLI TARSU 2011