31 ott 2011

L' IDV CAVALCA L' ONDA

L' IDV CAVALCA L' ONDA della protesta ANTI TARSU, iniziata dal Comitato "NO TARSU", con un vergognoso ritardo, solo per mera  propaganda elettorale

Dott Bernardo Forte e Arch. Anna Maria Matassa
Arrivare in ritardo, scrive su facebook l' arch. Annamaria Matassa membro del Direttivo "NO TARSU",  e a cose già fatte per rendere visibile un gruppo che a Roccasecca non esisteva e non esiste, dire di aver raccolto firme in segreto, e poi produrre un Ricorso Straordinario al Capo dello Stato, cosa sta a rappresentare, se non campagna elettorale?
A cosa serve scomodare il Quirinale per problemi di finanza locale, quando è già è stato prodotto un primo  ricorso al TAR e in settimana un secondo a firma degli undici membri del Direttivo " NO TARSU"?
Il ricorso, si ricorda, corredato delle  MILLE FIRME dei  Cittadini - Contribuenti lesi nei loro diritti ed interessi legittimi, raccolte con banchetti e gazebo sulle due Piazze principali di Roccasecca Centro e Roccasecca Scalo.
Si ricorda, inoltre, che nelle MILLE FIRME, parte integrante dei ricorsi al TAR, vi è anche quella dell' On.le A.M.Tedeschi, per cui.......
Il Comitato "NO TARSU" ci ha messo la faccia  e non solo....dice sempre l' arch. Matassa, membro del Comitato direttivo, mentre  l' On.re Tedeschi nè la faccia, nè altro.
E quell' atto straordinario, solo a fare campagna elettorale per se', visto che, dalla elezione a Consigliere regionale di opposizione, la Tedeschi,  non ha mosso un dito per Roccasecca, se non qualche inutile, insoluta  ed inascolata interrogazione.
On.Tedeschi A.M

Ma con 14 mila euro mensili, qualcosa deve pur dimostrare di fare, dice l' ex  Consigliere Comunale, dott. Bernardo Forte, altro membro del Direttivo " NO TARSU" e dare fumo è diventata la sua specialità.
Tutte le Sue battaglie per la legalità e l' ambiente...TUTTE FALLIMENTARI a partire dalla CHIUSURA DELLA DISCARICA DI CERRETO PER FINIRE CON L' OSPEDALE DI PONTECORVO.
TUTTE CAMPAGNE PUBBLICITARIE ACCHIAPPACONSENSO...FUMO. Infatti, come è fumo il Ricorso Straordinario al Presidente Giorgio Napolitano, è  solo fumo negli occhi dei Roccaseccani, di chi non può o non vuole far NULLA.
Il Suo  "appeal politico", in caduta libera, sin da subito dopo le elezioni, aveva bisogno di un piano di rilancio sul territorio di Roccasecca e vista l' onda del malcontento di ruoli TARSU, duplicati, triplicati, quadruplicati, quintuplicati dall' Amministrazione Giorgio Bis, ha pensato bene, non di collaborare con umiltà, alla giusta campagna del Comitato "NO TARSU", visto che aveva pure firmato, bensì a sovrapporsi con supponenza ed arroganza, con un atto che non costa NULLA ALLA SUA TASCA e comunque non produce NULLA per tanti motivi giuridici.
Partorisce solo ricorsi a "schiove", la Dipietrina Locale, e li pubblicizza pure sui giornali, solo per demagogica campagna elettorale dell' IDV in caduta libera a Roccasecca,  aggiunge il Presidente del Comitato "NO TARSU", Dott.ssa Anna Maria Rossini.

30 ott 2011

MILLE FIRME - MILLE EURO

MILLE FIRME - MILLE EURO per l' inoltro al TAR dei ricorsi  del Comitato " NO TARSU ", a tutela dei diritti e interessi  legittimi lesi dall' Amministrazione Comunale di Roccasecca con le delibere 82 e 131.


A questa prima via giudiziaria legittima, lineare e costosa,  più articolata nel diritto e nel merito, intrapresa da cittadini e Comitato "NO TARSU", a tutela dei cittadini lesi nei propri diritti dall' Amministrazione Giorgio Bis, è notizia di oggi, che il Consigliere regionale dell' IDV, Anna Maria Tedeschi, ne ha intrapresa un' altra più mediatica che costruttiva, e soprattutto che non costa nulla, non serve a nulla, ma procura un bel ritorno di immagine - il  Ricorso Straordinario al Capo dello Stato-.
Bene .....e che si sia svegliata dal sonno  di questi mesi, al Comitato "NO TARSU" non può che fare piacere....perchè più si mette carne a cuocere....più i politici dell' opposizione si attivano e più si risvegliano le coscienze per qualcosa di buono per i cittadini di Roccasecca verrà fuori.
Che l' On.le Roccaseccana  si indigni , va pure bene, è cosa buona e giusta .... ma come mai questa ritardata indignazione con questa specie  di ricorso che lascia il tempo che trova, tra le altre cose, che serve solo alla sua visione mediatica sul territorio,?
Eppure, appose la sua autorevole firma al Comitato "NO TARSU" e ci si aspettava, all' epoca, una fattiva collaborazione e forse sì che avrebbe fatto un figurone.....
Perchè alla firma non ha fatto seguire una collaborazione seria e concreta per il bene comune?
Forse perchè il Comitato "NO TARSU" Apartitico e Apolitico non si poteva strumentalizzare per  una lotta Politica dell' IDV .
Forse non lo ha fatto per paura di un confronto con alcune persone del Comitato "NO TARSU", per Lei troppo ingombrati e troppo scomode?
Ma perchè Il Comitato " NO TARSU" non ha lasciato spazio di azione politica a nessuno nè tanto meno all' IDV.
Da quel  dì che come cittadini vessati ci siamo indignati e, contrariamente all' On.e Tedeschi,  abbiamo pure agito tempestivamente però: 2 RICORSI AL TAR LAZIO, LETTERE AI PRESIDENTI DEL TAR, CORTE DEI CONTI E REGIONE LAZIO ..per non parlare di altre attività.
Il COMITATO " NO TARSU" ha oscurato i più, ha fatto di tutto di più.
All' IDV non è rimasto altro che rispolverare, inopportunamente ed illegittimamente  la L. n. 69 del 2009 art. 69  e l' art. 8 d.p.r 1199 1971 che così recita : si può ricorrere contro un atto amministrativo se questo è viziato per soli motivi di legittimità .
Si.... le delibere sono viziate e pure di brutto e ledono i diritti dei cittadini ma il il ricorso straordinario al Capo dello Stato è alternativo alla via giudiziaria.
Quindi, visto che c' è ricorso al TAR del Comitato " NO TARSU"  non è possibile, per Legge, usare lo strumento del Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica.
Comunque, anche se è stato messo in piedi questo ricorso per  scopi di mera propaganda elettorale,  potrebbe dare lo stesso il contributo a "NO TARSU" a far ANNULLARE L' INIQUO BALZELLO.
Il  Presidente "NO TARSU, dott.ssa Anna maria Rossini coglie l' occasione per ringraziere i MILLE CITTADINI FIRMATARI DEL DOCUMENTO DELLA LOTTA ANTI TARSU.......così come ringrazia di cuore per i  MILLE EURO DONATI PER I RICORSI AL TAR.
 

28 ott 2011

INDECENTI MISTERI DI GIORGIO BIS

INDECENTI MISTERI DI GIORGIO BIS..... Il dott. Alessandro Marcuccilli è o non è assessore alle Politiche Sociali e Cultura di Roccasecca?

Fino a quando si  protrarrà  il braccio di ferro tra il Sindaco Giorgio e l' assessore dimissionario che reputa inutile il numero di protocollo della lettera,ovvero Alessandro Marcuccilli?
Sono diverse settimane che l' assessore  Marcuccilli ha presentato le dimissioni con lettera nelle mani del Primo Cittadino, il Sindaco Giovanni Giorgio che da parte sua si ostina a dire: se l' assessore si vuole effettivamente dimettere protocolli  la lettera.
Ma pare che a tutt' oggi nè l' uno ha protocollato nè l' altro ritirato la delega.
E nel Comparto Socio- Culturale si stanno registrando oltre al fermo anche forti disagi per i cittadini.
Siamo quasi a novembre e alla Scuola dell' Infanzia sia del Centro che dello Scalo, il servizio mensa non esiste, seppur, pare, appaltato.
Le mamme devono andare a riprendere i pargoli all' ora di pranzo e le maestre sono nell' impossibilità della didattica completa.
Mah!!!!  Cosa si sta "marchingegnando" tra il dott. Marcuccilli e il dr. Giorgio, a parte la diatriba  per la famosa  nomina del Rettore dell' UPTE ?
Eppure sembrava che il Sindaco avesse dato le speranze al consigliere Nota Crescenzo per la pronta delega cultura-sociale del dimissionario Marcuccilli.
Il dr. Nota Crescenzo si dimette da assessore alla cultura e sociale di Colle San Magno per assumere il medesimo incarico a Roccasecca?
Dice di no, ha lasciato Colle san Magno, dove era assessore esterno per lavorare senza assessorato, dove è stato votato dai cittadini, cioè Roccasecca;  ma, stranamente, ha  disertato l' ultimo consiglio comunale di Roccasecca, eppure era in loco.
Strane dimissioni e strane assenze consiliari.....quelle del dr. Nota
Non è, per caso,  che Giorgio non ha potuto mantenere la promessa di sostituzione visto che Marcuccilli ha fatto la finta delle dimisssioni ?
Ma la cosa certa e indecente è che l' Amministrazione è FERMA- I DISAGI AUMENTANO - E MARCUCCILLI SI CUCCA LO STIPENDIO SENZA LAVORARE.
MA PERCHE` NON ANDATE A CASA E LASCIATE IL POSTO A CHI SA E VUOLE LAVORARE ? 

