Translate to:

02 lug 2009

I MODERATI


Eleggono Anna Maria Rossini Presidente Nazionale che si pregia di ringraziare

Con rispetto ed umiltà ringrazio tutti Voi presenti che mi avete concesso l'onore della leadership dei Moderati, segno tangibile di democrazia, di stima e affetto.

Un particolarissmo grazie, però, a Silvio Tedeschi, che, per me è stato l'amico e il consigliere, punto di riferimento e il principale mio sostenitore, mentre, per il Movimento, è stato la struttura ideativa e portante, sia nel ruolo di Vice Presidente che nel ruolo di Presidente ad interim, avocato a sè, dopo le inaspettate dimissioni del Presidente Testa, a cui rivolgo un gentile saluto ed un grazie per il lavoro svolto.
Così come mi corre l'obbligo di menzionare e ringraziare tutto il Direttivo e cito una sola persona per tutte, Giovanni Buttazzo che, sempre e comunque si è adoperato per tenere alto il nome dei Moderati in tutti i modi, soprattutto a mezzo stampa, ed in tutte le sedi ma soprattutto si è speso e non poco per le sue battaglie, battaglie dei Moderati.

Tutti abbiamo sposato la causa "MODERATI", Il " PROGETTO MODERATI" e ciascuno, nel piccolo o nel grande ha fatto la propria parte, ognuno di noi presenti e qualche assente ha dato quel che poteva e sapeva dare ma la cosa positiva e inconfutabile è che i Moderati si sono porti come forza aggregante e propositiva di una nuova politica, politica che, da qualche tempo, degradata e svilita negli alti contenuti, aveva deluso e disilluso e fatto allontanare tante persone, soprattutto giovani, solo a sentirla nominare, con repulsione affermavano:" La Politica è sporca"; niente di più falso, dico io, sono " I Politicanti" a farla sporca o pulita.

I Moderati ci stanno provando, sin dalla costituzione, ovvero quasi due anni, rivolgendosi ai giovani dando testimonianza e promulgando con “CUORE”, intelligenza, preparazione, ma soprattutto con un bagaglio di valori Etico-Cristiano-Democratici, non disgiunto dalla laicità, il modello innovativo della politica e qualche piccolo risultato si è cominciato ad avere, Giulia Marrocco eletta Consigliere al Comune di Colle San Magno e il dr Nota Crescenzo, con i suoi 850 voti, quarto posto nell' UDC, alle passate elezioni provinciali.

La prossima tappa sarà il radicamento sul territorio, come dice il Vice Presidente Silvio Tedeschi, stile " Lega", ma tenendo bene, nella mente e nel cuore, i dettami democratico-cristiani cui, non è possibile prescindere, visto e considerato che l'ispirazione del Movimento è stato proprio quello della Democrazia Cristiana e, quindi sviluppare azioni consequenziali tendenti: alla ricostituzione di un reale rapporto di rappresentanza istituzionale tra eletti ed elettori; alla partecipazione permanente dei cittadini alla vita politica; una politica ispirata al primato della persona e della famiglia, ai principi del popolarismo e alla dottrina sociale cristiana.

La strada da percorrere, l'unica, per un cambiamento è quella dell'umanizzazione della Politica stando con la gente, tra la gente con un'attenzione particolare ai piu disagiati, ai giovani, agli anziani, all'ambiente, al decoro delle cittadine, insomma, la politica concreta e minimale, ma importante per l'inizio di una crescita socio-culturale.

Non l'alta politica, astratta, ma la politica concreta di intercettazione dei bisogni impellenti che in questo particolare momento di crisi pressano e spingono le classi più deboli.

Sono queste ultime che hanno la nostra primaria attenzione e considerazione in modo semplice, naturale non disgiunta dal cercare e trovare il modo e la maniera di un aiuto sia dentro che fuori le istituzioni.

Per i Moderati domani sarà l'alba di un nuovo giorno, rigenerati di forze nuove, sia nel Direttivo che nella base.

Mi adopererò in tutti i modi ed in tutte le maniere per essere meritevole dell'onore che mi avete concesso e soprattutto farò in modo che i Moderati ed il loro " Progetto" si espanda e travalichi i confini della Provincia di Frosinone.