19 feb 2011

L' UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO

L' UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO
il nome è stato e deve restare...onore, vanto e garanzia per il Lazio, per l' Italia, per l' Europa, per il Mondo

checchè ne dica l' attuale Magnifico Rettore, prof. Ciro Attaianese, che, al di là delle dotte e circostanziate argomentazioni della prima riunione della commissione preposta alla riformulazione dello statuto dell' Ateneo di qualche giorno sulle quali, in  linea di massima, si potrebbe concordare, ma su un punto non ci trova d' accordo ed è la proposta di modifica dell' attuale nome dell' Ateneo Cassinate in Università del Lazio Meridionale.
L' Università di Cassino, sfida della vecchia classe politica DC-PSI da sede staccata di Roma ha acquistato nel tempo autonomia piena ed è andata nel corso degli anni sempre più in crescita sia per qualità dell' offerta didattica, che per quantità di discipline,  che per il numero delle iscrizioni.
Il Magnifico Rettore Attaianese con orgoglio snocciola dei dati statistici del 2009 e dice: Ci fa enormemente piacere che : dei nostri circa 12.000 studenti solo circa 1.100 sono residenti a Cassino, mentre ben 7.000 risiedono a più di 30 chilometri. Oltre 5.100 sono gli iscritti provenienti da fuori della provincia di Frosinone, con un bacino di utenza che coinvolge significativamente altre 10 province, Latina, Caserta, Isernia, Salerno, Campobasso, L'Aquila, Benevento, e persino Roma, Napoli e Salerno, queste ultime con rispettivamente 307, 185 e 84 iscritti.
Se il numero degli iscritti è sempre in crescendo una ragione ci sarà pure....Cassino detta "Città Martire", rasa al suolo nell' ultima guerra mondiale con la famosa  Abbazia Benedettina di Montecassino è meta di Turismo religioso e Turismo della memoriaper i sacrari militari, dove ogni hanno si recano in pellegrinaggio i parenti, i commilitoni e i compatrioti.
Infatti a ricordo del sacrificio della battaglia di Cassino (1943-1944), le nazioni che presero parte ai combattimenti vollero che le migliaia di caduti sulla Linea Gustav fossero sepolti nei luoghi dove ebbero a combattere e dove si sacrificarono.
Quindi, identificare l' Ateneo con il nome della città non può che essere un valore aggiunto, infatti 33 Università su 54 sono identificate dal nome, se poi il nome è Cassino, storia, cultura, religiosità, martirio un mix di tutto rispetto per dare lustro all' Ateneo.
Anche se la popolazione di Cassino non è quella di Roma, ciò non toglie che l' Università di Cassino, non abbia gli standard qualitatitivi e quantitativi di Roma, chiaramente con i dovuti distinguo, e siano proprio questi a rendere attrattivo il Polo Universitario.e
Non credo proprio alla tesi del prof. Attaianese che, per giustificare il cambio del nome in Università del Lazio Meridionale, fa richiamo al potere evocativo che il nome di un ateneo sia oggi fortemente legato alla sua dimensione e al suo bacino di riferimento territoriale in termini sia di studenti, che di attività di supporto allo sviluppo sociale e produttivo.
Ormai non si associa l' Università di Cassino alla sola Città Martire, visto le statistiche snocciolate, le competenze dei ricercatori, le numerose nuove ed innovative cattedre, il Campus La Folcara è questo sì, sono d' accordo è diventato un punto di riferimento per tutte le iniziative di sostegno e di programmazione dello sviluppo sociale e produttivo del Basso Lazio e non solo.
Quindi, l' Università degli Studi di Cassino, è, e sarà sempre, un nome ed una garanzia.