26 ott 2011

ARRIVANO ALTRI CONDONI

ARRIVANO ALTRI CONDONI per la gioia degli abusivi dell' edilizia Roccaseccana nonchè evasori   "TARSU" premiati dall' Amministrazione Giorgio Bis
A Roccasecca, ancora sono in itinere la definizione di vecchi (1985) condoni edilizi che il Governo si appronta a vararne altri e con questo.... ennensimo sberleffo all' onestà ed al rispetto delle leggi.
Ma non si rendono conto i nostri Governanti che, questo continuare a condonare gli abusi, per l' urgenza di fare cassa innesca un circolo vizioso a perseverare nella disonestà ?
Chi me lo fa fare a comportarmi bene, ad essere onesto, a pagare le tasse,  se fra qualche anno il Governo, scannato dai debiti, mi ripropone una sanatoria ?
Ed allora gli onesti diventano fessi e chi vuole essere fesso a vita ?
Dicono sempre sarà l' ultimo è l' urgenza dettata dalla straordinarietà della situazione economica europea e mondiale, il quadro macroeconomico in cui è addirittura messa in forse la stabilità e la tenuta dell'euromoneta, giustifica il ricorso al tanto vituperato condono fiscale.
Così, anche a  Roccasecca, come nel resto dell' Italia prospera e si premia l' abusivismo   a discapito degli onesti e di quelli che non hanno amici "potenti".
L' Ufficio Tecnico di Roccasecca, cosciente dell' andazzo, chiude un occhio o fa finta di non vedere, ignora, e non segue le "DIE"che si trasformano in ampliamenti ed aperture abusve di balconi e vedute.
Poi se si tratta di amici, parenti anche degli amministratori si foderano gli occhi di prosciutto e i lavori " contra legem " proseguono e si terminano alla grande nonostante segnalazioni del vicinato, il cui diritto proprietario è stato leso per gravi danni causati oltre che da copertura invadente la proprietà e la copertura è invadente la proprietà perchè c'è stata una sopraelevazione, ampliamento degli interni, apertura di finestre e balconi, anche da calcinacci, aste di legno ed altro costituenti grave pericolo per l' incolumità personale.
Tutto è stato rappresentato all' Ufficio Tecnico che ha fatto, con arroganza,  orecchie da mercante tant' è che si richiedeva ai sensi dell' art.408 del c.p.p. di essere informati in caso di richiesta di archiviazione e di tutte le azioni che la spett.le Amministrazione di Roccasecca andava a prendere per le presunte lesioni o beni facenti capo alla stessa.
Ma a tutt' Oggi, nè l' Ufficio Tecnico nè qualsiasi altro Ufficio competente ha dato risposte e i lavori abusivi portati a termine.
Grande Ufficio Tecnico di Roccasecca dove l' inefficienza e la sufficienza regna sovrana .......Intanto arrivano i Condoni !!!!!!

25 ott 2011

VA DOVE TI PORTA IL PORTAFOGLIO

VA DOVE TI PORTA IL PORTAFOGLIO e la sistemazione della "Prole" e/o degli amici portatori di voti........questa la teoria dei Politicanti di oggi

Dalle aule Parlamentari, alle aule Provinciali e Comunali, rintuona lo schifo del mercanteggiamento di posizioni e/o poltrone e/o sistemazioni a vario titolo.
Ormai è prassi consolidata che gli eletti o i nominati, per rinsaldare la posizione nel Partito, mercanteggiano.
E' la nuda e cruda verità, purtroppo,  che gli animi puri, pregni di ideologie di sana politica e di servizio per il bene comune, stentano a prenderne coscienza ma soprattutto ad assuefarsi al becero andazzo.
Ma è mai possibile questo scadimento dell' etica e della morale dei Politici ?
La conclusione è che questi non sono Politici ma "politicanti dell' affare" e del malcostume che saltellano da un partito all' altro al solo scopo del lucro personale.
E le parole come amore, rispetto, lealtà, amicizia in politica sono diventate  umoristiche se non ridicole e chi le usa e le pratica, è un soggetto  fuori di testa e anomalia conclamata da tenere ai margini.
Vediamo così che la barriera della dignità e della coerenza, oggi, si sta spostando sempre più in là, dove una volta esisteva la vergogna.
Non mi assoggetterò mai a simili degradi politici, sociali e culturali,  anzi auspico un innalzamento delle coscienze in grado di costruire una nuova realtà in modo equilibrato, armonico e spirituale.
E' facile, basta utilizzare sempre queste tre energie fondamentali, che sono la Volontà-Potere, l'Amore-Saggezza e l'Intelligenza Attiva. 

24 ott 2011

DOPO "NO TARSU"- " NO CONDONO"

DOPO "NO TARSU" , " NO CONDONO" questo è Leitmotiv di questi giorni dei cittadini di Roccasecca, che si sentono vessati dall' Amministrazione Giorgio Bis, con urgenza "cash"

Infatti ,dopo gli avvisi di pagamento dell' illegittima tassa sulla "munnezza" a seguito delle delibere 80 e 131, prestamente impugnati presso il TRIBUNALE AMMINISTRATIVI DI LATINA(TAR) per la qual cosa,  la prima rata è stata assolta solo da pochissimi, checchè ne dica l' ufficio tributi del Comune, è la volta del condono degli abusi edilizi.
E come mai si riesumano i condoni edilizi se non con l' urgenza di portare liquidità alle secche casse comunali?
Ma i Cittadini sono stanchi di queste richieste ingiuste e vessatorie e si difendono come possono, anche con denunce.
E' notorio che nel lontano 1985 fu emata, dal Governo in carica, la  legge 47/85 del 28.02, in materia di condono edilizio, praticamente si potevano condonare,  in base a quella normativa, alcuni abusi.
Chiaramente, alcuni cittadini di Roccasecca, come del resto tanti altri  connazionali con identiche problematiche  di sanatoria, ne fecero richiesta e, sempre all' epoca, presentarono la prescritta documentazione di legge e pagarono il "quibus".
Sono trascorsi ben 26 anni da quel CONDONO e alcune pratiche di richiesta in sanatoria, da esaminare, per un controllo  se tutto fosse stato fatto nel rispetto della norma,  sono ancora dormienti nell' Uffico Tecnico del Comune di Roccasecca.
Forse fino al 2010 al Comune di Roccasecca, non servivano i SOLDI, ragion per cui quelle pratiche messe nel dimenticatoio ?
I Cittadini condonanti, d'altra parte, avranno pensato, dato il trascorrere degli anni senza alcun cenno, chi tace acconsente....quindi la mia pratica di CONDONO è a posto e l' abuso sanato.
Invece no, visto che proprio in questi giorni si vedono recapitare  missive di richiesta di documenatzione proprio di quel condono del lontano 1985.
Basiti veramente !!!!!!!!!!!!!!....dopo 26 anni, si appura, così mi è stato riferito che richiedono la documentazione perchè i fascicoli sono vuoti.
Ma che fine avranno fatto quei documenti? Chi aveva l' interesse a monometterli? Scomparsi ........volatizzati....e  nessuna denuncia fatta dall' ufficio tecnico alle autorità competenti,.....dopo 26 anni non solo si richedono documenti ma pure soldi per ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTRUZIONE E APPLICAZIONE DEI NUOVI VINCOLI IMPOSTI DAL PTPR 2008 (?)
E, applicandosi i nuovi vincoli paesaggistici bisogna pure richiedere lo svincolo alla Soprintendenza che esige una tariffazione  esorbitante e spesso dà diniego.

I Cittadini sono veramente incavolati perchè:

1) In tutti questi anni il Comune non ha ottemperato alla normativa della sanatoria e perchè l' Ufficio tecnico inadempiente nella  lavorazione delle pratiche;
2) si chiedono se non ci sia la perenzione decennale dei termini per il controllo e la richiesta di eventuali atti integrativi (non tutti);
3) Se sia legittimamente applicato, con retroattività, i nuovi vincoli del PTPR del 2008.

Questa ritardata disamina delle pratiche di ricorso in sanatoria edilizia, ben 26 anni, crea disagio economico e tanto  stress psico fisico da non sottovalutare.
Ma Roccasecca è un PAESE NORMALE ?????????
E allora " NO TARSU e NO CONDONO"......mettete gli uffici Comunali nelle condizioni di lavorare e lavorare bene cari amministratori.

23 ott 2011

UNA RISATA CHE OFFENDE

UNA RISATA CHE OFFENDE l' Italia e tutti gli Italiani, quella di Nicolas Sarkozy e Angela Merkel in conferenza stampa a Bruxelles, quando i cronisti fanno domande sul premier Italiano, Silvio Berlusconi

e, la sala ride, per compiacere i due "grandi-arroganti" della Storia Europea, che,  "untori" della crisi economica europea insieme all' America di Obama, dettano, dopo la costituzione del "Direttorio, le direttive agli altri Paesi Membri dell' Europa tra cui, in primis l' Italia a rischio "default".
L' Italia è un "GRANDE PAESE" Berlusconi o non Berlusconi, saprà uscire a testa alta dalla crisi, saprà risanare il debito pubblico e saprà mettere in atto tutte le riforme come da accordi con il Premier della Zona Euro.
Van Rompuy, più seriamente, nel suo colloquio mattutino,  ha chiesto direttamente al Premier Italiano, Silvio Berlusconi "dettagli e scadenze precise sulle riforme del mercato lavoro, delle imprese pubbliche, della giustizia, sulle privatizzazioni e la lotta alla frode fiscale». «A Roma chiediamo uno sforzo che sembra pronta a compiere - ha incalzato -. All'Italia abbiamo ricordato che è importante fare tutto il necessario per mostrare senso di responsabilità, prendendo provvedimenti sia sul fronte del debito che su quello della crescita». «Abbiamo chiesto all'Italia rassicurazioni» - ha aggiunto - sul fatto che «le coraggiose misure intraprese vengano attuate tempestivamente».
E quando ai discorsi seri tra Berlusconi e Rompuy fanno seguito le irrisioni e le derisioni  della Merkel e del  Sarkò, noi Popolo Italiano, seppur nel contesto europeo, non ci stiamo proprio ad essere presi per i fondelli.
Siamo consci delle nostre potenzialità e dei nostri talenti, e ce la metteremo tutta per uscire a testa alta da questa crisi che certamente non è venuta dall' Italia.
Sarkò dopo che ha bombardato la Libia per mettere le grinfie sul petrolio, che per caso,  sta facendo un pesierino anche sull' Italia ?
Vergogna Sarkosy e Merkel !!!!!!

22 ott 2011

GLI AMMINISTRATORI DI ROCCASECCA

GLI AMMINISTRATORI DI ROCCASECCA solo capaci di aumentarsi  lo stipendio e aumentare la "TARSU", mentre alcuni volontari di Caprile ramazzano i rifiuti ammucchiati per mesi e mesi data la latitanza degli operatori ecologici comunali, per vivere nel decoro,  notizia del quotidiano " L' Inchiesta di oggi sabato 21 ottobre 2011. 

Invece la notizia dell' aumento delle prebende amministrative è nella delibera di Consiglio n. 24 del 10 ottobre u.s così giustificato dal Vice Sindaco, nonchè Assessore al Bilancio, Commercialista e Prof, Torriero Carmine Guerrino:
Si è operato un aumento solamente perché l’importo iniziale era stato sottostimato e non già perché sono state aumentate le indennità.

Capito come se la rigira la frittata il "benestante" Assessore eh! Senza provare alcuna vergogna speculano e arraffano dove possono, gli amministratori della Giunta Giorgio Bis, e mettono pure le mani nelle tasche dei Cittadini di Roccasecca, arrogantemente, in barba alla legge, con la duplicazione, triplicazione, quadruplicazione, quintuplicazione della Tassa sui Rifiuti (TARSU).
Elogio ai circa 103 abitanti del Borgo di Caprile, Frazione di Roccasecca, che non si son persi d'animo e si sono attrezzati  in squadre ecologiche per sopperire alle carenze istituzionali-Comunali, di spazzamento, pulizia e decoro, per non essere additati ai numerosi turisti, come "popolo incivile" che vive nella "Munnezza" .
Ma è normale tutto quanto descritto ?

