Translate to:

09 mar 2012

Quando il gioco si fa duro....i duri scendono in campo

Quando il gioco si fa duro....i duri scendono in campo ed al quesito dei Cittadini-contribuenti Pagare SI o  NO alla scadenza  dell' ultima rata dell' avviso di pagamento bonario Equitalia, 30 marzo p.v. il COMITATO "NO TARSU", tutelate le 1000 firme, risponde:
A PAGARE ED A MORIRE C' E' SEMPRE TEMPO.....Aspettare la notifica della cartella con un surplus di euro 5, 88.


Il Comune di Roccasecca è in pieno dissesto finanziario, la prova provata è che non onora i debiti e poi alle strette fa pure azioni transattive, per evitare il Commissario ad acta, è il caso della TIMA srl, per capirci, quella società i cui lavori della pubblica illuminazionenon non sono stati pagati e neppure il pignoramento pagato.
Il Comune di Roccasecca ha urgente bisogno di cash, per questo non ha concesso la sospensiva alla riscossione dei ruoli TARSU 2011, in costanza di numerosi  ricorsi al TAR.
Infatti, non solo quello del Comitato "NO TARSU", bensì, anche quello di Città Futura  che dal Presidente della Repubblica, da questi, è stato dirottato al TAR, come da legge, e questo già lo avevo detto, immodestamente previsto.......ma anche qualche legale di Roccasecca ha tutelato i suoi non pochi  clienti, con il ricorso al Tar, di conseguenza c' è una pletora di Cittadini-Contribuenti che, reputando illegittima e vessatoria la tassazione dei RR.SS.UU 2011 si è appellato al Tribunale Amministrativo per avere giustizia.
Orbene, i MILLE sottoscrittori di "NO TARSU", i sottoscrittori di Città Futura e i sottoscrittori dei Legali Privati sono tutelati dalla Legge ed in caso di vittoria del TAR, stanno tranquilli sulla pretesa "munnezza" annullata.
Invece, quei cittadini, che hanno già pagato, o che pagheranno senza la tutela del Comitato "NO TARSU" o degli altri soggetti di cui sopra, si ritroveranno con le pive nel sacco: "cornuti e mazziati" con un Comune in fallimento.
Si sa che quando un soggetto  fallisce .....i creditori non tutelati da credito "privilegiato  ma da credito "chirografario" vengono soddisfatti con i residui o non soddisfatti per mancanza di attivo.
Pertanto, avendo l' Amministrazione Giorgio Bis, disatteso le legittime aspettative dei Cittadini-Contribuenti, con una figura beghina di Istituzione allo sfascio, assatanata di soldi per tappare i buchi urgenti e pericolosi, come la TIMA srl, il cui caso, peraltro, verrà portato all' attenzione della Corte dei Conti dall' ex Consigliere Bernardo Forte, il COMITATO "NO TARSU", i Consiglieri di opposizione, Abbate, Sacco, Colantonio e si spera pure Tanzilli, scenderanno nelle Piazze per scandire e pubblicizzare  l' agenda delle ulteriori azioni a tutela  di TUTTI i Cittadini-Contribuenti in balia di un' amministrazione  inefficiente ed inefficace.