07 giu 2013

TRAME GIORGIANE

TRAME GIORGIANE per creare pressioni tali da disturbare e/o dirottare «il drappo immacolato della Giustizia»,  nella fattispecie l' «affaire Comandante dei Vigili, dott. Marra». 
Sindaco Giovanni Giorgio

Un' assunzione alla garibaldina, con un iter arrogante, di non specchiata legittimittà,  basato sul non rispetto delle norme in vigore, che sta assumendo connotati, a dir poco grotteschi, che hanno  il sapore  di inculcare nei Cittadini di Roccasecca l' esistenza di poteri forti capaci di tramare nelle retrovie, contro cui NULLA SI PUO', per cui non resta altro che la soccombenza  e stare a cuccia, come cani bastonati.
Ma il Popolo Sovrano di Roccasecca, che crede nella Giustizia e nel corretto agire dello Stato e delle Istituzioni  non si lascia opprimere e non soccombe neppure davanti a queste «Trame Giorgiane» di «muscolatura del «Potere».
E vero solo che Giorgio Bis ha la disponibilità dei soldi degli onesti cittadini che vessa con Tasse e controtasse (TARSU 2011 docet) e senza vergogna, senza pudore li sperpera in ITALICI AVVOCATI di chiara fama, a difesa della poco chiara, anzi intrasparenza Sua attività amministrativa.
Ha toppato con la nomina, «ad capocchiam»,  del Responsabile del Comando dei Vigilo Urbani e invece di revocare tale nomina, con un' umile marcia indietro, prosegue come un «caterpillar» e/o «terminator».
L' ex Consigliere Comunale Bernardo Forte e  la sottoscritta cittadina  dott.ssa Anna Maria Rossini, in autonomia, hanno  prodotto esposti e denunce alle Istituzioni superiori affinchè facciano luce su questa mala-amministrazione, oltretutto arrogante presuntuosa.
Pare che una Istituzione Superiore, non si sa bene quale essa sia, abbia  chiarito al Sindaco Giorgio che quella nomina è, in parole povere , «abusiva», fatta con atti illegittimi non avendo il dott. Marra i requisiti richiesti dal Ruolo Assegnatogli ....NE' PG. NE' PS peraltro, come è notorio avevano attestato e ricorso iVigili Paolo Vicini ed Ercole Marsella.
Avv. Salvatore Di Pardo

Il Sindaco Giorgio, non solo disattende, le norme e i consigli dei Superiori, ma, arriva alla conclusione di servirsi di un Principe del Foro Molisano, lo Studio dell' Avv.to Salvatore Di Pardo di Campobasso richiedendo  una perizia pro-veritate, alla modica cifra di € 1.260,01 (forse un acconto considerato lo Studio chiamato a difendere personaggi importati in cause importanti).
Ma, poco o tanto che sia è solo sperpero di pubblico denaro, solo per tramare  contro il Popolo e dare una percezione da «Marchese del Grillo».
Il Parere non è legge, sia ben chiaro, è solo  l' ennesimo schiaffo muscolare, al Popolo Roccaseccano.