Con quell'aumento delle prebende del sindaco e degli amministratori si poteva benissimo assumere un operatore ecologico fisso per la pulizia del Borgo Storico di Caprile fiore all' occhiello di Roccasecca.

21 ott 2011

FULL IMMERSION IN POLONIA

FULL IMMERSION IN POLONIA della Giunta Giorgio Bis per apprendere la corretta gestione della "Differenziata" con notevoli risparmi per il Comune  

Ass.re al Bilancio C.Q.Torriero
Così si legge, tra l'altro,  nella delibera n. 24 del 10 ottobre 2011, e la cosa lascia alquanto basiti dall' estemporanea uscita, forse a giustificazione che i soldi spesi per il viaggio istituzionale a Cracovia, non sono stati spesi inutilmente, ma per andare a scuola di efficienza amministrativa, così per lo meno, si evince dalle parole del Sindaco  nel suo intervento:
La raccolta differenziata che ho avuto  modo di vedere nel mio viaggio in Polonia è iniziata molti anni fa ed è molto efficiente e sostiene inotre di essere a conoscenza che dopo qualche anno il costo della raccolta differenziata dovrebbe diminuire.
Ma sempre in quella seduta consiliare un' altra esternazione colpisce come un fulmine a ciel sereno ed è quella del Vice Sindaco, nonchè assessore al Bilancio, Prof. Carmine Guerrino Torriero:
Parte degli introiti del benefit della SAF sono destinati a pagare le rate di mutuo per gli investimenti tenendo, altresì, conto che nel raggio di 3 km dalla discarica i cittadini sono esentati dal pagamento della tassa.
Ma il benefit ambientale non viene pagato dalla MAD srl, società che gestisce la discarica di Cerreto ?
Che c' azecca la SAF con il benefit ambientale se il Comune di Roccasecca paga la SAF SpA?
Ah!!!!! forse per qualche inconfessabile  accordo sottostante per cui la MAD, invece di dare il benefit, di € circa  500.000 all' anno, direttamente alle CASSE COMUNALI, lo fa transitare, in partita di giro, alla SAF che trattiene le sue spettanze ed il residuo lo consegna al Comune di Roccasecca che ci paga i Mutui.
Comunque  al di là di chi dia il benefit, se benefit c' è, non deve essere destinato all' ambiente inquinato dalle discariche ?...A Roccasecca ci pagano i Mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti per altro ...insomma.....ma la Corte dei Conti non le rileva simili annacquamenti contabili e/o distrazione di poste di bilancio?
Inoltre si pone in rilievo che l' esenzione del carico della Tassa "TARSU" di quei cittadini nel raggio perimetrale di 3km dalla discarica, è stato spalmato, per l' anno 2011 e se non erro, sui  cittadini  della restante area perimetrale di kmq. 40,02.
Quindi neppure un euro per l' ambiente e e di risarcimento per il disagio nè a quelli vicino alla discarica nè a quelli lontani.
Tutti i Cittadini di Roccasecca, oltre al danno, devono subire la "beffa" dell' aumento TARSU.
Il Comitato "NO TARSU" pone questioni serie di equità tributaria e mi fa piacere che il Sindaco abbia posto l' accento sull' evasione della TARSU......Ma quello che hanno posto in essere, non è la lotta agli evasori, bensì la contravvenzione a tutte le norme della riscossione e dell' accertamento e soprattutto hanno messo in atto la VESSAZIONE DEGLI ONESTI.

SENATORI "PARTIGIANI " DEL PD

SENATORI "PARTIGIANI " DEL PD fanno le pulci ai voli di rappresentanza istituzionale dell' On.le Brambilla (PDL) e Top Secret sui Voli "Aggratis"  di propaganda elettorale dell' On.le D' Alema  (PD), per questo "sub Iudice" (indagato).
 
Qualche anno fa i Sen.ri Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, diligentemente indignati , per l' uso ed abuso dei Voli Istituzionali -over badget- (l' anno 2009  erano ammontati  a 157.000 euro contro i 27.000) , della Ministra  Michela Vittoria Brambilla, presentarono  una mozione al Presidente del Consiglio dei Ministri vedi il post "la Brambilla vola".
Ma la stessa diligenza ed indignazione non la mostrarono verso il Kompagno Baffino Massimino quando, durante la campagna elettorale del 2010 si servì, a titolo gratuito,  di 5 voli della compagnia low cost Rotkopf Aviation Italia, di proprietà di due imprenditori, Viscardo e Riccardo Paganelli, arrestati nel giugno scorso nell’ambito dell’indagine sugli appalti Enac.
Si... è vero che sono due casi diversi .......ma la MORALE e l' ETICA è solo UNA e  nessuno dei due, pare, l' abbia nel DNA.
Massimo D' Alema, aum aum, coperto dall' omertà "sinistrosa" prima con "Affittopoli, ed ora con "Volopoli", mostra chiaramente che l' ETICA non sa dove stia di casa.
Se posso e se mi viene dato di avere un affitto low cost così come di Volare Aggratis.....perchè no ? dice e fa  il Lider Maximo, tanto i Kompagni mi proteggono, come io proteggo loro all'abbisogna.
Ora i PM Paolo Ielo e Giuseppe Cascini, che stanno indagando sul fattaccio delle tangenti e dei "Voli Aggratis"  di D' Alema , forse non prenderanno in considerazione la MORALE E L' ETICA, visto che il loro compito è quello di appurare se l' atto e/o  il fatto siano  "contra legem".
Il fascicolo potrebbe essere archiviato ma quello che resta,  caro On.le, Presidente Copasir, Massimo D' Alema (PD), è senza dubbio il reato contro l' ETICA PUBBLICA.

20 ott 2011

ALLUCINANTE ESTERNAZIONE

ALLUCINANTE ESTERNAZIONE del Sindaco, Giovanni Giorgio: Marcuccilli è a tutt'oggi Assessore perchè manca il numero di protocollo alla  lettera di dimissioni.

Altro che "bagatella", è veramente ordinaria e pura follia quella dell' Amministrazione Giorgio Bis che sono arrivati allo "sputtanamento" sui giornali e il Sindaco dichiara serafico che il problema non esiste.
Ma cosa deve succedere? Non bastano gli intrighi di Palazzo ora messi in Piazza dal Sel e dal Marcuccilli stesso che accusa l' esecutivo di essere distante dalla cittadinanza, non ascoltare il malessere della Piazza, non avere progettualità e navigare a "vista giornaliera" e il Sindaco che lo invita al colloquio e al lavoro di assessore.
Allora Marcuccilli non sta lavorando ? Sta prendendo i soldi senza ottemperare al suo dovere ? Ciò è gravissimo e la Piazza deve essere informata.
Non è normale che si paghi un assessore che non sta lavorando.
Orbene, o Marcuccilli vada a protocollare le dimissioni o vada a fare il suo lavoro di assessore retribuito con  €  838,40 lorde  al mese, e se non va a  lavorare , il Sindaco Giorgio è nella facoltà di togliergli la delega e darla ad un altro.
Ma tutto deve avvenire a breve ....non aspettare le calende greche....perchè i Cittadini sono stanchi e stufi di questo andazzo disdicevole.
Che si "scazzino" tra di loro, in pubblico o in privato, poco interessa alla Comunità, quello che interessa è che l' amministrazione è in sofferenza e stanno dando ampia prova di disamministrazione, di arroganza e vessazione (aumento TARSU).
Comunque fa piacere apprendere dell' incontro che il Sindaco ha avuto con i Vertici dell' Unione Cinque Città e che da quell' incontro sia scaturito qualche spiraglio di accordo a "differenziare" pure a Roccasecca, ma sicuramente non a breve, come paventa lo stesso Primo Cittadino.
Oltre agli sviluppi della telenovela di Marcuccilli dentro-Marcuccilli fuori l' esecutivo.....per tutto il resto come la mettiamo?

19 ott 2011

QUEI MINISTERI LEGHISTI

QUEI MINISTERI LEGHISTI di Monza devono chiudere perchè istituiti senza previa consultazione e concertazione coi sindacati più rappresentativi del settore.
Così deciso dal tribunale di Roma che ha annullato l'effetto dei decreti che istituivano in Brianza, su impulso della Lega Nord, una serie di sedi periferiche ed ha condannato la Presidenza del Consiglio al pagamento delle spese processuali, avendo agito in modo "antisindacale ".
Insomma, le buffonate leghiste costano soldi ai cittadini italiani.
E Calderoli continua imperterrito a non avere rispetto delle istituzioni.
Alla notizia che deve chiudere i battenti  dei fantomatici propagandistici Ministeri così si è espresso: Il Tribunale di Roma non può chiudere i Ministeri di Monza. Quelle sedi resteranno aperte ...ne parlerò con il Presidente del Consiglio.
Senza Parole !!!!!!!!!!!!!!

DIMISSIONI MARCUCCILLI

DIMISSIONI MARCUCCILLI - SOLO "BAGATELLA ", rispetto al grande quadro catastrofico dell' Amministrazione Giorgio Bis, che i media enfatizzano e non poco.

