Translate to:

10 set 2014

ISTITUZIONI ???

ANCHE L' ATTUALE PREFETTO DI FROSINONE, DOTT.SSA EMILIA ZARRILLI, COME I PRECEDENTI SUOI COLLEGHI,  NON CONCEDE LA FUNZIONE DI P.S. AL RESP.DELLA MUNICIPALE DI ROCCASECCA, DOTT. MASSIMO MARRA, ....PERCHE' ? E, A QUALE TITOLO ED IN CHE RUOLO, IL SUDDETTO ERA PRESENTE AL CONSIGLIO COMUNALE DI LUNEDI' 08.09.2014 ?
La Dott.ssa Emilia Zarrilli
Il Fash Mob del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer», molto corretto, silenzioso e civile, fuori dell' aula consiliare, ha colto di sorpresa tutti, ma ha infastidito molto il Sindaco Giorgio, che pare avesse dato ordine di chiudere la porte, e la presidente del consiglio, Laura Scappatici, che sin dall' inizio, molto nervosamente avrebbe fatto cenno, molto democraticamente,  a non riprendere con i telefonini il Consiglio e poi a minacciare di chiamare i Carabinieri.
Perchè non li ha chiamati prima di iniziare il Consiglio, consapevole che il Resp. della Municipale, Massimo Marra non era in possesso dei requisiti di legge ?
I Cittadini dicono BASTA a questa Amministrazione Giorgio che, mentre da una parte, sciala con incarichi da centinaia di migliaia di euro e neppure legittimi il Resp. Ragioneria ed il  Resp. Municipale, dall' altra, Tassa e tartassa, ieri con TARSU, oggi con IMU-TASI-TARI.

Ricevo e pubblico il Comunicato stampa del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer»

Il flash mob del Comitato «Basta Eternit - Fibra Killer» e di tanti cittadini di Roccasecca, e politici come Mauro Marsella, ha colto di sorpresa tutti, tant' è che il Resp. della Municipale, dott. Massimo Marra, nell' impossibilità di svolgere la funzione di Pubblica Sicurezza, visto che il Prefetto ancora non gliel' ha concessa, si è dovuto limitare ad un invito cortese a rimuovere lo striscione.
E' stato dato solo un piccolo segnale, da persone civili ed urbane e, solo per non creare ulteriore imbarazzo al dott. Marra, abbiamo rimosso lo striscione, con la scritta le civiche rivendicazioni: NO ALLA DISCARICA....NO ALLA PUZZA.....NO ALLA TASSA SUI RIFIUTI.
L' intervento flash solo per sensibilizzare gli Amministratori ad una maggiore e seria attenzione all' ambiente ed alla economia delle famiglie.
Il Comitato, non si stancherà di reclamare l' istituzione del Registro Tumori che dovrebbe essere la priorità assoluta di ogni buon amministratore, visto che Rocccasecca è sede di Discarica ed oltrettutto affiancata dal TMB SAF di Colfelice, come, non si stancherà di esigere il monitoraggio continuo e costante dell' aria e dell' acqua, nell' area circostritta MAD srl e SAF SpA.
I Sindaco Giorgio Giovanni non ha informato la Popolazione del IV invaso della Discarica, come dei precedenti, così come dei risultati ARPA e solo al Consiglio Comunale abbiamo appreso che si è sempre battutto contro gli amplimenti della Discarica, con continui e reiterati incarichi legali costati ai Roccaseccani 300mila euro.
Trecentomilaeuro sono una bella cifretta per ritrovarci con la «puzza» continua che ammorba l' aria e con i conseguenti disagi e oltretutto con la beffa che nessuno, tipo l' ARPA, ci dice l'esatta provenienza, se MAD o SAF.
Oggi il Sindaco, in pieno consiglio comunale ha fatto delle affermazioni gravissime: «La puzza viene dalla SAF e non dalla MAD......la SAF tiene il percolato, non lavorato, nelle vasche dei capannoni verdi».
Come Comitato ci impegneremo ad appurare la verità ed intanto chiediamo al Sindaco, da quanto tempo ne era a conoscenza e cosa ha fatto, da membro della Società Ambiente Frosinone (SAF), oltre che recamare un posto nel CDA.
Infine, non è proprio giusto che i Cittadini di Roccasecca debbano essere tartassati da IMU-TASI-TARI, con aliquote al massimo, mentre il Comune esternalizza servizi, chiama Responsabili da D3-D6, oltretutto in modo illegittimo ( Resp. Ufficio Ragioneria e Resp. della Polizia Municipale ) e si dota di un comunicatore a € 5000 per 6 mesi.
Non è giusta, soprattutto la TARI, quando sul territorio insiste una Discarica che non dà più il benefit ambientale, come sentenziato dalla Corte Costituzionale atto n. 280 del 28.10.2011.