24 feb 2011

RIMASUGLI......

RIMASUGLI......LE LISTE che vorrebbero concorrere alla prossimissima campagna elettorale per Palazzo Boncompagni - Roccasecca-
 perchè poco accreditate, poco affidabili e con le idee molto, molto, confuse ma solo con il chiodo fisso, quello di Giorgio-Abbate, eterno dualismo da  scardinare..ma con quali forze?  e con quali progetti?
Fumose prospettive di ambizioni che, stante la situazione, difficili da portare all' attenzione di qualcuno figuriamoci quale possibilità di   realizzazione!!!!.
Partendo dal presupposto che a Roccasecca la politica è un optinal e specialmente  quando si tratta di elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale, gli elettori, a ragione, votano la lista, secondo loro, più credibile ad attuare la rinascita di Roccasecca.
La forza elettorare è nelle mani del sindaco uscente, Giorgio Giovanni, e nelle mani dell' ex Sindaco, ora assessore alla cultura della Provincia di Frosinone, Abbate Antonio, indi, per cui.... nessun rinnovamento sia in termini di età anagrafica-amministrativa che in termini di personaggi politici di spessore.
Questi ultimi non hanno dato luce e contezza alle loro poche azioni, se non molte chiacchiere che, come si sa,  lasciano il tempo che trovano, volte soltanto ad esaltare la propria persona, sè medesimi e basta.
Il Sindaco uscente, Giorgio Giovanni, dopo i silenti e inefficienti 5 anni di sindacato, apprestandosi alla seconda consiliatura, ha aperto un' attività cantierista di tutto rispetto, della peggiore vecchia politica ricorrendo anche ad un becero  indebitamento ricadente sul groppone degli ignari roccaseccani.
Altra attività lucrativa, in termini di voti, il Centro Sociale degli Anziani,arricchita con la pomposa UPTE.....cosa buona se fatta come cristo comanda, ma gà si notano carenze e discrasie.  vabbè......
L' ex Sindaco Abbate Antonio, al suo attivo due consilature difilato senza i problemi di Giorgio, però, attivissimo sempre, e di idee all'avanguardia in campo amministrativo e la sua valenza gli è riconosciuta da tutti, oggi alla Provincia, il suo assessorato alla cultura sta veramente facendo faville.
Il rimasuglio che spara "fucilate" contro il dualismo ...che ....vorrebbe ....e non vorrebbe...ma si....forse....no..... tutti gli pseudo capolista di liste vuote ..... .senza coraggio e senza palle....sparlano solo, ma sono consapevoli di non avere i numeri  e le elezioni si vincono con i numeri.
E' vero che Giorgio ha abbandonato alla deriva Roccasecca ma ha dalla sua parte  una nutrita cricca di sinostrozzi che tra un Mezzogiorno in Famiglia ed una manifestazione canoistica sul Melfa, sotto una strada chiusa per caduta massi, ed una Università Popolare-Sociale  (?)sono un bel bacino di consensi... anche se discutibili.
Abbate, di converso, punta su una riaffermazione grandiosa per aver ridato lustro a Roccasecca nelle sue consiliature con gli aggregati Forte, Chianta, Molle che è bene ricordare scappati dalle grinfie della inetta Giunta Giorgio.
Gli altri competitors, qualora ce ne fossero, cosa mettono sul piatto? La vessata quaestio -Giorgio-Abbate?
Un pò pochino non Vi sembra? Quali programmi? farneticanti spostamenti di mercati, di scuole....oppure chiusura della Discarica di Cerreto e/o Saf....ma torno a ripetere cose nuove od illuminanti ...nisba.....
Comunque le elezioni sono alle porte e la certezza delle Liste solo: Giorgio  e Abbate ......con tutti i numeri per la competizione vincente.
Colgo l' occasione per comunicare ai Cittadini di Roccasecca che i bimbi della Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro possono, dopo decenni, ritornare a giocare con le giostrine rimesse a nuovo solo grazie all' interessamento della sottoscritta.
L' amministrazione Giorgio non si è mai degnata di metterci mano, le mamme mi hanno fatto presente la criticità, ho preso a cuore la situazione, mi sono attivata e grazie alla sottoscritta i Bimbi possono tornare felici a scivolare, girare, andare sui cavallucci e sul dondolo.
Questa è politica seria per la gente, con la gente, tra la gente e senza ricoprire cariche istituzionali.