06 lug 2009

L' AUTO "REPULISTI"


In casa "Moderati" ha scatenato un putiferio in quel di Roccasecca, ma ciò non giustifica la diffusione di notizie false e tendenziose.

Aria nuova in Casa del "MODERATI", in seguito al cambio dei vertici, avvenuto peraltro in piena serenità e tranquillità, ma che i protagonismi e le chiacchiere di alcuni fuoriusciti vorrebbero inquinare.
Stiamo lavorando con ritmo costante e sereno, nonostante la calura (?) estiva e l'aria vacanziera, perchè siamo consapevoli che bisogna, nel nostro caso, seminare ora e subito, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali che, sicuramente ci vedranno protagonisti assoluti, nella Regione.
L'evoluzione che il Movimento sta perseguendo è tangibile da tutti gli attestati, scritti, di stima e di affetto, non ultimi dell'On.le Anna Teresa Formisano, dell'On.le Publio Fiori e dell'On.le Mastrangeli per non dimenticare l'On.le Tabacci tramite la Segreteria Calabra di Antonio Tramontano, inconfutabili segni di legittimazione della realtà "MODERATI ", della sua leadership e, precipuamente del proprio stile.
Sono quindi inaccetabili gli sproloqui di piazza di chi, in modo volontario, si è dissociato dal Movimento non condividendone più, non si sa che cosa, ma che ha l'arroganza e la presunzione di parlare in nome e per conto dei "MODERATI", tracciandone addirittura i segmenti operativi.
La nuova linea organizzativa del nuovo organigramma è la comunicazione chiara e diretta con i propri elettori, amici e simpatizzanti, esclusivamente a mezzo stampa, blog e sito; chiunque sia interessato alla conoscenza della vita dei " MODERATI", alle loro attività, i citati mezzi sono la fonte e tutto ciò che esula è frutto solo e soltanto delle devianze di soggetti arrogatori di diritti che non competono loro.
La Politica è una cosa seria e i "MODERATI", specialmente i nuovi dirigenti, ne sono una testimonianza, tant'è che dall'insediamento, i comunicati, tutti prettamente di stampo politico, non sono stati divulgati in piazza agli amici degli amici .....ma il dictat è: "bocche chiuse e serietà di azioni concrete e produttive, per il Movimento".
Quindi, non siamo disponibili ad alimentare il chicchiericcio inconsistente di chi vorrebbe svilire le persone e l'operato dei "MODERATI" che mai come in questo periodo storico, stanno dando ampia dimostrazione di rinascita politico- sociale.
Pertanto, in qualità di Presidente del Movimento diffido chiunque, artatamente, sbandieri ai quattro venti bugie e illazioni false e tendenziose volte a sminuire o, peggio, ridicolizzare l'alto valore personale e del Movimento nella sua intierezza, inculcando negli "ominidi" Politici Piazzaioli, rappresentazioni mentali distorte e fuorvianti.
Se qualcuno fosse interessato al contatto con il Movimento è pregato di rivolgersi  alla dirigenza dei  Moderati che sono gli unici  deputati e e delegati a dare le giuste e corrette informazioni.