13 ott 2011

FLOP PRIMA RATA " TARSU"

FLOP PRIMA RATA "TARSU"e la Giunta Giorgio, in crisi profonda, per il reperimento cash-tappabuchi-per onorare  le numerose promesse elettorali e/o qualche pignoramento impellente.

Fidavano nell' incasso cospicuo della della Prima rata degli Avvisi TARSU per soddisfare le numerosissime debenze seppur di importi irrisori, si fa così per dire, di cui il Comune,a  quanto pare, viene pressato quotidianamente e messo alle corde.
Ma la  rastrellata iniziale "TARSU", atta a far fronte alle cose sopra descritte, non c' è stata e  si è ridotta ad  una miseria di euro, dicono fonti quasi sicure;  e forse per questo o anche solo per questo, sono iniziati i primi problemi nella Maggioranza (dimissioni sì-dimissioni no di Marcuccilli).
Cosa ne facciamo di questa miseria? Marcuccilli reclama programmi ed attuazione del programma della "Lista Progettiamo il Futuro con Gorgio Sindaco ".
Persino i  ragazzi del Sel -Sez. Roccasecca- di cui Marcuccilli è l' esponente di spicco,  hanno espresso a mezzo stampa, l' Inchesta di oggi 13 ottobre, solidarietà al dimissionario Marcuccilli e reso pubblico il "malcontento diffuso" nell' intero  paese  soprattutto nei Centri dove si vive la cosiddetta "Piazza" per la carenza di progettazione e con un esecutivo che viaggia a "VISTA".
Insomma, i nostri Governanti, avevano fatto affidamento sull' illegittimo incasso della TARSU, prima rata, per mettere a tacere i vari ragazzi assoldati da Coop. create ad hoc, come ad esempio quella chimata a PULIRE IL PARCO ARCHEOLOGICO, quella a GESTIRE IL PARCHEGGI DELLA STAZIONE, E QUELLA ABORTITA DELL' OSTELLO DELLA GIOVENTU', con Sede al Ricovero Castiglia ed a pagare il numerosi pignoramenti ed ingiuzioni di pagamento.
Ma la forza  del Comitato " NO TARSU" ha smantellato i disegni della Giunta Giorgio Bis di fare CASH e il magro bottino della PRIMA RATA TARSU ha sortito l' effetto della crisi amministrativa.
Ma il grande merito del Comitato "NO TARSU" è stato solo quello di aver dato uno scossone alle coscienze sopite dei Roccaseccani che sono scesi in massa "nelle Piazze del Centro e dello Scalo", altro che INDIGNADOS Spagnoli, sono scesi per testimoniare, con la loro vicinanza al Comitato "NO TARSU" , composto da uomini e donne e ragazzi, che si stanno impegnando  e stanno lavorando per il bene Collettivo ,che Giorgio ha perpretato una forte ingiustiza sociale, non solo contributiva.
Pertanto, la contestazione messa in campo dal Comitato "NO TARSU", è  un chiaro messaggio all' Amministrazione Giorgio Bis che...... o cambia strategia amministrativa condivisa dai Cittadini  (progettualità- chiarezza- legalità-e legittimità degli atti amministrativi)   o è meglio che faccia le valige e abbandoni Palazzo Boncompagni, perchè Cittadini di Roccasecca non sono più disposti a subire passivamente.