Translate to:

09 ott 2011

COMIZIO COMITATO " NO TARSU"

COMIZIO DEL COMITATO " NO TARSU"-
Intervento del Presidente Rossini Anna Maria
«Cittadini tassati, contribuenti, tartassati benvenuti», con profondo rispetto porgo il mio buon pomeriggio,.

Cittadini e cittadine di Roccasecca che in questi giorni state ricevendo i bollettini di pagamento della TARSU (tassa sulla spazzatura) non con i significativi aumenti  ma con esagerati aumenti 100%, 200% fino a 500% che dal mio blog  già denunciai giugno quando vennero deliberati.

Infatti la delibera di G.C. n. 80  sta dispiegando i suoi effetti nefasti per le vostre tasche, le nostre tasche, le tasche di tutti, con aumenti importanti che non trovano nessuna giustificazione effettiva, se non quella, come da noi più volte affermato, di fare cassa come è successo con gli autovelox, ve li ricordate gli autovelox presso il bivio per i Pozzi di Caprile l'uso dello stesso apparecchio - stessa matricola in due Comuni di province  laziali diverse ma " Ma Sua Eccellenza il Sig. Prefetto ne dichiarò  la sospensione per  la non conformità alla normativa 142/6 bis del codice della strada  intimando al sindaco Giorgio di metterlo a norma.

L' autovelox non è stato messo a norma bensì  è stato messo fuori uso da un pirata e all' amministrazione non è rimasto che il salasso degli avvocati delle cause perse.
Gli avvocati delle cause perse, però, sono stati  pagati profumatamente  con i soldi della Comunità con i soldi nostri.

E mentre si sperperano in modo scriteriato i soldi, Roccasecca tutta, la cittadina di San Tommaso è  ridotta ad una Bidonville Terzomondista, una vera e propria discarica a cielo aperto.

Cassonetti stracolmi di immondizia per giorni e giorni che ammorbano l'aria di odori sgradevoli e inquinanti l' ambiente, spazzamento delle strade 0 (ZERO) e nei vicoli addirittura stagnano per giorni e giorni rifiuti anche ingombranti e non passandoci il furgoncino, i cassonetti sono muniti di buste che non vengono tolte e ricambiate con buste vergini, ma semplicemente svuotate per due o tre volte lascio immaginare che puzza ristagna nella zona.

Sono indignati ed a ragione gli abitanti dei Vicoli del Centro, ma la stessa cosa seppur per il solo sverzamento dei cassonetti nelle zone periferiche.

Ma la cosa allucinante è che gli operatori ecologici, invece di darsi da fare con lo svuotamento dei cassonetti e lo spazzamento delle strade, si danno un gran da fare a numerare i cassonetti.

Il censimento dei Casonetti ? A che serve? a Chi serve? altri soldi sperperati per futili motivi.
Però fioccano le bollette Equitalia che ci procurano il cardiopalmo, ma dopo il malessere, il coraggio di reagire confortati dal Comitato "NO TARSU" che consiglia l' attendismo a PAGARE.

Ci sono, ben tre ricorsi al TAR e auspichiamo che a breve i giudici si pronunzino......Quindi ripeto,  non pagare fino alla  Sentenza o al massimo alla scadenza dell' ultima rata dell' avviso.

Noi Popolo normale, Popolo di partecipazione e Condivisione, noi Popolo "NO TARSU"  non ne possiamo più, la piazza è indignata, per le bollette Equitalia.

"L'aumento della Tarsu é illegittimo e scriteriato" ma è proprio l'imposizione della  T.A.R.S.U ad essere  ILLEGITTIMA perchè dovevano applicare la T-I-A (Tariffa Igiene Ambientale) che è tutta un' altra cosa.

Si dice che la LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA e L'IGNORAZA VA A BRACCETTO CON LA PRESUNIZIONE e questa volta gli Amministratori l' hanno dimostrata proprio tutta l'ignoranza, presunzione, arroganza e prevaricazione.

E  NOI non ci stiamo proprio, come non ci state VOI, visto che siete accorsi numerosi ai gazebo delle Piazze e dei mercati a Firmare la protesta così come siete accorsi numersi qui a continuare la protesta di Piazza.

Il Comitato "NO TARSU", non ha regie occulte partitiche e/o politiche, è sorto spontaneamente e  ci siamo messi subito in attività per il BENE COMUNE DI TUTTI.

E' vero che il 1° imput è stato dell' opposizione della Lista Abbate con l' idea di proporre ricorso al TAR che quattro cittadini hanno sottoscritto, tra cui Io prima firmataria,  ma poi stop, BASTA,....IL COMITATO NON E' SODALE DI NESSUNO, NON HA NE' PADRINI, NE' PADRONI, tant' è che le 1000 firme non hanno colore politico.

Hanno firmato tutti, i Cittadini della Lista Giorgio, I cittadini della Lista Tanzilli, i cittadini della Lista Alfano, Cittadini della Lista Abbate.

Il Comune è dissestato e il sindaco Giorgio ci   deve spiegare perchè io e i miei concittadini dobbiamo pagare (e a caro prezzo) le colpe sue e degli amministratori che lo hanno preceduto

L'aumento della Tarsu é illegittimo e scriteriato a fronte dei disservizi e i numerosi disagi che la città ha vissuto e continua a vivere.

E' ingiusto chiedere questo sacrificio illegittimo ed illegale  ai cittadini inermi mentre gli artefici di questo dissesto continuano a percepire lauti stipendi

Noi del Comitato "NO TARSU" dissentiamo fortemente perchè ci sentiamo paladini dell' equità e della giustizia e oltre a dissentire abbiamo intrapreso, grazie all' aiuto di un noto avvocato amministrativo di Cassino, un' azione di due ricorsi  al TAR, il primo ad adiuvandum del I Ricorso proposto dall' Opposizione Abbate  firmato da quatttro cittadini e l' altro per impugnare la seconda delibera dell' Amministrazione Giorgio Bis, la n. 131, che non dice nulla di più e nulla di meno rispetto alla prima, la n. 80.

Sono delibere incongruenti, vessatorie e perciò illegittime.

Ci battermo con tutte le nostre forze perchè è gravissimo il danno economico per le nostre famiglie e sicuramente i Giudici ci daranno ragione.

Ma da soli è pesante farvi fronte, perchè sapete che l' unione fa la forza.

Perciò chiediamo a tutti voi di supportarci in tutti modi che più sentite vostro....anche con un aiutino, che vale il costo di un caffè o il costo di un giornale.

Sicuri della Vostra Forza di voler raggiungere la vittoria al Tar, fa piacere anche la Vostra generosità.


Le parole Volano.....i Fatti restano..... ...i fatti concreti del Comitato  "NO TARSU " sono alla luce del Sole:

Incontro dei vertici dell' Unione Cinque Città per saper per quale motivo l' Ente ha sospeso i Servizi;
Raccolta di 1000 firme;
Lettera di sensibilizzazione ai presidenti del TAR, Corte dei Conti e Regione Lazio;
Manifestazione di Piazza, come questa ;

I RICORSI AL TAR PER RENDERE NULLE LE DUE DELIBERE ILLEGITTIME DELL'AMMINISTRAZIONE GIORGIO BIS.