Translate to:

21 gen 2010

REGIONALI ALLE PORTE

e, ai  candidati in corsa, specialmente se donne, un: " in bocca al lupo".

Aria di elezioni e quindi, di scelte  di coloro che dovranno governare la Regione Lazio, ovvero amministratori impegnati, seri, onesti e  preparati che concorrono per una sana gestione della "Cosa Pubblica Regionale,  Sanità in primis.
E' una bella responsabilità per noi elettori dare la fiducia, nel segreto delle urne, in piena scienza e coscienza ma siamo abbastanza maturi per esprimere la nostra volontà democraticamente.
I competitors di tutte le aree politiche, già investiti ufficialmente, o in pectore, sono già in campagna elettorale con manifesti, feste, convegni, tavole rotonde, condannate con forza da alcune persone politiche, fuori dal giro,  per lo sperpero di denaro in queste futilità, mentre tanta gente muore di fame.
Tanta ipocrisia quando non si è in gioco quando, da attori principali, hanno fatto nè più e  nè meno la stessa identica cosa: manifesti, feste, simposi ecc.
E' normale, a mio avviso, che per farsi conoscere e attrarre consensi bisogna incontrare il proprio elettorato, comunicare chi è e cosa intende fare, se  eletto, pratica civilissima  e normalissima in America.
Tutti le azioni ed i comportamenti pubblicitari posti in essere dai candidati sono tutti buoni purchè leciti e a norma di legge.
Non dimentichiamo che ci stanno rimettendo la faccia, i soldi, la reputazione ed in caso di insuccesso come si sentiranno? Mettiamoci al loro posto.
Forse si  parte dal presupposto, erroneo, che la discesa in campo sia solo dettata dal desiderio di andare alla Pisana per un lauto stipendio.
Dissento energicamente e dico solo che ci vuole tanta forza e tanto coraggio per lanciarsi questa sfida, bisogna essere qualificati e godere della considerazione del partito, avere umiltà di presentarsi agli elettori e esporre il proprio programma ecc. ecc.
La cosa nuova e bella di questa tornata è che ci sono tanti ciociari, mentre in passato, erano una spuria partecipazione e la parte da leone la facevano i romani.
A tutti i competitors ciociari,  specialmente alle donne, dico brave e continuate a farvi pubblicità con tutti mezzi a vostra disposizione, continuate con grinta il vostro percorso politico, perchè la Regione Lazio ha bisogno di Voi