18 dic 2010

LA SAF NON CI STA


LA SAF NON CI STA e annuncia querela alla Dipietrina Locale, Anna Maria Tedeschi ed altri per la urlata campagna denigratoria

così leggiamo sulla stampa di questa mattina, solo per difendersi dalle millanterie infondate e false della Tedeschi ecc.ecc.
Ma ad una squallida campagna bugiarda  urlata ai quattro venti dalla Tedeschi avente ad oggetto l'impianto accusatorio degli pseudo olezzi nauseabondi, che il suo naso ed altri nasi sensibili di Roccasecca e Pontecorvo avvertono, venivano  sprigionati prima dalla Discarica di Cerreto e poi dall' impianto di riciclaggio di Colfelice, i dirigenti di quest' ultimo rispondono con  una contromossa legale. 
Il Presidente, Cesare Fardelli, il direttore tecnico, Roberto Suppressa e il direttore, Marcello Manzi pare  che si sono rivolti ad uno studio legale affinchè investa la Magistratura, a tutela del buon nome dell' Impianto di riciclaggio di Colfelice.
A sostegno della Saf ci sono le numerose perizie degli organismi deputati al controllo tra cui perizie di incaricati del Tribunale per pregressi processi e che sono tutti concordi nell' affermare che l' impiantistica Saf Spa funziona perfettamente.
Insomma non sarebbe il caso, prima di gettare fango sulle industrie-imprese locali che tra l'altro danno lavoro a decine di famiglie, visti i tempi grami, di andare sul posto, verificare o far verificare eventuali guasti tecnici, incontrare   le maestranze e le organizzazioni sindacali accertarsi  se effettivamente è tutto OK o no per salvaguardare la salute prima di chi ci lavora e poi degli altri?
Simili accorgimenti non sono stati presi in considerazione nè dalla Dipietrina
Locale, che bazzica sempre i dintorni Mad srl e Saf Spa con giornalisti e  telecamere a seguito e  neppure dal dott. Carbone della Asl di Pontecorvo che ha stilato una relazione di presunzioni e congetture.  
La  perplessità dei benpensanti è che si è in eterna campagna elettorale e  l' IDV, in calo di simpatie sul territorio nazionale, cerca di ricavarsi un orticello da coltivare ( Roccasecca) con le campagne acchiappavoti come quelle della  "monnezza" con il coinvolgimento della Magistratura.
Ma pare che questo genere di lotte impostate sul Nulla creino danno non solo ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, alle famiglie ......ma anche e soprattutto a chi le porta avanti solo con solerti impuntature demagogiche, come la Dipetrina Locale, Anna  Maria Tedeschi.