Translate to:

26 mar 2009

MARRAZZO A EXTRA Tv: "AEROPORTO REGIONALE A FROSINONE"

Lo spot pubblicitario del Governatore della Regione Lazio, Piero Marrazzo non coglie di sorpresa i "MODERATI", avvezzi, orami, "all'ultimo canto dei Cigni"(Scalia e C.) della Provincia di Frosinone, ultima roccaforte "ROSSA".
Che si tratta di uno spot pubblicitario elettorale lo hanno capito pure i bambini, nella considerazione che in tempi passati non si era mai speso per l'aeroporto a Frosinone, bensì ha sempre caldeggiato quello di Viterbo, per non inimicarsi l'amico Fioroni. Ma l'aria è cambiata e il Centro-Sinistra Frusinate, in forte difficoltà di riaffermazione elettorale, essendo ai minimi storici di consenso elettorale, rispolvera il vecchio progetto "Aeroporto a Frosinone" per dare una boccata d'ossigeno e una speranza ai "compagni". Ma di che genere di aeroporto stiamo parlando?
Se il Ministro alle infrastrutture, On.le Altero Matteoli, il 9 u.s. all'ultimo Congresso di AN pronunciava queste parole:" Nel Lazio è stata fatta una scelta su tre località: Frosinone, Viterbo e Latina e si sceglie Latina perchè ampliando di circa 300 metri la pista si potrà regalare a Latina un aeroporto commerciale di un certo rilievo, partendo anche con la presenza dei voli low cost. Latina potrà avere un aeroporto di livello, anche se non uguale a quello di Viterbo.
Gli uffici del ministero e dell'amministrazione comunale hanno già avviato un percorso.
Ma oltre alle esternazioni recenti del Ministro Matteoli, già precedenteme l'ENAC aveva tassativamente bocciato tale scalo sotto tutti i profili aeronautici, ambientali e lo aveva addirittura dichiarato poco sicuro.
Quindi di che Areoporto Frusinate sta parlando? Con i 500. 000 euro dati a Scalia e i Capitali Privati degli Aeroporti SpA. sicuramente si atterrerà prima di decollare anche si volesse sviluppare un discorso di traffico leggero ( aerotaxi e light jet) .
Quindi, il cavalcare il cavallo "Aeroporto", il portare all'approvazione della giunta la localizzazione a Frosinone, il tutto alla vigilia di una importante tornata elettore per il rinnovo del Consiglio Provinciale, di alcuni Comuni e soprattutto del Parlamento Europeo, è tutto un "bluff"che i Cittadini elettori, non avendo più l'anello al naso, faranno pagare bocciandoli sonoramente.