Translate to:

23 set 2010

LE VECCHIE PASIONARIE

al canto di "trallallero..trallalà..l' ospedale di Pontecorvo non sadda toccà"

invadevano le corsie dell' Autosole A1  in entrambi i sensi di marcia, al Casello di Pontecorvo-Castrocielo, creando, e non poco, disagio agli automibilisti che si trovavano a transitare in quelle ore sull' autostrada.
Ora la Polizia e i Carabinieri stanno indagando ad ampio raggio  per dare un nome e cognome ai manifestanti che hanno commesso il reato di bloccare l'arteria autostradale con lo sfondamento del blocco dei tutori dell' ordine pubblico e una volta concluse le indagini mettere  i presunti rei davanti alle loro responsabilità.
A come sembra a commettere la " bravata " siano state le " Vecchie Pasionarie" di Pontecorvo, di loro sponte, anche perchè si leggono dichiarazioni in tal senso: "non siamo state spinte da nessuno ad occupare l' autostrada, siamo entrate di nostra volontà per difendere l' ospedale, quella volontà che ci porterà anche a Roma dalla Polverini.
Vogliono, per caso, con questa dichiarazione, far apparire come una sfuggita di mano della manifestazione agli organizzatori? o  una banale copertura degli stessi che da davanti si mettono dietro e si nascondono sotto le sottane delle vegliarde?
Eppure all' inizio  il lungo  corteo, capitanato dagli orgogliosi,  organizzatori e con un parterre di tutto rispetto di sindaci, tra cui Giovanni Giorgio, di onorevoli di sinistra, tra cui Tedeschi (IDV) e Scalia (PD), si era  dipanato nelle vie di Pontecorvo ordinato e compunto sebbene con striscioni coloriti come gli slogan.
Cosa è successo dopo? chi ha acceso la miccia dell' invasione dell' A1?
Le "vecchine rampanti" si autoaccusano forse per ispirare la clemenza delle autorità in considerazione dell' età ?.
Ma gli organizzatori che hanno espresso il loro vanto per la riuscita della manifestazione con annesso blocco autostradale non ne sono proprio coinvolti, non ne sono proprio responsabili?
E i Politici che inneggiano alla legalità, come la Dipietrina locale, non hanno notato che si stava compiendo un atto illegale?
Sembrava, dai comunicati stampa, che oltre all' orgoglio di essere presente, con la sensibilità che Le è congeniale, di difendere il nosocomio con il solito  accorato richiamo alla Giunta Polverini per il disastro della sanità ciociara, di oggettivare il blocco autostradale dei manifestanti come un fiore all' occhiello da mettere in rilievo.
Ora che i Carabinieri e la Polizia stanno indagando i guerrieri  della difesa del Presidio ospedaliero di Pontecorvo ( Organizzatori e Politici di Sinistra) stanno zitti e mandano avanti ad autoaccusarsi " LE VECCHIE PASIONARIE"