19 set 2010

IL PARTITO DELLA LEGALITA'


Partecipa, insieme ad altri Politici di sinistra alla  manifestazione  contro la chiusura del Nosocomio di Pontecorvo-manifestazione  sfociata in un blocco autostradale


quindi ad una azione illegale che arreca, e non poco, nocumento agli automobilisti di passaggio, come è successo ieri al casello autostradale  di Pontecorvo-Castrocielo dell' A1, quando gli ignari viaggiatori si son visti bloccare la corsa per l' invasione delle carreggiate in ambedue i sensi da un' orda di manifestanti pontecorvesi.
Forse è una giusta causa e  forse no ...non so.. ma se il manifestare il proprio dissenso alla Giunta Polverini per presunte emanazioni di norme sulla Sanità che non piacciono è un sacrosanto diritto dei cittadini, è pura follia ed arroganza e soprattutto illegittimo,  estendere la manifestazione contro chi non c' azzecca niente, ovvero gli automobilisti.
Così i manifestanti sono passati dalla presunta ragione.... al torto marcio.
Inoltre, invece di puntare sull' efficienza, sulla levatura specialistica  del medici, dei paramedici ed ausiliari tutti, su un Polo Specialistico d' eccellenza  degno di cotal nome, con attrezzature all' avanguardia, per non parlare delle infrastrutture ultramoderne, ci si sta aggrovigliando ed incaponendo su un del Prete-ospedale vecchia maniera con il reclamare posti letto in più.
E' riduttivo e senza  senso tenere in piedi una struttura fatiscente, con un pronto soccorso che fa pena, pietà e compassione, per non parlare dei reparti più importanti come il reparto di chirurgia.
Le Macro-Aree? ben vengano se solo ci fosse un miglioramento della struttura come  "Polo Specilistico", se si facesse un Pronto Soccorso con tutti i santi crismi degno di tal nome, se si risparmiasse veramente e si avessero servizi sanitari efficienti ed efficaci.
Ma l' IDV ed altri sono contro le Macro- Aree, a prescindere, e  auspicano 120 posti letto per Frosinone; ma quando hanno avuto i 120 posti letto e magari al Del Prete gliene toccano 50 cosa hanno risolto?
L'ospedale è vecchio e fatiscente, la pulizia dei reparti lascia molto a desiderare, il personale scarseggia e chi soffre di patologie gravi ed ha i soldi va a farsi operare a Roma, Milano, Bologna dove sembra che la Sanità funzioni al contrario del Nosocomio locale che sembra sia  diventato, con molta crudezza, un ricovero di vecchi bisognosi.
Ma la sinistra, si sa,  è  demagogica  e organizza ed aizza la rivolta non per qualcosa di grande e serio e di veramente utile per l' utenza locale ma per esclusivo tornaconto di visibilità, di sopravvivenza partitica che in questi giorni è appannata e non poco.
Ma se fare passerella a Pontecorvo a difesa dell' Ospedale, esprimere soddisfazione per la grande partecipazione, è legittimo e democratico, il bloccare l' autostrada e farsene un vanto è segno di degrado politico- sociale.