Translate to:

04 gen 2010

MODERATI DECIMATI


Le quote rosa seguono, in massa, il Presidente Anna Maria Rossini

L' abbandono del Movimento dei Moderati da parte della  sottoscritta, scelta (ndr) per il suo profilo politico-culturale e per le sue innegabili qualità e capacità di guida, è  un colpo durissimo al progetto MODERATI, tant'è che è appena iniziata una  emorragia inarrestabile.
Le prime a reagire, le amiche che, compatte, hanno analizzato i comportamenti  oltremodo oltraggiosi, irriguardosi, irrispettosi fino ad arrivare all' offensiva affermazione di "venduti per un piatto di lenticchie, tramutato nel corso del tempo in  piatto di gnocchi", l' offesa è grave e indegna di un "Vice Presidente" che si picca di essere uno stratega della politica, forse  perchè salta un pò di quà e un pò di là senza coerenza, secondo lo spirito del suo progetto, così dice.
Troppe conflittualità di genere alla base delle fibrillazioni conclusesi con l' abbandono; le donne, spiriti critici per tradizione ed intuitive si erano avvicinate al Movimento perchè ravvisavano nel Presidente Rossini una guida, aperta, onesta, giusta, la quintessenza della democraticità cattolica e riformista e stavano apprendendo celermente l' arte della "Politica" per iniziare a dare, con consapevolezza, il proprio contributo.
L' anno 2010 doveva essere l' anno della raccolta dopo un duro lavoro di semina durato circa due anni ma, per responsabilità di pochi calunniatori, sarà, per i Moderati l' inizio della fine.
Le accuse false e tendenzione pre-Natalizie di una frangia minoritaria del Movimento dei Moderati hanno suscitato sconcerto nell' opinione pubblica che aveva creduto nei Moderati, nel suo Presidente, dott.ssa Rossini, stimata da tutti per il suo integerrimo comportamento leale e serio e per le sue azioni politiche  per la gente, con la gente, tra la gente.
La strumentalizzazione:  una cena conviviale UDC cui sono stati invitati i Moderati tutti ma a cui hanno partecipato un gruppo tra cui la dott.ssa Rossini, il dr Nota e l' arch. Vrcchio.
Ma agli amici che da ieri sera mi sono vicini inviandomi testimonianza del loro affetto ed esortamdomi a non lasciarli soli nella quotidiana lotta politica, dico loro, prima di tutto grazie per le affettuose parole e poi prometto che la mia incisiva azione politica continuerà certamente.
Infatti, comunico che è allo studio un Progetto "Moderato" interessante, coinvolgente sviluppato da  persone con le stesse affinità elettive e senza altri scopi se non il bene del Paese e dei suoi cittadini.
Avanti Moderati!!!!!!!!!!!!!!!!!!!