28 ott 2014

CIAO MARIA! ROCCASECCA TI ABBRACCIA.

In momenti brutti come questi non esistono frasi o parole per placare il dolore dei cari che hanno perso una figura così fondamentale come la mamma, sorella, moglie, parente  o comunque sempre di un caro! 
A tutti i familiari di Maria, «La Voce di Roccasecca Libera», dice: «Vogliate accettare le nostre più sentite condoglianze per la vostra grande perdita».

«La Voce di Roccasecca Libera», ovvero i membri Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini, Bernardo Forte, Annamaria Matassa ed altri, hanno un solo rammarico, quello di aver creduto alle Istituzioni Menzognere Roccaseccane.
Nei mesi di luglio ed agosto 2013, Anna Maria Rossini dal Blog e l'Associazione « La Voce » dai quotidiani locali, soprattutto «L' Inchiesta», ad onor del vero, portavano alla luce il raccapricciante problema dell' ascensore rotto delle Case ATER di Via Cappella, al cui terzo piano vivevano, praticamente prigionieri, due anziani coniugi, entrambi disabili.
Il Sindaco Giorgio Giovanni  e l' Assessore alle Politiche Sociali, Alessandro Marcuccili, con botta e risposta mediatica, medesimi giornali, rassicuravano i familiari circa la risoluzione dell' increscioso problema, con interessamento personale.
-Tanto per ricordare :
«L' assessore Marcuccilli chatta con Anna Maria Rossini, il suo rammarico per la disavventura in cui erano incappati i due poveracci, oltre al danno della disabilità, anche la mala sorte dell' ascensore rotto.......ed aveva dato assicurazione che avrebbe incontrato i funzionari ATER e avrebbe risolto e mi avrebbe fatto sapere...bugiardo!!!!!!!!!!
-Il Sindaco Giorgio, poi, ancora più faccia tosta e mentitore ...... aveva lanciato lo «spottone» del secolo sul quotidiano L' Inchiesta : «ce ne stiamo occupando da qualche giorno e questa mattina (12 luglio 2013) ) abbiamo spedito un fax  di sollecito all' ATER con minaccia che, qualora non provveda direttamente lo farà il Comune a proprie spese con azioni di rivalsa sull' ATER.
Poichè «ubi maior, minor cessat», «Roccasecca Libera» ed Anna Maria Blog dovevano farsi i cazzi loro perchè chi di dovere e di potere avrebbe risolto.
Pensavamo di aver fatto una cosa buona, di aver toccato le corde giuste della loro sensibilità di uomini delle Istituzioni, perchè e avevano  dato con le loro rassicurazioni un segnale di vicinanza alla famiglia Minicillo.
Noi di «Roccasecca Libera», facciamo mea culpa, e chiediamo scusa a Maria  per esserci, anche noi, fidati della parola del Sindaco Giorgio e dell' assessore Marcuccilli.
Maria non c' è più, è volata in cielo, ma quell' appartamento al terzo piano della Casa ATER di Via Cappella, con l' ascensore ancora rotto, racchiude l' inconsolabile dolore del familiare di Maria.

Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini, Bernardo Forte ed Annamaria Matassa
«Roccasecca Libera»