Marcuccilli Alessandro
E' uscito allo scoperto l' ex assessore alla Cultura e Politiche Sociali, Alessandro Marcuccilli, con interviste ai quotidiani "La Provincia" e "L' Inchiesta", ma non prima di aver raccolto consensi in incontri di Partito(SEL) e di alcuni soggetti  della Consulta delle Associazioni.
Quindi, non ha chiamato al confronto la Cittadinanza, come ha detto ai giornalisti, bensì gli amici di partito e gli amici dell'associazionismo molto a lui vicino e riconoscenti.
Quindi, tanto per essere chiari, non è stato un incontro di partecipazione democratica, come vorrebbe lasciar trapelare l' ex assessore, visto che solo pochi intimi ed interessati all' associazionismo sono stati sollecitati all' incontro.
Il confronto democratico è quello di Piazza, caro Marcuccilli, quando si chiama a raccolta chi di dovere, ovvero il Popolo Sovrano, quel Popolo che, con larga maggioranza, vi ha concesso di occupare, e dinamicamente lavorare per il bene comune.
E la percezione del Popolo Sovrano di Roccasecca è che i loro rappresentati votati alla grande, stiano lì per la prebenda mensile, e di amministrare non se parla e quando si toccano i privilegi personali e/o degli amici, si alzano le barricate della contestazione con la finta delle dimissioni.
Dici che la tua colpa è quella di registrare il malessere che travalica anche la scelta dell' aumento della TARSU, di cui personalmente condividi la scelta.
Ma ti rendi conto della "blasfemìa", come direbbe il tuo Capo Vendola ?.
Ecco perchè non hai chiamato La Piazza ad un confronto democratico ma solo pochi aficionados nei segreti ufficietti, perchè dichiarare apertamente al Popolo  Sovrano che CONDIVI LA SCELTA DELL' AUMENTO DELLA TARSU, quel Popolo Sovrano ti avrebbe preso, come minimo  a pomodorate e uova marce,  altro che solidarizzare e spronarti a non lasciare l' incarico.
Comunque, il Sindaco proclama salute e benessere delle casse comunali, programmazione ed armonia  di lavoro con l' esecutivo, e allora le dimissioni sono proprio una  "bagatella" ?
Ma se proprio ci si vuole dimettere, pur restando in maggioranza, lo si fa e basta se proprio si vuol costruire e non sfasciare lo si faccia e basta e se non lo si riesce a fare, per tanti motivi è inutile e sterile appellarsi al sostegno dei soli  amici.
La percezione concreta è che l' Amministrazione Giorgio Bis sia allo sbando, lotte intestine di potere, partite di bilancio in affanno, Guardia di Finanza  che va e viene, TAR investito dal Comitato " NO TARSU", Magistratura che inquisisce e Marcuccilli che si dimette (?).
Ma, visto che il Sindaco Giorgio  ha, bello che pronto, un sostituto ( pare che sia il collega dr. Nota Crescenzo, dimissionario di Colle San Magno), gioca le carte:  del comunicato stampa del segretario Sel, della riunione degli iscritti Sel e dulcis in fundo .....chiama a raccolta alcuni membri dell' Associazionismo per avere sostegno e "Potere" ad andare avanti  e ritirare le dimissioni.
Ma il Sindaco Giorgio starà al gioco del Marcuccilli o designerà, a breve, il suo successore ?
Povera Roccasecca !!!!!!!!!ma non è che sotto sotto ci siano degli appetiti da soddisfare ?

18 ott 2011

GIORGIO PINOCCHIO

Giorgio- non presta il fianco alla Rossini , così l' articolone di sabato quindici ottobre 2011 sul quotidiano "L' Inchiesta "

Il Sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio
Così si è espresso l' affabulatore dei pecoroni che, vivaddio sono pochi, e con l' aumento della tassa sulla "Munnezza" ancora meno, grazie soprattutto al Comitato "NO TARSU", di cui mi onoro di essere degna rappresentante.
Il Comitato "NO TARSU"   ha dato inizio ad una battaglia civile di legalità, di giustizia ed onestà, al di là di ogni steccato politico, captando il malessere, il disagio economico che sta allignando in tutta Roccasecca, specialmente dalla notifica informale degli avvisi di pagamento dell'agente di riscossione, Equitalia.
Precisazione d' obbligo: le firme e gli amici sostenitori sono aumentati di parecchio i mille sottoscrittori  grazie al lievito dell' informazione corretta, onesta e professionale, visto e considerato i trascorsi lavorativi in una prestigiosa Banca - Agente di Riscossione.
Tanto per iniziare a rispondere, senza peli sulla lingua e senza alcun timore revenziale,  al Sindaco Giorgio, che dalle pagine del quotidiano "L' Inchesta" di sabato scorso non presta il fianco ad Anna Maria Rossini che non considera dal punto di vista politico e con il suo Comitato "NO TARSU ", per avere 1000 firme chissà cosa ha raccontato, anche cose distorte o distanti dalla realtà.
Un Primo Cittadino, di cui lodo l' umanità e la professionalità, ma non  le capacità amministrative, oggettivamente ben al di sotto della norma, che  tra l'altro è attorniato da una Giunta che definire "analfabeta", dal punto di vista Politico-Amministrativo, è poca cosa,  si esprime in modo così pedestre ed offensivo, poco chiarificatore e millantatore non è degno di stare dove sta, l' ho detto e lo ripeto, e questo non c' azzecca nulla con la politica, sia ben chiaro. 
Non si riconoscono le acclarate professionalità al servizio della Comunità che, in un batter d' occhio, hanno esperito azioni legali, iniziative di coinvolgimento dei Presidenti del TAR, Corte dei Conti e Regione Lazio, incontro con l' Unione Cinque Città per verificare lo stato dell' arte con Roccasecca, bene..... Ma non mi si venga a millantare la Raccolta Differenziata a breve ........A breve l' Amministrazione Giorgio Bis non farà un bel  "CIUFOLO"......
Con chi la fa ? Con la San Galli ed in modo rabberciato o con l' Unione che ha già pronti i Kit ma ci vogliono i "baiocchi"?
Se per gli appalti non ci sono i tempi tecnici cosa dice il Pinocchio Giorgio ? forse per chiamata diretta?
Per l' anno 2011 non se ne parla proprio e per tanti motivi a meno che non ci sia il Miracolo di San Gennaro.
Inoltre l' adeguamento (triplicazione, quadruplicazione, quintuplicazione) per sanare i trascorsi errori( cittadini che pagavano il 30% -o cittadini non il linea con il catasto) non sembra tanto aver seguito i dettami della normativa sull'accertamento e sulla riscossione.
Quindi, pare, che oltre all' illegittimo raddoppio, la triplicazione, la quadruplicazione, la quintuplicazione sia da ascrivere, forse, al venir meno della previa procedura di accertamento.
Fa piacere apprendere che il Comune sia in buona salute, allora come spiega il Sindaco Giorgio ai Cittadini, i numerosi PIGNORAMENTI E GLI ATTI INGIUNTIVI che un giorno si e l' altro pure vengono notificati ?
Come spiega il Sindaco Giorgio i pali della luce traballanti e la ditta che reclama il pagamento ?
Come spiega il Sindaco Giorgio il Campetto  chiuso perchè l' Operaio non è stato pagato?
Ma il Sindaco Giorgio, sempre nell' intervista alla "Provincia", non chiarisce che fine facciano i benefit ambientali dato dai "monnezzari" di euro annui 520.000,00 circa.
Prossimamente, comunque, il Comitato " NO TARSU" farà chiarezza anche su questo chiedendo direttamente al Sindaco e/o alla SAF SpA.

16 ott 2011

LA VERITA'

LA VERITA' non  è di casa nei Sinistrozzi  Roccaseccani che mentono spudoratamente, sapendo di mentire.

Questa mattina, su un noto quotidiano Ciociaro, il Rettore dell' UPTE, Prof. Osvaldo Iorio, in bilico di riconferma, per le note vicissitudi elettorali-partitiche, in un ampio ed articolato  comunicato stampa, non so se in buona fede o in mala fede asserisce quanto segue:
"Premesso che le motivazioni che hanno portato l' assessore Alessandro Marcuccilli a presentare le proprie dimissioni dall' incarico non sono come sembra riconducibili alla mia riconferma al ruolo di rettore dell' Upte......."
Mi faccia il piacere !!!!!!!!
Ma se lo sanno tutti che è proprio questo il motivo per cui l' Assessore Marcuccilli ha consegnato "brevi manu", le dimissioni  al  Sindaco Giorgio e poi anche per altre ingerenze superabilissime nel Comparto dell' Assessorato  Cultura-Sociale.
Poi si è dilungato sull' espressione del Rettore che deriverebbe da un ibrido maggioranza del Centro Sociale Anziani e minoranza della cosiddetta società civile su segnalazione sempre del Centro Sociale Anziani.
Osvaldo Iorio Rettore UPTE
Insomma i Sinistrozzi se la cantano e se la suonano ....perchè tutti sanno che il Centro Sociale Anziani è un covo di Komunisti che fanno il bello ed il brutto tempo ed un bel bacino di voti anche, il che non guasta.
Ma il Rettore Guastatore, sebbene sinistrozzo,  con la sua candidatura nella lista avversaria di "Città Futura" di Tanzilli ha rotto gli equilibri Marcuccilli-Giorgio, .........altro che......e.... arrivato il momento del rinnovo della carica di Rettore deve fare i conti non con il Centro Sociale Anziani ma con il Sindaco Giorgio che reclama la sua testa di Rettore Upte.
Così come Giorgio gliel' ha concessa alle precedenti elezioni, per meriti di supporter, non gliel' ha rinnova perchè ha leso la Sua Maestà come avversario alle ultime amministrative.
La cosa che mi preme mettere in rilievo è che fino a che gli ha dato l' onore di essere Rettore tutto ok bene, bravo Giorgio Sindaco...ora che gli nega il rinnovo della carica, sempre in quel comunicato stampa sapete cosa dice ?: ..........il comportamento del Sindaco e sicuramente di molti del suo esecutivo ..........è proteso all' erigere intorno a sè uno steccato che contenga tutti quelli che obbediscono e non contestano, che abbassano lo sguardo, che dicono signorsì che non ledono la maestà e sono sempre genuflessi.
Ahahahahah..... Ma sta carica di Rettore è nominativa o elettiva?.....L' ibrido consiglio che la esprime è nominativo o elettivo ?.......
I  Sinistrozzi bravi a mettere i paletti nei centri di potere e a mentire sapendo di mentire.........W Roccasecca Libera e Democratica.........

15 ott 2011

" NO TARSU" - GLI INDIGNADOS -

"NO TARSU" - GLI INDIGNADOS - di Roccasecca nelle strade e nelle Piazze in incontri informali

Roccasecca - Fr -
raccolgono il malessere della Comunità per il caro-munnezza, senza raccolta differenziata ed indifferenziata e si apprestano ad altre menifestazioni più incisive.
Il paese sta crollando, sprofonda e affonda nell’immondizia, l' Enel stacca quasi la luce al Municipio, tant' è che nella manovra degli equilibri di bilancio approvata con i soli voti della maggioranza è stato disposto un aumento di 20.000,00 euro,  il Cimitero, impraticabile ed invivibile, crea angoscia e per i cristiani il cui culto dei cari estinti è sacro, si sentono offesi nella sacralità nel vederla calpestata nonostante esborsi copiscui di denaro al Comune,  mentre le montagne bruciano, e i nostri amministratori, non avendo alcuna capacità di Governo, creano un disagio anche economico ai cittadini di Roccasecca.
La rivolta sociale ed economica, fin qua pacifica potrebbe avere dei risvolti non
annoverabili tra questa, se non si vede ombra di ravvedimento operoso e soprattutto operazioni amministrative improntate alla chiarezza, alla legalità e legittimità.
Si tende a fare cassa con la vendita dei Gioielli di Famiglia-Le Scuole-

- ex scuola località Panniglia - prezzo di stima: 100.693,16 euro
- ex scuola località Scolpeto - Melfi; - prezzo di stima: 57.411,05 euro
- ex scuola località Campo del Medico; - prezzo di stima: 71.829,08 euro
- ex scuola località Torretta; - prezzo di stima: 71.299,3

