18 mar 2012

IL PROFESSORE LA SA LUNGA

IL PROFESSORE LA SA LUNGA ma non la sa raccontare ....ed è per questo che ha incassato pochi piccioli di TARSU 2011....... Ha teso il trappolone acchiappasoldi, ma solo pochissimi topolini sprovveduti e paurosi ci sono cascati 
 La maggior parte degli adulti-contribuenti non si sono lasciati infinocchiare dalla prolusione dell' esperto Prof, che quando parla si capisce solo Lui, ed hanno aggirato il TRAPPOLONE acchiappasoldi della TARSU 2011.
Il Comitato "NO TARSU" ha fatto ricorso al TAR, Sez. di Latina, Città futura ricorso al TAR, numerosi cittadini si stanno facendo tutelare privatamente da legali, anche con ricorsi sempre al TAR e tanti altri si stanno accodando alle ulteriori azioni del Comitato "NO TARSU, e quei pochi che hanno pagato chiedono lumi di cosa succederà ai loro soldi, se potranno riaverli indietro. "Male facisti" caro topolino .....se sarà, quando sarà.....se riavrai i tuoi soldini ...non si sa ..... L' Unica certezza è che l' Amministrazione Giorgio Bis voleva mettere e tenere sotto scacco un' intera Popolazione Libera, condizionando i movimento e la libertà d' azione. Ma il Comitato "NO TARSU", ha dato ampia dimostrazione di saper reagire ad azioni d' imperio di un' Amministrazione in affanno, contro il Bene Comune. Una piccola riflessione in merito al TRAPPOLONE TARSU 2011e riguarda la spalmata dei costi degli esonerati dalla legge e dal buonsenso sui restanti contribuenti paganti: Premesso che risultano agli atti, giusti e sacrosanti esoneri dal pagamento della TARSU 2011 a vario titolo: disagiati, poveri, handicappati, e quelle famiglie che ruotano intorno alla discarica di Cerreto per un raggio di Km di 3, ecc.ecc. Ma l' accollo delle spese della loro produzione di rifiuti a carico di chi sta ? Mistero !!!!!!!!!!! ma non tanto...... Il professore ha detto al Consiglio Comunale che i costi dei rifiuti dei beneficiati venivano coperti con parte del ristoro-benefit SAF SpA. anche se è entrato in contraddizione con quanto detto dal Sindaco, che il benefit ambientale, per legge, (ha scomodato la Corte Costituzionale) non può essere destinato a coprire il costo dei rifiuti. Vabbè.... diciamo che il prof. ha detto la cosa giusta e sorvoliamo sulla boutade del sindaco. Ma nel bilancio 2011 la posta in Entrata della TARSU è 734.340,02 contro i 334.395,30 dell'anno precedente (2010), insomma è stata più che raddoppiata. A lume di naso, nessuna azione di recupero delle fosse di evasione, ma tutto il raddoppio sul groppone dei soliti noti. Ma per equità, tolti i beneficiati come precisato dal Prof., l' importo del pagamento TARSU 2011, a parità di contribuenti, sarebbero dovuti raddoppiare tutti e invece no, perchè ci sono stati numerosi raddoppi, numerose triplicazioni, quadruplicazioni, addirittura quintuplicazioni. Con quale criterio ? Il Comitato "NO TARSU" ha espressamento richiesto la documentazione preparatoria dei ruoli, fatta pare da una ditta esterna che ha intascato circa € 30.000,00. Che lavoro preparatorio ha fatto questa ditta esterna e soprattutto quali benefici ha dato? Costi-Benefici sono equipollenti ? mmmmmmmmmm Ma, a parte la giustificazione della grossa panzana della partenza della raccolta differenziata che a tutt' oggi non è stata avviata e che da sola rende illegittima l' azione di riscossione TARSU 2011. Non avete scovato gli evasori, ma avete gravato i paganti di un surplus ingiustificato...vessazione allo stato puro..che nessun Giudice lascerà correre. Avete spalmato sui paganti i costi dei non paganti giustificati. ......e Caro Prof., le chiacchiere, anche se abili, non convincono ed è per questo che i Cittadini di Roccasecca hanno posto in essere un protesta civile di NON PAGARE GLI AVVISI DI PAGAMENTO IN SCADENZA IL 31 MARZO c.m.