03 gen 2012

MANIFESTI " NO TARSU"

MANIFESTI " NO TARSU"tappezzeranno tutta Roccasecca  per  augurare ai concittadini un Anno 2012 di democrazia, solidarietà ed impegno civile per il decoro della Cittadina di San Tommaso,
 mentre il Sindaco, Giorgio Giovanni, ha augurato un anno pieno di iattura per le casse comunali in costante rosso "ceralacca" poichè pensava, il tapino,  di riempirle con gli introiti illegittimi della TARSU 2011.
False promesse di inizio del Servizio della Raccolta differenziata nel 2011 che reitera nei primi giorni del 2012.
Essì..... ricomincia l'anno e ricominciano le false promesse ritirando in ballo la differenziata che non farà con l' Unione Cinque Città, troppo costosa dice ora, dopo che è stato a traccheggiare, mesi e mesi con l' Ente Intercomunale, a dare l' ok, promettere, a far implementare, organizzare il servizio entro l'anno 2011 sempre  incalzato dalle attività del Comitato "NO TARSU": costituzione, Ricorso al TAR Lazio -Sez. Latina, raccolta firme, comizi nelle piazze principali, articoli sul blog e sui giornali.
E il Sindaco Giorgio, martedì 3 gennaio 2012, così parla  dai giornali: Differenziata sì, ma senza l' Unione,  perchè Cervaro spende 300 mila euro,  contro i 900mila richiesti dall' Unione a parità di famiglie.
Pura follia  o Amministrazione che naviga a vista, come diceva l' uscito-rientrato ass. Marcuccilli ?
Le conseguenze di questa decisione del niet definitivo all' Unione  quali saranno per i cittadini di Roccasecca ?
Chi vivrà vedrà.
Ma ritornando alle motivazioni del "niet" con il paragone con Cervaro, non  spiega bene, però,  nè chi sia la Società che serve Cervaro, nè come viene articolato il Servizio, quali costi-benefici.
Intanto, mi giunge voce degli insoddisfatti utenti di Cervaro, che hanno  la raccolta differenziata da qualche mese, ma e' disorganizzata e spesso non ritirano nei giorni stabiliti.
Inoltre lamentano che per  le vie sono rimasti  cassonetti dell'indifferenziato dove praticamente viene gettato di tutto.
Poi delucidano, da un progetto iniziale finanziato dalla Regione di 110 mila euro, per lo start up, si sono aggiunte altre 360 mila euro. 
CERVARO -FR-
Ecco come stanno i Cervaruoli con la Raccolta Differenziata, Sindaco Giorgio, diciamola tutta la verità su Cervaro, a cominciare che  non sono 300mila euro  bensì 470mila euro per avere un servizio di scarsa qualità da una Società Gea dell'Aquila (?) il cui  titolare pare, sembrerebbe avere  dei guai giudiziari per smaltimento illecito.
Ma ai Roccaseccani poco importa di Cervaro e di quello che fa i Sindaco e tutta l'Amministrazione in carica, importa molto, invece,  di quello che fa il Sindaco Giorgio e  la sua Amministrazione Bis, in carica.
E quello che fa, che ci è dato sapere dai rumors, dai giornali, perchè il sito  on-line, è farlocco, è solo censurabile dal punto di vista legale, sociale, amministartivo, umano.
Ma,  per quanto compete al Comitato "NO TARSU" , visto che per l'anno 2011,  i cittadini sono stati tartassati con aumenti spropositati della "munnezza" per lo start-up della Raccolta Differenziata ;
Considerato che lo start-up non c' è stato e l' unica differenziazione è stata quella dei diritti, calpestati dei Roccaseccani che unito al COMITATO "NO TARSU"

CHIEDONO A GRAN VOCE 

Sindaco Giorgio, poche chiacchiere e

  ANNULLA I RUOLI TARSU 2011