25 lug 2009

COSTITUENTE DEI CENTRO


Verso la “Costituente di Centro” con OO SS, Movimenti e partiti di estrazione Democratico-Cristiana, Società Civile


Organizzatori, il Gota dell’ UDC Regionale, il Segr. Regionale Ciocchetti e gli On.li Rodolfo Gigli e Giacomo Troja e l’ On.le Anna Teresa Formisano, testimonianza precursice del Progetto ” Costituente di Centro” nella Provincia di Frosinone con UDC-TERZO POLO-MODERATI che tanto successo ha riscosso alle ultime elezioni Provinciali.
Allocation di prestigio, scelta dall’ UDC regionale, il Grand Hotel Parco dei Principi di Roma, per l’apertura ed il confronto tra le diverse anime centriste che stanche ed insoddisfatte dell’attuale Bipolarismo degenerato nel Bipartitismo (PD-PDL) becero, inconsistente e deleterio per l’ Italia guardano con simpatia ad una aggregazione centrista capace di catalizzare Movimenti, Partititi Costituzionali, Organizzazioni Sindacali, Personaggi della così detta Società Civile, ma soprattutto che sia in grado di intercettare i veri bisogni della gente farsene promotori e, dopo attento esame, porre in essere le strategie idonee a soddisfarli; insomma ” la Persona” al Centro della Politica ed il ritorno, quindi alla Politica come servizio.
E, da qui la necessità, vera, quella di ritrovare e ricomporre l’ aggregazione basata sulle culture, sui valori, sulle identità, andata in disuso con la ” discesa in campo” di Berlusconi ideatore di slogan e spot pubblicitari cui hanno fatto eco i vari Veltroni, Franceschini ecc ecc.
I MODERATI, con l’accogliere l’ invito dell’ On.le Anna Teresa Formisano, sono stati presenti con una delegazione capitanata dal Vice Presidente Silvio Tedeschi che si è detto onorato di partecipare e, a nome di tutto il Movimento Politico, ha avuto, nel suo breve discorso, parole di elogio per il progetto ” Costituente di Centro”, oltremodo condivisibile data la comunanza valoriale con l’ UDC e tutti gli altri soggetti presenti, visto e considerato che l’esperimento progettuale innovativo, nella Provincia di Frosinone, è stato accolto con simpatia ed ampio consenso.
Quindi l’ intuizione dell’ UDC di aprire ai MODERATI e ad altri “costituzionalmete” di Centro, in coerenza con i valori posti a base del proprio percorso, nella prospettiva di un ritorno alle urne nella prossima primavera, è stato un vero e proprio colpo di genio perchè sarà un rifurgio per le tante anime che non si riconoscono più negli attuali schieramenti, che se vanno bene nei paesi Anglosassoni, non rientra, però, nell’ Italico DNA.
I Moderati sono, in linea di massima, in sintonia con l’ UDC- Terzo Polo, Organizzazioni Sindacali, Moderati Italia, insomma con tutti i partecipanti ai lavori ai quali, non resta altro che ritrovarsi per stilare un accordo programmatico della Costituente di Centro.

Il Presidente

Anna Maria Rossini