Ma l' unica scuola che pare sia stata venduta non è  tra quelle di cui sopra subastate bensì è stata quella di Rio Gentile che pare abbia  prodotto un incasso di euro 63.000 (sempre dalla manovra degli equilibri i bilancio)
Ma che cavolo ......forse perchè era più appetibile delle summenzionate e di più facile cash come il Mattatoio Comunale ?
L' iter della vendita corretto? un auspicio di si......
Ma i Cittadini sono indignati perchè invece di dare pratica attuazione alla Raccolta Differenziata si ci "ciuciulla"e "gingilla" con Marcuccilli dentro-Marcuccilli fuori.
Sono anche indignati perchè, pur essendo nell' Unione Cinque Città, si sta pensando alla San Galli, privato, che, pare, costi poco e che in modo non ufficiale abbia presentato un' offerta appetibile in quanto a costi ma lo è meno per i servizi che dovrebbe assicurare, servizi, compresa una differenziata al 75% come da legge e su tutto il territorio ma non è così (pare differenziata al 30%) .
Chiarezza amici amministratori.......democrazia partecipata ......avete anche un sito on-line ......ma che lo utilizzate solo per pubblicizzare feste e  festini?
Vi riconoscete, sempre negli assestamenti di bilancio, una carenza di indennità amministrativa per sindaco ed assessori, di € 8.000,00 oltre alle spese minime.
Ma non si vede traccia di rinuncia cosa nobile e gratificante per dare un segno di sacrificio per il bene comune.."Apò "

Comunque, al di là delle vostre prepende differite, agli Indignados di Roccasecca, emuli degli Indignados della Puerta del Sol di Madrid, interessa il coinvoglimento democratico nell' Amministrazione Locale ed in primis una detassazione dell' iniquo balzello di cui alle delibere 80 e 131.

OSPEDALE SANTA SCOLASTICA DI CASSINO

ALL' OSPEDALE SANTA SCOLASTICA DI CASSINO si  smembra il Reparto Medicina per andare incontro e sanare le manchevolezze dell' Ospedale di Frosinone e non toccare Alatri di Iannarilli 

Ospedale di Frosinone
Il Reparto Medicina dell' ospedale di Frosinone è in difficoltà, in affanno per vari motivi e, da una riunione dei Direttori Sanitari Ciociari e delle Unità Operative è venuto fuori un exit-strategy, una strategia di uscita mitigante il fallimento del Piano Polverini.
Dopo la chiusura di Pontecorvo, e la non riconversione come  avevano millantato, si sperava, almeno,  in un potenziamento del Santa Scolastica di Cassino, ma tutte buone intenzioni a cui non hanno fatto seguito  pratica attuazione.
Altro che Dea di I Livello !!!!!!!. Adesso si vuole smantellare il cuore dell' Ospedale, il Reparto Medicina, per dare man forte all' affanno di quello provinciale, lo Spaziani.
Ma non potevano chiudere Alatri come hanno fatto con Pontecorvo e dirottare tutti sul vicino Spaziani? Eh No ....Il presidente Iannarilli coltiva il suo orticello e lo protegge dagli attacchi degli haker.
Ecco un altro magnifico esempio di buona amministrazione dei direttori sanitari e dei primari locali (Ciociari) ossequiosi al Potere Politico.
Abbruzzeseeeeeeeeeeeeeeee se ci sei batti un colpo.....visto che con la chiusura di Pontecorvo non avete risparmiato una cippa, come dice un mio amico doctor, adesso volete sacrificare il Reparto Medicina di Cassino?
Per cosa? che ci risolvete, se non disagi per l' utenza cassinate.
E gli ordini di servizio di spostamento del personale da Cassino a Frosinone è legittima e legale ?
Attenzione !!!!!!!

14 ott 2011

RUMORS ROCCASECCANI

RUMORS ROCCASECCANI danno per scontato le dimissioni irrevocabili dell' Assessore alla Cultura e Politiche Sociali, dott. Marcuccili, accolte dal Sindaco Giorgio che pare lo stia  sostituendo con il  "Moderato" dr. Nota Crescenzo.

PURA "AMMUINA" come nel comando contenuto nel Regolamento da impiegare a bordo dei legni e dei bastimenti della Real Marina del Regno delle Due Sicilie del 1841, il cui testo così recita:

« All'ordine Facite Ammuina: tutti chilli che stanno a prora vann' a poppa
e chilli che stann' a poppa vann' a prora; chilli che stann' a dritta vann' a sinistra
e chilli che stanno a sinistra vann' a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann' ncoppa
e chilli che stanno ncoppa vann' bascio passann' tutti p'o stesso pertuso:
chi nun tene nient' a ffà, s' aremeni a 'cca e a 'll à".

Quindi, pura e semplice "ammuina", Marcuccilli via......entra Nota....Nota di qua, Nota di la, semplice ammuina e Marcuccili cosa fa?
Fa esternare il Segretario del Partito-Sel- Sez. di Roccasecca:  Le dimissioni presentate dal nostro assessore (ndr Marcuccilli) hanno un senso in virtù di un malcontento diffuso nell'intero paese, sopratutto nei centri dove si vive la cosiddetta “piazza”.
Le criticità sono numerose e si deve avere la ferma volontà di programmare una serie di attività che permettano la soluzione.........
Ma altro che programmare e progettare il futuro, se le voci si dovessero confermare fondate. il Sindaco avrebbe messo la parola fine al tira e molla de Marcucccilli.
Morto un "Papa" se ne fa un altro ed in attesa della fumata bianca , in piena "Ammuina", ecco che salta fuori il papabile, il "Moderato", dr. Nota Crescenzo.
Ma quanti incarichi....quante prebende.....il "Moderato" dr. Nota.
Medico della Mutua a Colle San Magno e Roccasecca, medico dentista, incaricucci vari presso squadrette ed altro, assessore alle Politiche Sociali a Colle San Magno ed ora, forse,  anche assessore a Roccasecca ? Evvvvvvvvaaaai......Ma la giornata lavorativa di un dottore di quante ore è composta.....Dio ha il dono dell' ubiquità e i dottori la doppiano abbondantemente, a quanto pare.

13 ott 2011

FLOP PRIMA RATA " TARSU"

FLOP PRIMA RATA "TARSU"e la Giunta Giorgio, in crisi profonda, per il reperimento cash-tappabuchi-per onorare  le numerose promesse elettorali e/o qualche pignoramento impellente.

Fidavano nell' incasso cospicuo della della Prima rata degli Avvisi TARSU per soddisfare le numerosissime debenze seppur di importi irrisori, si fa così per dire, di cui il Comune,a  quanto pare, viene pressato quotidianamente e messo alle corde.
Ma la  rastrellata iniziale "TARSU", atta a far fronte alle cose sopra descritte, non c' è stata e  si è ridotta ad  una miseria di euro, dicono fonti quasi sicure;  e forse per questo o anche solo per questo, sono iniziati i primi problemi nella Maggioranza (dimissioni sì-dimissioni no di Marcuccilli).
Cosa ne facciamo di questa miseria? Marcuccilli reclama programmi ed attuazione del programma della "Lista Progettiamo il Futuro con Gorgio Sindaco ".
Persino i  ragazzi del Sel -Sez. Roccasecca- di cui Marcuccilli è l' esponente di spicco,  hanno espresso a mezzo stampa, l' Inchesta di oggi 13 ottobre, solidarietà al dimissionario Marcuccilli e reso pubblico il "malcontento diffuso" nell' intero  paese  soprattutto nei Centri dove si vive la cosiddetta "Piazza" per la carenza di progettazione e con un esecutivo che viaggia a "VISTA".
Insomma, i nostri Governanti, avevano fatto affidamento sull' illegittimo incasso della TARSU, prima rata, per mettere a tacere i vari ragazzi assoldati da Coop. create ad hoc, come ad esempio quella chimata a PULIRE IL PARCO ARCHEOLOGICO, quella a GESTIRE IL PARCHEGGI DELLA STAZIONE, E QUELLA ABORTITA DELL' OSTELLO DELLA GIOVENTU', con Sede al Ricovero Castiglia ed a pagare il numerosi pignoramenti ed ingiuzioni di pagamento.
Ma la forza  del Comitato " NO TARSU" ha smantellato i disegni della Giunta Giorgio Bis di fare CASH e il magro bottino della PRIMA RATA TARSU ha sortito l' effetto della crisi amministrativa.
Ma il grande merito del Comitato "NO TARSU" è stato solo quello di aver dato uno scossone alle coscienze sopite dei Roccaseccani che sono scesi in massa "nelle Piazze del Centro e dello Scalo", altro che INDIGNADOS Spagnoli, sono scesi per testimoniare, con la loro vicinanza al Comitato "NO TARSU" , composto da uomini e donne e ragazzi, che si stanno impegnando  e stanno lavorando per il bene Collettivo ,che Giorgio ha perpretato una forte ingiustiza sociale, non solo contributiva.
Pertanto, la contestazione messa in campo dal Comitato "NO TARSU", è  un chiaro messaggio all' Amministrazione Giorgio Bis che...... o cambia strategia amministrativa condivisa dai Cittadini  (progettualità- chiarezza- legalità-e legittimità degli atti amministrativi)   o è meglio che faccia le valige e abbandoni Palazzo Boncompagni, perchè Cittadini di Roccasecca non sono più disposti a subire passivamente.

12 ott 2011

GIORGIO PERDE PEZZI DA NOVANTA

GIORGIO PERDE PEZZI DA NOVANTA l' Assessore alle Politiche Sociali e Cultura, mentre  il Popolo dei 2770 votanti e sostenitori si sono ridotti al lumicino per le gabelle "TARSU" inique, vessatori ed illegittime.

Giorgio-

The Dark Side of the Moon 

A pochi mesi dal trionfo dell' insediamento della Giunta Giorgio Bis è iniziato  il" patatunfete"  ed è , quindi, l' inizio della fine, crisi profonda ed irreversibil e, al Sindaco Giovanni  Giorgio, non resta altro, che staccare la spina, rassegnare le dimissioni mettendo la parola fine a questo spettacolo indecoroso.
La maggioranza non l' ha più, sia quella di Palazzo che del  Paese Reale, ingerisce pesantemente nell' operato dell' assessore alla Cultura e Servizi Sociali, mette veti su qualsiasi cosa faccia e il comparto non funziona.
Questa cosa  non va giù al dr. Marcuccili  che si è visto toccare, oltre alle altre ingerenze, il suo Rettore dell' UPTE, solo perchè ha avuto l' ardire di presentarsi alle passate elezioni comunali con una lista avversaria, allora è diventato soggetto da evitare e mettere all' angolo e indegno di fare il Rettore.   Ragion per cui l' Assessore Marcuccili ha rassegnato le dimissioni da Assessore.
Le suddette dimissioni sono nelle mani del Sindaco e fra due o tre giorni sapremo se accettate o no....se sono irrevocabili o no.....
Questo balletto indecente, che sa tanto di lotte intestine, paralizza l' attività amministrativa e politica dell' ente e i cittadini ignari ne pagano le conseguenze.
Ma Giorgio, oltre a battibeccare con i suoi Consiglieri ed Assessori, battibecca con l' intera cittadinanza in rivolta per il caro-bolletta senza raccolta differenziata e senza servizi.
Ha tradito tutti i suoi sostenitori, li ha ingannati con la promessa di non aumentare le tasse e, la prima cosa che ha fatto è stata proprio questa.....che vergogna !!!!!!!!
Ma con quale faccia sostiene che lo ha fatto per attivare la differenziata ......ma quale differenziata.......con quali soldi.......con chi la fa?
Giorgio è allo sbando e i Deputati del Comparto Ambiente della Camera,  ne approfittano per venire alla SAF SpA, a fare che ?
Roccasecca è allo sbando, Roccasecca è alla bancarotta, il tutto con l’aggravante che avviene  in un momento così difficile che sta attraversando l’Italia ed il nostro territorio.
A questo punto Giorgio, anziché continuare in questa  farsa ridicola del Rettore UPTE uomo Suo o di Marcuccilli dovrebbe fare solo una cosa: Rassegnare le dimissioni per consentire finalmente a questo territorio di essere seriamente governato.

