14 dic 2009

L' UMANITA' DELL' INDOMITO GUERRIERO


Silvio Berlusconi, colpito al viso da uno squinternato


Tale Massimo Tartaglia, 42 anni, in cura al Policlinico di Milano da 10 anni per problemi psichici, subito tratto in arresto dalle forze dell'ordine.
Quindi l' insano gesto è solo quello di un malato mentale  che ha lanciato il souvenir meneghino, colpendo al viso e procurando fratture e lesioni al Premier, Silvio Berlusconi, quindi, nessun complotto politico degli avversari politici.
E' la prima volta, però,  che un Capo di Governo Italiano in carica è oggetto, oltre che di contestazioni verbali di attacchi alla propria fisicità, ancorchè l' autore è uno psicopatico e la riflessione se l' episodio riprovevole è da ascrivere al clima politico che imperversa sull' Italia o un atto isolato ed inconsulto di un soggetto disturbato, un mitomane.
Comunque il fatto resta, il Premier violentemente aggredito, colpito, vacillante con il volto tumefatto, ricoverato al San Raffaele tuttora e la sua aumanità messa a nudo come la sua sofferenza, la sua incredulità per l' accaduto e il suo voler tranquillizare i sostenitori Pidiellini.
L' uomo Berlusconi, il Guascone, il Ricco, il Politico, suscitatore di invidie dei tanti che vorrebbero imitarlo o essere al suo posto ma non ne hanno nè la forza, nè il coraggio, nè le peculiarità , e suscitatore di forti amori esaltanti è in un letto d' ospedale.
Sono vicina al suo dolore e esprimo condanna per il gesto dell' esaltato, il lato umano non deve venir meno considerati del lato politico.
La storia italiana, ieri ha scritto una brutta pagina e ciò mi duole essendo Italiana rispettosa delle istituzioni  e dei rappresentanti, della "Politica".
Auguro al Presidente del Consiglio una pronta guarigione, un sereno Natale in famiglia,  così come a tutti i leader italiani da Bersani (PD) che si è recato al San Raffaele a trovare l' avversario politico e, questo, mi fa enormemente piacere, al Leader del mio partito ( UDC), Pierferdinando Casini e a tutti gli altri.
Forse, da questo increscioso episodio, da questa brutta pagina scritta, la "Politica" ne trarrà un monito per tornare ad una " Politica" serena, buona, dialogante, civile.
Me lo auguro con tutto il cuore, un abbraccio Silvio!!!!!