Translate to:

25 ott 2014

«ROCCASECCA LIBERA» METTE IN GUARDIA GLI UTENTI

Siamo veramente al paradosso,‭ ‬ad un punto di non ritorno di una politica dove l’arroganza regna sovrana, tuona  Bernardo Forte  e bacchetta duramente  la Giunta Giorgio che prima avalla gli aumenti ACEA e poi chiama un' associazione a curare i reclami contro ACEA

Paradossi di René Magritte -Ceci n'est pas une pipe Il tradimento delle immagini, 1928-1929



Ricevo da Bernardo Forte e pubblico 
L’amministrazione comunale di Roccasecca,‭ ‬dopo aver votato nella sede del palazzo della provincia per l’aumento delle tariffe idriche,‭ “‬pacchetto ACEA‭”  ‬per mano dell’assessore comunale Marsella‭ ‬,‭ ‬nell’occasione delegato dal Sindaco Giorgio,‭ ‬convoca per il giorno‭ ‬29‭ ‬c.m.‭ ‬una associazione a tutela dei consumatori per spiegare ai cittadini come tutelarsi.‭ ‬Allora o fingono‭ ‬,‭ ‬oppure solo ora si accorgono del danno fatto ai propri amministrati cercando di riparare proprio quando si sta per caratterizzare come una vera e propria rivolta popolare contro i sindaci acquiscenti e contro ACEA,‭  ‬con una farsa dalla quale occorre mettere i guardia i contribuenti.‭ ‬Partendo dal presupposto che i cittadini roccaseccani sono tra i più tartassati d’Italia per una manovra impositiva‭  ‬che non ha eguali in nessun altro comune,‭ ‬con debiti‭  ‬a cui‭  ‬se non se‭  ‬ne aggiungono altri bisogna aspettare l’anno‭ ‬2043‭ ‬per uscire dal tunnel nel quale ci ha condotto l’attuale amministrazione,‭ ‬si rimane basiti come un amministratore autorizzi,‭  ‬divenendo complice con una propria alzata di mano insieme ad altri‭ ‬21‭ ‬sindaci di altri comuni,‭ ‬al cospetto‭  ‬dei‭  ‬91‭ ‬della provincia avendo diritto di voto‭  ‬un aumento stratosferico‭   ‬delle tariffe idriche.‭ ‬Diranno a giustificare tale operato‭ “‬abbiamo votato un pacchetto‭” ‬proposto dall’ACEA‭ ‬,‭ ‬ma il piano d’investimento votato‭ ‬,‭ ‬che obbliga i cittadini a versare qualcosa come‭ ‬74‭ ‬milioni di euro‭ ‬,‭ ‬perché devono gravare sui contribuenti‭? ‬Sa il Sindaco o il suon delegato che nell’aggiudicazione di gara oltre dieci anni fa‭ ‬,‭ ‬l’ACEA aveva previsto un piano di investimento di circa tre milioni di euro solo per Roccasecca‭? ‬E,‭ ‬come mai l’amministrazione ha provveduto a proprie‭  ‬spese al prolungamento di alcune condotte idriche durante la campagna elettorale del‭ ‬2011‭ ‬senza‭  ‬nulla pretendere dall’ACEA‭  ‬e peraltro nemmeno‭  ‬funzionanti‭?   ‬Se è vero che l’amministrazione comunale ha contratto un altro mutuo di circa un milione con la CC.DD.PP.‭ ‬quale contributo‭  ‬per la costruzione del depuratore,‭ ‬in zona Panniglia,‭ ‬nei settantaquattro milioni‭  ‬del pacchetto ACEA dall’assessore Marsella votato‭ ‬,‭ ‬è‭  ‬ricompresa‭  ‬la quota parte‭  ‬per la costruzione di detto depuratore‭ ‬,‭ ‬allora quante volte noi cittadini roccaseccani dobbiamo pagare‭? ‬oppure l’acea ci restituirà tutto‭?    ‬Dal mese di luglio scorso,‭ ‬ho‭  ‬avuto modo di dare notizia sulla stampa del contributo determinate‭  ‬del comune di Roccasecca‭  ‬nell’approvazione dell’aumento delle tariffe e,‭ ‬mai nessuno dai banchi del consiglio comunale‭ ‬,‭ ‬ne maggioranza‭ ‬,‭ ‬ne minoranza,‭ ‬ha ritenuto opportuno di interrogare il Sindaco delle motivazioni di tale comportamento.‭  ‬Il fatto di avvallare il‭ “ ‬pacchetto ACEA‭” ‬e l’aumento stratosferico delle tariffe idriche e poi chiamare‭ “ ‬pseudo associazioni‭” ‬a tutela dei consumatori‭ (‬che hanno sottoscritto con ACEA un patto di non aggressione‭ ‬,‭ ‬ovvero aderiscono alla cosiddetta conciliazione paritetica‭) ‬per reclamare contro le sciagurate bollette da loro stessi consentite e approvate è un’ammissione di colpa gravissima che impone una solo riflessione‭  ‬e,‭ ‬una ormai rassegnazione che fuori dal territorio comunale i nostri amministratori alla conclamata incapacità professata ai propri amministrati diano una percezione d’impresentabilità a cui solo le dimissioni con un serio atto di responsabilità ridarebbero lustro ad una città che non li merita.
BERNARDO FORTE‭