I PARLAMENTARI VISITANO LA SAF SpA

I PARLAMENTARI VISITANO LA SAF SpA e la cosa puzza di "Munnezza Romana ", visto che il Ministro dei Beni Culturali,  Galan,  "mazzia "la Polverini per la scelta del sito "Pizzo del Prete, vicino alla necropoli di Cerveteri.
Chiusa Malagrotta, la futura discarica di Roma individuata dalla Regione Lazio, Pizzo del Prete, ha fatto andare su tutte le furie il Ministro Pidiellino Giancarlo Galan, all' apprendimento  della notizia dai giornali e da spiate di alcuni cittadini.
Il 30 giugno scorso, con l' emanzione di un'ordinanza, la Regione Lazio ha scelto Pizzo del Prete  come "preferenziale" per sostituire la gigantesca Malagrotta, che dopo 30 anni di attività chiuderà entro gennaio-febbraio 2012
Pizzo del Prete è  nel comune di Fiumicino a pochi chilometri da Cerveteri, famosa per le sue necropoli di epoca etrusca patrimonio dell'umanità dal 2004.-
Ma già dal luglio scorso, i residenti e gli imprenditori agricoli della zona, prima di Galan, stanno protestando contro la succitata  delibera regionale, che giudicano illegittima, tant' è che hanno fatto  ricorso al Tar del Lazio per chiederne l'annullamento.
La giudica illegittima, ma per motivi differenti, anche il re della "munnezza romana", il proprietario di Malagrotta, Manlio Cerroni e anche Lui si è rivolto alla giustizia amministrativa per impugnare la scelta di Pizzo del Prete, reputando  molto più adeguata l'area di Monti dell'Ortaccio che è di sua proprietà.
Ma il giorno 7 ottobre u.s.,  l' impianto di riciclaggio Saf SpA di Colfelice è stato pomposamente visitato dalla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, on.le Angelo Alessandri, On.le Anna Teresa Formisano, dott.ssa Febonio e dott. Vizzaccaro, per verificare lo stato dell' impianto e soprattutto del sistema di lavorazione dell' impianto nell' ambito del ciclo integrato dei rifiuti provinciali (FR).
Orbene, ma come mai tutta questa attenzione da parte della Camera dei Deputati-Sez. Ambiente alla SAF SpA ?

Non è che per caso questi scienziati di Roma-Stato e Regione -stanno studiando il sistema di dirottare una parte della "MUNNEZZA ROMANA" a Roccasecca e Colfelice ? 
Sig. Sindaco, Giovanni Giorgio, il Comitato "NO TARSU" e tutta la cittadinanza aspetta un suo autorevol intervento in merito alla visita del Parlamento Italiano alla SAF.SpA.

11 ott 2011

IL MIGLIOR PREVENTIVO

IL MIGLIOR PREVENTIVO si aggiudicherà la "Raccolta  Differenziata " al Comune di  Roccasecca- "ipse dixit" il Sindaco, dr. Giovanni Giorgio, 

« To be, or not to be, that is the question"
alla fine del Consiglio Comunale di ieri mattina, 10 ottobre 2011, Consiglio che ha visto il noto Assessore alle Politiche Sociali e alla Cultura, Alessandro Marcuccilli, seduto non al solito posto, che gli compete per ruolo, bensì  tra i modesti Consiglieri.
Si è dimesso o non si è dimesso? "this is the question" e come il casareccio Amleto Shakespeariano declama : Essere o non essere: questo è il problema:
Se è nobile nella mente di soffrire
I colpi dei dardi di una sorte crudele,
O prender l'armi contro un mare di guai.....
Ci facciano sapere gli Amministratori in stand-by.
Poi in merito alla " NO TARSU" portata all' attenzione del massimo consesso cittadino, dai consiglieri di opposizione, il Primo Cittadino pare che abbia detto:
La differenziata è improcrastinabile,  ma costa assai, ed è tutta a carico dei cittadini-contribuenti, per questo abbiamo duplicato, triplicato, quadruplicato, quintuplicato la Tariffa TARSU.
L' Unione Cinque Città, di cui Roccasecca è membro effettivo con la popolazione più numerosa rispetto ad Aquino, Piedimente, Villa Santa Lucia, per la qual cosa L' Europa-tramite la Regione Lazio, ha erogato fondi Docup sostanziosi € 2.500.000,00  proprio per la raccolta differenziata e poi per l' Eco-Centro, attivo per altri, ma non per Roccasecca (ndr).
Ma l' Unione, ha detto il Sindaco ha chiesto € 900.000,00 non specificando che solo € 750.000,00 sono per la Raccolta Differenziata, e € 150.000 per i debiti che comunque devono essere pagati.
La domanda è d' obbligo: se il Comune di Roccasecca concede l' appalto del Servizio di Raccolta Differenziata ad altra ditta più conveniente come la mette con l' Unione Cinque Città ? fuoriesce ? e se fuoriesce per quei fondi Docup non si aprirà per caso un contenzioso planetario?
Mah!!!! Il Popolo "NO TARSU" seppur in attesa di sconti ai cittadini, per concessione della raccolta differenziata ad altri competitors dei bandi di gara più accessibili e meno costosi dell' Unione, andrà avanti per la propria strada all' insegna della chiarezza, legalità, dell' equità tributaria.
E, sempre il Popolo "NO TARSU"  fa saper al Consigliere di maggioranza, al Moderato, dr Nota Crescenzo, che " NO TARSU" RECLAMA SERVIZI ANCHE CON  L' IMPIEGO DEL FAMOSO BONUS DELLA DISCARICA DI CERRETO AMMONTANTE A € 500.000 CIIRCA .
Quindi ci fa sorridere ed irritare il suo qualunquismo offensivo (di Nota ) quando dice: L'aumento è dovuto dal fatto che Roccasecca paga meno rispetto agli altri comuni dell'Italia e quindi si devono adeguare anche loro con il pagamento della Tarsu.
Per sua norma e regola il POPOLO "NO TARSU" VUOLE PAGARE MA IL GIUSTO NEL RISPETTO DELLA LEGGE.....
E con le delibere 80 e 131 le violazione sono numerose e ripetitive  ma  il TAR farà giustizia .

10 ott 2011

" NO TARSU " ...ED E' SUBITO BAGARRE

" NO TARSU " ...ED E' SUBITO BAGARRE a margine del Consiglio Comunale odierno vertente sugli equilibri di Bilancio, così mi è stato riferito da chi ha partecipato.

Il Comitato "NO TARSU" e le manifestazioni di Piazza di ieri, domenica allo Scalo e l' altro ieri, al Centro, hanno creato non poche fibrillazioni nell' Amministrazione Comunale.
Il Sindaco Giorgio pare chi si sia risentito, e non poco, della costituzione e delle attività " NO TARSU",  visto che Lui ha messo solo temporaneamente le   mani nelle tasche dei Roccaseccani.
Solo per quest'anno, ha detto, poi basta, negli anni futuri si fa marcia indietro.
Si è arrampicato sugli specchi per giustificare alle opposizioni consiliari ( Lista Abbate e Città Futura) l' aumento stratosferico della TARSU.
E' stata una inelluttabile necessità, pare che abbia detto, per poter dare l' avvio alla raccolta differenziata imposta per legge.
Se non si fa la differenziata il comune verrà multato......è difficle fare accordi con l' Unione Cinque Città, diventata sempre più esosa ed ancora di più con il passare degli anni futuri.
Tra le righe si legge: " FUORI DALLE CINQUE CITTA " e ad aste pubbliche accordi sottobanco, forse, già in atto con altri.
"Altri", forse sono più bendisposti dell' Unione a fare credito, ma anche DIFFERENZIATA di POCA QUALITA'  e QUANTITA', e forse solo nei centri Cittadini così si vocifera, lasciando le periferie e le campagne nel degrado della "MUNNEZZA".
Pare anche che sia venuto fuori il mistero dell' impiego del Benefit Ambientale della Discarica e UDITE!!!!!!UDITE!!!!!!! servono a pagare i MUTUI.
VERGOGNAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!

Insomma il Comitato " NO TARSU" ha colto nel segno....... CHE GUAZZABUGLIO I CONTI DEL COMUNE DI ROCCASECCA....I DEBITI SONO COME  IL POZZO DI SAN PATRIZIO.

