Translate to:

18 ott 2014

UMILIATI ED OFFESI E LA DIGNITA' CALPESTATA....

I Roccaseccani, con Giorgio Sindaco nell' Unione Cinquecittà, hanno accumulato solo debiti senza servizi, perdita di potere, pessima immagine e pessima pubblicità alla cittadina che ha dato i natali a San Tommaso D'Aquino.

I Roccaseccani, solo umiliati ed offesi, non solo da Giorgio, bensì da tutti i sindaci dell' Unione che hanno approfittato della debolezza dell' Istituzione comune di Roccasecca e pure dai consiglieri di opposizione, o meglio dal delegato all' Ente intercomunale, Giuseppe Sacco.
«Roccasecca Libera» e il Comitato «NO TARSU» sono state  le uniche forze oppositive che hanno marcato stretto L' Unione Cinquecittà denunciandone i soprusi e gli inciuci con l' Amministrazione Giorgio, reclamando ad ogni piè sospinto, TRASPARENZA che non ci stancheremo mai di reclamare.
Il loro altarini inciuciori piddini, sono stati scoperti e scopriremo anche altre «pesanti cosucce» poco simpatiche, con tutti i mezzi a disposizione di legge, sia ben chiaro, ma il Consigliere Sacco, deve spiegare ai cittadini di Roccasecca, cosa ha prodotto pro-Roccasecca durante il suo mandato all' Unione, quali azioni concrete per difendere Roccasecca dalle fameliche mire poltronistiche del Sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota, sempre da lui difeso, sin dall' inizio da quando ebbe la brillante idea di indire il I° Consiglio dell' Unione dopo l ' auto-esclusione di Roccasecca alla "decisione storica" della Raccolta Differenziata unitaria di Colle San Magno, Aquino, Villa, Piedimonte.
Quel Consiglio Cinquecittà al Comune autoesclusosi fu uno schiaffo, fu inopportuno e solo umiliazione per Roccasecca ed i Roccaseccani, come scrissi nel post che Sacco ebbe l' ardire di contestarmi dai giornali, solo per difendere il Di Nota, forse ?
E' un merito l' aver  pubblicizzato l' aumento delle quote associative da 1 a 5 solo per Roccasecca con il rimarcare l' assenza del sindaco Giorgio ? ok... e dopo? quali azioni, quali ricorsi, quali consigli comunali ha indetto per far venire alla luce l 'effettiva situazione debitoria del Comune di Roccasecca nei confronti dell' Unione ? E come mai l' ex Presidente dell' Unione, Di Nota, non ha mai e dico mai reclamato o portato in giudizio il Comune di Roccasecca indampiente ? e come mai quell' aumento delle quote associative anno 2014 da 1 a 5, solo penalizzanti il Comune di Roccasecca?
Non è per caso, che essendo il comune inadempiente per i servizi degli anni pregressi, si è trovato l' escamotage dell' aumento delle quote associative per coprilo? (sarebbe TRUFFA)
E perchè il Sindaco Giorgio, subisce e fa subire questa umiliazione con scippo di denaro dalle tasche dei Roccaseccani  ostinandosi a rimanere nell' Unione?
Le risposte alle suddette domande,  dovrebbe cercare di avere e dare al Popolo di Roccasecca-TRASPARENZA- il successore di Giuseppe Sacco, ovvero Fabio Tanzilli oltre alle seguenti che si reiterano sempre, rivolte al Sindaco Giorgio:

-L' UNIONE CINQUECITTA' CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013.2014?
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA ALL' UNIONE CINQUECITTA' ?
-INDIRE UN REFERENDUM, SE USCIRE O RIMANERE NELL' UNIONE?

E L' Unione Cinquecittà spieghi 
-CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L' ECOCENTRO?
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI  ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO?
- PERCHE' L' AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVE, ALLA SOLA ROCCASECCA ?
QUI trovi il post del 04-10-2012 - Umilia Roccasecca.