12 feb 2013

NON SONO SOLDI DEL SINDACO


NON SONO SOLDI DEL SINDACO quelli che il Comune di Roccasecca insolvente, scuce, aumetati di interessi e spese di condanna, su ordine dei Tribunali,  cui si rivolgono a vario titolo i creditori

Come l' ultima, la Sentenza odierna, la n.156/2013 del Tar del Lazio-Sez di Latina, chiamato a dirimere la causa prodotta  dalla Rete Ferroviaria Italiana Spa, di un atto ingiuntivo passato in giudicato e non pagato di ben  € 48.288,72, con gli interessi legali dal dì della domanda (20.12.07) al soddisfo+le spese e competenze del giudizio, che i giudici amministrativi hanno liquidato per  in complessivi € 1.500 (millecinquecento).
Il TAR di Latina era  stato  adito dalla Rete Ferroviaria Italiana SpA- ai sensi degli artt. 112 e ss. del D.L.vo 104/10 - per l'ottemperanza  del decreto ingiuntivo n. 46 emesso dal Tribunale di Cassino l’11.1.2008, depositato in cancelleria il 17 successivo, notificato l’1.2.08 e di nuovo notificato all’Ente debitore il 13.5.08 dopo l’avvenuta apposizione della formula esecutiva in data 3.4.08, recante il pagamento in favore della società ricorrente della somma di € 48.288,72, con gli interessi legali dal dì della domanda (20.12.07) al soddisfo in una alle spese del procedimento liquidate in complessivi € 980,00, oltre il 12,50 su diritti e onorario quale rimborso spese forfettario, oltre spese successive.
Ma con nota prot. n. 90 del 3.1.2013, depositata in data 7 gennaio 2013,  il Sindaco di Roccasecca ha rappresentato   di avere provveduto a liquidare al ricorrente la somma di cui al decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Cassino
Per cui il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio sezione staccata di Latina (Sezione Prima) definitivamente pronunciando sul ricorso R. G. 886/2012, dichiara cessata la materia del contendere.
Condanna il Comune di Roccasecca alle spese e competenze del giudizio, che liquida in complessivi € 1.500 (millecinquecento).
Insomma, il Comune più a strapiombo dell' Italia accumula debiti su debiti.....interessi su interessi....atti ingintivi su atti ingiuntivi.......pignoramenti su pignoramenti ......sentenze su sentenze del TAR che carissimo costano ai cittadini-contribuenti tanto .......NON SONO SOLDI DEL SINDACO