"NO TARSU" TEORIZZA E CONSIGLIA

"NO TARSU" TEORIZZA E CONSIGLIA LA PRATICA DELL' EQUITA' FISCALE NELLA ISTITUZIONE-COMUNE  DI ROCCASECCA-
Raccolta firme del Comitato "NO TARSU" a Via Piave-Roccasecca Scalo-
equità fiscale, messa sotto i piedi e calpestata con le fumose delibere n.ri 80 e 131 e  aggravata inoltre dai numerosi errori di cartellazione per uno pseudo adegamento catastale che doveva, a nostro modesto parere, essere oggetto di preventivo accertamento e da altri piccoli errori di chiara matrice di personale avventizio inesperto.
Qualsiasi Amministrazione Comunale che si rispetti, nei momenti di difficoltà economica si pone il problema di primaria importanza, affermare e perseguire i principi di giustizia ed equità fiscale.
Ma questa strana nostra Amministrazione Comunale, targata Giorgio Bis, vede solo l' urgenza di FARE CASSA e non si pone il primario scopo dell'equità fiscale con la trasparenza degli atti, la lotta all'evasione o alla elusione riducendo al minimo il contenzioso con i cittadini.
I nostri amministratori roccaseccani, hanno inteso formulare ruoli TARSU applicando, sic et sempliciter, aumento del doppio della tariffa,  controlli incrociati dei dati catastali e fiscali che hanno mostrato i loro enormi limiti, quantomeno su due aspetti: non hanno efficacia nei confronti degli evasori totali (che restano per lo più sconosciuti) e i risultati sono solo presunti, da verificare nuovamente con il contribuente, dando spesso vita a contenziosi interminabili.
Si ribadisce, quindi, che l' obiettivo di Giorgio e della Sua Giunta non è l’equità fiscale bensì soddisfare l’obiettivo di “fare cassa”.
Ma tale modo di operare produce ed aggiunge danni a danni, vuoi di  ingiustizia sociale che di disequità fiscale.
Per raggiungere e praticare l' equità fiscale l' Amministrazione dovrebbe, da una parte, dotarsi  di strumenti e tecnologie adeguate (Sistema Informativo Territoriale) che diano ampie garanzie di affidabilità dei risultati con azioni eseguite in maniera  organica ed efficiente.
La rigorosa conoscenza del territorio in tema di tributi locali costituisce il fondamento per allargare la base contributiva secondo il principio “pagare tutti per pagare di meno”;
Poi, di converso,  favorire  azioni che facilitino operazioni di ravvedimento da parte dei contribuenti “più distratti” per instaurare un corretto dialogo fra Contribuente ed Amministrazione.
Ma ora che la tegola della della polpetta avvelenata "TARSU" è stata servita, a noi cittadini non resta che mettere in atto qualsiasi azione, per "NON MORIRE".
Vogliamo VIVERE e VIVERE BENE , quindi resisteremo nelle Aule Giudiziarie (TAR) perchè  il modo di operare dell' Amministrazione  è stato illegittimo e vessatorio, confidiamo nella GIUSTIZIA che siamo sicuri ci darà ragione.
Secondo Step.....non pagare più la SAF (Impianto di riciclaggio di Colfelice) perchè quasi sul nostro territorio procurando danni enormi all' ambiente e alla salute dei roccaseccani.
Quindi con i ristori ambientali di MAD srl e SAF SpA, ahivoglia a pagare la raccolta differenziata, e a far risorgere  Roccasecca alla normalità di decoro e pulizia.

09 ott 2011

IL GIOCO VINCENTE " NO TARSU"

IL GIOCO VINCENTE " NO TARSU" è iniziato ieri proseguito oggi, nelle due Piazze Princiali: Piazza Longa- Roccasecca Centro  e Piazza Risorgimento-Scalo- 
J. W. Goethe diceva: Le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi, possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente.
E  Tucidide: Sicuramente i più coraggiosi sono coloro che hanno la visione più chiara di ciò che li aspetta, così della gioia come del pericolo, e tuttavia l'affrontano.
Il Comitato " NO TARSU" è mosso da nobili sentimenti di giustizia sociale, di amore per Roccasecca, di idealità, legalità e non arretrerà di un solo passo per perseguirli.
Tutti gli Oratori del Comitato hanno dato ampia dimostrazione di conoscenza, di passione ed amore per la giustizia, per la legalità e legittimità degli atti amministrativi delle ISTITITUZIONI.
E Poichè L' Amministrazione Giorgio Bis, sta perpetrando ingiustizie sociali, vessazioni tributarie oltremodo  illegittime con il chiaro scopo di far CASSA, non per SANARE, ma per ALLONTANARE lo spettro del DISSESTO, non siamo tanto sprovveduti e ci batteremo con tutte le nostre forze, con civiltà e democrazia per salvaguardare i diritti di TUTTI, con spirito di servizio.
Annamaria Matassa ha messo il dito nella piaga con una spietata analisi delle due delibere la n. 80 e la n. 131 mettendone in rilievo le molte incongruenze, una ad esempio e riguarda la voce "Spese del personale‭ " adibito al servizio alla raccolta dei rifiuti ‬€ 121.233,04 .
‭Ma il personale ‬di cui si parla nelle famigerate delibere  sono dipendenti  Comunali che oltre a fare la Raccolta dei rifiuti, vediamo impegnato in altri servizie e quindi, per logica, dovrebbero rientrare, come stipendi o spese, nella pianta organica del Comune, allora dice la Matassa perché è aggravata  di tale importo tipologia di costi per la raccolta dei rifiuti?
Un' altro punto cruciale toccato dalla Matassa della fumosa delibera 131: Parliamo del punto dove si parla di spese per il conferimento in discarica SAF Colfelice‭ ‬€‭ ‬350.000,00,‭ ‬allora noi tutti sappiamo che avendo nel nostri territorio la discarica Provinciale,‭ ‬ci viene dato un ristoro ambientale di circa in media‭ ‬€‭ ‬550.000,00‭; ‬cosa si fa con questi soldi‭? ‬Volendo decurtare i‭ ‬350.000,00 alla SAF,‭ ‬i restanti‭ ‬250.000,00‭ ‬Euro che fine fanno‭? ‬E‭’ ‬dato saperlo ai cittadini questo ristoro a che serve‭?
‭Quante domande, proprio tante, che, come Comitato "NO TARSU" ci riproponiamo di esplicitarle  ai diretti interessati, cioè,  Sindaco Giorgio, Assessore  al Bilancio Torriero, al Segretario e al Ragioniere e ci devono rispondere in modo semplice, chiaro ed onesto.
‭La giustizia amministrativa (TAR)  fa il suo corso e siamo convinti della vittoria  ma in parallelo il Comitato "NO TARSU" sarà attivissimo nell' opera di sensibilizzazione sempre all' insegna della legalità della protesta civile e democratica.
‭Doverosi ringraziamenti ai tanti cittadini che ci hanno onorato della loro presenza e dei loro elogi verbali e scritti.  
GRAZIE AI TANTI ROCCASECCANI CHE CI SUPPORTANO CON GIOIA E FIDUCIA

COMIZIO "NO TARSU"

COMIZIO "NO TARSU" Intervento del membro del Direttivo -Annamaria Matassa-
 ESPLICATIVA DELLE DELIBERE AUMENTO‭ “‬NO-TARSU‭”
Le due Delibere così come pubblicate danno spunto a molte domande ed ad altrettante risposte da parte degli amministratori.‭ ‬Da premettere che quanto sto dicendo non è una critica bensì un voler capire,‭ ‬insieme alla cittadinanza,‭ ‬il perché vengano fuori conteggi per la smaltimento dei rifiuti abbastanza elevati e che sicuramente nel periodo di crisi internazionale che stiamo attraversando,‭ ‬vanno a gravare oltre il normale su le tasche dei cittadini.
Delibera G.C.‭ ‬n°‭ ‬80‭ ‬del‭ ‬16.06.2011
‭(‬leggi intestazione Delibera oggetto‭)

Spese del personale‭ ‬(leggi delibera‭)‬:‭ ‬il personale di cui si parla sono dipendenti‭  ‬Comunali,‭ ‬che oltre a fare la Raccolta dei rifiuti,‭ ‬vediamo impegnato in altri servizi,‭ ‬quindi dovrebbero rientrare,‭ ‬come stipendi o spese,‭ ‬nella pianta organica del Comune,‭ ‬allora mi pongo una domanda questa cifra di‭ ‬€‭ ‬121.233,04‭ ‬perché è gravata sulla tipologia di costi per la raccolta dei rifiuti‭?

