11 ago 2010

UN BEL "RESET" DELLA GIUNTA GIORGIO

auspicabile, ma con nuova riformattazione per il bene di Roccasecca

La nuova riformattazione dovrebbe  avvenire  la prossima primavera quando, dopo un perdurare di atmosfera da lunghi coltelli, ci dovrebbe essere il boom, il botto liberatorio per Roccasecca dall' accozzaglia inetta degli amministratori di Giorgio che tanto danno hanno fatto al paese.
L' abominio politico di cui si è immersi fino al collo, sicuramente, con un contrappeso unico e democratico, in senso lato, seppur con lista civica, dovrebbe essere messo al bando.
Una sola lista civica, per lo scopo, e non una miriade di listarelle che andrebbero solo a dare man forte a chi si vuole mandar via e ripristinare in  pompa magna gli attuali amministratori, seppur con qualche variante dell'IDV.
Intanto martedì  prossimo 17 agosto un bel consiglio comunale all' insegna dell' approvazione del bilancio e dei debiti fuori bilancio," storia ....infinita".
Il profondo rosso con scandalosi interessi perpetui al tesoriere "Banca Popolare del Cassinate", interessi passivi sempre costanti negli anni il che sta a significare che lo scoperto di cassa sempre a...tavoletta....entrate tributarie sempre poche rispetto alle uscite ....per non parlare di somme pervenute per certi progetti che non sono stati attuati,  come ad esempio: facciate di Via Santa Maria Nuova, Palestra Scuola Media ecc.ecc che sono spariti dal bilancio, insomma in parole povere e per i non addetti ai lavori, forse hanno ragione gli oppositori Abbate, Chianta, Forte e C. che, inascoltati, hanno sempre sostenuto che la Giunta Giorgio ha sempre gonfiato a dismisura le entrate che si sono poi rivelate incerte ed inesigibili, ed ha prodotto spese folli: vedi "Mezzogiorno in famiglia", l'estate roccaseccana con il Festival di Severino Gazzelloni, prive quindi, della necessaria copertura finanziaria  meccanismo perverso questo che non consente all' Ente di assicurare i servizi essenziali e pagare i fornitori, insomma un bilancio sbilanciato che va pure alla Corte dei Conti che dopo un bel controllo cosa dirà? Dissesto?
Comunque siamo all' ultimo atto di questa insana e malsana amministrazione sofferente di "smania devastatrice" dell'elevazione Socio-Economica e Culturale  di Roccasecca, che purtroppo, pare si stia attrezzando con l' aiuto del PD e IDV a riproporsi agli elettori, con quale faccia non si sa, per riavere il consenso ed essere rieletti e gestire la Cosa Pubblica.
Se così dovesse essere, onde evitare, l' ineluttabile declino e il macello sociale di Roccasecca, buon senso vorrebbe  che tutti gli oppositori, abbandonino le loro casacche, i loro piccoli orgogli personalistici e siedano a tavolino per redige un bel programma con unità di intenti, che fa veramente "la differenza".
Quindi, ad una lista dei componenti l' attuale amministrazione che comunque deve essere scardinata, bisogna contrapporre UNA SOLA ED UNICA LISTA OPPOSITIVA, competitors di qualità, capaci di mandare a casa questi personaggi che da anni sperperano il pubblico denaro e mandano a scatafascio Roccasecca.
UDC di Roccasecca- Anna Maria Rossini