Translate to:

26 set 2010

IL PARTITO DELLA ILLEGALITA'

invade l' autosole Roma-Napoli al casello Castrocielo-Pontecorvo e, arrogantemente, ne reclama la legittimità.

E' quanto è successo giorni fa a Pontecorvo, allorquando una legale e legittima  manifestazione Pro-Ospedale, si è trasformata, grazie ai  (fomentatori ?), in una becera attestazione di inciviltà e la cosa riprovevole è che la suddetta manifestazione sia stata cavalcata, da alcuni politici di sinistra che della legalità ne fanno un vessillo.
All' inizio, i manifestanti, sotto la regia del Comitato pro-ospedale,  hanno avuto l' appuntamento clou sotto il nosocomio tappezzato di festoni con colorite  scritte e arringhe di oratori che hanno infiammato la platea, e fin qui, nulla da ridire, anzi encomiabile azione,  come nulla da ridire sullo snodo pacifico e allegro  lungo l' arteria cittadina, è il susseguente risvolto che lascia perplessi, ovvero il blocco autostradale, per la qual cosa non c'è da andarne fieri.
Ma su fb e  non solo, si mostrano foto e video di dubbia verididicità,  che, con orgoglio e vanto mostrano tutto l' escursus della giornata con conseguente passeggiata verso il casello autostradale; ma cosa ci sono andati a fare al casello dell'A1 ? volevano attenzione alla causa? fare una semplice passeggiata ecologica? o piuttosto  richiamare i politici di centro-destra a non chiudere il presidio ospedaliero?e allora, perchè  sfondare il blocco della pubblica sicurezza e invadere l' autostrada ?.
Perchè si è andati spediti, con politici in testa  dell' IDV, verso l' Autostrada se non per dare segnali forti?
Intanto, polizia e  carabinieri stanno indagando e questo mi basta e avanza, in barba a chi vuole mettere il bavaglio alla sottoscritta arrivando anche alle minacce di tacere così su fb,un certo Sig. Farletti, commenta i miei link: "Signora mi faccia una cortesia non si occupi più del nostro ospedale e non lo nomini più.", oppure "lei non nomini l'ospedale perchè così facendo indispettisce la gente che ci tiene all'ospedale di Pontecorvo e non lo denigra come fà lei.....".
Per chi mi legge e per chi mi conosce sa bene la mia onestà intellettuale, mai e poi mai parlai male dell' ospedale tant'è che agli atti della Regione Lazio c'è una mia accorata lettera a salvaguardia dell' ospedale rivolta all' allora Governatore Marrazzo e in tutte le sedi opportune ho detto la mia per un presidio all' avanguardia.
Carissimi denigratori che avete favorito la passerella dei politici acchiappavoti e notorità, le mie asserzioni sono di mera condanna, e lo ripeto a gran voce su, sull' infame ostruzionismo di un pubblico servizio che in Italia, fino a prova contraria è REATO e se al vanto e all' orgoglio di averlo perpretato si aggiunge il vanto e l' orgoglio di avere a vostro sostegno il partito della legalità, ovvero, l' IDV, permettete che ponga in rilievo che è non possono erigersi a paladini della legalità chi presenzia e/o è spettatore inerte di REATI ?
Non mi è simpatico chi predica bene e razzola male.