27 dic 2010

L' IDV IN SEGNO DI RICONOSCENZA

L' IDV IN SEGNO DI RICONOSCENZA si appresta a dare battaglia a Giorgio ed al PD locale  per il cambio di guardia a tutta SINISTRA ....

così  vociferano i "rumors" roccaseccani e non potendolo farlo in prima persona perchè appollaiata alla poltrona della Pisana, la Dipietrina Locale, sta organizzando una squadra capitanata da Fabio Nardi, mascherata da lista civica ma di chiarissimia matrice "Dipietrina-Sinistrosa".
La barca "Roccasecca", guidata dal Sindaco Giorgio Giovanni  è ormai alla fine della  deriva e, sempre i ben informati  rumors sostengono che la   Dipietrina Locale, presunta, ed unica, beneficiaria del PD, si stia attrezzando ed apprestando a  fare le scarpe al suo benefattore mettendo  in campo, per le prossime elezioni amministrative di primavera, per il rinnovo del Consiglio Comunale cittadino, una squadra dell' IDV- SEL e trasfughi del PD soprattutto questi ultimi, stanchi di non essere ascoltati  da Giorgio.
La riconoscenza non è di questa terra, direbbe il Santo.......e questa ne è l' ennesima prova...
Ma la Dipietrina Locale applica il motto:"Chi vuole mutare il corso delle cose umane deve mostrarsi spesso impietoso e irriconoscente".
Ma è l' andazzo del suo partito magistralmente guidato dall'ex PM di mani pulite, Tonino Di Pietro la cui leadership morale oggi più che mai. messa in discussione;  infatti è notizia di oggi che i suoi tre pupilli, l' europarlamentare Sonia Alfano,  e il consigliere regionale milanese Giulio Cavalli (ndr l' artista che declinò l' invito alla partecipazione del I Festival Resistentemente di Roccasecca in seguito ad un mio intervento sul blog.) guidati dall’ex collega De Magistris, sparano a zero sulla gestione dell’Idv e dicono che nel partito che ha fatto della legalità la sua bandiera «c’è una spinosa e scottante questione morale»,una«deriva », di cui le «ultime vergogne Razzi e Scilipoti sono solo la punta dell’iceberg che piano piano sta emergendo » e chiedono a Di Pietro una «brusca virata, con un deciso no alla deriva dei signori delle tessere, ai transfughi, agli impresentabili che oggi si fregiano di appartenere a questo partito ».
«Si faccia aiutare a fare pulizia, riparta dalla base», incalzano i tre dissidenti.
Insomma, crisi di Di Pietro, crisi del Partito dell' Italia dei Valori.....una guerra vera e propria al Tonino, mentre a Roccasecca guerra al Giorgio e alla sua giunta accusati di inerzia amministrativa totale ( ma pare che per  anni gli oppositori veri  lo stiano sostenendo o no?).
Il PD, SEL, IDV, conniventi fino a ieri con le "malefatte" dell' amministrazione Giorgio, ora che siamo alla vigilia delle elezioni amministrative si improvvisano feroci oppositori del Sindaco Giorgio ed osannatori di A.M. Tedeschi e Fabio Nardi acclamandoli Salvatori di Roccasecca.
Non ci resta che piangere, scartato il ridere........
Il programma? un unico punto: Discarica di Cerreto e Stabilimento SAF, "monnezza" insomma.
Se è vero che da cinque anni e passa è quasi completamente scomparsa l’azione amministrativa nel sociale, nelle politiche del lavoro, nelle iniziative culturali,   negli investimenti per le opere primarie Scuole,  quali fogne, strade, illuminazione, gas, nelle manutenzioni, attività commercaili che chiudono, il Centro Storico, nonostante le promesse, è stato completamente lasciato e abbandonato a se stesso, la periferia non ha avuto alcuna attenzione, per non parlare dello Scalo con il disordine viario per carenza di vigili e solo ora i nostri prodi "Sinistrosi" denunciano, accusano e si erigono a Salvatori di Roccasecca...
Ma per  piacere.......Giorgio ha carpito la buona fede dell' elettorato con lusinghe di Rinascita e con promesse da marinaio, ha dormito  per cinque anni, ha fatto morire Roccasecca, ma  pare che una cosa buona l' abbia fatto....procurare  un bottino di voti PD alla Dipietrina Locale che così si è assicurata una poltroncina alla Pisana e lei cosa fa in segno di riconoscenza? organizza una bella sede dell' IDV a Roccasecca si accorda con il SEL, organizza il Festival resistentemente, partecipa a sagre e convegni delle associazioni, raggira alcuni maggioranti PD e li converte alla sua causa.
Lo scopo? UNA BELLA LISTA IDV-SEL-TRASFUGHI PD con capolista Nardi per approdare a Palazzo Boncompagni.
Ma Giorgio darà carta bianca anche questa volta?