02 nov 2014

E' SOLO GOGNA MEDIATICA SINISTROSA FOMENTATRICE

Un drogato -Stefano Cucchi- muore in ospedale, scattano le denunce contro medici, infermieri, agenti di polizia penitenziaria- il processo....Le assoluzioni di TUTTI, scatenano una stomachevole corsa web sinistrosa, ANTI STATO.
ILARIA & STEFANO CUCCHI

Poverino Cucchi, ucciso a manganellate, porello Cucchi, ucciso dai bastardi senza cuore  (medici-infermieri-polizia) e pure il Giudice che ha assolto quei criminali, figli di p....TUTTI...questi i commenti sotto le foto raccapriccinti del Cucchi....
Ora, a parte la pietas che un  nobile ha sempre, a parte la vicinanza del  nobile alla famiglia Cucchi, a parte che siamo al 2 novembre, giorno deidaco ai morti, ma un pochino di verità la vogliamo ristabilire, o se non verità,  perchè nessun navigante WEB ha letto le carte giudiziarie e quindi si son lasciati travolgere dall' onda politica SINISTROSA ANTI STATO, almeno,  dare voce a quei medici, infermieri, carabinieri e magistrati infangati ed umiliati, a prescindere, perchè dovevano essere condannati in quanto colpevoli, a prescindere .....
Ma in che mondo viviamo ?!?!
Luciano Panzani
Ascoltiamo e registriamo anche la voce del dott. Luciano Panzani, presidente della Corte di Appello di Roma:  "Il giudice penale deve accertare se vi sono prove sufficienti di responsabilità individuali e in caso contrario deve assolvere. E' quello che i miei giudici hanno fatto anche questa volta".

Come registriamo ed ascoltiamo la voce della dott.ssa Monica Iorio che dal suo diario social di Facebook   
Monica Iorio
La mia presa di posizione su un caso che in questi giorni sta facendo tanto discutere non è nulla di personale contro la vittima, ci mancherebbe. A lui e alla sua famiglia va il mio affetto e la mia vicinanza, in particolare in questa giornata in cui si ricordano i nostri cari defunti.
Quello che mi indispone e mi indigna del nostro paese è che non c'è mai l'altra faccia della medaglia: o è bianco o è nero. I colpevoli vengono scelti, così in base a notizie uscite dalla stampa. mi riferisco naturalmente all'opinione pubblica! Che ne sa l'opinione pubblica di quello che passiamo noi sanitari quando "STIAMO LAVORANDO" e ad un certo punto si presenta da noi un povero tossicodipente che non è in giornata e ci aggredisce! che ne sa l'opinione pubblica di quante volte dobbiamo interrompere di lavorare e magari di prestare soccorso a pz che non hanno scelto di stare male e hanno bisogno del nostro aiuto solo perchè quel soggetto ha deciso di occupare un ps! che ne sa la gente di quella volta che mi sono dovuta nascondere per 2 ore e sono tornata a casa da sola avendo paura di un tossico che voleva picchiarmi perche' non lo avevo ricoverato avendo solo una distrazione di caviglia! che ne sa l'opinione pubblica di ferite, fratture di costole, aggressioni verbali di tanti sanitari! che ne sa l'opinione pubblica di ragazzi abbandonati dalla famiglia che vengono a chiedere aiuto a noi! che ne sa l'opinione pubblica di quante volte si deve sottostare alle avances di questi soggetti per evitare che diventino aggressivi! e quante volte non sai cosa fare perche' quel tizio rifiuta qualsiasi trattamento e allo stesso tempo viene considerato capace di intendere e di volere! o al contrario pretende con la forza che tu gli faccia una determinata terapia! e quante volte non ci sono pattuglie di carabinieri e di polizia perche' impegnati in altre urgenze e tu ti "cachi" in mano perchè quel tizio sta per sfondare la porta!e tutte quelle volte che le autorità te lo portano via e dopo 5 minuti te lo vedi ripresentare in ps! e quelle notti che il tizio è agitato e chiama l'ambulanza anche 10 volte e ogni volta te lo ritrovi in ps?
Ecco questa è l'altra faccia della medaglia!
quella che nessuna racconta. quella di tanti lavoratori che mentre LAVORANO rischiano la propria incolumità. E allora il mio pensiero va a tutti i sanitari e alle forze armate che tutti giorni hanno a che fare con questi soggetti. onore a voi che praticate quest'attività così difficile, pericolosa e mai elogiata da nessuno!