05 ott 2010

IL PIANO SANITA' LAZIALE

grande strumentalizzazione  politica di destra e di sinistra

mai vista, alla pubblicazione del Piano di Riordino della Sanità Laziale della Governatrice, Renata  Polverini.
Descrivere il disgusto da vomito  provato in questi giorni, allorquando, alla notizia del Piano Polverini per il riordino della Sanità regionale, i politici locali di destra e di sinistra, pur di mettersi in mostra, ne hanno fatte e dette di tutti i colori sui giornali e alle Rai-TV, fiaccolate, manifestazioni, invasioni dell' autosole, casse da  morto a piangere il "Morto-Sanità", manifesti, ecc. ecc.
Ma il mio cuore si riempie di tristezza quando la povera gente afflitta e sconsolata per l'ennesimo sopruso e non sa che pesci prendere, si lascia organizzare e coinvolgere nelle manifestazioni di massa, sfocianti in qualche caso, come è successo a Ponteocorvo, nella illegalità, lasciando che sia la rabbia per l' ingiustizia subita ad impossessarsi delle loro menti e a guidarli in atti insensati.
Non si rendono conto, i Poverini, che la responsabilità è di quella classe Politica inetta che quando ha Governato, ha sperperato il pubblico denaro con clientele aberranti ed ha prodotto solo "mala-sanità" ed ora incita alle barricate insurrezionalistiche per un  tentativo di arginare la deriva.
Sono sempre loro, quei "Politici" di sinistra come il PD che hanno  governato la Regione Lazio fino all' altro giorno cui si è cui si è aggiunto l' altro elemento mistificatore, ben più pericoloso  di loro e parlo dell' IDV che non avendo voce in capitolo in Regione fa pure la voce grossa tra il "Popolo" nell' esclusivo scopo di acchiappare i consensi.
Povero Popolo Ciociaro!!!! come la vedo male tale situazione: Roma che domina e la Provincia che soccombe, non avendo "Politici" di spessore in grado di portare avanti e far valere le istanze e le necessità della Provincia.
Se il servizio sanitario così come è stato gestito fino a questo momento  fa schifo, è costoso e non garantisce la salute non è il caso di mettere i puntini sulle "I", azzerare, riconvertire dove è possibile e incentivare le cose buone?
Forse lo sta facendo, la Nuova Governatrice, anche se a tutt'oggi  non si ha contezza di questo riordino e i servizi e i benefici che ne verranno.
Nell' attesa, i "Politici" con la solita faccia di c..o  cavalcano e fomentano la protesta della rete, delle piazze, degli addetti ai lavori, ma non è hanno nessun diritto, si vergognassero piuttosto.
La sinistra, ma non aveva governato prima? la destra, ma non aveva governato prima ed ora?  Ma i debiti c' erano e ci sono si o no? l' andazzo sperpereccio sarebbe ora che finisca  si o no?
Il piano varato  racconta la realta? I dati circa la sanità laziale  sono  veri  o virtuali?
Allora, se sono veri, la Polverini  vada avanti senza alcun timore per il bene di tutti con una aggiustatina par-condicio all' Ospedale di Alatri, altrimenti sarebbe troppo sfacciata la cosa.