Sempre in questa delibera compiaiono le nuove tariffe TARSU applicate e che oramai ci sono ben note:‭ ‬tariffe per unità di superficie‭ (‬€‭ ‬per mq‭) ‬-‭ ‬(vedi delibera.‭)
Da far notare come nel deliberare al punto‭ ‬5‭ ‬si dice:
‭“‬di disporre che l’ufficio tributi del comune adotti le idonee iniziative per assicurare la più ampia conoscenza,‭ ‬da parte dei contribuenti,‭ ‬delle tariffe deliberate‭”; ‬ma questo non risulta essere stato fatto.‭ ‬Questa informazione andava fatta anche in virtù di quanto riportato nel Regolamento Comunale all’art.‭ ‬31‭” ‬Informazione del contribuente‭” ‬(leggere regolamento‭)‬.‭ ‬Le stesse informazioni debbono riguardare la richiesta di riduzioni per alcune categorie di utenza disagiate o protette,‭ ‬(vedi delibera‭ ‬131‭)‬ che vanno fatte sicuramente in tempi e modalità diverse,‭ ‬ma queste informazioni come vengono date‭? ‬E‭’ ‬compito di un’Amministrazione attente alle esigenze dei cittadini fare pubblicità tramite stampa,‭ ‬manifesti o altro come si fa per le aliquote ICI ed altro‭; ‬la pubblicazione On Line è giusta ma non adatta a tutti e poi tra l’altro non esiste neanche un archivio On line dove poter cercare le informazioni.‭
Andando avanti nella lettura,‭ ‬sempre in questa delibera,‭ ‬il prospetto dei costi sicuramente non è chiaro e forse questo ha giustificato la conferma ed integrazione esplicativa con la nuova delibera di G.C.‭ ‬n.‭ ‬131‭ ‬del‭ ‬23.09.2011.
‭ ‬Dopo i vari ritenuto,‭ ‬considerato ed ecc.‭ ‬arriviamo di nuovo alla definizione di queste tariffe per unità di superfici‭ (‬€‭ ‬per mq‭) ‬e qui vengono fatte le differenziazioni delle varie zone tenendo conto delle diverse situazioni‭ ‬(vedi delibera‭ ‬131‭)‬.
Ecco che arriviamo ai dati consuntivi per il costo del servizio,‭ ‬compreso lo sversamento in discarica‭ ‬(vedi delibera‭ ‬131‭)‬,‭ ‬se la spesa del‭ ‬2010‭ ‬è stata di‭ ‬€‭ ‬476.159,00,‭ ‬metti qualche aumento che ci può essere stato perché arriviamo ad un ruolo‭ ‬2011‭ ‬per la raccolta di‭ ‬€‭ ‬736.967,56‭ ‬con un incremento di‭ ‬€‭ ‬260.808,56,‭ ‬cioè di circa il‭ ‬54%‭ ‬in più‭?
Passiamo quindi al dettaglio della delibera:‭
Spese per il personale e lo abbiamo già detto:
Spese per il personale interno ecc,‭ ‬quale ruolo e chi sono queste persone che ci gravano su i costi della raccolta‭ ‬€‭ ‬32.000,00‭ ‬(vedi delibera‭ ‬131‭)‬.
Lasciamo da parte le spese quelle correnti che al massimo andrebbero verificate se giuste o meno,‭ ‬mi domando e ci domandiamo se la manutenzione dei mezzi fosse efficiente e regolare,‭ ‬si potrebbero risparmiare i‭ ‬25.000,‭ ‬00‭ ‬Euro per il noleggio di un compattatore e poi costa effettivamente tanto questo noleggio‭?
Parliamo del punto dove si parla di spese per il conferimento in discarica SAF Colfelice‭ ‬€‭ ‬350.000,00,‭ ‬allora noi tutti sappiamo che avendo nel nostri territorio la discarica Provinciale,‭ ‬ci viene dato un ristoro ambientale di circa in media‭ ‬€‭ ‬550.000,00‭; ‬cosa si fa con questi soldi‭? ‬Volendo decurtare i‭ ‬350.000,00‭ ‬alla SAF,‭ ‬i restanti‭ ‬250.000,00‭ ‬Euro che fine fanno‭? ‬E‭’ ‬dato saperlo ai cittadini questo ristoro a che serve‭?
Si parla ancora andando avanti di‭ ‬€‭ ‬30.000,00‭ ‬per spazzamento vie,‭ ‬piazze‭ ‬(vedi delibera‭ ‬131‭)‬,‭ ‬quando si parla di raccolta ingombranti,‭ ‬carta e cartoni a che cosa ci si riferisce,‭ ‬visto che prima se ne occupava l’Unione‭ ‬5‭ ‬città,‭ ‬ma ora che il comune si è autosospeso,‭ ‬a che cosa ci si riferisce‭? ‬Oppure è una voce per poter pagare i debiti verso l’Ente di Piedimonte‭?
Ancora canone discariche Pantanelle/Tore,‭ ‬non è una grande somma ma è giusto che siano a carico dei cittadini e che fine hanno fatto i due finanziamenti dui si parlava in campagna elettorale per la bonifica di detti siti‭? ‬Oppure questi finanziamenti sono solo una chimera visto che l’APQ8‭ ‬III accordo integrativo‭ “‬Bonifica siti inquinati e gestione dei rifiuti‭” ‬Regione Lazio,‭  ‬del‭ ‬29.11.2007‭ (‬accordo di programma quadro n°‭ ‬8‭ ‬Stato-Regione comune‭)‬,‭ ‬parla di Stima costo totale per la messa in sicurezza desunta da perizie di spesa presentate dal comune e pari a‭ ‬€‭ ‬802.000,00‭ ‬per Tore e‭ ‬€‭ ‬1.659.000,00‭ ‬per Pantanelle.‭ ‬Quindi niente ancora di definitivo,‭ ‬come già avvenuto per altri comuni che sono già in appalto.
Ultimo punto Spese per inizio raccolta differenziata porta a porta da affidare‭ ‬(vedi delibera‭ ‬131‭)‬,‭ ‬€‭ ‬115.000,00:‭ ‬ultimi mesi dell’anno e già stiamo ad ottobre‭ ‬,‭ ‬secondo il mio giudizio la raccolta differenziata non può partire dalla sera alla mattina poiché c’è‭  ‬bisogno di preparare un piano con modalità di esecuzione della raccolta stessa‭; ‬preventivare i costi,‭ ‬che suppongo,‭ ‬ammontino ad‭ ‬€‭ ‬115.000,00,‭ ‬come da delibera.‭ ‬Quindi indire una gara e la società che vince l’appalto avrà fatto un’offerta,‭ ‬un ribasso,‭ ‬sull’importo preventivato e quindi si avrà un costo diverso,‭ ‬semprechè non è già eseguito il tutto‭!
Espletate tutte le formalità,‭ ‬si informa la cittadinanza della partenza della raccolta differenziata,‭ ‬in maniera chiara e visibile,‭ ‬in modo da rendere tutti edotti della procedura di detta raccolta.‭ ‬Non vedo tempi brevi e quindi neanche la necessità di far pagare una previsione che non è una certezza al momento.‭ ‬E poi questa raccolta sarà presente su tutto il territorio o solo nei centri urbani‭? ‬La raccolta differenziata,‭ ‬imposta per legge,‭ ‬è ormai una necessità per la salvaguardia dell’ambiente e per la riduzione della spesa,‭ ‬meno rifiuti indifferenziati vengono conferiti,‭ ‬tanto minori saranno i costi di smaltimento.
GRAZIE

COMIZIO COMITATO " NO TARSU"

COMIZIO DEL COMITATO " NO TARSU"-
Intervento del Presidente Rossini Anna Maria
«Cittadini tassati, contribuenti, tartassati benvenuti», con profondo rispetto porgo il mio buon pomeriggio,.

Cittadini e cittadine di Roccasecca che in questi giorni state ricevendo i bollettini di pagamento della TARSU (tassa sulla spazzatura) non con i significativi aumenti  ma con esagerati aumenti 100%, 200% fino a 500% che dal mio blog  già denunciai giugno quando vennero deliberati.

Infatti la delibera di G.C. n. 80  sta dispiegando i suoi effetti nefasti per le vostre tasche, le nostre tasche, le tasche di tutti, con aumenti importanti che non trovano nessuna giustificazione effettiva, se non quella, come da noi più volte affermato, di fare cassa come è successo con gli autovelox, ve li ricordate gli autovelox presso il bivio per i Pozzi di Caprile l'uso dello stesso apparecchio - stessa matricola in due Comuni di province  laziali diverse ma " Ma Sua Eccellenza il Sig. Prefetto ne dichiarò  la sospensione per  la non conformità alla normativa 142/6 bis del codice della strada  intimando al sindaco Giorgio di metterlo a norma.

L' autovelox non è stato messo a norma bensì  è stato messo fuori uso da un pirata e all' amministrazione non è rimasto che il salasso degli avvocati delle cause perse.
Gli avvocati delle cause perse, però, sono stati  pagati profumatamente  con i soldi della Comunità con i soldi nostri.

E mentre si sperperano in modo scriteriato i soldi, Roccasecca tutta, la cittadina di San Tommaso è  ridotta ad una Bidonville Terzomondista, una vera e propria discarica a cielo aperto.

Cassonetti stracolmi di immondizia per giorni e giorni che ammorbano l'aria di odori sgradevoli e inquinanti l' ambiente, spazzamento delle strade 0 (ZERO) e nei vicoli addirittura stagnano per giorni e giorni rifiuti anche ingombranti e non passandoci il furgoncino, i cassonetti sono muniti di buste che non vengono tolte e ricambiate con buste vergini, ma semplicemente svuotate per due o tre volte lascio immaginare che puzza ristagna nella zona.

Sono indignati ed a ragione gli abitanti dei Vicoli del Centro, ma la stessa cosa seppur per il solo sverzamento dei cassonetti nelle zone periferiche.

Ma la cosa allucinante è che gli operatori ecologici, invece di darsi da fare con lo svuotamento dei cassonetti e lo spazzamento delle strade, si danno un gran da fare a numerare i cassonetti.

Il censimento dei Casonetti ? A che serve? a Chi serve? altri soldi sperperati per futili motivi.
Però fioccano le bollette Equitalia che ci procurano il cardiopalmo, ma dopo il malessere, il coraggio di reagire confortati dal Comitato "NO TARSU" che consiglia l' attendismo a PAGARE.

Ci sono, ben tre ricorsi al TAR e auspichiamo che a breve i giudici si pronunzino......Quindi ripeto,  non pagare fino alla  Sentenza o al massimo alla scadenza dell' ultima rata dell' avviso.

Noi Popolo normale, Popolo di partecipazione e Condivisione, noi Popolo "NO TARSU"  non ne possiamo più, la piazza è indignata, per le bollette Equitalia.

"L'aumento della Tarsu é illegittimo e scriteriato" ma è proprio l'imposizione della  T.A.R.S.U ad essere  ILLEGITTIMA perchè dovevano applicare la T-I-A (Tariffa Igiene Ambientale) che è tutta un' altra cosa.

Si dice che la LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA e L'IGNORAZA VA A BRACCETTO CON LA PRESUNIZIONE e questa volta gli Amministratori l' hanno dimostrata proprio tutta l'ignoranza, presunzione, arroganza e prevaricazione.

E  NOI non ci stiamo proprio, come non ci state VOI, visto che siete accorsi numerosi ai gazebo delle Piazze e dei mercati a Firmare la protesta così come siete accorsi numersi qui a continuare la protesta di Piazza.

Il Comitato "NO TARSU", non ha regie occulte partitiche e/o politiche, è sorto spontaneamente e  ci siamo messi subito in attività per il BENE COMUNE DI TUTTI.

E' vero che il 1° imput è stato dell' opposizione della Lista Abbate con l' idea di proporre ricorso al TAR che quattro cittadini hanno sottoscritto, tra cui Io prima firmataria,  ma poi stop, BASTA,....IL COMITATO NON E' SODALE DI NESSUNO, NON HA NE' PADRINI, NE' PADRONI, tant' è che le 1000 firme non hanno colore politico.

Hanno firmato tutti, i Cittadini della Lista Giorgio, I cittadini della Lista Tanzilli, i cittadini della Lista Alfano, Cittadini della Lista Abbate.

Il Comune è dissestato e il sindaco Giorgio ci   deve spiegare perchè io e i miei concittadini dobbiamo pagare (e a caro prezzo) le colpe sue e degli amministratori che lo hanno preceduto

L'aumento della Tarsu é illegittimo e scriteriato a fronte dei disservizi e i numerosi disagi che la città ha vissuto e continua a vivere.

E' ingiusto chiedere questo sacrificio illegittimo ed illegale  ai cittadini inermi mentre gli artefici di questo dissesto continuano a percepire lauti stipendi

Noi del Comitato "NO TARSU" dissentiamo fortemente perchè ci sentiamo paladini dell' equità e della giustizia e oltre a dissentire abbiamo intrapreso, grazie all' aiuto di un noto avvocato amministrativo di Cassino, un' azione di due ricorsi  al TAR, il primo ad adiuvandum del I Ricorso proposto dall' Opposizione Abbate  firmato da quatttro cittadini e l' altro per impugnare la seconda delibera dell' Amministrazione Giorgio Bis, la n. 131, che non dice nulla di più e nulla di meno rispetto alla prima, la n. 80.

Sono delibere incongruenti, vessatorie e perciò illegittime.

Ci battermo con tutte le nostre forze perchè è gravissimo il danno economico per le nostre famiglie e sicuramente i Giudici ci daranno ragione.

Ma da soli è pesante farvi fronte, perchè sapete che l' unione fa la forza.

Perciò chiediamo a tutti voi di supportarci in tutti modi che più sentite vostro....anche con un aiutino, che vale il costo di un caffè o il costo di un giornale.

Sicuri della Vostra Forza di voler raggiungere la vittoria al Tar, fa piacere anche la Vostra generosità.


Le parole Volano.....i Fatti restano..... ...i fatti concreti del Comitato  "NO TARSU " sono alla luce del Sole:

Incontro dei vertici dell' Unione Cinque Città per saper per quale motivo l' Ente ha sospeso i Servizi;
Raccolta di 1000 firme;
Lettera di sensibilizzazione ai presidenti del TAR, Corte dei Conti e Regione Lazio;
Manifestazione di Piazza, come questa ;

I RICORSI AL TAR PER RENDERE NULLE LE DUE DELIBERE ILLEGITTIME DELL'AMMINISTRAZIONE GIORGIO BIS.